Visualizza articoli per tag: automobili

Assiste il conducente in fase di sterzata, accelerazione e frenata. Il  sistema ProPilot introdotto da Nissan su Qashqai è in grado di basarsi sulle condizioni del traffico e della strada, rilevate dalla telecamera posta nel parabrezza e dal radar installato dietro il logo Nissan, nella griglia frontale.

Una volta attivato, l'auto seguirà automaticamente l'auto che la precede a una distanza prestabilita, mantenendosi al centro della corsia.

Non solo, in caso di necessità, il sistema può anche arrivare ad arrestare completamente l' auto in base al flusso del traffico, e poi farle riprendere velocità.

Scopri tutto nel video!

In collaborazone con Videomotori

Pubblicato in Motori Emilia
Mercoledì, 27 Giugno 2018 16:25

Nuova Audi Q8: scopri la nuova ammiraglia - VIDEO

Il design di una coupé, la sportività di un SUV con trazione quattro e tutta la tecnologia Audi. La Q8 arriverà sul mercato entro la fine dell'anno.

Scopri tutto nel video!

In collaborazone con Videomotori

Pubblicato in Motori Emilia
Venerdì, 08 Giugno 2018 16:25

Ford Fiesta Active e ST - VIDEO

Due nuovi modelli di casa Ford a confronto: Ford Fiesta Active e Ford Fiesta ST. Crossover adatto anche a percorsi sterrati e disagevoli la prima, super sportiva l'altra che arriva fino a 200 cavalli.

Scopri tutto nel video!

In collaborazone con Videomotori

Pubblicato in Motori Emilia
Martedì, 29 Maggio 2018 09:51

Nuova Suzuki Swift Sport - VIDEO

L'icona sportiva del marchio Suzuki è tornata: nuova Swift Sport.

Interamente rinnovata avendo in mente due unici obiettivi: le prestazioni e il piacere di guida. Il risultato è una vettura che riassume il suo potenziale in 3 numeri:

975 kg di peso

230 Nm di coppia

140 HP di potenza 

Scopri tutto nel video!

In collaborazone con Videomotori

Pubblicato in Motori Emilia
Domenica, 27 Maggio 2018 19:42

F1, Monaco: Ricciardo principesco!

L'australiano domina tutto il weekend. In gara resiste a Vettel andando oltre i problemi tecnici che ne limitano l'andatura. Oggi il Principe di Monaco è lui! Vettel è secondo: dopo la sciagurata Barcellona la Ferrari torna sul podio. Un Verstappen da incubo rovina la festa Red Bull.

di Matteo Landi

La Red Bull torna in alto. Lo fa su un tracciato cittadino che premia la guida dei piloti ed il carico aerodinamico. In regime di monopolio gomme, a Monaco, pista in un cui la potenza del motore trova un'importanza limitata, Ricciardo domina in un lungo ed in largo l'intero weekend. Una gara che ha consacrato fra i grandi della categoria un pilota troppo spesso sottovalutato, anche dalla stessa Red Bull. Gli austriaci hanno sempre creduto in lui ma, appena il presunto campione del futuro baby Verstappen ha fatto capolino nella massima Formula, le priorità del loro management sono cambiate. E mentre l'australiano macinava punti e chilometri dall'alto della sua affidabilità condita da una brillantezza mai accompagnata dall'irruenza, tallone d'Achille del compagno Verstappen, quest'ultimo firmava un rinnovo plurimilionario con il team fondato da Dietrich Mateschitz. Ricciardo è stato alla finestra, ad osservare i tanti errori compiuti quest'anno dal compagno di squadra, ed a Monaco ha piazzato la mazzata al morale del figlio d'arte Verstappen, il quale nel frattempo sprecava ogni chance di doppietta, altamente probabile viste le prestazioni delle vetture Red Bull sul budello di Montecarlo, andandosi a schiantare in prova.

Verstappen, quando cresci? Red Bull, ci pensa Ricciardo.

