Visualizza articoli per tag: Territorio di Lesignano

Sabato, 07 Dicembre 2019 07:01

Crisi Ferrarini, Assemblea pubblica a Lesignano

Diego Cauzzi: Assemblea pubblica con i lavoratori della Ferrarini a Lesignano

Di Redazione 7 dicembre 2019 - Crisi Ferrarini: In seguito all'assemblea pubblica che si è svolta nel pomeriggio di ieri in Sala Civica a Lesignano, per e con i lavoratori dell'azienda Ferrarini, riceviamo e pubblichiamo il comunicato del consigliere comunale Diego Cauzzi, che fa il punto della situazione sugli argomenti trattati durante l'incontro. La riunione è stata organizzata dal gruppo consiliare "Lesignano Bene Comune", che ha garantito massimo sostegno e disponibilità ai dipendenti del gruppo aziendale.

(Diego Cauzzi gruppo consiliare Lesignano Bene Comune):

"Venerdi 6 dicembre.
Il gruppo consiliare Lesignano Bene Comune, ha organizzato un' assemblea pubblica con i lavoratori della Ferrarini.

Presenti:

Antonio Gasparelli -Segretario generale Parma FLAI - CGIL
Matteo Lanini - responsabile di zona FLAI - CGIL
Barbara Lori - Consigliere regionale ER - componente commissione politiche economiche
Alessandro Garbasi - Vicepresidente Provincia di Parma.

L'incontro con i lavoratori Ferrarini aveva lo scopo di relazionare sulle iniziative portate avanti in consiglio comunale,
dove il gruppo consiliare ha recentemente presentato un'interrogazione per riportare l'attenzione sulla situazione di crisi del gruppo Ferrarini.
Contestualmente al dibattito in consiglio, Lesignano Bene Comune ha presentato una mozione, votata all'unanimità, con la quale il consiglio impegna l'amministrazione ad attivarsi nei confronti della Provincia di Parma per richiedere l'istituzione di un tavolo di confronto in accordo con la Regione Emilia Romagna, la parte datoriale, le organizzazioni sindacali e i rappresentanti dei lavoratori.

"Le notizie relative al concordato Ferrarini ancora lontano da una sicura e chiara conclusione positiva ci hanno indotto ad attivarci,
in considerazione della importanza del sito poduttivo, presente nel comune di Lesignano Bagni, sia per quanto riguarda i lavoratori, che tra dipendenti diretti e indotto sono circa 150 unità, sia per la rilevanza che il prosciuttificio ha per tutto l'ambito territoriale.
Siamo quindi molto soddifatti che l'iniziativa intrapresa sia stata ben accolta in consiglio. Le OOSS, la Regione e la Provincia hanno convenuto che un confronto tra le parti possa portare ad una analisi puntuale della situazione utile a definire una linea di azione condivisa, portando un contributo positivo al tavolo di crisi insediato al MISE su richiesta della Regione Emilia Romagna.
L'incontro si è svolto in un clima tranquillo e costruttivo. La compostezza, lo spirito di sacrificio dimostrato dai lavoratori Ferrarini, ci ha sempre colpito.
Il nostro interessamento era doveroso, fuori da ogni sterile retorica, Sono persone, madri e padri in alcuni casi entrambi dipendenti nella stessa azienda. Meritano tutta la nostra attenzione e tutto il nostro impegno".

Per maggiori informazioni il link della pagina Facebook "Lesignano Bene Comune":

https://www.facebook.com/LesignanoBeneComune/

 

Locandina.JPG

 

PR_Ferrarini_assemblea-20191207_063818_1.jpg

 

 

Parma, 12 Agosto 2019 - Ferragosto è alle porte: ecco il vademecum della raccolta dei rifiuti in città e provincia.

A Parma i servizi di raccolta rifiuti saranno garantiti regolarmente, in base ai calendari distribuiti. Negli altri comuni della provincia serviti da Iren, ove previsto e come di consueto in occasione di festività, saranno raccolti il rifiuto residuo e la carta.

Saranno raccolte inoltre anche le seguenti frazioni:
a Calestano: Vetro Plastica e Barattolame nella zona GIALLA
a Langhirano: Vetro Plastica e Barattolame nella zona ARANCIO
a Lesignano: Vetro Plastica e Barattolame nella zona BLU
a Salsomaggiore Terme: Vetro Plastica e Barattolame nella zona GIALLA
a Corniglio: Plastica e Barattolame nella zona BLU
I Centri di Raccolta Rifiuti resteranno chiusi, mentre saranno attive le Ecostation e le Mini Ecostation. Nella giornata di Ferragosto il NUMERO VERDE 800-212607 e il Punto Ambiente di Parma resteranno chiusi.

