Visualizza articoli per tag: salute

Editoriale:  - Tutti in fregola per la sorpresa di Conte - Lattiero caseario. Contrazione latte, scende la crema e il Parmigiano Reggiano -Cereali e dintorni. Mercati stazionari verso il basso. Euro indebolito - EIMA 2020: in due giorni prenotato più di un terzo dell’intero spazi - Parmigiano Reggiano, il commento sui dazi di Trump - Si chiama AZZURRA, si legge efficienza -

SOMMARIOcibus-39-29set19-COP.jpg
Anno 18 - n° 39 29 settembre 2019
1.1 editoriale
Tutti in fregola per la sorpresa di Conte!
2.1 lattiero caseario Lattiero caseario. Contrazione latte, scende la crema e il Parmigiano Reggiano
2.1 Bis lattiero caseario Lattiero caseari. tendenza
3.1 cereali e dintorni Cereali e dintorni. Mercati stazionari verso il basso. Euro indebolito
4.1 cereali e dintorni tendenze.
6.1 bonifiche Canale Emiliano Romagnolo: 60 anni all’insegna di innovazione e sostegno all’agricoltura.
6.2 FIERE - EIMA e SIMA EIMA 2020: in due giorni prenotato più di un terzo dell’intero spazi
7.1 Grano Duro Campagna grano duro, incontro in Regione con scienziati, produttori e rappresentanti di categoria.
7.2 logistica cooperativa Si chiama AZZURRA, si legge efficienza
9.1 USA e i dazi di trump Parmigiano Reggiano, il commento sui dazi di Trump
9.2 cooperative I primi 40 anni della Casearia Agrinascente PARMA 2064
10.1 fiume PO Fiume PO, protocollo d’intesa tra Università e Autorità distrettuale
11.1promozioni “vino” e partners
12.1 promozioni “birra” e partners

(per seguire gli argomenti correlati clicca QUI)

  

(per seguire gli argomenti correlati clicca QUI)

(Scarica il PDF alla sezione allegati)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Martedì, 24 Settembre 2019 11:17

L'altra metà dell'alzheimer 

600.000 mila le persone colpite dalla malattia in Italia. E molto spesso sono i familiari a occuparsi in prima persona dell’assistenza. Sono loro, i caregiver, l’altro “volto” del fenomeno. Un’attività gravosa la loro, che per oltre un parmense su tre (40%) ha l’impatto maggiore sul piano psicologico ed emotivo.

Torino, 23 settembre 2019 – In Italia sono 600.000 le persone che soffrono di Alzheimer e che si trovano a confrontarsi, ogni giorno, con un progressivo declino della memoria e delle capacità cognitive, fino all’impossibilità di portare a termine persino i compiti più semplici.

Numeri importanti di un fenomeno che però ha anche un altro volto: quello dei familiari che, in molti casi, si fanno carico in prima persona dell'assistenza al loro parente. Un'attività spesso svolta in maniera informale, che per oltre un abitante di Parma su tre (40%) ha il suo impatto più forte, provante, e complesso da gestire, sulla sfera psicologica ed emotiva.

Lo rileva l'ultima ricerca dell'Osservatorio di Reale Mutua sul welfare1 che, in occasione del mese dell'Alzheimer, ha accesso un faro sui caregiver e su come i parmensi percepiscano l'assistenza da loro prestata, tra ruoli, difficoltà e bisogni di fronte alla patologia.

Oltre agli impatti psicologici, un parmense su tre (33%) menziona le ripercussioni sulle disponibilità economiche derivanti dai costi di cura e assistenza. Dati che trovano conferma in una ricerca Censis-Aima (Associazione italiana malattia di Alzheimer), che ha quantificato a livello nazionale i costi diretti dell'assistenza in oltre 11 miliardi di euro, di cui il 73% a carico delle famiglie. Un costo annuo medio, per paziente, di oltre 70.000 euro, comprensivo dei costi a carico del SSN, di quelli che ricadono sulle famiglie e di quelli indiretti, come i mancati redditi da lavoro percepiti dai pazienti o gli oneri di assistenza dei caregiver.

L'aspetto più difficile da gestire assistendo un familiare affetto da Alzheimer è il cambiamento irrevocabile nella persona e nella relazione (38%), seguito dalla sua regressione psichica (20%) e dal rischio che il paziente possa far male a se stesso o agli altri (13%).

