Visualizza articoli per tag: ISTAT

Parte anche a Piacenza l'indagine di sieroprevalenza dell'infezione da virus SarsCoV2 promossa dal Ministero della Salute, Istat e Croce Rossa Italiana, che a Piacenza si svolge in collaborazione con l'Azienda Usl di Piacenza. L'obiettivo dell'iniziativa, a livello nazionale, è di capire quante persone nel nostro Paese abbiano sviluppato gli anticorpi al nuovo coronavirus, anche in assenza di sintomi.

Il dato base è un dato Istat: già nel 2017 l'Istituto Nazionale di Statistica comunicava un crollo di questo indicatore.

Nel 2017, il presidente dell'Istituto Nazionale di Statistica, nell'autorevole cornice del XXI Congresso Nazionale della Società Italiana di Psicopatologia, comunicava il dato ufficiale: rispetto al 2005 l'indice di stato psicologico degli italiani ha perso circa 4 punti nelle fasce di età comprese tra i 50 ed i 59 anni e circa 2 punti nelle fasce di età comprese tra i 20 ed i 49 anni.

Il dato è riportato nel grafico a pagina 10 del documento «La salute mentale in Italia: cosa ci dicono i dati dell'Istat» accessibile anche online sul sito dell'Istituto Nazionale di Statistica (https://www.istat.it/it/files/2015/10/Salute-mentale_Giorgio-Alleva_2017.pdf ).

Ma risalire la china si può. Ne è convinta Anima Select, l'organizzazione che in pochi mesi ha rivoluzionato il mondo degli incontri grazie all'esclusivo «abbinamento emotivo» basato sulle tecniche scientifiche ideate dallo psicologo Stefano Benemeglio.

«Proprio a partire da un percorso di crescita personale si può arrivare a conquistare tutto ciò che si vuole, non solo un uomo o una donna -a seconda dei casi- ma anche successo, wellness finanziario e tutto il resto» assicura Giuseppe Gambardella, ideatore e ceo di Anima Select ( www.AnimaSelect.it ).

Dopo aver partecipato ai corsi tenuti dallo psicologo Stefano Benemeglio, padre delle discipline analogiche, noto per i molti esperimenti di successo portati avanti nelle sedi più prestigiose includendo anche l'Ordine dei Medici di Madrid e per la sua ampia ricerca sulle discipline analogiche portata avanti fin dagli Anni Settanta quando fu counselor e coach di numerose stelle di Hollywood, l'imprenditore italo-inglese ha lanciato questa nuova iniziativa.

Sviluppato soprattutto nei Paesi anglosassoni, il «wellness emotivo» arriva così in Italia in un momento che vede più che mai abbassati gli indici di stato fisico e psicologico della popolazione, una situazione che nel nostro Paese penalizza maggiormente gli uomini rispetto alle donne ed il Sud rispetto al resto del Paese.

A crollare maggiormente in Italia -secondo quanto osservano gli analisti di Anima Select- è il mental component summary (MCS), l'indice che misura lo stato psicologico della popolazione attraverso l'autovalutazione della vitalità, delle attività sociali, dello stato emotivo e della salute mentale.

Per sedentarietà e per eccesso di peso si rileva -più in particolare- un persistente svantaggio del Mezzogiorno. Ma i problemi sussistono anche nel Nord Italia che -con oltre un quarto di consumatori a rischio- si caratterizza per maggiori quote di consumo di alcol.

Il Centro Italia, rimane invece l'area geografica con la maggior quota di fumatrici (tra gli uomini la percentuale più elevata si rileva nel Mezzogiorno).

Ogni regione, insomma, ha il suo problema. E per tutti vi è una diversa soluzione, che tiene in conto la diversa tipologia emotiva di ciascun individuo.

«La tipologia emotiva è già formata in ognuno di noi e quindi non può essere modificata. Essa è determinata dal modo in cui l'individuo contestualizza se stesso nell'ambiente della famiglia e da come egli vede e vive il rapporto da un punto di vista soggettivo con i genitori e con se stesso» puntualizza Giuseppe Gambardella.

Se poi si fa una proiezione dello stato psicologico della popolazione italiana al 2018, l'indice stimato da Anima Select scende addirittura a 35 punti su 100: 36 punti su 100 per il campione maschile e 34 punti su 100 per quello femminile, contro i 47 punti per gli uomini ed i 44 punti per le donne misurati dall'Istat nel 2013.

Ora l'asso nella manica di Gambardella è il «metodo»: attraverso parametri analogici ideati dal padre delle discipline analogiche, Anima Select offre la possibilità di raggiungere un pieno benessere emotivo. E per chi è alla ricerca dell'anima gemella offre un'altissima probabilità di riuscita poiché a priori il «match» avviene solo con persone che hanno una tipologia analogica compatibile.

