Visualizza articoli per tag: sesso

Un uomo di 30 anni lotta tra la vita e la morte questa domenica, 18 agosto, dopo essere caduto da 3,50 m con la sua partner mentre la coppia era in piena attività sessuale.

La storia sfortunatamente ha preso una svolta drammatica. Una coppia si è messa a fare sesso sul balcone, appoggiandosi al davanzale. All'improvviso, però, un movimento inconsulto li ha fatti precipitare di sotto. L'uomo, di 30 anni, di origine britannica, lotta tra la vita e la morte, lei, di 28 anni, di origine canadese si è salvata. L'assurdo incidente è avvenuto oggi, 18 agosto, sulla Costa Azzurra, in una villa a Canet, dove la coppia, in vacanza, villeggiava.

La donna si è salvata dalla caduta da 3,50 m perché il corpo dell'uomo ha attutito l’impatto al suolo. Come riportato da Nice-morning, la coppia è stata trasportata all'ospedale Pasteur 2 di Nizza. Sono in corso le indagini della polizia per ricostruire nei minimi dettagli la vicenda. Gli inquirenti indagano, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti, per determinare le circostanze della caduta e per verificare se le vittime fossero sotto l'effetto di droghe o alcol.

(18 agosto 2019)

 

ambulanza_francese_0d76bcac04af717296f8b0350af3d1e1.jpg

Tradimenti e Rapporti Sadomaso uniscono le coppie: lo sostiene Il Portale Incontri-Extraconiugali.Com supportato da uno studio dell'università di Pisa.

Anche qualche «sculacciata» può trasformarsi in un vero e proprio collante per le coppie. Secondo un'indagine di Incontri-ExtraConiugali.com per tenere in piedi i matrimoni il sadomaso si classifica pari merito con il tradimento.

Esiste una correlazione tra tradimento e fedeltà? «Sì, spesso è proprio il tradimento a consentire di rimanere fedeli» risponde Alex Fantini, fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com, il portale più sicuro dove cercare un'avventura in totale discrezione e anonimato.

«Sembra un paradosso, ma statisticamente è proprio così. Il tradimento sessuale le più delle volte porta a consolidare la fedeltà coniugale, mentre le coppie e i matrimoni che non hanno mai dovuto fare i conti con la voglia di tradire sono quelle che funzionano di meno» prosegue Alex Fantini.

Psicologi e sessuologi non hanno dubbi: la scappatella non nuoce al matrimonio, ma lo consolida. Il fatto è che una relazione alternativa costituisce un diversivo rispetto alla solita routine, tradire è uno dei modi più efficaci per combattere la noia, che è il vero nemico della coppia, soprattutto di quelle unite da molti anni.

«In quest'ottica, il tradimento è quell'imprevisto che porta a guardare l'altro con rinnovata curiosità, rimettendo tutto in discussione, anche noi stessi» spiega il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

Ma anche qualche sculacciata può trasformarsi in un vero e proprio collante per le coppie. Secondo un'indagine di Incontri-ExtraConiugali.com per tenere in piedi i matrimoni il sadomaso si classifica pari merito con il tradimento.

Su un campione di mille uomini e mille donne di età compresa tra i 18 ed i 60 anni, iscritti al portale, una persona su 3 sostiene che il tradimento è un evergreen della trasgressione che alla fine ravviva la coppia. Ed una uguale percentuale di persone sostiene che il sadomaso svolge la medesima funzione di riaccendere la passione.

Per aggiungere pepe al rapporto basterebbe dunque qualche sculacciata o concretizzare qualche fantasia con articoli che si rifanno alla saga dei film«Cinquanta Sfumature». E a sostenerlo non è solo Incontri-ExtraConiugali.com ma anche due autorevoli studi della Northern Illinois University e dell'Università di Pisa.

In entrambi gli studi, delle coppie che hanno partecipato ad attività sadomasochiste hanno dichiarato di essersi avvicinati di più al partner.

Durante il sadomasochismo -hanno osservato i ricercatori della Northern Illinois University coordinati da Brad Sagarin- il cortisolo aumenta in maniera significativa nei soggetti che hanno ricevuto una stimolazione, ma il livello dell'ormone dello stress scende alla normalità entro 40 minuti.

«Quando un rapporto sessuale è consensuale, infatti, non è mai stressante, anche se si tratta di sesso estremo» commenta il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

Nel corso di un altro esperimento sul sadomasochismo un gruppo di ricercatori dell'Università di Pisa coordinati da Donatella Marazziti è giunto alle medesime conclusioni misurando i livelli del testosterone in 45 uomini e donne. I ricercatori hanno anche rilevato un aumento significativo dell'ormone maschile nelle donne, concludendo che questo aumento aiuta le donne a fronteggiare la natura aggressiva delle attività sadomasochiste.

