Visualizza articoli per tag: eventi

Sabato 12 ottobre, alle ore 16.30, presso la libreria Mondadori Point di Modena in via Fonte d’Abisso 9/11, la giovane autrice presenta la sua raccolta di liriche. Per parlare al cuore di amore, tempo che fugge, emozioni, speranze e, soprattutto, sulla necessità di rimanere se stessi. Accompagnamento musicale di Lucia De Carlo all’arpa celtica.

Modena -

È un libro da tenere sempre in tasca e da leggere ogni volta che abbiamo voglia di condividere un’emozione. Niente di Personale (Damster Edizioni) debutto letterario di Anna Boccadamo, è un piccolo gioiello che raccoglie liriche a prima vista assai diverse sia per tema che per stile, ma che si configura, invece, come un ‘opera completa e armonica.

Anna Boccadamo presenterà la sua raccolta di liriche sabato 12 ottobre, alle ore 16.30 presso la libreria Mondadori Point di Modena in via Fonte d’Abisso 9/11. 

Dialoga con l’autrice la giornalista Manuela Fiorini. La lettura di liriche sarà alternata da musiche e brani interpretati da Lucia De Carlo con l’accompagnamento dell’arpa celtica.

Anna Boccadamo è nata a Gallipoli nel 1991. I suoi studi universitari si sono svolti nelle aule di via Zamboni e via Azzo Gardino di Bologna. Al piano -1 della Sala Borsa ha incontrato le poesie di Wisława Szymborska e Jaroslav Seifert che l’hanno conquistata perdutamente. 

Niente di personale” è la sua prima pubblicazione. Attraverso l’uso sapiente del verso libero, la giovane autrice ci parla di amore, nelle forme della malinconia, della delusione, dell’infelicità, ma anche di un sentimento realizzato e completo. Altri filoni tematici, come la natura, il viaggioi ricordi d’infanzia si trasformano a poco a poco da emozioni personali a universali, da condividere con il lettore. 

Ricorrono poi temi “moderni”, specchio della società attuale, come il tempo, che scorre sempre troppo in frettache vorremmo fermare o afferraree la disillusione, che crea incertezza su chi siamo e sui nostri sogni. C’è poi il tema della funzione della scrittura, che si evolve da necessità personale delle prime liriche, a emozioni da condividere.

SCHEDA DEL LIBRO

Anna Boccadamo

Niente di personale

Collana Poetae – Damster Edizioni (www.damster.it

F.to 11x18 - Pag 70 - € 10

cover_libro_nientedipersonale.jpg

 

Pubblicato in Dove andiamo? Modena

Due giorni di eventi con chef stellati, spazi dedicati al gusto e alle tradizioni, insoliti itinerari nel cuore della città e alla scoperta dei luoghi di produzione dei prodotti tipici, dibattiti e presentazioni di libri.

Cibo e gente dell’Emilia, manifestazione dedicata alla terra e ai suoi prodotti declinati secondo la migliore tradizione emiliana. Un appuntamento nelle piazze del centro storico per raccontare e valorizzare quelle peculiarità locali che fanno di questa terra una “food valley” conosciuta e invidiata in tutto il mondo.

Tanti gli appuntamenti che per due giorni animeranno il centro storico della città.

Storie in cucina

12-13 ottobre
Degustazioni e dimostrazioni – Piazza Casotti
Orario: sabato ore 10.00-21.30; domenica ore 11.30-18.30.
Tipologia evento: gratuito e aperto alla cittadinanza

Spazio di gusto

12-13 ottobre
Gustare la tradizione – Piazza Prampolini
Orario: sabato ore 9.00-23.00; domenica ore 9.00-19.00
Tipologia di evento: aperto a tutti, senza biglietto di ingresso, con consumazioni a pagamento

Letture e riflessioni

12-13 ottobre
Incontri a più voci – Piazza Prampolini
Orario: sabato ore 16.00-18.30; domenica ore 16.00-18.30
Tipologia evento: aperto a tutti

Assaggi di reggianità tra sapori e meraviglie

12-13 ottobre
L’Amministrazione Comunale, in occasione di “Cibo e gente dell’Emilia”, propone dei mini tour per conoscere da vicino alcune eccellenze del territorio, riscoprire angoli preziosi del centro
storico e alcuni luoghi particolari del patrimonio culturale reggiano.

