Venerdì, 01 Novembre 2019 05:55

Grave infortunio sul Lavoro

Infortunio sul lavoro occorso ieri sera ad cittadino italiano, classe '88, il quale è rimasto bloccato tra un tubo e il mezzo escavatore.

L'uomo, che lavorava per una ditta impiegata al rifacimento delle strade a Monchio delle Corti, è stato ricoverato d'urgenza, in codice rosso, al pronto soccorso di Parma.

Pubblicato in Cronaca Parma

Tante le frazioni che rischiano di rimanere isolate o con una accessibilità molto complicata. Serpagli: "Stiamo garantendo la percorribilità delle strade, per evitare l'isolamento delle frazioni, ma abbiamo bisogno dell'aiuto della Regione." -

Parma, 16 settembre 2015 –

L'agenzia regionale di Protezione Civile informa che da mezzogiorno di ieri è cessata l'allerta per il fiume Trebbia e quella per il fiume Nure, e per il fiume Ceno ma la situazione per il territorio è di grave disagio. La Provincia di Parma è al lavoro per garantire la percorribilità della viabilità in Val Ceno, ma le piogge dei giorni scorsi hanno creato gravi disagi.

Le strade provinciali danneggiate

L'elenco delle strade provinciali interessate è un bollettino di guerra: la 359 di Salsomaggiore e Bardi, in particolare il ponte sul Rio dei Legni in Comune di Bardi, la 66 di Compiano, la 21 di Bardi e Borgotaro, la 28 di Varsi, la 654 della Val Nure, la 77 di Boccolo, la 25 delle Pianazze. Ulteriori danni si sono verificati nelle strade provinciali sul crinale appenninico da Monchio delle Corti fino a Tornolo. Danneggiati ponti, piani stradali e tombini, si segnalano frane, cedimenti ed erosioni.

La stima dei danni

"Da una prima stima dei danni, siamo già sopra il milione di euro – afferma il Delegato provinciale alla Viabilità Gianpaolo Serpagli – Per i soli interventi di somma urgenza la cifra rasenta i 400 mila euro, impiegati per garantire la sicurezza immediata del traffico, pur con limitazioni di velocità e in alcuni casi di sensi unici alternati, in attesa degli indispensabili interventi di messa in sicurezza. Vista la dimensione del problema, chiediamo alla Regione Emilia-Romagna un finanziamento, come già avvenuto in passato."

Le frazioni che rischiano l'isolamento

Sono tante le frazioni che rischiano di rimanere isolate o con una accessibilità molto complicata, per cui la Provincia è fortemente impegnata, tra cui: Piane, Ponte Lecca, Boccolo, Scopolo, I Gabriellini, Visoleto Di Qui, Visoleto Di Là, tutte tra Bedonia, Bardi e Compiano.

Pubblicato in Cronaca Parma

Palanzano e Monchio delle Corti la Gilda degli Insegnanti annuncia un possibile esposto in Procura: "Non rispettate le prerogative sindacali"

La Gilda degli Insegnanti, per quanto riguarda il progetto didattico Palanzano – Monchio delle Corti nel precisare che non è stata convocata al tavolo di concertazione previsto dalla legge regionale, che non ha ricevuto le informative preventive che gli spettano per contratto, che non si ha traccia della delibera del Collegio dei Docenti e che in queste condizioni dovrà sedersi al tavolo contrattuale decentrato, pretende che siano rispettate le prerogative delle rappresentanze territoriali dei dipendenti del comparto scuola della Provincia di Parma.

Se ciò non accadrà muoveremo i passi nelle sedi opportune, ci riserviamo anche un esposto alla Procura della Repubblica, che piaccia o no ai politici di rilievo locale tra i sindacati rappresentativi del comparto scuola c'è anche la Gilda, la quale ribadisce nuovamente che non ha nulla in contrario al fatto che vengano svolte attività didattiche nell'ex Plesso di scuola secondaria di Primo Grado di Monchio delle Corti, in cui vengano coinvolti alunni frequentanti le scuole site a Palanzano, ma in risposta a certe affermazioni che hanno avuto risalto mediatico, espresse da soggetti locali che non hanno titolo alle relazioni sindacali per conto degli organi del Ministero dell'Istruzione, precisiamo che la competenza a deliberare sui progetti didattici è del Collegio dei Docenti, così come statuisce l'art. 7 del decreto legislativo 297/94, esso è l'organismo "sovrano" della scuola, ha delle attribuzioni specifiche previste dalla legge e noi della Gilda le difendiamo a spada tratta, specie qui nel Parmense dove soggetti estranei al Ministero, spesso politici di rilievo locale, pretendono di sovrapporsi ad esso senza averne titolo.

