Poviglio 27 settembnre 2013

Poviglio celebra il mito del grande Jimy Hendrix domenica 29 settembre in occasione della quarta edizione dell' "Hendrix Day". Ospite d'onore della manifestazione, Scott Henderson, storico chitarrista di Chick Corea, Jean Luc Ponty, Tribal Tech e molti altri grandi artisti. Un appuntamento molto atteso e sentito dagli appassionati di musica rock, povigliesi e non solo, che anche quest'anno si svolgerà al Centro del Volontariato Kaleidos.

Musica, memorabilia e non solo per una giornata dedicata al chitarrista di Seattle, che culminerà alle ore 21.00 con il concerto di Scott Henderson, chitarrista con Chick Corea, Jean Luc Ponty, Tribal Tech. «Una manifestazione cresciuta nel tempo, che ogni anno richiama sempre più espositori, musicisti e appassionati» spiega Cristiano Maramotti, direttore artistico dell'Hendrix Day e organizzatore della giornata insieme a Simone Falavigna e Roberto Gandolfi con la Vintage Authority, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale – Assessorato alla Cultura e il Centro "Kaleidos". Oltre venti gli espositori che quest'anno hanno aderito, tra cui collezionisti storici quali Cesana, Camorani e Rock'n Vintage, provenienti da tutto il Nord Italia, a conferma del successo e del livello della qualità di un evento cresciuto negli anni e diventato ormai un appuntamento fisso per gli amanti di Hendrix e del rock in generale.

Come tradizione, dalle 15.00 fino alle 20.00, presso la Sala "Coopsette" sarà possibile partecipare alla mostra di memorabilia e cimeli della Vintage Authority e dei numerosi collezionisti privati che parteciperanno. Chi lo desidererà potrà anche mettersi alla prova, accompagnato dallo staff, e assistere ai contest musicali e promozionali curati da artisti legati al territorio.

Alle 16.30 Francesco Cavaliere, Max Puglia e Nico Di Battista si esibiranno per presentare il loro nuovo disco Hermanos (flamenco-jazz).

Uno spazio speciale, inoltre, sarà destinato al ricordo di Lupus (Luca Carpi) e Paco (Giuseppe Codeluppi), due chitarristi povigliesi prematuramente scomparsi.

Nella Sala "Sergio Tagliavini" si svolgerà invece, dalle 17.30, la Clinic con Scott Henderson, durante la quale il musicista alternerà la musica al racconto di aneddoti e particolari sulla sua carriera alle sei corde. Alle ore 21.00 è invece previsto il concerto di Henderson: un'occasione imperdibile per ascoltare il celebre artista, eletto nel 1991 "chitarrista jazz numero uno al mondo", partner di musicisti del calibro di Chick Corea, Jean-Luc Ponty o Zawinul Syndicate. Di lui è stato scritto: "un musicista straordinario e poliedrico che trae la sua tecnica ed il suo gusto della musica jazz dall'inesauribile energia e potenza della musica rock. Con la sua chitarra è come se piangesse, si disperasse, corresse sino a giungere con dolcezza ad accordi più morbidi". Il concerto ospiterà l'immancabile Moris Pradella, a detta di molti il Jimi Hendrix italiano, attualmente in tour con i Quintorigo e Mario Biondi.

L'ingresso per la sola clinic è di 15 euro. Stessa cifra per il concerto. 20 euro complessivi, invece, per chi intende partecipare sia al concerto sia alla clinic. In apertura di concerto, l'esibizione live di Moris Pradella (voce) accompagnato da Adriano Molinari (batteria - Zucchero Fornaciari Band) e Marcello Scutera (Basso).

Per tutta la giornata sarà in funzione il servizio ristoro e il bar, a cura dei volontari del Centro Kaleidos.

"L'Hendrix Day giunge alla quarta edizione e si definisce come appuntamento imperdibile per gli appassionati e i cultori di buona musica. Cultura, ricerca e socialità si fondono per offrire al pubblico un evento assolutamente originalissimo, che entra a pieno titolo nelle eccellenze povigliesi" dichiara Filippo Ferrari, Assessore alla Cultura del Comune di Poviglio.

