Visualizza articoli per tag: Eventi Parma

Domani sabato 2 aprile alle ore 20.00 al Teatro Nuovo di Salsomaggiore si terrà la finalissima del nuovo talent show "Spazzola da Capelli Pop Live" organizzato dalla Stay Record di Vinn Camporeale, patrocinato dal Comune di Salsomaggiore Terme, con la collaborazione di Franco Bertellini e l’aiuto di alcuni imprenditori del territorio, come Pierluigi Negri, Nanda Bianchi e Ivo Berzieri.
A curare l'immagine dei partecipanti ancora una volta l'hair stylist Morgan Visioli, assieme al gruppo Pieghe Perfette di CNA Parma, e la makeup artist Giorgia Cassi.
L'ospite più atteso è Marco Carta, insieme a Pierdavide Carone, Paride Orfei, Matteo Faustini, Fellow e l'autore di successi Marco Rettani, presidente di Giuria.
Gli 800 posti del teatro saranno fruibili gratuitamente, rispettando le normative anticovid, per coloro che vorranno partecipare alla live.
La registrazione della puntata finale, come quelle precedenti, sarà trasmessa da SKY, WBE Channel, BOOM Channel Canale 68 e distribuita da Rete TV Italia. 
La serata ospiterà anche il Gran Galà per l'Ucraina e sarà l'occasione per una riflessione sul tema della pace tra i popoli.
 
Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Giovedì, 24 Marzo 2022 20:12

Mangiacinema omaggia Giovannino Guareschi 

La Festa del Cibo d'autore e del Cinema goloso di San Secondo Parmense ricorda il grande scrittore nel cinquantesimo anniversario di "Don Camillo e i giovani d'oggi" (girato proprio nel paese della Bassa) e del settantesimo anniversario del primo "Don Camillo"

Il figlio Alberto Guareschi: "Felicissimo per questo omaggio alla memoria di mio padre". Il sindaco Giulia Zucchi: "Un Festival di grande prestigio che dimostra come nel Mondo piccolo ci sia qualcosa di grande"

 

SAN SECONDO PARMENSE (PARMA) – Benvenuti nel Mondo piccolo. L'omaggio principale della nona edizione di Mangiacinema - Festa del cibo d’autore e del cinema goloso, in programma a San Secondo Parmense dal 10 al 12 e dal 17 al 19 giugno 2022, verrà dedicato a Giovannino Guareschi, nato a Fontanelle di Roccabianca il 1° maggio 1908 e morto a Cervia (ma sepolto nella "sua" Roncole Verdi) il 22 luglio 1968.
Il Festival più pop d'Italia, ideato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri, celebrerà, doverosamente, lo scrittore italiano più tradotto al mondo, non solo per il suo legame con il cinema (l'intramontabile saga di Don Camillo e Peppone), ma anche con il cibo (amava definirsi "trattore", riferendosi alla trattoria di famiglia, gestista con i figli Carlotta e Alberto).
Con tantissimi eventi, ospiti, artisti e intellettuali, verrà ricordata la sua figura. In particolare, si celebreranno i 50 anni di "Don Camillo e i giovani d'oggi" (1972) e i 70 anni del primo "Don Camillo". A fianco dell'omaggio principale, Mangiacinema proporrà al pubblico, come sempre, numerosi altri eventi e omaggi diversi al mondo del cinema e dello spettacolo di oggi e di ieri, oltre che al  mondo del cibo, tutti a ingresso gratuito.

L'APPREZZAMENTO DI ALBERTO GUARESCHI 
Alberto Guareschi, figlio del grande scrittore e responsabile della Casa-Archivio Guareschi di Roncole Verdi, dichiara: "Sono  gratissimo a Mangiacinema per  aver  voluto  onorare  la  memoria  di  mio  padre,  dedicandogli questa edizione che ricorre anche nel 50° di 'Don Camillo e i giovani d’oggi'. Trovo felicissima la collocazione di questa edizione a San Secondo, dove, cinquant’anni fa, hanno girato il film, sesto della serie 'Don Camillo'. Mi auguro che possa attirare l’attenzione degli appassionati delle versioni cinematografiche e li invogli a venire a visitare San Secondo e la Bassa".  