Il Collegio dei docenti come cita espressamente la legge, si insedia "all'inizio di ciascun anno scolastico" ed a nessun insegnante possono essere imposte attività da esso non deliberate, ricordiamo a qualche collega che ciò è tra i cardini della libertà di insegnamento.
Inoltre, come nel caso di Monchio e Palanzano, trattandosi di un accordo tra Istituto ed enti esterni, in questo caso i due comuni, per contratto a noi ed agli altri quattro sindacati tocca ricevere un'informativa preventiva che non è giunta.

Salvatore Pizzo, coordinatore provinciale della Gilda, precisa: "Facciano deliberare dal collegio, ci mandino le informative preventive previste dalla legge le quali ci spettano in automatico per dare esecutività agli accordi e per noi tutto sarà pacificamente in regola, altrimenti adiremo agli organi competenti. Ci meraviglia che si voglia giocare sul fatto che incidentalmente nel Consiglio d'Istituto, l'unico organo che pare abbia deliberato qualcosa, incidentalmente ci sia anche qualche attivista sindacale, il contratto di settore delinea chiaramente come vanno composte le delegazioni sindacali, la politica locale e i suoi adepti se ne facciano una ragione"

Il 13 e 14 agosto si terrà Appenninfest a Monchio delle Corti: l'iniziativa è dedicata alla valorizzazione dell'Appennino e delle sue bellezze naturalistiche. Quest'anno è l'occasione anche per festeggiare il riconoscimento dell'Appennino Tosco Emiliano come riserva Mab Unesco.

Parma, 9 agosto 2015 –

Sarà una due giorni dedicata all'Appennino e alle sue bellezze naturalistiche. Giovedì 13 e venerdì 14 agosto 2015 si terrà l'undicesima edizione di Appenninfest a Monchio delle Corti. Un'occasione anche per festeggiare il riconoscimento dell'Appennino Tosco Emiliano come riserva Mab (Man and the Biosphere) Unesco.

La manifestazione è stata presentata venerdì mattina in Provincia da Claudio Moretti, Consigliere Provinciale con delega alla Montagna e sindaco di Monchio delle Corti, dall'onorevole Giuseppe Romanini, da Michela Canova, Consigliera Provinciale con delega all'Ambiente, da Fausto Giovannelli, Presidente del Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano, da Giuseppe Vignali, Direttore del Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano da Ilaria Lazzari, vicesindaco di Monchio delle Corti e da Giancarlo Anghinolfi, Presidente della Cooperativa Biricca.

"Abbiamo un grande patrimonio ma ci siamo occupati soprattutto di quello architettonico: ora dobbiamo pensare a quello naturalistico ed eventi di questo tipo servono a riscoprire luoghi molto belli a portata di mano" ha sottolineato, in apertura, Michela Canova. È l'onorevole Giuseppe Romanini a ricordare che il riconoscimento Mab Unesco si sposa perfettamente con ciò che accade a livello nazionale. "Abbiamo da poco approvato la legge sull'agricoltura sociale che riconosce gli sforzi di quanti si sono impegnati sul tema della responsabilità in agricoltura, ed è al vaglio del Parlamento la legge sulla biodiversità. Il riconoscimento Mab è in questa linea innovativa che il nostro territorio persegue".
Il successo di essere entrati nel Mab Unesco è un importante traguardo e un riconoscimento anche alla bellezza e alla ricchezza ecologica delle montagne del territorio. Mab è un inizio per dare ai bambini, alle ragazze e ai ragazzi l'orgoglio di appartenenza all'Appennino, insieme con il supporto e le conoscenze necessarie per progredire sulla via dell'innovazione e dello sviluppo sostenibile.

