Visualizza articoli per tag: USL PR

L'AUSL organizza un convegno il 28 novembre al Polo didattico di via del Prato e apre un servizio, dedicato agli uomini autori di violenza alle donne, alla Casa della Salute Parma Centro -

Parma, 24 novembre 2014 -

Si scrive LDV e si legge "Liberiamoci Dalla Violenza". E' il progetto che l'Azienda USL e la Regione Emilia-Romagna presentano al convegno del 28 novembre e che avrà la sua realizzazione con la prossima apertura del "Centro di accompagnamento al cambiamento per uomini autori di atti di violenza di genere ed intrafamiliare", alla Casa della Salute Parma Centro.

Iniziativa concreta che testimonia un ulteriore passo avanti nella lotta alla violenza: non solo la prevenzione e l'attenzione a come prestare la necessaria assistenza alle donne che subiscono violenza maschile, ma anche un servizio dedicato agli aggressori, perché si spezzi la spirale di violenza. Una spirale che sembra davvero non aver fine: con 179 donne uccise in Italia nel 2013, una ogni due giorni. Senza contare le violenze fisiche e sessuali. Dati ISTAT del 2006 evidenziano che, su un campione di donne di età tra i 16 e i 70 anni, quasi 7 milioni di esse (il 31,9 %) hanno subito nel corso della propria vita una violenza fisica o sessuale, di cui la prima è avvenuta più spesso ad opera del partner; il 93% di queste violenze non è stata denunciata, il 34% delle donne non ne ha parlato con nessuno, il 34,5% ha ritenuto che la violenza sia stata "molto grave" e in molte situazioni i figli vi hanno assistito.

Iniziativa che l'Azienda USL di Parma realizza in occasione della giornata internazionale contro la violenza alle donne, che si celebra il 25 novembre.

IL CONVEGNO

L'appuntamento è per il 28 novembre, nell'aula Magna del Polo didattico dell'Università, in via del Prato, con l'evento "La responsabilità del cambiamento. Le esperienze dei Centri per uomini che usano violenza". Con inizio alle 8.30, dopo i saluti delle Autorità in rappresentanza di Prefettura, Università, Provincia, Comune di Parma e Azienda USL, Festina Lente Teatro-Associazione Vagamonde presenta "NON PER AMORE - Non un incidente dell'amore, ma il suo rovescio, la sua profanazione", intervento teatrale ideato da Andreina Garella. La mattinata di lavori è occasione per presentare il Centro dell'AUSL rivolto agli aggressori: il secondo a gestione pubblica in Italia, dopo quello di Modena, che segue l'esperienza ventennale di Oslo. Sono previsti gli interventi di Carla Verrotti, (Responsabile Salute Donna dell'AUSL di Parma); Marco Deriu (Ricercatore, Università di Parma e Associazione Maschile Plurale); Per Isdal (executive director Alternative to Violence di Oslo); Monica Dotti (Coordinatrice Centro LDV dell'AUSL di Modena); Francesco Ciusa, Direttore U.O. Salute Penitenziaria, Ilaria De Amicis, Psicologa, U.O. Salute Penitenziaria. Alle 11 e 30 la tavola rotonda con: Vincenza Pellegrino, Lucia Russo, Alessia Frangipane, Cristina Karadole, Samuela Frigeri, Giuseppe Racca, Massimo Zuccher, Antonella Vezzani e Roberto Fiorini. Le conclusioni sono affidate a Teresa Marzocchi, Assessore Politiche Sociali Regione Emilia-Romagna.

IL CENTRO LDV, promosso dalla Regione Emilia-Romagna, dopo Modena, l'esperienza si replicherà anche a Parma in rete con tutte le "Agenzie" del territorio che si occupano di violenza di genere, in particolare con l'Università, il Centro Antiviolenza, i Servizi Sociali, le Forze dell'Ordine... Il nuovo servizio sarà operativo presso la Casa della Salute Parma Centro, aperto anche ai cittadini delle province vicine (Piacenza e Reggio Emilia). Il servizio si basa sull'adesione volontaria, certi che la motivazione sia la vera molla in grado di far iniziare il cambiamento: l'uomo deve contattare direttamente il servizio e iniziare il percorso terapeutico. Saranno attivi un numero di telefono cellulare e un indirizzo e-mail, per il primo contatto. Finalità del Centro è fare assumere all'uomo la consapevolezza e il senso di responsabilità verso il proprio comportamento violento, per aiutarlo a "disapprenderlo", sostituendolo con capacità relazionali basate sul riconoscimento dell'uguaglianza di genere e sul rispetto dell'integrità e dell'autonomia delle donne. Il Centro è gestito da tre psicologi dell'Unità Operativa Salute Donna/Consultorio Familiare del Distretto di Parma. Il trattamento proposto si può riassumere in 4 fasi: la prima centrata sul riconoscimento del paziente della propria violenza; la seconda sulla piena assunzione di responsabilità rispetto alla violenza messa in atto; la terza sulla storia personale del paziente; la quarta sugli effetti e sulle conseguenze della violenza attraverso lo sviluppo della capacità di cogliere la paura e il dolore dei familiari che la subiscono - sia direttamente che assistendovi - quindi acquisendo l'attitudine a porsi dal punto di vista delle vittime.

