La ditta, che ha un grosso allevamento di bestiame, non aveva l'autorizzazione agli scarichi e versava direttamente nel rio i reflui della sala mungitura, provocando le proteste dei cittadini. Canova: "Tolleranza zero su questi comportamenti illeciti". -

Parma, 10 agosto 2015 –

E' stato rapido ed efficace, nei giorni scorsi, l'intervento della Provincia per porre fine allo scempio del Rio Termina nel tratto di Castione Baratti. Erano stati alcuni cittadini a segnalare che le acque superficiali del rio erano inquinate da continui scarichi di liquami, provenienti probabilmente da scarichi di tampe, con conseguente cattivo odore persistente.

Le istituzioni hanno fatto il punto della situazione in un incontro che si è svolto in Piazza della Pace il 13 luglio, a cui hanno partecipato l'Assessore all'Ambiente del Comune di Traversetolo, il Sindaco di Neviano degli Arduini, esponenti di Arpa, Lega Ambiente, Corpo Forestale dello Stato, Guardie ecologiche volontarie, Polizia Provinciale e Servizio Ambiente della Provincia.

E' scattato il coordinamento per effettuare sopralluoghi mirati per reprimere l'illecito, con controlli di pronto intervento mirati alle aziende agricole della zona. La Provincia si è attivata già dal 15 luglio e nel corso di un sopralluogo sul rio Termina in località Guardasone ha accertato uno scarico di reflui in acque superficiali, effettuato da una ditta di allevamento bestiame del posto, che scaricava direttamente dal torrente i reflui della sala mungitura. Dal prelievo dei reflui è anche risultato un ampio superamento dei limiti di legge.

La Polizia provinciale ha perciò contestato con verbale di accertamento sia la violazione della legge per scarico non autorizzato, elevando la relativa sanzione amministrativa, sia il superamento dei limiti tabellari. La ditta, oltre che sanzionata, è stata diffidata dal proseguire nel comportamento illecito ed invitata a mettersi in regola.

"Episodi di questo tipo non possono essere tollerati – dichiara la Delegata provinciale all'Ambiente Michela Canova – e la Provincia ha scelto quindi la linea dura di intervento, mettendo in atto tempestivamente le strategie necessarie. Il risultato ci dà grande soddisfazione, anche perché a individuare le responsabilità è stata la Polizia provinciale, che in questa circostanza, come già in molte altre, ha dimostrato il proprio ruolo fondamentale per la tutela ambientale."

(fonte: ufficio stampa Provincia di Parma)

Il Consigliere delegato annuncia l'arrivo dei soldi attraverso la bolletta per 13.490 clienti. Sorbolo, Fidenza e Salso i territori più rimborsati. Entro il 2015 possibili nuovi risarcimenti se l'Autorithy Energia accoglierà l'esposto della Provincia. -

Parma, 22 maggio 2015 –

"Il primo risultato è arrivato: per il black out dello scorso febbraio gli enti gestori della rete elettrica risarciranno 13.490 tra cittadini e imprese presenti in tutta la provincia di Parma con 2.354.683 euro. Una cifra doverosa e importante che arriverà direttamente nelle tasche dei clienti attraverso la bolletta. Chi non li ha ancora avuti, li vedrà accreditati sulla prossima bolletta".

Sono le parole di Andrea Massari, Sindaco del Comune di Fidenza e consigliere delegato della Provincia di Parma, incaricato di seguire in prima persona lo sviluppo della vertenza con Enel e gli altri operatori.

"Risolto questo aspetto – continua Massari, reduce dal summit di martedì scorso in Regione insieme al collega Sindaco di Noceto, Fabio Fecci, vicepresidente Anci E-R –, adesso andranno valutati dall'Autorità per l'Energia gli esposti firmati, in primis, dalle Province di Parma e di Reggio Emilia. L'indagine si concluderà a dicembre del 2015, aspettiamo di capire se saranno possibili nuovi ed ulteriori iniziative a favore di cittadini ed imprese. Un tema che continua ad essere al centro degli incontri che stiamo svolgendo nel tavolo istituzionale con gli enti gestori. Tavolo coordinato dall'assessore regionale Paola Gazzolo, che sta assolvendo ad un compito molto importante".
"Ringrazio Andrea Massari per l'impegno con cui ha seguito tutta la vicenda, costruendo un collegamento importante anche con altre Province che non ha avuto molti precedenti – commenta Filippo Fritelli, Presidente della Provincia di Parma e Sindaco di Salsomaggiore –. La strada intrapresa è quella giusta e vorrei invitare ad una riflessione: i rimborsi sono doverosi, al pari di tutte le misure che i fornitori dell'energia elettrica devono adottare per evitare che una nevicata di modeste dimensioni possa ancora fare così tanti danni".

