Ryanair, il CEO della compagnia low cost precisa cosa causeranno le cancellazioni e si scaglia contro le avversarie. Le contromosse della società irlandese: saranno ingaggiati piloti Alitalia. Lo "Sportello dei Diritti": rischio effetto a cascata e a pagare saranno sempre i passeggeri. Intervenga il governo per scongiurare una più profonda crisi del trasporto aereo in Italia.

20 settembre 2017

E' di oggi l'annuncio delle stime di Ryanair circa le cancellazioni di voli decise da Ryanair. Secondo il CEO della low cost irlandese Michael O'Leary, le procedure coinvolgeranno circa 400.000 passeggeri, stando a quanto riporta l'agenzia Bloomberg. Mentre i rimborsi potrebbero superare i 20 milioni di euro, ha specificato ancora O'Leary, in una conferenza telefonica con gli analisti. Il vettore a basso costo ha detto che pubblicherà le cancellazioni previste fino a ottobre entro le prossime ore. Il capo di Ryanair ha rilevato che la società sta attualmente operando circa 2.500 voli al giorno, puntando pure il dito contro le compagnie aeree rivali di Gran Bretagna, Germania e Irlanda che andrebbero a caccia dei suoi piloti. Infine, si è scagliato contro la concorrente Norwegian, ribadendo che "non durerà a lungo" e annunciando misure per fermare i propri piloti disposti a passare alla concorrente norvegese. In ogni caso Ryanair, ha concluso ancora il dirigente, ingaggerà piloti provenienti da Alitalia o da Air Berlin. Quest'ultima ipotesi, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", a questo punto fa preoccupare perché la fuga di piloti verso la low cost, compagnia che mantiene comunque una forte solidità e appetibilità per i dipendenti di altre in crisi, potrebbe portare ad un effetto a cascata anche per la società italiana, già commissariata e in permanente e profonda difficoltà, con effetti che potrebbero riguardare ancora una volta il Nostro Paese e i passeggeri italiani. Ci attendiamo, quindi, un intervento del governo in carica per scongiurare un'ulteriore e più pesante crisi del trasporto aereo come quella scatenata negli ultimi giorni dalle cancellazioni annunciate da Ryanair.

I voli cancellati 

Modena, 31 agosto 2017 – Nel primo semestre 2017 sui mezzi Seta in servizio nei bacini provinciali di Modena, Reggio Emilia e Piacenza si è registrato un aumento di passeggeri (quasi 500 mila) e di abbonamenti venduti (+ 9%) rispetto allo stesso periodo del 2016. Si conferma così anche nella prima parte di quest'anno il trend di crescita che l'azienda sta registrando a partire dal 2014.

Nel dettaglio, i passeggeri complessivi del primo semestre 2017 nelle tre province servite da Seta sono stati 30.195.796 contro i 29.706.585 dello stesso periodo 2016, mentre gli abbonamenti venduti (annuali e mensili) sono stati circa 120 mila contro poco meno di 110 mila dell'anno precedente. Il dato dei passeggeri è particolarmente significativo, essendo il risultato combinato di un andamento molto positivo degli utenti con titolo di viaggio ordinario (+1,6 milioni) mentre risultano in considerevole calo (-1,1 milioni) quelli che possono usufruire di agevolazioni sociali, quali pensionati, disabili, eccetera.

L'aumento complessivo dell'utenza – con particolare riguardo a quella abituale – è un'ulteriore conferma della validità della strategia commerciale di Seta, che ha come obiettivo prioritario la fidelizzazione dei clienti e l'incentivazione dei titoli di viaggio di maggiore durata temporale. Rientra pienamente in quest'ottica la nuova iniziativa attivata dall'Azienda: da venerdì 1 settembre sarà disponibile il nuovo abbonamento promozionale urbano bimestrale, valido per le reti cittadine di Modena, Reggio Emilia e Piacenza, ad un costo di 60 euro.