(Fonte: Ufficio stampa Ausl Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Elezioni regionali del 23 novembre: le aperture del Servizio Igiene Pubblica dell'AUSL di Parma per il rilascio di certificazioni agli elettori fisicamente impediti al voto -

Parma, 10 novembre 2014 -

Gli ambulatori del Servizio di Igiene Pubblica dell'Azienda USL di Parma sono a disposizione degli elettori fisicamente impediti al voto, per il rilascio della relativa certificazione, secondo il calendario di seguito indicato.

Distretto di Parma

PARMA, ambulatori di via Vasari n. 3/a
giovedì 20 novembre dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 17
venerdì 21 novembre dalle 8 alle 12
sabato 22 novembre dalle 9 alle 12
SAN POLO DI TORRILE, sede comunale
venerdì 21 novembre dalle 8.30 alle 9.30
COLORNO – Casa della Salute via Suor Maria n. 3
venerdì 21 novembre dalle 9.45 alle 110
MEZZANI, sede comunale
venerdì 21 novembre dalle 11.15 alle 12.15
SORBOLO – ambulatorio di via del Donatore n. 2
venerdì 21 novembre dalle 12.30 alle 13.30

Distretto di Fidenza

SORAGNA, sede comunale
venerdì 21 novembre dalle 9 alle 9.30
FONTEVIVO, sede comunale
venerdì 21 novembre dalle 10 alle 10.30
FONTANELLATO, ambulatorio Igiene
Venerdì 21 novembre dalle 10.45 alle 11.15
NOCETO, ambulatorio Igiene
21 novembre dalle 11.45 alle 12.30
SAN SECONDO, ufficio Igiene
21 novembre dalle 9 alle 9.30
SISSA, sede comunale
21 novembre dalle 9.45 alle 10.15
TRECASALI, sede comunale
21 novembre dalle 10.45 alle 11.15
SALSOMAGGIORE, ufficio igiene
21 novembre dalle 12 alle 13
BUSSETO, ufficio igiene
21 novembre dalle 9 alle 9.30
POLESINE, sede comunale
21 novembre dalle 9.45 alle 10.15
ZIBELLO, sede comunale
21 novembre dalle 10.30 alle 11
ROCCABIANCA, sede comunale
21 novembre dalle 11.45 alle 12.15
FIDENZA, ufficio igiene
21 novembre dalle 14.30 alle 16.30

Distretto Sud-Est

CALESTANO, via del Bocco n. 2
mercoledì 19 novembre dalle 9.30 alle 10.30
COLLECCHIO, via Berlinguer n. 2
martedì 18 novembre dalle 8 alle 9.30
CORNIGLIO, via del Castello
giovedì 20 novembre dalle 11 alle 12
FELINO, via Perlasca n. 9
martedì 18 novembre dalle 11.30 alle 13
LANGHIRANO, via Roma n. 42/1
lunedì 17, mercoledì 19 e venerdì 21 novembre dalle 11.30 alle 13
MONCHIO DELLE CORTI, loc. Monchio basso
mercoledì 19 novembre dalle 11.30 alle 12.30
MONTICELLI TERME, via Bassi n. 5
giovedì 20 novembre dalle 8.30 alle 9.30
NEVIANO ARDUINI, sede comunale
venerdì 21 novembre dalle 9 alle 10.30
PALANZANO, piazza Ferrari
mercoledì 19 novembre dalle 9.30 alle 10.30
SALA BAGANZA, via del Mulino n. 1
martedì 18 novembre dalle 10 alle 11
TIZZANO VAL PARMA, via della Croce Rossa n. 1/3
giovedì 20 novembre dalle 9.30 alle 10.30
TRAVESETOLO, via IV novembre
lunedì 17 novembre dalle 8.30 alle 10.30

