Mercoledì, 03 Luglio 2019 16:06

Il podere Cinghio torna a nuova vita

Al via il progetto di recupero del podere Cinghio: “La Casa nel parco”L’intervento prevede il restauro ed il riuso completo di due edifici rurali situati nell'ex insediamento rurale risalente ai primi del Novecento.

Alla cerimonia di avvio dei lavori di ristrutturazione hanno preso parte l'Assessore ai Lavori Pubblici ed Urbanistica, Michele Alinovi; l'Assessore alla Cultura, Michele Guerra; l'Assessore al Welfare, Laura Rossi e l'Assessora all'Associazionismo, Nicoletta Paci, il Consigliere Comunale Sebastiano Pizzigallicon delega alle politiche agricole; il Presidente degli Orti Sociali Cinghio, Danilo Merighi; il Presidente di Ancescao Parma, Bendetto D'Accardi; il Presidente della Cooperativa Gruppo Scuola, Alessandro Catellani. Al momento hanno presenziato le massime autorità civili e militari, con il Prefetto Giuseppe Forlani. 

La cerimonia ha preso avvio con la benedizione impartita da don Assuero Mascanzoni ed ha visto la posa del bussolotto a memoria dell'avvio dell'intervento con la scritta: “Centro Civico “La Casa nel Parco”, avvio dei lavori di realizzazione e la data di oggi. 

“Prende avvio, oggi, un intervento atteso da anni – ha spiegato l'Assessore Michele Alinovi – che prevede la realizzazione di un nuovo centro civico dove troveranno collocazione i rappresentanti degli orti sociali Cinghio, associazioni, una sala civica ed il Centro Giovani Villa Ghidini. Il nuovo centro civico sarà un edificio al passo con i tempi con un occhio di riguardo alla sostenibilità ambientale. Abbiamo combattuto una battaglia, insieme alle associazioni, per la conferma dei “Fondi Periferia” che ci ha permesso di essere qui oggi anche grazie a tutti coloro che, a vario titolo, hanno collaborato. La fine dei lavori è prevista per il 2021”. Un ringraziamento speciale è stato fatto dall'Assessore al Settore Pianificazione Territoriale del Comune per aver stipulato l'accordo con la Cooperativa Artigiana, che si occuperà del primo stralcio del lavori; un grazie anche al Settore Lavori Pubblici del Comune per la redazione del progetto esecutivo, al Consiglio dei Cittadini Volontari del Montanara, ai Settori Welfare, Associazionismo e Giovani ed allo studio Giandebiaggi per l'ottimo progetto elaborato.

Podere_cinghio-parma-notizie.jpg

Benedetto D'Accardi, Presidente di Ancescao Parma – Associazione Nazionale Centri Sociali, Comitati Anziani e Orti – ha parlato di una struttura che “dà ossigeno all'intero quartiere Montanara. Si tratta di un momento storico che costituisce il compimento di un percorso importante in nome dell'inclusione di giovani, persone delle aree ortive e cittadini”. 

Alessandro Catellani, Presidente della Coop Gruppo Scuola, ha parlato del nuovo centro civico come di un punto di aggregazione per giovani, famiglie, associazioni, istituzioni, e di uno spazio aperto alla comunità in cui portare avanti progetti innovativi proprio in favore dei giovani. 

Soddisfazione è stata espressa dal Prefetto, Giuseppe Forlani, che ha sottolineato come il nuovo centro civico rappresenti un intervento di ricucitura non solo urbana ma anche di carattere sociale in cui la comunità troverà un punto di riferimento importante. 

Il complesso è composto da due fabbricati che saranno riqualificati ed adibiti a spazi a disposizione delle associazioni ed una sala civica per creare nel quartiere un luogo di aggregazione in cui persone anziane e giovani potranno entrare in contatto e dialogo. Il nuovo podere Cinghio si configura come vero e proprio distretto socio culturale ed intergenerazionale dove avranno sede il Centro sociale orti Cinghio ed Centro Giovani Villa Ghidini, gestito dal Gruppo Scuola, ed oggi temporaneamente ospitato alla scuola Rodari. 

Il progetto si sviluppa in due stralci: il primo sarà a cura del soggetto attuatore che ha in carico la realizzazione del vicino comparto di edilizia residenziale, mentre il secondo stralcio sarà a carico del Comune, nell'ambito dei finanziamenti del “Piano Periferie”.