 

racconto-sesso-forte-selvaggio.jpg

 

(Credit foto: http://lestanzedimadame.com/wp-content/uploads/2015/12/racconti-sculacciata-sexy.jpg )

Editoriale: - Il diritto a essere sedotte - Lattiero caseari. Prosegue il crollo del latte e del burro - Quando le competenze scompaiono nell'azienda liquida - Fonterra rivede le proiezioni della produzione di latte - Cereali e dintorni. Sorpresa seme di soia. -

SOMMARIO Anno 17 - n° 02 14 gennaio 2018
1.1 editoriale
Il diritto a essere sedotte
2.1 lattiero caseario Lattiero caseari. Prosegue il crollo del latte e del burro.
3.1 imprese e competenze Quando le competenze scompaiono nell'azienda liquida
3.2 allerta alimentare Candeggina in un omogeneizzato per neonati prodotto in Italia
4.1 maltempo Maltempo. Dalla Giunta sì ai 350 mila euro per i negozi, i ristoratori e piccoli artigiani colpiti da alluvione
5.1 mercato latte Fonterra rivede le proiezioni della produzione di latte
5.2 mercati e consumi Italiani sempre più Bio in GDO
6.1 cereali e dintorni Cereali e dintorni. Persiste la fase di stabilità. Domani i dati USDA.
7.1 bonifica Consorzio dell'Emilia Centrale: per il 2018 oltre 10 milioni di euro per la difesa o lo sviluppo del territorio
8.1 cereali e dintorni Cereali e dintorni. Sorpresa seme di soia.
9.1 scenario macroeconomico 2018 Scenario macroeconomico. Uno scenario 2018 di tranquillità quasi irreale
11.1promozioni "vino" e partners
12.1 promozioni "birra" e partners

(per seguire gli argomenti correlati clicca QUI

20180114-cibus-Cop

(Scarica il PDF alla sezione allegati)

 

 

Domenica, 14 Gennaio 2018 14:27

Il diritto a essere sedotte

"Stop alla caccia alle streghe, provarci è un diritto dell'uomo". Il "manifesto" della Deneuve & C. infiamma le femministe.

di Lamberto Colla Parma 14 gennaio 2018 -

La seduzione è un gioco delle parti. Il maschio che rincorre e la femmina che fugge. Un gioco che ha delle regole e una sintassi tutta particolare e specifica. Non sempre il "no" di parte femminile è perentorio piuttosto il desiderio di allungare il periodo del gioco seduttivo, del corteggiamento. Altrettanto è vero che non tutti i maschi hanno la sensibilità di allentare la "presa" quando il rifiuto è più che palese e altri assumono comportamenti maldestri o ambigui.

Un gioco e un comportamento ancestrale che si fondono creando un'atmosfera isolata dal resto del mondo all'interno del quale i due contendenti si confrontano e, frequentemente, uno dei due soccombe al NO verbale e non verbale dell'altro sesso.

Nel periodo della mia gioventù erano molto più gli uomini che ricevevano "il due di picche", come si diceva all'epoca.

Tanti i NO ricevuti (tantissimi anche dal sottoscritto) e tanti sogni spezzati.

Ma poi passava e via si ricominciava la ricerca della nuova possibile conquista, quella che ti faceva svolazzare le farfalle nello stomaco.

E' comunque molto difficile accettare un NO ma lo è altrettanto affermarlo; un po' per il rischio di essere classificata negativa, un po' per il timore di fare soffrire l'altra persona.

Ricordo anche dei "predatori seriali", gli appassionati di statistica, che nell'arena della mega discoteca "la chiedevano a tutte" perché prima o poi, "una su mille cascava nella rete".

Niente di strano e niente di violento, solo un gioco di ruolo.

E' questo, in sintesi, quello che Catherine Deneuve e le altre cento intellettuali francesi hanno voluto sottolineare con il "manifesto" pubblicato su "Le Monde" schierandosi apertamente contro questa violenta ondata di "puritanesimo".

«Lo stupro è un crimine, ma tentare di sedurre qualcuno, anche ostinatamente o in maniera maldestra, non lo è, come la galanteria non è un'aggressione machista», si legge sul manifesto.

Per le firmatarie, pur lodando «una legittima presa di coscienza delle violenze sessuali esercitate sulle donne, in particolare in ambito professionale», «questa liberazione della parola è diventata oggi il suo contrario: intimidiamo le persone affinché parlino "correttamente", mettiamo a tacere chi non si allinea e quelle donne che rifiutano di conformarsi sono considerate traditrici e complici». «Gli uomini - aggiungono - sono stati puniti sommariamente, costretti alle dimissioni quando tutto quello che hanno fatto è stato toccare il ginocchio di qualcuna o cercare di rubare un bacio, parlato di argomenti intimi durante cene di lavoro o aver inviato messaggi a connotazione sessuale a donne per la quale l'attrazione non era reciproca».

Parole che hanno fatto infuriare le "femministe" dure e pure.