Costretto a partire ultimo, Verstappen è risalito fino al nono posto finale, con sorpassi puliti e mai fuori dalle righe. Una domenica positiva per il processo di maturazione del giovane olandese (che ricordiamo avere in F1 già 65 gare sulle spalle), negativa dal punto di vista del risultato perchè con una Red Bull così, per qualsiasi pilota, l'obiettivo minimo deve essere il podio. Ricciardo invece non ha sbagliato niente, domando un problema alla power unit che lo ha costretto, dopo solo un terzo di gara, ad un ritmo blando dettato anche dall'esigenza di dover effettuare l'intero Gp con un solo cambio gomme. Vettel, partito secondo, è stato l'ombra dell'australiano per l'intera gara. A Monaco difendersi è molto più semplice di attaccare. Lo sa Vettel, che ha sperato nella sbavatura che Ricciardo non ha mai fatto.

Una Mercedes altalenante soffre Monaco e le ritrovate Pirelli "tradizionali"

E Hamilton? Dopo la gara spagnola Pirelli è tornata alla versione "standard" delle gomme, il battistrada ridotto tornerà per il GP di Francia e quello di Gran Bretagna, e la Mercedes è tornata a soffrire, più della vetture concorrenti, di un graining che ha limitato non poco le performance di Hamilton. L'inglese, nonostante il problema occorso a Ricciardo che limitava il ritmo dei primi due, non ha mai costituito una seria minaccia per Vettel ed alla fine della corsa ha dovuto difendere il podio dal rientrante Raikkonen e da Bottas. I finlandesi sono giunti al traguardo in quarta e quinta posizione, con l'alfiere Ferrari davanti al pilota Mercedes.

Leclerc sfortunato. Ocon, vergogna!

In generale è stata una gara a tratti soporifera per gli spettatori, svegliati solo dal botto terrificante che Leclerc, in crisi con i freni, ha inflitto al posteriore della Toro Rosso di Hartley. Il monegasco di casa Alfa Romeo-Sauber è stato autore di una gara convincente, seppur sfortunata. Un bel voto zero va a Esteban Ocon. Il sesto posto finale ottenuto dal francese è un ottimo risultato per la Force India che tuttavia avrebbe potuto conquistare qualche prezioso punto in più. Il pilota francese, che corre con "cartellino" Mercedes, durante la gara è stato tutto tranne che un ostacolo per Hamilton e Bottas. Quando l'inglese ed il finlandese hanno avuto la necessità di sopravanzarlo, nonostante le note difficoltà di sorpasso che l'angusto tracciato cittadino del Principato offre ai piloti, Ocon si è smaterializzato. Che brutta immagine! Se si pensa a tutte le critiche che Ferrari ha dovuto sopportare per i "giochi di squadra" di cui ha beneficiato in alcune occasioni il suo pilota leader, beh, allora che dire della poco "trasparente" situazione creatasi nel Gran Premio di Monaco fra i piloti Mercedes ed il pupillo Force India, fra l'altro motorizzata proprio dal costruttore tedesco?

Gasly regala ossigeno a Toro Rosso

Oltre a Daniel Ricciardo, eroe di giornata, ha brillato Pierre Gasly. Il francese ha conquistato una settima posizione che rappresenta oro per la classifica del team Toro Rosso, adesso 7imo nel mondiale costruttori al pari di Haas, quest'ultima impalpabile a Monaco. Nell'universo Red Bull, mentre tengono banco le vicende contrattuali di Ricciardo e le vicissitudini di Verstappen, si sta facendo spazio a suon di sprazzi prestazionali molto convincenti il 22enne di Rouen. Se Verstappen non dovesse fare pace con se stesso, e con il mondo,gli uomini di Horner hanno già la soluzione pronta. Intanto in Toro Rosso si godono lui ed una power unit Honda clamorosamente affidabile alla faccia di una McLaren che, nonostante il cambio di fornitura, continua ad accusare problemi di tenuta. Ma non era Honda l'origine di tutti i mali?

Dopo la claustrofobica Montecarlo si va in Nord America

Con Monaco già alle spalle la classifica piloti recita Hamilton a quota 110 punti, davanti a Vettel, secondo con 96 punti e Ricciardo terzo a 72. Il campionato è ancora lunghissimo e parlare di lotta per il mondiale, reduci da quanto successo nella passata stagione, è prematuro. Il campionato 2018 era iniziato con due vittorie consecutive della Rossa e di Vettel. Il tedesco è poi rimasto a secco per 4 gare di fila, lasciando spazio a Ricciardo ed Hamilton. I tre leader del mondiale hanno ottenuto 2 vittorie ciascuno. Se il campionato sarà una lotta a tre prepariamoci ad una calda estate. Fra due settimane il Circus sbarcherà in Canada, su un tracciato in cui conterà trazione e potenza. Un ottimo banco di prova per capire il reale potenziale di Ferrari e Mercedes e se Red Bull è uscita definitivamente dal ruolo di outsider di lusso.