Distretto Valli Taro e Ceno

FORNOVO, ufficio igiene
martedì 18 novembre dalle 9 alle 13
BORGOTARO, ufficio igiene
mercoledì 19 e giovedì 20 novembre dalle 9 alle 13
ALBARETO, sede comunale
mercoledì 19 novembre dalle 14.30 alle 15.30
VARSI, sede comunale
mercoledì 19 novembre dalle 9 alle 10
BARDI, sede comunale
mercoledì 19 novembre dalle 10.30 alle 11.30
BORE, sede comunale
mercoledì 19 novembre dalle 12 alle 13
PELLEGRINO, sede comunale
mercoledì 19 novembre dalle 14 alle 15
TORNOLO, sede comunale
giovedì 20 novembre dalle 14.30 alle 15.30
TERENZO, sede comunale
giovedì 20 novembre dalle 9 alle 10
SOLIGNANO, sede comunale
giovedì 20 novembre dalle 10.30 alle 11.30
VALMOZZOLA, sede comunale
giovedì 20 novembre dalle 12 alle 13
MEDESANO, Casa della Salute
giovedì 20 novembre dalle 14.30 alle 15.30
BEDONIA, sede comunale
venerdì 21 novembre dalle 9 alle 10
COMPIANO, sede comunale
venerdì 21 novembre dalle 10.15 alle 11.15
BERCETO, sede comunale
venerdì 21 novembre dalle 12 alle 13
VARANO, sede comunale
venerdì 21 novembre dalle 14 alle 15

(Fonte: Ufficio stampa Azienda USL di Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma
Lunedì, 10 Novembre 2014 11:40

Parma - Sanità, sciopero venerdì 14 novembre

Le Direzioni Generali di Azienda USL e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma informano di possibili disagi nella giornata di venerdì 14 novembre a causa dello sciopero -

Parma, 10 novembre 2014 -

Le Direzioni Generali di Azienda USL e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma informano i cittadini che, in occasione dello sciopero indetto dalle Associazioni sindacali COBAS, USI, CUB e dalle Organizzazioni sindacali ADL COBAS, USI-AIT, SLAI COBAS, Confederazione USB e SIAL COBAS, nella giornata del 14 novembre si potrebbero verificare disagi nella consueta attività.
Saranno, comunque, garantiti tutti i servizi sanitari urgenti.

(Fonte: Gli Uffici stampa Azienda USL di Parma Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Il 10 novembre inizia in tutta la provincia la campagna di vaccinazione anti-influenzale attuata dall'Azienda USL di Parma con la collaborazione dei Medici di medicina generale e dei Pediatri di libera scelta.

Parma, 7 novembre 2014 -

PERCHE' VACCINARSI

Perché, in particolare per le persone anziane e per quelle con malattie croniche, l'influenza può provocare complicazioni, anche gravi, che richiedono ospedalizzazione, ed in alcuni casi il decesso. L'influenza non va sottovalutata: è una "grave" malattia che nei paesi industrializzati rappresenta la terza causa di morte per malattie infettive. Inoltre, anche se per tanti la malattia si risolve in pochi giorni, vi sono comunque conseguenze sociali importanti, con rilevanti costi dovuti alla perdita di giorni di lavoro, che, nel caso di servizi pubblici di primario interesse collettivo assumono particolare rilevanza.

PREVENIRE L'INFLUENZA E LA SUA DIFFUSIONE SI PUO':
CON LA VACCINAZIONE

La vaccinazione è il mezzo più efficace e sicuro per prevenire l'influenza.
Efficace, perché assicura una buona copertura contro il rischio di complicanze da influenza e di ricovero in ospedale e diminuisce la possibilità di contrarre la malattia. Sicuro, perché i rari effetti collaterali sono limitati, per la gran parte, all'arrossamento della zona in cui viene fatta l'iniezione e, in pochissimi casi, ad un senso di malessere generale, con possibile febbricola.
Ognuno di noi inoltre può limitare la diffusione del virus seguendo semplici misure di protezione personale: lavarsi spesso le mani; coprirsi naso e bocca ogni volta che si starnutisce o tossisce e poi lavarsi le mani; utilizzare fazzoletti di carta monouso e gettarli in pattumiere chiuse e poi lavarsi le mani.

