Visualizza articoli per tag: Territorio Brescello

Preallarme da oggi pomeriggio nelle provincie di Parma e Reggio Emilia -

Parma, 14 gennaio 2014 -

Considerando i livelli idrometrici del fiume Enza, in particolare a Sorbololo, dove è previsto il raggiungimento del livello 2, da questo pomeriggio è scattata la fase di preallarme della Protezione civile dell'Emilia-Romagna per la piena del fiume Enza. La zona interessata riguarda i comuni di Mezzani e Sorbolo, in provincia di Parma, Brescello e Gattatico, nel Reggiano.
Il bollettino riporta che sono possibili allagamenti di aree golenali, con potenziale interessamento di abitazioni, cantieri e attività.

 

Pubblicato in Cronaca Emilia

 

Allerta Fiume Enza. Attivata la fase di Pre-allarme e Allarme dalle 5 di questa mattina.

 

di LGC - 

Parma 05 Gennaio 2014 --

Nella nota diramata questa mattina, la protezione civile dell’Emilia Romagna ha attivato la fase di allarme e preallarme.

“Visti i livelli idrometrici lungo l'asta del fiume Enza e in particolare alla sezione di Sorbolo dove è previsto il raggiungimento del livello 3 (allarme), sentiti AIPO e il Centro Funzionale ARPASIMC, si attiva la fase di PREALLARME-ALLARME nei comuni di Mezzani, Sorbolo,Brescello.” La nota prosegue individuando gli effetti probabili del “raggiungimento di livelli idrometrici molto alti e possibili allagamenti di aree golenali con potenziale interessamento di abitazioni, cantieri e attività; possibili criticità in corrispondenza di ponti, restringimenti di sezioni e fragilità idrauliche già manifestate in precedenti eventi di piena”.

Più consapevolezze e buone azioni di contrasto a Reggio Emilia. Il rischio della nuova mafia: "'ndracamostra", alleanza tra le organizzazioni più potenti -
 
Reggio Emilia,  29 novembre 2013 -
 
"La misura di prevenzione patrimoniale disposta dal Tribunale di Reggio Emilia su richiesta della Dda di Bologna nei confronti di un elemento di spicco della 'ndrina Grande Aracri e' "un fatto importante e raro, che sicuramente stabilirà un punto fermo per future iniziative simili".
Questa valutazione – che lascia intravvedere altre importanti svolte nella lotta alla criminalità organizzata in provincia di Reggio Emilia – è contenuta nell'aggiornamento 2013 al 1° Rapporto regionale sulla Mafia in Emilia Romagna, in presentazione nella serata di venerdì 29 novembre a Brescello per iniziativa della Camera di Commercio in collaborazione con la Fondazione Antonino Caponnetto, con il patrocinio del Comune, il contributo della Regione Emilia-Romagna e la presenza del sen. Mario Giarrusso, membro della Commissione parlamentare antimafia.
Un nuovo punto fermo – quello richiamato dall'aggiornamento al rapporto presentato nella prima versione lo scorso anno – che appare conseguente e sicuramente in linea con quanto, già un anno fa, si diceva a proposito del nostro territorio: se a Reggio Emilia si è minimizzata o negata per molti anni l'esistenza della criminalità organizzata, anche contro l'evidenza dei fatti – scrivevano gli esperti della Fondazione Caponnetto - con l'arrivo del Prefetto Antonella De Miro si è decisamente rafforzata l'attività di contrasto e il lavoro sulla cultura della legalità che coinvolge enti locali, Camera di Commercio, associazioni, scuole, terzo settore.
"Un risultato importante – sottolineano il presidente della Camera di Commercio, Enrico Bini, e il presidente della Fondazione Caponnetto, Salvatore Calleri – che traduce le nuove consapevolezze in azioni più diffuse per la tutela della legalità". "Proprio su questo piano – aggiunge Bini – hanno avuto un impatto sicuramente rilevante le iniziative di sostegno alle imprese e agli imprenditori messe in atto dalla Camera di Commercio per prevenire i fenomeni di criminalità organizzata; tra queste, l'attivazione di un apposito sportello di ascolto realizzato in collaborazione con l'Associazione Libera e le iniziative di formazione che hanno consentito agli imprenditori di tenere più alta la guardia nei settori maggiormente colpiti (costruzioni, trasporti, appalti, commercio)".
Dall'aggiornamento al Rapporto sulla mafia in Emilia-Romagna esce, intanto, l'immagine di una criminalità organizzata la cui diffusione (80 clan evidenziati da fatti criminosi, con 36 'ndrine calabresi, 21 legati alla camorra, 17 alla mafia siciliana, 4 alla sacra corona unita), pone l'Emilia-Romagna nella "top ten" delle Regioni italiane per beni confiscati, con Bologna in testa con 40 confische.
Reggio Emilia resta ancora una provincia a rischio colonizzazione (17 'ndrine censite, 4 clan legati alla mafia siciliana e 3 alla camorra, con l'aggiunta della criminalità organizzata di altri Paesi), "ed è proprio per questo – sottolinea Bini – che ogni sforzo in atto va intensificato, perché la stessa crisi economica rende più vulnerabile il tessuto imprenditoriale di fronte a questi fenomeni di illegalità che vanno dall'usura all'estorsione, passando da roghi, minacce, violenze".
Nel Rapporto poi cifre (e tra queste un fatturato di 20 miliardi attribuito alle attività delle mafie nell'economia), episodi, nomi di famiglie, e soprattutto un'osservazione importante sulla sinergia tra mafie.
"Dalle ultime analisi e da numerose inchieste giudiziarie – è scritto nel Rapporto – emerge che, fuori dai rispettivi confini regionali, le organizzazioni criminali autoctone collaborano effettivamente tra di loro, spartendosi business a tutti i livelli". "Non c'è una fusione, ma un patto, una sorta di alleanza per accumulare introiti a cascata, tanto che – si osserva nel rapporto – questa evoluzione ha creato una sorta di nuova mafia, ancora più potente: la "'ndracamostra", originata dalla mescolanza dalle tre più importanti organizzazioni criminali, 'ndrangheta, camorra e cosa nostra".
"A maggior ragione – conclude Bini - non bisogna abbassare la guardia nonostante gli incoraggianti risultati delle azioni di contrasto".
 