Pubblicato in Motori Emilia

Gli ultimi scatti di una meravigliosa festa dei motori. La Mille Miglia alla prova dei tornanti di Piantonia e l'arrivo a Salsomaggiore Terme. Le foto di Paolo Gandolfi.

 

1000miglia-PaoloGandolfo-IMG_3593.jpg

 

1000miglia-PaoloGandolfo-IMG_4142.jpg

 

Pubblicato in Motori Emilia

Si scaldano i motori per la 1000 Miglia, la storica corsa di regolarità che per il quarto anno, venerdì 18 maggio, farà tappa a Parma. L'occasione è quella di celebrare due passioni emiliane: il cibo e i motori. Aspettando l'arrivo degli equipaggi, nel cuore del centro cittadino, Parma offrirà, per sua natura, golose possibilità di degustare le ricette della tradizione locale e la Vip Lounge, creata per la gara in Piazza Duomo, porterà il gusto vicino alle "vecchie signore", durante la loro passerella d'onore.

La gara, che avrà luogo di venerdì, darà anche la possibilità di organizzare nel weekend speciali occasioni a tema: viaggiando a bordo di auto storiche nelle terre del ducato, grazie a tour organizzati si potrà provare l'esperienza di una visita retrò tra castelli e fattorie, tra i borghi gioiello del Ducato e le fattorie dove nascono i celebri prodotti locali.

Carrozzerie luccicanti, motori rombanti, atmosfere d'epoca, ricordi in bianco e nero che diventano a colori. La magia della 1000 Miglia – 450 macchine costruite tra il 1927 e il 1957 – tornerà a Parma, il 18 maggio. La "Capitale Italiana della Cultura 2020" diventerà nuovamente uno dei punti nevralgici della "corsa più bella del mondo", e accoglierà con il suo straordinario calore e con la sua celebre piazza romanica la colorata carovana di auto storiche.

"Da alcuni anni dura il sodalizio tra la 1000 Miglia e la città di Parma: un incontro suggellato da valori comuni in una cornice di arte, bellezza e gusto. La 1000 Miglia è una sfida audace e nel suo essere tale attraversa il futuro: in ciò vediamo un tratto comune con la città, con il suo territorio e la sua gente. Siamo orgogliosi di avere fra i nostri Partner la città che, nel 2020, sarà capitale italiana della cultura." Ha commentato annunciando la 1000 Miglia 2018 Alberto Piantoni Amministratore Delegato di 1000 Miglia Srl.

Novità del 2018

La corsa prenderà il via mercoledì, con arrivo a Parma venerdì 18 maggio. Il tracciato è cambiato. Questa volta i partecipanti raggiungeranno Parma percorrendo la SS62 della Cisa, anziché la Via Emilia, un itinerario testato solamente nella corsa del 1949. Il passaggio della corsa lascerà una lunga eco di eventi e di possibilità per vivere Parma e il suo territorio con un sapore diverso.

"Vorrei ringraziare le molte persone e le molte associazioni coinvolte nell'organizzazione del passaggio della 1000 Miglia a Parma. I volontari di Protezione Civile, i Carabinieri che ospitano le auto storiche nel Parco Ducale, Tep e Taxisti che ci aiutano a portare a destinazione i piloti degli equipaggi, ACI Parma che offre l'assistenza tecnica alla gara. E' una manifestazione che i parmigiani aspettano e che arrivando di venerdì in città farà da volano per un intero weekend di festa, che coinvolgerà provincia ed Oltretorrente" Ha commentato Cristiano Casa, assessore al Turismo del Comune di Parma.
"Siamo soddisfatti nel concretizzare per la quarta volta la collaborazione con lo staff di 1000 Miglia. Si è creato un connubio, abbiamo creato una tappa stabile e molto attesa dalla città, sarà per la quarta volta una bellissima festa" ha detto il Sindaco Federico Pizzarotti.

