L'occasione della Farm Run può trasformarsi in un piacevole week end nei piaceri della Food Valley.

Noceto (PR) 15 giugno 2018 - Perché no approfittare dell'occasione? ACME ASD, l'associazione sportiva organizzatrice della FARM RUN, ha stabilito una serie di convenzioni con strutture ricettive di alta qualità al fine di offrire la migliore ospitalità agli atleti e ai loro accompagnatori.

Anche quest'anno INC Hotels Group  ha aderito e offrirà l'ospitalità, a prezzi scontati, agli atleti e ai loro accompagnatori in tutti e tre gli alberghi di Parma e Provincia.

INC Hotels Group mette a disposizione tre alternative di pernottamento per soddisfare la più ampia gamma di esigenze degli atleti e dei loro accompagnatori in occasione della FARM RUN 2018 - 22 23 e 24 giugno

http://www.farmrun.it/?page_id=976#! 

TARIFFE DI PERNOTTO E COLAZIONE- PER CAMERA, NOTTE

Hotel San Marco:

Camera singola o doppia Economy Euro 45,00

Camera singola o doppia Classic Euro 55,00

Camera tripla Euro 66.00

Junior Suite ( fino a 4 persone) Euro 99,00

*** presso di noi non si paga tassa di soggiorno

Via Emilia Ovest 42 43010 Ponte Taro - Noceto (PR)

 

Holiday Inn Express – Parma ***

Camera Singola o doppia Euro 58,00

Camera Tripla Euro 70,00

*da aggiungere tassa di soggiorno di euro 1,50 pp /notte

Via Naviglio Alto 50

Parma, 43100

 

Best Western Hotel Farnese - Unico hotel con piscina a Parma

Camera dus Euro 69,00

Camera doppia Euro 74

Camera tripla Euro 97,00

*da aggiungere tassa di soggiorno di euro 3,00 pp /notte

Via Reggio 51/A 43126 Parma

 

 

INC_Hotel-Group.jpg

Natura, Sport e Parmigiano Reggiano, i tre elementi essenziali per identificare la Farm Run 2018.

Noceto (PR) 7 giugno 2018 - Il Consorzio del Parmigiano Reggiano ha scelto la Farm Run 2018.
Il miglior formaggio al mondo, a decretarlo, lo scorso gennaio, è stata la prestigiosa associazione internazionale The Oldways Cheese Coalition, affiancherà, ancor più strettamente degli anni scorsi, la quarta edizione della FARM RUN.

Il più noto frutto della terra emiliana entra infatti come main sponsor dell'evento e salirà sul podio con le tre più prelibate e prestigiose stagionature: 24, 36 e 48 mesi di invecchiamento.

Ma se questo è il premio finale, a tutti i partecipanti, 45 minuti prima della partenza, verrà consegnata una carica energetica tutta naturale. Un "MITO", lo snack in confezione da 20 grammi di "Parmigiano Reggiano", verrà distribuita a tutte le atlete e atleti in partenza per dare una carica energetica all'organismo per meglio affrontare il percorso a ostacoli.

Valori come l'impegno, la lealtà, il senso di appartenenza, e la continua voglia di migliorarsi, uniscono idealmente il mondo dello sport, e in particolare la FARM RUN, a quello del Parmigiano Reggiano.

Video spot MITO 2018 https://youtu.be/Zl0SYnV_y-Y  
Video spot 2018- https://youtu.be/E6V7C1KiTNk 

Quello-vero-e-uno-solo-2.jpg

 

Presentazione della Quarta Edizione della "Corsa nel Fango" FARM RUN 2018 - Un evento aperto a tutti grazie alla formula che contempla 4 opzioni di accesso (Due Competitive e due Non Competitive). Il divertimento è assicurato.

Lunedi 11 Giugno ore 11,00
CENTRO SPORTIVO "IL NOCE" via Sordi 43015 Noceto (PR)
Saranno presenti anche il Sindaco, il Vice Sindaco e l'Assessore allo Sport del Comune di Noceto.

Ai "Fanghi di Partenza". La quarta edizione della corsa nel fango FARM RUN sarà ufficialmente presentata il prossimo lunedi 11 Giugno alle 11,00 all'interno del Centro Sportivo "Il Noce" (Via Sordi - 43015 Noceto) con il quale, da quest'anno si è inaugurata una stretta collaborazione tra ACME ASD - organizzatore dell'evento - e l'R.T.I., tra la le società ASD Noceto e ASD GS Fraore, che gestisce il bell'impianto sportivo polifunzionale inaugurato nel 2006.

Tre edizioni a successo sempre crescente hanno portato la tappa nocetana del Campionato Italiano a scalare la classifica del gradimento sino a elevarla a gara qualificante per i Campionati Europei e, dallo scorso anno, addirittura evento qualificante per i Campionati Mondiali.
Com'è tradizione, molte le novità che contraddistinguono la prossima edizione ma che saranno svelate dal comitato organizzatore Lunedi 11 giugno alle 11,00.

FARM RUN non è solo adrenalina. Per gli organizzatori un fattore irrinunciabile è offrire divertimento in sicurezza per tutti.

Un "parco giochi" per adulti, immerso nella natura, per tornare bambini e per sfidare i propri limiti, senza necessariamente pensare al cronometro e alle penalità.
Per tutti questi appassionati dello sport puro e all'aperto, l'organizzazione ha messo a disposizione due percorsi "Non Competitivi", di 4 e di 12 chilometri, che si sovrappongono perfettamente con quelli competitivi. La differenza fondamentale risiede nella assenza di limitazioni e nella possibilità di ottenere collaborazioni o addirittura di rifiutare l'ostacolo, all'insegna del puro divertimento senza l'assillo della prestazione!

La Farm Run si correrà, sabato 23 Giugno, in un percorso all'aperto allestito nei poderi messi a disposizione da alcuni di agricoltori di Noceto (PR) e si svilupperà in un percorso di 12 chilometri disseminato di ostacoli naturali e artificiali particolarmente selettivi per gli atleti che si misureranno in quota agonistica e affascinanti per i "runner" che vorranno mettersi alla prova prima con sé stessi e poi con il tempo.

Il percorso è stato studiato per divertire tutti quanti, dai più giovani ai più esperti, per trasformare questa corsa in un evento da non dimenticare!

Le OCR (Obstacle Course Race), comunemente note come "corse nel fango", sono un fenomeno in rapidissima crescita anche in Italia e, nonostante siano ancora poche le gare organizzate rispetto alle corse podistiche tradizionali, sono già state in grado di radunare nel 2015 poco meno di 20mila partecipanti e 36mila unità nel corso del 2016. Un successo, che il format televisivo "Ninja Warriors" ha contribuito a diffondere al grande pubblico, il cui trend di crescita è esponenziale e vede i grandi delle specialità più hard (arti marziali, trail, triatlon, ecc...) avvicinarsi a questa disciplina, altrettanto dura, ma anche molto divertente.
È proprio l'originalità della formula che sta diventando particolarmente attrattiva, sia per sportivi provenienti da altre discipline, ma anche per coloro che ancora non sono riusciti a trovare uno stimolo emozionale per tornare a praticare sport.

Vi aspettiamo pertanto lunedi 11 Giugno alle 11,00 per presentare le novità 2018 di FARM RUN.

SCHEDA ANALITICA

La FARM RUN - 23 giugno 2018 a Noceto di Parma - prevede quattro modalità di partecipazione:

1. FARM RUN COMPETITIVA (12 KM)
Percorso di circa 12 km, con oltre 40 ostacoli naturali ed artificiali, su un terreno misto e sterrato.
Gara valevole per il Campionato Italiano OCR 2018
Gara valevole per Campionato Regionale ed Interregionale
Qualificante per la Coppa Italia – Federazione Italiana OCR
Qualificante per il Campionato Europeo – OCR European Championships
Qualificante per il Campionato Mondiale – OCR World Championships

2. FARM RUN NON COMPETITIVA (12 KM)
Stesso percorso e stessa distanza della Farm Run Competitiva, col vantaggio che potrai aiutare o farti aiutare a superare gli ostacoli dagli atleti che hai vicino in quel momento. Potrai aggirare gli ostacoli che giudichi inadatti per il tuo piacere senza nessuna penalità. Insomma, tanto divertimento senza l'ansia da prestazione!

3. FARM RUN "FOUR" COMPETITIVA (4 KM)
Al pomeriggio partirà la Farm Run "FOUR" competitiva: percorso ridotto a 4 km con 25 ostacoli naturali e artificiali. Un modo diverso per affrontare i nostri migliori ostacoli Fantagricoli tutti di un fiato!

4. FARM RUN "FOUR" NON COMPETITIVA
La scelta divertente per eccellenza da percorrere in tutta tranquillità, scegliendo quali ostacoli affrontare, con oltre due ore a disposizione per arrivare al traguardo!

Per iscriversi www.FarmRun.it 

Link di riferimento
www.FarmRun.it 
https://FederazioneItalianaOcr.it 
https://CampionatoOcr.it 
https://OcrEuropeanChampionships.org 
http://ocrworldchampionships.com 

Ufficio stampa
Lamberto Colla
Vice Presidente ACME ASD
Responsabile comunicazione
Telefono +39 344 2373963
http://www.farmrun.it 
https://www.facebook.com/farmrun.noceto 

3-ft00000159_7.jpg2016-08-07_11.54.02.jpg2016-08-07_22.53.13.jpg24210270_742727405916308_2358369743741934537_o_1.jpg26734256_764366030419112_4198928393770587080_n.jpg26903778_764238727098509_7847516428275891217_n_1.jpg


FarmRun-Piedino-28871085_790263764496005_4797468225079317359_n.jpg

 

Venerdì, 01 Giugno 2018 16:58

L'Osteria dei Servi "Tifa" #FarmRun 2018

Nel punto centrale della piazza del mercato di Parma, piazza Ghiaia, si erige L'Osteria dei Servi. Gli spazi esterni dedicati sono molto curati ed accoglienti, all'interno gli ambienti ricercati offrono un confortevole ritrovo anche nella fredda stagione per un momento di relax a qualsiasi ora della giornata.
Cucina tipica. Menu tipico.
Dell'Osteria ha il nome e la ricerca dei sapori ed ingredienti genuini. Realmente i piatti proposti dallo Chef dell'Osteria dei Servi sono degni di un ristorante a 5 stelle.
Qua anche un lunch menu diventa un appuntamento altamente gratificante per gusti e colori sapientemente dosati.

