Visualizza articoli per tag: ONLUS

Oltre 1.500 Onlus in gara per l’undicesima edizione di “1 voto, 200.000 aiuti concreti – Donare mi dà più gioia che ricevere!”, campagna realizzata grazie ai Fondi UniCredit Carta E
Anche quest’anno UniCredit mette a disposizione 200 mila euro, a titolo di donazione, da distribuire tra le organizzazioni Non Profit aderenti al portale ilMioDono.it

Torna l’appuntamento con la speciale iniziativa UniCredit dedicata alle organizzazioni impegnate nel Non Profit, quest’anno giunta alla sua undicesima edizione. Un impegno che il Gruppo premia mettendo a disposizione 200 mila euro del fondo Carta Etica destinato a iniziative di solidarietà sul territorio. Il fondo si alimenta con una percentuale di ogni spesa effettuata con carta di credito “Etica”, disponibile nella versione UniCreditCard Flexia Classic E, Visa Infinite e UniCredit Business Aziendale, senza costi aggiuntivi per il titolare.


La nuova edizione della campagna di solidarietà e sensibilizzazione “1 voto, 200.000 aiuti concreti – Donare mi dà più gioia che ricevere!” si concluderà il 29 gennaio 2020. Sono 1.569 le Onlus che quest’anno partecipano all’iniziativa, ognuna delle quali è presente sul sito www.ilMioDono.it , la piazza virtuale realizzata da UniCredit per facilitare l’incontro tra le Organizzazioni Non Profit e tutti coloro che vogliono sostenere questo settore contribuendo con una donazione.


Clienti e non di UniCredit possono accedere al sito www.ilMioDono.it – anche da tablet e smartphone – selezionare l’Organizzazione preferita e votarla attraverso un account e-mail o Twitter. Ogni voto vale 1 punto. Aggiungendo al voto una donazione di almeno 10 euro con una delle modalità PagOnline o MyBank previste, la preferenza accordata varrà 6 punti.


I 200 mila euro di quest’anno, sommati agli importi delle edizioni precedenti e ai contributi spontaneamente erogati anche da chi ha supportato l’iniziativa con il voto e con le donazioni – nel 2018, sono stati raccolti 120 mila euro –, portano a oltre 2.800.000 euro la somma complessiva di cui hanno beneficiato le organizzazioni dal 2010.

"Se devi dire una bugia dilla grossa" della compagnia teatrale amatoriale "Dietro le quinte" – Sezione di Collecchio (PR).

Lo spettacolo è stato pensato come strumento di raccolta fondi per finanziare l'associazione Donatori di Coccole e le sue attività di "coccolaggio". L'Associazione Donatori di Coccole Onlus ha lo scopo di donare amorevoli cure ai neonati del reparto di Neonatologia dell'Azienda Ospedaliera di Parma.

L'Associazione si occupa dei bambini abbandonati alla nascita dai genitori, quindi totalmente privi della sfera affettiva, in attesa di trovare una famiglia adottiva o affidataria o di quelli soli, con famiglie che non sono in grado di gestirli e passano molte ore della giornata fruendo del solo accudimento che viene garantito nella struttura dai medici e dagli infermieri.

teatro28ottobre2017.jpg

L'evento si terrà sabato 28 Ottobre 2017 dalle ore 21:00, presso il Teatro "Ennio Magliani" di Corcagnano (Strada Cava in Vigatto, 61 - Parma).

Il costo dei biglietti è € 10,00 per gli adulti e € 8,00 per i bambini al di sotto degli 8 anni.

Per le prevendite dello spettacolo e informazioni sull'associazione scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

donatoridicoccoleonlus.jpg

 

 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Mercoledì, 18 Ottobre 2017 14:28

"Endometriosi sai cos'è?"

Per molti è una perfetta sconosciuta, eppure colpisce in Italia 3 milioni di donne e nel mondo ben 150 milioni. L'endometriosi è una malattia subdola e cronica, di cui non si conoscono le cause e non esistono cure definitive, né percorsi medici di prevenzione. Di certo cambia radicalmente la vita di chi ne soffre, che si sente smarrita, con l'autostima sottozero e i rapporti sociali, la vita di coppia e il lavoro messi a dura prova.

Dal 2005 l'A.P.E. Onlus (Associazione Progetto Endometriosi) - un gruppo di donne affette da endometriosi che si basa sul reciproco sostegno, conforto e aiuto - è impegnata in un'importante campagna di sensibilizzazione per informare e aiutare le donne ad affrontare una malattia dolorosa e invalidante. Occorrono molti anni per avere una diagnosi certa e spesso è necessario più di un intervento chirurgico. L'endometriosi lavora in silenzio e può occludere le tube, creare aderenze, distorcere gli organi riproduttivi, provoca dolori forti durante il ciclo e l'ovulazione, dolori durante o dopo i rapporti sessuali, dolore pelvico cronico, cistiti ricorrenti, perdite intermestruali, colon irritabile. Le testimonianze sono tante e diverse: c'è chi dopo un intervento di "pulizia" ottimale è riuscita ad avere un figlio; chi grazie alla terapia ormonale può condurre una vita quasi normale; c'è chi invece ha subito danni pesanti (dalla resezione intestinale alla perdita di un rene); chi deve fare i conti con un danno chirurgico permanente e convivere con la vescica neurologica o con un ano artificiale (il cosiddetto sacchetto). 3 milioni di donne vogliono essere riconosciute dalla Società e non essere abbandonate a se stesse, come se la malattia non esistesse.