Ilaria Dazzi Brand Manager fiere antiquariali, Fiere di Parma Spa ha sottolineato come "Fiere di Parma si stia spostando sempre più oltre i padiglioni delle Fiere e raccolga iniziative in senso turistico e attrattivo di cui 1000 Miglia rappresenta una grande esperienza di collaborazione e coesione oltre che una manifestazione affascinante".

Gianmarco Beltrami Marketing and Comunication Director di Dallara Auto ha dichiarato: "Quella che arriverà il 18 maggio sarà un'edizione di 1000 Miglia a cui ci sentiamo ancor più vicini poiché le vecchie signore, arrivando dalla Cisa, passeranno accanto alla nostra sede. La presenza di Dallara sarà una presenza statica con le show cars esposte in Piazza, tra cui sarà anche una formula elettrica, e una presenza dinamica poiché una dozzina di auto partendo da Varano arriveranno a Parma per lo stesso percorso della gara, precedendola".

Venerdì 18 un'atmosfera di festa contagerà tutto il centro storico. I piloti testeranno l'accoglienza "ducale". Gli equipaggi attraverseranno le vie e le piazze più belle della città, fino a raggiungere piazza Duomo, gioiello architettonico medievale, punto di arrivo. Qui verranno salutati dal pubblico che avrà preso posto – previa prenotazione sul sito www.la1000aparma.it – nella Vip Lounge per assistere in prima fila l'arrivo.
E così l'amore per i motori diventerà l'occasione per celebrare un'altra grande passione parmigiana ed emiliana, il cibo: durante la sfilata di auto gli ospiti potranno assaporare i migliori piatti della tradizione locale elaborati per l'occasione dal team gastronomico di Silvano Romani.

Le auto arriveranno dalla SS62 della Cisa da via La Spezia per poi percorrere viale Milazzo, via Stanislao Solari (per seguire i sensi unici della viabilità ordinaria), Piazzale Barbieri, viale Vittoria (cui l'ultimo tratto sarà chiuso al traffico ordinario), Piazzale Santa Croce (anch'essa parzialmente chiusa al traffico), via Massimo d'Azeglio, Ponte di Mezzo per attraversare Via Mazzini e raggiungere il C.O. presso il Teatro Regio. Dopo il check presso il tempio della Lirica la loro sfilata tutta per il pubblico: via Pisacane, strada al Duomo, piazza Duomo, via Cavour, Strada della repubblica, per poi raggiungere Parco Ducale dove saranno parcheggiate fino al mattino quando riprenderanno la gara.

Già dall'avvio del pomeriggio di venerdì Parma si animerà nell'attesa delle auto in corsa.
L'azienda automobilistica Dallara sarà il trade union tra la Mille e Parma. Tra la storia secolare delle vecchie signore e il futuro della Motor Valley, del distretto delle auto che vede la casa automobilistica di Varano punto di riferimento mondiale. Esposti in Piazza Garibaldi ad attendere la corsa splendidi modelli Dallara che hanno costellato la storia e i successi della Casa Automobilistica e la novità: i nuovi prototipi dedicati alla guida fuori dalle piste. "Un nuovo progetto che dove c'è tutto ciò che abbiamo imparato dalle corse e dalle collaborazioni con i nostri clienti. Chi utilizzerà questa vettura" dice Giampaolo Dallara, presidente della casa automobilistica" proverà il gusto del viaggio per il viaggio". "Barchette" e auto da pista segneranno il perimetro della Piazza che sarà strutturato come un "Villaggio 1000 Miglia" con stand di merchandising, incontri e intrattenimento.

Alle 16 il via dei momenti ufficiali. Sotto i Portici del Grano Alessandro Zelioli con Eugenio Pattacini racconteranno del loro volume "1049", pagine suggestive dedicate ad un grande protagonista della Mille Miglia: Tazio Nuvolari. La suspence per l'arrivo del rombo dei motori sarà accelerata dal romanzo noir ambientato tra Reggio, Montecchio Emilia, Firenze e Napoli, dove l'ispettore Barletta indaga circa un duplice omicidio saldamente ancorato all'ambiente della corsa. L'attività investigativa si intreccia alla ricostruzione storica che ripercorre la vita di Tazio Nuvolari svelando episodi e retroscena legati all'epopea del primo automobilismo.