Sabato 12 ottobre

Visita ai luoghi della produzione: alla scoperta del Re dei formaggi
Ore 9.00
Ritrovo in piazzale Cecati e partenza con bus
Max 20 posti – Prenotazione obbligatoria presso Agenzia Itinere
Costo: € 10,00 (da pagare sul posto)
Tel. 0522 1696020 o WhatsApp 349 5942833

Tour con visita guidata in centro città – Gratuita dei circa tre ore
Ore 15.00
Ufficio Informazione Accoglienza Turistica “Spazio Farini 1”
Max 25 posti – Prenotazione consigliata presso lo IAT, Via Farini, 1
Tel. 0522 451152

Museo della psichiatria – Via Amendola 2
Ore 16.00
Visita guidata gratuita a cura dei Musei Civici di Reggio Emilia

Domenica 13 ottobre

Visita ai luoghi della produzione: Il Re dei formaggi e l’aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia.
Ore 8.30

Ritrovo in piazzale Cecati e partenza con bus
Max 20 posti – Prenotazione obbligatoria presso Agenzia Itinere
Costo: € 5,00 – da pagare sul posto
Tel. 0522 1696020 o WhatsApp 349 594283

Museo della psichiatria – Via Amendola 2
Ore 10.00: visita guidata gratuita a cura dei Musei Civici di Reggio Emilia

Tour con visita guidata in centro città – Gratuita dei circa tre ore
Ore 15.00
Ufficio Informazione Accoglienza Turistica “Spazio Farini 1”
Max 25 posti – Prenotazione consigliata presso lo IAT, Via Farini, 1
Tel. 0522 451152

Martedì 31 dicembre, in piazza Roma, per la festa “Baci e abbracci a mezzanotte” auguri pizzica e contaminazioni con 12 musicisti, voci e ballerini. Partecipazione gratuita.
 

Modena -

Passato e futuro si fondono a ritmo di tamburello in un viaggio musicale che unisce popoli e mescola culture, emoziona, diverte e fa ballare il pubblico. Sarà l’Orchestra Popolare “La Notte della Taranta” la protagonista di “Baci e abbracci a mezzanotte 2020”, la festa di Capodanno di Modena promossa dal Comune con Fondazione Cassa di risparmio di Modena, che si svolgerà martedì 31 dicembre in piazza Roma, dominata dalla facciata barocca di Palazzo Ducale, sede dell’Accademia Militare. Ne ha dato notizia l’assessore alla Cultura Andrea Bortolamasi al termine delle procedure di selezione Mepa (Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione).

Ad accompagnare i modenesi nel passaggio dal 2019 al 2020 sarà dunque la formazione musicale ufficiale (12 musicisti, due voci e ballerini e ballerine di pizzica) che accompagna La Notte della Taranta, una delle più significative manifestazioni sulla cultura popolare in Europa, dedicata alla riscoperta e alla valorizzazione della “pizzica”, musica tradizionale salentina, e alla sua fusione con altri linguaggi musicali, dalla world music al rock, dal jazz alla musica sinfonica.

“La proposta presentata da “Studio's” – ha motivato la commissione valutativa che l’ha selezionata tra le cinque presentate in risposta all'avviso pubblicato dal Comune su Mepa – è risultata essere quella maggiormente coerente con quanto richiesto dal bando. Interpreta bene il clima della festa, offrendo uno spettacolo di qualità, divertente e per pubblici diversi. Anche l'aspetto della promozione è risultato particolarmente articolato”. L'avviso chiedeva di comprendere nel budget di 70 mila euro tutti gli aspetti artistici e logistico-organizzativi per realizzare lo spettacolo.

Il Capodanno in piazza Roma, a partecipazione libera e gratuita per tutti, consentirà l’accesso in relazione alle misure di sicurezza previste dalle norme.

Si incomincerà alle 23 circa con un laboratorio sul ballo della pizzica che coinvolgerà il pubblico, condotto da ballerini con dj. Alle 23.30 inizierà il concerto vero e proprio. Dopo il countdown, a mezzanotte sul palco si stapperà la rituale bottiglia e si faranno auguri a Modena e ai modenesi per il 2020, per poi riprendere con musica e balli fino alle 1.15 circa.