L'iniziativa è presa da Seta in considerazione della vasta diffusione degli abbonamenti mensili e per incentivare ulteriormente la fidelizzazione della clientela. Il nuovo titolo di viaggio promozionale viene proposto da Seta in concomitanza con l'entrata in vigore della nuova tariffa dell'abbonamento mensile urbano dei tre capoluoghi che – come deliberato dagli enti territoriali competenti – dal 1° settembre passa da 30 a 32 euro. Fino al 20 ottobre chi effettuerà un doppio rinnovo (ovvero: acquisterà due mensilità consecutive) continuerà a pagare solo 30 euro per ogni mese acquistato; sarà quindi possibile viaggiare sui mezzi urbani Seta fino a tutto novembre ancora alla vecchia tariffa.

Il nuovo abbonamento bimestrale sarà in vendita presso le biglietterie Seta di Modena (Autostazione), Carpi, Sassuolo, Castelfranco Emilia, Mirandola, Pavullo, Vignola, Reggio Emilia (Autostazione C.I.M.) e Piacenza (Autostazione). Sarà possibile usufruire della promozione anche per chi effettuerà tramite il sito web di Seta (www.setaweb.it sezione "Acquista online") il rinnovo online dell'abbonamento: in questo caso l'abbonato pagherà per la prima ricarica mensile la nuova tariffa di 32 euro, ma riceverà una ricevuta-buono sconto dal valore di 4 euro che potrà utilizzare per la ricarica successiva, purché effettuata entro 7 giorni da quella precedente.

Resterà in vigore fino a giovedì 14 settembre; da venerdì 15 settembre entrerà in vigore l'orario invernale. Terminati i lavori in via S. Bartolomeo: dal 2 settembre le linee urbane 1-2-3-4-6-8-17 riprenderanno i percorsi regolari.

PIACENZA, 31 AGOSTO 2017 - Seta informa gli utenti piacentini che da domani, venerdì 1° settembre, per le linee del servizio urbano verrà ripristinato l'orario estivo ordinario. Non sarà quindi più in vigore l'orario estivo ridotto, che ha caratterizzato la frequenza di passaggio dei mezzi nei mesi di luglio ed agosto.

L'orario estivo ordinario resterà applicato fino a giovedì 14 settembre compreso; da venerdì 15 settembre entrerà in vigore l'orario invernale. Le tabelle orarie presenti alle fermate sono aggiornate: gli utenti sono quindi pregati di tenerne conto e prestare la dovuta attenzione nel consultarli, al fine di programmare correttamente i propri spostamenti con i mezzi pubblici.

Si comunica inoltre che, essendo terminati i lavori stradali alla rete di distribuzione gas in via S. Bartolomeo, le deviazioni temporanee di percorso attivate a luglio per le linee urbane 1-2-3-4-6-8-17 possono avere termine: da sabato 2 settembre verranno quindi ripristinati i normali percorsi.

Per ogni ulteriore informazione è possibile consultare il sito internet www.setaweb.it  oppure contattare il servizio di informazioni telefoniche di Seta: 840 000 216.

Dal 2 settembre, il documento di accompagnamento va compilato online. Lo prevede il decreto del ministero della Salute del 28 giugno 2016

Nuove regole in arrivo per chi trasporta animali da allevamento. Dal 2 settembre, il documento che accompagna gli animali nei loro spostamenti dovrà essere compilato solo in formato elettronico. Come previsto dal decreto del ministero della Salute del 28 giugno 2016, dunque, il "modello IV", per gli addetti ai lavori meglio noto come "modello rosa" diventa informatizzato.

COME FUNZIONA IL NUOVO SISTEMA Innanzitutto, è necessario che i capi di bestiame siano registrati nella Banca dati nazionale, perché è da lì che si recuperano gli elementi per compilare il modello. Se lo spostamento dei capi allevati è verso i macelli, la compilazione deve essere fatta dal solo allevatore, in quanto non occorre l'autorizzazione del Servizio veterinario AUSL. Se invece gli animali vengono spostati verso un'altra stalla, o verso pascoli e stalle di sosta - le cosiddette movimentazioni "da vita" - occorre l'autorizzazione dell'AUSL, chiamata a validare il modello online già compilato dall'allevatore.