Ma quali sono, nella percezione degli abitanti di Parma, i campanelli d'allarme del manifestarsi della malattia? I più caratteristici sono il disorientamento spazio-temporale, che si manifesta ad esempio con lo smarrirsi per strada (27%) e la dimenticanza dei nomi dei familiari (22%). Seguono l'incapacità di svolgere azioni abituali (18%) e quella di ricordare posizioni di oggetti dentro casa (18%).

Quali sono le realtà e i soggetti che i parmensi, in generale, percepiscono come più attivi sul fronte dell'Alzheimer? In primo luogo, le associazioni nazionali o territoriali (36%), seguite dalle strutture e le cliniche private (24%) e dai servizi del Sistema Sanitario Nazionale (11%). Quanto a specifiche attività sul territorio dedicate all'assistenza ai malati di Alzheimer, l’80% dei parmensi afferma di non conoscere progetti a riguardo.

Per sostenere l’attività dei caregiver, oltre un parmense su due opterebbe per attività presso centri diurni (58%) e per servizi di assistenza domiciliare (36%), magari integrati da attività dedicate durante il giorno (29%). Un parmense su tre vede inoltre una soluzione efficace nella flessibilità oraria (31%), che permette di conciliare la cura del proprio caro con l'attività lavorativa, senza dovervi rinunciare.

Per affrontare e gestire con efficacia gli impatti psicologici, il 67% dei parmensi si rivolgerebbe infine a uno psicologo o psicoterapeuta, magari ricorrendo ad associazioni dedicate. Il 18% cercherebbe sostegno in famiglia e un ulteriore 13% andrebbe dal medico di base.

“L'Alzheimer ha un forte impatto sulle famiglie in termini di costi, oneri di assistenza e cura e anche, come confermato dal nostro Osservatorio, carichi psicologici ed emotivi.” - commenta Michele Quaglia, Direttore Commerciale e Brand di Gruppo – “Se guardiamo ai trend demografici, i dati ci dicono che in Italia ci sono 13,8 milioni di ultra 65enni, il 23% della popolazione, ed è in corso un continuo fenomeno di invecchiamento. È quindi importante affiancare le famiglie, che in gran parte fanno fronte da sé ai compiti di assistenza, con soluzioni di welfare dedicate. Noi di Reale Mutua mettiamo a disposizione strumenti specifici che offrono un supporto concreto per gestire le diverse necessità e urgenze che possono verificarsi nella vita quotidiana: a partire dai prodotti Long Term Care che proteggono dal rischio di non autosufficienza, passando per i servizi di tutoring medico personalizzato per fornire informazioni e consigli utili, al supporto psicoterapeutico, alle sedute di orientamento e counseling, fino a servizi pratici come la consegna della spesa a domicilio e alle diverse prestazioni di assistenza domiciliare, che possono sostenere e affiancare l’operato del caregiver.”

1 Indagine CAWI condotta dall’istituto di ricerca Nextplora su un campione rappresentativo della popolazione italiana per quote d’età, sesso ed area geografica.



Fondata a Torino nel 1828, la Società Reale Mutua di Assicurazioni è la più importante Compagnia di assicurazioni italiana in forma di mutua. È capofila di Reale Group, un Gruppo internazionale nel quale operano oltre 3.700 dipendenti per tutelare circa 5 milioni di Clienti. Reale Mutua offre una gamma molto ampia di prodotti, sia nei rami Danni sia nei rami Vita. I suoi Soci/assicurati sono quasi 1,4 milioni, facenti capo a 355 agenzie presenti su tutto il territorio italiano. La Società evidenzia un’elevata solidità, testimoniata da un indice di solvibilità (Solvency II), calcolato con il Modello interno Parziale, che si attesta al 370,7% (Year End 2018).

AIFA ritira tutti i farmaci a base di ranitidina per rischio cancro tra questi anche il Buscopan. Ecco i medicinali da evitare.