Così Anima Select offre alle coppie il 70% di probabilità in più di durare, probabilità che è basata sulla determinazione di 8 tipologie emotive per cui le coppie così formate hanno sempre un "incastro reale", seguendo le tecniche scientifiche ideate dallo psicologo Stefano Benemeglio.

Dopo il flop delle agenzie matrimoniali tradizionali nasce dunque un nuovo approccio che niente ha a che vedere con quello che esisteva negli Anni Ottanta, ma che tiene conto degli aspetti più profondi e innovativi della psicologia umana, prestando una particolare attenzione al benessere emotivo della persona.

Come iniziare a ritrovare il proprio wellness emotivo? Per cominciare basta sottoporsi ad un semplice test online, disponibile ed accessibile gratuitamente a tutti sul portale di Anima Select (www.AnimaSelect.it ).

Editoriale: Houston abbiamo un problema! - Burro alle stelle. - Cereali e dintorni. La Cina potrebbe rallentare la spremitura di seme di soia - "Performance Forte" per affrontare la Farm Run - Anche For.Me.Sa. affianca la Farm Run 2017. - Bonifica Centrale. Ricostruzione dell'impianto idrovoro di Mondine - Vino, Italia meglio dei competitor nel primo trimestre...

2017 SOMMARIO Anno 16 - n° 22 04 giugno 2017
1.1 editoriale
Houston abbiamo un problema!
2.1 lattiero caseario
Burro alle stelle.
3.1 cereali e dintorni Cereali e dintorni. La Cina potrebbe rallentare la spremitura di seme di soia
4.1 sport e integrazione "Performance Forte" per affrontare la Farm Run 2017 -
5.1 società Anche For.Me.Sa. affianca la Farm Run 2017.
6.1 biodiversità Agrobiodiversi alla conquista del Castello
7.1 idraulica Bonifica Centrale. Ricostruzione dell'impianto idrovoro di Mondine
8.2 eventi CRPA, i prossimi incontri: produzione di carne da allevamenti da latte e Parco Commestibile
8.1 mercato vino paesi terzi Vino, Italia meglio dei competitor nel primo trimestre
9.1 agriturismo Ismea, Agriturismo, offerta matura e competitiva.
10.1 promozioni "vino" e partners
11.1 promozioni "birra" e partners

(per seguire gli argomenti correlati clicca QUI

(Scarica il PDF alla sezione allegati)

 20170604-Cibus-22-COP

 

Editoriale: inganno perenne! - Latte spot in forte risalita. - Cereali e dintorni. Le variazioni legate al cambio valutario. - SDF, fatturato stabile in controtendenza al mercato. Inaugurata la nuova sede "High-Tech" in Germania. - Mais e Soia. Stime per la nuova stagione. -

SOMMARIO Anno 16 - n° 21 28 maggio 2017
1.1 editoriale
inganno perenne!
2.1 lattiero caseario
Latte spot in forte risalita.
3.1 cereali e dintorni Cereali e dintorni. Le variazioni legate al cambio valutario.
4.1 meccanizzazione agricola SDF, fatturato stabile in controtendenza al mercato. Inaugurata la nuova sede "High-Tech" in Germania.
5.1 mais e soia Mais e Soia. Stime per la nuova stagione
5.2 lavoro CIA, Serve un sostituto dei voucher, in agricoltura e non solo
6.1 eventi Presentata la terza edizione della Farm Run. Molte le novità interessanti.
6.1 eventi 100 Km del Passatore. Una ricognizione con i campioni. (Video)
7.1 export Ismea, 10% export agroalimentare è a "Stelle e strisce".
8.1 promozioni "vino" e partners
9.1 promozioni "birra" e partners

(per seguire gli argomenti correlati clicca QUI

(Scarica il PDF alla sezione allegati)

 20170528-cop

 

Domenica, 12 Febbraio 2017 14:22

c.a.s.e.a.SOMMARIO Anno 16 - n° 06 12 Febbraio 2017

Editoriale-AAA vendesi anima, praticamente nuova, causa cessazione attività. Stop del "Parmigiano". Freddo e gelo riscaldano i prezzi: +20% a gennaio. Cereali e dintorni. La stabilità non è di questo periodo. La guida al testo unico della vite e del vino. Parma, Reggio e Modena leader nazionali per l'export agroalimentare. Ismea. DOP e IGP, traino dell'export Made in Italy, +9,6%.