(Fonte: Dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Reggio Emilia)
Reggio Emilia, 12 novembre 2013

La Provincia comunica che da domani, mercoledì 13 novembre, ci saranno alcune limitazioni al traffico dovute ai lavori per la realizzazione della rotatoria tra l'asse nord-sud di Val d'Enza, la Sp 358R "di Castelnovo" e la Sp1 "Poviglio-Brescello", nel comune di Poviglio.

In particolare sarà istituito un senso unico alternato, regolato da movieri, con l'introduzione del limite di velocità a 30 km/h, sull'area di raccordo tra la Sp358R (Via Romana) con direzione Boretto-Poviglio e il nuovo braccio della rotatoria, per la realizzazione di un nuovo attraversamento per collegare il nuovo impianto di illuminazione a quello esistente.

Un altro senso unico alternato, sempre regolato da movieri, con l'introduzione del limite di velocità a 30 km/h, sarà istituito nella zona della curva di raccordo tra la Sp358R (Via Romana) direzione Boretto-Poviglio e il nuovo braccio della rotatoria, con conseguente deviazione provvisoria del traffico proveniente da Brescello e dalla Sp358R, con direzione Boretto-Poviglio, su questo braccio della rotatoria e direzione obbligata sulla Sp20 Via Bertona e viceversa (da SP20 con direzione obbligata Boretto).

Ci sarà poi la chiusura del ramo di raccordo tra la Sp358R Via Romana, lato Poviglio e la nuova rotatoria, con deviazione del traffico (previa emissione ordinanza del Comune di Poviglio) sulle comunali via Manzoni, via Parma e via Bertona, per raggiungere la Sp20 e procedere in direzione Boretto.

Sarà chiuso anche l'attuale incrocio tra la Sp1-Sp358R, con deviazione traffico sul braccio di raccordo tra la Sp1 e la nuova rotatoria, mediante senso unico alternato regolato da movieri, con l'introduzione del limite di velocità a 30 km/h.

L'ultimo passaggio sarà l'apertura del ramo di raccordo tra la Sp358R Via Romana lato Poviglio e la nuova rotatoria, con ripristino dell'intera funzionalità della nuova circolazione stradale sulla rotatoria e sugli assi di raccordo.

Il traffico e le aree di lavoro saranno opportunamente regolati con l'apposizione della necessaria segnaletica da parte della ditta esecutrice dei lavori.