Con un comunicato lanciato sul proprio sito, l’Aifa, l’Agenzia Italiana del Farmaco, ha disposto, a scopo precauzionale ed in attesa delle opportune analisi, l’immediato blocco e il divieto di utilizzo su tutto il territorio nazionale, nonché il ritiro dalle farmacie e dalla catena distributiva, di tutti i lotti di medicinali contenenti il principio attivo ranitidina.. Il provvedimento si è reso necessario, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, a seguito della comunicazione dell'FDA relativa alla presenza di un'impurezza denominata Nnitrosodimetilammina (NDMA), appartenente alla classe delle nitrosammine, riscontrata nel principio attivo ranitidina prodotto presso l'officina farmaceutica SARACA LABORATORIES LTD — India, e ai lavori di collaborazione intercorsi con le varie Agenzie Regolatorie Europee e TEMA e al Rapid Alert emesso dall'Agenzia Tedesca dei medicinali.

Di seguito l'elenco dei farmaci vietati:

- RANITIDINA AUROBINDO ITALIA 150 mg cpr riv - codice AIC n. 045309022 — lotto n. NCSA18003-

A scad. 28/02/2020 e lotto n. NCSA18011-A scad. 30/09/2020;

- RANITIDINA AUROBINDO ITALIA 300 mg cpr riv - codice AIC n. 045309073 — lotto n. NCSB18002-

B scad. 28/02/2020, lotto n. NCSB18003-A scad. 28/02/2020 e lotto n. NCSB19006-B scad.

31/01/2021;

della ditta AUROBINDO PHARMA (ITALIA) S.r.l. sita in Varese, Via San Giuseppe 102.

- ZANTAC 150 mg compresse - codice AIC n. 024448021 - lotti in allegato;

- ZANTAC 300 mg compresse - codice AIC n. 024448058 - lotti in allegato;

- ZANTAC fiale 50 mg/5 ml soluzione iniettabile - codice AIC n. 024448033 - lotti in allegato;

- ZANTAC 150 mg compresse effervescenti - codice AIC n. 024448072 - lotti in allegato;

della ditta GLAXOSMITHKLINE S.p.A. sita in Verona Via Fleming 2.

- RANIDIL sciroppo - codice AIC n. 024447068 - lotto n. 18M001 scad. 11/2020 e lotto n. 19F001

scad. 06/2021;

della ditta A. MENARINI Industrie Farmaceutiche Riunite S.r.l. sita in Firenze Via Sette Santi 3.

- RANITIDINA MYLAN GENERICS 150 mg cpr riv - codice AIC n. 035302138 - lotti in allegato;

- RANITIDINA MYLAN GENERICS 300 mg cpr riv - codice AIC n. 035302330 - lotti in allegato;

della ditta MYLAN S.p.A. sita in Milano, Viale dell'Innovazione 3.

- RANITIDINA RATIOPHARM 150 mg 20 cpr riv - codice AIC n. 038186021 - lotti in allegato;

- RANITIDINA RATIOPHARM 150 mg 30 cpr riv - codice AIC n. 038186045 - lotti in allegato;

- RANITIDINA RATIOPHARM 300 mg 20 cpr riv - codice AIC n. 038186110 - lotti in allegato;

- RANITIDINA RATIOPHARM 300 mg 30 cpr riv - codice AIC n. 038186134 - lotti in allegato;

della ditta RATIOPHARM ITALIA S.r.l. sita in Assago (MI), Centro Direzionale Milanofiori - Strada 1- Palazzo F10.

RANITIDINA HEXAL 300 mg 20 cpr riv - codice AIC n. 035331053 - lotti in allegato;

- RANITIDINA HEXAL 150 mg 20 cpr riv - codice AIC n. 035331014 - lotti in allegato;

della ditta SANDOZ S.p.A. sita in Origgio (VA), Largo Umberto Boccioni 1.

- RANITIDINA ALMUS 150 mg 20 compresse - codice AIC n. 035701010 — lotti in allegato;

- RANITIDINA ALMUS 300 mg 20 compresse - codice AIC n. 035701034 — lotti in allegato;

della ditta ALMUS S.r.l. sita in Genova, Via Cesarea, 11/10.

- RANITIDINA DOC GENERICI 75 mg 10 cpr riv film - codice AIC n. 034471045 — lotti in

allegato;

- RANITIDINA DOC GENERICI 150 mg 20 cpr riv film - codice AIC n. 034471019 — lotti in

allegato;

- RANITIDINA DOC GENERICI 300 mg 20 cpr riv film - codice AIC n. 034471021 — lotti in

allegato;

della ditta DOC GENERICI S.r.l. sita in Milano, Via F. Turati 40.