Il NUMERO VERDE 800-212607 sarà attivo nelle giornate di venerdì 16 e sabato 17 negli orari consueti (venerdì dalle 8.00 alle 17.00 e il sabato dalle 8.00 alle 13.00)

Il PUNTO AMBIENTE di Strada S.Margherita a Parma sarà aperto il venerdì 16 nel solito orario (8.00 – 14.00) mentre resterà chiuso nella giornata di sabato 17 agosto.

Per consentire il recupero di un mezzo pesante che è uscito di strada oggi, finendo nel fosso.

Parma, 8 gennaio 2018 – La Provincia di Parma – Servizio Viabilità comunica che domani, martedì 9 gennaio, dalle 9 alle 11,30, sarà interrotto totalmente il transito veicolare per tutti i mezzi sulla Strada Provinciale n. 16 "degli Argini" al km 14+800, in Comune di Lesignano, dove oggi un mezzo pesante è uscito dalla sede stradale, finendo nel fosso.

Il camion, carico di prosciutti, è stato svuotato nella giornata di oggi e domani si procederà al recupero del mezzo.

Poiché il recupero richiederà l'impiego di due autogru di grosse dimensioni e mezzi di supporto, per effettuare tali operazioni occorrerà occupare l'intera carreggiata stradale.
Da qui la necessità di interrompere il traffico, per garantire la sicurezza.

Il transito verrà deviato sul percorso alternativo utilizzando la SP 665R "Masese", la SP 98 "di Mulazzano" e SP 32 "Pedemontana".

Rural Festival: la parola alla biodiversità. Tutto è pronto per una quarta edizione ancora più ricca che mette al centro agricoltori e allevatori custodi di antiche varietà vegetali e razze animali abbandonate da decenni, per un viaggio alla scoperta del patrimonio rurale tosco-emiliano. Appuntamento a Rivalta di Lesignano de' Bagni il weekend del 2 e 3 settembre e successivamente, per il secondo anno, tappa a Gaiole in Chianti (Siena). Dalle 10 alle 19, ingresso gratuito

Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 a Rivalta di Lesignano De' Bagni (Parma) torna per il quarto anno l'appuntamento dedicato alle produzioni artigianali di agricoltori e allevatori dell'Emilia Romagna e della Toscana: un invito alla scoperta e all'assaggio di prodotti di antiche razze animali e varietà vegetali a rischio di estinzione che, in un passato nemmeno tanto lontano, erano diffuse nelle nostre terre. L'area protetta di biodiversità di Rivalta di Lesignano de' Bagni, nel cuore della Food Valley e allo stesso tempo in un territorio collinare fatto di verde, boschi di querce, calanchi e vulcanelli di fango recentemente eletto a riserva Mab Unesco, è pronta per ospitare una nuova edizione del Rural Festival, dove ogni produttore mostrerà il frutto del proprio lavoro.

Il motto è: tornare indietro per andare avanti e guardare al futuro. Tante le novità di quest'anno: dalle specie vegetali di varietà antiche messe a dimora per arricchire il patrimonio verde già presente, come la vigna-catalogo di rari vitigni del territorio e una selezione di pomodori del parmense, su tutti l'antico pomodoro Riccio di Parma, dal sapore dolce e delicato, passando per i gelsi, fino agli ulivi, "figli" dell'ulivo secolare di Mulazzano. Si potrà poi gustare la biodiversità agricola fatta di sapori unici e autentici, seguendo il ritmo delle stagioni e nel rispetto del benessere degli animali.

Negli stand gastronomici si incontreranno rarità ortofrutticole, salumi da razze autoctone e tanti cibi di nicchia dove uomini e donne eroici, alcuni per la prima volta al Festival per una quarantina in tutto, saranno a disposizione per far conoscere e assaggiare i propri prodotti: un lavoro fatto di passione e sacrifici, un'opera ardua e non di rado poco remunerativa, eppure preziosissima che parla di semplicità e genuinità. A fare bella mostra di sé ci saranno il prosciutto di maiale nero, arrosticini di pecora Cornigliese, carne fresca di Cinta Senese, pane di grano del Miracolo e Marocca di Casola, polenta Formenton Ottofile Garfagnana, testaroli della Lunigiana con farro, gnocchi di patata Cetica, polpa di pomodoro Riccio di Parma, pasta fresca all'uovo di gallina Romagnola, Tortél Dóls con mostarda, torta di patata Quarantina, erbe chiantigiane, arrosto di tacchino nero, cipolla Borettana, fagioli Zolfino al coccio, zucca Violina al forno, marrone di Campora, cipolla Borettana, olio di Olivastra Seggianese, latte fresco di asina, formaggi unici di razze bovine e ovine, fagiolo Zolfino, torta di prugna Zucchella, caffè di orzo Leonessa e Farro, uva Termarina rossa, miele biologico reggiano e vino da rare varietà tosco-emiliane (Lambrusco Maestri, Fortana del Taro, Sangiovese e Vin Santo).