IL SOSTEGNO DEL COMUNE DI SAN SECONDO A MANGIACINEMA E IL "GEMELLAGGIO" CON LO STORICO PALIO DELLE CONTRADE
Entusiasta anche Giulia Zucchisindaco di San Secondo Parmense: "È importantissimo per noi poter ospitare e sostenere un Festival di rilievo nazionale come Mangiacinema, per il prestigio dei nomi coinvolti e degli eventi che ha creato nei suoi primi otto anni, non dimenticando mai di celebrare, attraverso il cibo, anche l'intero territorio della provincia di Parma e la nostra Bassa. Grazie all'impegno, alla passione e al lavoro del direttore artistico Gianluigi Negri, questo omaggio principale a Guareschi ci aiuterà a riscoprire le nostre radici (cosa di cui, mai come oggi, si avverte il bisogno) e a mostrare sempre più come il 'Mondo piccolo' contenga in sé qualcosa di grande. Inoltre è particolarmente significativo che Mangiacinema si inauguri proprio nella settimana successiva al nostro storico Palio delle contrade, in programma nel weekend del 2 giugno".
    
LA MOSTRA E I FILM
Mangiacinema ospiterà in anteprima nazionale la mostra "Route 77 - Tre anni dopo", dedicata al personalissimo "Giro d'Italia" che Guareschi percorse in bicicletta tra la via Emilia e il Po. La mostra è curata dal giornalista e studioso Egidio Bandini, presidente del Gruppo Amici di Giovannino Guareschi di Fontanelle. Successivamente sarà allestita al Meeting di Rimini e nella sede del Consiglio regionale a Bologna.
Oltre a celebrare il 70° anniversario del primo "Don Camillo", diretto da Julien Duvivier nel 1952, con i leggendari Fernandel e Gino Cervi, il Festival si aprirà con "Don Camillo e i giovani d'oggi" (1972). È l'ultimo film di Mario Camerini ed il primo della saga girato a colori. Gastone Moschin interpreta Don Camillo, mentre Lionel Stander è Peppone. Soprattutto fu girato a San Secondo Parmense e ricorre il suo cinquantesimo anniversario. 

LE MANGIASTORIE A CURA DI SANDRO PIOVANI E LA LOCATION
Da quest'anno Mangiacinema inaugura la sezione Le Mangiastorie, curata da Sandro Piovani, giornalista della Gazzetta di Parma e responsabile dell'inserto "Gusto". Il Festival si svolgerà nello splendido Museo Agorà Orsi Coppini. Tutti gli eventi saranno a ingresso libero.

PARTNER 2022
Oltre al sostegno del Comune di San Secondo Parmense e di Coppini Arte Olearia, per il nono anno della kermesse che porta nella provincia di Parma turisti, visitatori e nomi dello spettacolo e del mondo del gusto, il main partner storico rimane Gas Sales Energia.
Special partner è Infinite Statue del gruppo Cosmic Group di Salsomaggiore.
Rinnovate, fino a questo momento, anche le media partnership con Film Tv, Italia a Tavola, GustoH24, Italpress, Teleambiente e Stadiotardini.it.
Premi Mangiacinema 2022 sono opera dell'artista Lucio Nocentini.

Pubblicato in Cultura Parma
Giovedì, 24 Marzo 2022 06:50

MA CHE MUSICA MAESTRO!

 di Raffaele Crispo ed Elvis Ronzoni Parma, 24 marzo 2022 - Sarà un week end di festa e di musica interamente dedicato a Toscanini quello che partirà venerdì 25 marzo in occasione del 155°anniversario della nascita del grande direttore di orchestra.