La geografia dei rimborsi

Enel rimborserà 12.603 clienti, 10.110 dei quali sono utenze domestiche e 2.943 sono utenze non domestiche (attività economiche). Ai primi andranno 1.030.215 euro, ai secondi 1.240.473 euro.
I clienti che percepiranno un rimborso sono presenti in 37 comuni (su 46 che compongono la provincia).
I rimborsi più consistenti, superiori ai 100.000 euro, arrivano sul territorio di Sorbolo (362.735 euro), Fidenza (201.729 euro), Salsomaggiore (149.880 euro), Medesano (163.390 euro), Colorno (153.564), Montechiarugolo (140.442 euro), Sissa-Trecasali (127.355), Traversetolo (122.068 euro), Borgotaro (101.733).
Per il comune di Parma, Iren rimborserà 887 clienti (707 utenze domestiche e 180 utenze non domestiche), per un totale di 83.995 euro.

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Parma)

La nota della Gilda Insegnanti di Parma esprimere il disappunto per l'invito formulato ad esponenti politici del Partito Democratico in occasione della presentazione dei lavori dell'ammodernamento dell'edificio scolastico della Scuola Secondaria di 1° grado (ex medie) di Traversetolo. -

Parma, 30 marzo 2015 -

Premettendo che la Gilda degli Insegnanti è apartitica ed apolitica (contestavamo in maniera durissima anche le scelte dell'ex governo Berlusconi), essa ritiene di dover esprimere il proprio disappunto per l'invito formulato ad esponenti politici del Partito Democratico in occasione della presentazione dei lavori dell'ammodernamento dell'edificio scolastico della Scuola Secondaria di 1° grado (ex medie) di Traversetolo.

Innanzitutto perché la scuola è per definizione apolitica, poi averlo fatto proprio quando tutti i sindacati rappresentativi del settore (compresi quattro sindacati dei dirigenti scolastici) hanno proclamato, come non avveniva da anni, uno stato di agitazione unitario contro le scelte che il governo, quindi il Pd, vuole imporre ai docenti italiani suona come una provocazione forse involontaria da parte di chi li ha invitati.

Il testo del cosiddetto Disegno di Legge sulla "Buona Scuola", prevede la dittatura del preside: scardina il principio dell'imparzialità della pubblica amministrazione, rimettendo sostanzialmente alla volontà di un singolo la decisione dei criteri per le assunzioni e addirittura dei trasferimenti dei docenti, volontà che se passeranno saranno portatrici di inevitabili fenomeni di corruzione nelle scuole, gli si vuole dare il potere di entrare nella didattica, nonostante la Costituzione tuteli espressamente la libertà dell'insegnamento, si vogliono licenziare d'ufficio tutto coloro che per oltre 36 mesi sono stati assunti con contratti a temine, qualora malauguratamente non dovessero rientrare in un fumoso piano di assunzioni che il governo intende agganciare alla sua pseudo riforma e che invece potrebbe attuare con un decreto ad hoc sulle stabilizzazioni. Salvatore Pizzo, coordinatore provinciale della Gilda, precisa: "Auspichiamo che di fronte a questa svolta autoritaria i parlamentari parmensi del Pd votino contro le indicazioni del loro partito".

(Fonte: ufficio stampa Gilda Insegnanti Parma)

Quattro appuntamenti: a Fidenza, Borgotaro, Traversetolo e Parma per fare il punto della situazione, tracciare un primo bilancio dell'attività del Governo Renzi, valutare la legge di stabilità per il 2015 e, infine, verificare se con la protesta del 18 febbraio qualcosa è cambiato -

Parma, 18 novembre 2014 -

Il 18 febbraio in piazza del Popolo a Roma circa 70.000 imprenditori, provenienti da tutta Italia, hanno chiesto al Governo misure concrete di sostegno per evitare di chiudere. Di questi, 350 erano associati Apla, accorsi da tutta la provincia.