Osteria dei Servi
Piazza Ghiaia, 1
43121 Parma (PR)
Telefono: 0521 18 56 156


Convenzione Farm Run 2018 - Per gli Atleti e i loro accompagnatori: SCONTO 15% sulla carta

Web Site: http://www.osteriadeiservi.com/osteriadeiservi/ 

Iscrivetevi alla FARM RUN vi divertirete e avrete lo sconto http://www.farmrun.it 

 

 

Al Trofeo Marco Simoncelli, Jacopo Villani, il beniamino di Mulino Alimentare, nonostante la pista cittadina e un doppiato d'intralcio in gara 1 perde la prima posizione per solo 34 millesimi.

di Redazione Guastalla 28 maggio 2018 - In gara 1, a causa di un doppiato che nonostante la bandiera blu non lasciava spazio al sorpasso, Jacopo Villani arriva a 34 centesimi dal vincitore.

Una gara comunque difficile perché si snodava in un circuito cittadino, ma che ha visto protagonista ancora una volta il beniamino di Mulino Alimentare.

Nella qualifiche 2 non solo ha stabilito il miglior tempo ma ha abbassato il record sul giro di ben 3 secondi.

La gara 1 però ha lasciato l'amaro in bocca al minicentauro di Guastalla. Dopo essere stato galvanizzato dal papà, dal mitico Ganz (Enrico Ganzerla) e dagli uomini del Team Giracing, riparte come un fulmine per gara 2 e, giro dopo giro, è una rincorsa a migliorare i tempi.

Però al nono giro la sorte volta le spalle al talento emiliano e il motore si guasta abbandonando a terra lo sconsolato Jacopo Villani.

Ma le soddisfazioni non finiscono e in attesa delle premiazioni (consegnate dal Papà di Marco Simoncelli) in molti vanno a complimentarsi con il giovane talento di Guastalla e, dulcis in fundo, ecco che viene chiamato sul podio per la consegna del quarto posto assoluto al quale viene aggiunto il premio per la pole con i complimenti di Marco Bezzecchi per come ha guidato in tutta la giornata.

"Vengo a casa mezzo soddisfatto - ha commentato Jacopo Villani - consapevole delle mie potenzialità. 
Volevo ringraziare come sempre il mio Papà, Ganz e tutto il Team Giracing per tutto quello che stanno facendo per me e il mitico Cigo il meccanico top. Grazie a tutti e sempre gass a due mani".

Jacopo8_trofeo_SimoncelliIMG-20180528-WA0001.jpg

 

Jacopo8_foto_in_pistaDSC_8786.jpg

Jacopo8_foto_in_pistaDSC_8871.jpg

 

http://mulinoalimentare.it/prodotti-mulino-alimentare/
______________________________
http://www.federmoto.it/campionato-italiano-minimoto-gare-avvincenti-al-castrezzato-motorsport-arena-di-franciacorta/

 

Non poteva che iniziare così, con la passerella doverosa per coloro che hanno dato vita ad una realtà che dalle ceneri è tornata a splendere, conquistando la Serie A in soli tre anni. La grande festa crociata di ieri sera allo stadio Tardini di Parma, si è aperta con l'ingresso in campo di Nuovo Inizio e Parma Partecipazioni Calcistiche, le due realtà che dopo il fallimento del Parma Fc hanno ridato vita alla squadra di calcio cittadina.

Una serata ricca di emozioni, in cui il capitano Alessandro Lucarelli ha annunciato il suo ritiro dal calcio giocato e il commuovente giro di campo. "Credetemi, lo dico con un magone immenso e con il cuore che urla: sono orgoglioso di aver fatto parte della vostra storia. Di essere stato Capitano di questa grande squadra. Di aver vestito questa splendida maglia. Di essere stato Alessandro Lucarelli. Uno di voi". Le parole conclusive del Capitano del Parma Calcio 1913, che inizierà una nuova vita sempre all'interno della società crociata. 

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_003-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_007-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_010-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_034-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_046-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_060-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_064-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_082-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_090-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_105-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_130-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_133-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_146-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_157-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_180-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_184-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_197-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_217-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_220-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_229-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_248-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_257-1.jpg

FESTA_PARMA_CALCIO_TARDINI_27_MAGGIO_2018_260-1.jpg

 

AVD Reform affiancherà l'edizione 2018 di Farm Run con "Performance Forte". L'azienda nocetana che già fornisce campioni del calibro di Kiara Fontanesi (5 volte campione del mondo di motocross) e George Biagi (Capitano delle Zebbre - Rugby) ha confermato l'appoggio anche alla quarta edizione della Farm Run.

Noceto 24 maggio 2018 - Preparare una prestazione sportiva è una impresa sofisticata, una miscela perfetta e al tempo stesso dinamica, ovvero in mutazione costante sino alla fatidica data dell'evento dove ci si gioca il tutto per tutto, di esercizi preparatori e alimentazione.

Altrettanto scrupolosamente, specie nelle gare di durata, forza, resistenza e concentrazione psicologica, deve essere programmata la gestione della gara stessa.
Le competizioni OCR (Obstacle Course Race) rappresentano proprio una di queste discipline "funzionali", dove ogni organo, mente compresa, è sottoposto per un tempo non inferiore a un'ora, a affrontare una corsa disseminata di ostacoli di diversa forma, difficoltà e, come se non bastasse, diversi per ogni tappa del Campionato Italiano, europeo o mondiale che sia.

Competizioni che necessitano quindi di una rigorosa programmazione nutrizionale affiancata da una efficace integrazione alimentare.
Ecco quindi che "Performance Forte", l'integratore alimentare costituito da una miscela di vari tipi di Cordyceps sinensis, con Rodiola rosea, Cromo e Magnesio, è il compagno di viaggio ideale.

AVD-03.jpg

Grazie alle preziose proprietà del Cordyceps sinensis di Aloha Medicinals, Performance forte svolge una un'azione tonica e di sostegno metabolico, contribuendo a regolarizzare la produzione ormonale ed è particolarmente indicato come integrazione dell'alimentazione dello sportivo, in quanto favorisce la fisiologica resistenza fisica e mentale e aiuta a ridurre la sensazione di fatica, migliorando la produzione e l'utilizzo di energia.

Ma la vita moderna ormai, per stress e fatica, è diventata anch'essa una "gara a ostacoli" e sempre più spesso si sente la necessità di meglio alimentare mente e corpo e "performance forte" interviene efficacemente anche nelle attività di tutti i giorni.

Un prodotto, frutto dell'esperienza e soprattutto della ricerca sviluppata da  AVD Reform, che da diversi anni è entrato nella quotidianità di campioni dello sport quali Kiara Fontanesi e George Biagi.

Francesco-Ravasini.jpg

Performance Forte è solo uno delle oltre 100 referenze in catalogo di AVD Reform che possono distinguersi in due macro aree:
- Integratori alimentari destinati a assolvere al miglioramento dell'equilibrio acido/base dell'organismo, prodotti destinati specificamente al miglioramento delle funzionalità dell'intestino (a base di fermenti lattici) 
- Prodotti destinati a migliorare la funzionalità del fegato (disintossifezione e drenaggio epatico).

"La classe di prodotti che negli ultimi tempi ci sta dando grande soddisfazione - sottolinea Francesco Ravasini - è quella micoterapica, ovvero dei prodotti a base di funghi medicinali".

Il mercato dell'integrazione alimentare nell'ultimo decennio si è fortemente evoluto e parole come Fitoterapia e Nutraceutica sono entrate a far parte del lessico comune e non solo relegate nelle comunità scientifiche.

"Infatti, dichiara Ravasini, con l'aumento della conoscenza del consumatore, la classe medica stessa ha incontrato meno resistenza nell'approccio "preventivo". Un ciclo virtuoso che ha aperto nuove frontiere come il VEGAN, che conta di ben 4 milioni di consumatori, acquisendo la dignità di un mercato di assoluto interesse e rispetto, tant'è che abbiamo affiancato alla certificazione Bio Italia anche la certificazione Vegan".

"Performance Forte" e AVD Reform affiancheranno l'edizione 2018 di Farm Run

I Testimonial
George Biagi, capitano delle Zebre Rugby Club Parma e membro della Nazionale italiana di Rugby. 1,98 metri d'altezza, 115 kg, George gioca nel ruolo di seconda linea ed è brand ambassador AVD Reform e del prodotto micoterapico Performance Forte dal 2017.

Kiara Fontanesi, pilota di motocross in sella alla sua Yamaha numero 8. Classe 1994 e 5 volte campionessa mondiale di motocross femminile, Kiara è brand ambassador AVD Reform e del prodotto micoterapico Performance Forte dal 2016.

Kiara_Fontanesi-2018_FONTANESI_S4A0652_1.jpg

George-Biagi.jpg

 

Video Link: https://www.youtube.com/watch?v=19rQd_uV2OI 

AVD Reform


Anno di Fondazione: 1978


Presidente: Olivio Ravasini


Amministratore Delegato: Francesco Ravasini


Indirizzo strategico: produzione e commercializzazione di integratori alimentari

Digital web e social media:
 http://www.avdreform.it 
http://www.micotherapy.it 
http://www.avdreform.it/SocialWall/ 
https://www.facebook.com/AVDReform/ 
https://www.youtube.com/channel/UCXqTYWQMI3MdE2_vQ6Elheg 

Ricevuti dal Sindaco e dal Vicesindaco giocatori, Società e i rappresentanti del tifo organizzato in Sala Consiglio.

Parma 27 maggio 2018 - Una cerimonia che difficilmente verrà dimenticata quella che si è svolta ieri mattina in Sala del Consiglio del Comune di Parma dove il Sindaco Federico Pizzarotti e il Vicesindaco con delega allo Sport del Comune di Parma Marco Bosi hanno ricevuto i giocatori, la Società Parma Calcio 1913 e i rappresentanti del tifo organizzato per celebrare le ultime tre stagioni di grandi di successi

"Siamo orgogliosi di avere una Società e una squadra che hanno fatto un percorso unico e straordinario.Non è mai mancato il supporto costante di tutta la città e dei tifosi che sono oggi qui rappresentati. Avete creato un'immagine della città 'bella', di una città orgogliosa di rialzarsi dalle sconfitte. Non sono stati anni facili quelli che ci hanno portato ad oggi, rimettere in sesto una Società tutta da rifare, non è stato semplice. Grazie per la serietà della Società Parma Calcio 1913, per averci creduto con passione e professionalità" , ha salutato il Sindaco Federico Pizzarotti.

Il vicesindaco, con delega allo Sport, Marco Bosi, emozionato davanti alla squadra del cuore, ha ripercorso le difficoltà superate nei tre anni appena trascorsi e ha sottolineato quanto sia stato importante avere un costante supporto da parte dei tifosi: "La città di Parma riconosce con orgoglio il valore sportivo al di là dei risultati. Il calcio ha avuto il merito unire la città, ha saputo appassionare tutti i cittadini. Vi ringrazio a nome della città per l'impegno e la passione che avete costantemente messo in atto".

Alla Società è stato consegnato un riconoscimento per "aver interpretato gli inviolabili e profondi valori dello sport i quali insegnano che dalle sconfitte più difficili si risorge, dalle proprie ceneri attraverso dignità, coraggio, speranza e riscatto".