- RANITIDINA DOC GENERICI 75 mg 10 cpr riv film - codice AIC n. 034471045 — lotti in

allegato;

- RANITIDINA DOC GENERICI 150 mg 20 cpr riv film - codice AIC n. 034471019 — lotti in

allegato;

- RANITIDINA DOC GENERICI 300 mg 20 cpr riv film - codice AIC n. 034471021 — lotti in

allegato;

della ditta DOC GENERICI S.r.l. sita in Milano, Via F. Turati 40.

- RANIBEN 150 mg cpr - codice AIC n. 025241050 - lotti in allegato;

- RANIBEN 300 mg cpr - codice AIC n. 025241086 - lotti in allegato;

della ditta F.I.R.M.A. S.p.A. sita in Firenze, Via di Scandicci.

- ZANTAC 150 mg compresse - codice AIC n. 024448021 - lotti in allegato;

- ZANTAC fiale 50 mg/5 ml soluzione iniettabile - codice AIC n. 024448033 - lotti in allegato;

- ZANTAC 150 mg compresse effervescenti - codice AIC n. 024448072 - lotti in allegato;

- ZANTAC 150 mg/10 ml sciroppo - codice AIC n. 024448060 - lotti in allegato;

della ditta GLAXOSMITHKLINE S.p.A. sita in Verona Via Fleming 2.

- RANIBLOC 150 mg 20 compresse rivestite con film - codice AIC n. 025490018 — lotti in

allegato;

- RANIBLOC 300 mg 20 compresse rivestite con film - codice AIC n. 025490057 — lotti in

allegato;

della ditta IBN Savio Srl sita a Pomezia (Roma) via del Mare, 36.

- ULCEX 150 mg cpr - codice AIC n. 025084017 - lotti in allegato;

- ULCEX 300 mg cpr - codice AIC n. 025084056 - lotti in allegato;

della ditta Laboratori Guidotti S.p.A. sita in Pisa, Via Livornese, 897.

- RANIDIL 75 mg cpr - codice AIC n. 024447169 - lotti in allegato;

- RANIDIL 150 mg cpr - codice AIC n. 024447029 - lotti in allegato;

- RANIDIL 300 mg cpr - codice AIC n. 024447056 - lotti in allegato;

- RANIDIL 150 mg cpr eff - codice AIC n. 024447070 - lotti in allegato;

- RANIDIL 300 mg cpr eff - codice AIC n. 024447094 - lotti in allegato;

- RANIDIL fiale - codice AIC n. 024447031 - lotti in allegato;

- RANIDIL sciroppo - codice AIC n. 024447068 - lotti in allegato;

della ditta A. MENARINI Industrie Farmaceutiche Riunite S.r.l. sita in Firenze, Via Sette Santi.

- RANITIDINA ABC 150 mg 20 compresse rivestite con film - codice AIC n. 035505015 — lotti

in allegato;

della ditta ABC FARMACEUTICI SpA sita a Torino Corso Vittorio Emanuele II 72.

- RANITIDINA ALTER 150 mg 20 compresse rivestite con film - codice AIC n. 035702012 — lotti

in allegato;

della ditta LABORATORI ALTER S.r.l. sita in Milano VIA LOMELLINA 39.

RANITIDINA ANGENERICO 50 mg/5m1 soluzione iniettabile, 10 fiale 5m1 codice AIC n

035752082 lotto 1902R SCAD. 02/2021, della ditta Aristo Pharma GmbH sita in Germania e

concessionario per la vendita Aristo Pharma Italy SrI sita in Rozzano (MI), Strada 6 Palazzo n.3

MILANOFIORI.

- RANITIDINA AUROBINDO 150 mg 20 compresse rivestite con film - codice AIC n. 036605020

— lotti : N. 751900 SCAD. 10/2020 e N. 751901 SCAD. 10/2020

della ditta AUROBINDO PHARMA (ITALIA) S.r.l. sita in Varese, Via San Giuseppe 102.

- ZANTAC 150 mg 20 compresse rivestite con film - codice AIP n. 038486027 — lotti : E97V —

L38J — H94J — KY8B — LH35 — 9E8P;

della ditta BB FARMA Srl. sita a SAMARATE (VA) Viale EUROPA 160.