Una mostra-mercato, fatta di volti e di storie, dove poter acquistare le tante prelibatezze assaggiate durante le due giornate e portare a casa con sé prodotti di qualità legati al territorio tosco-emiliano. Il festival ospiterà anche modelli di trattori Landini e Lamborghini prodotti tra gli anni Trenta e Cinquanta, che verranno messi in moto da esperti per la gioia dei bambini e anche di adulti appassionati. Inoltre un ricco parco animale di antiche razze, come il maiale nero di Parma, il suino di Cinta Senese, la pecora Cornigliese, Massese e Garfagnina, il cavallo Bardigiano, l'asino Romagnolo e Amiatino, la vacca grigia Appeninica, Bardigiana, Ottonese e Bianca Valpadana, il tacchino di Parma e Piacenza, la gallina Romagnola e il pollo Valdarnese.

20170828-Locandina - rural festival 2017 1Dopo il successo dello scorso anno, nel weekend del 16 e 17 settembre il Festival si trasferirà a Gaiole in Chianti (Siena), per un altro fine settimana dedicato al movimento Rural, in piazza Ricasoli e lungo la principale via del paese, dove anticamente si teneva il mercato delle merci, con la stessa formula.

Con la doppia tappa della manifestazione, patrocinata dal Comune di Lesignano de' Bagni e dal Comune di Gaiole in Chianti, si vuole ribadire il concetto di promozione di quell'economia sana e sostenibile che fa leva sul recupero di antiche tradizioni, su prodotti genuini e sulla tutela dei valori contadini. Un modello di economia sana e sostenibile che fa leva sul recupero delle antiche coltivazioni strettamente connesse al territorio.

Un movimento che non si esaurisce in questi due weekend ma che di anno in anno continua a dare speranza a tutte quelle giovani generazioni di agricoltori e allevatori custodi.

Durante i due weekend settembrini queste aziende selezionate del territorio emiliano e della regione Toscana, oltre all'Associazione agricoltori allevatori custodi di Parma e al Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano, potranno far toccare con mano la biodiversità agricola: una realtà multiforme di grande valore, che rischia di rimanere troppo spesso un'idea astratta.

Orario: 10-19, ingresso gratuito.

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Venerdì, 02 Settembre 2016 17:15

Il 3 e 4 settembre il Rural Festival Emilia a Rivalta

Il 3 e 4 settembre, a Rivalta, Parma, allevatori e agricoltori custodi di antiche razze animali e varietà ortofrutticole faranno gustare la biodiversità tosco-emiliana con stand gastronomici che offriranno degustazioni tra cui prosciutto di maiale nero, arrosticini di pecora Cornigliese, pane di grano del Miracolo e Marocca di Casola, focaccia di frumento Gentilrosso, polenta Formenton Ottofile Garfagnana, testaroli della Lunigiana con farro, gnocchi di patata Cetica, polpa di pomodoro Riccio di Parma, pasta fresca all'uovo di gallina Romagnola, Tortél Dóls con mostarda, torta di patata Quarantina, arrosto di tacchino nero, cipolla Borettana, fagioli Zolfino al coccio, olio di Olivastra Seggianese, latte fresco di asina, formaggi unici di razze bovine e ovine, torta di prugna Zucchella, sorbetto di uva Termarina, miele della Lunigiana e vino da rare varietà tosco-emiliane. Una mostra-mercato ma soprattutto un'esperienza diretta, da vivere con tutti i sensi negli spazi di una stalla contemporanea nella riserva naturale del parco Barboj. Ci saranno anche gli animali di razze antiche nel parco di biodiversità tra cui il maiale nero, la pecora cornigliese, il cavallo bardigiano, l'asino romagnolo, il tacchino nero, la vacca grigia appenninica. Esposizione e messa in moto di trattori tra gli anni 30′ e 50′.

Al Festival sarà presente anche il Parco dell'Appennino Tosco Emiliano, che questa settimana festeggia la settimana Mab Unesco: verrà allestito il PalaLupo e un punto informazione. All'interno del Palalupo, sarà presentato un ricco programma di conferenze dedicato alla biodiversità presente sul crinale tosco emiliano e alla presentazione della Riserva di Biosfera.

A2-Rural-Festival-Rosadellangelo-L9B7146-2

Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Lunedì, 16 Maggio 2016 15:58

Mostra "Oltre l'orizzonte" a Lesignano de' Bagni

Lo sguardo si perde negli orizzonti disegnati da Remo Boccacci: la mostra "Oltre l'orizzonte" a Lesignano de' Bagni è l'occasione per conoscere un artista poliedrico e i suoi paesaggi universali, luoghi dell'anima tra terra e cielo.