Il secondo riconoscimento è stato consegnato a Capitano Alessandro Lucarelli, simbolo della rinascita e dell' 'attaccamento' alla maglia giallo blu, "per aver nel cuore una maglia, una squadra, una città; per essere sceso all'inferno e da lì esserne risalito. Per esserci stato sempre, perché se il calcio è ancora lo sport che fa sognare i grandi e i bambini, che fa ardere i cuori di passione ciò è dovuto principalmente a uomini come te".

Lucarelli ha ringraziato a nome della squadra il Sindaco e tutti gli Assessori presenti: "una squadra di calcio per la propria città è una delle colonne portanti, come capitano insieme alla mia squadra siamo orgogliosi di aver dato lustro alla nostra città. Se parlassi da uomo Lucarelli, non solo capitano, direi che sono orgoglioso per questo riconoscimento, sono fiero di aver rappresentato la città nei momenti più bui, ma non l'ho fatto da solo avevo l'appoggio dei tifosi. Insieme volevamo riprenderci quello che ci era stato tolto. In questi tre anni ho avuto compagni che hanno anteposto le esigenze professionali e personali per il bene del Parma Calcio, per riportarlo dove meritava di stare. Ringrazio la Proprietà perché ci ha fatto sentire da Serie A anche quando eravamo in Serie D, ringrazio i tifosi che ci hanno accompagnato in questo bellissimo percorso. Questo riconoscimento lo condiviso con tutte le persone che lo hanno reso possibile".

Infine i Boys Parma 1077 e il Centro di Coordinamento Parma Club hanno ricevuto un riconoscimento per il costante supporto dato ai giocatori e alla Società.

(Foto di Francesca Bocchia)

PREMIAZIONE_PARMA_SERIE_A_MUNICIPIO_2018_027-1_2.jpgPREMIAZIONE_PARMA_SERIE_A_MUNICIPIO_2018_028-1_2.jpgPREMIAZIONE_PARMA_SERIE_A_MUNICIPIO_2018_029-1_2.jpgPREMIAZIONE_PARMA_SERIE_A_MUNICIPIO_2018_030-1_2.jpg

 

PREMIAZIONE_PARMA_SERIE_A_MUNICIPIO_2018_064-1.jpg

 

Per il secondo anno consecutivo NUTRILITE™ assiste gli atleti durante il percorso FARM RUN con la linea di integratori XS Sports Nutrition.

Noceto (PR) 21 maggio 2018 - Tra poco più di un mese, il 23 giugno, prenderà il via la FARM RUN, l'impegnativa gara a ostacoli, tappa storica del Campionato Italiano OCR e per il secondo anno consecutivo due postazioni NUTRILITE™ saranno dislocate sul percorso per sostenere la fatica e gli sforzi degli oltre 1.000 atleti che prenderanno il via alla sesta tappa del campionato.

NUTRILITE™ è il marchio numero 1 al mondo nella vendita di vitamine e integratori alimentari.*

Sport e nutrizione

I prodotti NUTRILITE Sport e Nutrizione sono ideati per incrementare i livelli di energia prima, durante e dopo l'allenamento, reintegrando nell'organismo tutte le sostanze necessarie.

Le bevande e gli integratori alimentari aiutano a mantenere la concentrazione e a migliorare le performance fisiche contrastando la sensazione di stanchezza e fatica.
NUTRILITE è in grado di offrire un'esauriente gamma di prodotti per la nutrizione e il benessere tra cui vitamine e minerali, antiossidanti, integratori a base di erbe, integratori per sportivi e sostitutivi dei pasti.

La linea di vitamine e integratori a base di erbe

NUTRILITE™ comprende un vasto assortimento di prodotti a supporto di un'alimentazione sana: dai multivitaminici e integratori alimentari a base di erbe alle vitamine e minerali masticabili per i bambini e per tutta la famiglia.

L'ampia gamma di integratori e vitamine include, tra glia altri, Calcio e Magnesio, Concentrato di Frutta e Verdura e speciali integratori per la salute di capelli, pelle e unghie. Il Concentrato di Frutta e Verdura fornisce le proprietà nutritive necessarie al nostro benessere in una sola compressa, una volta al giorno.

Sfruttiamo le proprietà delle erbe naturali come il Mirtillo, l'Aglio, l'Echinacea, il Ginseng e la Glucosamina per offrirne tutti benefici ad adulti e bambini.

Amway e NUTRILIT: per soddisfare il tuo fabbisogno nutrizionale.

Per acquistare i prodotti Nutrilite: Lorenzo Guidi 339 3055227

(*Fonte : Euromonitor International Ltd)

https://www.amway.it/i-nostri-marchi/nutrilite-it 

Nutrilite_logo_modificato1.jpg

 

 

 

Lunedì, 21 Maggio 2018 08:04

La Corsa per Tommy - le foto

Domenica 20 maggio si è rinnovato l'appuntamento con "La Corsa di Tommy".  A San Prospero, per il settimo anno, è stata una giornata all'insegna dello sport, del benessere e della beneficenza in memoria del piccolo Tommaso Onofri, il «bimbo di Parma» rimasto nel cuore di tutti i parmigiani. 

Il trofeo della gara competitiva è stato dedicato alla memoria di Marco Federici, scomparso nel luglio 2013, il giornalista della "Gazzetta di Parma" che aveva seguito da vicino il caso del piccolo Tommy.

Per la cronaca sportiva, la vittoria è andata a Yonas Tsegaye e fra le donne la prima a tagliare il traguardo è stata Sara Martinelli.

(Le foto di Francesca Bocchia)

LA_CORSA_DI_TOMMY_2018_126-1.jpg

 

LA_CORSA_DI_TOMMY_2018_143-1.jpg

FARM RUN 2018 - Poco più di un mese e tornerà la più divertente e calda corsa a ostacoli del Campionato Italiano OCR.

Noceto 19 maggio 2018 - Sabato 23 giugno 2018 caleranno a Noceto (Parma) oltre 1.000 atleti provenienti da tutta Italia per sfidarsi sui selettivi ostacoli della quarta edizione della corsa "nel fango" più divertente, calda e naturale del Campionato Italiano OCR (Obstacle Course Race).
Una corsa che sin dalla prima edizione ha saputo accattivarsi le simpatie dei partecipanti che l'hanno fatta crescere di anno in anno. Anche quest'anno si rinnoverà la carica dei 1.000 e più temerari consapevoli che anche quest'anno troveranno pan per focaccia.

Dalla fantasia e competenza degli organizzatori sono usciti dapprima il FARM WALL (il Quarter Pipe più alto d'Italia) e l'affascinante Peg Board, il sogno di quasi tutti gli atleti del circuito, e lo scorso anno la "Trebbia", il "Rotovator" e, come ultimo ostacolo del percorso, i "Volanti Rotanti" alla pari delle migliori competizioni europee.

Per l'edizione 2018 nuovi sorprendenti ostacoli andranno ad arricchire il tasso tecnico in quota competitiva della tappa parmense del campionato italiano OCR e filtro selettivo per qualificarsi ai Campionati Europei e d ai Mondiali di specialità.

FARM RUN non è solo adrenalina. Per gli organizzatori un fattore irrinunciabile è offrire divertimento in sicurezza per tutti.

Un "parco giochi" per adulti per tornare bambini e per sfidare i propri limiti, senza necessariamente pensare al cronometro e alle penalità. Per tutti questi appassionati dello sport puro e all'aperto, l'organizzazione ha messo a disposizione due percorsi "Non Competitivi", di 4 e di 12 chilometri, che si sovrappongono perfettamente con quelli competitivi. La differenza fondamentale risiede nella assenza di limitazioni nei numero di tentativi e nella possibilità di ottenere collaborazioni o addirittura di non affrontare l'ostacolo, all'insegna del puro divertimento senza l'assillo dell'ansia da prestazione!

FARM RUN offre agevolazioni per Gruppi e Squadre. Un'opportunità riservata alle PALESTRE TOP e ai Gruppi numerosi di Amici. In questi casi è riservata una ISCRIZIONE gratuita ogni nove iscritti (9+1). Per usufruire della promozione è sufficiente effettuare le singole iscrizioni avendo cura di inserire correttamente il nome del proprio Team; il sistema di registrazione online, alla decima iscrizione, applicherà direttamente l'omaggio.

SPECIALE PROMOZIONE "PALESTRE TOP"
Un'iscrizione GRATUITA ogni 9 atlete/i iscritti (9+1)
Per iscriversi: https://farmrun.racemate.it/it/ 

La Farm Run 2018, quarta edizione, vi aspetta sabato 23 giugno, con altre sorprese e tanto collettivo divertimento. La Farm Run sarà anche l'ultima occasione per qualificarsi agli Europei o per tentare la qualificazione ai mondiali OCR dove poter incontrare i grandi di specialità del pianeta.
www.FarmRun.it 

Video: https://www.youtube.com/watch?v=LWkS9OJnH6E&feature=youtu.be 

SCHEDA ANALITICA FARM RUN

La FARM RUN 2018 prevede quattro modalità di partecipazione:


1. FARM RUN COMPETITIVA (12 KM)
Percorso di circa 12 km, con oltre 40 ostacoli naturali ed artificiali, su un terreno misto e sterrato.
Gara valevole per il Campionato Italiano OCR 2018
Gara valevole per Campionato Regionale ed Interregionale
Qualificante per la Coppa Italia – Federazione Italiana OCR
Qualificante per il Campionato Europeo – OCR European Championships
Qualificante per il Campionato Mondiale – OCR World Championships

2. FARM RUN NON COMPETITIVA (12 KM)
Stesso percorso e stessa distanza della Farm Run Competitiva, col vantaggio che potrai aiutare o farti aiutare a superare gli ostacoli dagli atleti che hai vicino in quel momento. Potrai aggirare gli ostacoli che giudichi inadatti per il tuo piacere senza nessuna penalità. Insomma, tanto divertimento senza l'ansia da prestazione!

3. FARM RUN "FOUR" COMPETITIVA (4 KM)
Al pomeriggio partirà la Farm Run "FOUR" competitiva: percorso ridotto a 4 km con 25 ostacoli naturali e artificiali. Un modo diverso per affrontare i nostri migliori ostacoli Fantagricoli tutti di un fiato!

4. FARM RUN "FOUR" NON COMPETITIVA
La scelta divertente per eccellenza da percorrere in tutta tranquillità, scegliendo quali ostacoli affrontare, con oltre due ore a disposizione per arrivare al traguardo!

Iscriviti subito su www.FarmRun.it 

Chi prima si iscrive più risparmia!!!

____________________
Ufficio stampa
Lamberto Colla
Vice Presidente ACME ASD
Responsabile comunicazione

FarmRun-Piedino-28871085_790263764496005_4797468225079317359_n.jpg

 

PRESENTAZIONE_FARMRUN_2018_112-1.jpg

 

 

Storica impresa del Parma. Dopo il fallimento, che ha spedito la gloriosa squadra di Parma in serie D, la tenacia del gruppo ha consentito di rimontare la china, con orgoglio e determinazione, riapprodando, dopo sole tre stagioni, alla massima serie calcistica.