Per questo anche Monchio delle Corti rilancia con le iniziative di Appenninfest "Siamo all'undicesima edizione che vuole festeggiare il riconoscimento Unesco: è un modo per incoraggiarci e spronarci e per comprendere che il nostro territorio offre molte ricchezze che dobbiamo saper promuovere" ha rimarcato Ilaria Lazzari. A partire dalle 9 del 13 agosto ci sarà l'apertura del mercato con prodotti tipici e dell'artigianato locale: la sera si terrà il concerto "Non solo tango" a cura dei Parchi della Musica. Per venerdì 14 agosto, a Prato Spilla, il programma offre la possibilità di divertirsi con una serie di attività: dallo yoga nel bosco all'escursione guidata sul crinale, al risveglio muscolare nel bosco. Molti gli incontri dedicati ai bambini come l'atelier delle acque o il miniworshop fotografico. Alle 11.00 si aprirà il Convegno "Vivere Appennino, prospettive e realtà" con l'intervento di esperti per riflettere sulle prospettive del territorio, sulle eccellenze gastronomiche, sulle sfide per il futuro. Alle 17.30 previsto il concerto "Estate" a cura dei Parchi della Musica. "Come diventare artefici del proprio futuro si potrebbe dire: in questi anni il Comune si è occupato di energie rinnovabili, di servizi con il primo esperimento di cure intermedie" ha ricordato Claudio Moretti. "La biodiversità e la cura del territorio in chiave internazionale segna un cambio culturale: le nostre zone sono frequentate da molti turisti stranieri che ne apprezzano la bellezza e il lavoro di promozione che facciamo".
"L'ambiente crea lavoro e occupazione, ma dobbiamo sottolineare che gli ambienti sono belli, ma anche faticosi e lenti" ha sottolineato Giancarlo Anghinolfi, Presidente della Cooperativa Biricca che gestisce gli impianti di Prato Spilla. "Se saremo capaci di coniugare bene questi significati può essere un trampolino per la valorizzazione degli spazi e degli ambienti".

Inoltre dal 10 al 16 agosto sarà possibile visitare, alla Sala Don Bosco a Monchio delle Corti, "Behind Food Sustainability – Oltre la sostenibilità alimentare" mostra itinerante dell'Unesco e del Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano.
A chiudere l'incontro le parole di Fausto Giovanelli: "Appenninfest è un evento locale ed estivo che s'inserisce in una strategia di lungo e medio periodo. Il riconoscimento Unesco è un punto di partenza da cui trarre molto per l'intero territorio. La mostra parla della storia del territorio nel mondo: ma a Monchio verrà letta e interpretata con le chiavi culturali di questi luoghi".
La manifestazione è promossa dal Comune di Monchio delle Corti, dai Parchi del Ducato, dal Parco dei Cento Laghi, dal Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano, con il patrocinio della Provincia di Parma.

LOCANDINA A3 APPENNINFEST rid

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Parma)

Pubblicato in Comunicati Turismo Parma

Massima solidarietà della Gilda Insegnanti a quanti si stanno adoperando per mantenere l'esistenza di una scuola secondaria di 1° grado (ex media) a Monchio. -

Parma, 6 agosto 2015 -

La Gilda degli Insegnanti, quale associazione professionale dei docenti italiani e contitolare della rappresentanza collettiva di categoria, da sempre impegnata a difendere l'esistenza e il mantenimento dei livelli scolastici della scuola statale sul territorio, esprime la massima solidarietà a quanti si stanno adoperando per mantenere l'esistenza di una scuola secondaria di 1° grado (ex media) a Monchio, tuttavia esprime un duplice suggerimento affinchè tutto sia regolare per giustificare lo svolgimento, una volta a settimana, di attività scolastiche a Monchio degli alunni frequentanti il plesso di Palanzano:

a) Il progetto didattico da quanto ci risulta è stato approvato dal Collegio dei docenti dell'Istituto Comprensivo di Corniglio in carica lo scorso anno scolastico 2014/15, ma la delibera riguarda un'attività da svolgersi nel prossimo anno scolastico, quindi per avere un atto realmente efficace dovrebbe deliberare l'organo collegiale in carica per l'anno scolastico 2015/16, non quello dell'anno precedente. Ciò potrà avvenire agli inizi di settembre quando l'organismo si insedierà. Se tale deliberazione non dovesse avvenire ogni docente neo arrivato nell'Istituto di Corniglio, in base alla propria libertà didattica, potrebbe ritenersi non vincolato ad aderire.
b) Inoltre, ancora una volta, facciamo presente che l'organizzazione della rete scolastica sul territorio può essere modulata previa concertazione con le parti sociali, l'obbligo è contenuto nell'art.45 comma 2 della Legge Regionale n. 12 del 30 giugno 2013,

La Gilda è una parte sociale in quanto firmataria del CCNL comparto scuola ed è rappresentativa dei docenti in base alle norme vigenti, ma così come le analoghe organizzazioni di categoria non è stata mai interpellata.