A CHI E' RIVOLTA LA VACCINAZIONE GRATUITA:

1) persone di età pari o superiore ai 65 anni;
2) bambini (da 6 mesi), ragazzi e adulti affetti da specifiche malattie croniche (*);
3) bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di sindrome di Reye in caso di infezione influenzale;
4) donne che durante la stagione epidemica (cioè da novembre a marzo) si trovano nel secondo e terzo trimestre di gravidanza;
5) persone ricoverate in strutture per lungodegenti;
6) personale sanitario e di assistenza;
7) familiari a contatto di soggetti ad alto rischio (cioè di malati cronici);
8) addetti a servizi essenziali (**);
9) personale degli allevamenti, dei macelli, veterinari pubblici e privati, addetti al trasporti di animali.
* sono comprese:
a) malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio
b) malattie dell'apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite e acquisite
c) diabete mellito e altre malattie metaboliche
d) malattie renali con insufficienza renale cronica
e) malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie
f) tumori
g) malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV
h) malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale
i) patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici
j) patologie associate ad un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad es. malattie neuromuscolari)
k) epatopatie croniche
** sono compresi:
a) forze dell'ordine e protezione civile (compresi i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale)
b) donatori di sangue
c) personale degli asili nido, delle scuole dell'infanzia e dell'obbligo
d) personale dei trasporti pubblici, delle poste e delle comunicazioni, volontari dei servizi sanitari di emergenza e dipendenti della pubblica amministrazione che svolgono servizi essenziali

LE VACCINAZIONI SONO EFFETTUATE GRATUITAMENTE:

Negli ambulatori dei medici di famiglia, alle persone di età pari o superiore ai 65 anni e a tutte le persone a partire dai 14 anni con patologie croniche.
Nei servizi della Pediatria di Comunità dell'AUSL presenti nei Distretti, ai bambini fino ai 14 anni con patologie croniche.
Negli ambulatori di Igiene e Sanità Pubblica dell'AUSL presenti nei Distretti, alle persone addette ai servizi essenziali.
Le persone non appartenenti alle categorie sopraccitate possono comunque vaccinarsi: occorre la prescrizione del medico di famiglia, l'acquisto in farmacia del vaccino e la somministrazione (a pagamento) dal proprio medico o pediatra di fiducia.

IL VACCINO

I virus influenzali mutano spesso: per questo ogni anni l'OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità – definisce la composizione del vaccino sulla base dei virus circolanti, che hanno più probabilità di causare l'epidemia stagionale. Il vaccino di quest'anno contiene 3 ceppi virali analoghi a: A/H1N1 California, responsabile della pandemia del 2009, A/H3N2 Texas, B Massachusetts. Tutti e 3 i ceppi hanno circolato nella passata stagione.
All'Azienda USL di Parma sono state assegnate 65.730 dosi di vaccino.

I CALENDARI VACCINALI DEGLI AMBULATORI PEDIATRIA DI COMUNITA'

Per i bambini fino ai 14 anni (fino a 16 per gli assistiti in deroga dal pediatra di libera scelta)
La vaccinazione può essere eseguita a partire da 6 mesi di vita. E' necessaria la richiesta del pediatra di libera scelta o del medico di medicina generale. La campagna di vaccinazione inizia lunedì 10 novembre e termina venerdì 28 novembre.

Distretto di Parma
Occorre fissare l'appuntamento, chiamando il numero 0521.1686896 da lunedì a venerdì dalle 7.30 alle 18 e il sabato dalle 7.30 alle 13.30. Le vaccinazioni si eseguono negli ambulatori di via Vasari e via L. da Vinci a Parma, di via Suor Maria a Colorno e di via del Donatore a Sorbolo.

Distretto di Fidenza
E' necessario fissare l'appuntamento, chiamando l'ambulatorio vaccinale negli orari indicati:

Fidenza: il giovedì dalle 8.30 alle 9.00 – tel. 0524.515517
Salsomaggiore: il mercoledì dalle 8.30 alle 9.00 – tel. 0524.581821
Noceto: il venerdì dalle 8.30 alle 9.00 – tel. 0521.667412
Fontanellato: il lunedì dalle 8.30 alle 9.00 – tel. 0521.822504
San Secondo: il martedì dalle 8.30 alle 9.00 – tel. 0521.371743
Busseto: il martedì dalle 10.00 alle 11.00 – tel. 0524.932805

Distretto Valli Taro e Ceno
Le vaccinazioni sono effettuate con chiamata attiva dei bambini appartenenti alle categorie a rischio segnalati alla Pediatria di Comunità dai pediatri di libera scelta. Per coloro che non hanno il pediatra ma il medico generico è necessario prendere appuntamento e avere la richiesta del medico curante con indicata la patologia di cui soffre il minore. Questi i numeri da chiamare: Borgotaro tel. 0525.970293; Fornovo tel. 0525.300422.