Lunedì, 07 Ottobre 2019 15:26

Le Giornate FAI d’Autunno a Reggio Emilia

Tornano anche a Reggio Emilia le Giornate FAI d’Autunno, evento nazionale della Fondazione giunto alla sua VIII edizione, venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 ottobre, quest’anno dedicato al nuovo BENE FAI di Recanati “L’Orto sul Colle dell’Infinito”, inaugurato lo scorso 26 settembre alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e luogo che ispirò l’idillio.

La Delegazione di Reggio Emilia, nell’intento di contribuire alle Celebrazioni per i Quattrocento anni della Basilica della Ghiara e perseguendo una delle linee guida del FAI che invita alla riscoperta di beni noti ma raccontati attraverso un punto di vista inusuale, grazie alla disponibilità dei Padri Serviti e della Fabbriceria Laica, propone l’apertura del Tempio con un programma straordinario di “Suoni e Luci in notturno”, occasione per apprezzarne la visione degli interni valorizzati attraverso un innovativo impianto illuminotecnico e l’applicazione di strumenti digitali multimediali. 

Unicamente nelle serate di Venerdì 11 e Sabato 12 ottobre dalle 19.00 alle 22.00, si potrà ammirare uno spettacolo sorprendente della Ghiara, mediato dal racconto degli Apprendisti Ciceroni® del Liceo Ariosto-Spallanzani, e allietato da uno speciale contributo musicale dedicato dal Maestro Giovanni Basile, allievo d’organo dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Peri-Merulo. 

Una delle attrazioni inedite del percorso di visita sarà costituita dall’esposizione temporanea delle due magnifiche pale di Lionello Spada e di Palma il Giovane che, restituite in una perfetta riproduzione con stampe su tela ad alta definizione, sono state ricollocate sugli altari delle Cappelle Brami e dell’Arte della Seta, dove si trovavano nel Seicento. Le due opere, sottratte al Santuario nel 1786 dal Duca di Modena, si trovano oggi nella Galleria Estense.

Per gli aderenti FAI e per coloro che vorranno iscriversi alla Fondazione usufruendo della promozione d’autunno riservata ai nuovi Soci, sarà possibile visitare, negli stessi orari serali di Venerdì  11 e Sabato 12, il Museo della Basilica, in cui è allestita fino al 13 ottobre una eccezionale Mostra di antichi e preziosi paramenti liturgici del Tempio, così come pure accedere, per gentile concessione della Provincia di Reggio Emilia, allo Scalone d’onore e alla grande Sala da Pranzo del Palazzo Ducale, oggi Palazzo Allende, con la presentazione degli Apprendisti Ciceroni® del Liceo Gaetano Chierici.

Il programma delle Giornate si completerà con l’apertura prevista per Sabato 12 e Domenica 13, con orario continuato dalle 10.00 alle 16.00, della splendida Chiesa di San Giovanni Evangelista, detta di San Giovannino e conosciuta come “La Piccola Ghiara”. Grazie alla disponibilità della Venerabile Confraternita dell’Immacolata Concezione e San Francesco d’Assisi che ha cura di questo meraviglioso scrigno, sarà possibile scoprire il patrimonio di bellezza artistica della chiesa, dopo il recente recupero della facciata, insieme all’esposizione, riservata agli aderenti FAI, di alcuni tesori di corredo non conosciuti, con l’accompagnamento degli Apprendisti Ciceroni® del Liceo Aldo Moro e dell’Istituto Angelo Motti.

Le visite saranno libere, spiega il Capo Delegazione architetto Roberta Grassi, ma sarà gradito un contributo facoltativo a favore del FAI, quale riconoscimento per l’offerta gratuita di un prodotto culturale di valore come una visita straordinaria a luoghi spesso non accessibili, raccontata con l’apporto degli studenti che, nel partecipare al Progetto Apprendisti Ciceroni® del FAI, hanno modo di maturare la consapevolezza del valore per la tutela del patrimonio storico artistico dell’Italia, vivendo una esperienza di cittadinanza attiva Il sostegno per il FAI è destinato al restauro, alla conservazione e alla gestione dei Beni della Fondazione, la cui rara bellezza viene resa continuamente disponibile alla fruizione del pubblico.

Un weekend unico, irripetibile, che venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 toccherà 260 città, coinvolte a sostegno della campagna di raccolta fondi del FAI “Ricordati di salvare l’Italia”.