Per info su spettacoli e per prenotazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel. 335/5615547 (Cris Maramotti)
 
(Fonte: ufficio stampa Kaiti expansion)
Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Mercoledì, 25 Settembre 2013 11:08

Poviglio aderisce a : "Wiki loves monuments"

Poviglio, 25 settembre 2013

Approvata la delibera che consente di fotografare beni e monumenti del Comune e della Parrocchia e pubblicare le immagini attraverso creative commons -

C'è anche Poviglio tra i comuni italiani che hanno deciso di aderire al progetto "Wiki Loves Monuments", il concorso fotografico internazionale che coinvolge cittadini di tutto il mondo per documentare il proprio patrimonio culturale. Un progetto importante che liberalizza la fotografia di monumenti e beni culturali di proprietà comunale, autorizzandone la diffusione con licenza Creative commons per promuovere la conoscenza del territorio.

Quando il concorso venne lanciato a livello internazionale, nel 2011, l'Italia non poté partecipare a causa delle limitazioni imposte dal Decreto Urbani risalente al 2004, in base al quale non è possibile scattare liberamente foto ai beni culturali a meno che non siano per uso strettamente personale o per motivi di studio. Sempre secondo questa norma, la riproduzione fotografica di un monumento è soggetta alla richiesta di un'autorizzazione e al pagamento di un canone all'ente che l'ha in consegna, il quale considera illegale la possibilità di fare fotografie di monumenti - comunque fuori copyright – e rilicenziarle con licenza d'uso Creative Commons CC-BY-SA senza una precisa autorizzazione da parte degli stessi enti pubblici territoriali che abbiano in consegna tali beni.

Nel 2013 la decisione di riprovare a esportare "Wiki loves monuments" anche nel nostro Paese, coinvolgendo direttamente gli enti locali proprietari dei beni. Tra questi il comune di Poviglio, che proprio in questi giorni ha dato via libera in merito ai beni di sua proprietà, vale a dire: il Cimitero Urbano e la relativa chiesa adiacente (viale Rimembranze 1); il Palazzo Municipale (via Verdi 1); il Monumento ai caduti (Piazzale della Vittoria); la Casa Protetta "Le radici" (via Repubblica 14).

Alla decisione del Comune ha fatto seguito anche l'adesione della Parrocchia, che per tramite di Don Danilo Gherpelli ha dato il via libera per la riproduzione fotografica delle chiese di: Santo Stefano Protomartire, Santi Crisanto e Daria di Casalpò, San Sisto, San Giacomo Maggiore di Fodico, San Martino di Tours a Godezza, San Bartolomeo di Enzola e oratorio di Sant'Anna.

Questo consentirà a turisti, cittadini o semplici appassionati di fotografare i suddetti monumenti concedendone l'immagine in uso come un qualsiasi "open data" con una licenza libera Creative Commons. A oggi sono circa 30 i paesi aderenti, dislocati sui cinque continenti: c'è tempo fino al prossimo 30 settembre per partecipare al concorso fotografico. Basta fotografare uno o più monumenti della lista e poi caricare la foto via internet sulla banca dati e immagini di Wikipedia: è possibile inviare anche foto scattate in passato.

Dopo il caricamento la fotografia entrerà a far parte di Wikimedia Commos, la banca multimediale di Wikimedia.

«Confidiamo che le perle del nostro territorio possano essere oggetto di interesse da parte di fotografi professionisti e amanti della fotografia. Tanto materiale documentario è stato recentemente raccolto attraverso progetti di valorizzazione del territorio: confidiamo che gli autori possano partecipare a questo concorso e dar lustro al territorio» dichiara Filippo Ferrari, Assessore alla Cultura del Comune di Poviglio.
 
(fonte: ufficio stampa Kaiti expansion)
Mercoledì, 11 Settembre 2013 14:22

Poviglio, incontro sulla demenza

Poviglio, 11 settembre 2013 -


La serata è la prima di tre iniziative per la Giornata mondiale dell'Alzheimer e apre il ciclo di appuntamenti organizzati in collaborazione tra Unione Comuni Bassa Reggiana, AUSL Reggio Emilia e AIMA -