Parma, 22 marzo 2022 - “Le storie irrisolte di Berre” sono tre appuntamenti targati Abc  (Associazione Bernardo Cinquetti) che esplorano il rapporto dell’artista parmigiano, scomparso nel 2018, con il cantautorato francese, la musica brasiliana e l'arte in generale. (Allegata locandina eventi)

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Morgan Visioli, stilista parmigiano sempre più conosciuto a livello nazionale e sui mercati esteri, nei giorni scorsi ha lanciato la nuova collezione MV Privè attraverso i canali social di Facebook e Instagram @MorganVisioliFashion.

Gli abiti, caratterizzati da uno stile glamour e l'utilizzo di tessuti pregiati tipici della qualità made in Italy, stanno già ottenendo un ottimo riscontro e saranno in passerella domenica 20 marzo alle 19.00 allo Smart Food del Parma Retail.

L'evento è l'occasione per festeggiare il suo compleanno e i vent'anni di attività di Morgan che insieme a Daniela Monferdini è titolare di Personalità Hair Style.

Oltre alla sfilata si potrà partecipare all'aperitivo e alla cena che verrà allietata dalla perfomance del cantante Manuel Comelli.

L'intera collezione sarà disponibile presso lo store in via Vigotti, 4 a Parma, sul sito morganvisiolifashion.com e su Amazon.

 

Pubblicato in Costume e Società Parma

La Festa del Cibo d'autore e del Cinema goloso si svolgerà nel meraviglioso Museo Agorà Orsi Coppini.
Negri: "Un Festival sulle spalle dei giganti". Piovani: "Le mille storie della Bassa come non le avete mai vissute e gustate fino ad oggi". Coppini: "Una grande Festa per tutti e per tutto il territorio" 

Pubblicato in Cultura Emilia

Appuntamento il prossimo 4 marzo al Ridotto del Teatro Regio di Parma. Prevista la presenza di una delegazione istituzionale da Epernay, che contribuirà poi a promuovere in Francia il brand Parma. Cento i posti disponibili per la cena, che contribuirà a raccogliere fondi a favore di Emporio Solidale Parma.

Pubblicato in Food

E' nata "Parma è cultura", l’associazione cittadina che si pone come obiettivo una rinascita di Parma attraverso iniziative artistiche e culturali di pregio.

Pubblicato in Politica Parma

Venerdì 26 novembre alle ore 18 Quadrilegio aprirà i suoi spazi per l’ultimo appuntamento con l’arte contemporanea dell’edizione speciale inserita nel programma istituzionale di Parma Capitale della Cultura 2020/2021

 

Con 4 spazi per 12 racconti di creatività visionaria si conclude il calendario 2020/21 della rassegna d’arte diffusa nelle vie del centro storico ‘Quadrilegio’ che completa così il ciclo dedicato alla Capitale della Cultura e dà appuntamento all’anno prossimo con nuovi racconti.

Apertura in contemporanea di tutti gli spazi nel pieno rispetto delle norme vigenti, con obbligo di mascherina e green pass.

INAUGURAZIONE VENERDÌ 26 NOVEMBRE DALLE ORE 18.00

SABATO 27 NOVEMBRE APERTI DALLE 10.30 ALLE 13.00 E DALLE 16.30 ALLE 19.30

ALPHACENTAURI di Marina Burani in borgo Felino 46:

GIULIETTA GHELLER

 Giulietta Gheller, nata a Parma, vive e lavora a Rimini.

Ha conseguito due lauree quadriennali, la prima in Scultura (accademia Clementina di Belle Arti di Bologna), la seconda in Discipline dell’Arte al D.A.M.S. dell’Università di Bologna.

Si dedica principalmente alla Scultura ma anche alla Pittura e alla Performance. Svolge attività espositiva in mostre collettive e personali e in fiere nazionali indipendenti. Ha contaminato il proprio lavoro con altri linguaggi artistici realizzando due spettacoli teatrali con le sculture in scena in qualità di figure drammaturgiche.

La sua opera è legata al tema della figura umana che è stata progressivamente forzata affrontando il tema delle Metamorfosi. Il nucleo di questi lavori è confluito nel progetto “Metamorfosi”, scelto per le Celebrazioni del bimillenario della morte di Ovidio, nel 2017, da diverse istituzioni pubbliche e private.