Di Cristina Pedretti

Parma, 16 maggio 2016

La linea dell'orizzonte, confine tra terra e cielo, è da sempre protagonista nell'arte e in fotografia. Cucitura di finito e infinito, suscita nell'uomo riflessioni e desiderio: di scoprire, capire, conoscere, andare oltre. E "Oltre l'orizzonte. Incontro tra reale e surreale" è il titolo della mostra di Remo Boccacci allestita presso il Bed & Breakfast "Cancabaia" di Santa Maria del Piano (Lesignano de' Bagni, Parma) e visibile sabato 21 e domenica 22 Maggio dalle ore 17 alle ore 20.

Nato a Bardi nel 1944, Remo Boccacci dall'età di 4 anni ha vissuto in Belgio dove ha studiato al Collegio delle Belle Arti di Charleroi e ha conosciuto e amato lo stile della scuola fiamminga e olandese; Vermeer, Rembrandt e Van Ruysdael sono maestri che lo segnano e influenzano. Artista grafico, studia anche agronomia sub-tropicale e per questo vive e lavora in Israele e a Cipro, dove si avvicina all'arte delle icone su legno in stile bizantino. Negli anni '80, il ritorno a Parma e il trasferimento sulle colline di Montecavolo, a Quattro Castella (Reggio Emilia), dove oggi Remo vive e ha il proprio studio. La mostra propone una carrellata di opere di tendenze pittoriche diverse, proprio perché l'autore ha viaggiato e sperimentato tanti stili, ma sono i paesaggi e le vedute (realizzati a tempera su carta) a occupare la parte più consistente dell'esposizione. Vedute e paesaggi raccolti anche nel prezioso e godibile libretto "Oltre l'orizzonte", che è stato presentato all'inaugurazione della mostra.

Non si devono però cercare i titoli di queste opere, poiché l'autore non ne ha dati: «Anche se sono luoghi reali e io li riconosco tutti – sostiene l'inglese Frances, moglie del pittore – come questo fiume che è in Inghilterra, dalle parti della mia casa natale, o queste colline nei dintorni di Quattro Castella, Remo volutamente non ha definito con un titolo le località rappresentate, per non porre limiti allo spettatore e per non condizionare la lettura dell'opera». Sono dunque "luoghi dell'anima" universali, questi paesaggi, che parlano alla sensibilità di ciascuno e in cui ciascuno può ritrovare, nel mescolarsi di luci nordiche e colori mediterranei , qualcosa di famigliare ed eterno. Come è scritto nel libro: "Non sono vedute, non sono paesaggi: l'artista restituisce, attraverso le forme della Terra, se stesso. Un uomo nomade che ha viaggiato nella geografia terrestre per ricercare continuamente la sua dimensione tra cielo e terra, in questa assoluta precarietà che è il visibile".

Mostra di Remo Boccacci, "Oltre l'orizzonte. Incontro tra reale e surreale". Aperta al pubblico sabato 21 e domenica 22 Maggio 2016 dalle ore 17 alle ore 20 presso BB Cancabaia Parma, via Martiri della Libertà, 70 Lesignano de' Bagni, Parma ( www.cancabaia.it )

Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Mercoledì, 29 Luglio 2015 12:03

Al via il Palio Poetico "Ermo Colle"

Un ricco programma dal 4 all'11 agosto e a settembre. La 14esima edizione incentrata su due momenti: sei compagnie teatrali si disputano il Premio della Giuria e del pubblico, e spettacoli nei Musei della provincia per le celebrazioni della settantesimo della Resistenza e del Centenario della Grande guerra. -

Parma, 28 luglio 2015 –

Ad animare Ermo Colle 2015 sono la resistenza e la passione delle arti e del territorio che ospita in luoghi eccezionali gli spettacoli: danza, teatro, poesia, storia e memoria per un'edizione ricca e di ottima qualità stilistica. Ermo Colle è stato presentato in Provincia ieri mattina alla presenza degli organizzatori, di rappresentanti dei Comuni coinvolti, di Fondazione Banca Monte e dell'Istituto Cervi.
Saranno sei spettacoli per sei serate del Palio e il laboratorio teatrale della Scuola secondaria di primo grado di Tizzano: "NOI. Perchè due sono meglio di uno" in scena nel mese di agosto. Dal quattro all'undici il Palio sarà nei Comuni di Collecchio, Corniglio, Langhirano, Lesignano de' Bagni, Montechiarugolo, Neviano degli Arduini e Sala Baganza: il Castello di Torrechiara farà da cornice alla cerimonia finale con l'assegnazione del Premio del Pubblico e del Premio della Critica. Dai sei spettacoli in Palio quest'anno emergono figure di angeli, donne, peccatori, piccoli eroi e dèi attraverso la danza, il teatro, la poesia, la storia, la memoria.