Una serie di incontri per aiutare i malati di Alzheimer e le rispettive famiglie, fornendo loro un sostegno concreto nell'affrontare meglio la malattia. Si svolgerà a Poviglio martedì 17 settembre 2013, alle ore 21.00 presso il Centro del Volontariato Kaleidos (via Bologna 1), il primo dei tre appuntamenti di confronto sul tema della demenza, dal titolo "Invecchiare: normalità e patologia".
Le tre serate, che si terranno a Poviglio, Gualtieri e Reggiolo, rientrano nella serie di iniziative per la Giornata Mondiale dell'Alzheimer del 21 settembre, organizzate dall'Unione Comuni Bassa Reggiana, dall'Azienda sanitaria di Reggio Emilia (Distretto di Guastalla e Programma Aziendale Demenze) e da AIMA (Associazione italiana malattia di Alzheimer).
Nel corso dell'incontro si parlerà del difficile lavoro di cura nell'affrontare la malattia, dell'aiuto dei volontari e dei tecnici nel sostenere la famiglia, delle relazioni sociali e del sostegno da parte della comunità, dei percorsi di cura rivolti all'anziano portatore di questa patologia: alla serata interverranno il dott. Maurizio Alberti, geriatra e responsabile del Centro Disturbi Cognitivi AUSL Distretto di Guastalla; la dott.ssa Cristina Menozzi, psicologa e psicoterapeuta del Programma Aziendale Demenze Ausl Reggio Emilia, e la dott.ssa Patrizia Ferrari, responsabile del Centro demenze di Scandiano
Saranno inoltre presenti il neo presidente dell'Unione Comuni Bassa Reggiana e sindaco di Poviglio Giammaria Manghi; Sergio Cecchella, direttore del Programma Az.le Demenze dell'AUSL Reggio Emilia; la dott.ssa Giuliana Boschini, direttore del Distretto AUSL Guastalla; Enza Malaguti, responsabile dell'Ufficio di Piano Unione dei Comuni Bassa Reggiana; la dott.ssa Simonetta Cavalieri, presidente AIMA, associazione di volontariato che da molti anni è a fianco dei malati e nell'assistenza ai familiari colpiti dall'alzheimer.

«Questo ciclo di incontri rientra nell'ambito delle politiche a sostegno dei malati di demenza e dei loro familiari che Amministrazioni comunali, AIMA e Azienda USL, hanno intrapreso da tempo, ad esempio attraverso l'esperienza dei "Caffè Incontro" e dei Centri di ascolto. Altra importante figura in questo percorso di cura è il medico di medicina generale, che svolge una funzione fondamentale per il trattamento del paziente e come punto di raccordo tra i vari servizi della rete territoriale» afferma il direttore del programma Demenze Sergio Cecchella. «Si tratta di azioni importantissime per tutte le persone colpite da una malattia così grave e per i loro familiari, che vedono la loro vita profondamente trasformata da questa patologia. Venire loro incontro è un'azione doverosa per farli sentire meno soli e offrire un sostegno concreto nella quotidianità, con il supporto dei tanti volontari di Aima e degli operatori che già svolgono un prezioso lavoro».

(Fonte: Kaiti expansion)

Venerdì, 06 Settembre 2013 11:37

Oltre 300 persone per il "Green Festival"

Poviglio, 6 settembre 2013 -


Una serata per sensibilizzare i giovani e i giovanissimi alle problematiche ambientali e raccogliere fondi per l'oasi Ex Cave Corazza -

Oltre 300 persone, povigliesi e non, hanno fatto da cornice venerdì 30 agosto al "Poviglio Green Festival", l'iniziativa organizzata dai ragazzi del Centro Giovani di Poviglio con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale – Assessorato alle Politiche giovanili, in collaborazione e presso il Centro del Volontariato Kaleidos.
Una serata di divertimento ma non solo, per promuovere la creatività giovanile e sensibilizzare alla formazione di una cultura "verde". La musica delle talentuose band giovanili della Bassa è stato il filo conduttore dell'intera serata con protagonisti gruppi quali NN KK, Vania, Rolling on the floor, Two-beat Mana, e i dj Bobo, Coccia e Cutwine. Tutti insieme, uniti per una buona causa: raccogliere fondi da destinare alla riqualificazione dell'oasi ex Cave Corazza e per sviluppare progetti del WWF con l'istituto comprensivo di Poviglio.

«Come Amministrazione siamo molto soddisfatti dalla riuscita di questa iniziativa, che vuole essere la prima di una lunga serie» è il commento del Vicesindaco e Assessore alle Politiche Giovanili Sergio Cecchella. «La creatività giovanile è una risorsa importantissima, che deve essere valorizzata affinché i giovani diventino parte attiva e protagonisti della vita sociale e culturale del nostro Comune. Quello che rende ancora più orgogliosi della riuscita della serata di venerdì è che la partecipazione sia stata intorno a un tema, quello dell'ambiente, da sempre a noi molto caro e sul quale è nostra ferma intenzione coinvolgere sempre più i giovani: non a caso una delle finalità del Poviglio Green festival è proprio quella di riqualificare uno dei tanti spazi verdi del nostro Comune, l'oasi ex Cave Corazza».
L'Assessore ha poi voluto ringraziare a nome di tutta l'Amministrazione Comunale, i tanti giovani impegnati e gli operatori del Centro Giovani, coinvolti nella realizzazione del Festival.