- RANITIDINA PENSA 300 mg 20 compresse rivestite con film - codice AIC n. 035334034 —

lotti in allegato;

della ditta PENSA PHARMA SpA sita in Milano Via Ippolito Rosellini 12.

- RANITIDINA PENSA 150 mg 20 compresse rivestite con film - codice AIC n. 035334022 —

lotti in allegato;

- RANITIDINA PENSA 300 mg 20 compresse rivestite con film - codice AIC n. 035334034 —

lotti in allegato;

della ditta PENSA PHARMA SpA sita in Milano Via Ippolito Rosellini 12.

RANITIDINA SALF 50 MG/ML SOLUZIONE INIETTABILE PER USO ENDOVENOSO - codice AIC

n. 041519012 - lotti in allegato;

della ditta SALF S.p.A. sita CENATE SOTTO (BG) Via MARCONI 2.

- RANITIDINA HEXAL 50 mg/5 ml 10 fiale - codice AIC n. 035331089 - lotti in allegato;

della ditta SANDOZ S.p.A. sita in Origgio (VA), Largo Umberto Boccioni 1.

RANITIDINA SALF 50 MG/ML SOLUZIONE INIETTABILE PER USO ENDOVENOSO - codice AIC

n. 041519012 - lotti in allegato;

della ditta SALF S.p.A. sita CENATE SOTTO (BG) Via MARCONI 2.

RANITIDINA HEXAL 50 mg/5 ml 10 fiale - codice AIC n. 035331089 - lotti in allegato;

della ditta SANDOZ S.p.A. sita in Origgio (VA), Largo Umberto Boccioni 1.

- BUSCOPAN ANTIACIDO 75 MG COMPRESSE EFFERVESCENTI - codice AIC n. 039279017 lotti in allegato;

della ditta SANOFI SpA sita a Milano Viale L. Bodio 37/b.

- RANITIDINA TECNIGEN 150 mg 20 compresse rivestite con film - codice AIC n. 035503010

- lotto PA0060A SCAD. 01/2022 e lotto OF0626A SCAD. 05/2021;

- RANITIDINA TECNIGEN 300 mg 20 compresse rivestite con film - codice AIC n. 035503034

- lotto PA0061A SCAD. 01/2022 e lotto OF0625A SCAD. 05/2021;

della ditta TECNIGEN S.r.l. sita in Ciniselo Balsamo (Mi) Via Galileo Galilei 40.

- RANITIDINA ZENTIVA 150 mg 20 compresse rivestite con film - codice AIC n. 035335025 -

lotti in allegato;

- RANITIDINA ZENTIVA 300 mg 20 compresse rivestite con film - codice AIC n. 035335037 -

lotti in allegato;

della ditta ZENTIVA Srl. sita a Milano Viale L. Bodio 37/b.

Il Nucleo Carabinieri per la Tutela della Salute AIFA è stato incaricato a voler procedere con gli adempimenti necessari per la verifica del divieto di utilizzo.

 

(Fonte Sportello dei Diritti - 23 settembre 2019)

Editoriale:  - Altro che bipolarismo o forse sì, se inteso come “disturbo” - Lattiero caseario. Latte ancora in trend positivo, ok crema, formaggi di nuovo stabili - Cereali e dintorni. Gli attacchi ai sauditi spingono i prezzi al rialzo. - Concorso Nocino e torte di noci, presentata la 36esima edizione-

cibus_38-22set19-COP.jpgSOMMARIO
Anno 18 - n° 38 22 settembre 2019
1.1 editoriale
Altro che bipolarismo o forse sì, se inteso come “disturbo”
2.1 lattiero caseario Lattiero caseario. Latte ancora in trend positivo, ok crema, formaggi di nuovo stabili
2.1 Bis lattiero caseario Lattiero caseari. tendenza
3.1 cereali e dintorni Cereali e dintorni. Gli attacchi ai sauditi spingono i prezzi al rialzo.
4.1 cereali e dintorni tendenze.
6.1 raccolta funghi Crescono i funghi - intensificati i controlli da parte dei Carabinieri Forestali.
6.2 eventi gastronomici Parmigiano Reggiano Night
7.1 parmigiano reggiano Il Parmigiano Reggiano è Official Partner di CHEESE
7.2 Life agricolture LIFE AGRICOLTURE: progetto al via per regalare nuovo sviluppo e tutela all’appennino emiliano 
9.1 Piacenza e dissesto idrogeologico Amministrazioni e Consorzio insieme per la lotta al dissesto idrogeologico
9.2 eventi Noci e nocino Concorso Nocino e torte di noci, presentata la 36esima edizione
10.1 fungo IGP Borgotaro Borgotaro: prosegue, anche nel prossimo fine settimana, la kermesse dedicata al fungo IGP
12.1promozioni “vino” e partners
13.1 promozioni “birra” e partners