LA COMPILAZIONE ONLINE L'allevatore che intende compilare il "modello IV" in autonomia deve avere la smart card ed essere registrato alla Banca dati nazionale (per info su come ottenerla è attivo un help desk telefonico al numero verde 800 08 22 80 che risponderà dal lunedì a venerdì dalle 8 alle 20). Per la compilazione, l'allevatore può anche rivolgersi – previo pagamento del corrispettivo - in primo luogo a organizzazioni professionali e a veterinari aziendali riconosciuti, oppure anche ai servizi veterinari dell'AUSL. Informazioni su sedi e orari di apertura dei servizi dell'AUSL di Parma sono disponibili nel sito www.ausl.pr.it 

I DOCUMENTI Nel momento in cui i capi devono essere caricati sui mezzi di trasporto, al posto delle quattro copie cartacee in cui veniva prodotto il "modello IV", dal 2 settembre ne viene stampata e sottoscritta una sola copia, composta di sei fogli, che accompagna gli animali durante il trasporto e che viene consegnata al destinatario (macello o stalla), che provvede ad archiviarla.

E IN CASO DI VARIAZIONI? Se si rende necessario apportare delle modifiche rispetto a quanto inserito online, nell'immediato, sul documento cartaceo, è possibile inserire le variazioni, che andranno però registrate online entro 7 giorni.

COS'È IL MODELLO IV E' il documento che certifica i movimenti dei capi allevati e contiene le informazioni di identificazione (parte A), le dichiarazioni per il macello riguardo ai trattamenti farmacologici o con sostanze vietate (parte B), la destinazione (parte C), i dati del trasportatore (parte D) e l'attestazione sanitaria del veterinario ufficiale relativa allo stato sanitario dell'allevamento e dei capi (parte E). Fino a ora doveva essere sempre compilato in almeno 4 copie (stalla di partenza, Asl di partenza, ditta di arrivo, Asl di arrivo). Dal 2 settembre, con la compilazione online verrà stampato in una sola copia, composta di sei fogli.

Pubblicato in Agroalimentare Emilia

Voucher taxi, da lunedì 17 luglio la possibilità per le fasce deboli di chiedere al Comune di Parma il rilascio di voucher sconto per il servizio Taxi.

Parma, 17 luglio 2017

Parte oggi, lunedì 17 luglio, l'iniziativa che consentirà alle fasce deboli della popolazione cittadina di ottenere 10 voucher sconto sul servizio Taxi dell'importo di quattro euro ciascuno, con l'obiettivo di favorire la sicurezza personale e l'accesso alla vita sociale, culturale e lavorativa delle categorie beneficiarie, alla luce dei ridotti orari di esercizio del servizio di trasporto pubblico, della non capillarità dello stesso e delle difficoltà di accesso al servizio legate alle peculiarità dei beneficiari.

Le modalità operative della proposta sono state definite in sede di Commissione comunale Taxi (cui partecipano il Comune, le Associazioni di categoria dei tassisti e le associazioni dei consumatori).
La categorie dei beneficiari sono cittadini di Parma con le seguenti peculiarità:
persone con disabilità, riconosciuta ai sensi dell'art. 4, Legge n. 104/1992,;
persone over 65;
donne in gravidanza;
donne sole con bambini e donne sole (la cui condizione concerne unicamente il momento di utilizzo del voucher e prescinde dallo stato civile e/o dalla situazione anagrafica della richiedente).

Nel caso delle donne sole, i voucher potranno essere utilizzati dalle ore 20.00 alle ore 06.00, con l'obiettivo di assicurarne la sicurezza negli orari serali-notturni, mentre per le altre categorie di beneficiari gli sconti potranno essere fruiti durante l'intera giornata.
I voucher, dell'importo di quattro euro ciascuno, potranno essere fruiti unicamente dal beneficiario, nel numero massimo di uno per corsa, per qualsiasi tipologia di percorso, purché all'interno del territorio comunale, incluse le corse aventi inizio da piazzola di sosta oppure a chiamata.
Per ciascun beneficiario potrà essere rilasciato un massimo di 10 voucher in blocchi da 5, con ritiro dell'eventuale secondo blocco previa restituzione della matrice del primo blocco utilizzato.