Per info in tempo reale sulla viabilità e in caso di eventuali emergenze consultare il profilo Twitter della Provincia di Reggio Emilia @ProvinciadiRE.

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Reggio Emilia)
Reggio Emilia, 8 novembre 2013

Come da indicazioni regionali, quest'anno la campagna di vaccinazione avrà inizio a partire dal lunedì 11 novembre e proseguirà fino al 31 dicembre 2013.
 
Comunicato Ausl Reggio Emilia -

L'influenza costituisce un serio problema sanitario per la sua contagiosità e per la possibilità di dar luogo a gravi complicanze. Per tale motivo la vaccinazione antinfluenzale è consigliata vivamente a tutti coloro che appartengono alle categorie considerate a rischio, soprattutto per prevenire le complicanze di particolare gravità e il ricovero in ospedale.

Nell'autunno 2012 in provincia di Reggio Emilia è stato vaccinato il 55,5 % delle persone di età superiore a 65 anni, circa il 10% in meno rispetto alla campagna vaccinale dell'anno precedente. Alla bassa copertura vaccinale si è associato, nella nostra Regione, un sensibile aumento del numero di casi gravi di influenza che hanno richiesto il ricovero in terapia intensiva e nei quali si è registrata un'alta mortalità. I malati che hanno presentato complicanze gravi rientravano quasi tutti nelle categorie a rischio (persone con malattie croniche e donne in gravidanza ) e nel 90% dei casi non erano vaccinati.

E' quindi particolarmente importante che le persone più esposte al rischio di gravi complicanze ricevano la vaccinazione antinfluenzale.

Il vaccino è abitualmente ben tollerato: gli effetti collaterali sono in genere modesti e presenti prevalentemente alla prima somministrazione.

La vaccinazione si esegue in unica dose per tutte le età con esclusione dell'età infantile.

In base ai riscontri epidemiologici e in conformità con le raccomandazioni diramate dall'OMS, il vaccino antinfluenzale da utilizzare nella campagna 2013-2014 è un vaccino trivalente contenente i seguenti antigeni:

- antigene analogo al ceppo A/California/7/2009 (H1N1);

- antigene analogo al ceppo A/Victoria/361/2011 (H3N2);

- antigene analogo al ceppo B/Massachusetts/2/2012 nuova variante

La vaccinazione viene effettuata gratuitamente alle persone appartenenti alle categorie a rischio:

negli ambulatori dei medici di medicina generale, durante gli orari indicati dai singoli medici ai propri assistiti.

negli ambulatori del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell'Azienda USL per tutti i soggetti delle categorie a rischio sotto indicate a partire dai 14 anni di età (nati nell'anno 1999 ed anni antecedenti), a libero accesso negli orari sotto indicati

nei poliambulatori degli ospedali dell'Azienda USL, a libero accesso negli orari sotto indicati

nei Servizi di Pediatria di Comunità ai soggetti di età inferiore ai 14 anni ( nati dal 2000 ed anni successivi ) appartenenti alle categorie a rischio indicate, su invito.

Le categorie a rischio, per cui la vaccinazione è raccomandata e gratuita, sono le seguenti:

1. persone di età uguale o superiore a 65 anni;

2. bambini di età superiore a 6 mesi, ragazzi ed adulti di età inferiore ai 65 anni affetti da:

a) malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio, inclusa l'asma grave, la displasia broncopolmonare, la fibrosi cistica e la broncopneumopatia cronica ostruttiva,

b) malattie dell'apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite ed acquisite,

c) diabete mellito e altre malattie metaboliche, inclusi gli obesi con BMI (indice di massa corporea) >30 e gravi patologie concomitanti,

d) insufficienza renale cronica,

e) malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie,

f) tumori,

g) malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV,

h) malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale,

i) patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici,

j) patologie associate ad un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad esempio malattie neuromuscolari),

k) epatopatie croniche;

3. bambini ed adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di sindrome di Reye in caso di infezione influenzale;

4. donne che all'inizio e durante la stagione epidemica si trovino nel 2° o 3° trimestre di gravidanza;

5. persone di qualunque età ricoverate in strutture per lungodegenti;

6. medici e personale sanitario di assistenza nelle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali;

7. familiari e contatti di soggetti ad alto rischio ( contatti stretti e regolari );

8. soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori:

a) forze dell'ordine e protezione civile (compresi i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale)

b) donatori di sangue

c) personale degli asili nido, delle scuole dell'infanzia e dell'obbligo

d) personale dei trasporti pubblici, delle poste e delle comunicazioni, volontari dei servizi sanitari di emergenza e dipendenti della pubblica amministrazione che svolgono servizi essenziali

9. personale che, per motivi occupazionali, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani: (allevatori, veterinari pubblici e privati, trasportatori di animali vivi, macellatori e vaccinatori).