(per seguire gli argomenti correlati clicca QUI)

(Scarica il PDF alla sezione allegati)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Botulino nella zuppa scaduta da tre settimane, paralizzato. Negligenza della vittima o responsabilità del marchio?

Intossicazione da botulino. Un uomo francese di Essonne, riporta Le Parisien, è ricoverato in gravi condizioni, al reparto di rianimazione dell'ospedale parigino, quasi completamente paralizzato,con pochissime speranze di guarigione. I medici hanno accertato che la tossina era contenuta nella zuppa che l'uomo ha consumato la fine di agosto dopo la scadenza in evidenza in etichetta del 4 agosto. I primi sintomi sono comparsi il giorno dopo: pupille dilatate, secchezza delle mucose, paralisi muscolare progressiva. L'uomo è stato ricovero in ospedale ed è stato trattato con siero antibotulinico. L'ospedale ha immediatamente attivato l'autorità sanitaria che ha condotto l'inchiesta epidemiologia che è stata effettuata direttamente con il paziente. Il giovane ha riferito di aver mangiato una confezione di zuppa precotta contenuta in una ciotola di plastica prodotta da un'azienda alimentare francese.

Analizzata anche la ciotola con i residui del minestrone e inviata all'Istituto zooprofilattico di Parigi che ha evidenziato la presenza della tossina botulinica di B. Il grave caso di botulino è stato reso noto anche dal Ministero della Salute sul sito internet istituzionale. Negligenza della vittima o responsabilità del marchio?

Le tossine negli alimenti non supportano il calore o l'esposizione prolungata all'ossigeno. Ma non cambiano né gusto né odore. Gli investigatori hanno trovato la zuppa di verdure nel frigorifero della vittima. "Nessun altro problema è stato segnalato sulle 630 confezioni del lotto che sono state vendute e consumate da allora", afferma l'autorità competente. La società del marchio incolpa la vittima. "Dato il periodo di incubazione (tre giorni), la data di ricovero del paziente (fine agosto) e la data di scadenza del prodotto (4 agosto), è dimostrato che il paziente ha consumato un prodotto scaduto ", spiega il marchio. Il botulismo è una forma rara di neuro-intossicazione in grado di provocare complicazioni molto serie e gravi all’organismo. La patologia non è contagiosa. Per Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, questo ennesimo fatto di cronaca evidenzia la necessità di prestare la massima attenzione ai termini di scadenza dei prodotti alimentari, poichè i rischi sono dietro l'angolo con possibili conseguente persino letali.

botulino_in-Zuppa.jpg

(18 settembre 2019)

Editoriale:  -Due Conti alla corte di Bruxelles - Lattiero caseario. Novità nel listino Parmigiano Reggiano: prezzi in tenue contrazione - Cereali e dintorni. Impennata di prezzi dopo l’uscita dei dati USDA. - "Quando i valori della cooperazione attraversano i settori" e la solidarietà crea lavoro e dignità sociale - Summit al Distretto del Po:mitigazione del rischio e vulnerabilità dell’area nord tra Parma e Colorno -