(Fonte: ufficio stampa Kaiti expansion)

Reggio Emilia, 30 agosto 2013 -

Le Direzioni dell' Azienda Usl e dell'Azienda Ospedaliera Santa Maria Nuova informano che sono stati registrati due nuovi casi di malattia conclamata di West Nile Disease, in due persone anziane, una residente a Reggio Emilia e l'altra a Poviglio.
Le due persone sono attualmente ricoverate all'Ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, con diagnosi confermata dagli esami di laboratorio.
Il paziente residente a Reggio Emilia è in via di miglioramento, mentre il paziente residente a Poviglio, già affetto da una severa sindrome immunodepressiva, è in gravi condizioni.
In lieve miglioramento le condizioni del primo paziente risultato positivo al virus in provincia, ancora ricoverato all'Ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia.
La West Nile Disease è una infezione virale trasmessa attraverso la puntura di zanzara e che ha l'uomo tra i possibili ospiti finali, assieme al cavallo.
Ricordiamo che la malattia non può essere trasmessa da uomo a uomo mediante contatto diretto o indiretto, ma solo attraverso la puntura di una zanzara infetta.
La prevenzione si attua attraverso le norme di comportamento, più volte richiamate, che impediscono la puntura di zanzara.

(Fonte: uffici stampa AUSL di Reggio Emilia)

Poviglio, 26 agosto 2013 -


Il 29 settembre il concerto del musicista, storico chitarrista di Chick Corea, Jean Luc Ponty, Tribal Tech e molti altri grandi artisti -

Sarà Scott Henderson, mitico chitarrista con Chick Corea, l'ospite d'onore della quarta edizione dell'Hendrix Memorial Day, l'appuntamento dedicato agli appassionati di musica rock che si svolgerà al Centro del volontariato Kaleidos il prossimo 29 settembre.
Un evento da non perdere, per vedere all'opera il grande musicista accompagnato da un team di tutto rispetto: alla batteria Adriano Molinari (Zucchero Fornaciari Band), al basso Marcello Scutera e alla voce Moris Pradella.
Jimmy Page, Jeff Beck, Jimi Hendrix, Ritchie Blackmore, Albert King e Buddy Guy: sono solo alcuni dei nomi sui quali si forma lo stile personalissimo di Henderson, giunto a maturazione grazie alla contaminazione con il jazz e le sue possibilità espressive. Terminati gli studi alla Florida Atlantic University, si sposta a Los Angeles dove suona e registra con l'Elektric Band di Chick Corea, il violinista Jean-Luc Ponty, i Zawinul Syndicate e molti altri ancora. La consacrazione ufficiale di stella del firmamento fusion arriverà con la creazione dei "Tribal Tech", nel 1984. Nel 1994 torna alle sue passioni più giovani registrando il primo album della sua blues band: "Dog Party", cui seguirà nel '97 "Tore Down House" e nel 2002 "Well to the Bone". Nel 2005 è uscito l'ultimo album intitolato "Live", dove Scott ripercorre i successi dei "Tribal Tech" alternandoli a quelli blues. Scott ha anche registrato due album con un trio eccezionale: i Vital Tech Tones (al basso Victor Wooten e alla batteria Steve Smith).
Nel 1991 viene eletto "chitarrista jazz numero uno al mondo", un "musicista straordinario e poliedrico che trae la sua tecnica ed il suo gusto della musica jazz dall'inesauribile energia e potenza della musica rock". Con la sua chitarra è come se piangesse, si disperasse, corresse sino a giungere con dolcezza ad accordi più morbidi".
L'Hendrix Memorial Day, organizzato dalla Vintage Authority di Cris Maramotti, Simone Falavigna e Roberto Gandolfi in collaborazione con l'Amministrazione Comunale – Assessorato alla Cultura e il Centro "Kaleidos", si riconferma anche quest'anno appuntamento di livello per gli amanti del mitico Hendrix e del rock, che potranno in un solo giorno ammirare strumenti da collezione e ascoltare un artista di livello internazionale. Come tradizione, dalle 15.00 fino alle 20.00, presso la Sala "Coopsette" sarà possibile partecipare alla mostra di memorabilia e cimeli della Vintage Authority e dei numerosi collezionisti privati che parteciperanno. Chi lo desidererà potrà anche mettersi alla prova, accompagnato dallo staff, e assistere ai contest musicali e promozionali curati da artisti legati al territorio.
Nella Sala "Sergio Tagliavini" si svolgerà invece, dalle 17.00, la Clinic con Scott Henderson, durante la quale il musicista alternerà la musica al racconto di aneddoti e particolari sulla sua carriera alle sei corde. Alle ore 21.00 è invece previsto il concerto: l'ingresso per la sola clinic è di 15 euro. Stessa cifra per il concerto. 20 euro complessivi, invece, per chi intende partecipare sia al concerto sia alla clinic.
Per tutta la giornata ristoro e il servizio bar.