Si creerà, così, il clima adatto per aprire ufficialmente la Quarta Tappa Parmigiana di 1000 Miglia, alle 18,30 insieme a Dallara, all'Assessore al Turismo Cristiano Casa e a Fiere di Parma che presenteranno la manifestazione, dal centro del villaggio 1000 Miglia, in attesa dell'arrivo delle prime vetture del Tribute.

Nel corso della serata gli equipaggi dei piloti ceneranno presso i Voltoni del Guazzatoio: il team stellato della famiglia Spigaroli realizzerà appositamente un menù tradizionale, che oltre a soddisfare anche i palati più raffinati sarà un biglietto da visita che Parma offrirà ai piloti internazionali.
A partire da venerdì 18 e fino a domenica 20 presso Piazzale Barezzi saranno esposti veicoli FCA – Fiat Chrysler Automolilies – a disposizione di appassionati e curiosi.

Sabato 19, intorno alle 11.30, quando le ultime vetture lasceranno il ricovero presso il Parco Ducale, grazie all'organizzazione di Vittorio Dalla Rosa Prati e Luigi Rossi, per il secondo anno consecutivo, ci sarà una parata aerea di aviazione storica. Una squadra di velivoli storici decollerà in sequenza ed effettuerà un passaggio sull'asse del torrente Parma per salutare le "vecchie signore ".
I parmigiani potranno assistere dai ponti e dal Lungoparma al volo di aerei HAG (l'Historical Aircraft Group Italy). Nel cielo sopra il centro anche modelli militari rari, come Texan T6, Boing Stearman e Mustang P 51, che vedranno alla cloche piloti parmigiani tra i quali Mario Cotti, Antonio Tirelli, e Luigi Rossi.

Nel pomeriggio sempre con vetture Dallara in esposizione l'aperitivo della Piazza sara' accompagnato dalle 17,30 fino alle 22 dal Dj set dell'associazione culturale Vinylistic che proporrà una shakerata di generi musicali per tutti i gusti.

Domenica 20 il ricco weekend dedicato ai motori sarà completato dalla presenza di AVS, associazione veicoli storici, www.avsparma.it, che esporrà alcune autentiche chicche, di settore, di proprietà di collezionisti privati, dalle 10 al tardo pomeriggio su Piazza Garibaldi.
Dal 18 al 20 maggio si potrà, inoltre, vivere il fascino della 1000 Miglia anche in provincia. Suggestivi tour con auto d'epoca tra i castelli del Ducato, (info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) sono la proposta per un'esperienza che abbina il fascino di un viaggio su una storica quattro ruote ad una "caccia al tesoro" culturale e gastronomica. Un'occasione turistica speciale per godersi itinerari nelle terre di produzione del Parmigiano Reggiano e del Prosciutto di Parma, tra degustazioni e momenti gourmet, senza dimenticare una visita a manieri e villaggi, alle fattorie di produzione e lavorazione o al celebre Labirinto della Masone di Fontanellato.

La 1000 Miglia è un momento intenso per appassionati e turisti, itinerario che affonda nel cuore della Motor Valley. Questa corsa storica, aperta alle moto d'epoca e a quelle di oggi, propone ogni anno un percorso diverso: quest'anno parte da Bologna e prosegue per Modena, Parma, Imola, fino ad arrivare alla Riviera Adriatica, Rimini, Misano e San Marino, passando per il Museo Ducati, il Museo Enzo Ferrari e il Museo di Marco Simoncelli. L'occasione per fare il tifo per i piloti assistendo alle gare a tempo: un testa a testa tra due biker per volta, su due percorsi affiancati.

La 1000 Miglia è sostenuta da, in ordine alfabetico, BLITZ-OFFICIAL MERCHANDISING MILLE MIGLIA, CONTAP, DALLARA, FIERE DI PARMA, GALLONI COSTRUZIONI, MASTERTENT, SILVANO ROMANI, TECHNICAL PARTNER e TEP. 
Organizzata dal Comune di Parma con il supporto di Fiere di Parma.
Cena Vip Lounge a cura di Silvano Romani.