Bravi tutti, anche se la fase centrale del campionato di serie B è stata segnata da prestazioni piuttosto offuscate, ma soprattutto al simbolo della rinascita, al Capitan Lucarelli che, dall'alto dell'esperienza e dei suoi 41 anni, si è conquistato e ha fatto conquistare una promozione che vale una vita sportiva.

Complimenti e in bocca al lupo per la prossima stagione!

(Foto di Francesca Bocchia)

 

PR_CALCIO_TORNA_IN_A-MILLEMIGLIA_2018_PARMA_2_FOTO_FRANCESCA_BOCCHIA_112-1.jpg

 

PR_CALCIO_TORNA_IN_A-MILLEMIGLIA_2018_PARMA_2_FOTO_FRANCESCA_BOCCHIA_121-1.jpg

 

"Ho letto con sorpresa la veemente nota dei Lupi Biancorossi e tengo ad affermare che l'Amministrazione comunale non si è mai sottratta al proprio ruolo di tutela e promozione delle proprie eccellenze. E, come già più volte detto, ritiene il Volley Piacenza una di queste. La situazione di crisi che si è palesata negli ultimi mesi risiede però nella difficoltà finanziaria della società, ambito nel quale l'Amministrazione non può intervenire direttamente. Tutte le azioni volte a stimolare le realtà piacentine in tale direzione finora sono state intraprese, purtroppo senza risultati sufficienti ad assicurare un futuro solido alla LPR Wixo.

Sono state intrecciate trattative con soggetti economici "forestieri", anche internazionali ma il poco tempo a disposizione ha fatto, più o meno pretestuosamente, raffreddare interessi inizialmente mostrati. Come sindaco ho a cuore tutti i problemi dei cittadini, ma il primo cittadino non può (non sarebbe giusto) svolgere il ruolo di procacciatore di sponsor per una società sportiva professionistica in difficoltà; non si deve confondere il ruolo istituzionale con il ruolo imprenditoriale.

Se malauguratamente (e speriamo di no...) dovesse finire l'avventura biancorossa del volley professionistico non sarebbe certamente responsabilità di amministratori che sono insediati dal luglio scorso e che hanno manifestato la loro sensibilità verso il volley, ma di situazioni spesso derivate dai rischi della crisi e dalle difficoltà di fare sport ad alto livello, soprattutto oggi. Non è un caso a questo proposito che siano scomparse dalla geografia del volley realtà come la Sisley Treviso, la Maxicono Parma, l'Alpitour Cuneo, la Conad Bologna e la stessa Messaggero Ravenna, società che vinsero scudetti e Coppe dei Campioni.

Voglio aggiungere che il silenzio dell'Amministrazione agli appelli dei tifosi non è stato di indifferenza ma di discrezione, posto che si è cercato di lavorare senza clamori mediatici. Tutto ciò sempre nell'ambito delle proprie competenze e funzioni: quelle di provare a creare sinergie, contatti, collaborazioni che possano portare a manifestazioni di interessi concreti a sostegno del Volley Piacenza. Spiace quindi che a fronte di un concreto e fattivo impegno, il ringraziamento sia quello di essere considerati poco educati."

Patrizia Barbieri
Sindaco di Piacenza

_______________________________________________________________________________________
https://www.volleyball.it/piacenza-lupi-biancorossi-rompono-muro-del-silenzio-sindaco-ci-batti-un-colpo/

 

Quarto posto assoluto in Junior C del Campionato Italiano Minimoto, nella seconda tappa disputata in Franciacorta, per Jacopo Villani.

di Redazione, Guastalla 15 Maggio 2018 -
In Franciacorta, al Castrezzato Motorsport Arena, nonostante le avverse condizioni meteo, il giovane centauro guastallese, Jacopo Villani, ha ottenuto un onorevole quarto posto assoluto.

Le qualifiche, prima bagnate e poi misto bagnate-asciutte, hanno condizionato i tempi sul giro e, nonostante il terzo tempo della prima sessione, alla fine "Jaco8", che per la cronaca proprio dallo scorso week end è rientrato nel team ufficiale Giracing di Brescia, ha dovuto accontentarsi di partire, in entrambe le gare, dalla sesta posizione.

Proprio a causa del maltempo la partenza della Gara 1 è stata posticipata di un'ora e mezza e la pista si presentava per metà bagnata e per metà asciutta, non consentendo a Jacopo di prendere la giusta confidenza e obbligandolo a un 5° posto.
Meglio è andata la Gara 2 con pista asciutta e dalla sesta posizione di partenza, è riuscito a recupera sino alla quarta, che poi gli varrà anche la medesima posizione di classifica complessiva.

Alla fine, il giovane pupillo del "Mulino Alimentare Spa", pur avendo mancato il podio per un solo soffio, è tornato a casa molto soddisfatto perché cosciente delle proprie potenzialità e carico per la prossima sfida in terra di romagna.

Il terzo appuntamento del Campionato Italiano Junior C è in calendario per il week end del 9-10 giugno al Minimotodromo Adriatico di San Mauro Mare (FC) per il Round 5-6 della stagione 2018, una pista dove il terribile "Jaco8" è sempre andato molto forte.

20180513_144734_3.jpg


______________________________
http://www.federmoto.it/campionato-italiano-minimoto-gare-avvincenti-al-castrezzato-motorsport-arena-di-franciacorta/

 

Nell'Inferno dell'idroscalo di Milano, il Team Farm Run si piazza tra i primi cinque Team e manda ben due atleti sui podi.

Noceto 06 maggio 2018 - Nella splendida cornice dell'Idroscalo il Team Farm Run si è piazzato al quinto posto ma quel che più gratifica sono i due podi singoli di Barbara Dominici e Giuseppe Morgante.

Splendida la prova di Barbara che si era infortunata all'esordio di stagione ma che alla terza si è presa la rivincita con un meraviglioso primo posto di categoria e quarta assoluta.

Inferno-MI-5mag18IMG_6618.jpg

 

Sorpresa, si fa per dire, è venuta dall'esordiente nel Team di Noceto, Giuseppe, che è arrivato al traguardo a pochissima distanza dal leader e campione in carica, conquistando il terzo gradino del podio di categoria, la medesima del Campione Stefano Colombo, e assicurandosi il nono posto assoluto.

Inferno-MI-5mag18IMG_6566.jpg

Ma ottimi risultati sono arrivati da tutti i componenti del Team che, oltre alla corsa sono stati perfetti atleti sugli insidiosi ostacoli dell'Idroscalo, cosa che ha consentito di scalare la classifica sino al quinto posto assoluto.

Bravi quindi anche Dino Battaglia, Michele Moscatelli, Francesco Adami e Iolanda (Patty) Nevi alla quale va riconosciuto l'ottimo lavoro di selezione, preparazione atletica e animazione degli atleti.

Peccato solo per Selene Riga, terza alla prima uscita di campionato ma poi infortunata nella seconda gara e costretta a tifare, dalla sua La Spezia, la gara infernale dei suoi amici e compagne di squadra.

Complimenti a questi bravi, onesti e simpatici atleti del Team "Farm Run", che se saranno assistiti da un po' di fortuna e quando si ristabilirà Selene, hanno la determinazione, la preparazione e la capacità per togliersi altre belle soddisfazioni sportive.

... E intanto il 23 giugno si avvicina e l'appassionante FARM RUN 2018 è quasi pronta con i nuovi ostacoli.
Una quarta edizione che aggiunge una nuova gara competitiva, la Four Run di 4 Km che si affianca all 12 km e alla quale si integra.

Infatti, è possibile alzare ancor più l'asticella dei propri limiti correndo per la "DOPPIETTA", correndo le due gare competitive di 12 o 4 km con 40+ e 20+ ostacoli rispettivamente per aggiudicarsi la "DOPPIA", la medaglia destinata ai finisher delle due gare.

Inferno-MI-5mag18IMG_6710.jpg

 

Inferno-MI-5mag18IMG_6725.jpg

_______________________________________
SCHEDA ANALITICA FARM RUN

La FARM RUN - 23 giugno 2018 a Noceto di Parma - prevede quattro modalità di partecipazione:

1. FARM RUN COMPETITIVA (12 KM)
Percorso di circa 12 km, con oltre 40 ostacoli naturali ed artificiali, su un terreno misto e sterrato.
Gara valevole per il Campionato Italiano OCR 2018
Gara valevole per Campionato Regionale ed Interregionale
Qualificante per la Coppa Italia – Federazione Italiana OCR
Qualificante per il Campionato Europeo – OCR European Championships
Qualificante per il Campionato Mondiale – OCR World Championships

2. FARM RUN NON COMPETITIVA (12 KM)
Stesso percorso e stessa distanza della Farm Run Competitiva, col vantaggio che potrai aiutare o farti aiutare a superare gli ostacoli dagli atleti che hai vicino in quel momento. Potrai aggirare gli ostacoli che giudichi inadatti per il tuo piacere senza nessuna penalità. Insomma, tanto divertimento senza l'ansia da prestazione!

3. FARM RUN "FOUR" COMPETITIVA (4 KM)
Al pomeriggio partirà la Farm Run "FOUR" competitiva: percorso ridotto a 4 km con 25 ostacoli naturali e artificiali. Un modo diverso per affrontare i nostri migliori ostacoli Fantagricoli tutti di un fiato!

4. FARM RUN "FOUR" NON COMPETITIVA
La scelta divertente per eccellenza da percorrere in tutta tranquillità, scegliendo quali ostacoli affrontare, con oltre due ore a disposizione per arrivare al traguardo!

Iscriviti subito su www.FarmRun.it 

Chi prima si iscrive più risparmia!!!

I crociati vincono al Tardini contro il Bari per uno a zero superando il Palermo e si giocano la promozione diretta nell'ultimo turno. Testa a testa mozzafiato contro il Frosinone vincente a Chiavari.

Parma, 13 maggio 2018 - di Luca Gabrielli - 

Nell'ultima gara in casa della stagione - salvo eventuali playoff - il Parma gioca una gara non bella ma estremamente di sostanza, capitalizzando al meglio le poche occasioni avute a disposizione e vincendo grazie alla quinta rete stagionale del difensore Riccardo Gagliolo. Il Bari, accompagnato da un esercito di tifosi, ha giocato una buona partita cercando di vincere per superare in classifica proprio i crociati ma stavolta la squadra ducale è riuscita a limitare la reazione della squadra ospite, anche grazie al fortunoso palo colpito negli ultimi minuti dai baresi.