Dopo l'introduzione di Carla Ghirardi, Dirigente del settore Cultura della Provincia di Parma, è stata Silvana Piazza, presidente dell'Associazione culturale Ermo Colle a ribadire l'importanza di un Palio "la cui filosofia è divulgare la poesia, la danza e l'arte in luoghi particolari. Parchi, rocche, castelli, luoghi poco aperti che diventano contenitori di cultura: e come dice Eduardo de Filippo la cultura è un bene comune primario". Molto intensa la collaborazione con l'Istituto Cervi: dal Festival della Resistenza di Gattatico, svoltosi nel mese di luglio, sono stati scelti due spettacoli che si sono aggiudicati il Premio della Critica e del pubblico.

"La memoria nutre la cultura e la vita civile" ha affermato Albertina Soliani, Presidente dell'Istituto Alcide Cervi. "Quando le persone vedono il teatro, assistono a manifestazioni culturali, si produce una buona alchimia e si rinnova la memoria e si scommette sul futuro. Mancano le risorse, ma ci sono idee, esperienze, capacità che si mettono insieme. Dobbiamo continuare a portare avanti la cultura, a disseminare e a diffondere conoscenza".
A settembre, invece, Ermo Colle si presenta con un'iniziativa che coinvolge alcuni Musei della provincia e con una serie di eventi legati alla memoria del settantesimo anniversario della Resistenza e ai cento anni dalla Grande Guerra. Una novità che segna una maturata attività di ricerca e di radicamento nel territorio, nei luoghi della memoria e della rievocazione.

Gualtiero Ghirardi, consigliere di Fondazione Monte Parma, si è detto onorato di sostenere il Palio e di averlo fatto fin dalla sua nascita. "Siamo a fianco della Regione Emilia-Romagna e della Provincia, e di un territorio che vuole esserci e puntare sulla cultura nonostante le difficoltà. Ermo colle, ogni anno, estende la sua attività, s'inventa e reinventa e per questo è sempre più apprezzato".
Il coordinatore artistico della rassegna, Adriano Engelbrecht ha sottolineato che "sono le parole seminare, coltivare e nutrire legate alla terra sono anche profondamente legate a questo progetto culturale e artistico. Attraverso l'arte si nutrono le comunità. Anche Ermo Colle è un giardino che è cresciuto, si è nutrito, e continua a crescere".
Anima dell'iniziativa è l'Associazione Culturale Ermo Colle, impegnata nell'educare al teatro i ragazzi della scuola di Tizzano con percorsi laboratoriali che si tengono a scuola: negli anni la scuola ha ricevuto molti premi nazionali e i ragazzi sono cresciuti con il piacere e la passione di apprezzare il teatro, il rigore e la capacità interpretativa che la disciplina sa offrire. Alcuni di essi, ora giovani adulti, seguono e condividono il lavoro di Ermo Colle.

Il programma con le date di agosto (quelle di settembre saranno comunicate in seguito).

4 agosto

SALA BAGANZA - Cortile della Rocca Sanvitale, ore 21.15
C.P.E.M. Teatro
NARCISO
Racconto tragicomico di un mito
di Stefano Dell'Accio e Monica Bonetto
con Stefano Dell'Accio
musiche eseguite dal vivo da Davide Sgorlon
in caso di maltempo interno Rocca Sanvitale

5 agosto

TIZZANO - Arena Sunshine, ore 22
Laboratorio teatrale
Scuola secondaria di primo grado di Tizzano
NOI. Perché due sono meglio di uno
lo spettacolo si svolgerà anche in caso di maltempo

6 agosto

COLLECCHIO - Parco Nevicati, ore 21.15
Claudia Rossi Valli e Tommaso Monza
MARY'S BATH [site-specific]
di e con Claudia Rossi Valli e Tommaso Monza
disegno luci Andrea Gentili, voce Fabio Pagano
produzione Compagnia Abbondanza/Bertoni
in caso di maltempo Auditorium Casa "I Prati" – Collecchio

7 agosto

CORNIGLIO - Castello, ore 21.15
Teatro del Tempo
AL FORESTÉR
di Matteo Bacchini da un'idea di Savino Paparella
con Savino Paparella, regia Savino Paparella
in caso di maltempo Palestra Comunale – Corniglio