A distanza di nove mesi Confartigianato Imprese Apla, insieme ai propri associati, ma l'invito è aperto a tutti gli imprenditori, vuole fare il punto della situazione, tracciare un primo bilancio dell'attività del Governo Renzi, valutare la legge di stabilità per il 2015 e, infine, verificare se con la protesta del 18 febbraio qualcosa è cambiato.

Gli appuntamenti si terranno tutti alle 20.45 e si svolgeranno a Fidenza, martedì 18 novembre, in via Musini, 5, a Borgotaro giovedì 20 novembre, sede della Comunità Montana in piazza 11 febbraio, a Traversetolo martedì 25 novembre, nella sala riunione Avis di via Verdi e a Parma, martedì 2 dicembre, nella sede centrale dell'associazione (ingresso da via Muggia).

(Fonte: Ufficio stampa Confartigianato Apla Parma)

Pubblicato in Comunicati Lavoro Parma

L'Azienda USL informa che a seguito di un caso di epatite A, riscontrata in un' alunna della scuola elementare del Distretto Sud-Est, ha già iniziato le vaccinazioni che continuano fino a giovedì per gli alunni e il personale ausiliario. La possibilità di trasmissione del virus è davvero molto remota -

Parma, 7 ottobre 2014 -

Sono iniziate oggi le prime vaccinazioni a seguito di un caso di epatite A, riscontrata in un' alunna della scuola elementare del Distretto Sud-Est.

"La vaccinazione - afferma Marella Zatelli, responsabile del servizio di igiene e sanità pubblica del Distretto Sud-Est – che proponiamo ai genitori è prevista dalle indicazioni regionali e nazionali. La velocità con cui siamo intervenuti non è dovuta alla gravità della situazione, bensì al fatto che il vaccino, per essere efficace, cioè utile a prevenire la malattia, deve essere somministrato in tempi stretti. E' bene ricordare che la trasmissione dell'epatite A è orofecale, cioè per avvenire, è necessario entrare in contatto per via orale con le feci della persona malata. Infine, il tempo medio di incubazione della malattia è di circa 30 giorni. Pertanto - conclude la responsabile – anche a seguito dell'indagine epidemiologica fatta, è ipotizzabile che la bimba abbia contratto il virus prima dell'inizio dell'anno scolastico."

E' evidente, quindi, che la possibilità di trasmettere il virus è davvero molto remota. Dopo la segnalazione arrivata ai servizi dell'AUSL dal Maggiore di Parma, dove l'alunna è stata ricoverata, i professionisti dell'Azienda sanitaria hanno informato il dirigente scolastico e definito le linee di intervento.

Sono interessati all'offerta vaccinale circa 120 bimbi, quelli che usufruiscono degli stessi servizi igienici utilizzati dalla piccola, oltre al personale ausiliario della scuola, che si occupa della pulizia dei bagni.

Il servizio di pediatria di comunità dell'AUSL ha organizzato le sedute vaccinali che, dopo essere state proposte ai genitori degli alunni, sono iniziate già oggi (7 ottobre), a favore di due classi. Domani si continua con altre 3 classi e giovedì si termina con l'ultima.

Per la vaccinazione proposta non vi sono controindicazioni e, per quel che riguarda gli effetti collaterali, si tratta di quelli generali, come arrossamento nella sede dove è fatta l'iniezione, malessere, nausea e febbre, questo entro 24/48 ore dalla somministrazione del vaccino.

(Fonte: Ufficio stampa Ausl Parma)