Distretto Sud-Est
E' necessario fissare l'appuntamento, chiamando i servizi negli orari indicati:

Langhirano: da martedì a venerdì dalle 12 alle 13 - tel. 0521.865140
Collecchio: da martedì a venerdì dalle 8.30 alle 9.30 - tel. 0521.307029
Traversetolo: il giovedì dalle 8 alle 9 - : tel. 0521.844903
Monticelli: il martedì dalle 8,30 alle 9,30 - tel. 0521. 865340

APERTURE STRAORDINARIE DEGLI AMBULATORI DI IGIENE E SANITÀ PUBBLICA PER LE VACCINAZIONI RIVOLTE AGLI OPERATORI ADDETTI AI SERVIZI ESSENZIALI

L'attività è garantita anche nei consueti orari di apertura disponibili nel sito www.ausl.pr.it

Distretto di Parma – dal 10 al 28 novembre

Parma: via Vasari n. 13
lunedì e mercoledì, dalle 13 alle 15; sabato dalle 9 alle 12
Sorbolo: via del Donatore n. 2
lunedì 24 novembre, dalle 14 alle 16
Colorno: via Suor Maria n. 3
mercoledì 26 novembre, dalle 14 alle 16

Distretto di Fidenza – dal 10 al 28 novembre

Fidenza: via Don Tincati n. 5 - Vaio
martedì dalle 9 alle 13.30
giovedì dalle 14 alle 17
venerdì (ad eccezione del 21/11) dalle 9 alle 13.30
sabato 15 novembre dalle 9 alle 12
Noceto: via C. A. Dalla Chiesa n. 30
mercoledì dalle 9 alle 13.30
San Secondo – Casa della Salute - piazza Martiri della Libertà n. 24
lunedì dalle 9 alle 13.30

Distretto Valli Taro e Ceno – dal 10 al 28 novembre

Borgotaro: via Benefattori, n. 12
lunedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 13
Fornovo: via Solferino
martedì e venerdì dalle 9 alle13
mercoledì 12 novembre dalle 14 alle 17

Distretto Sud-Est

Langhirano – Casa della Salute - via Roma 42/1 (ingresso B 1° piano, stanze 103 e 104)
lunedì 10 e 17 novembre dalle11.30 alle 13
giovedì 13 novembre dalle 11.30 alle 13
sabato 22 novembre dalle 9 alle 12
Collecchio – Casa della Salute - via Berlinguer, 2 (1° piano)
venerdì 14, 21 e 28 novembre dalle 9.30 alle 12
Traversetolo – Casa della Salute - via IV Novembre , 95 (1° piano)
lunedì 10, 17 e 24 novembre dalle 10 alle 12

(Fonte: ufficio stampa Ausl Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Sabato 15 novembre al Teatro Magnani il concerto gratuito "VA pensIerO" con la Corale San Donnino, organizzato dall'Azienda USL, in collaborazione con il Comune di Fidenza -

Parma, 8 novembre 2014 -

Sabato 15 novembre, con inizio alle 20 e 45, al teatro Magnani, la Corale San Donnino città di Fidenza tiene il concerto "VA pensIerO", organizzato dall'Azienda USL, in occasione dei primi 10 anni di attività dell'Ospedale di Vaio.
Il Maestro Giovanni Chiapponi, direttore del coro, propone l'esecuzione di diversi brani di Giuseppe Verdi, da Macbeth al Nabucco, da La forza del destino a Il trovatore, e di Gioachino Rossini.
Al pianoforte ci sarà la Maestra Serena Fava, mentre si esibiscono come cantanti solisti il soprano Maria Carla Ferri, il tenore Luigi Rossetti e il basso Fabio Bonelli.
L'ingresso è gratuito, la cittadinanza è invitata a partecipare.
L'evento è realizzato in collaborazione con il Comune di Fidenza.

(Fonte: Ufficio stampa Azienda Usl Parma)

Martedì, 28 Ottobre 2014 15:28

Compiano - Tre ragazzine dal cuore grande

Donazione all'Associazione Gli amici della Valle del Sole: tre ragazzine hanno messo a frutto la loro creatività per l'Hospice di Borgotaro -

Parma, 28 ottobre 2014 -

Si chiamano Emma Agazzi, Antonia e Maria Andrea Gabelli hanno tra i 9 e gli 11. Sono tre ragazzine come tante, la scuola, gli amici... e un'esperienza che le accomuna: hanno conosciuto da vicino l'hospice La Valle del Sole, sono entrate nelle stanze di questa struttura un po' speciale, avendo avuto ricoverati Emma la nonna e Antonia e Maria Andrea il nonno.

