Visualizza articoli per tag: bambini

Tappa a Parma del tour nazionale del progetto "Il risparmio che fa scuola". Protagonisti gli alunni di V B della scuola primaria e quelli della I B della secondaria di primo grado dell'Istituto Comprensivo "Don Milani". L'importanza e il senso etico del risparmio promossi tramite il gioco.

Parma, 11 febbraio 2016

Ha fatto tappa a Parma il tour nazionale del progetto "Il risparmio che fa scuola", promosso da Poste Italiane e Cassa Depositi e Prestiti in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca, finalizzato a sensibilizzare i ragazzi in modo divertente e creativo sulla cultura del risparmio e della sostenibilità.

Presso la sede dell'Istituto Comprensivo "Don Milani", gli alunni di V B della scuola primaria e quelli della I B della secondaria di primo grado hanno partecipato all'appuntamento parmigiano del progetto coadiuvati dalle loro insegnanti.
Dopo una breve presentazione e la proiezione del cartone animato "Le avventure della famiglia Panda" (che ha raccontato in modo giocoso e divertente gli argomenti del risparmio e dell'economia), i bambini sono stati impegnati in un Gioco dell'Oca a squadre la cui formula è stata adattata per l'occasione con domande riguardanti le tematiche del progetto. Ad ogni risposta esatta, le squadre hanno conquistato le varie caselle lungo il percorso, fino a raggiungere il traguardo.
Tutti gli alunni sono stati premiati da Poste Italiane con un gadget e ad ogni classe partecipante è stato consegnato un Pandanaio, il salvadanaio a forma del piccolo panda protagonista del cartone animato.
Il progetto "Il risparmio che fa scuola" è un'occasione per promuovere con gli strumenti più attuali della comunicazione e del gioco, la diffusione dell'importanza e del senso etico del risparmio, estendendone il significato e il valore al fine di educare i ragazzi ai principi di un'economia sostenibile, al rispetto dell'equilibrio ambientale, e al rifiuto dei comportamenti che portano allo spreco di risorse naturali.

(Fonte: ufficio stampa Poste Italiane)

Giocampus in provincia: inizia l'allargamento verso i comuni del Parmense per un progetto sempre più in espansione. Presentate le novità durante una conferenza stampa presso il Comune di Parma. I prossimi appuntamenti si terranno il 13 febbraio a Parma, il 20 febbraio a Busseto e il 27 febbraio a Salsomaggiore Terme.

Parma, 11 Febbraio 2016 -

L'idea Giocampus non si ferma alla città di Parma e si estende in provincia tra Salsomaggiore Terme, Busseto e Sorbolo. L'obiettivo: il benessere delle generazioni future.
Queste novità sono state comunicate durante una conferenza stampa tenutasi presso il Comune di Parma. Un modello educativo sempre più replicabile in Italia e reso possibile proprio grazie al recente allargamento dell'Alleanza Educativa.
Presenti durante l'incontro di presentazione L'Assessore allo sport e alle politiche Giovanili del Comune di Parma Giovanni Marani, Rossana Mordacci (Ufficio Scolastico Regionale), Luca Concari (Vicesindaco di Busseto), Filippo Fritelli (Sindaco di Salsomaggiore Terme) Nicola Cesari (Sindaco di Sorbolo) Roberto Ciati (Relazioni Scientifiche e Sostenibilità – Barilla) e il Coordinatore di Giocampus Elio Volta.

«Questo importante momento si è sviluppato in piccoli passi» racconta l'Assessore Marani «l'ampliamento dell'Alleanza Educativa è stato una vera e propria rivoluzione per il nostro progetto, con le risorse che si sono aggiunte grazie ai nuovi partner abbiamo oggi la possibilità di sperimentare il modello Giocampus anche a Salsomaggiore Terme, Busseto e Sorbolo. È particolarmente significativo che i valori di Giocampus siano stati condivisi e approvati dal mondo delle istituzioni».

«Siamo arrivati ad un traguardo importante» conferma Rossana Mordacci «estendere Giocampus ad altri bambini della nostra comunità scolastica è un obiettivo che ci eravamo posti fin dall'inizio, ringrazio i sindaci che vogliono sperimentare questo progetto perché condividono la sfida educativa che è quella della formazione dei nostri bambini».