"Un'iniziativa interessante, avviata in collaborazione con le Associazioni di categoria dei Tassisti - sottolinea l'assessore alle Attività Produttive del Comune di Parma Cristiano Casa - che hanno reso disponibile una quota parte di quanto loro spettante per legge, a seguito della messa a bando di una licenza comunale Taxi.
Il Comune ha immediatamente recepito l'orientamento della Commissione comunale Taxi di massimizzare l'impiego delle risorse disponibili, realizzando i voucher in economia e distribuendoli direttamente presso gli Sportelli polifunzionali del Duc, anziché mediante convenzioni con altri soggetti come era stato fatto dalle precedenti amministrazioni.
Anche l'avvio in questo periodo di caldo eccessivo non è casuale - conclude l'assessore Casa - infatti appena possibile si è voluto dare inizio all'iniziativa, proprio pensando alle difficoltà particolari legate al clima in aggiunta a quelle proprie che attraversa un disabile o una mamma sola con uno o più bambini, piuttosto che un anziano o una donna sola che rientra a casa la sera tardi, al termine del lavoro o di un'uscita con amici".

Il rilascio dei voucher avverrà presso gli Sportelli polifunzionali del Comune di Parma (largo Torello de Strada n. 11/A), con la semplice presentazione dell'autocertificazione di appartenenza ad una delle categorie di beneficiari, senza formazione di alcuna graduatoria ma solo in base all'ordine temporale di presentazione.
Tutte le info e la modulistica sono reperibili a questo link.
Operativamente, l'utilizzo dei voucher avverrà esibendoli al tassista dopo aver compilato i campi con data ed orario di utilizzo; il tassista provvederà a scalare l'importo del voucher dal corrispettivo della corsa risultante dal tassametro, rilasciando ricevuta al cliente per l'intero importo e il beneficiario pagherà solo la quota residua del costo della corsa.

I voucher non potranno essere utilizzati con i titolari delle Licenze Taxi n. 1, 14, 18, 20 e 50, i quali non hanno aderito all'iniziativa che, pertanto, non operano sconti sulle corse e i cui numeri identificativi sono appositamente evidenziati sui voucher.

L'iniziativa proseguirà anche nel 2018 qualora rimanessero voucher disponibili.

(Fonte: Comune di Parma)

Giro d'Italia: giovedì 18 maggio previste importanti modifiche al servizio di trasporto pubblico urbano ed extraurbano di Modena. Dalle ore 14,30 alle 17 saranno attivate variazioni di percorso o di orario per quasi tutte le linee urbane e per le extraurbane 400-410-420-500-530-550-760-762.

Modena, 17 maggio 2017

Nella giornata di giovedì 18 maggio 2017 il servizio di trasporto pubblico in provincia di Modena subirà notevoli modifiche a causa del transito della 12° tappa del Giro d'Italia di ciclismo. Le variazioni di percorso e/o orario interesseranno il servizio dei mezzi Seta lungo l'asse della Via Emilia, da Castelfranco Emilia a Rubiera.

Le deviazioni inizieranno approssimativamente verso le ore 14,30 per terminare verso le ore 17,00: in questa fascia oraria tutte le linee urbane di Modena che normalmente transitano da via Emilia Est, via Divisione Acqui, via P. Ferrari, piazzale N. Bruni, viale Monte Kosica e via Emilia Ovest saranno soppresse o deviate lungo percorsi alternativi. Le linee urbane interessate dalle modifiche sono le seguenti: 1-2-3-4-5-7-8-9-10-11-12-13-14. Ulteriori variazioni sono previste per le seguenti linee extraurbane (in partenza o in arrivo all'Autostazione di Modena nella fascia oraria 14,30-17): 400-410-420-500-530-550-760-762.

Le modifiche previste potranno protrarsi anche oltre l'orario previsto, ed ulteriori modifiche potrebbero essere disposte in corso d'opera, in funzione delle decisioni prese dai competenti organi di polizia.

Si consiglia quindi agli utenti di prendere preventivamente visione delle eventuali variazioni previste per i servizi e le linee di cui intendono usufruire, consultando tutti i dettagli pubblicati sul sito internet www.setaweb.it, nonché gli appositi avvisi all'utenza affissi su tutti i mezzi urbani ed alle fermate. E' inoltre possibile richiedere informazioni anche telefonicamente, tramite il numero 840 000 216.