Tutte le squadre di B sono ormai sulle gambe, logorate da una stagione lunghissima e intensa ed è quindi impossibile aspettarsi un gioco brillante. I ragazzi di D'Aversa hanno capito che questa partita era da vincere senza se e senza ma dopo i passi falsi di Vercelli e Cesena, non solo per sperare nel secondo posto che vorrebbe dire promozione diretta ma anche per raggiungere il terzo o quarto piazzamento, fondamentale per saltare il primo turno di playoff.

Raggiungendo una di queste posizioni infatti i crociati si garantirebbero la possibilità di saltare la prima gara diretta dei playoff ed entrare in gioco già nella semifinale con una settimana di riposo in più. Un vantaggio non da poco considerando appunto la stanchezza dei giocatori e il numero di infortunati presenti nella rosa. Il Parma visto contro il Bari è comunque una squadra che dà l'impressione di aver capito - dopo i punti persi nelle ultime trasferte - che ora non si deve mollare niente, correndo dal primo all'ultimo minuto. I blackout mentali non sono concessi perché al primo errore si viene puntualmente castigati. Da segnalare un Ceravolo pienamente recuperato che dopo l'ultima ottima prestazione aumenta i rimpianti dei tifosi, convinti che con una punta come lui disponibile per tutta la stagione si sarebbe sofferto molto meno. Ottima gara anche per Gagliolo che con un'inzuccata perfetta nel secondo tempo ha sbloccato un match difficile e regalato tre punti fondamentali.
Venerdi l'ultimo atto per capire chi raggiungerà l'Empoli in Serie A.

Ancora pochi giorni e finalmente si saprà la seconda squadra che insieme all'Empoli salirà direttamente in A. A giocarsela sono Frosinone e Parma, distanziati di soli due punti e costrette a non poter fare calcoli. Il Parma in primis ha la vittoria come unico risultato possibile per scavalcare i ciociari in classifica e a Spezia non sarà per nulla facile visto anche la rivalità tra le tifoserie. Anche il Frosinone però dovrà vincere perché nel caso in cui pareggiassero contro il Foggia e i crociati vincessero a Spezia, a passare sarebbe proprio il Parma per il vantaggio negli scontri diretti. Insomma saranno 90' da restare incollati alle radioline per scoprire alla fine chi si sarà meritato la tanto agognata promozione in Serie A.

Oltre millesettecento iscritti alla partenza della quinta edizione della Cetilar Run. Una gara ma anche una festa per tutta la città, come ha testimoniato la poderosa presenza di famiglie e podisti non connessi ai tempi bensì  al puro divertimento.

Per la cronaca sportiva a trionfare è stato Vincenzo Agnello del Casone Noceto che ha percorso gli 8 chilometri in 24.39, mentre nella categoria femminile la coppa è andata all'atleta del Cus Veronica Paterlini. 

(Foto di Francesca Bocchia)

 

CETILAR_2018_PARMA_046-1.jpg

 

CETILAR_2018_PARMA_062-1.jpg

 

CETILAR_2018_PARMA_064-1.jpg

 

(Prosegue in galleria immagini)

 

 

 

 

 

Mercoledì, 09 Maggio 2018 05:45

Partenza a Manetta per "Jaco8"

E' iniziata nel migliore dei modi la stagione 2018 per Jacopo Villani, il giovanissimo centauro reggiano.

di redazione Parma 8 maggio 2018 -
Non è bastato vincere ma ha dovuto stravincere. A Viadana, lo scorso 29 aprile nell'appuntamento valevole per il Campionato MMCI , Jacopo Villani (Jaco 8) ha voluto lasciare un segno indelebile del suo "manico" vincendo entrambe le gare e facendo segnare anche il record della pista.

Forse in corpo aveva ancora la "giovane rabbia" della prima di campionato italiano quando, al "Minimotodromo Nivolino" di Cervesina, per un problema tecnico ai freni, nella gara 2 ha dovuto accontentarsi del 4° posto.

In Gara 1 invece, la giovanissima "Mascotte" del "Mulino Alimentare spa", è salito sul terzo posto del podio.

Pe la rivincita si dovrà attendere il 12 e 13 maggio in Franciacorta. Nella seconda prova di campionato FMI Jacopo, galvanizzato dai recenti successi, ha tutta intenzione di "spumeggiare" e di scalare il podio in tutte le gare.

Una passione quella di Jacopo Villani che, come ci racconta il Papà Alessandro, è nata autonomamente dal ragazzo. "Aveva 7 anni - ha dichiarato Alessandro Villani - quando gli si è scatenata la passione per la motocicletta ed oggi, che di anni ne farà 11 ad agosto, è da due anni che che fa sul serio. L' anno scorso ha partecipato al campionato FMI e al Campionato Europeo con il Team Giracing di Brescia e si é classificato rispettivamente 8° nel campionato Fmi su 22 e 6° al Campionato Europeo su 15. Questo anno partecipiamo al Campionato FMI in una categoria nuova e dalla prossima gara tornerà a far parte del Team Ufficiale Giracing."

Chissà che Guastalla (RE), dove Jacopo risiede, diventi come Tavullia per "Valentino".

Mai limitarsi nei sogni!

In bocca al lupo Jacopo, continueremo a seguirti.

Jaco-1-IMG_20180429_155220_5.jpg

 

Jaco-4-IMG-20180410-WA0016_2.jpg

Jaco-5-received_10211585435523902_1.jpg

 

Jaco-6-viadana-29apr18-IMG-20180502-WA0001_2.jpg

 

 

Ultimi minuti dal sapore amaro per i crociati che perdono una partita clamorosa dopo aver assaporato i tre punti. Moncini sale in cattedra e capovolge il risultato al 95'. Il Parma scende al quarto posto e ora si deve guardare alle spalle.

di Luca Gabrielli - Parma, 7 maggio 2018 - 

Un vero e proprio finale drammatico quello che si è consumato ieri al Manuzzi di Cesena. L'autogol di Fedele ha illuso i crociati di poter tornare a casa con la conferma del secondo posto e invece Moncini si regala una doppietta ammazza grandi che manda in fumo i sogni di gloria del Parma.

Una partita tesa e combattuta per tutti i 95' davanti a un pubblico delle grandi occasioni - 2000 i parmigiani giunti a Cesena - sbloccata al 10' della ripresa da un autorete dei romagnoli sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

Il Parma sembra riuscire ad amministrare il finale di partita ma all' 86' arriva la prima doccia gelata dopo un pasticcio della difesa crociata: Moncini approfitta di una palla vagante in area di rigore e di sinistro trafigge un incolpevole Frattali. Da qui inizia un'altro match con i cesenati che rimangono in dieci uomini a causa dell'espulsione del polacco Kupisz dopo un durissimo intervento ai danni di Di Cesare.

Ma l'inferiorità numerica non impedisce ai padroni di casa di buttarsi in avanti alla ricerca del vantaggio con la combinazione Dalmonte-Moncini che manda in estasi i tifosi romagnoli e fissa il risultato finale sul 2-1.

Per il Parma è un colpo tremendo che li fa sprofondare al quarto posto dopo le vittorie di tutte le altre pretendenti alla promozione. Un calo di tensione inspiegabile per una squadra che sta letteralmente buttando via la Serie A nelle ultime gare della stagione. Sabato arriverà al Tardini un Bari con il coltello tra i denti che nel frattempo si è portato a soli due punti dai crociati e ora ci sarà da guardarsi le spalle per non compromettere un buon piazzamento nei playoff.

Dal sogno promozione diretta all'incubo piazzamento playoff

Sono bastati una manciata di minuti per far passare le ambizioni crociate dalle stelle alle stalle. La vittoria a Cesena avrebbe permesso ai ducali di mantenere il secondo posto fondamentale per la promozione diretta in A, visto che Frosinone, Palermo, Venezia e Bari erano riuscite a vincere il loro turno sabato. Invece la sconfitta negli ultimi minuti ha improvvisamente fatto cambiare le ambizioni di D'Aversa che ora si trova a dover lavorare sulla testa dei giocatori per non compromettere gli ultimi 180' stagionali. Il Parma è sprofondato al quarto posto, raggiunto dal Venezia di Inzaghi e con il Bari che si presenterà al Tardini con la possibilità di sorpassarli. Un momento davvero delicato nel quale i giocatori dovranno adesso dare tutti loro stessi e portare a casa sei punti. I conti si faranno poi alla fine.

Rinchiusi dalla mattina alla sera negli uffici, con l'aria filtrata dai climatizzatori e l'illuminazione artificiale, poi esercizi, magari funzionali, nuovamente al chiuso della palestra e infine a casa. E in primavera pronti e via per una bella gara podistica in qualche ben noto e congestionato centro cittadino come va ben bene di moda in questo periodo. All'aria aperta... niente?

di FarmRun Noceto 5 maggio 2018 - Il 23 giugno, alla Farm Run "O famo strano"! Organizziamo una gara podistica con ostacoli, tutta all'aria aperta.

Questa è la FARM RUN. Esercizio funzionale, divertimento all'aria aperta, nella splendida campagna di Noceto, in quella pianura precollinare dove vien bene il "Parmigiano Reggiano", il "Prosciutto di Parma".

Farmrun-doppiettaIMG_9877_2.jpgSe poi qualcuno si ritiene così preparato da sfidare l'Elite nazionale della specialità può iscriversi alle due gare competitive di 12 o 4 km con 40+ e 20+ ostacoli rispettivamente o addirittura a entrambe per aggiudicarsi la "DOPPIA", la medaglia destinata ai finisher delle due gare competitive.

Certamente la gara podistica realizzata all'interno delle mura cittadine ha il suo fascino. Più facilmente raggiungibile e apprezzata dal crescente pubblico amante del "cemento". Quegli stessi appassionati, "sportivi "e non, che hanno barattato la gita domenicale fuori porta con la, si fa per dire, "scampagnata" nell'Outlet di turno.

E allora ecco che, tralasciando la primogenitrice Maratona di New York, vediamo il proliferare di appuntamenti podistici all'interno dei centri urbani, quei medesimi centri riconosciuti come i più inquinati d'europa, ma comodi e molto più attrattivi per gli sponsor e il pubblico, ma certamente molto meno "salutari".

Salto-Carro-2016-08-07_22.33.44.jpgUn vero e proprio ossimoro accostare la corsa podistica al centro urbano.

FARM RUN invece è una corsa tutta all'aperto, competitiva o non competitiva, con due percorsi di 12 e 4 km, in cui esercizi ispirati agli allenamenti funzionali – eseguiti sia a corpo libero sia con attrezzi – si alterneranno alla corsa in un mix perfetto di divertimento, adrenalina e benessere.

La Farm Run 2018, quarta edizione, vi aspetta sabato 23 giugno, con altre sorprese e tanto collettivo divertimento. La Farm Run sarà anche l'ultima occasione per qualificarsi agli Europei o per tentare la qualificazione ai mondiali OCR dove poter incontrare i grandi di specialità del pianeta.
www.FarmRun.it 

... quindi "O famo strano" e corriamo tutti alla Farm Run il prossimo 23 giugno a Noceto!