Pubblicato in Cronaca Parma

Riduzione per gli ultra settantenni. Si paga anche con la LibrettopostaleCard -

Parma, 9 giugno 2014 -

In 20 uffici postali del Parmense (Parma Centro via Pisacane, Parma Sud Montebello, Parma 1 in Largo Mercantini, Parma 3 in Borgo Tommasini, Parma 4 in via Paganini, Parma 5 in via Costituente, Parma 6 in Piazzale Santa Croce, Parma 8 in via Venezia, Parma 9 in via Lago le Ore, Parma 11 in Largo Novaro, Collecchio, Colorno, Fidenza, Langhirano, Noceto, Salsomaggiore Terme, San Lazzaro Parmense, San Polo, Sorbolo e Traversetolo) è operativo uno sportello dedicato al solo pagamento dei bollettini di conto corrente.
L'innovazione permette di rendere ancora più veloci le operazioni di pagamento, soprattutto quando c'è grande concentrazione di clientela per il pagamento delle imposte locali o la riscossione delle pensioni.
Il bollettino di conto corrente postale può essere pagato presso gli uffici postali con il contante, con le carte Postamat dei titolari di conto BancoPosta e con i bancomat di tutti gli Istituti bancari.
Analoga possibilità è offerta ora anche ai titolari della Carta libretto, rilasciata gratuitamente ai titolari di libretto di risparmio postale che ne facciano richiesta
Inoltre, in tutti gli uffici postali per gli "over 70" c'è lo sconto della commissione sui bollettini.
Poste Italiane ha avviato una campagna di comunicazione rivolta a coloro che hanno già compiuto 70 anni per ricordare che possono pagare le bollette (ovviamente a loro intestate) ed in genere i bollettini postali (fatture per le utenze luce, gas, acqua, telefono, le rate dei finanziamenti, bollo auto, canone Rai, multe e tutti i soggetti muniti di conto corrente postale) versando una commissione di € 0,70 anziché € 1,30.

(Fonte: ufficio stampa Poste Italiane)

Doppio appuntamento questo fine settimana con Bicinsieme Fiab: venerdì pedalata serale verso San Secondo Parmense, al tradizionale Palio di San Secondo, domenica 1 giugno gita alla Magnani Rocca e visita alla mostra di Massimo Campigli -

Parma, 29 maggio 2014 -

L'associazione FIAB-PARMA Bicinsieme comunica che organizza per:

venerdi 30 maggio, Pedali nella notte, che ha come meta San Secondo Parmense dove sarà in corso, dal 30 maggio al 1 giugno, il tradizionale Palio di San Secondo.
Ritrovo ore 19:15 al parco Bizzozero, partenza ore 19:30. Seguiamo la ciclabile per Baganzola, poi Viarolo su strade secondarie, quindi la ciclabile dell'argine del Taro fino a San Secondo dove sarà possibile cenare.
Come sempre: luci anteriori e posteriori funzionanti, giubbino riflettente, casco consigliato, strumenti e materiale per riparazioni di emergenza.
È gradita la segnalazione per la partecipazione al fine di organizzarci al meglio. Per chi è più comodo il ritrovo può anche essere in Via Reggio dal nuovo ponte Europa, all'inizio della ciclabile per Baganzola (ore 19:45).
Registrazione 1 euro soci, 3 euro non soci FIAB-Parma
Roberto G. 335 6246690

Domenica 1 giugno

GITA: CAMPIGLI ALLA MAGNANI ROCCA
Destinazione Mamiano di Traversetolo
Ritrovo ore 14, partenza ore 14,15 parcheggio di via Bizzozero di fianco alla sede
ritorno in città entro le 19
km totali 35, nessun dislivello, gita facile
cartografia cartina Parma in bici n°10

Descrizione: obiettivo della gita è la visita alla mostra di Massimo Campigli, ritrattista del '900 famoso per i bellissimi ritratti di donne, nel sempre affascinante contesto della villa "Magnani Rocca".
Per informazioni sulla villa e sulla mostra: www.magnanirocca.it
Per apprezzare al meglio la mostra parteciperemo alla visita guidata prevista per le ore 16.
Biglietto d'ingresso: euro 12 comprensivo di visita guidata, visita libera alla mostra permanente e al parco della villa.
Il biglietto è ridotto per soci FAI, TCI, Cral Barilla o Cariparma (portare la tessera!).
Capogita Nadia A tel 347/03355414 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
la prenotazione non è indispensabile ma consigliabile in modo da poter avvisare del nostro arrivo in caso di gruppo numeroso
Iscrizione alla gita: 1 euro per i soci, 3 euro per i non soci. Il casco è consigliato, bici in ordine, camera d'aria di scorta.

(Fonte: ufficio stampa Fiab Bicinsieme Parma)

Giovedì, 01 Maggio 2014 08:45

“Pesca un Sorriso 2014”

 

 

Sabato 3 maggio a Vignale di Traversetolo. Una giornata piena di emozioni condivise, ricca di sport come la pesca, spazi ludici e culturali.