8 agosto

LESIGNANO DE' BAGNI - Rivalta, Parco dei Barboj, ore 21.15
Il teatro delle quisquilie
GUERRA E PANE
Se questi sono uomini
di e con Massimo Lazzeri
scene Andrea Coppi, luci Stefano Mazzanti
video Diego Monfredini, Lucia Scipioni, Antonio De Cia
arrangiamenti Chiarastella Calconi, Diego Moser,
Massimo Lazzeri e Adele Pardi
in caso di maltempo Centro Civico - Lesignano De' Bagni

9 agosto

NEVIANO DEGLI ARDUINI - Bazzano, Piazza, ore 21.15
Associazione Culturale FC@PIN.D'OC
REFUGIUM PECCATORUM Coreografia per due peccatori
con Fabio Ciccalè e Chiara Pacioni
di Fabio Ciccalè
testi Chiara Pacioni, disegno luci Danila Blasi
lo spettacolo si svolgerà anche in caso di maltempo

10 agosto

MONTECHIARUGOLO - Castello, ore 21.15
Roberta Biagiarelli
FIGLIE DELL'EPOCA
Storia di (alcune) donne nella grande guerra
di e con Roberta Biagiarelli
drammaturgia Simona Gonella
consulenza storica Gemma Bigi
produzione La Corte Ospitale – Rubiera (RE), Babelia&C
in caso di maltempo Teatro Pasolini - Monticelli Terme

11 agosto

LANGHIRANO - Castello di Torrechiara, ore 21.15 Assegnazione del Premio del Pubblico, Premio della Critica, rappresentazione degli spettacoli vincitori.
In caso di maltempo Teatro Aurora - Langhirano

Settembre 2015

COLLECCHIO - Museo Guatelli (Ozzano Taro), NEVIANO DEGLI ARDUINI - Museo dei lucchetti (Cedogno), CORNIGLIO - Madoi Museo all'aperto (Sesta Inferiore), FONTEVIVO - Museo delle Fisarmoniche
Ermo Colle - Musei e Memorie della Resistenza- Spettacoli, letture, film e iniziative in occasione del 70esimo anniversario della Liberazione.

Il Palio Poetico Musicale Ermo Colle è organizzato da Associazione Culturale Ermo Colle con il contributo di Regione Emilia Romagna, Provincia di Parma, Fondazione Monte Parma, Parco dei Cento Laghi, Parchi del Ducato, con i Comuni di: Collecchio, Corniglio, Langhirano, Lesignano De' Bagni, Montechiarugolo, Neviano Degli Arduini, Sala Baganza.
Con il contributo di, Conad Monticelli e con Arena Sunshine, Radio Circuito 29, Puliteknica, Macelleria F.lli Orsi Lagrimone.
In collaborazione con FESTIVAL CERVI, Rassegna Teatrale LE VOCI DELL'ANIMA, Associazione Culturale EUROPA TEATRI., Circolo Culturale GRAZIA DELEDDA, Associazione AMICI DI ERMO COLLE, Associazione CORNIGLIO CHIAMA,

Con il patrocinio di UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA Dipartimento di Antichistica, Lingue, Educazione, Filosofia – L.A.S.S.,

informazioni: www.ermocolle.eu  – ermo.colle@virgilio.it 
info eventi: 342 1370224

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Questa sera presso la Pieve S. Michele di Lesignano, alle ore 21, 15 OTTO Electro Sound & Visual Art e Lubbert Das presentano "Self", concerto quadrifonico per corpo suono e video. Suono e concept Mauro Casappa, Video Oscar Accorsi Coreografia e danza Nicoletta Cabassi. In caso di maltempo Portico della Canonica della Pieve. Ingresso libero -

Parma, 7 agosto 2014 -

Secondo appuntamento del Palio Ermo Colle. Compagnie teatrali che si sfidano a suon di versi poetici davanti al pubblico e a una giuria di esperti. Una gara in cui spettacoli d'alto livello si fronteggeranno in nome della poesia, dell'arte e della musica. Questa sera presso la Pieve di S. Michele di Lesignano dè Bagni, un concerto quadrifonico per danzatrice e tavolo amplificato.

SELF è una performance strutturata sotto forma di "Concerto" tramite un intenso dialogo tra corpo/ suono/video e il pubblico ne è inglobato per mezzo della quadrifonia.

Presente la Giuria degli esperti composta da Luigi Allegri, Gigi Dall'Aglio, Valeria Ottolenghi, Stefania Provinciali, Daniela Rossi.
OTTOElectro Sound & Visual Art è un duo, composto dai musicisti Mauro Casappa e Oscar Accorsi, nato nel 2008 con l'obiettivo di esplorare nuove modalità di diffusione sonora, nuove possibilità di fruizione e con la volontà di sperimentare le possibili interazioni tra suoni e immagini, avvalendosi delle nuove tecnologie informatiche. Hanno all'attivo installazioni, spettacoli e progetti performativi in Italia e in Germania.