Video: https://www.youtube.com/watch?v=LWkS9OJnH6E&feature=youtu.be 

 

FarmRun-Piedino-28871085_790263764496005_4797468225079317359_n.jpg

 

 

_______________________________________
SCHEDA ANALITICA

La FARM RUN - 23 giugno 2018 a Noceto di Parma - prevede quattro modalità di partecipazione:

1. FARM RUN COMPETITIVA (12 KM)
Percorso di circa 12 km, con oltre 40 ostacoli naturali ed artificiali, su un terreno misto e sterrato.
Gara valevole per il Campionato Italiano OCR 2018
Gara valevole per Campionato Regionale ed Interregionale
Qualificante per la Coppa Italia – Federazione Italiana OCR
Qualificante per il Campionato Europeo – OCR European Championships
Qualificante per il Campionato Mondiale – OCR World Championships

2. FARM RUN NON COMPETITIVA (12 KM)
Stesso percorso e stessa distanza della Farm Run Competitiva, col vantaggio che potrai aiutare o farti aiutare a superare gli ostacoli dagli atleti che hai vicino in quel momento. Potrai aggirare gli ostacoli che giudichi inadatti per il tuo piacere senza nessuna penalità. Insomma, tanto divertimento senza l'ansia da prestazione!

3. FARM RUN "FOUR" COMPETITIVA (4 KM)
Al pomeriggio partirà la Farm Run "FOUR" competitiva: percorso ridotto a 4 km con 25 ostacoli naturali e artificiali. Un modo diverso per affrontare i nostri migliori ostacoli Fantagricoli tutti di un fiato!

4. FARM RUN "FOUR" NON COMPETITIVA
La scelta divertente per eccellenza da percorrere in tutta tranquillità, scegliendo quali ostacoli affrontare, con oltre due ore a disposizione per arrivare al traguardo!

Iscriviti subito su www.FarmRun.it 

Chi prima si iscrive più risparmia!!!

 

 

I crociati conquistano i tre punti contro la Ternana senza soffrire grazie alle reti di Ceravolo e Di Gaudio nel primo tempo. Approfittano del pareggio del Palermo nell'anticipo contro il Bari e ora sono padroni del proprio destino.

di Luca Gabrielli Parma, 1 maggio 2018 -

Ora il Parma non può più sbagliare. Tre vittorie nelle ultime gare di campionato vorrebbe dire promozione diretta in Serie A.

Un sogno coltivato negli ultimi tre anni dopo il fallimento della società e la ripartenza dalla Serie D. La vittoria del Tardini vede i crociati per la prima volta al secondo posto in solitudine grazie anche al pareggio tra Bari e Palermo che permette al Parma di affrontare Cesena, Bari e Spezia con la certezza di andare in A con nove punti totali. Un finale di stagione davvero entusiasmante con quattro squadre ancora in lotta per la promozione diretta in pochissime partite e con le energie fisiche che incominciano a scarseggiare.

Oggi il Parma non ha faticato contro una Ternana che non ha avuto la forza di contrastarlo né dal piano tecnico né su quello atletico. Due goal nel primo tempo hanno permesso ai ducali di condurre in porto una partita dal risultato non scontato dopo la cocente sconfitta di sabato a Vercelli.

Al 18' la sblocca Ceravolo che si avventa su una ribattuta infelice del portiere della Ternana su un tiro da fuori area di Barillà e porta i crociati in vantaggio. I ducali giocano bene con buone trame di gioco e con un Ciciretti - titolare quest'oggi - in grande spolvero che regala numeri d'alta scuola ai tifosi. La rete che chiude la partita la firma Antonio Di Gaudio - al suo quinto goal in stagione - con un diagonale che non lascia scampo a Sala. La ripresa non ha molto da dire, con i crociati che amministrano al meglio il finale di partita senza far correre particolari pericoli al portiere Frattali.

La gara preparata da D'Aversa non ha alcun neo, con i giocatori scesi in campo con l'approccio giusto alla partita e la consapevolezza di dover sbloccare la gara il prima possibile per non trovare brutte sorprese come nella partita scorsa contro la Pro Vercelli. Una nota di merito va a Di Cesare -autore di una prova maiuscola al centro della difesa - e a Ciciretti - pregevole il tacco smarcante per Gazzola nel secondo tempo -.

La trasferta di Cesena sarà da prendere con le pinze

Domenica si torna a giocare alle 17.30 nella trasferta di Cesena con il vantaggio per il Parma di sapere già quanto avranno fatto le dirette avversarie nelle partite del pomeriggio. La squadra romagnola sarà un avversario davvero ostico da affrontare perché ancora invischiato nella lotta per non retrocedere. I crociati in questi giorni dovranno ancora una volta recuperare le energie necessarie e sperare nel recupero di qualche giocatore dalla lista infortunati. Sicuramente il Cesena non farà regali e il Parma dovrà essere bravo a non farsi prendere dall'ansia di dover fare risultato a tutti i costi.

D'Aversa avrà molto lavoro da fare per toccare le corde giuste nella testa dei giocatori e caricarli al meglio per conquistare tre punti fondamentali nella trasferta cesenate.

Lunedì, 30 Aprile 2018 15:43

Burraco: guida alle strategie di gioco

Come per la maggior parte dei giochi di carte, la vittoria nel burraco dipende in parte dalla fortuna e in parte dall'abilità dei giocatori e dall'efficacia delle strategie scelte. Una mano non molto fortunata può condurre alla vittoria se si riesce a giocare al meglio, così come una mano fortunata può preludere ad una sconfitta, se il giocatore non è in grado di mettere a frutto le carte che si trova fra le mani.

Strategie di gioco vincenti

Per vincere a burraco vi sono strategie diverse che si possono applicare, sia in apertura che durante lo svolgimento del gioco. Quello che non bisogna mai dimenticare è che il burraco, almeno nella sua versione tradizionale a 4 giocatori, si gioca in coppia. Bisogna quindi cercare sempre di applicare strategie comuni con il proprio compagno e cercare di creare situazioni favorevoli non solo per sé ma anche per lui.

Questo è più facile quando si gioca abitualmente con la stessa persona, di cui si conoscono le abitudini e i modi di giocare. La fase iniziale della partita è quella in cui le coppie aprono i giochi, calando sul tavolo le prime combinazioni. In questo caso creare situazioni favorevoli per sé e per il compagno significa prediligere sequenze aperte, ovvero a cui è possibile attaccare nuove carte sia all'inizio che alla fine.

In questo modo sarà più facile raggiungere il burraco sia, semplicemente, aiutare il proprio compagno nelle sue giocate, lasciandogli ampio margine di completamento delle nostre sequenze. Anche l'uso dei jolly e delle pinelle deve essere valutato al meglio, soprattutto nella fase iniziale. Sarebbe opportuno, ad esempio, non inserirle in combinazioni di 4 o più carte.

Meglio lasciare aperti i giochi, permettendo al compagno di completarli in modo da risparmiare un prezioso jolly. Molto probabilmente sarà utilissimo più avanti nel corso della partita. Alcuni giocatori preferiscono calare le proprie combinazioni appena possono, mentre altri preferiscono tenere le carte in mano più a lungo, fino quasi alla chiusura. Questo permette di non scoprire il proprio gioco, lasciando gli avversari nel dubbio, e di utilizzare le carte in modo proficuo prima di impegnarle in combinazioni di cui magari ci si pentirà poi.

Alcuni scelgono di aprire il più presto possibile, altri di tenere le carte in mano più a lungo per studiare bene le combinazioni prima di metterle in gioco. Si tratta di due strategie con dei lati positivi e dei lati negativi che vanno valutati di volta in volta. Aprire i giochi in fretta significa offrire al proprio compagno la possibilità di completare le combinazioni, ma permette anche agli avversari di essere costantemente aggiornati sui nostri progressi.

Alcune carte poi, se trattenute in mano, possono diventare utili per comporre nuove combinazioni. Le pinelle e i jolly sono carte particolarmente preziose e usarle subito può rivelarsi sbagliato. L'ideale sarebbe sfruttarle il meglio possibile. Anche tenere troppe carte in mano però può essere controproducente.

Da una parte non permette di coordinare il gioco con il proprio compagno, dall'altra, soprattutto se gli avversari si avvicinano alla chiusura, farsi trovare con molte carte in mano significherebbe essere molto penalizzati nel conteggio dei punti in caso di sconfitta. Il primo obiettivo di gioco dev'essere comunque quello di <strong>andare a pozzetto

Una volta ottenuto questo risultato sarà essenziale fare almeno un burraco, perché altrimenti non si potrà chiudere. Una volta andati a pozzetto e costruito almeno un burraco è possibile affrettarsi verso la chiusura, ma anche ritardarla per diverse ragioni. Si può aspettare a chiudere per permettere al proprio compagno di giocare più carte, se ne ha ancora molte in mano, per cercare di fare più punti prima di chiudere la partita, oppure se si ha l'opportunità di fare un altro burraco.

Ovviamente ritardare la chiusura è sempre un rischio, perché si offre agli avversari la possibilità di batterci sul tempo. Quando la coppia avversaria ha poche carte in mano è inutile tirare il gioco per le lunghe sperando di ottenere qualche punto in più. Il rischio che gli avversari chiudano prima è concreto e non va sottovalutato. E' poi sempre importante saper valutare se pescare, ad ogni turno, una carta coperta o rilevare il monte degli scarti

Ad ogni turno, in qualsiasi momento della partita, è importante <strong>saper valutare quale carta pescare. Prendere una carta coperta significa esporsi al caso e alla fortuna, perché non c'è modo di prevedere cosa pescheremo. Il monte degli scarti va valutato volta per volta a seconda delle carte utili che contiene e alla loro quantità.

Pescare un monte di scarti molto grande potrebbe riempirci le mani di carte inutili, magari solo per pescarne una in grado di farci completare una combinazione. Può trattarsi di una buona strategia nelle prime fasi di gioco, quando ancora mancano molte mani alla chiusura dei giochi.

Si tratta di una buona strategia soprattutto se il compagno ha poche carte ancora in mano, per cui ha la concreta possibilità di andare a pozzetto. Se uno dei due pensa a questa incombenza l'altro potrà concentrarsi sul burraco e sulla possibilità di completare un numero maggiore di combinazioni, facendo più punti per la squadra.

La fase di chiusura è la più delicata, ma non esistono strategie sempre valide per vincere e fare più punti. Le possibilità vanno valutate volta per volta a seconda dell'andamento della partita. Si può ritardare la chiusura ad esempio quando gli avversari hanno poche carte in mano e non sono ancora andati a pozzetto.

Rimandare la chiusura di qualche altra mano può significare coglierli con molte carte ancora da giocare, facendoci quindi totalizzare più punti. Anche la possibilità di comporre altri burraco, conquistando molti più punti, può far propendere per un allungamento forzato della partita. Ovviamente queste strategie si possono applicare solo se gli avversari sono ancora abbastanza lontani dalla chiusura.