La rappresentazione della figura umana è stata ulteriormente sfidata in performance che prevedono la distruzione fisica dell’opera promuovendo una riflessione sull'impermanenza e sul valore simbolico dei materiali e della forma.

VALENTINA BIASETTI

nata a Parma il 21 marzo del 1979.

Diploma in Grafica Pubblicitaria, Parma.

Diploma di Laurea, Accademia di Belle Arti di Bologna nella Scuola di Pittura con votazione finale di 110 e lode.

Dal 2002 ha inizio l’attività espositiva con mostre collettive e personali sul territorio Nazionale.

“Il disegno è il mio desiderio di esistenza, la matita accarezza il foglio guidata da un istinto primordiale e intreccia segni, campiture, lotte, echi di storie che nascono dal profondo fino a prendere forma, corpo e peso”

La Biasetti interpreta Il disegno come desiderio di esistenza, un guardare dentro le cose per poi cercare di attraversarle sovvertendone la sostanza in un viaggio dentro l’assenza.

Allo SPAZIO MANFREDI di borgo Riccio da Parma 19 va in scena

LUCA GIOVAGNOLI

Nato a Rimini nel 1963 dove tuttora vive e lavora

Terminati gli studi il primo approccio con l’arte avviene con la grafica e realizza dipinti per importanti campagne pubblicitarie come Peugeot, Agfa e Citizen.

Leggerezza e profondità

Figurativo, iper figurativo quasi informale. Si diverte con il colore Luca Giovagnoli e con le forme dell’arte in questa nuova raccolta dal titolo ‘Domus’ fino a reinventarne i contorni.

Una serena rappresentazione di racconti intimi che diventano linguaggio universale attraverso la lente dell’ironia.

Apparentemente facili e discorsive le opere dell’artista diventano ‘una più intelligente fiducia nel movimento del mondo’ come ha scritto di lui Davide Rondoni, con una nota di leggera profondità.

Lo SPAZIO BLL di GIULIO BELLETTI in piazzale Borri ospita

MAURIZIO DUSIO

Nato nel 1962 studia Arte a Novara e Filosofia a Milano.

Pittore e scultore, ha esposto mostre personali in molte gallerie italiane, a New York e a Parigi.

La sua opera si spinge verso una ricerca che tende sempre più alla detrazione di tutto ciò che è didascalico, verso esperienze di forme visive, siano paesaggi o corpi, semplici e fortemente evocative.

“Ogni parola è sempre - inesaustiva -.

C’è sempre un vuoto, uno iato tra il pensiero e la parola.

Ancor più nell’arte che, anche quando usa la parola, come nella poesia, ne stravolge la sintassi.

L’arte per me è - fühlen -, sentire, il cui strumento originante è l’intuizione.

La spinta generante è - einfühlung -, partecipazione emotiva.

Qui si innesta il problema filosofico del - Tempo -

La temporalità che mi interessa è quella - sincronica - che i greci chiamavano - Kairos - che è scorrimento della fulmineità.

Tutta la mia estetica si muove in quel territorio.

Oggetto di fascinazione sono paesaggio e femminilità presenti con insistenza in tutta la mia poetica sia come - Mater - traghettatrice di vita, ponte arcano tra le vite, natura rigenerantesi con ciclicità- Proserpina-Demetra -oppure Euridice condannata all’Ade nel processo estetico di Orfeo.

La pittura così come la scultura sono generate incessantemente da un processo di transitorietà. Le donne recano volti che non posano occhi in alcun fuori da sè ma trafitti da nubi e nebbie lontane o strani pesci-uccelli segni archetipici nelle sculture.

Non a caso un titolo ciclico delle mie opere da almeno due decenni è - Ohnezeit -, senza tempo. Così vale il - sentire - dell’osservatore il quale è l’unico giudice interno possibile. Qualora l’opera arrivi ad incantare il fruitore, vorrà dire che si è messo in moto un processo fantastico che solo l’arte può suscitare.