Salvatore Pizzo, coordinatore provinciale della Gilda degli Insegnanti, fa anche presente "Siccome questo tipo di progetti didattici costituiscono uno degli elementi della contrattazione collettiva integrativa decentrata, quando tra poche settimane ci siederemo al tavolo contrattuale riguardante l'Istituto Comprensivo di Corniglio potrebbero emergere problematiche che, facendo i passi giusti, possono essere evitate in partenza, purtroppo nel Parmense si fa largo la moda di discutere di scuola senza i rappresentanti di docenti e personale scolastico, che fino a prova contraria sono regolarmente eletti".

(fonte: ufficio stampa Gilda Insegnanti Parma)

Lunedì, 04 Maggio 2015 11:53

Aperta la pesca al Lago Ballano e ai Lagoni

Aperta la pesca nel Parco dei Cento Laghi (lago ballano e Gemini) nell' Appennino Parmense. Le modalità per ottenere il tesserino regionale o stagionale. -

Parma, 4 maggio 2015 -

Aperta ieri la pesca nei Laghi a Regolamentazione Speciale, Lago Ballano (Monchio delle Corti-PR) e Laghi Gemini (Lagoni, Corniglio-PR) (si ricorda che ai sensi dei regolamenti vigenti "E' vietata la pesca nei laghi ghiacciati o parzialmente ghiacciati").
La pesca nei Laghi Gemini e nel Lago Ballano è consentita ai pescatori muniti di licenza di pesca sportiva in corso di validità (art. 14 LR 11/2012) e del tesserino regionale di pesca controllata per la registrazione delle catture di salmonidi e timallidi di cui all'art. 15, comma 1 della L.R. 11/2012 ed è necessario anche un tesserino giornaliero e/o stagionale rilasciato dall'Ente Parco (o da altro soggetto cui il Parco abbia delegato tale servizio), a fronte di un contributo per il rimborso spese amministrative.

Il tesserino stagionale consente di praticare attività di pesca sportiva nei Laghi Gemini (Superiore e Inferiore) e Ballano per tutta la stagione di pesca 2015.
Il rilascio del tesserino stagionale comporta il versamento di un contributo a titolo di rimborso delle spese amministrative, secondo le seguenti modalità:
Euro 60,00 per i residenti nei Comuni del Parco (Monchio delle Corti, Corniglio e Tizzano Val Parma)
Euro 70,00 per i residenti fuori dai Comuni del Parco ma soci (anno 2014) delle SPS "Fario" o "I Cannisti Val Parma";
Euro 90,00 per tutti coloro che non risiedono nei comuni sopraccitati e che non sono soci delle SPS.
Sconto del 50% rispetto alla categoria di appartenenza di cui sopra, per i disabili ed invalidi (con patologie diverse dalla deambulazione limitata) previa presentazione di certificato medico;
Gratuito solo per i disabili a deambulazione limitata previa presentazione di certificato medico.

Per richiedere e ottenere il Tesserino Stagionale 2015 sarà sufficiente eseguire 3 semplici operazioni:
1. effettuare un versamento sul c/c bancario del Parco;
2. compilare e firmare un'autocertificazione (Modulo 1), disponibile presso gli uffici del Parco a Giarola, Monchio delle Corti e Corniglio (0521-802688) ed è scaricabile da internet al seguente link www.parchidelducato.it/page.asp?IDCategoria=273&IDSezione=1247&ID=501961

3. recapitare al Parco il "Modulo 1" compilato, insieme alla ricevuta del versamento postale.
Il tesserino giornaliero consente di praticare la pesca in uno dei due laghi a Regolamentazione Speciale a scelta del pescatore (Lago Ballano o Laghi Gemini).
Il rilascio del tesserino giornaliero comporta il versamento di un contributo a titolo di rimborso delle spese amministrative sostenute, secondo le seguenti modalità:
Euro 10,00, per chi intende trattenere il numero di capi giornalieri consentiti;
Euro 5,00 per chi pratica pesca No Kill, per i ragazzi di età inferiore ai 14 anni, per gli adulti di età superiore ai 65 anni (previa esibizione di un documento d'identità).
Sconto del 50% per i disabili ed invalidi (con patologie diverse dalla deambulazione limitata) previa presentazione di certificato medico;
Gratuito solo per i disabili a deambulazione limitata previa presentazione di certificato medico.