Quando entrambe le squadre sono vicine alla chiusura la fase finale della partita diventa una vera e propria corsa per chi riuscirà a chiudere per primo. In questo caso ritardare la chiusura è un vero e proprio azzardo. Si può attirare l'avversario però con qualche trucco, ad esempio scartando una carta a lui utile e costringendolo così a prendere tutto il monte degli scarti.

Come abbiamo visto le possibili strategie sono tante. Occorre provare, sperimentare e fare esperienza. Oggi questo è più semplice anche grazie alle possibilità di giocare a BURRACO  online comodamente da casa.</p>

Clamorosa sconfitta dei crociati contro l'ultima in classifica dopo una prestazione inguardabile. I ragazzi di D'Aversa sbagliano l'approccio alla gara ma nonostante il risultato restano secondi grazie a Palermo e Frosinone che non ne approfittano.

Parma, 29 aprile 2018 - di Luca Gabrielli

Poteva essere una giornata decisiva per il Parma grazie agli incredibili risultati di Palermo e Frosinone - uscite sconfitte da Venezia e Cesena - e invece i crociati buttano alle ortiche un'occasione ghiottissima e perdono incredibilmente contro la Pro Vercelli, l'ultima squadra di B.

Una sconfitta davvero amara perchè vincere ieri avrebbe significato avere mezzo piede in Serie A, mettendo un buon margine sulle inseguitrici a quattro partite dal temine del campionato. Da salvare non c'è davvero nulla dalla trasferta piemontese a partire dall'approccio sbagliato alla gara, alle trame di gioco confuse e un evidente calo fisico preoccupante visto che già martedì si dovrà giocare di nuovo contro la Ternana.

La squadra di casa ha comandato il gioco fin dai primi minuti e non ha mai sofferto le sortite offensive sterili dei ducali. La Pro Vercelli è passata in vantaggio al 4' del secondo tempo meritatamente grazie ad un goal di testa di Castiglia e il Parma non ha saputo reagire nemmeno a questa sberla continuando a trotterellare in campo senza quella voglia e determinazione che la promozione diretta dovrebbe pervadere nella testa dei giocatori. Una piccola scossa la danno i cambi di Ciciretti e Ceravolo per un impalpabile Siligardi e un fumoso Baraye. I neo subentrati danno maggiore brio alla manovra e creano qualche pericolo dalle parti di Pigliacelli ma non trovano lo spunto vincente. Al mister D'Aversa si può rimproverare solo l'ennesimo ritardo nel proporre le sostituzioni quando la squadra è in evidente difficoltà ma non si può annotare la piena emergenza che il Parma sta vivendo nelle ultime settimane a causa dei molteplici infortuni. Ultimo della lista è Mazzocchi che dopo pochi minuti ha dovuto alzare bandiera bianca e chiedere il cambio per Dezi.

Questa situazione non aiuta i giocatori a recuperare per gli scontri successivi e ravvicinati, specialmente se si gioca appunto ogni tre giorni come accade ormai da un mese. La coperta è davvero corta e gli uomini sono contati in ogni reparto, oltretutto ci sono ben otto diffidati che non permettono ai giocatori di scendere in campo sereni. È un momento in cui non si deve e non si può sbagliare nulla e certamente D'Aversa non si trova ad affrontarlo nel modo migliore.
Una sconfitta che però non cambia le posizioni in classifica

La cosa davvero clamorosa è che nonostante la partita persa contro la Pro Vercelli, nulla cambia in classifica.

Il Parma rimane lo stesso al secondo posto a 63 punti perché il Palermo venerdì sera ha perso sonoramente contro il Venezia e grazie al Cesena che ha sconfitto di misura il Frosinone. Ad approfittarne sono proprio il Venezia e il Bari che rientrano prepotentemente in gioco anche loro per la promozione diretta visto che ora si trovano a soli tre punti dai crociati. Una situazione davvero incredibile a quattro gare dal termine del campionato. Già martedì si torna a giocare e il Tardini ospiterà la Ternana, anche lei invischiata nella lotta salvezza.

Dopo il risultato di ieri contro l'ultima non si può più dire che sarà una partita facile e i crociati dovranno affrontare ogni match come se fosse una finale di Champions, scendendo in campo con il coltello tra i denti.

Collecchio, 27 aprile 2018 – La Lega B ha comunicato che il match tra Avellino e Spezia, valevole per la 20a giornata di ritorno della Serie B ConTe.it ed in programma inizialmente il 12 maggio alle ore 15, è stato anticipato a venerdì 11 maggio alle 20.30. Tutte le altre partite della 41a giornata di ritorno, compresa Parma-Bari, verranno disputate sabato 12 maggio alle ore 15:00.

A deciderlo la Lega B su disposizione del presidente Mauro Balata dopo le segnalazioni della questura di Avellino e le note dell'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni sportive, mirate a favorire l'adozione di adeguate misure di ordine e sicurezza pubblica visto che la provincia campana sarà interessata da una tappa del Giro d'Italia nella giornata del 12 maggio.

Ecco dunque il calendario del Parma fino alla 41a giornata:

Calendario_sino_41esima.jpg

Sarà una giornata all'insegna della nostalgia. Ma anche il vero e proprio calcio d'inizio delle Parma Legends, il nuovo progetto crociato guidato da Hernan Crespo. Una gara che vedrà sul prato del  Tardini il prossimo 23 giugno sfidarsi vecchie glorie: della Serie A degli anni Novanta da una parte e Crociati dall'altra.

L'ex bomber del Parma, oggi Club Ambassador crociato, ha presentato il progetto stamattina nella sala stampa del Tardini assieme al Brand Marketing Manager del Parma Jonathan Greci e ad Andrea Bini di Operazione Nostalgia.
"Gli amici di Operazione Nostalgia ci hanno contattato per il quarto raduno nazionale al Tardini. Abbiamo deciso di accogliere questa richiesta, ma non solo", spiega Greci. "Il Parma vuole mettersi in gioco, scendere in campo con una rappresentativa di Parma Legends che affronterà una selezione di calciatori degli anni Novanta. Il match si giocherà qui a Parma il 23 giugno alle 17, ma sarà una giornata intera che inizierà a mezzogiorno, con un villaggio all'interno dello stadio Tardini e tante attività pensate per le famiglie e i bambini".

"Operazione Nostalgia nasce sui social, circa tre anni mezzo fa su Facebook, incentrata sul calcio degli anni Novanta e primi anni Duemila. Ad oggi raccogliamo circa 700mila appassionati e questo è il quarto raduno, coinvolgiamo i nostri fan facendoli uscire da Facebook", racconta Bini. "Il primo raduno è stato a Piazza San Babila a Milano anche grazie al supporto dell'Aic, che ha creduto del nostro progetto. Eravamo circa 500 e c'erano anche Hubner, Protti, Paganin e Valtolina. Ognuno si è presentato con la propria maglietta nostalgica, con la quale è cresciuto, non si tifa per una squadra ma per la nostalgia. Il secondo raduno eravamo circa 4000 persone e tra gli altri Di Biagio Perrotta, Delvecchio, Aldair. Abbiamo poi replicato a Lecce e c'erano una quarantina di calciatori. Il nostro sogno era portare il raduno in uno stadio come il Tardini: il Parma anni Novanta, non c'è bisogno di dirlo, è stata una delle squadre più complete d'Europa".

parmacalcio-tardini-23giugno2018.jpg

"Parma Legends nasce per rappresentare il desiderio della città di rivedere quelli che ci hanno fatto sognare. Nel frattempo è arriva Operazione Nostalgia con la quale abbiamo una comunione di idee. Sarà il calcio d'inizio delle Parma Legends, coinvolgendo quelli che ci hanno fatto sognare, la nostra intenzione è quella di riportare al presente la storia del Parma Calcio", spiega Crespo. "Certo avremo un'altra forma fisica, ma la tecnica non mancherà perché quella non te la scordi. Progetti come questi qui mancano, si fanno in tutto il mondo, per me sarà bello tornare al Tardini, giocare con la maglia del Parma e i vecchi compagni".

Alcuni nomi che vedremo al Tardini il 23 giugno: Hubner, Chevanton, Taglialatela e Andrè Cruz hanno già confermato la propria presenza. "Chi ci sarà? Dopo questa conferenza stampa mi squillerà il telefono, in tanti vorranno venire: Parma ci ha dato tanto. Mettiamo il primo mattone, poi vedremo dove le Parma Legends potranno arrivare, abbiamo le idee molto chiare", aggiunge Crespo.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL TUO BIGLIETTO E PER TUTTE LE INFORMAZIONI

 

operazionenostalgia-partita-calcio.jpg

Un'altra vittoria decisiva per i crociati che battono il Carpi due a uno e attendono il big match di lunedì sera tra Empoli e Frosinone per la promozione diretta. Ecatombe di infortuni ed emergenza totale per le prossime partite.

di Luca Gabrielli - Parma, 22 aprile 2018 -  La cavalcata del Parma verso la Serie A continua, nonostante la malasorte che si sta accanendo sulla squadra sotto forma di infortuni. La vittima di giornata è il Carpi venuto al Tardini alla ricerca di punti fondamentali per raggiungere un posto nei playoff.

Ma non c'è stato nulla da fare contro un Parma in piena emergenza che a centrocampo si è trovato costretto a proporre Munari, Vacca e Barilla, gli unici di ruolo disponibili.

A scoprirsi bomber di giornata è stato proprio Antonino Barillà, centrocampista di quantità non con una grandissima confidenza con il goal durante tutta la sua carriera. A stupire negli ultimi mesi è una trovata maturità da grande squadra nell'approccio delle gare e nella gestione delle stesse nell'arco dei novanta minuti. La sensazione è che il Parma prima o poi il goal lo riesca sempre a trovare e che aspetti il momento giusto per colpire l'avversario. Non si può rimproverare nulla ad un Carpi venuto al Tardini per fare la sua onesta partita fondata sul chiudersi in difesa e ripartire veloci ma nulla ha potuto contro gli uomini di D'Aversa che hanno colpito in modo chirurgico ad inizio gara - al 25' - e a inizio ripresa - 48'- portandosi sul doppio vantaggio nei momenti chiave. A dare un po' di brio al match è stato Poli al 54' che ha accorciato le distanze ma soprattutto la serie di sfortunati infortuni accorsi a Lucarelli, Munari Vacca e Di Gaudio e costretto il mister a fare dei cambi non contemplati.