Parma 01 Maggio 2014 -- 

Sarà un’altra giornata di “pesca miracolosa” di serenità e divertimento per i giovani della “Special Olympics”, all’insegna dello sport (pesca sportiva), divertimento e cultura. 

La Polisportiva COOP Consumatori Nordest, la FIPSAS, l’ARCI PESCA FISA e A.S.D. Libertas Sanseverina promuovono ed organizzano la 5° edizione di un evento ricreativo a favore di atleti veramente speciali denominato: “PESCA UN SORRISO 2014”.

Una giornata quindi speciale che ha come obiettivo quello  di trasmettere divertimento e suggestioni a tutti questi speciali partecipanti coinvolgendo le Istituzioni, i Mass Media e la cittadinanza al fine di sensibilizzare l’Opinione Pubblica per una vera e completa integrazione di queste meravigliose persone. 

All’iniziativa possano partecipare tutte le Associazioni di Volontariato che operano nel settore sportivo, assistenziale e di recupero, con un numero rappresentativo di "Atleti Speciali".

QUANDO:

Sabato 3 maggio 2014 (in caso di maltempo sarà rinviata a sabato 10 maggio)

DOVE:

Parco Laghi Cronovilla - Strada Pedemontana - Vignale di Traversetolo (PR)

PROGRAMMA DELLA GIORNATA:

9,00 Iscrizione dei “pescatori” e assegnazione postazione di pesca

10,00 inizio attività di pesca

12,00 termine attività di pesca

13,00 pranzo per tutti i partecipanti

16,00 Visita al castello di Torrechiara e premiazioni

PARTECIPAZIONE GRATUITA

L’iscrizione alla giornata prevede:

  • ingresso al Lago Cronovilla
  • Assistenza di un tutor pescatore per Atleta
  • 1 T-Shirt per atleta e accompagnatore
  • 1 medaglia ricordo per atleta
  • ingresso visita al Castello di Torrechiara
  • possibilità di pranzo di mezzogiorno euro 10

Il Pesce pescato sarà diviso e consegnato ai partecipanti a fine giornata.

 

Per Inforazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Alberto Gemmi: 339 4876774 - 0521 604459

 Loghi organizzatori GDE

 

 

 

Pubblicato in Sport Emilia

Domenica e lunedì a Traversetolo la rievocazione storica “Alla corte di Ottobono Terzi”. Nelle vie e piazze numerosi eventi con 250 figuranti e negozi aperti per l'occasione -

 

Parma, 19 aprile 2014 –

Armati, villici, musici, sbandieratori, trampolieri, giullari, fachiri, giocolieri e mangiafuoco. Saranno 250 i figuranti che invaderanno domenica e lunedì 20 e 21 aprile, le vie e le piazze di Traversetolo in occasione della “Pasqua Medievale, alla Corte di Ottobono Terzi”, la prima edizione della rievocazione storica, nata dalla collaborazione del Comune di Traversetolo con Confesercenti e Ascom, Botteghe e mercanti Traversetolo-Centro commerciale naturale e l'associazione culturale Rievocandum 1111, con il patrocinio della Provincia e il sostegno di numerosi sponsor.

Due giorni di festa in cui il pubblico avrà davvero l’imbarazzo della scelta. In programma ci saranno iniziative per tutte le età: dagli sbandieratori con bandiere classiche e infuocate agli spettacoli con i serpenti; dai fachiri alle esibizioni di falconieri; dagli spadaccini itineranti al tiro con l'arco storico; dal truccabimbi agli spettacoli e laboratori della Compagnia dell'Unicorno, alla musica celtica e medievale da guerra dei Futhark. 

“È una bella iniziativa con cui si rievoca, e quindi si recupera, parte della storia del nostro territorio, quella dell’epoca matildica – ha detto il vicepresidente della Provincia Pier Luigi Ferrari, nella presentazione di questa mattina al Parma Point -. Una manifestazione che permetterà anche di attirare molti turisti: un evento quindi importante non solo per Traversetolo ma per tutto il Parmense”. 

“Il nostro comune è già molto noto per il mercato ma vogliamo che le persone imparino a conoscere Traversetolo anche sotto altri aspetti: per questo abbiamo pensato, su idea  dell’associazione Rievocandum 1111, a questa iniziativa che propone a adulti e bambini qualcosa di nuovo – ha affermato l’assessore alle Attività produttive di Traversetolo Paola D’Amelio -. Un appuntamento che speriamo diventi in futuro una tradizione consolidata”. 