Di seguito si riportano gli orari degli ambulatori in cui può essere effettuata la vaccinazione
Area territoriale Reggio centro

Distretto di Reggio Emilia

Servizio Igiene e Sanità Pubblica

Via Amendola 2 – Area ex San Lazzaro

Dipartimento di Sanità Pubblica – 1°piano

Servizio tram urbani LINEA 2 diretta a S.Maurizio :

fermata di fronte all’ingresso dell’area S.Lazzaro

DAL 11 NOVEMBRE al 31 DICEMBRE 2013

dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12,00




Poliambulatori di via Monte S. Michele 8

(ex INAM)

DAL 11 NOVEMBRE AL 29 NOVEMBRE 2013

dal lunedì al venerdì dalle 14,30 alle 16,30

Castelnovo Sotto

Sede del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica

Via Conciliazione 16







DAL 12 NOVEMBRE al 17 DICEMBRE 2013

Tutti i martedì dalle 9 alle 12,00

Puianello

Presso la sede del Consultorio familiare

Via Teneggi 4/A




Mercoledì 13 novembre dalle 9 alle 12,00

Mercoledì 20 novembre dalle 9 alle 12,00







Area territoriale Reggio sud

Dal 11 novembre al 7 dicembre 2013

Le vaccinazioni verranno effettuate secondo l’organizzazione descritta, ad accesso diretto (senza prenotazione).

Dal 09/12/2013

Le vaccinazioni verranno effettuate secondo l’organizzazione descritta nelle diverse sedi.

Distretto di Castelnovo ne’ Monti

Servizio Igiene e Sanità Pubblica

via Roma, 26

Lunedì 10,30-11,30

Giovedì 16.00 -17.00

Venerdì 10,30-11,30

Poliambulatori Ospedale S. Anna

Mercoledì 9-12




Dal 9 Dicembre le vaccinazioni si effettueranno, ad accesso libero, negli orari:

Lunedì 8,30-11,30

Giovedì 14,30-17.00

Venerdì 8,30-11,30

presso ambulatorio Servizio di Igiene Pubblica via Roma, 26

Distretto di Scandiano

Castellarano

Servizio Igiene e Sanità Pubblica

Via Roma, 41




dalle ore 10,00 alle 12,30

12 novembre

19 novembre

26 novembre

3 dicembre

Rubiera

Servizio Igiene e Sanità Pubblica

Via De Gasperi 1




dalle ore 10,00 alle 12,30

14 novembre

21 novembre

28 novembre

5 dicembre

Baiso

Servizio Igiene e Sanità Pubblica

Via Imovilla 41

dalle ore 11,30 alle 12,30

15 novembre

6 dicembre

Scandiano

Servizio Igiene e Sanità Pubblica

Via Martiri Libertà, 8







Lunedì 08.30-10.00

Martedì 08.30-11.00

Mercoledi’ 08.30-10.00

Giovedì 14.30-17.00

Venerdì 08.30-10.00

Sabato 08.30-10.00

Scandiano

presso Poliambulatori Ospedale Magati

Via Martiri Libertà, 6




Mercoledi’ 11.00-12.00

Venerdi’ 11.00-12.00

Dal 9 Dicembre le vaccinazioni si effettueranno nei consueti orari e sedi degli ambulatori del Servizio Igiene Pubblica (accesso libero)