A capeggiare la replica femminista, - come riportato dall'ANSA nel pezzo firmato da Paolo Levi da Parigi - è stata la militante Caroline De Haas, che ha raccolto una trentina di firme per denunciare l'iniziativa di Deneuve & C.. La De Haas, intervistata da France Info, ha detto fra l'altro: "Le firmatarie della tribuna su Le Monde sono per la maggior parte delle recidive in materia di difesa di pedo-criminali o di apologia dello stupro". "Questa tribuna - si legge nella dura replica ripresa da tutti i media - sembra un po' quel collega fastidioso, quello zio noioso che non capisce quello che sta accadendo. Appena si fa un passo avanti nell'eguaglianza, anche se di mezzo millimetro, delle anime pure ci mettono subito in guardia sul fatto che rischiamo di cadere nell'eccesso. Ma nell'eccesso ci siamo in pieno, in Francia ogni giorno centinaia di migliaia di donne sono vittime di molestie, decine di migliaia di violenze, centinaia di stupri. Ogni giorno. La caricatura è questa".
Insomma, "i maiali e i loro alleati/e si preoccupano - concludono le femministe - e fanno bene. Il loro vecchio mondo sta per scomparire. Lentamente, troppo lentamente, ma inesorabilmente. Qualche reminiscenza polverosa non cambierà niente, anche se pubblicata su Le Monde".

In conclusione, ognuno giudichi liberamente da che parte stanno gli eccessi. Personalmente rivendico di essere persona seria e a posto, che nel gioco della seduzione ha sempre trovato il piacere anche nelle innumerevoli delusioni.

Il NO è un diritto ma il fatto di "provarci" non deve mettere a rischio l'onorabilità e soprattutto di essere tacciato per "maiale" o ancor peggio di "pedo-criminalità".

(per restare informati - editoriali )

Pubblicato in Politica Emilia

Le donne curvy piacciono, e anche molto! Le forme generose sono altamente apprezzate dagli uomini e se una amante cercano, l'85% sceglie la Curvy. I gusti delle donne, almeno il 75% delle intervistate, amano la «beard design».

Redazione 16 settembre 2017 -
20170915-Francesca DelleraTinto Brass le bellezze formose le ha sempre esaltate e scoperte, in tutti i sensi. Da Serena Grandi a Francesca Dellera, solo per citarne alcune, sono state così ben dirette dal maestro del cinema erotico italiano, tanto da farne quasi assaporare tutte le armonie dei profumi dei personaggi interpretati dalle splendide attrici.

Le "curvy" come vengono modernamente etichettate le signore con le forme arrotondate, di fatto non sono mai cadute di moda.
Già alcuni anni fa una ricerca scientifica promossa dalla prestigiosa università britannica Westminster , aveva confermato l'ipotesi.

Le donne "burrose" sarebbero quindi sensuali, divertenti e perché no, rassicuranti, aspetti capaci di ingabbiare anche l'uomo più "difficile.

Il successo del "Burlesque" (Spettacolo di varietà costituito da canzoni, balletti, caricature, spogliarelli) e della sua musa Dita Von Teese (in copertina) ne è un'ulteriore prova, capace di guadagnarsi spazi nei palinsesti televisivi con il "bollino verde".

Secondo l'85% degli uomini le donne in carne sono le preferite per tradire il partner.
Considerate più affascinanti, più sensuali e più sexy e rassicuranti, le bellezze mediterranee hanno sbaragliato la concorrenza.
Per tradire le donne preferiscono invece la «beard design».

Questo è quanto emerge dall'ultimo sondaggio di Incontri-ExtraConiugali.com, il portale dedicato a chi cerca un'avventura, su un campione di mille uomini e mille donne di età compresa tra i 18 e i 48 anni.

20170913-dita-von-teese-lingerieNiente magre dunque ma solo tante curve.
Come mai? «Le motivazioni sono tante. In primo luogo la carica di energia che queste donne emanano risultando estremamente attraenti agli occhi degli uomini che le guardano. Una donna in carne è sinonimo di felicità e di benessere. Un seno abbondante e fianchi generosi, dunque, non rappresentano un problema, ma una risorsa per piacere agli uomini. E poi c'è anche il sorriso: le donne «tonde» non sono quasi mai tristi, sono quasi sempre positive ed allegre» risponde Alex Fantini, fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com, il sito più sicuro dove cercare un'avventura in totale discrezione e anonimato.


E gli uomini? Secondo il medesimo sondaggio per tradire le donne non vogliono maschi con il volto liscio ma neanche quelli troppo barbuti.

Il 75% delle donne preferisce l'uomo con la barba rasata come se fosse disegnata sul viso dell'uomo.
Una barba dunque corta e ben curata, capace di dare equilibrio al viso, oppure una barba semi-folta ma scolpita che consente ai visi più rotondi di allungarsi ed avere un effetto più accattivante.

Perché le donne amano l'uomo con la barba super definita? «La cura del viso - sottolinea Alex Fantini -rende l'uomo più ordinato, ma soprattutto più affidabile nella percezione delle donne». Insomma, l'uomo con il volto ordinato dà l'idea di quello che si prende cura di sé e quindi dei suoi affetti personali, di una persona metodica che non lascia nulla al caso.

20170915-nude-belle-burose