SOMMARIO Anno 16 - n° 06 12 febbraio 2017
1.1 editoriale
AAA vendesi anima, praticamente nuova, causa cessazione attività.
2.1 lattiero caseario
Stop del "Parmigiano"
3.1 prezzi al consumo
Freddo e gelo riscaldano i prezzi: +20% a gennaio
3.2 anniversari
Ital-frutta di S. Felice compie 50 anni
4.1 cereali e dintorni Cereali e dintorni. La stabilità non è di questo periodo
5.1 Parmigiano Reggiano Eventi Al neo Dottor Bottura una forma di Parmigiano Reggiano di 7 anni con dedica.
5.2 Vite e vino La guida al testo unico della vite e del vino
6.2 Emilia agroalimentare Parma, Reggio e Modena leader nazionali per l'export agroalimentare
7.1 economia e export agro-alimentare Ismea. DOP e IGP, traino dell'export Made in Italy, +9,6%.
8.1 promozioni "vino" e partners
9.2 promozioni "birra" e partners

(per seguir egli argomenti correlati clicca QUI

(Scarica il PDF alla sezione allegati)

20170212-COP-Cibus-6

Mercoledì, 01 Aprile 2015 09:08

Istat, la fiducia mai così alta dal 2002. Ma dove?


Cresce la fiducia dei consumatori, addirittura l'indice non è mai stato così alto da dodici anni. Infatti cresce la disoccupazione (12,7%).

di Lgc Parma, 1 aprile 2015 –
Se non fosse che l'istituto nazionale di statistica è un'organizzazione seria, verrebbe da pensare che che abbia voluto fare il tipico pesce d'aprile. Invece , stando ai primi dati diffusi nelle scorse ore, la fiducia dei consumatori è notevolmente cresciuta nel mese di marzo.

"L'indice composito del clima di fiducia dei consumatori, scrive l'istat, espresso in base 2010=100, aumenta a 110,9 da 107,7 di febbraio 2015. Anche l'indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane (Iesi, Istat economic sentiment indicator), in base 2010=100, mostra un deciso miglioramento, salendo a 103,0 da 97,5 di febbraio."

Un balzo in avanti così ampio da non apparire vero soprattutto se confrontato con gli stessi dati, diffusi poche ore dopo, riguardanti il tasso di occupazione.
Infatti, se nei primi due mesi del 2015, vi era stato un sensibile aumento dell'occupazione, il mese di marzo ha segnato un crollo consistente riportando il livello di disoccupazione al 12,7%.
I dati diffusi sul tasso di fiducia sono così sorprendenti che per nulla riflettono i reali sentimenti percepibili da chi, costantemente, si confronta con consumatori, artigiani, professionisti e imprese.

Dello stesso avviso sono i movimenti dei consumatori "Federconsumatori" e "Adusbef" che, categoricamente, smentiscono l'Istat rincarando la dose e commentano, attraverso un comunicato congiunto, di essere molto perplessi da quanto registrato dall'ufficio di statitsica. "La crisi che da anni grava sulla nostra economia non può certo dirsi conclusa e anzi dati e rilevazioni sui consumi dimostrano che, purtroppo, le famiglie sono ancora attanagliate da una morsa che non lascia respiro. Con tali premesse, dunque, non esitiamo a definire inverosimili i dati diffusi dall'Istat in merito alla fiducia dei consumatori. L'Istituto di Statistica ha registrato il livello di fiducia più alto dal 2002, cosa che ci lascia a dir poco perplessi."

Sui dati economici e sui tassi di disoccupazione o altri più sofisticati indicatori sarebbe difficile smentire l'Istituto, ma su quel che riguarda il "sentiment" basta guardarsi attorno, parlare con la gente e osservare, anche nelle "ricche" cittadine del nord, i segnali di degrado e incuria delle strade dei vicoli, e delle persone stesse.
Segnali di "abbandono" civico e personale che certamente non lasciano intendere un clima diffuso di serenità e soprattutto di fiducia.

D'altronde, come potrebbe essere diversamente, se il tasso di disoccupazione è di colpo risalito al 12,7% annullando, di fatto, i progressi registrati nel primo bimestre dell'anno?
Vero che gli indicatori economici confermano una tendenza positiva del PIL ma di questo, la gente comune, non riesce ad avvalersene per tirarsi sù di morale dovendo concentrarsi a come tirare a campare.
Guardare per credere!

Pubblicato in Economia Emilia
Sabato, 02 Novembre 2013 09:07

Piacenza, stangata sulle bollette



Prezzi al consumo: un quadro sostanzialmente in pareggio che però ha visto l'impennare di alcune tariffe pubbliche.

Pubblicato in Economia Emilia