Pur essendosi dovute confrontare con la malattia e con l'esperienza della separazione, le tre amiche hanno saputo trasformare i momenti di fragilità in opportunità.

Insieme, hanno fatto un bel progetto. Hanno messo a frutto capacità manuale e creatività e hanno realizzato braccialetti e oggetti vari, venduti in occasione della fiera di San Terenziano, a Isola di Compiano, lo scorso 31 agosto.

Il ricavato della vendita è stato donato all'Associazione Gli amici della Valle del Sole: il loro contributo consentirà di migliorare ulteriormente il servizio offerto e di rispondere in maniera sempre più adeguata ai bisogni delle persone assistite in hospice.

Emma, Antonia e Maria Andrea insegnano che ognuno può fare tanto per gli altri, anche con gesti semplici. Il lutto vissuto non è stato subito, ma affrontato e trasformato in una occasione di crescita e di sostegno.

L'équipe curante dell'hospice e i volontari dell'Associazione Gli amici della Valle del Sole sono profondamente riconoscenti ad Emma, Antonia, Maria Andrea e alle loro famiglie.

(Fonte: Ufficio stampa AUSL di Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

La Regione Emilia-Romagna ha disposto l'esenzioni del ticket per le visite, per gli esami specialistici e per i farmaci, per le persone che hanno subito danni dall'alluvione nei quartieri di Parma e nei Comuni della provincia. Ecco cosa occorre fare.

Parma, 22 ottobre 2014 -

La Regione Emilia-Romagna ha disposto l'esenzione dal pagamento del ticket per le visite, per gli esami specialistici e per i farmaci a favore dei residenti in alcuni quartieri di Parma e nei comuni parmensi colpiti dalle inondazioni del mese di ottobre.

Le esenzioni riguardano le prestazioni sanitarie (visite ed esami) erogate nelle strutture pubbliche e private convenzionate di tutta l'Emilia-Romagna e l'assistenza farmaceutica, sia per quanto riguarda i farmaci di fascia A, sia i farmaci di fascia C in distribuzione diretta da parte delle Aziende Usl.
Il provvedimento, per il momento, ha effetto fino al 31 dicembre 2014, ma potrà essere prorogato.

I beneficiari sono tutti i cittadini che abbiano subito un danno dall'alluvione, residenti nei comuni di Bedonia, Berceto, Calestano, Collecchio, Colorno, Compiano, Corniglio, Felino, Fornovo di Taro, Langhirano, Lesignano de' Bagni, Monchio delle Corti, Montechiarugolo, Palanzano, Sala Baganza, Terenzo, Tizzano val Parma, Torrile, Traversetolo e nel comune di Parma, nelle vie e civici indicati nel sito www.ausl.pr.it.

L'esenzione è valida, oltre che per il richiedente, anche per i familiari a carico.

Per avere il diritto all'esenzione, occorre compilare e firmare una autocertificazione con i propri dati anagrafici e la dichiarazione di aver subito un danno dall'alluvione del mese di ottobre. Il modulo di autocertificazione è disponibile agli sportelli CUP e scaricabile dal sito www.ausl.pr.it, in home page.

Ecco dove presentare l'autocertificazione per ottenere l'esenzione.

Per visite ed esami già prenotati ma non ancora usufruiti, l'autocertificazione va presentata al momento della visita/esame.
Per visite ed esami non ancora prenotati, l'autocertificazione va presentata agli sportelli CUP dell'Azienda USL (sedi e orari sul sito www.ausl.pr.it).
Per ottenere i farmaci di fascia A: chi è in possesso della ricetta presenta l'autocertificazione alla farmacia, mentre per chi non ha ancora la prescrizione, l'autocertificazione va presentata al CUP. L'operatore CUP provvederà ad inserire il codice d'esenzione nel sistema informativo, in modo che ogni prescrizione del Medico di famiglia risulterà essere esente.