Distretto di Montecchio Emilia

Montecchio Emilia

Ambulatorio Montecchio 

Via Marconi,18 Montecchio Emilia

martedì  14.30-16,30       
mercoledì 10,30-12,00
giovedì 11,00-12,00


Sant’Ilario d’Enza

Ambulatorio   Sant'Ilario  

ViaR. Rossellini, Sant'Ilario

martedì 19 novembre 8,30-10,30  

martedì  3 dicembre   8,30-10,30

San Polo D’Enza

Ambulatorio San Polo    

Via Frassati,1   San Polo d’Enza

giovedì  14 novembre  8,30-10,30    

giovedì  28 novembre  8,30-10,30  

Montecchio Emilia

Centro Prelievi Ospedale Franchini

dal 11/11 al 7/12 

lunedì e venerdì dalle 11,00-13,00

Dal 9 dicembre le vaccinazioni antinfluenzali si effettueranno su appuntamento telefonando il martedì e il venerdì dalle 10.30 alle 12.30 al 0522/860160

Area territoriale Reggio Nord

Dal 11 novembre al 7 dicembre 2013 le vaccinazioni verranno effettuate ad accesso diretto.

Dal 9 dicembre 2013 le vaccinazioni verranno effettuate secondo l’organizzazione descritta nelle diverse sedi.

Distretto di Guastalla

Ospedale di Guastalla

V. Donatori di sangue 1

ALA C – 2° piano – stanza 6

martedì 11.00 –12.30

mercoledi 11.00 –12.30

mercoledi 15.00 –17.00

sabato 11.00 –12.30

Brescello

Casa della Salute V. A. Moro 2

giovedì 11.00 –12 .30

Novellara

Via Costituzione 12

mercoledì 11.00 –12 .30

venerdì 11.00 –12 .30

Dal 9 dicembre le vaccinazioni antinfluenzali si effettueranno su appuntamento telefonando al numero 0522/630208 dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle ore 12.30

Distretto di Correggio

Correggio

Piazza San Rocco 4 - II Piano




lunedì 11.00 -12 .30

martedì 15.00 -17 .00

mercoledì 11.00 -12 .30

Ospedale di Correggio

Via Circondaria

Edificio E1 – Ambulatorio 0.45 – Piano Terra

martedì e venerdì 11.30 - 13.30

Fabbrico

Casa della Salute Via XXV aprile 34/A

giovedì 11.00 –12 .30

Dal 9 dicembre le vaccinazioni antinfluenzali si effettueranno su appuntamento telefonando al numero 0522/630208 dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle ore 12.30

Reggio Emilia, 8 novembre 2013
 
Sequestro preventivo anticipato dei beni nei confronti di Francesco Grande Aracri, residente a Brescello -
 
I Carabinieri di Reggio Emilia hanno sequestrati, questa mattina, beni per 3 milioni di euro sull' asse Reggio Emilia - Catanzaro. Una grande operazione antimafia con esecuzione di un provvedimento di sequestro preventivo anticipato dei beni, nei confronti di Francesco Grande Aracri, 59 anni, residente a Brescello. Un elemento di spicco dell'omonima cosca della 'ndrangheta di Cutro capeggiata dal fratello Nicolino, detenuto. L'operazione antimafia è in corso dalle prime ore della mattina. Si tratta del primo provvedimento emesso in Emilia-Romagna, oltre ad essere uno dei primi al Nord Italia, nei confronti di una cosca calabrese, di sequestro patrimoniale preventivo anticipato. E' stato eseguito prima della fissazione dell'udienza di contraddittorio, sussistendo il concreto pericolo che i beni in sequestro, potessero essere dispersi, sottratti o alienati. Il sequestro operato a carico dell'uomo dai carabinieri, quasi esclusivamente nell'ambito della provincia di Reggio Emilia, nei Comuni di Brescello e Reggio Emilia, nonché Botricello - CZ, concerne beni per un valore di 3 milioni di euro, suddivisi tra 16 conti correnti e depositi bancari, due società del settore edile, 6 unità abitative, 9 unità commerciali, due veicoli e un terreno rurale.
Pubblicato in Cronaca Emilia
Lunedì, 14 Ottobre 2013 16:17