«L'Hendrix Memorial Day offre anche quest'anno un ricco programma di eventi. Attorno alla musica, regina della manifestazione, orbita una serie di proposte e opportunità che rendono effervescente la giornata. Anche questa quarta edizione sarà un'importante occasione di ritrovo per appassionati e collezionisti che si riconoscono nel nome di Hendrix» dichiara Filippo Ferrari, Assessore alla Cultura del Comune di Poviglio.
«Arrivati alla quarta edizione dell'Hendrix Memorial Day abbiamo lavorato per incrementare ulteriormente il livello qualitativo, già peraltro elevato, dell'espressione artistica. Scott Henderson è uno dei chitarristi più eclettici in circolazione, per il quale Jimi Hendrix ha rappresentato un punto di riferimento insostituibile: i suoi dischi spaziano da un vero e proprio ossequio personalizzato a Hendrix e Stevie Ray Vaughan a incisioni che si inseriscono all'interno del New Funk o nella reinterpretazione di standard, trasfigurati da un incredibile senso creativo. Questo è il motivo della sua presenza quest'anno» è il commento del direttore artistico Cristiano Maramotti.

Per info su spettacoli per prenotazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Collezionisti, espositori e artisti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

(Fonte: ufficio stampa Kaity expansion)

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Mercoledì, 21 Agosto 2013 13:38

Poviglio, American Show


Poviglio, 21 agosto 2013 -

Sabato 24 agosto suoni, balli e giochi provenienti dal nuovo continente: alla sera sfida sul toro meccanico -

Una serata dedicata all'America, alla sua musica e alla sua cultura. Tutto è ormai pronto a Poviglio per l'American show, la grande festa dedicata a musica, balli e giochi americani in programma sabato 24 agosto.
La Serata, organizzata da "Il Gatto e la Volpe Pubblicità" di Egidio Santamaria, con la collaborazione dell'associazione culturale ricreativa "Lupus" e il Patrocinio del Comune di Poviglio, avrà inizio alle ore 19,00 con la cena sotto le stelle e lo spettacolo di balli country.
A seguire il concerto dei reggiani Boots Survivors, con la loro musica all'insegna del migliore american rock. Una miscela veramente esplosiva con quattro grandi musicisti tra i migliori della Bassa: Albert Ray, Armand "The Cow", Max Lugli e Lucien Soliani.
Non mancheranno giochi e divertimenti per grandi e piccini, dalle attrazioni gonfiabili per i bambini al raduno di auto e moto americane, fino alla sfida col toro meccanico, che assegnerà ricchi premi.
Per l'occasione i negozi rimarranno aperti.
La partecipazione a tutti gli eventi, ad eccezione della cena, è gratuita.

(fonte: ufficio stampa Kaiti expansion)

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Lunedì, 19 Agosto 2013 12:03

Secondo giorno agli scavi di Terramara

Poviglio, 19 agosto 2013 -

Seconda visita guidata agli scavi della Terramara -

L'appuntamento martedì 20 agosto; giovedì replica per i più piccoli con "Un giorno in Terramara". Alla scoperta dei segreti della Terramara Santa Rosa e della sua storia: sarà questo l'obiettivo della seconda delle due visite al sito archeologico di Fodico di Poviglio, guidata dal Professor Mauro Cremaschi e dalla sua equipe, promossa dalComune di Poviglio – Assessorato alla Cultura per martedì 20 agosto 2013. Un momento per toccare con mano la storia degli abitanti e dell'insediamento della Terramara, che, con i suoi 7 ettari di estensione, è uno degli esempi più importanti di stanziamento risalente all'età del Bronzo (XV-XII sec a.C.), nonché l'unico di questo tipo scavato in modo estensivo e con metodo stratigrafico.
La visita sarà l'occasione per contemplare i progressi della XXX Campagna di scavi, il cui obiettivo è di esplorare una zona interna all'abitato e finora poco nota, situata tra il Villaggio Grande, un'area residenziale molto strutturata con case e quartieri, e il Villaggio Piccolo, il nucleo più antico da cui si è sviluppato l'insediamento, studiate negli anni passati.