 

Questo il programma delle aperture reggiane: 

- Venerdì 11 ottobre - ore 19.00 - 22.00

Basilica della Ghiara (Tutti i visitatori, con corsie preferenziali per aderenti FAI)

Apprendisti Ciceroni® Liceo Ariosto-Spallanzani

 

Museo della Ghiara e Mostra dei Paramenti (Solo aderenti FAI)

Scalone d’onore e Sala da pranzo del Palazzo Ducale (Solo aderenti FAI)

Apprendisti Ciceroni® Liceo Chierici

 

- Sabato 12 ottobre - ore 10.00 - 16.00 (orario continuato)

Chiesa di San Giovannino (Tutti i visitatori, con corsie preferenziali per aderenti FAI)

Apprendisti Ciceroni® Istituto Motti

 

- Sabato 12 ottobre - ore 19.00 - 22.00

Basilica della Ghiara (Tutti i visitatori, con corsie preferenziali per aderenti FAI)

Apprendisti Ciceroni® Liceo Ariosto-Spallanzani

 

Museo della Ghiara e Mostra dei Paramenti (Solo aderenti FAI)

Scalone d’onore e Sala da pranzo del Palazzo Ducale (Solo aderenti FAI)

Apprendisti Ciceroni® Liceo Chierici

 

- Domenica 13 ottobre - ore 10.00 - 16.00 (orario continuato)

Chiesa di San Giovannino (Tutti i visitatori, con corsie preferenziali per aderenti FAI)

Apprendisti Ciceroni® Liceo Moro

 

L’edizione 2019 delle Giornate FAI d’Autunno è possibile grazie all’importante contributo di UBI Banca, DHL Express Italy, GEDI Gruppo Editoriale, Ferrarelle ed è supportata dal Patrocinio della Commissione europea, del Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, di tutte le Regioni e le Province Autonome italiane e di Responsabilità Sociale Rai, con la media partnership di TG1, RAI TGR, RAINEWS24.

 

 

Torna con la sua terza edizione “I like Parma - Un Patrimonio da vivere”, la fortunata iniziativa organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Parma in collaborazione con la Delegazione FAI di Parma in occasione delle “Giornate Fai d’Autunno”, con il patrocinio della Regione Emilia RomagnaSabato 12 e domenica 13 ottobre un ricco programma di aperture straordinarie e gratuite di palazzi, musei e spazi artistici cittadini visite guidate, concerti, mostre.

“Anche questa edizione di “I Like Parma” - ha esordito l'assessore alla Cultura Michele Guerra – rinsalda i rapporti tra gli assessorati del Comune e FAI, con l'obiettivo di aprire i luoghi della città, rendendola ancor più accogliente, in modo gratuito. Ogni anno cerchiamo di far riscoprire nuovi spazi del patrimonio artistico cittadino facendo in modo che la cittadinanza possa riappropriarsene”.

Ma già durante tutta la settimana, dal 7 all’11 ottobre, saranno circa 2000 gli alunni delle scuole  della città e della provincia che parteciperanno alle visite guidate e ai laboratori dedicati alla scoperta del patrimonio storico, artistico e culturale della nostra città organizzati dall’Assessorato alla Cultura in collaborazione con l’assessorato ai Servizi Educativi e proposti gratuitamente a tutte le scuole, dall’infanzia sino alla secondaria. 

“Il numero degli alunni che partecipano ad “I Like Parma” – ha detto Ines Seletti, assessora ad Educazione ed Innovazione Tecnologica – fa capire quanto sia significativo il coinvolgimento delle scuole in questo progetto. La volontà è sempre quella di investire per la cultura delle nuove generazioni cercando di creare occasioni arricchenti che possano interessare le famiglie tutte”.

conferenzastampa.jpeg

Le attività saranno condotte dalle guide turistiche abilitate e dalle associazioni culturali del territorio che hanno risposto all’Avviso Pubblico indetto dall’assessorato alla Cultura, e vanno dagli itinerari alla scoperta delle meraviglie della nostra città alle proposte legate ad archeologia, libri, musica e teatro di figura

Inoltre, grazie al contributo di SMTP - Società per la mobilità e il trasporto pubblico, per le classi che ne faranno richiesta anche il trasporto sarà gratuito, nell’ottica di favorire la partecipazione anche delle scuole della periferia e della provincia senza peso economico per le famiglie.