Settimana per la rianimazione cardiopolmonare

Reggio Emilia, 14 ottobre 2013
 
VIVA  www.viva2013.it. si sta svolgendo in tutta Italia, dal 14 al 20 ottobre 2013; una settimana di sensibilizzazione dedicata all'arresto cardiaco. Il 2013 è infatti l'anno dedicato alla rianimazione cardiopolmonare, azione che chiunque di noi può essere in grado di fare per salvare una vita.
Obiettivo della settimana è quello di migliorare la conoscenza e la formazione dei cittadini e degli operatori sanitari alla rianimazione cardiopolmonare.
La settimana prevede incontri e manifestazioni pubbliche con la partecipazione di operatori sanitari e del soccorso nelle principali piazze dei comuni della nostra provincia nelle giornate di mercato.
Gli eventi sono volti a informare le diverse fasce della popolazione circa la rilevanza dell'arresto cardiaco e l'importanza di conoscere e saper eseguire le manovre che possono salvare la vita: manovre semplici, sicure, che chiunque di noi, anche senza una preparazione sanitaria specifica, è in grado di attuare, quando è testimone di un arresto cardiaco.
Nei gazebo, presenti nelle diverse piazze, i cittadini potranno sperimentare, guidati e supportati da personale competente, le principali manovre di soccorso direttamente sul manichino Saranno inoltre disponibili numerosi materiali informativi.
Gli appuntamenti proseguono, domani martedì 15 ottobre, nei mercati di Reggio Emilia e Campegine. Mercoledì 16 ottobre nei mercati di Carpineti, Arceto, Cavriago, Correggio, Vezzano e Cadelbosco Sopra. Mentre giovedì 17 ottobre i gazebo saranno allestiti nelle piazze di Novellara, Fabbrico, Boretto, Brescello, San Polo, Castellarano, Casalgrande, Villa Minozzo e Ramiseto.
VIVA è una campagna di sensibilizzazione, indetta dal Parlamento Europeo e promossa dall'Italian Resuscitation Council per sensibilizzare la popolazione italiana su cosa fare di fronte ad un'emergenza cardiorespiratoria, ed informare su quanto vasto sia il fenomeno delle morti improvvise.
 
(Fonte: Gli uffici stampa Ausl RE)
Lunedì, 14 Ottobre 2013 15:42

Successo per la giornata dedicata alla street art

Boretto, 14 ottobre 2013
 
Grande affluenza per l'appuntamento dedicato ai giovani e alla loro creatività, tra writing, hip hop e arte di strada -
Tantissimi giovani sono stati protagonisti, sabato 12 ottobre 2013, di "Boretto Street Art", l'iniziativa organizzata dal Comune di Boretto e dall'Associazione "ProDiGio", nell'ambito del progetto "8x8" per la realizzazione di laboratori creativi per la produzione di murales nei Comuni dell'Unione Bassa Reggiana.

Un appuntamento dedicato ai giovani e realizzato da quest'ultimi, che per tutto il pomeriggio si sono cimentati nella realizzazione di murales lungo via Argine: un modo divertente per offrire uno spazio creativo agli appassionati di writing e riqualificare uno spazio pubblico in maniera diversa attraverso l'utilizzo dell'arte, favorendo e promuovendo il talento, la predisposizione creativa dei giovani. Writing ma non solo: durante il pomeriggio a essere protagonista è stata la Street art in senso lato, con contest di musica hip hop e break dance, giocoleria e molto altro ancora.

Molto buona anche l'affluenza dei ragazzi provenienti dagli altri 7 comuni che, insieme a Boretto, hanno aderito al progetto "8x8" (Brescello, Gualtieri, Guastalla, Luzzara, Reggiolo, Poviglio e Novellara), tra i quali i ragazzi di GIG (Giovani in Giro) e dei Centri giovani di Bagnolo in Piano e Poviglio.

«Il dato positivo di "Boretto street art" è stata senza dubbio la grande partecipazione dei giovani, non soltanto di quelli che avevano preso parte al laboratorio ma anche tanti altri ragazzi che, incuriositi, sabato hanno deciso di partecipare alla manifestazione» spiega Giorgia Bia, Assessore alle Politiche culturali e giovanili del Comune di Boretto, presente all'iniziativa insieme al sindaco Massimo Gazza, al vicesindaco Mario Biacchi e all'assessore alle Politiche scolastiche Silvia Savini.

Tanti giovani ma non solo: sono stati infatti tanti i cittadini incuriositi che hanno preso parte ai diversi appuntamenti programmati durante tutto il pomeriggio. «L'ottimo riscontro ottenuto sabato ci spinge a sviluppare ulteriormente questo progetto – prosegue l'assessore Bia -, organizzando nuovi appuntamenti che vedano i nostri giovani protagonisti e contribuiscano a trovare uno sbocco positivo e costruttivo alla loro creatività».
 