«Volevo comunicarvi la soddisfazione e l'entusiasmo con cui la nostra amministrazione ha aderito a questo progetto.» continua Luca Concari «Giocampus va a colmare un vuoto che oggi manca nella scuola e lo fa a 360° con un progetto alimentare e motorio di altissimo livello. Penso che questo sia un bellissimo esempio di sinergia tra enti locali pubblici e privati».

«Abbiamo aderito in maniera entusiasta al progetto, penso che la parte formativa ed educativa sia un tassello fondamentale.» continua Filippo Fritelli «Sono sicuro che per questo tipo di progetto territoriale ci sarà la possibilità, nei prossimi anni, di diffondersi ancora di più».

«Il progetto Giocampus è da anni il fiore all'occhiello del Comune di Parma ed è per noi un onere poterlo ospitare a Sorbolo.» racconta Nicola Cesari «Eccellenze di questo tipo rappresentano un ulteriore tassello che aggiungiamo a quello che per noi deve essere un modo innovativo e all'avanguardia finalizzato al cambiamento del paese e del nostro territorio. Trasmettere alle future generazioni la filosofia dei corretti stili di vita è un nostro obiettivo di mandato e questa opportunità, che ci è stata concessa grazie a Giocampus, dimostra un primo importante passo avanti: crediamo che sia questo il modo migliore per attuarla all'interno delle nostre scuole».

«L'allargamento e la diffusione dei contenuti di un modello di educazione alimentare e motoria di assoluta eccellenza, in cui Barilla è da sempre presente e ha creduto, ad un numero ancora più ampio di bambini e famiglie è un passo molto importante che rafforzerà il progetto con nuove esperienze e contributi originali» queste le parole di Roberto Ciati.

«È davvero un momento storico per noi.» racconta Elio Volta «Da oggi altri mille bambini avranno la possibilità, quotidianamente, di svolgere educazione fisica con gli insegnanti laureati in scienze motorie e di fare attività di educazione alimentare con i Maestri del Gusto che danno un valore aggiunto ad un progetto rivolto al benessere della persona».

Presente anche alla conferenza stampa Daniela Isetti, Assessore allo sport di Salsomaggiore Terme che ha ribadito l'importanza della formazione del personale Giocampus: «La scorsa settimana c'è stato il primo corso di formazione di educazione fisica per gli insegnanti di scienze motorie impegnati nel progetto ed è stato un grande successo, tutto questo ci da una grandissima soddisfazione». I prossimi appuntamenti si terranno il 13 febbraio a Parma, il 20 febbraio a Busseto e il 27 febbraio a Salsomaggiore Terme.

I tre comuni aderiranno a Giocampus con 5 scuole elementari differenti (2 a Salsomaggiore Terme, 2 a Busseto ed una a Sorbolo) per un totale di 43 classi e quasi 900 bambini.
Ogni scuola seguirà il modello di Giocampus Scuola, uno specifico percorso educativo inserito all'interno del programma scolastico e mirato all'insegnamento di un corretto ed equilibrato stile di vita.

Pubblicato in Scuola Parma

Con l'arrivo di un bebè si rischia di perdersi nel mondo delle cose che sono o sembrano indispensabili. Qualche utile consiglio di Caterina Cappetti, family consultant, per arredare al meglio la cameretta del pargolo in arrivo. 

Di Giulia Santoro

Parma, 8 febbraio 2016

L'arrivo di un bebè è sempre una gioia enorme in una famiglia che lentamente prende forma. I neo genitori si devono dunque preparare al meglio per affrontare quella che sarà sicuramente una grande avventura.
Iniziano giri interminabili per negozi per scegliere tutto l'occorrente. Mamma e papà vengono catapultati così in un gigantesco nuovo mondo, costellato di oggetti e prodotti mai sentiti prima, abitato da persone che sembrano parlare un'altra lingua, per le quali TUTTO (ma proprio tutto!) è assolutamente indispensabile e va acquistato immediatamente (anzi, sei già in estremo ritardo).