SOMMARIO Ancibus-37-15set19-COP.jpgno 18 - n° 37 15 settembre 2019

1.1 editoriale Due Conti alla corte di Bruxelles
2.1 lattiero caseario Lattiero caseario. Novità nel listino Parmigiano Reggiano: prezzi in tenue contrazione
2.1 Bis lattiero caseario Lattiero caseari. tendenza
3.1 cereali e dintorni Cereali e dintorni. Fiammata rialzista
4.1 cereali e dintorni tendenze.
5.1 cereali e dintorni Cereali e dintorni. Impennata di prezzi dopo l’uscita dei dati USDA.
6.1 eventi gastronomici "Quando i valori della cooperazione attraversano i settori" e la solidarietà crea lavoro e dignità sociale.
8.1 parmigiano reggiano Il Parmigiano Reggiano Kasher Parma2064 alla Giornata della Cultura Ebraica
8.2 CHEESE 2019 - BRA CHEESE 2019, il Parmigiano Reggiano è Official Partner
9.1 rischio idraulico Summit al Distretto del Po:mitigazione del rischio e vulnerabilità dell’area nord tra Parma e Colorno
10.1 11 settembre 2001 - terrorismo 11 Settembre 2001: Attacco all'America e al mondo occidentale
10.2 eventi funghi Fungo porcino di Borgotaro IGP in festa - il video promo di “Io parlo parmigiano”
11.1 bonifica Parma Consorzio Della Bonifica Parmense e Solidarietà: Al via due tirocini formativi
12.1promozioni “vino” e partners
13.1 promozioni “birra” e partners
(per seguire gli argomenti correlati clicca QUI) 

(per seguire gli argomenti correlati clicca QUI)

(Scarica il PDF alla sezione allegati)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Infermieri e Oss, sotto la guida dei loro colleghi Marco Alfredo Arcidiacono e Giovanni Boschi e la supervisione della Coordinatrice Infermieristica Sartori Donatella, hanno concretizzato l'aspetto di Educazione Sanitaria di cui si caratterizza, per sua natura, la professione infermieristica.

Una iniziativa che si è resa possibile grazie alla partecipazione alla campagna MAKE SENSE, promossa in Europa dalla European Head and Neck Society (EHNS), che si pone di perseguire l'obiettivo  di sensibilizzare la popolazione in merito ai tumori della testa e del collo.

Per queste forme di cancro è di fondamentale importanza la prevenzione e la diagnosi precoce fino ad arrivare al miglioramento dei percorsi di cura dei pazienti colpiti da queste neoplasie.

Il carcinoma della testa e del collo, di cui spesso le persone ignorano sintomi e fattori di rischio, è il quinto tumore più diffuso (tra gli uomini).

Da questa neoplasia si può guarire, ma solo se diagnosticata tempestivamente. Purtroppo, però, la maggior parte delle volte il tumore viene diagnosticato in fase avanzata: questo avviene perché il paziente stesso non riconosce i sintomi della malattia e quindi non si arriva ad una diagnosi tempestiva.

I fattori di rischio principali dei tumori della testa e del collo sono, l’abuso di alcolici, il fumo e i comportamenti sessuali a rischio.

L'arma vincente invece è EVITARE I RISCHI e quest'ultimi debbono essere esplicitati alla comunità. "Riteniamo pertanto - sottolineano i promotori dell'iniziativa, che sia fondamentale EDUCARE PER NON CURARE".

Per maggiori informazioni e per contatti:

 https://makesensecampaign.eu/it/

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per l'occasione è stato creato anche un video:

https://gopro.com/v/2RknVO8mEK3Xl

Pubblicato in Salute e Benessere Parma

Editoriale:  -I predestinati.- Latte, crema e panna in trend positivo, Parmigiano Reggiano in leggera fluttuazione - Cereali e dintorni. Al momento nessuno scossone prevedibile - Al via il settembre gastronomico - Tacchino vegetale al 100% e molto altro, i prodotti dell’estro di Enzo Marascio -

cibus-36-8set19-COP.jpg
SOMMARIO Anno 18 - n° 36 8 settembre 2019
1.1 editoriale
I predestinati.
2.1 lattiero caseario Lattiero caseario. Latte, crema e panna in trend positivo, Parmigiano Reggiano in leggera fluttuazione
2.1 Bis lattiero caseario Lattiero caseari. tendenza
3.1 cereali e dintorni Cereali e dintorni. Al momento nessuno scossone prevedibile.
4.1 cereali e dintorni tendenze.
6.1 eventi gastronomici Al via il settembre gastronomico
7.1 eventi DOP Festival del Prosciutto Di Parma 2019
7.2 mangimistica EMILCAP, avviato l'iter per la nuova certificazione per una filiera garantita
8.2 governo Conte Bis, al giuramento
9.1 politica gastronomica Dalla Pastasciutta Antifascista al Tortellone Sovranista. La politica a tarallucci e vino?
9.2 bonifiche Ripristinata la funzionalità idraulica del Rio Grande a Borgonovo
10.1 vegan - novita’ Tacchino vegetale al 100% e molto altro, i prodotti dell’estro di Enzo Marascio
10.2 sicurezza alimentare Escherichia Coli fuori dai limiti, il Ministero richiama il "ghiaccio"
11.1 bonifica Piacenza Terminati i lavori di regimazione idraulica a Lugagnano
12.1promozioni “vino” e partners
13.1 promozioni “birra” e partners

