Bianco, antipatico e supponente. Non usa giri di parole quando deve cantarla qualcuno. Donald Trump non è certo il politico che siamo abituati a conoscere, ma i risultati non possono essergli disconosciuti. E invece...

Martedì, 22 Settembre 2020 06:37

Tutti vittoriosi, felici e contenti.

Tutto secondo previsioni. Il centro sinistra vince perché non perde, il Centro destra vince perché conquista la 15esima regione e i grillini perdendo su tutti i fronti conquistano la "l'urna d'oro" grazie alla vittoria del Si al referendum confermativo.

Ormai siamo in dirittura d’arrivo del piano che, attraverso l’utilizzo dei fondi europei (209 miliardi di euro), porterà l’Italia agli anni ’60 ovvero a una rivoluzione industriale e sociale paragonabile solo a quei gloriosi anni post bellici.

Giovedì, 17 Settembre 2020 08:26

Benedetta l'alleanza ma usate la testa ...

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Consigliere Marco Maria Freddi.

Giovedì, 17 Settembre 2020 05:53

Referendum 20 e 21 settembre: cosa bisogna sapere

- Il Quesito stampato sulla scheda: "Approvate il testo della legge costituzionale concernente «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?". 

Mercoledì, 16 Settembre 2020 15:35

Elezioni: campagne denigratorie e memoria corta

“Ho diverse campagne elettorali alle spalle e so bene quanto di frequente, soprattutto gli ultimi giorni prima del voto, chi ha pochi argomenti da spendere ricorre a campagne denigratorie” – esordisce così Raffaella Pini, candidata al consiglio comunale di Fontevivo (lista civica Uniti per Fontevivo per Luca Bussolati Sindaco).

Giovanni Consorte, manager di primo piano a livello nazionale e già Presidente e Ad di Unipol, non ha dubbi da che parte schierarsi nella prossima chiamata alle urne per decidere se confermare o meno il taglio dei parlamentari.

di Laura Garavini Vignola (MO) 15 settembre 2020 - In politica l’esperienza serve, eccome. Perché il rinnovamento ed il rilancio di una comunità devono necessariamente passare per le competenze sui temi. Per questo, alle prossime elezioni amministrative di domenica, sostengo convintamente Emilia Muratori.

Elezioni. Sono oltre 3,3 milioni gli elettori emiliano-romagnoli chiamati alle urne, il 20 e 21 settembre, per il Referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari di Camera e Senato. E in 15 comuni si vota anche per eleggere i primi cittadini e rinnovare i consigli comunali

Sono state più di trenta le piazze dell'Emilia-Romagna dove questa mattina il MoVimento 5 Stelle ha dato vita ai banchetti per sostenere il Sì al referendum costituzionale sul taglio del numero dei parlamentari che si svolgerà nelle giornate del 20 e 21 settembre prossimi.

Lo chiamano “Politically Correct” ma ormai è divenuto solo un modo elegante per chiudere la bocca al pensiero libero. Buongusto addio e avanti la brutalizzazione dei rapporti.

- Il Quesito stampato sulla scheda: "Approvate il testo della legge costituzionale concernente «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?". 

Martedì, 08 Settembre 2020 06:13

Luigi Angeletti: "Io voto No"

Il referendum costituzionale, al quale circa 52 milioni di cittadini saranno chiamati a esprimere la propria opinione, sta dividendo anche gli appartenenti ai medesimi schieramenti e partiti.

Presto il popolo italiano sarà chiamata a esprimersi sul taglio dei parlamentari. Un appuntamento importante che potrebbe intaccata la Costituzione Italiana  attraverso un Referendum Costituzionale Confermativo (quindi NON abrogativo come eravamo abituati in passato) e valido con qualsiasi percentuale di votanti (senza quorum).

- Il Quesito stampato sulla scheda: "Approvate il testo della legge costituzionale concernente «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?". 

- Il Quesito stampato sulla scheda: "Approvate il testo della legge costituzionale concernente «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?". 

E’ già iniziata la campagna elettorale ma del referendum non si è ancora capito nulla e forse nessuno se ne sta occupando. Si è dimenticato il non tanto vecchio motto che prevenire è meglio che curare e curare è comunque meglio di un panorama che si fa troppo confuso.

Colto, snob, borghese,  tendenzialmente di destra e probabilmente sovranista con inclinazione razzista. Dopo  quasi 200 giorni di convivenza siamo in grado di delineare un profilo attendibile del "compagnone" che sta segnando  questo 2020: Mister Covid-19.

- Il Quesito stampato sulla scheda: "Approvate il testo della legge costituzionale concernente «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?". 

Nomina a commissario provinciale del Movimento Sociale Fiamma Tricolore Parma per Matteo Impagnatiello.

- Il Quesito stampato sulla scheda: "Approvate il testo della legge costituzionale concernente «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?". 

- Il Quesito stampato sulla scheda: "Approvate il testo della legge costituzionale concernente «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?". 

Martedì, 18 Agosto 2020 08:45

Attenti all’Europa.

Non c’è dubbio che il covid abbia sferrato pesanti colpi agli Stati europei, nessuno escluso: i numeri fanno emergere quanto drammatica sia la situazione per il prodotto interno lordo, al ribasso con percentuali a doppia cifra. Per chi, come l’Italia, possedeva un debito pubblico elevato, si ritrova con una condizione debitoria fuori controllo.

Arrivederci al 24 agosto 2020, dopo il lockdown non vorremmo incappare anche nel “August Blues” e perciò andiamo a far decantare la nostra stanchezza, più emotiva che fisica!. BUON FERRAGOSTO!

 La già delicata situazione libanese  rischia di incendiare ancora una volta la questione mediorientale e il nord africa, dove a "mediare" sono si sono imposti (vedi Siria e Libia) Russi e Turchi , amici - nemici. Dopo la Primavera araba cosa ci attenderà?

Una mano invisibile mi spinse via dalla stazione di Bologna il 2 agosto 1980 alle 10,25. Universitario iscritto al terzo anno di agraria a Bologna e oggi ormai prossimo alla pensione ma  ancora non conosco tutta la verità.   Non riesco a immaginare i pensieri dei familiari delle vittime o dei 200 feriti di Bologna. Lo Stato c'è?

Tiriamo a "campà"! Un Paese prossimo al collasso che vive di rendite, ovvero per dirla alla francese, siamo un popolo di rentier. Infatti, stando ai dati di CGIA di Mestre il volume delle pensioni avrebbe, per la prima volta, superato quello dei lavoratori. 

"I contributi diretti che arriveranno all'Italia sono inferiori al previsto, il nostro Paese riceverà per la maggior parte prestiti. Ma è importante aver trovato un compromesso in Europa e sarà ancora più importante predisporre un piano nazionale per le riforme, anche per utilizzare al meglio i fondi provenienti da Bruxelles".

E' passata la linea di Francia, Germania e Italia. Il diritto di veto sembra scongiurato. All'Italia dovrebbe pervenire il 28% a partire dalla prossima primavera.

Pagina 1 di 26