Nicoletta Cabassi è danzatrice, coreografa e performer che dalla metà degli anni 90 ha fondato il progetto Lubbert Das. Ha svolto la carriera di danzatrice in numerose compagnia italiane e estere pur parallelamente proseguendo la sua attività produttiva con la Compagnia. Attualmente lavora anche come assistente e dramaturg con la Tanz Company Gervasi a Vienna. I suoi lavori sono stati presentati in tutta Europa e anche in USA.
"Self" è il primo progetto che vede la collaborazione tra OTTOElectro e Lubbert Das.

SELF: Concerto quadrifonico per danzatrice e tavolo amplificato

Self è una "coreografia sonora", è il gesto che si fa suono al semplice contatto con la superficie. Il suono, a sua volta, in quanto portatore di forma, viene captato nelle sue frequenze e, rimandato, suggerisce altri movimenti che diventano danza, che diventano altri suoni e che infine interagiscono con le immagini proiettate sul muro retrostante. Il mezzo tecnologico amplifica quei suoni, li trasfigura, li memorizza, per poi restituirli nell'immediato tempo reale o in un tempo differito (come nella fase di sviluppo della performance), a uno spazio acustico in continuo movimento.
La performance è strutturata sotto forma di 'Concerto' tramite un intenso dialogo tra corpo/suono/ video e il pubblico ne è inglobato per mezzo della quadrifonia.

Ermo Colle 2014 - PALIO POETICO MUSICALE XIII EDIZIONE 30 LUGLIO - 11 AGOSTO

Ermo Colle 2014 è sostenuto da Regione Emilia Romagna, Provincia di Parma, Comune di Collec- chio, Comune di Corniglio, Comune di Fontevivo, Comune di Langhirano , Comune di Lesignano de' Bagni , Comune di Montechiarugolo, Comune di Neviano degli Arduini, Comune di Sala Ba- ganza, Parchi del Ducato - Parco dei Cento Laghi, Fondazione Monte di Parma, Conad, Associa- zione culturale la Locomotiva,
in collaborazione con Festival di Resistenza- Museo Cervi, Rassegna Teatrale Le Voci dell'Anima, Associazione Grazia Deledda, Associazione Nuova Roccainsieme, Associazione Corniglio Chiama, Associazione Culturale Aqua Saliens, Amici di Ermo Colle e con Arena Sunshine, Puliteknica, Cantine Ariola - Casale del Groppone, Cantine Palazzo, Bar Borgo Gallo, Macelleria Fll.Orsi - La- grimone, Radio Circuito 29, Fatti Sentire s.r.l. service.
Con il Patrocinio del Dipartimento di Lettere, Arti, Storia e Societa' dell'Università di Parma. Per informazioni: www.ermocolle.eu

(Fonte: ufficio stampa Focus Comunicazione)

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

 

Una iniziativa del comune di Lesignano per dare valore ai comportamenti virtuosi dei cittadini che si spendono in azioni per il bene comune..Istituito anche il premio annuale “Lesignano cittadinanza - Licinius” -

 

Parma, 9 aprile 2014 –

Lesignano (Pr) inventa nuove cose. Per promuovere scelte di cittadinanza attiva e comportamenti a supporto della comunità, il paese adagiato sulle prime colline del Parmense ha lanciato la “Multa al contrario” un premio ai singoli che si sono distinti per azioni meritevoli e quel fare per gli altri che è l’obiettivo di tutte le iniziative promosse dal comune di Lesignano. 

Dopo la Carta etica mirata a favorire la convivenza civile e la legalità, dopo l’inserimento di nuove disposizioni “civiche” nel regolamento di Polizia municipale, fra cui la mediazione sociale, la “Multa al contrario” persegue la filosofia che ha ispirato il bando pubblico con il quale l’ente ha raccolto la disponibilità di 21 cittadini e cittadine disponibili a svolgere imprese utili per tutti: dai corsi di dialetto alla pulizia dei parchi, alla custodia della sala civica, al prestare aiuto negli uffici comunali.

Della nuova iniziativa, si parlato questa mattina in un incontro in Provincia nel corso del quale è stata consegnata la multa al contrario al suo ispiratore Aldo Cabrini, oltre che cittadino benemerito anche padre della Voladora, meravigliosa corsa in bicicletta sulle strade bianche della pedecollina.

Dentro la linea individuata dalla regione questo comune ha compiuto atti importanti per costruire cittadinanza attiva, creando strumenti utili a farsì che la legalità sia il tratto distintivo del vivere di quella comunità - ha detto l’assessore alle Politiche sociali Marcella SaccaniIl percorso intrapreso da Lesignano è fatto da gesti come questo e da scelte che si fondano sul coinvolgimento delle persone, l’auspicio è che si produca un effetto domino in modo che iniziative di questo tipo si moltiplichino nel territorio”. 