(fonte: ufficio stampa Kaiti expansion)
Pubblicato in Comunicati Arte Emilia
Poviglio, 2 ottobre 2013

Appello della presidente dell'associazione Paola Benassi per la ricerca di nuovi volontari -
Aiutare il prossimo nella quotidianità e nelle emergenze: questo l'obiettivo della Croce Azzurra Poviglio, che ormai da 32 anni svolge la propria attività sul territorio.
In questi giorni, come ogni anno, in occasione del Corso di Primo Soccorso, l'associazione ricerca nuovi cittadini maggiorenni che vogliano spendere una parte del loro tempo assistendo gli altri.
L'associazione volontaria di pubblica assistenza e pronto soccorso, fondata nel 1981, opera nei comuni di Poviglio, Boretto e Brescello in convenzione con la centrale operativa del 118 di Reggio Emilia e fornisce servizi, sia in caso di emergenza, sia di assistenza quotidiana ad anziani e persone in difficoltà.
Le attività proposte ai nuovi aspiranti volontari saranno: servizio come soccorritore, autista e barelliere in emergenza, sull'ambulanza 118 e servizio quotidiano di assistenza ordinaria nei casi di dialisi, trasporti e dimissioni.

«La nostra associazione lavora sul territorio dei tre comuni di Poviglio, Boretto e Brescello, in stretta collaborazione con l'ente pubblico per l'assistenza agli anziani e alle persone non autonome» spiega la presidente della Croce Azzurra Paola Benassi. «Si tratta di un lavoro veramente prezioso per le comunità di riferimento ed è per questo che esiste, da parte nostra, un bisogno costante di attirare e accogliere persone nuove che ci possano aiutare nello svolgimento di questo tipo di attività. Si tratta di un'opera importante che arricchisce umanamente chi la compie e ci auguriamo che, un numero sempre maggiore di cittadini, senta il desiderio di dedicare una parte del proprio tempo al prossimo».

I neo volontari dovranno seguire un corso di formazione gratuito, che permetterà loro di apprendere le norme base dell'assistenza in emergenza: «come associazione siamo molto attenti alla formazione dei nostri volontari, che sono costantemente aggiornati sia sulle nuove tecniche previste per il pronto intervento che sulle attrezzature messe a disposizione».
L'auspicio è che i cittadini rispondano numerosi all'appello della Croce azzurra: «Siamo un'associazione di donazione che vive di donazioni, grazie alla buona volontà delle persone che decidono di prestare parte del loro tempo agli altri. I volontari sono il nostro patrimonio" conclude Benassi.
Nell'ambito della formazione continua si inserisce il Corso di Primo soccorso, organizzato dall'associazione.«Il 15 ottobre inizieremo questo corso, aperto a tutta la cittadinanza, due sere la settimana, su temi che riguardano il Primo soccorso, spiegati da infermieri specializzati del 118. Durante ciascuna serata sarà affrontato un argomento specifico: alla fine del corso si svolgeranno momenti di condivisione pratica ed applicazione di alcune modalità di intervento. Contestualmente, abbiamo aderito al progetto europeo per la "Settimana viva", che si svolgerà dal 14 al 20 ottobre, per sensibilizzare i cittadini al massaggio cardiaco. Saremo presenti, assieme ad infermieri specializzati, nei mercati dei tre comuni del comprensorio, con manichini per simulare il massaggio cardiaco e fornire le nozioni di base per intervenire in casi d' emergenza in attesa che arrivino i soccorsi».

«Il servizio reso dalla pubblica assistenza Croce Azzurra alle nostre tre comunità è fondamentale ed insostituibile. Esso risulta essere avvalorato ulteriormente dalla totale base volontaria attraverso cui quotidianamente si attua. Mi auguro pertanto di cuore che l'appello della Presidente finalizzato all'ingresso di nuove forze venga davvero raccolto» è il commento del sindaco Giammaria Manghi.

Per informazioni più dettagliate: www.croceazzurrapoviglio.it. Tel: 0522 960251/ fax 0522 969748. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
(Fonte: ufficio stampa Kaiti expansion)

 

Boretto, 27 giugno 2013 -


L'uomo aveva investito una passante in via Fratelli Cervi -

Pubblicato in Cronaca Emilia
Pagina 4 di 4