A tutti questi neo genitori vogliamo dare un po' di tregua per avvicinarci ad un momento importante e pieno di gioia con la massima tranquillità, ma anche preparazione.
Ho avuto modo di incontrare Caterina Cappetti, family consultant genovese, che ci rivelerà qualche trucco per arredare al meglio la cameretta del pargolo in arrivo.

1 – NON TUTTO SERVE SUBITO
Dovete resistere alla tentazione di "ricoprirvi" di oggetti, perché il rischio è di ritrovarsi con ciò che potreste non usare mai. Quindi, "compilate una lista" delle cose strettamente necessarie. Fatevi aiutare da parenti e/o amici che ci sono già passati (in questi casi l'esperienza serve!!). Tenete presente che, dopo la nascita del bambino, arriveranno un sacco di regali quindi meglio limitare l'acquisto alle cose indispensabili, il resto può attendere.

2 – SPAZI VITALI
Un neonato ha bisogno di molto spazio (pur essendo così piccolo). Prima di procedere all'acquisto di qualunque cosa occorre avere la piena consapevolezza dello spazio a disposizione. Tenete un metro a disposizione sempre. Questo vale non solo per la stanza che avete deciso di adibire a "cameretta" ma anche per altri spazi di cui necessariamente il bambino dovrà usufruire quali la cucina, il salotto, il bagno, ecc.

3 – PRATICITA', SEMPLICITA' E COVENIENZA
Sono i tre principi che dovete tenere a mente sempre perché gli oggetti che andrete ad acquistare devono semplificarvi la vita non complicarvela!
Sconsiglio l'uso preponderante del colore che si riferisce al sesso del bimbo. Puntate piuttosto su colori neutri. Questo renderà la stanza più versatile e nel tempo non sarete costretti ad effettuare grossi cambiamenti. Per lo stesso motivo non acquistate una marea di "mini mobili", meglio adattare quelli già esistenti.

I "must" di prima necessità:

  1. Il lettino o la culla. Sembra tornata in "voga" la vecchia culla di vimini forse dato dal fatto che utilizzare i vecchi cimeli di famiglia riesca a conciliare il lato affettivo con quello economico. Negli ultimi tempi sono nati anche i lettini trasformabili. Il costo non è molto contenuto (dai 300 Euro in su) ma potrete sfruttarlo per molto tempo (potendo diventare poi anche un comodo divanetto da camera). Marche (Foppapedretti, Stokke, Ros, Ikea solo per citarne alcune) e forme (rettangolari, ovali, circolari) non mancano. Tuttavia consiglierei l'acquisto di un lettino trasformabile rettangolare perché sarà così più semplice e meno dispendioso l'acquisto (sia immediato che futuro) delle lenzuola in coordinato.
  2. Carrozzina. Molto comodi i modelli "trio" che incorporano passeggino, navicella e seggiolino omologato per auto. Tenete sempre in considerazione le dimensioni (verificando che possa entrare ad esempio in ascensore) e peso. cerca passeggini flashon mag rid
  3. Fasciatoio. Meglio adibire un mobile già esistente in camera come una cassettiera o una scrivania. brevilindo rid
  4. Vaschetta per il bagno. Esistono delle vasche apposite da collocare su un "tre-piedi" che assicura maggiore comodità alla schiena della mamma e anche perché ormai nelle case è più facile trovare una doccia super attrezzata che non la vecchia vasca da bagno.

Tutto il resto verrà da sé...in bocca al lupo e congratulazioni per l'arrivo del bebè!!

baby collage rid flashonmag

Credits images with the courtesy of: cercapasseggini.it – brevi.eu – lettioutlet.com – twenga.it – wallsome.info

Giovedì, 04 Febbraio 2016 11:02

Ma dov'e' il Carnevale?