Pubblicato in Cronaca Modena
Venerdì, 21 Aprile 2017 09:51

Bus, rinnovato il parco mezzi di Piacenza

Seta rinnova il parco mezzi urbano di Piacenza: da oggi in servizio 8 nuovi bus solaris urbino euro 6. Per l'acquisto Seta ha sostenuto - pressoché in totale autofinanziamento - un investimento di 1,6 milioni di euro. Nel 2017 a Piacenza sono stati immessi complessivamente in servizio 16 nuovi mezzi, tra urbani ed extraurbani, per un investimento complessivo di oltre 2,8 milioni di euro, per il 75% sostenuto da Seta e per la parte residua con contributo della Regione Emilia-Romagna.

Piacenza, 20 aprile 2017

Il servizio di trasporto pubblico urbano di Piacenza cresce in efficienza, sostenibilità ambientale e comfort per gli utenti, grazie agli 8 nuovi autobus di categoria Euro 6 che da oggi entrano a far parte della flotta di Seta. I nuovi mezzi sono prodotti dall'azienda polacca Solaris: si tratta del modello Urbino da 9 metri di lunghezza, capace di ospitare fino a 54 passeggeri, di cui 24 con posto a sedere + 1 posto attrezzato e riservato per disabili. Per l'acquisto di questi mezzi destinati al servizio sulle linee urbane del capoluogo l'investimento complessivo è stato di oltre 1,6 milioni di euro, che Seta ha sostenuto in pressoché totale autofinanziamento: il contributo della Regione Emilia-Romagna ammonta infatti a circa 100 mila euro.

Sulla rete urbana di Piacenza, inoltre, circolano già dal mese di gennaio altri 2 autobus Solaris Urbino, acquistati da Seta esclusivamente con risorse proprie: in questo caso si è trattato di mezzi da 12 metri di lunghezza con una capacità massima di 78 passeggeri ed una motorizzazione Euro 5. A marzo, peraltro, sono stati acquistati 6 nuovi autobus extraurbani – sempre di categoria Euro 6 – modello Iveco Crossway. In totale, dunque, nel 2017 a Piacenza sono stati immessi complessivamente in servizio da Seta 16 nuovi mezzi, tra urbani ed extraurbani, per un investimento complessivo di oltre 2,8 milioni di euro: per il 75% sostenuto dall'azienda e per la parte residua con contributo della Regione Emilia-Romagna.

I nuovi mezzi Euro 6 destinati alla flotta urbana piacentina sono stati presentati ufficialmente ieri mattina in Piazza Cavalli alla presenza di Paolo Dosi, sindaco di Piacenza, del Consigliere della Provincia con delega al Trasporto pubblico Luca Quintavalla e di Gianluca Micconi, Amministratore unico di Tempi Agenzia. A fare gli onori di casa sono stati Vanni Bulgarelli e Roberto Badalotti, Presidente e Direttore Generale di Seta.

Bus-Solaris Urbino Piacenza

GARA CONGIUNTA REGIONALE: 47 NUOVI BUS EURO 6 IN ARRIVO NEL 2017

Gli 8 mezzi urbani Solaris Urbino di categoria Euro 6 presentati oggi a Piacenza sono stati acquistati da Seta nell'ambito della gara unica regionale con la quale è stata ripartita all'Emilia-Romagna la quota di spettanza 2015-2016 del Fondo nazionale per il rinnovo del parco mezzi. Seta ha così potuto acquistare 47 nuovi autobus Euro 6, tra mezzi urbani ed extraurbani, di cui 34 sono finanziati al 50% dalla Regione ed altri 13 sono totalmente a carico dell'azienda. Nel dettaglio, la flotta extraurbana vedrà l'arrivo di 19 autobus Iveco Crossway Low Entry da 12 metri (per i bacini di Modena, Reggio Emilia e Piacenza); 4 autobus Iveco Crossway Line da 10 metri (per Reggio Emilia); 7 autobus MAN Lyon's Regio da 14 metri (Modena e Reggio Emilia); 6 autobus IIA Menarini City Mood da 18 metri (Reggio Emilia). Altri 3 autobus, Solaris Urbino da 9 metri saranno destinati al servizio urbano di Sassuolo.