“Grazie alla collaborazione con il Comune – ha sottolineato Giovanni Fracasso, presidente della delegazione FAI di Parma – rinnoviamo un programma di aperture che vogliono far riscoprire luoghi di grande interesse del patrimonio cittadino, coinvolgendo tutta la città e in particolare le scuole, anche grazie all'apporto prezioso nelle attività delle Giornate da parte degli studenti volontari”.

 

20 luoghi con aperture straordinarie e gratuite

Saranno venti i luoghi con aperture straordinarie e gratuite, in molti casi accompagnate da visite guidate. Si segnalano, fra gli altri, la Cappella di Santa Maria ai Servi della Fondazione Don Gnocchi, la Chiesa di San Francesco del Prato con l’allestimento dell’opera “Luisa Miller”, il Chiostro delle Maestre Luigine, la Gipsoteca dell’Accademia di Belle Arti, la Chiesa di San Quintino, oltre a numerosi musei cittadini e alla mostre, come “L’Otello di Boito e Verdi: storia di un capolavoro” a Palazzo Bossi Bocchi e “Costellazioni familiari. Dialoghi sulla libertà” di Gianluigi Colin, ospitata a Palazzo del Governatore, che per le due giornate di sabato 12 e domenica 13 aprirà al pubblico ad ingresso gratuito.

 

Passaporto Culturale

Anche per la terza edizione di “I like Parma” è stato realizzato il Passaporto Culturale, che accompagnerà il viaggio di tutti i visitatori: portandolo con sé nei 20 luoghi e raccogliendo almeno otto degli sticker che raffigurano monumenti e personaggi di Parma si riceverà in regalo l’esclusivo gioco di memoria “Parma 2020 Card”, con cui mettere alla prova la propria memoria abbinando le carte che ritraggono le bellezze di Parma, o un volume d’arte. I premi potranno essere ritirati presso lo Spazio A di via Melloni dove dal 12 al 15 ottobre sarà allestito anche l’Infopoint a cui rivolgersi per avere tutte le informazioni sull’iniziativa e sugli eventi in corso, e che sarà aperto con i seguenti orari: sabato 12 e domenica 13 dalle 10 alle 19, lunedì 14 e domenica 15 dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

 

“I like Parma – Un patrimonio da vivere” è un progetto del Comune di Parma e della Delegazione FAI di Parma realizzato in collaborazione con:

APE Parma Museo – Fondazione Monteparma, ASP Ad Personam, Associazione Parma Color ViolaComitato per San Francesco del Prato, Complesso Monumentale della Pilotta, Conservatorio “Arrigo Boito”, Destinazione Emilia, Fabbriceria della Basilica Cattedrale, Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS, Fondazione Teatro Regio, Liceo Artistico Statale “Paolo Toschi”, Musei del Cibo della provincia di Parma, Museo d’arte cinese ed etnografico, Museo Glauco Lombardi, Orchestra da Camera di Parma, Palazzo Bossi Bocchi – Fondazione Cariparma, “Parma, io ci sto!”, Parma illustrata, SMTP – Società per la mobilità e il trasporto pubblico, Università di Parma.

Le attività proposte gratuitamente alle scuole sono realizzate da: ArcheoVea  Impresa Culturale srlArtificio Società Coop, Coop 100 laghi, Itinera Emilia Coop, Libreria Libri e Formiche, Officina Fantastica, Zazì srl e dalle guide turistiche Alice Abbati e Antonella Ramazzotti.

Qui sotto il allegato tutto il programma

Venerdì, 04 Ottobre 2019 16:49

Agrilevante 2019... ai blocchi di partenza!

La fiera di Bari dedicata a macchine agricole, impianti e tecnologie.

Si tiene dal 10 al 13 ottobre 2019 a Bari “Agrilevante”, l’esposizione Internazionale delle macchine, degli impianti e delle tecnologie per la filiera agricola, la più importante tra le manifestazioni fieristiche dedicate al settore primario che si svolgono nell’intero bacino mediterraneo.

La fiera, dal carattere specialistico e professionale, si svolge su una superficie di 50 mila mq e ospita oltre 300 aziende a copertura di 6 filiere produttive (Filiera Cerealicola, Filiera Energetica Colture No Food, Filiera Olivicolo Olearia, Filiera Ortofrutticola, Filiera Vitivinicola Enologica e Filiera Zootecnica).