L'unico modo per combattere è informare. Incontri di sostegno, conferenze pubbliche, cene sociali, formazione nelle scuole, tavoli informativi sono tra le iniziative proposte in tutta Italia dai gruppi di volontarie dell' A.P.E. Onlus. Il 18 ottobre, alle ore 20.30, presso il Comune di Collecchio in Viale Libertà 3, il Gruppo A.P.E. di Parma, ha organizzato una conferenza, patrocinata dal Comune di Collecchio, per parlare di tutto ciò che riguarda l'endometriosi: diagnosi, terapia, dolore, infiammazione, alimentazione e stile di vita.

L'endometriosi è una malattia dolorosa e in alcuni casi invalidante, recentemente inserita nei nuovi LEA. La conferenza vedrà la partecipazione in veste di relatori del Dr. Martino Rolla, Responsabile dell'Ambulatorio Endometriosi dell'Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma, il Dr. Massimo Gualerzi, cardiologo e Direttore Sanitario di Terme di Salsomaggiore e Jessica Fiorini, Vicepresidente A.P.E. Onlus.
Momenti come questo sono un ottimo strumento di informazione e approfondimento per capire cos'è l'Endometriosi, quali sono i sintomi, come si arriva alla diagnosi e quali sono le terapie mediche disponibili, fondamentale inoltre sapere come uno stile di vita sano e una corretta alimentazione possano influire positivamente sull'infiammazione e quindi alleviare il dolore. La partecipazione alla conferenza è aperta a tutti e gratuita. Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

18 ottobre ore 20.30 // Sala Consiglio, Comune di Collecchio, viale Libertà 3

A.P.E. ONLUS è un'associazione senza scopo di lucro che nasce nell'ottobre del 2005 su iniziativa di un gruppo di donne, con esperienza di endometriosi vissuta sulla propria pelle o con storie di volontariato attivo in altre realtà. La presidente è Annalisa Frassineti, membro del Consiglio Direttivo e Referente del gruppo di Forlì-Cesena-Ravenna. L'obiettivo principale di A.P.E. Onlus è quello di diramare notizie e informazioni sulla malattia così diffusa, ma così poco conosciuta. Info: 329 3449704 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.apeonlus.it

Endometriosi_Collecchio_ottobre.jpg

 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Siete interessati a diventare un clown di corsia di "VIP-ViviamoInPositivo Parma Onlus"? 

Benissimo, è arrivato il vostro momento!

L'associazione "VIP-ViviamoInPositivo Parma Onlus" da dieci anni si impegna, con fatica e dedizione per portare il sorriso sul volto di chi soffre. Un "naso rosso" capace di trasmettere gioia e serenità.

Il prossimo 7-8-9 Aprile 2017 si terrà a Parma un corso base per diventare clown di corsia VipNel corso di formazione, oltre ad acquisire tecniche di clownerie, mimo, giocoleria comica, comportamento in ospedale, igiene, i futuri volontari potranno imparare a mettersi in gioco, a superare timidezze e ritrosie, a migliorare la propria autostima e acquisire tecniche per relazionarsi serenamente con persone sofferenti portando gioia e allegria con "tatto".

Si imparerá anche ad avere e dare fiducia agli altri, oltre che ridere con gli altri, ma soprattutto si riceveranno le prime nozioni di pensiero positivo che sta alla base dell'associazione.

clownvip

Il corso è rivolto a tutti: volontari, operatori nel sociale, insegnanti, infermieri, medici, casalinghe, professionisti, ecc.

Per poter arrivare a questo corso occorre prima aver partecipato ad uno degli incontri conoscitivi. Venerdì 31 Marzo 2017 alle 20.00 presso la sede di Via Testi si terrá l'ultimo di questi incontri per il corso 2017.

Cosa si fa in questi incontri?

Un'occasione per gli aspiranti volontari di avere maggiori informazioni sull'associazione e su come si svolge il volontariato e magari togliersi dei dubbi/curiosità.

Dall'altra parte è per l'associazione l'occasione per iniziare a conoscere questi aspiranti volontari. Solitamente Vi partecipano alcuni claun che Vi potranno raccontare aneddoti o le loro esperienze o a cui potrete fare domande.