L'appuntamento è per le ore 17.00 presso l'area degli scavi, situata in via Strada d'Este, Podere Santa Rosa a Fodico di Poviglio alle ore 17.00. Al termine dell'incontro sarà possibile visitare il Museo della Terramara Santa Rosa, in via Parma 1- Poviglio. La visita sarà condotta dalla dott.ssa Angela Mutti, direttrice del Museo.
Tutto dedicato ai più piccoli è invece l'iniziativa di giovedì 22 agosto, "Un giorno in terramara", per approfondire in maniera giocosa gli aspetti e le peculiarità della Terramara Santa Rosa sempre con l'ausilio del Professor Cremaschi e della sua equipe. Per quest'ultima esperienza si richiede l'iscrizione, da effettuare contattando la Biblioteca comunale di Poviglio.
La partecipazione a entrambe le iniziative è gratuita.
Per ulteriori informazioni: Biblioteca Comunale
via Parma, 1 – Poviglio - tel. 0522 960426
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Come negli anni passati, le attività saranno sostenute e promosse da una serie di enti pubblici e privati: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna, Università degli Studi di Milano, Coopsette, Club Unesco Reggio Emilia e la ditta Archeosistemi.
"Le visite guidate sono un'importante occasione per conoscere le peculiarità del sito archeologico di Santa Rosa, uno dei più significativi a livello europeo. I visitatori possono entrare in contatto con il mondo terramaricolo e scoprire le tecniche di scavo, caratterizzate da un approccio interdisciplinare. La grande partecipazione alla prima visita guidata denota il grande interesse che suscita ancora lo scavo" dichiara Filippo Ferrari, Assessore alla Cultura del Comune di Poviglio.

(Fonte: ufficio stampa Kaiti)

Poviglio, 9 agosto 2013 -

Ottimi i risultati, intorno al 90% di differenziazione, raggiunti in un anno di avvio del nuovo sistema di gestione rifiuti

Poviglio: sono più che soddisfacenti i risultati della raccolta differenziata Porta a Porta, raggiunti a quasi un anno dall'avvio del nuovo sistema di gestione dei rifiuti. È infatti superiore all'80% la percentuale raggiunta a partire dal luglio 2012, che si attesta a oltre il 90% con il dato relativo ai rifiuti ingombranti.
Un risultato reso possibile grazie alla fattiva collaborazione dei cittadini, che stanno partecipando attivamente alla differenziazione dei rifiuti. Nonostante questo, permangono ancora alcuni comportamenti scorretti di persone che non separano correttamente i rifiuti o li abbandonano a fianco dei cassonetti dove si pratica la raccolta Porta a porta. Proprio per questo il Comune di Poviglio ha deciso di intensificare i controlli sul territorio per limitare il fenomeno ed eliminare un comportamento dannoso per tutta la collettività.
Negli ultimi due mesi sono state 35 le sanzioni comminate nel corso delle verifiche che l'Amministrazione Comunale ha avviato in collaborazione con la Polizia Municipale. Due volte a settimana, insieme all'assessore all'Ambiente Domenico Donelli e ad un agente della Polizia Municipale, alcuni operatori del Comune si dedicano infatti al controllo delle batterie: di fatto vengono aperti i sacchetti lasciati impropriamente fuori dai contenitori del Porta a Porta, per monitorarne il contenuto e risalire a chi ha li ha abbandonati. Un'attività di sorveglianza importante, cui si aggiunge il monitoraggio per mezzo di una telecamera mobile fornita da S..A.BA.R e spostata di stazione in stazione per risalire agli autori dei comportamenti scorretti.
«L'avvio di un'azione di controllo si è reso necessario per fare in modo che gli sforzi dei tanti povigliesi che s'impegnano quotidianamente nella differenziata non siano compromessi dal cattivo comportamento di pochi - spiegano il sindaco Giammaria Manghi e l'assessore all'Ambiente Domenico Donelli. - Quest'attività di vigilanza serve infatti a dare un segnale a chi non rispetta le regole, per disincentivare quei comportamenti che vanno a inficiare i risultati positivi che abbiamo ottenuto in quest'anno».