La manifestazione offre ai visitatori (circa 70.700 nell’edizione 2017, con oltre 40 delegazioni estere accreditate) un panorama completo di soluzioni efficaci per l’intero ciclo produttivo: dalla lavorazione e preparazione del terreno alla semina, dall’irrigazione ai trattamenti, fino alle fasi di raccolta, trasporto e prima lavorazione dei prodotti. A questo si aggiungono le filiere a destinazione non alimentare, vedi quelle delle materie prime per l’industria e per l’energia.

L’evento è particolarmente focalizzato sulle colture tipiche del Mediterraneo, per le quali l’industria della meccanizzazione è in grado di offrire una gamma di mezzi ed attrezzature molto ampia e tecnologicamente avanzata.

(Fonte Agrilevante Bari)

grafico-esp-vis-2019.jpg

 

 

Banner 2019GIF 300x150 NOBILI + Electronics.gif

 

 

 

Sabato 5 ottobre all’Istituto Peri appuntamento con le musiche dal Fronte Occidentale.

Sabato 5 ottobre le musiche della Grande Guerra risuoneranno ancora nell’Auditorium dell’Istituto Peri-Merulo di Reggio Emilia con il convegno e concerto “Nelle Fiandre, 1917”, organizzato dal Centro Studi Musica e Grande Guerra, Istoreco e Istituto Peri in collaborazione con EWMD (European Women Management Development), Soli Deo Gloria, Icarus Ensemble e Familgia Artistica Reggiana. Giunta alla quarta edizione, il convegno ricopre oramai una certa rilevanza nazionale per gli appassionati del genere. 

Il programma

La giornata, dedicata ques’anno alla produzione francese (Ravel, Debussy, Lili Boulanger) e inglese (Ivor Gurney, Parry, Holst, Scott-Gatty) è aperta a tutti gli interessati ed è nata, come il Centro Studi, con uno scopo ben chiaro: raccontare con canti e musica chi ha vissuto la drammaticità della guerra. Dalle 14.30, nell’Auditorium dell’Istituto di Studi Superiori Musicali “A. Peri – C. Merulo” di Reggio Emilia, in via Dante Alighieri 11, apriranno la giornata di studi gli interventi musicologici di Giuseppe Fagnocchi, Antonio Lovatto, Marco Pedrazzini, Silvia Perucchetti. A seguire, presentazione del libro Al rombo del cannon di Franco Castelli, Emilio Jona e Alberto Lovatto. Presiede il fondatore e vice presidente dell’Associazione Carlo PerucchettiAlle 18 spazio alla musica con Giacomo Pieracci, basso, Elisa Copellini e Marco Pedrazzini pianoforte e il Coro Mavarta diretto da Silvia Perucchetti, che si esidirà con Antonio De Vanna pianoforte, Laura Zambianchififfaro, flauto e ottavino, Simone Copellini tromba, e Anelio Bosio percussioni. 

Musiche di Claude Debussy, Ivor Gurney, Lili Boulanger, Hubert Parry, Alfred Scott-Gatty, Bernard Hamblen.

Durante la giornata saranno presentati anche i libri e i CD nati dagli interventi ed esecuzioni delle scorse edizioni per sostenere le attività dell’Associazione.

Il Centro Studi Musica e Grande Guerra

Oltre ad avviare e completare la raccolta delle musiche, il Centro Studi organizza – in collaborazione con altre realtà culturali – convegni di studio, concerti e manifestazioni che contribuiscano alla conoscenza e alla diffusione della musica della Prima Guerra Mondiale. Inoltre si propone di documentare la ricerca con la pubblicazione di cataloghi e studi relativi alle musiche raccolte; tutte le notizie raccolte vengono riunite in un vasto e dettagliato data-base informatico messo a disposizione dei soci: un data-base di autori e delle composizioni, suddiviso per stati o aree culturali, un archivio di partiture, un archivio sonoro delle opere censite e la bibliografia generale degli studi di settore.

Produzione concertistica. Il Centro Studi Musica e Grande Guerra, dal 2007 ad oggi e soprattutto durante gli anni del centenario 2014-2018, ha prodotto numerosi spettacoli musicali coinvolgenti, tutti improntati ai principi di contestualizzazione storica con informazione corretta, di facile comprensione per ragazzi e adulti, di varietà per i vari linguaggi che si intrecciano alla musica (letture da diari e poesie, immagini, sequenze cinematografiche ecc.). Una parte cospicua dell’attività è richiesta dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

Mostre

In collaborazione con associazioni come il Museo “Il nemico era come noi” e Obiettivo storia, il Centro Studi è ideatore e produttore di un’intensa attività espositiva. Sono state realizzate mostre storico-divulgative su alcuni argomenti della I Guerra mondiale, proponendo sempre prospettive variegate: storia, documentazione testimoniale, arte visiva, poesia, musica, oggettistica. Le mostre hanno avuto luogo a Celle (Hannover, Germania), Reggio Emilia, Brescia, Cremona, Sondrio, Sant’Ilario d’Enza, Bibbiano, Rubiera, Sorbolo, Casina, Castelnuovo né Monti, Iseo (BS), Praticello (RE), Pavia, Cles, Roma, Imola (BO).