Il Parma ha addirittura concluso la partita in dieci uomini in evidente debito d'ossigeno. È proprio questo il punto negativo che dovrà affrontare la squadra nei prossimi giorni visto che l'infermeria vedrà questi uomini aggiungersi ai vari Di Cesare, Scavone, Scozzarella, Dezi e Ceravolo. Una penuria di giocatori in cui D'Aversa dovrà tirare fuori il classico coniglio dal cilindro già dalla trasferta di Vercelli di sabato prossimo. Nel frattempo la classifica sorride ai crociati che si portano momentaneamente al secondo posto insieme al Palermo, in attesa del big match tra Empoli e Frosinone, rispettivamente prime e seconde del campionato.

Barillà bomber letale di giornata al Tardini

D'Aversa insiste con l'ormai collaudato 4-3-3 nonostante le assenze pesanti a centrocampo e ripropone davanti il tridente composto da Siligardi, Calaiò e Di Gaudio e con Insigne e Ciciretti ad accomodarsi in panchina.

Nel primo tempo il Parma passa in vantaggio proprio grazie alla rete di Barillà, che imbeccato da Di Gaudio, si inserisce perfettamente e batte il portiere di destro. Il centrocampista si ripete poi in avvio di ripresa grazie ad una deviazione in mischia, su punizione di Siligardi. Il Carpi accorcia le distanze poco dopo con Poli, di testa su cross di Garritano, dando vita a un finale di sofferenza per la squadra di D'Aversa, in dieci negli ultimi minuti per l'infortunio a Munari e avendo esaurito i cambi.

La rincorsa alla A continua e sabato si va a Vercelli per conquistare altri tre punti fondamentali.

Tutti i campioni delle Zebre come i capitani Biagi e Castello, i parmensi Manici e Violi e tanti altri nazionali italiani della franchigia sono scesi in campo e hanno entusiasmato i piccoli rugbisti di Amatori Parma Rugby e Rugby Parma F.C. 1931.

In occasione dell'ultimo incontro della stagione del campionato internazionale Guinness PRO14 2017/2018, che si terrà sabato 21 Aprile alle 18.45 allo Stadio Lanfranchi di Parma, la società Zebre Rugby Club ha infatti organizzato una giornata speciale.

La speciale sessione di allenamento si è svolta ieri all'interno del Parco della Cittadella. Sui campi i piccoli mini-rugbisti delle due società della città hanno avuto la possibilità di allenarsi con i campioni delle Zebre e vivere una giornata unica.

Tutte le foto a cura di Francesca Bocchia

zebre-allenamento-parma00000.jpg

zebre-allenamento-parma00001.jpg

zebre-allenamento-parma00002.jpg

zebre-allenamento-parma00003.jpg

zebre-allenamento-parma00004.jpg

zebre-allenamento-parma00005.jpg

zebre-allenamento-parma00006.jpg

zebre-allenamento-parma00007.jpg

zebre-allenamento-parma00008.jpg

Prestazione solida e brillante degli uomini di D'Aversa che per una notte scavalcano Frosinone e Palermo candidandosi prepotentemente per la promozione diretta. Ancora l'arciere decisivo con un goal da fuori area al 3'.

Parma, 17 aprile 2018 - di Luca Gabrielli - 

Il Parma oggi sarebbe virtualmente promosso in Serie A. Questo il responso dopo la conclusione della partita di ieri sera contro l'Ascoli in cui si è visto un Parma decisamente convincente sotto l'aspetto fisico e mentale. Certo si dovranno attendere i risultati di stasera di Palermo e Frosinone che dovranno affrontare le insidiose trasferte di Cittadella e Avellino ma intanto i crociati sono lì, pronti ad approfittare di un loro passo falso.

La cavalcata degli ultimi mesi ha davvero dell'incredibile se si pensa al Parma svogliato visto per buona parte della stagione. Lo schiaffo ricevuto a Empoli ha fatto svoltare la stagione della squadra ducale che da quel momento ha cambiato marcia facendo punti su punti e arrivando al secondo posto, fondamentale per la promozione diretta. Le partite sono ancora tante ma come ha detto il mister D'Aversa, ogni gara dovrà essere affrontata come una finale per continuare a coltivare il sogno Serie A.

Da sottolineare la condizione fisica dei giocatori che sembra essere vicina al top in questo finale di stagione che si preannuncia rovente e uomini chiave come Munari e Calaiò che stanno accompagnando la squadra a questi risultati positivi. Da segnalare appunto l'ennesima prestazione fantastica di Emanuele Calaiò che dopo soli 3' ha scoccato da trenta metri un tiro secco che non ha lasciato scampo all'estremo difensore ascolano. Per il Parma il match si è messo subito bene, con la possibilità di raddoppiare in più occasioni con Baraye e Dezi ma anche con un Frattali davvero prodigioso su un colpo di testa a botta sicura pochi minuti dopo il vantaggio di Calaiò.

Meravigliosa anche la partita di Luca Siligardi, per la prima volta veramente convincente grazie a serpentine e tiri che per poco non hanno portato il Parma al doppio vantaggio. L'esterno mancino ha dato quel valore tecnico in più che ha costretto la squadra di casa a giocare una partita remissiva senza spunti degli di nota. Unico appunto per i crociati è stata l'incapacità di chiudere il match prima del 90', con l'ansia di poter avere una beffa dell'ultimo minuto. Certo sono solo piccolezze da migliorare ma in questo finale di stagione non sarà più concesso sbagliare nemmeno di una virgola perché ogni punto sarà di vitale importanza per la A.

Sabato si torna al Tardini contro il Carpi per continuare la cavalcata

Il campionato di B non si ferma un secondo e già sabato si torna a giocare contro il Carpi nelle mura di casa. La partita non si preannuncia delle più semplici, con i modenesi in piena lotta per un posto nei playoff. Il Parma dovrà essere bravo a sbloccarla fin dalle prime battute di gara come fatto ad Ascoli per costringere l'avversario a scoprirsi e a non giocare di rimessa. Lo stadio vedrà sicuramente un pubblico delle grandi occasioni che da qui alla fine della stagione sosterrà i giocatori per raggiungere una promozione che avrebbe davvero dell'incredib

Martedì, 17 Aprile 2018 10:24

72 anni di CUS Parma

Il Cinema Astra ha ospitato, ieri sera, i festeggiamenti per i 72 anni del CUS Parma. Sul grande schermo del Cinema è passata la storia, raccontata da Mauro Biondini, anima del CUS e uomo di teatro, del Centro Universitario Sportivo dalla sua fondazione nel lontano 1946. Una produzione video gestita da Lorenzo Moreni e dallo staff di Videopress Parma - Foto&Video Stories, che insieme a Mauro condivide il legame con il CUS e la storia della città di Parma.

Al termine della serata Giordano Ferrari è stato premiato, per mano del Presidente Michele Ventura e dal rettore Paolo Andrei, con "Un atleta per tutti". Ferrari riuscì, nel 1975, ad eguagliare il record italiano di salto in alto posizionato a due metri e 20 centimetri. Purtroppo un infortunio fermò la sua ascesa a più alti vertici.

Il CUS di Parma può contare 7.000 tesserati, un bilancio di 4 milioni di euro e con GIOCAMPUS coinvolge ben 12.000 bambini.

(Foto di Francesca Bocchia)

CUS-16apr18-DSC_2681-1.jpg

Noceto 16 aprile 2018 - Nata quasi per scherzo o meglio per sfida e divertimento, la Farm Run si è da subito conquistata la simpatia e la fama di gara dura, selettiva e al tempo stesso, un vero e proprio ossimoro, alla portata di tutti.

24210270_742727405916308_2358369743741934537_o_1.jpgOriginale e tecnicamente stimolante!
Di edizione in edizione della farm run si è sempre parlato per l'originalità è difficoltà tecnica degli ostacoli.
Dalla fantasia e competenza di Giuseppe Ronchini, ideatore e deus ex machina della manifestazione sportiva, nonché responsabile dei giudici Federali FIOCR, coadiuvato dall'altro agricolo "spregiudicato", Maurizio Minotti, sono usciti dapprima il FARM WALL (il Quarter Pipe più alto d'Italia) e l'affascinante Peg Board, il sogno di quasi tutti gli atleti del circuito, e lo scorso anno la "Trebbia", il "Rotovator" e, come ultimo ostacolo del percorso, i "Volanti Rotanti" come nella tradizione del circuito europeo.

Quest'anno non sarà da meno!
Le novità tecniche dell'edizione 2018 saranno svelate solo alla vigilia della gara, mentre ora si può anticipare che Il gruppo si è ampliato con l'ingresso dell'organizzazione sportiva che gestisce il Centro Sportivo Polifunzionale "Il NOCE" la cui struttura sarà adibita anche ad area di partenza e arrivo, incrementando notevolmente il tasso d'accoglienza e di sicurezza.
Una collaborazione importante che ha visto la sottoscrizione dell'accordo anche da parte della massima autorità cittadina, il Sindaco Fabio Fecci.

La Farm Run 2018, quarta edizione, vi aspetta sabato 23 giugno, con altre sorprese e tanto collettivo divertimento. La Farm Run sarà anche l'ultima occasione per qualificarsi agli Europei o per tentare la qualificazione ai mondiali OCR dove poter incontrare i grandi di specialità del pianeta.

VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=LWkS9OJnH6E&feature=youtu.be 

SCHEDA

La FARM RUN 2018 prevede quattro modalità di partecipazione:

1. FARM RUN COMPETITIVA (12 KM)
Percorso di circa 12 km, con oltre 40 ostacoli naturali ed artificiali, su un terreno misto e sterrato.
Gara valevole per il Campionato Italiano OCR 2018
Gara valevole per Campionato Regionale ed Interregionale
Qualificante per la Coppa Italia – Federazione Italiana OCR
Qualificante per il Campionato Europeo – OCR European Championships
Qualificante per il Campionato Mondiale – OCR World Championships

2. FARM RUN NON COMPETITIVA (12 KM)
Stesso percorso e stessa distanza della Farm Run Competitiva, col vantaggio che potrai aiutare o farti aiutare a superare gli ostacoli dagli atleti che hai vicino in quel momento. Potrai aggirare gli ostacoli che giudichi inadatti per il tuo piacere senza nessuna penalità. Insomma, tanto divertimento senza l'ansia da prestazione!

3. FARM RUN "FOUR" COMPETITIVA (4 KM)
Al pomeriggio partirà la Farm Run "FOUR" competitiva: percorso ridotto a 4 km con 25 ostacoli naturali e artificiali. Un modo diverso per affrontare i nostri migliori ostacoli Fantagricoli tutti di un fiato!

4. FARM RUN "FOUR" NON COMPETITIVA
La scelta divertente per eccellenza da percorrere in tutta tranquillità, scegliendo quali ostacoli affrontare, con oltre due ore a disposizione per arrivare al traguardo!

Iscriviti subito su www.FarmRun.it 

Chi prima si iscrive più risparmia!!!

FarmRun-Piedino-28871085_790263764496005_4797468225079317359_n.jpg
____________________
Ufficio stampa
Lamberto Colla
Vice Presidente ACME ASD
Responsabile comunicazione
Telefono +39 344 2373963