 

Venerdì, 04 Maggio 2018 16:23

Mercedes-Benz Classe A - VIDEO

Mercedes-Benz Classe A diventa più tecnologica che mai, sportiva e spaziosa.

Scopri tutto nel video!

In collaborazone con Videomotori

Pubblicato in Motori Emilia

Domande per il contributo auto ibride: richieste solo online. I fondi accreditati direttamente ai cittadini emiliano-romagnoli che acquistano veicoli a basso impatto ambientale e a ridotto consumo energetico. 

Bologna – Parte oggi, giovedì 3 maggio, la registrazione delle domande per ottenere il contributo riservato a chi decide di acquistare un'auto ad alimentazione ibrida, a basso impatto ambientale e a ridotto consumo energetico.

Si tratta di un contributo annuo fino a un massimo di 191 euro, per 3 anni, pari al valore del bollo di un'auto di media cilindrata.
Fino alle ore 12 del 31 dicembre 2018, sarà possibile registrarsi nella piattaforma online, che sarà resa disponibile a questa pagina.

Per accedere al sistema bisogna registrarsi o con Federa (informazioni per richiedere le credenziali al link http://federazione.lepida.it/registrati), o con Spid- Sistema pubblico di identità digitale (informazioni per richiedere accesso al link: https://www.spid.gov.it/ ) o con Smartcard.

"E' un'altra tappa che segna il nostro impegno per tagliare le emissioni, per la tutela dell'ambiente e per la salute- affermano gli assessori regionali Paola Gazzolo (Ambiente) e Raffaele Donini (Trasporti)-. Abbiamo scelto di premiare i cittadini che acquistano veicoli a basso impatto ambientale e a ridotto consumo energetico come ulteriore segnale di consapevolezza: solo collaborando e adottando stili di vita più attenti possiamo tutti insieme dare una mano per ridurre l'inquinamento e migliorare le condizioni dell'aria che respiriamo".

Come ottenere il contributo: per il 2018 domande online da maggio. Da luglio si recupera anche il 2017

Non si tratta di una esenzione del bollo auto ma di un contributo equivalente: quindi gli intestatari dell'auto, che riceveranno il contributo, pagheranno comunque il bollo auto. Chi vorrà accedere a questo beneficio si dovrà registrare sul portale regionale, inserendo i dati anagrafici, quelli dell'auto e le coordinate bancarie sulle quale ricevere l'importo dovuto: ogni anno la Regione provvederà in automatico all'accredito.
Sulla pagina web dedicata al bando sarà disponibile la graduatoria aggiornata dei contributi concessi.
Per quanto riguarda gli oltre 7 mila automobilisti emiliano-romagnoli che hanno comprato l'automobile lo scorso anno, occorre invece attendere luglio, quando la Giunta metterà a disposizione le risorse necessarie con la manovra di assestamento del bilancio regionale.

I veicoli ibridi in Emilia-Romagna

Le automobili ibride sono sempre più diffuse in Emilia-Romagna: dai 2.776 veicoli ibridi immatricolati nel 2015 in regione si è passati ai 4.369 (+57%) del 2016 e ai 7.056 del 2017 (+61% rispetto all'anno precedente).

Gli incentivi per le auto elettriche

Gli incentivi per le auto ibride si affiancano a quelli già previsti dalla legislazione nazionale per l'acquisto delle automobili elettriche, esentate dal pagamento del bollo per 5 anni. La Regione ha investito 2,4 milioni per l'acquisto di 103 veicoli elettrici per la pubblica amministrazione e sta stringendo accordi con i Comuni sulle regole di accesso ai centri storici e i parcheggi gratuiti per le auto elettriche. Sono 150 le colonnine interoperabili installate e ulteriori 30 sono in corso di installazione.

 

Regione ER

Carattere audace e dotazione completa: ottima per cinque persone comode. Una silhouette slanciata e cinque motorizzazioni. C3 Aircross è la seconda vettura più venduta in Italia dopo la C3. L'elevata altezza, le grandi ruote e il Grip Control con Hill Assist Descent Control permettono di avventurarsi su qualsiasi tipo di strada e terreno, come si vede nel video.

Scopri tutto nel video!

In collaborazone con Videomotori

Pubblicato in Motori Emilia
Pagina 4 di 49