Lascio la parola a Platone: - Lo stupore è all’origine del mondo -” Maurizio Dusio

Sarà lo storico dell’arte Marzio Dall’Acqua a presentare venerdì 26 novembre alle ore 18 l’artista AZEGLIO BERTONI che insieme Claudio Barabaschi, Gaetano Barbone, Brunivo Buttarelli, Danilo Cassani e Stefano Polastri animeranno lo spazio dello STUDIO SCAPINELLI in borgo Felino 31.

Una selezione di artisti, tutti scultori dal plexiglass al tufo bianco, dalla ceramica Raku  alla terracotta, dal ferro alla plastica e cartapesta, affiancati dalle opere pittoriche di Giovanna Scapinelli che coniuga il misticismo dei suoi soggetti con la spiritualità di sfondi infiniti diluiti in tratti cromatici dal grande potere espressivo.

AZEGLIO BERTONI

Azeglio Bertoni è nato nel 1939 a Codisotto di Luzzara (RE), dove vive e lavora. Diplomato all’Accademia d’Arte di Parma con i maestri R. Vernizzi, A. Pizzinato, U. Lilloni, completa la sua formazione a Parigi, in Austria e a Roma col maestro Manzù e partecipa a numerosi premi d’arte ottenendo riconoscimenti.

Parallelamente all’attività artistica si dedica alla cattedra di disegno e storia dell’arte. Partecipa a molte mostre personali e collettive e sue opere si trovano in chiese e luoghi pubblici (es. Cimitero Monumentale di Milano, Palazzo Bentivoglio di Gualtieri, Madonna della Porta di Guastalla...)

Hanno scritto di lui: A. Indrigo, A. Gianolio, B. Ferrarini, A. Pasotti, L. Bortolon, F. Ravelli, M. Monteverdi, C. Zavattini, M. Dall’Acqua, G. Cavazzini, M. Carrera, I. Cantoni

“Scultura come privata, pudica emozione, come adesione al quotidiano, accettazione dello scorrere del tempo a levigare forme umane che la luce, proprio nella precarietà, rende eterne.

L’uomo è al centro dell’opera di Azeglio Bertoni, l’uomo nella sua singolarità, unicità, poesia” scrive Marzio Dall’Acqua.

BRUNIVO BUTTARELLI

Nasce a Casalmaggiore(CR) dove vive e lavora. Si diploma nel 1968 all’Istituto”P.Toschi”di Parma dove, dal 1971 al 1990 è chiamato ad occupare la cattedra di Tecniche Pittoriche Murali. In questo periodo lavora anche come restauratore, prevalentemente di pitture murali e impegna molto del suo tempo nello studio e scoperta dell'archeologia, realizzando disegni, planimetrie e stratigrafie in molti scavi in Italia settentrionale.

Nel 1986 cessa l’attività di restauro e inizia quella di pittore e scultore scenografo al Teatro Regio di Parma, incarico che dura sino al 1991.

Subendo il fascino di materie “dell’alba dell’umanità”quali la pietra, il legno, il ferro e più tardi, anche della resina e della carta, nel 1990 interrompe l’attività didattica e in seguito quella col Teatro Regio, per dedicarsi completamente alla propria ricerca scultorea.

Da allora è intenso e continuativo il suo percorso espositivo in diverse sedi nazionali ed estere.

Presentazione all’inaugurazione di Marzio Dall’Acqua.

Per eventuali prenotazioni:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

O al numero: 0521-235152

Pagina Facebook

Instagram

-Spazio Manfredi-Giardino Manfredi- b.go Riccio da Parma 19

-BLL di Giulio Belletti- Piazzale Borri

-Galleria Alphacentauri di Marina Burani- b.go Felino 46

-Studio di Giovanna Scapinelli- b.go Felino 31

Pubblicato in Cultura Parma

L’artista con la sua inconfondibile tecnica di décollage invita il pubblico a sognare attraverso lo strappo del sipario.

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Pagina 3 di 71