“ Il nostro progetto nasce dalla volontà di aggregare le persone della nostra comunità, mi piace pensare che stiamo imbastendo il territorio – ha spiegato il sindaco Giorgio Cavatortail nostro comune ha avuto una forte espansione demografica negli anni recenti e questo ha voluto dire mescolare il nucleo storico degli abitanti con i nuovi arrivati. Noi vogliamo creare una comunità coesa e unita e per questo abbiamo attivato processi come la Carta etica e ora la multa al contrario che valorizzerà cittadini e cittadine che ha compiuto azioni virtuose a favore della collettività”

Questa multa speciale viene consegnata dal Comandante del Corpo unico di Polizia municipale Valparma, ma la Pm non sarà l'unico “Occhio Vigile” sul territorio: anche i presidenti delle associazioni di volontariato del Comune potranno far pervenire al comandante della Pm proprie segnalazioni scritte. 

Fra tutti coloro che hanno ricevuto l’attestato sarà poi scelto il cittadino e cittadina esemplare a cui il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, andrà il premio “Lesignano cittadinanza - Licinius” una piccola scultura in legno riciclato che riproduce la sagoma del leone raffigurato nell'araldica del comune di Lesignano de' Bagni che sarà realizzato dalle ragazze e ragazzi che frequenteranno il laboratorio disabili, la cui sede sarà presto all'interno dell'Edificio “Ex-Terme” ora in corso di ristrutturazione. La scultura sarà sorretta da una piccola anima in ferro alloggiata su un sasso recuperato nel greto del Torrente Parma, un ulteriore elemento che richiama il senso di appartenenza al proprio territorio.

A questo premio si aggiunge il riconoscimento della Multa al contrario che sarà per accessi gratuiti in esercizi locali o acquisti da effettuare sul territorio anche in forma agevolata.

Ma come è nata questa idea? chiedono Aldo Cabrini. “C’è sempre qualcuno che ti dice quando non sei bravo, ho pensato fosse utile creare qualcosa che mettesse l’attenzione anche su quando si è bravi”.

 

(Fonte: Provincia di Parma)

 

La questione coinvolgerebbe anche Neviano e Langhirano -

Parma, 11 dicembre 2013 -

Il comunicato sulla posizione della Gilda -

Con una delibera di giunta comunale dello scorso 11 novembre il Comune di Lesignano ha emesso un atto di indirizzo, con il quale vorrebbe modificare l’assetto delle locali scuole statali, che andrebbe a mutare l’attuale composizione dell’Istituto Comprensivo di Lesignano e Neviano degli Arduini. Da quanto si apprende dall’atto, la giunta vorrebbe un istituto autonomo solo per Lesignano, oppure aggregare le locali scuole in un nuovo istituto insieme a quelle di Langhirano, in ogni caso divorziando da Neviano.

 Per adesso qualsiasi mutamento è stato bocciato dal Consiglio d’istituto dell’attuale scuola, il cui parere è previsto dalle norme. Nulla si sa delle posizioni dei comuni di Langhirano e Neviano, nè del Consiglio di Istituto di Langhirano, il cui parere è obbligatorio.

La legge regionale in materia prevede che queste procedure si adottino attuando una concertazione con le parti sociali, ma noi della Gilda, che siamo una delle cinque sigle firmatarie del contratto collettivo del Comparto scuola non abbiamo avuto alcun coinvolgimento, e già questo basta a rendere nulla qualsiasi procedura avviata. Salvatore Pizzo, coordinatore provinciale della Gilda Unams precisa: “Noi non siamo pregiudizialmente oppositori di nuovi assetti, basta che essi sono rispettosi dei diritti dei docenti, chiediamo però con forza il rispetto per le rappresentanze di categoria, cosa che la politica Parmense a vari livelli, come in questo caso, dimentica in continuazione. Prima di prendere qualsiasi posizione, contraria o favorevole, siamo abituati a convocare le assemblee dei docenti – ed aggiunge – “se le scuole di Lesignano divenissero un istituto a se, non avrebbero un dirigente scolastico titolare ma un reggente, ovvero un preside che sarebbe contemporaneamente titolare di un’altra scuola, in quanto si andrebbe al di sotto della soglia minima dei 600 alunni, poi in uno scenario del genere ci sarebbe da capire il destino delle scuole di Neviano aspetto non secondario per noi che siamo interessati a tutto il sistema scolastico territoriale”.

(fonte: ufficio stampa Gilda Insegnanti Unams Parma)

 

Pagina 1 di 2