Una lettura che si sposa bene con il periodo di Carnevale. Un viaggio che tutti i bambini da 5 anni possono compiere tramite le avventure bizzarre e spassose di un bradipo, un delfino, un coccodrillo ed un pappagallo. Da leggere con i vostri figli e partire alla volta del Brasile!

di Susanna Voliani

Parma, 4 febbraio 2016

Questo colorato e simpatico libriccino, scritto in rima ed illustrato da Simone Frasca e pubblicato alcuni anni fa nella collana Battello a Vapore (Piemme Editore), sembra ricomparire ogni anno tra le mani dei bambini proprio in questo periodo, a ridosso dei nostri festeggiamenti carnevaleschi. Leggiamolo di nuovo insieme a loro, perché di avventure bizzarre e spassose con cui scoprire il mondo non ce ne sono mai abbastanza.

book for children flashon carnevale rid 3

La storia è quella di quattro amici, un bradipo, un delfino, un coccodrillo ed un pappagallo, protagonisti dell'annuale carnevale che, ahimè, dura troppo poco. Tristi, annoiati e stanchi di dover attendere tanto tempo prima di poter fare di nuovo festa, i quattro decidono di partire, con il loro carro per troppo tempo inutilizzato in magazzino, alla volta del Brasile, in cerca di sole e soprattutto di quel carnevale che si dice duri tutto l'anno. Ne vedranno delle belle viaggiando per mare, finché giungeranno in un'isola sperduta abitata da strani individui variopinti. Saranno arrivati in Brasile? Forse non proprio.... Ma in fondo che importa? Evviva il Carnevale, ovunque esso sia!
Dai 5 anni.

bandiere brasile 2rid

Pubblicato in Cultura Emilia
Mercoledì, 27 Gennaio 2016 14:15

Parma - A Carnevale... ti traveste YOUNGO

Dal 6 al 9 febbraio festeggiamo in maschera. Al costume ci pensa Yo, che lo regala ai suoi piccoli amici! Chiunque da oggi si presenti al Grande Locale Leisure YOUNGO Parma, presso Parma Retail (Strada Burla - S.P. 72, Parma) con la sua YOUNGO Card con 1000 punti lo riceverà direttamente.

Parma, 27 gennaio 2016

Principessa o super eroe, Zorro o ballerina, odalisca, animale della fattoria, pittore o astronauta... a Carnevale il bello è sbizzarrire la fantasia e trasformarsi in chi si preferisce. Da YOUNGO è una delle feste più attese dell'anno e Yo, la coloratissima mascotte, prepara una sorpresa per i suoi piccoli amici: ai travestimenti ci pensa lui!

Proprio così. Niente esercizi di fantasia per mamme e papà, per avere in regalo un costume di Carnevale completo di tutti gli accessori basta essere amici di Yo. Chiunque da oggi si presenti al Grande Locale Leisure YOUNGO Parma, presso Parma Retail (Strada Burla - S.P. 72, Parma) con la sua YOUNGO Card con 1000 punti lo riceverà direttamente. E – lo ricordiamo a chi non fosse pratico del mondo YOUNGO - non c'è niente di più facile: la YOUNGO Card può essere richiesta e ricevuta istantaneamente da ogni bambino e accumulare 1000 punti è veramente un gioco da ragazzi. Per chi poi non riuscisse ad avere il costume... tre gettoni in omaggio (tuttI i dettagli sul sito www.youngo.it ) per divertirsi ugualmente tutti assieme!

Il clou della festa va da sabato 6 febbraio fino a martedì 9 febbraio: un fine settimana lunghissimo, pieno zeppo di attività. Ogni pomeriggio i bambini saranno coinvolti in "truccabimbi", balli in maschera, laboratori creativi, merende e gare di fantasia.

"Con questa iniziativa – spiega il direttore marketing di YOUNGO Alessandro Lama – vogliamo accompagnare i bambini nel gioco del travestimento. Bastano pochi accessori e tanta fantasia per trasformarsi come per magia in qualcuno diverso da sé, un'attività divertente ma anche profondamente educativa, che aiuta i piccoli a prendere le misure con la propria identità e a elaborare prospettive diverse da quelle abituali, sempre stimolando la creatività e la socializzazione".

I Grandi Locali Leisure Youngo sono in tutta Italia: scopri dove trovarli sul sito www.youngo.it 

(fonte: ufficio stampa Binario Comunicazione e Immagine)

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Sono aperte le iscrizioni per i nuovi laboratori creativi 2016 condotti da Duetta Magnani nell'Atelier di Palazzo Ducale. Sono indirizzati a bambini e genitori o famigliari e si tengono un sabato al mese alle ore 16.00. Nuove le proposte di quest'anno: maschere, tessere di legno,carta e vetro, sassi, mandala e reperti dal mare sono solo alcuni dei soggetti che si svilupperanno nel corso di questi divertenti pomeriggi.