I farmaci di fascia C (presenti nel prontuario dell'AUSL) sono forniti gratuitamente nei centri di distribuzione diretta farmaci dell'AUSL al Polo Unico Farmaceutico Distribuzione Diretta Parma (presso Azienda Ospedaliero-Universitaria): dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 17 e il sabato dalle 8,30 alle 12,30; Farmacia Ospedale Vaio: dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 17 e il sabato dalle 8,30 alle 12,30; Farmacia Ospedale Borgo Taro: dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 14 e dalle 14,30 alle 17, il sabato dalle 8,30 alle 12,30. Come per i farmaci di fascia A, chi è in possesso della ricetta presenta l'autocertificazione nei punti sopra citati, mentre per chi non ha ancora la prescrizione, l'autocertificazione va presentata al CUP.

Chi non è in grado di presentarsi personalmente a chiedere l'esenzione, può avvalersi della delega (modulo disponibile sul sito www.ausl.pr.it).

Per informazioni chiamare il numero verde gratuito del Servizio sanitario regionale 800 033 033 attivo nei giorni feriali dalle 8,30 alle 17,30 e il sabato dalle 8,30 alle 13,30.

(Fonte: Ufficio stampa Ausl Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

"Primi tempi...dopo la nascita" al via un ciclo di incontri per neo genitori. Un'iniziativa di Comune di Parma e Azienda USL. Iscrizione obbligatoria e gratuita entro il 3 novembre -

Parma, 21 ottobre 2014 -

Iniziano a novembre i tre corsi per neo genitori organizzati dal Centro per le Famiglie del Comune di Parma in collaborazione con l'Azienda USL.

Ogni incontro affronta un tema specifico ed è coordinato da due psicologhe e un'ostetrica che, mettendo a disposizione le loro specifiche competenze, forniscono informazioni e strumenti utili, oltre a favorire lo scambio e il confronto tra le esperienze genitoriali.

Il tema del primo appuntamento è "Mamma, Papà...eccomi qua!", per riflettere su come saper riconoscere e gestire i pianti del bambino e sintonizzarsi con lui per regolare il ciclo sonno-veglia, la nutrizione, il gioco.

"Tenerlo stretto per lasciarlo andare: crescere tra limiti e autonomie" è il titolo del secondo incontro che si propone di descrivere la relazione di attaccamento. Si riflette su come la famiglia può diventare un contesto relazionale capace di favorire la crescita dei propri figli e di gestire l'uso dei limiti per sostenere lo sviluppo delle autonomie.

Infine, "Nonni, genitori e bambini", per parlare del ruolo dei nonni oggi.

La partecipazione è gratuita, occorre iscriversi entro il 3 novembre, contattando il Centro per le Famiglie ai numeri 0521-235693 oppure 0521-386056 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13; lunedì e giovedì anche dalle 14 alle 17) o tramite e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Questo il calendario degli incontri, tutti con inizio alle 17.45 e termine alle 20. Al Laboratorio Famiglia Al Portico, in Strada Quarta, 23 (Quartiere San Lazzaro) il 14, 21 e 28 novembre. Al Laboratorio Famiglia In Oltretorrente, in Piazzale San Giacomo, 7 (di fianco al Cinema D'Azeglio bus 3-4-5-7-23), il 7, 14 e 28 novembre.

(Fonte: Ufficio stampa Ausl Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

In occasione dello sciopero indetto dalle Confederazioni CIB UNICOBAS e USB nella giornata del 24 ottobre si potrebbero verificare disagi nella consueta attività.

Parma, 17 ottobre 2014 -

Le Direzioni Generali di Azienda USL e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma informano i cittadini che, in occasione dello sciopero indetto dalle Confederazioni CIB UNICOBAS e USB nella giornata del 24 ottobre si potrebbero verificare disagi nella consueta attività.
Saranno, comunque, garantiti tutti i servizi sanitari urgenti.

(Fonte: ufficio stampa Ausl Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Una trasmissione radiofonica realizzata in collaborazione con il Dipartimento 
di salute mentale dell'Ausl, la cooperativa Sirio e il sostegno di Fondazione Cariparma -

Parma, 7 ottobre 2014 -

"Non ci sto più dentro": sarà questo il titolo di una nuova trasmissione radiofonica realizzata da chi ha il coraggio di confessare che qualche volta "non c'è stato più dentro" ma ha saputo guardare negli occhi i propri fantasmi, per andare avanti.
E' la nuova sfida culturale lanciata dalla Fondazione Mario Tommasini che, con la cooperativa sociale Sirio e il sostegno del Dipartimento di Salute Mentale dell'Azienda Usl, vuole combattere il pregiudizio, ancora troppo diffuso, che aleggia intorno alla salute mentale così come fece colui che aprì i manicomi, occupò gli ospizi, spalancò gli orfanotrofi: l'uomo che il Corriere della Sera definì "il più buono d'Italia", Mario Tommasini. Fuori dalle gabbie, lontano dalle etichette.