Il tesserino giornaliero potrà essere acquistato dal pescatore in qualsiasi data nei punti vendita di seguito indicati:

NEGOZI DI PESCA E SPORT
- Bonpensieri Tutto per la Pesca Sportiva (Parma) – Tel: 0521980875.
- Fishing & Adventure (Parma) – Tel: 0521986895.
– Ingropesca snc (Parma) – Tel. 05211710754.
– Armeria "Il Torrione" (Collecchio) – Tel. 331-8554232.
– Pesca Sport (San Polo d'Enza, RE) – Tel. 0522-241213

ESERCIZI COMMERCIALI
- Bar-paninoteca "Il Baretto" (Loc. Licciana Nardi – MS) – Tel: 0187475040.
- Bar Walter (Loc. Rigoso di Monchio delle Corti – PR) – Tel: 0521890143.
- Chiosco al Lago Ballano (Loc. Lago Ballano, Trefiumi di Monchio delle Corti – PR) – Tel: 0521-899015.
- Edicola tabaccheria di Bruno Stefano (Palanzano) – Tel. 0521897233
- Rifugio Lagoni (Loc. Lagoni di Corniglio – PR) – Tel: 0521889118.
- Alimentari Ablondi Mina (Loc. Beduzzo di Corniglio – PR) – Tel. 3335306342
- Alimentari Superchi Stefania (Corniglio – PR) – Tel. 0521881235
- Alimentari Pasquinelli (Loc. Bosco di Corniglio – PR) – Tel. 3939406771-3472996338

UFFICI DEL PARCO DEI CENTO LAGHI:
Monchio delle Corti - Tel: 0521896618, Corniglio – Tel: 0521880363 – Giarola (Collecchio) 0521/802688.

Aggiornamento sulle strade provinciali: questa mattina smottamento sulla Massese, lavori in corso sulla SP15 di Calestano. In entrambe le strade si circola a senso unico alternato -

Parma, 27 febbraio 2015 –

Stamattina si è verificato uno smottamento sulla Sp 665R Massese al km 59+100, in località Cozzanello, nel Comune di Monchio delle Corti. Lo smottamento interessa metà carreggiata, la corsia di valle. Le maestranze della Provincia stanno intervenendo per drenare le acque sorgive a monte della strada, in modo da togliere la principale causa di criticità.
E' stato istituito il senso unico alternato e nei prossimi giorni, terminati i lavori, si verificherà se occorrerà procedere con lavori più cospicui o se sarà già possibile ripristinare la carreggiata danneggiata.

Intanto proseguono i lavori sulla Sp 15 di Calestano al km 18 + 200, in località Pioppone, a sud di Marzolara, che ieri era stata interessata da un movimento franoso e su cui si circola a senso unico alternato con semaforo e torre faro.
Da parte della Provincia sono stati posizionati diversi picchetti, allo scopo di monitorare il fenomeno franoso in atto. Il Servizio Tecnico di Bacino interverrà nelle prossime ore per drenare le acque del Baganza che hanno eroso il piede del versante. La fognatura di acque nere è già stata deviata, per evitare ulteriori sversamenti nel corpo di frana.
Nei prossimi giorni le maestranze della Provincia interverranno per drenare il più possibile le acque a monte della strada e alcune sorgenti presenti, le cui acque entrano nel corpo di frana.

Pioppone 1rid

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Parma)

La Gilda degli Insegnanti ha rilevato la mancata concertazione con le parti sociali prevista dalla legge, a seguito dello scontro che sta interessando l'Istituto Comprensivo di Corniglio, relativamente al futuro dei plessi della scuola di 1° grado di Palanzano e Monchio delle Corti -

Parma, 17 settembre 2014 -

La Gilda degli Insegnanti a seguito dello scontro dal sapore campanilistico che sta interessando l'Istituto Comprensivo di Corniglio, relativamente al futuro dei plessi della scuola di 1° grado (ex medie) di Palanzano e Monchio delle Corti, con una lettera inviata ai sindaci dei due comuni, al dirigente scolastico e per conoscenza al dirigente dell'Ambito Territoriale Scolastico, ha formalmente rilevato che la legge regionale che regola la programmazione territoriale dell'offerta formativa, prevede che sia obbligatoria la concertazione con le parti sociali. Procedura che le amministrazioni interessate fino ad oggi non hanno seguito, almeno nei confronti delle rappresentanze firmatarie del contratto di categoria dei docenti e del restante personale scolastico.