Reggio Emilia, 16 gennaio 2016

"Agire, pensare, creare con le mani" è il titolo di questo ciclo di incontri organizzati dall'Assessorato alla Cultura e dall'Assessorato alla Scuola.

Le date:

30 gennaio Creare, inventare maschere

20 febbraio Tessere di carta, legno e vetro prendono vita e si trasformano in

vere opere d'arte

19 marzo i sassi diventano protagonisti...

30 aprile Mandala: armonia... fantasia di colore

21 maggio Per raccontarsi... quadri da_mare

I laboratori si terranno di sabato alle ore 16.00

Iscrizioni presso URP 0522/839709 dalle 11.00 alle 13.00, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Guastalla)

Tutti gli eventi aspettando la Befana 
nei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza dal 1 al 6 gennaio 2016: in programma aperitivi e pranzi conviviali in castello, visite animate con personaggi in costume d'epoca in alcune rocche e manieri con principesse e cavalieri, tra arte e fiaba, avventure e giochi. -

Parma, 1 gennaio 2016

L'inizio del 2016 è dedicato alle famiglie con bambini aspettando la Befana e l'Epifania, che tutte le feste porta via, come dice un detto popolare tra Parma e Piacenza: tra il 1 ed il 6 gennaio 2016 sono in programma aperitivi e pranzi conviviali in castello, visite animate con personaggi in costume d'epoca in alcune rocche e manieri con principesse e cavalieri, tra arte e fiaba, avventure e giochi. C'è spazio per escursioni e la visita ad un Presepio davvero speciale.

Si inizia venerdì 1 gennaio con il Pranzo di Capodanno al Castello di Gropparello (Pc) mentre domenica 3 gennaio alle 15 la Rocca Sanvitale di Fontanellato (Pr) propone "La principessa Sofia e la magica attesa della Befana" per il ciclo Principesse a Corte, visite guidate tra storia e fiaba con animazione (i bimbi visitano le sale arredate e la Camera Ottica accompagnati dalla principessa). E chissà se la Befana avrà la scopa e un sacchetto di caramelle da condividere con i piccoli ospiti (prenotazione obbligatoria).
Sempre domenica 3 gennaio a Palazzo Farnese, la Cittadella Viscontea nel cuore di Piacenza, ci sono per i più piccoli "Feste a Palazzo" con laboratori gratuiti per bambini dai 6 ai 10 anni.
Domenica 3 gennaio al Castello di Torrechiara (Pr) sono in programma visite guidate "navetta" alla scoperta della "fortezza dal cuore affrescato" e dei suoi segreti (itinerario: borgo, salita coperta, spalti, cortile d'onore, sale affrescate tra cui la celebre Camera d'Oro, cucina, cappella, scuderia).
Mercoledì 6 gennaio tutti al Castello di Gropparello (Pc) per partecipare alle "Visite incantate al castello con avventura e disfida della Befana" con possibilità di pranzare alla Taverna Medievale.
Per le famiglie più sportive, tutti con cuffie e guanti, per la tradizionale Camminata dell'Epifania di Sala Baganza (Pr) il 6 gennaio: si cammina alla scoperta del Parco del Taro, alla scoperta delle suggestioni del panorama invernale (partecipazione gratuita alla camminata. Prenotazione obbligatoria per il pranzo).
Per chi vuole portare i bimbi in visita ad un Presepe davvero magico fino al 31 gennaio, nel circuito di Castelli del Ducato, fate tappa al Borgo Fortificato di Vigoleno (Pc), dove oltre a salire sull'alto Mastio potrete ammirare in paese un racconto della Sacra Natività davvero speciale: un presepio meccanico elettronico collocato in una piccola casa del borgo medioevale di cui occupa quasi interamente una stanza. Percorrendo lo stretto vicolo che scende a fianco dell'oratorio della Vergine delle Grazie, ci si imbatte in una ripida scala che conduce all'ingresso della casetta. Lo spazio è così limitato che, per visitare il presepio, occorre seguire un senso unico: si entra da una porta e si esce da un'altra porta. Davanti al piccolo edificio si trova un suggestivo terrazzo panoramico a strapiombo sulla valle. Il presepio nasce nel 1989, dalla bravura e dall'impegno di artigiani locali che ogni anno lo rinnovano e ne curano la manutenzione. Attualmente comprende 32 movimenti, 39 motorini e 6 pompe ad acqua con un ciclo del giorno e della notte della durata di 7 minuti. Dal 1992, il presepio di Vigoleno è iscritto all'Associazione Italiana Amici del Presepio.