Pubblicato in Cronaca Piacenza
Giovedì, 23 Marzo 2017 16:34

Il futuro dell'auto intelligente a Parma

"Il futuro dell'auto intelligente a Parma" al centro dell'importante convegno svoltosi questa mattina in municipio, promosso dall'assessorato alla mobilità del Comune di Parma che ha visto la partecipazione di importanti relatori ed esperti nazionali ed internazionali.

Parma, 23 marzo 2017

"Il futuro dell'auto intelligente a Parma. Tecnologie all'avanguardia di guida senza pilota in ambiente urbano" è stato il tema affrontato questa mattina nel corso di un importante convegno promosso dall'assessorato alla mobilità del Comune di Parma che ha visto la partecipazione di importanti relatori ed esperti nazionali ed internazionali.

Le ricadute dell'utilizzo e dello sviluppo di auto intelligenti interessano, in modo trasversale, diversi ambiti: le nuove tecnologie, infatti, possono migliorare la sicurezza stradale, il settore dei trasporti, concorre alla riduzione delle emissioni inquinanti, avere importanti risvolti in tema di cambiamenti climatici, di gestione del traffico ed anche in tema di sviluppo industriale e di investimenti in questo settore. Trasporti e mobilità saranno, quindi, interessati da cambiamenti, in futuro, legati a questo settore. Lo hanno rimarcato nei rispettivi interventi introduttivi il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, e il rettore dell'Università degli Studi di Parma, Loris Borghi. "L'Amministrazione comunale – ha sottolineato il sindaco Pizzarotti – ha impegnato risorse importanti in tema di mobilità avanzata. Si tratta di un percorso condiviso con l'Università di Parma. Abbiamo sperimentato nuove tecnologie che hanno interessato i mezzi di trasporto pubblico, il car e bike sharing per migliorare le condizioni di mobilità dei cittadini e dei turisti, proprio grazie alle nuove tecnologie". Il rettore, Loris Borghi, ha posto l'accento sull'apertura dell'Università al territorio. "L'Università – ha spiegato il rettore – ha scelto di uscire dalla proprie mura per mettersi in dialogo con i soggetti del territorio in nome dello sviluppo".

Claire Depré, direttore della DG Transport and Mobility - Sustainable & Intelligent Transport, delegata dal Commissario UE ai Trasporti Violeta Bulc, ha rimarcato come sia molto importate parlare oggi del futuro dell'auto e della mobilità intelligente, sopratutto in Italia. "A livello europeo – ha spiegato – sono in corso studi e ricerche su questo argomento al centro di una grande attenzione a livello non solo europeo ma mondiale".

autointelligente-Pizzarotti-Folli-Vislab-Demo

Gabriele Folli, assessore alla mobilità del Comune di Parma, ha incentrato il proprio intervento sulla recente approvazione del PUMS – Piano urbano della mobilità sostenibile – uno strumento di programmazione della mobilità che inciderà notevolmente nei prossimi anni sulla città di Parma. E' il secondo PUMS ad essere stato approvato a livello nazionale ed il primo ad avere ottenuto dalla Regione la Valutazione Ambientale Strategica. Il percorso che ha portato alla sua approvazione è stato lungo e partecipato ed ha visto il coinvolgimento di tutti i portatori di interesse dalla città. La prospettiva tra 10 anni, ha spiegato Folli, è di arrivare al 50 % di persone che si spostano con mezzi privati ed al 50 % di persone che fanno ricorso alla mobilità sostenibile: pedoni, bici e trasporto pubblico. Nel prossimo futuro l'impegno previsto dal PUMS è quello di raddoppiare la mobilità ciclabile, di mettere in sicurezza i percorsi esistenti, di promuovere l'intermodalità e di prevedere investimenti sulla flotta degli autobus, su bus elettrici, su interventi infrastrutturali come il completamento della tangenziale ad est e nel miglioramento dei collegamenti con le frazioni; prevedendo anche l'implementazione delle Zone 30, lo sviluppo della mobilità elettrica ed un potenziamento dell'informazione in tema di mobilità.