Chiunque fosse interessato o anche semplicemente incuriosito contatti potete contattare il referente per il corso base che Vi darà tutte le indicazioni del caso:

Alessandro - Claun Spazzolino
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Tel. 347-0589248 (contattare dopo le 18.00)

locandina corso base VIP PARMA 2017

L'associazione VIP Parma si finanzia mediante:
Donazioni spontanee
Donazioni "5x1000"

Nel mese di Maggio si svolge, a livello nazionale, la "Giornata del Naso Rosso" www.giornatadelnasorosso.it, l'unica giornata in cui i clown VIP scendono in piazza per raccogliere fondi per la Federazione nazionale. Anche quest'anno in piazza Garibaldi indicativamente l'ultimo we di maggio.
I fondi raccolti dalle varie associazioni serviranno a sostenere i progetti della Federazione "VIP Italia Onlus":

viviamoinposotivoonlusparma 

GRADE Onlus è una realtà che da sempre opera con l’obiettivo di sostenere l’attività ospedaliera del Reparto di Ematologia dell’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, ma anche promuovere progetti innovativi e di ricerca.

Di Chiara Marando –

Domenica 24 Gennaio 2016 – (Foto della gallery by Francesca Bocchia)

Era il 1989 quando a Reggio Emilia si costituì l’associazione senza fini di lucro GRADE Onlus (Gruppo Amici dell’Ematologia), una realtà che da sempre opera con l’obiettivo disostenere l’attività ospedaliera del Reparto di Ematologia dell’Arcispedale Santa Maria Nuova – IRCCS di Reggio Emilia, finanziando progetti di ricerca ed assistenza per chi soffre di malattie oncoematologiche.

Al suo interno medici, infermieri, personale specializzato, ma anche famiglie ed ex pazienti che cooperano per uno scopo comune, permettendo all’associazione di crescere e proseguire nel suo cammino di sviluppo e sostegno. Ed infatti, nel corso degli anni, questo impegno ha portato al raggiungimento di traguardi importanti, alla raccolta di risorse reperite grazie a donazioni, iniziative speciali ed al contributo di soci, volontari, istituzioni e cittadini sensibili all’argomento.

09012016-GRADE1 160

Un percorso lungo oltre 25 anni, culminato nel 2015 con una novità: GRADE ha ottenuto la denominazione diFondazione Onlus nel 2015.

Ecco in sintesi i suoi obiettivi:

-          Sostenere l’attività ospedaliera del Reparto di Ematologia dell’ASMN di Reggio Emilia

-          Sviluppare innovativi progetti di ricerca e assistenza

-          Migliorare la qualità di vita dei pazienti oncoematologici

Tanti i progetti realizzati, come quello per lo sviluppo del Reparto di Ematologia che vede un totale di 16 figure, finanziate direttamente con contratti libero-professionali o per esperienze scientifiche presso centri di ricerca di fama internazionale, e 500.000 euro investiti ogni anno per la ricerca.

Ma anche progetti più particolari, come quello che può contare sulla collaborazione della Make-Up Artist Serena Ballerini, che offre la possibilità di truccare o insegnare a truccare le pazienti attualmente in terapia presso il Reparto di Ematologia.

09012016-GRADE1 054

Serena mette a disposizione le sue capacità e competenze su prenotazione il sabato mattina, dalle 9 alle 12 presso il Reparto. Il servizio è totalmente gratuito e dedicato a tutte le pazienti del Reparto di Ematologia dell’Arcispedale Santa Maria Nuova – IRCSS.

09012016-GRADE1 080

09012016-GRADE1 120

09012016-GRADE1 132

09012016-GRADE2 001

09012016-GRADE1 140

09012016-GRADE1 095

09012016-GRADE1 052

Pubblicato in Cultura Emilia


Atleti davvero speciali, del gruppo sportivo ASD Sanseverina, si sono affrontati e distinti anche nella disciplina del judo.
di Lgc - Parma 16 giugno 2014 --
Nei giorni scorsi, nell'ambito del programma delle attività sportive Special Olympics, si è svolto l'incontro "Judo x Tutti".
Un pomeriggio di festa che ha coinvolto i ragazzi del Judo Center con gli atleti Special Olimpics che da quest'anno hanno iniziato questa nuova disciplina dando dimostrazione delle loro abilità.
L'ASD Libertas Sanseverina ONLUS è l'associazione parmense aderente all'organizzazione internazionale Special Olympics la cui missione è promuovere l'accettazione delle differenze e di dimostrare le abilità delle persone con disabilità intellettuali attraverso le discipline sportive. Lo SPORT quindi come mezzo per favorire la piena integrazione nella società e il cambiamento culturale a beneficio di persone con disabilità intellettuale. Un percorso che si fonda su solide basi scientifiche e che, attraverso l'organizzazione internazionale, riconosciuta dal CIO, vede coinvolti oltre 4 milioni di atleti in tutto il mondo memntre, solo in Italia, coinvolge ben 10.000 volontari realizzando 300 eventi ogni anno.
Con il motto "Che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze" gli atleti affrontano con determinazione e tanta allegria le discipline a loro più congeniali in un ambito integrato e unificato e, manco a dirlo, i risultati sono sotto gli occhi di tutti coloro che intendono osservare.

Gli atleti di Judo ASD Sanseverina:
- Costantino Concas
- Davide Pioli
- Mirko Lanfranchi
- Ciro Iorinino
- Giuseppe Rossi
- Alide Carra
- Andrea Mirlisenna
- Luciano Curziotti
- Mauro Bonini
- Giovanni Loreti.

 

 

Pubblicato in Sport Parma