La Federazione Gilda Unams rilevando che di fronte all'impossibilità della politica locale di decidere, ledendo così non solo i diritti degli studenti ma anche del personale scolastico, docente e non, che deve avere un'assegnazione certa e non "provvisoria", ha proposto che i comuni interessati demandino le decisioni da adottare al Collegio dei Docenti, organo per legge deputato ad individuare un'organizzazione didattica ottimale rispetto alle specifiche esigenze ambientali. Salvatore Pizzo, coordinatore provinciale della Gilda Unams, precisa: "Affidarsi al corpo docente che riveste un ruolo di centralità nelle situazioni scolastiche è quanto di meglio si possa fare in una situazione del genere, la politica locale come quella nazionale quando si occupa di istruzione dimentica spesso gli insegnanti e le loro rappresentanze di categoria, come se la scuola la facessero altri".

(Fonte: ufficio stampa Gilda Unams Insegnanti Parma)

Settant’anni fa furono uccisi dai nazisti ventitré civili e il parroco. In un film documentario nuove testimonianze sulla strage, oltre a quelle raccolte  dal dopoguerra  -

 

Villa Minozzo, 25 marzo 2014 -

“A settant’anni dalla strage di Cervarolo, avvenuta il 20 marzo 1944 ad opera dei nazisti, in cui furono uccisi ventitré civili e il parroco, don Battista Pigozzi, ospiteremo la prima del documentario che ricorda quella tragedia”: così il sindaco Luigi Fiocchi presenta “E vennero da lontano”, il filmato di Riccardo Stefani, regista, e Sabrina Guigli, che sarà proiettato sabato sera, alle 21, nel teatro I Mantellini.

“Il tema principale del film documentario  - spiega il primo cittadino - è la ricostruzione, in chiave storica,  dell’eccidio di Cervarolo e di quello di Monchio, in comune di Palagano, nel modenese, dove l’opera è stata vista in anteprima nei giorni scorsi. La pellicola è la prosecuzione e l’approfondimento dell’argomento già affrontato nel film  ‘Sopra le nuvole’, realizzato dagli stessi autori nel 2008”.  

 

rid Riccardo Stefani dietro la macchina e un attore

 

Il paese di Cervarolo è “tra le ‘città’ - prosegue Luigi Fiocchi - decorate al valor militare per la guerra di liberazione, insignito della medaglia di bronzo, mentre il comune è stato fregiato della medaglia d’argento, a conferma delle sofferenze e del tributo di sangue pagato dalla nostra gente per la libertà e la democrazia”. 

Conclude il sindaco Fiocchi: “Il verdetto di condanna per i responsabili di quella strage è stato emesso solo tre anni fa, ma dal dopoguerra ad oggi sono state diverse le testimonianze scritte, tra cui le pubblicazioni ‘Raffiche di mitra in montagna’ di Umberto Monti (1946) e ‘Morte sull’aia’ di Pietro Alberghi (1964). Il documentario che vedremo nella serata di sabato, assieme al film di sei anni fa, basati entrambi, oltre che sui documenti storici, sui racconti dei sopravvissuti dei due eccidi (e per la cui produzione ci si è anche avvalsi di numerose comparse locali), vanno ad arricchire il ricordo di tragici avvenimenti che dovranno rimanere sempre a monito delle generazioni future”.

Si legge, fra l’altro, in una nota di presentazione del filmato “E vennero da lontano”, i cui protagonisti sono  “il territorio, la sua gente e la sua cultura”: “Lo spettatore verrà coinvolto nelle paure, nelle emozioni  e nei sentimenti di chi, in prima persona, ha vissuto quei momenti”. 

 

(Fonte: ufficio stampa Comune di Villa Minozzo)

 

Le ricerche degli uomini del Soccorso alpino sono iniziate ieri verso sera nella zona sciistica di Pratospilla: ritrovato sul Monte Bocco -

Parma, 12 febbraio 2014 -

Intense le ricerche condotte nella tarda serata di ieri dagli uomini del Soccorso alpino alla ricerca di un giovane disperso nella zona sciistica di Pratospilla, nel comune di Monchio delle Corti, a circa 1.350 metri di altitudine. L'Ansa riporta che l' escursionista, un 34enne di Langhirano, era andato a togliere alcune segnalazioni per una gara di scialpinismo annullata nei giorni scorsi per maltempo. Perdendo l'orientamento a causa di una fitta nebbia e di una nevicata, si è ritrovato sul versante opposto, quello toscano, del Monte Bocco ed ha chiamato il 118. E' stato ritrovato fortunatamente in buone condizioni di salute, attorno alle 23 di ieri sera.

 

Pubblicato in Cronaca Emilia
Pagina 1 di 2