“Come associazione di categoria abbiamo da subito appoggiato questa manifestazione – ha sottolineato Susanna Zucchi di Ascom Parma –. Una due giorni in cui ci aspettiamo un grande afflusso di persone non solo dal Parmense ma anche dalle province limitrofe”. “Questa iniziativa ha tutti i crismi per diventare un grande evento – ha aggiunto Ernesto Monteverdi di Confesercenti Parma -. Speriamo faccia da volano per altre iniziative sul territorio”. 

I visitatori potranno quindi immergersi nell’atmosfera di un tempo e scoprire come si viveva negli accampamenti, fare acquisti nel mercato medievale, mangiare in taverne e punti di ristoro rigorosamente a tema, fare shopping nei negozi che rimarranno eccezionalmente aperti. “In questi due giorni vogliamo proporre una vera e propria festa medievale incentrata sul condottiero ghibellino Ottobono Terzi, che dal 1403 al 1409 fu feudatario di Parma, Piacenza e Reggio Emilia – ha spiegato Mario Notari dell’associazione Rievocandum 1111 -. Chi verrà potrà anche assistere alla rievocazione storica dell’uccisione di Ottobono, avvenuta nel 1409 a Rubiera”.   

Il costo di accesso alla festa è di 5 euro (gratuito per bambini e over 65). Le casse si troveranno in 5 punti di accesso del paese: via Matteotti, via della Libertà, via Cantini, Largo Fanfulla e via Dante.

 

Il programma 

 

Corte agresti

- Contrada della Corte con sbandieratori e musici, accampamento medievale e Taverna del villaggio

- Spettacoli dei falconieri

 

Piazza Mazzini

- Accampamento degli arcieri

- Campo da tiro con arco storico

 

Piazza Garibaldi

- Arena spettacoli per bambini (spettacoli, laboratori e animazioni, truccabimbi con la Compagnia dell’Unicorno)

 

Via Cantini e via Matteotti

- Mercato medievale (artigianato, lavorati in cuoio e lana, monili e preziosi, vendita di costumi medievali)

 

Piazza Marconi

- Villaggio dei villici

- Antichi mestieri

 

Piazza Vittorio Veneto

- Taverna di Arduino della Contrada di Monticelli

 

Ogni ora, a rotazione, si terranno le iniziative in piazza Fanfulla, nell’Arena spettacoli (sbandieratori, musici, combattimenti armati, giullari, falconieri). Alla sera gli eventi che avranno per protagonista il fuoco: giocolieri, mangiafuoco e sbandieratori con bandiere infuocate. 

 

Gli artisti protagonisti: 

Contrada della Corte (Quattro Castella); Contrada Monticelli (Quattro Castella); Contrada Borgoleto (Quattro Castella); Villici (Quattro Castella); I Giullari di Davide Rossi; Futhark; Cavozza falchi; Armati della rosa d'acciaio; Armati difensori della rocca; Cavalieri dell'unicorno; Arcieri della notte; I briganti; Messer Lorenciotto e consorte. 

 

  

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Parma)

 

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia

Il provvedimento della Provincia a causa di una frana con caduta massi -

 

Parma, 14 aprile 2014 – 
 
La Provincia per motivi di sicurezza ha vietato il transito a mezzi e persone in località Ponte Vetto sulla Sp 17 “Di Traversetolo”, nel tratto compreso tra il Km 42 e il km 43+150. La disposizione, che entra in vigore da subito, è stata resa necessaria a causa di un movimento franoso con caduta di massi, piante e terriccio dalla scarpata a monte strada. 
Il collegamento con la sponda reggiana dell'Enza può avvenire imboccando a Sella di Lodrignano la strada comunale per Cedogno e da lì il ponte sul fiume Enza. I mezzi pesanti possono raggiungere Traversetolo, Vignale, San Polo d’Enza, Ciano d’Enza, Vetto e Castelnovo percorrendo la provinciale 513R “Della Val d’enza”.
La chiusura resterà in vigore fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.
 
 
(Fonte: ufficio stampa Provincia di Parma)

 

Pagina 6 di 7