Pubblicato in Cultura Reggio Emilia

Torna l’iniziativa che sostiene i progetti del volontariato al femminile: domenica 6 ottobre si corre per il ben-essere e la tutela dei diritti delle donne. Gara podistica non competitiva.

Tante novità di questa edizione di Donne in corsa a partire dal luogo di partenza/arrivo che quest'anno è previsto all'interno del Parco Ducale di Parma in prossimità di Palazzo Ducale (ingresso da Ponte Verdi). 

Il contributo per l’iscrizione compresiva di pettorale numerato, buono sconto Terme di Salsomaggiore e ristoro all’arrivo offerto da CONAD e Melinda: € 10,00 (bambini fino a 8 anni gratis). Per i primi 1000 iscritti t-shirt 6a edizione.

ISCRIZIONI

E’ possibile iscriversi c/o Forum Solidarietà in Via Primo Bandini 6 a Parma (mappa) da lunedì a venerdì dalle 9 alle 18 da venerdì 21 settembre fino a venerdi 4 ottobre.

ONLINE sulla piattaforma ENDU registrado i propri dati e pagando tramite carta di credito/PayPal. Il servizio ha un costo di € 1,35

c/o Punti vendita CONAD di Parma e provincia negli orari di apertura (pre-iscrizione entro domenica 22 settembre – ritiro KIT gara da domenica 29 settembre)
BORGO VAL DI TARO VIA PRIMO BRINDANI 1
BUSSETO VIA PARTIGIANI D’ITALIA 1
COLLECCHIO CORSO EGUAGLIANZA 6
COLORNO VIA MONS.AMILCARE PASINI 1/8-1/9
FELINO LARGO BRIGATE ALPINE 1
FIDENZA VIA GRAMIZZI 13/A
FIDENZA VIA FERRARIS
FIDENZA VIA TRIESTE
FONTANELLATO VIA SANDRO PERTINI 1
LANGHIRANO VIA FANTI D’ITALIA 9
MONTICELLI VIA SPADOLINI 6
NOCETO PIAZZA CALIPARI
PARMA VIA GIOVENALE (PR) VIA GIOVENALE 2/A
PARMA PARRI LARGO FERRUCCIO PARRI 37/E
PARMA VISCONTI LARGO VISCONTI 1/A
PARMA IL PARCO VIA PIACENZA 25/A
PARMA VIA G.ROSSA PR VIA GUIDO ROSSA 12/A
PARMA CAMPUS VIA BRUNO SCHREIBER 15/E
PARMA VIA VENEZIA VIA VENEZIA 40/A
PARMA VIA XXII LUGLIO VIA XXII LUGLIO 27/C
PARMA SAPORI&DINTORNI PIAZZA GHIAIA
SAN PANCRAZIO VIA VIETTA 4/A-B SAN PANCRAZIO
RICCO’ FORNOVO VIA CISA LOC. RICCO’ 107/109
S.SECONDO PARMENSE VIA PROV. PER CREMONA
SALSOMAGGIORE VIA VALENTINI 19
SALSOMAGGIORE VIA PARMA
SORAGNA LARGO AVIATORI D’ITALIA
TRAVERSETOLO VIA SARTI 2

 

il giorno dell’evento a partire dalle ore 9,00 (solo contanti).

Il contributo per l’iscrizione dà diritto al pettorale, al buono scontro Terme Berzieri e al ristoro.
La t-shirt è garantita solo ai primi 1000 iscritti.