Informazioni e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  – www.castellidelducato.it 
Tel. 0521.823220.

(Fonte: Ufficio Stampa Castelli del Ducato di Parma e Piacenza)

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia

Campagna alimentare della Figc per sostenere la diffusione di abitudini corrette e salutari: poche regole per affrontare la giornata sportiva o una gara. Sono oltre 1.400.000 le famiglie che hanno ricevuto la Guida pratica sull'alimentazione quotidiana, tramite la società di calcio in cui giocano bambini e ragazzi. È una iniziativa della Lega nazionale dilettanti. -

Parma, 10 gennaio 2016 - di A.K. -

Sono semplici soluzioni operative quelle della Guida pratica sull'alimentazione quotidiana della Lega nazionale dilettanti.
L'obiettivo della Campagna di educazione alimentare della Figc è far adottare ai bambini e ai ragazzi un regime alimentare sano che tenga conto delle loro esigenze nutrizionali in funzione della loro attività, in campo e fuori dal campo.
E questa pubblicazione lo fa sfatando luoghi comuni e correggendo gli errori più diffusi sul cibo, anche nella comunità calcistica.
Quando si parla di sport e alimentazione il sapere comune è ricco di 'ricette miracolose' che si rivelano spesso contraddittorie e dannose.
L'alimentazione per bambini e adolescenti è elemento cruciale per lo sviluppo corretto e armonico del corpo: insegnare le regole di una corretta alimentazione permetterà ai bambini di crescere sani, mantenendo alta l'efficienza del proprio fisico e il peso corporeo entro livelli adeguati, tenendo alla larga il rischio dell'obesità e delle malattie che ne potrebbero conseguire, anche in età adulta.
Primaditutto, dunque, bisogna sgombrare il campo dalle 'leggende metropolitane'.

Prima di un allenamento: è bene arrivare in campo con una scorta energetica giusta, a patto che sia stata già digerita. Giusto un pasto leggero, ma a una distanza corretta dallo sforzo fisico.
Bere, prima e durante: nelle due- tre ore prima dello sport si deve assumere fino a mezzo litro d'acqua e continuare ogni 15 durante l'attività.
Mix corretto = muscoli!
Sfatiamo il mito della scorta di carne rossa. Ci vuole un equilibrio fra carboidrati, proteine, grassi, vitamine e minerali.
Assumere più proteine assicura al giovane sportivo un corretto sviluppo. Il bambino consuma più energia rispetto agli adulti, a parità di sforzo fisico e ha bisogno di più proteine per favorire la crescita.
A tutti gli sportivi interesserà sapere quale deve essere il comportamento alimentare corretto nel giorno di una competizione sportiva.

Prima della partita

No. Iniziare una gara a digiuno o dopo un intervallo di tempo troppo breve dal pasto. Assumere cibi che non si conoscono perché si rischiano pesantezza e intolleranze.

Sì. Consumare un pasto leggero, a distanza da una gara e mangiare cibi solo già collaudati.
L'errore, uno dei più comuni e radicati è, insomma, quello di considerare bambini e adolescenti come 'piccoli adulti' che devono 'coprire' crescita e attività fisica. Lo sbaglio è farli mangiare a tutti i costi perché devono svilupparsi. I ragazzi in sovrappeso si affaticano più facilmente, sono più esposti al rischio di infortuni a causa del sovraccarico di muscoli e articolazioni. La frase più sbagliata che si possa dire a un bambino è "mangia che devi crescere, a fare la dieta ci penserai da grande!".

poster-Piramide rid nutrizione  salute

 

A Reggio Emilia, in via Emilia San Pietro allestita una speciale cassetta postale decorata con l'immagine di Santa Claus e riservate a raccogliere i messaggi dei più piccoli. Tutti i bambini che scriveranno a Santa Claus riceveranno da Poste Italiane le istruzioni per scaricare sul loro smartphone e sul tablet la App "L'Albero della Pappa". -