In questi giorni è stata inoltre completata la prima fase delle operazioni di pulizia delle batterie per la raccolta differenziata ad opera di S.A.BA.R..

Poviglio, 5 agosto 2013 - 

Ripartono in questi giorni gli scavi presso il sito archeologico della Terramara Santa Rosa, in località Fodico. La campagna, la trentesima, sarà guidata come consuetudine dal Professor Mauro Cremaschi dell'Università degli Studi di Milano insieme alla Dottoressa Maria Bernabò Brea della Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna.
Come negli anni passati, le attività saranno sostenute e promosse da una serie di enti pubblici e privati: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna, Università degli Studi di Milano, Comune di Poviglio – Assessorato alla Cultura, Coopsette, Club Unesco Reggio Emilia e la ditta Archeosistemi.
L'obiettivo di quest'anno è l'esplorazione di una zona poco nota della Terramara, interna all'abitato, che separa le zone studiate negli anni scorsi, ossia il Villaggio Grande, un'area residenziale molto strutturata con case e quartieri, e il Villaggio Piccolo, il nucleo più antico da cui si è sviluppato l'insediamento – spiega il professore Cremaschi. – Questa nuova area è ancora poco conosciuta: sappiamo che non ci sono quartieri residenziali, ma la sua posizione particolare, in punta di Villaggio, lascia supporre che vi si svolgesse qualche attività specifica, che andremo appunto a indagare».
Per tutto il mese di agosto, inoltre, proseguiranno anche le ricerche geofisiche nell'area dell'abitato, per poterlo meglio descrivere e conoscerne la forma anche nelle aree in cui non sono stati fatti gli scavi e di cui non si ha dunque una conoscenza diretta. «La necessità di sapere come fosse strutturato il sito deriva anche dal momento particolare in cui progetto è arrivato su questi anni: stiamo infatti per affrontare un importante salto di qualità, che porterà nel breve periodo allo sviluppo di un progetto di valorizzazione del sito». È infatti partita la procedura di esproprio da parte del Ministero dei Beni Culturali del terreno su cui sorge la Terramara. In quest'ottica di valorizzazione rientra anche il consolidamento della Cascina Santa Rosa, di proprietà del Comune di Poviglio, concluso recentemente e reso possibile da un ingente finanziamento della Regione Emilia-Romagna.
Anche quest'anno, come ormai tradizione, gli appassionati di storia e archeologia potranno visitare gli scavi, grazie alla collaborazione tra i ricercatori e il Comune di Poviglio - Assessorato alla Cultura. Sarà infatti promosso, durante il mese di agosto, un calendario di visite guidate all'interno del sito, per poter approfondire la storia del territorio e gli usi e costumi dei suoi antichi abitanti direttamente dalle parole del Professor Cremaschi e dalla sua equipe.

La prima visita è prevista per martedì 13 agosto, con replica martedì 20: tutto dedicato ai più piccoli è invece l'appuntamento per giovedì 22 agosto con "Un giorno in terramara", per approfondire in maniera giocosa gli aspetti e le peculiarità della Terramara Santa Rosa. Tutti gli appuntamenti avranno inizio alle ore 17.00, presso l'area degli scavi, situata in via Strada d'Este, Podere Santa Rosa a Fodico. Al termine sarà possibile visitare il Museo della Terramara Santa Rosa, in via Parma 1- Poviglio.

«Nonostante le difficoltà che contraddistinguono questo periodo storico, il Comune di Poviglio continua a sostenere lo scavo della Terramara Santa Rosa attraverso l'ospitalità agli archeologi e il supporto logistico alle attività scientifiche. Trenta campagne di scavo hanno consentito di ricostruire con puntualità la vita dell'abitato terramaricolo, facendo del sito di Poviglio un punto di riferimento per lo studio dell'Età del Bronzo. La valorizzazione dello scavo continua a essere un importante obiettivo per l'Amministrazione e per i soggetti pubblici e privati da sempre coinvolti in questo progetto» dichiara Filippo Ferrari, Assessore alla Cultura del Comune di Poviglio.

Pagina 8 di 9