ISCRIZIONI GRUPPI

La pre-iscrizione dei GRUPPI (composti da almeno 10 persone) può avvenire

tramite email all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
1. allegando il file xls IscrizioneGruppi_Donne in Corsa 2019 (file xls da scaricare) compilato in tutte le sue parti
2. allegare la contabile del bonifico per l’importo complessivo delle iscrizioni effettuata sul conto
Forum Solidarietà IT 51G 06230 12701 0000 36142866
causale: ISCRIZIONE_nome gruppo

oppure c/o Forum Solidarietà in Via Primo Bandini 6 a Parma (mappa) da lunedì a venerdì dalle 9 alle 18 da venerdì 21 settembre fino a venerdi 4 ottobre.

PREMI

Sono previsti premi per le prime tre donne classificate in ordine di arrivo e per tre gruppi (composti da almeno 5 persone) selezionati dalla giuria, vincitori delle categorie:

categoria PIU’ NUMEROSO (minimo 10 persone)
categoria VENGO DA LONTANO (distanza da Parma)
cateogoria PIU’ ORIGINALE (scelto della giuria al termine della manifestazione)

Le modifiche alla viabilità

Per la gara podistica "Donne in corsa" prevista la prossima Domenica 6 Ottobre è stata emessa ordinanza che prevede le seguenti modifiche alla viabilità:

- Dalle ore ore 10:00 circa alle ore 11:00 circa (e comunque sino a cessate esigenze) viene istituito divieto di circolazione al passaggio dei podisti, nelle seguenti strade:
• Ponte Verdi;
• Rotatoria posta tra v.le Toschi, v.le Mariotti, ponte Verdi e piazza della Pilotta;
• Viale delle Fonderie ingresso parco Ducale;
• Viale Mariotti
• Incrocio Viale Mariotti/Ponte di Mezzo/Strada Mazzini/Viale Toscanini
• Viale Toscanini
• Ponte Caprazucca
• Piazzale Rondani
• Borgo Santa Caterina
• Strada Bixio , corsia preferenziale, tratto da Borgo Santa Caterina a Via Costituente
• Strada Bixio, tratto da Via Costituente a Piazzale Corridoni
• Piazzale Corridoni
• Via dei Farnese, da Piazzale Corridoni a ingresso Parco Ducale viene istituito senso unico  alternato nelle strade afferenti il percorso di gara 
- Su Strada della Repubblica – da Strada XXII Luglio a Piazza Garibaldi Strada Mazzini – da Strada Cavestro a Piazza Garibaldi Piazza Garibaldi  viene destituita  corsia preferenziale e contestuale istituzione del doppio senso di circolazione. 
Pubblicato in Dove andiamo? Parma

 Fernando Santi fu un importante esponente del movimento sindacale e politico dell'Italia del dopoguerra e si è distinto per l’impegno pacifista, per la sua vocazione unitaria e l’impegno nella tutela dei diritti degli emigranti. Fu un grande riformista.

A 50 anni dalla scomparsa, si svolgerà, sabato 5 ottobre, nella sala del Consiglio Comunale, alle ore 10,30, il convegno “Fernando Santi – l'ostinazione dell'unità”, organizzato da Comune di ParmaProvincia di ParmaRegione Emilia RomagnaCGIL Parma e Libertàeguale.

La mattinata vedrà il saluto e l'introduzione del sindaco di Parma Federico Pizzarotti e del presidente della Provincia di Parma Diego Rossi. 

Seguirà un ricordo di Egidio Tibaldi e gli interventi del curatore della memoria CGIL Parma Andrea Rizzi, del presidente Acli Parma Enrico Fermi, dell'archivista e storico Roberto Spocci e del vicepresidente nazionale di Libertàeguale Luigi Covatta.

Modererà il presidente del Consiglio Comunale Alessandro Tassi Carboni.

Locandina convegno Santi.jpg

Per la prima volta è stato celebrato ieri, il Transito tra le antiche mura di San Francesco del Prato, con la guida del Vescovo di Parma e con la partecipazione dei Francescani delle comunità di Parma. La celebrazione è stata arricchita dal canto delle voci bianche del Singknaben St. Ursenkathedrale di Solothurn (Svizzera).

Una veglia di circa un'ora, a cui è seguito un breve concerto di musica sacra. 

Foto a cura di Francesca Bocchia

celebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00020.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00021.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00018.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00017.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00015.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00016.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00011.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00014.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00009.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00010.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00008.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00007.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00006.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00005.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00003.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00004.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00002.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00001.JPGcelebrazione-chiesa-sanfrancesco-parma00000.JPG

Pubblicato in Cronaca Parma
Pagina 8 di 123