L'ingegner Alberto Broggi, General Manager di VisLab, ha parlato dell'eccellenza parmigiana di VisLab ed ha ricordato come la corsa in tema di auto intelligenti in ambito industriale e privato sia una competizione a livello planetario con ricadute notevoli sui territori. Ha parlato della storia di VisLab del gruppo di ricerca nato in ambito universitario ed oggi indipendente, anche se legato a Unirpr, ed alla join venture con l'azienda californiana Ambarella, società americana leader mondiale nelle tecnologie di video-controllo, oltre che tracciare i futuri scenari dell'auto intelligente. Alla mattinata hanno dato il loro contributo Gianni Armani, Presidente di Anas, che si è soffermato sulle applicazioni delle nuove tecnologie in tema di maggior sicurezza e efficienza della rete stradale. Mentre Andrea Costa di Allianz Italia ha affrontato il tema degli aspetti assicurativi legati ai veicoli senza pilota.

(Fonte: Comune di Parma)

Bus: manovra di riordino del sistema tariffario del servizio di trasporto pubblico urbano. A Piacenza nuove tariffe agevolate per gli utenti fidelizzati e nuove specifiche promozioni.

Piacenza, 2 febbraio 2017

A partire da ieri, mercoledì 1° febbraio, a Piacenza è in vigore la manovra di riordino del sistema tariffario del servizio di trasporto pubblico urbano. La manovra approvata dal Comune introduce tariffe agevolate per gli utenti fidelizzati e nuove specifiche promozioni per bambini e ragazzi fino a 14 anni, famiglie numerose, anziani e comitive. Inoltre, grazie all'armonizzazione delle tariffe urbane e della validità temporale avvenuta anche nei bacini di Modena e di Reggio Emilia, gli utenti piacentini potranno utilizzare i biglietti urbani di corsa semplice ed i multicorsa in tutte le città coperte dai mezzi Seta. I vecchi biglietti acquistati prima del 1° febbraio restano validi e potranno essere utilizzati fino ad esaurimento.

Di seguito si riportano le principali novità. 

Biglietti: stesso prezzo a terra e a bordo, nuova validita' oraria e nuovi titoli multicorsa

Il biglietto urbano di corsa semplice avrà lo stesso prezzo - 1 euro e 50 centesimi – sia per l'acquisto a terra sia per quello a bordo; la validità oraria viene estesa da 60 a 75 minuti. Il biglietto urbano potrà essere utilizzato anche sui mezzi extraurbani, all'interno della zona tariffaria di Piacenza città. I nuovi biglietti multi corsa consentiranno di viaggiare ad un prezzo scontato del 20% rispetto all'acquisto dei singoli biglietti. Il titolo sarà valido per dieci corse anziché nove e passerà dal formato cartaceo a quello elettronico (su card personale ricaricabile), ad un costo di 12 euro: in questo modo per gli utenti occasionali il singolo viaggio costerà sempre 1,20 euro. Viene introdotto un nuovo biglietto multiplo da 6 corse, al costo di 8 euro. Comitive e scolaresche potranno viaggiare con lo sconto del 30%, acquistando il nuovo biglietto cumulativo valido per 10 persone al costo di 10,50 euro (l'accompagnatore viaggia gratis).

Per i bambini 0-5 anni il bus e' gratis, dai 6 ai 14 anni si viaggia un anno con lo sconto del 90%

I bambini fino a 5 anni accompagnati da un adulto pagante potranno viaggiare gratis (massimo due bambini per ogni adulto). I ragazzi dai 6 anni ai 14 anni non compiuti che frequentano le scuole elementari e le medie potranno acquistare un abbonamento annuale urbano, valido per 12 mesi, a soli 25,00 euro quindi con uno sconto del 90% rispetto alla tariffa precedente.