(per seguire gli argomenti correlati clicca QUI)

(Scarica il PDF alla sezione allegati)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Editoriale:  - Semaforo Verde al Governo Giallo - Rosso. - - Lattiero caseario. Latte intero e scremato estero in crescita, crema e panna in positivo - Pomodoro, produzione al di sotto della media degli anni passati - Festival del Prosciutto di Parma 2019 - “Autenticità e territorio, valori assoluti per il Parmigiano Reggiano, come preservarli e comunicarli” - Parmigiano Reggiano: Il Consorzio ha ricorso contro la KRAFT - Jacopo#8 e Mulino Formaggi in tandem per il successo - Fiera del fungo di Borgotaro IGP: tra tradizione e modernità

Cibus-35-2set19_COP.jpgSOMMARIO Anno 18 - n° 35 2 settembre 2019
1.1 editoriale
Semaforo Verde al Governo Giallo - Rosso.
2.1 lattiero caseario Lattiero caseario. Latte intero e scremato estero in crescita, crema e panna in positivo -
2.1 Bis lattiero caseario Lattiero caseari. tendenza
3.1 cereali e dintorni Cereali e dintorni. Prezzi stabili e sempre ai minimi.
4.1 cereali e dintorni tendenze.
7.1 Pomodoro Pomodoro, produzione al di sotto della media degli anni passati
8.1 eventi DOP Festival del Prosciutto di Parma 2019
8.2 Parmigiano reggiano e autenticita’ “Autenticità e territorio, valori assoluti per il Parmigiano Reggiano, come preservarli e comunicarli”
10.1 Parmigiano reggiano eventi Parmigiano Reggiano: Il Consorzio è Main Partner di Settembre Gastronomico
10.2 Crisi Sa.Re. Salumificio Reggiane, dalle istituzioni appello al tessuto imprenditoriale
11.1 Parmigiano e italian sounding Parmigiano Reggiano: Il Consorzio ha ricorso contro la KRAFT
11.2 eventi IGP Fiera del fungo di Borgotaro IGP: tra tradizione e modernità
13.1 promesse dello sport Jacopo#8 e Mulino Formaggi in tandem per il successo
13.1promozioni “vino” e partners
14.1 promozioni “birra” e partners


(per seguire gli argomenti correlati clicca QUI)

  

(Scarica il PDF alla sezione allegati)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Interessate dal richiamo le cooperative del CONSORZIO NORD OVEST,COOP CENTRO ITALIA, ALLEANZA 3.0 e UNICOOP TIRRENO.

A causa della "possibile contaminazione da corpo estraneo di natura metallica ", le gallette bio di mais MATT & BIO sono state richiamate dall'azienda "in via precauzionale". Lo si apprende dal portale web della catena dei supermercati COOP, nella sezione dedicata ai richiami dei prodotti alimentari. Il lotto richiamato dall'azienda A & D S.P.A ha il codice EAN: 8021581100028 delle " GALLETTE BIO DI MAIS MATT & BIO ", nel sacchetto 130 gr, con data scadenza 12-06-2020. Le cooperative interessate dal richiamo sono CONSORZIO NORD OVEST,COOP CENTRO ITALIA, ALLEANZA 3.0 e UNICOOP TIRRENO. Motivo del richiamo: "Possibile presenza di corpo estraneo di natura metallica."Si invita la clientela a riconsegnare il prodotto in punto vendita. Per eventuali ulteriori informazioni chiamare il numero verde 800.300.595.Nell’ottica d’informazione quotidiana ai consumatori in materia di allerte alimentari, lo “Sportello dei Diritti” nella persona del presidente Giovanni D'Agata, ricorda che i clienti che hanno acquistato il prodotto sopra indicato, sono pregati di restituirlo al punto vendita che procedera’ al rimborso.

(30 agosto 2019)

Pagina 3 di 55