Visualizza articoli per tag: denuncia

Parma 1 denuncia per inosservanza provvedimento autorità sanitaria - Langhirano sanzionati 15 giovani.

Pubblicato in Cronaca Parma

2 arresti, 1 denuncia, sequestro di sostanza stupefacente e 2 segnalazioni alla Prefettura

Pubblicato in Cronaca Parma

4 persone denunciate dai Carabinieri della Compagnia di Parma.

Pubblicato in Cronaca Parma
Giovedì, 01 Ottobre 2020 11:48

Denunciato giovane per vilipendio

Musica rap in sottofondo, si è arrampicato sull’altare mentre qualcuno lo filmava, ha raggiunto la statua della Madonna, rinchiusa in una nicchia di pietra, l’ha abbracciata, baciata e le ha infilato una sigaretta in bocca.

Pubblicato in Cronaca Parma

I Carabinieri della Stazione di Pianoro (BO) hanno denunciato un settantunenne italiano per minaccia aggravata, danneggiamento e porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere.

E’ successo ieri mattina, quando la Centrale Operativa del Numero Unico di Emergenza “112” ha ricevuto la telefonata di un dipendente comunale che chiedeva aiuto perché era stato aggredito da un uomo armato di una spranga di ferro.

Pubblicato in Cronaca Emilia

I carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Parma hanno denunciato per sostituzione di persona è falsa attestazione pubblica identità un cittadino nigeriano classe 95 domiciliato a Salsomaggiore.

Pubblicato in Cronaca Parma

Pablo – Oltretorrente: contrasto allo spaccio perquisita un'abitazione abitata da 7 nigeriani: 2 denunce a piede di libero e 5 allontanamenti

Parma: Continua l'attività di contrasto allo "spaccio di strada" da parte della Polizia di Stato.

Nel corso delle ultime settimane era giunta una segnalazione da parte di residenti del quartiere "Pablo" che riferivano di un sospetto "via vai" in un palazzo.
Personale della Squadra Mobile, dopo aver svolto attenti servizi, ha operato una perquisizione domiciliare, durante la quale sono stati trovati 9,5gr. Di Marijuana, già confezionata e pronta per la cessione.

La sostanza era nascosta in due stanze in uso a due dei Nigeriani presenti nell'abitazione, e considerata la sicura attribuibilità della droga ai due, questi ultimi sono stati denunciati a piede libero per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

I due, rispettivamente A. O. classe 89' e U. R. classe 97', come detto entrambi nigeriani, sono conosciuti in quanto assidui frequentatori dei viali Vittoria e dei Mille. Il primo è un soggetto che recentemente era già stato arrestato per il reato di spaccio, e in una seconda occasione sanzionato con un foglio di via obbligatorio, (misura di prevenzione a firma Questorile) con divieto di ritorno a Parma per tre anni e obbligato a fare rientro a Bari, luogo di sua residenza. Poiché inottemperante a quest'ultimo provvedimento, è stato denunciato anche per quest'ultima motivazione.

Durante l'operazione sono stati identificati anche altri 5 cittadini Nigeriani, che come i primi due sono risultati tutti regolari sul territorio nazionale.

Tuttavia, tutti e 7 si sono dimostrati sprovvisti di qualsiasi titolo per trovarsi in quell'abitazione e per questo motivo sono stati allontanati dall'immobile.
Proseguono gli accertamenti sulle preziose segnalazioni fornite dalla cittadinanza.

(in copertina una immagine di repertorio)

Pubblicato in Cronaca Parma

Diffamazione e sostituzione di persona via web: la Polizia Postale denuncia un trentanovenne. Personale della Sezione Polizia Postale e della Comunicazioni ha denunciato in stato di libertà un cittadino italiano di 39 anni per il reato di diffamazione e sostituzione di persona via web.

Il trentanovenne aveva risposto ad annunci hard in rete, spacciandosi per una collega di lavoro della moglie vista la conflittualità professionale esistente tra le due donne.