Abbonamenti annuali: per i giovani ora costano meno

L'abbonamento annuale urbano per i giovani di età compresa tra i 14 ed i 26 anni costerà 20 euro in meno del prezzo attuale: da 260 a 240 euro. Non saranno più disponibili gli abbonamenti validi 10 mesi, ed i mensili urbani per giovani under 26. Per chi ha più di 27 anni di età l'abbonamento annuale urbano costerà come prima (260 euro). Anche l'abbonamento mensile urbano ordinario mantiene il costo attuale di 30 euro.

Sconti per anziani e famiglie numerose

Gli anziani con più di 65 anni non residenti a Piacenza – che non usufruiscono di altre agevolazioni erogate da Enti pubblici - potranno acquistare un abbonamento annuale urbano a 208 euro, anzichè gli attuali 260 euro. Ai nuclei famigliari con almeno tre figli studenti (dai 10 ai 18 anni) che acquistino contemporaneamente almeno tre abbonamenti annuali è riconosciuto uno sconto di 40 euro per ciascun abbonamento.

Tutte le informazioni di dettaglio sono disponibili sul sito internet di Seta: www.setaweb.it

Pubblicato in Cronaca Piacenza

Sciopero generale per tutta la giornata di tutte le categorie pubbliche e private proclamato da Usb, Unicobas e Usu con iniziative, presidi e manifestazioni in tantissime città: cancellazioni di voli e riduzione dei trasporti. Durerà dalla mezzanotte alle 23.59 di sabato per il traffico aereo, dalle ore 9 alle 17 la circolazione ferroviaria, tutta la giornata con modalità locali per gli autobus.

Parma, 20 ottobre 2016

Per i trasporti in Italia, Venerdì 21 ottobre è un giorno di sciopero generale. Infatti l'Unione Sindacale di Base (Usb) ha proclamato lo sciopero generale dei lavoratori pubblici e privati, che probabilmente paralizzerà gran parte del traffico. Secondo il Ministero dei Trasporti durerà dalla mezzanotte alle 23.59 di sabato per il traffico aereo; dalle ore 9 alle 17 la circolazione ferroviaria; tutta la giornata con modalità locali per gli autobus.

A scioperare saranno tutti i dipendenti pubblici e della scuola, compresi i lavoratori precari di qualsiasi tipologia contrattuale, il personale sanitario, vigili del fuoco, trasporto marittimo e personale della pubblica amministrazione. Le ripercussioni potrebbero anche manifestarsi sulla linea ferroviaria. Il personale fisso del trasporto ferroviario sciopererà per 24 ore, mentre gli addetti alla circolazione dei treni sciopereranno dalle 9 alle 17. Trenitalia ha comunicato che le Frecce circoleranno regolarmente. Anche Italo ha pubblicato sul proprio sito la lista dei convogli che effettueranno servizio regolare.

Per Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti"una vera e propria dichiarazione di guerra che ha generato preoccupazione per le conseguenze dello sciopero. La protesta, infatti, è di quella che possono mettere in ginocchio i trasporti. I sindacati vogliono protestare contro la politica economica e sociale del governo. Lo sciopero è indetto per l'occupazione, il lavoro e lo stato sociale, contro le politiche economiche del governo Renzi dettate dalla UE; per la difesa e l'attuazione della Costituzione ed il NO al Referendum; per la scuola e la sanità pubbliche ed il diritto all'abitare; contro l'attuale sistema previdenziale e la controriforma Fornero, la riforma Madia, il jobs act, l'abolizione dell'art.18, la precarietà, l'attacco al Contratto nazionale; per il rinnovo dei contratti del pubblico impiego, per l'aumento di salari e pensioni, per il reddito, per la sicurezza sul lavoro e nei territori; contro le privatizzazioni, la deindustrializzazione, e per la nazionalizzazione di aziende in crisi e strategiche; contro la Bossi-Fini e il nesso permesso di soggiorno–contratto di lavoro; contro la guerra e le spese militari; per un fisco giusto senza condoni agli evasori; per la democrazia sui posti di lavoro ed una legge sulla rappresentanza che annulli l'accordo del 10 gennaio 2014. In programma sono previste manifestazioni a livello nazionale.

Pubblicato in Cronaca Emilia
Pagina 6 di 18