Reggio Emilia, 19 dicembre 2015 -

Le Festività sono alle porte e Poste Italiane rinnova la tradizione di raccogliere le Letterine a Babbo Natale scritte dai bambini per esprimere i loro desideri, dare voce ai sogni e richiedere un dono da trovare sotto l'Albero. I portalettere sono già al lavoro, come ogni anno, per raccogliere i messaggi che i più piccoli indirizzano al caro vecchio con la barba bianca esprimendo sogni, speranze e desideri.

Per la raccolta delle letterine quest'anno Poste Italiane ha dedicato ai bambini di Reggio Emilia una speciale cassetta d'impostazione in via Emilia San Pietro, nei pressi dell'Ufficio Comunale in Galleria Santa Maria, e riconoscibile grazie alla decorazione con l'immagine di Babbo Natale. Da lì, le lettere prenderanno la direzione del Polo Nord, dove l'arzillo vecchietto giramondo provvederà ad esaudire tutte le richieste.

Anche quest'anno Poste Italiane propone un gioco collegato alla campagna delle Letterine a Babbo Natale. Tutti i bambini che scriveranno a Santa Claus riceveranno da Poste Italiane le istruzioni per scaricare sul loro smartphone e sul tablet la App "L'Albero della Pappa", un modo divertente per informarsi sulla corretta alimentazione, abbandonare le cattive abitudini e seguire una dieta equilibrata e varia, che aiuti a sentirsi sempre in forma e in salute, secondo il principio della piramide alimentare. Quest'anno il gioco affida una missione molto importante ai bambini: riportare in perfetta forma fisica Babbo Natale.

Ogni anno Poste Italiane riceve e smista migliaia di letterine che i bambini inviano a Babbo Natale con i più svariati indirizzi di fantasia, assicurando loro una risposta personalizzata. Il fascino, il mistero e la gioia, di una tradizione antica si rinnovano puntualmente così ad ogni Natale grazie al crescente entusiasmo dei più piccoli, testimoniato dal numero sempre più elevato di letterine spedite: dalle 40.000 del 1999 alle 130 mila del 2014. Anche per il Natale 2015 si prevede un elevatissimo volume di corrispondenza destinata a Babbo Natale. La lettera, infatti, continua a rappresentare per piccoli e adulti uno dei momenti più belli della tradizione natalizia, che Poste Italiane sostiene promuovendo il piacere della scrittura e donando la gioia di ricevere un messaggio da un personaggio tanto amato.

(Fonte: ufficio stampa Poste Italiane)

Da oggi a giovedì 24 dicembre al Fidenza Shopping Park arriva "Natale con noi": 7 appuntamenti fra animazioni circensi, spettacoli di cabaret e molto altro per festeggiare insieme il periodo più dolce dell'anno. E per tutti i piccoli spettatori durante le animazioni verrà regalato un caldo e morbido plaid per godersi al meglio la magia del circo. -

Parma, 21 novembre 2015 - in allegato sotto al testo tutto il programma - 

Il Natale conquista, con la sua calda atmosfera il Fidenza Shopping Park, che per l'occasione propone alla propria clientela "Natale con noi": 7 appuntamenti con le migliori animazioni circensi e non solo, curate da Circolarmente, la scuola di circo ludico educativo di Parma. Da sabato 21 novembre a giovedì 24 dicembre in piazza centrale alle 16.30 (e in replica alle 17.30) spazio al divertimento, all'ironia e alle emozioni in compagnia degli acrobati, giocolieri, funamboli della scuola di circo di Parma.
Si inizia oggi con lo spettacolo "Magic Gianca show": tutto può accadere se si dà libera espressione alla magia della semplicità, due artisti coinvolgeranno tutti e tutte con giochi antichi e moderni in un susseguirsi di gag che li renderanno protagonisti della scena.
E per tutti i piccoli spettatori durante le animazioni verrà regalato un caldo e morbido plaid per godersi al meglio la magia del circo.

Il programma completo con tutti gli appuntamenti è scaricabile in allegato. 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Pagina 7 di 8