La Polizia Postale ha avviato le indagini a seguito della denuncia sporta dalla vittima.

Pubblicato in Politica Modena

Denunciato dai Carabinieri uno dei responsabili del danneggiamento della vetrata d'ingresso del Museo per la Memoria di Ustica.

I Carabinieri della Stazione Bologna Navile hanno denunciato un ventiquattrenne marocchino per danneggiamento aggravato in concorso ai danni del Museo per la Memoria di Ustica situato in via di Saliceto.

I fatti risalgono all'agosto 2016, quando fu danneggiata la vetrata d'ingresso del Museo. A distanza di un anno, i Carabinieri della Stazione Bologna Navile, coadiuvati dal Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri Bologna Centro, sono riusciti a risalire a uno degli autori del danneggiamento, immortalato dai sistemi di videosorveglianza installati sul posto.

Il ventiquattrenne marocchino era già stato arrestato dai Carabinieri di Bologna per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti (v. comunicato stampa del 20 marzo 2017 – all'epoca ventitreenne).

- Bologna, 20 marzo 2017 – Lotta alla droga: quattro spacciatori arrestati dai Carabinieri.
Ieri notte, i Carabinieri della Compagnia Bologna Centro, durante un servizio antidroga in abiti civili tra piazza Verdi e le vie limitrofe, hanno arrestato quattro spacciatori, due gambiani di 22 e 24 anni, incensurati e due marocchini di 23 anni, con precedenti di polizia. L'attività è terminata con il sequestro di alcune centinaia di euro, una sessantina di grammi, tra cocaina e marijuana e la denuncia, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, di un altro spacciatore tunisino di 36 anni. Il più grande dei due gambiani, dovrà rispondere anche di violenza, resistenza e minaccia a Pubblico Ufficiale perché al momento dell'arresto ha cercato di intimidire i Carabinieri mimando il gesto del taglio della gola e dicendo: "Adesso voglio il morto. Ti ammazzo". L'unico risultato che il giovane gambiano ha ottenuto è stato quello di trascorrere la domenica in cella, in attesa dell'udienza di convalida dell'arresto, prevista per la mattina odierna. -

 

Pubblicato in Cronaca Emilia

Alla guida di un auto sotto sequestro e con la patente sospesa. Denunciato dalla Municipale 58enne recidivo

Gli agenti del Nucleo mobile della Polizia Municipale lo avevano già fermato nel febbraio scorso per un controllo, scoprendo che viaggiava a bordo di un'auto priva di assicurazione, di cui era alla guida nonostante la sospensione della patente. Lo scenario si è ripetuto martedì 22 agosto: il conducente, un piacentino 58enne residente in provincia, incurante della notifica – ricevuta nei mesi precedenti – che gli comunicava il sequestro del veicolo finalizzato alla confisca, si è messo al volante della medesima vettura a dispetto della patente sospesa a tempo indeterminato.

La pattuglia lo ha notato e fermato in piazzale Torino, all'imbocco di via Taverna. Già noto agli agenti, alla loro richiesta di fornire i documenti l'uomo ha tentato di sottrarsi al controllo, dichiarando di essere di fretta perchè atteso all'ospedale, dove avrebbe dovuto sottoporsi a una non meglio precisata terapia medica.

Conclusi gli accertamenti attraverso le banche dati della centrale operativa, il 58enne si è visto costretto ad ammettere il falso pretesto di fronte all'evidenza delle contestazioni e ha dovuto invece recarsi con gli agenti – che si erano comunque offerti di accompagnarlo presso la struttura sanitaria – al Comando di via Rogerio, per la stesura dei verbali. Di qui la denuncia all'Autorità giudiziaria per guida con patente sospesa e con un mezzo sottoposto a confisca, mai conferito al centro recuperi individuato dalla Prefettura.

Pubblicato in Cronaca Piacenza
Pagina 1 di 2