Un talk radiofonico dove i protagonisti saranno persone che si sono trovate in difficoltà ma che ora vogliono mettersi alla prova, parlare e intervistare, proporre musica e discutere. Come farebbe un qualsiasi conduttore radiofonico seppur alle prime armi.
Al loro fianco educatori della cooperativa Sirio, volontari della Fondazione Tommasini, operatori e dirigenti del DSM dell'Azienda Ausl ed esperti della comunicazione.

Il progetto

"Non ci sto più dentro" ha già mosso i primi passi. I redattori hanno ideato il logo del progetto, definito la linea del programma, realizzato la sigla di apertura delle puntate scrivendo musica e parole fino alla laboriosa esecuzione realizzata nella sede di via Po 72, allestita di tutto punto per le registrazioni.
Ai microfoni e al mixer si alterneranno Adriana e Luciano, Juan Carlos e Maddalena, Pierre Fabrice e Maristella, Giuseppe Y. e Cristina, Giuseppe T. e Nelly, Sebastiano e Stefania, Stefano, Davide e Valentina. E i tanti che si aggiungeranno. Saranno le loro voci ad accompagnare gli ascoltatori durante le trasmissioni che affronteranno argomenti legati alle ansie quotidiane e alle paure più diffuse, ai sogni e alle aspettative con un pizzico di ironia e leggerezza. E ovviamente con tanto spazio alla musica.
Il programma, della durata di 40 minuti, avrà cadenza quindicinale con una programmazione compresa tra ottobre e giugno e sarà diffuso dalle frequenze di Radio Parma che ha sposato la valenza sociale del progetto.

Gli obiettivi

Depressione, disturbi d'ansia e dell'alimentazione, dipendenze: l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha stimato che nel 2015 le malattie psichiche potranno colpire una persona su quattro. Sono realtà con le quali occorre misurarsi anche nella nostra dimensione locale. E la Parma che fu laboratorio della Legge Basaglia continua ad essere luogo di sperimentazione per rispondere con modalità aperte, libere, anche gioiose, a un bisogno sociale che non può essere soddisfatto se tenuto nascosto o addirittura rimosso dalla coscienza collettiva.
Il progetto vuol fornire il proprio contributo per contrastare forme di sofferenza legate all'esclusione sociale, all'isolamento e alla depressione. Dietro al microfono solo dei redattori che produrranno contenuti per il pubblico in ascolto in un percorso che, negli intenti dei promotori, consentirà loro di acquisire nuove competenze tecniche e professionali, ma soprattutto una miglior consapevolezza di sè in un recupero della propria autostima.

I sostenitori

L'idea, lanciata dalla Fondazione Tommasini e dalla cooperativa sociale Sirio, ha incontrato subito l'adesione del Dipartimento di Salute Mentale dell'Ausl di Parma che ha messo a disposizione la sede di via Po 72 nonché la strumentazione necessaria per allestire una sala di registrazione. Fondazione Cariparma ha garantito un sostegno economico all'iniziativa.
Tanti coloro che stanno lavorando per accendere la radio e le menti a cominciare da Maristella Galli della Fondazione Tommasini che ha lanciato l'idea supportata dal prezioso contributo di Cristina Brighenti e Nelly Campari, a Giuseppe La Pietra e Maddalena Magnanini della coop Sirio che l'hanno raccolta, da Raffaella Dall'Aglio e Diego Gibertini dell'Ausl che stanno seguendo la partecipazione dei redattori, alla giornalista Valentina Zinelli che ne sta coordinando l'attività. Insieme per fare centro, come recita la sigla della trasmissione.

Inoltre...

La trasmissione "Non ci sto più dentro", viene presentata all'interno della rassegna "La salute della Salute mentale. Accogliere le sfide, costruire le soluzioni" che l'Azienda Usl dedica alla psichiatria con iniziative che si svilupperanno tra settembre e dicembre 2014.

La Fondazione Mario Tommasini viene costituita il 14 dicembre 2007. I principali scopi della Fondazione sono la raccolta, documentazione e archiviazione del vastissimo materiale riguardante l'attività ed il pensiero di Tommasini. Hanno aderito alla Fondazione le principali istituzioni di Parma e provincia, oltre a diversi comuni del territorio parmense.

(Fonte: ufficio stampa Azienda Usl Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma
Pagina 6 di 13