Il fabbricato principale è composto dal piano terra, primo piano e sottotetto ed è affiancato dall'ex stalla e dall'ex fienile. Nel podere è presente un secondo fabbricato, un tempo adibito a fienile e pollaio e composto dal piano terra e dal primo piano. Gli immobili si presentano ancora in buono stato di conservazione, nonostante un lungo periodo di inutilizzo. Per recuperarli alle nuove funzioni sono necessari interventi di manutenzione straordinaria. 

Il fabbricato rurale principale a piano terra sarà destinato a contenere spazi per associazioni, così come il primo piano ed il sottotetto, a cui si aggiungono spazi per spogliatoi e bagni. Anche l'edificio un tempo adibito a stalla e fienile sarà destinato ad ospitare la sede di associazioni con spazi funzionali alla sua gestione come cucina, zona bar, zona soggiorno e servizi comuni con bagni e spogliatoi. Al primo piano è prevista una zona indipendente dal resto dell’edificio che sarà adibita a sala civica, con ingresso indipendente, con relativo ufficio e spazio ripostiglio. Particolare attenzione è stata posta dai progettisti a distribuire le diverse destinazioni d’uso senza stravolgere l'impianto dell'ex struttura rurale. Verranno mantenute le pavimentazioni esistenti in cotto e sostituite solo quelle usurate e non più utilizzabili. Il tetto sarà recuperato mantenendo le caratteristiche costruttive originarie. Lo spirito dell'intervento di recupero è, infatti, quello di recuperare l'esistente, mantenendo il più possibile materiali e caratteristiche costruttive originarie dell'edificio. 

Il primo stralcio dei lavori sarà a carico del soggetto attuatore della scheda norma A5, in ottemperanza a quanto previsto nella Convenzione Urbanistica sottoscritta il 21/06/2007 con il Comune, in cui il soggetto privato si è impegnato a realizzare direttamente interventi di ristrutturazione degli edifici esistenti per un importo pari a 1.300.000 euro. Gli interventi comprendono il recupero dei fabbricati, il loro consolidamento e la messa in sicurezza del tetto. Mentre le opere di finitura, gli impianti e le sistemazioni esterne verranno effettuate nel corso del secondo stralcio esecutivo, a carico dell’Amministrazione comunale con risorse derivanti dal “Piano Periferie” e costi pari a 2 milioni di euro.

 

 "Il Sindaco che non c'era” è stato aggiunto tra i ritratti della Sala Grande del Municipio di Parma. Scivolati di un posto i primi piani dei Sindaci di Parma per far posto al primo: Mario Bocchi sindaco di Parma dal 22 aprile 1945 fino al 20 aprile 1946. Bocchi, partigiano con il nome di battaglia di Perez, esponente della Democrazia Cristiana nominato dal locale Comitato di liberazione nazionale, d’intesa con gli Alleati, restò in carica fino al 20 aprile 1946.  

Nato a Parma nel 1903 e originario di Traversetolo, fu uomo di fiducia del senatore Giuseppe Micheli, iniziando a lavorare nel suo studio nel 1925. Nello stesso studio si raccolse il CNL parmense.

Su iniziativa dell’Associazione Giuseppe Micheli, alla presenza dello storico Giuliano Masola, che ha ricostruito la figura di Mario Bocchi, il Sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, il Presidente del Consiglio Comunale Alessandro Tassi Carboni, Katia Scarsella moglie del nipote di Mario Bocchi, Andrea, il presidente dell’associazione Giuseppe Micheli Eugenio Caggiati,  Luciano Verderidell’Associazione il Borgo, il Prefetto Giuseppe Forlani, i consiglieri comunali Bonetti, Campanini e Jacopozzi, durante una  breve cerimonia ufficiale hanno apposto l'immagine del Sindaco Bocchi sulla parete accanto all’ingresso della Sala del Consiglio Comunale.

2019_07_02_Pizzarotti_Tassi_targa_Bocchi_6620.jpg

“La ricerca sulla figura di Bocchi” ha detto Giuliano Masola “ha fatto emergere un esempio in cui le forze politiche, quando il momento storico lo abbia richiesto, abbiano trovato il modo di tenere insieme forze diverse, di unirsi per il bene comune”

Il Sindaco e il Presidente del Consiglio durante l’apposizione della fotografia hanno sottolineato come l’iniziativa prosegua la volontà di creare all’interno delle Sale di Rappresentanza del Municipio elementi di accoglienza, anche per chi arriva da lontano, che raccontino la storia di Parma e delle persone che hanno lasciato tracce importanti nella sua vita. Iniziativa che proseguirà con una ricerca storica e documentaria che toccherà i consiglieri comunali.

2019_07_02_Pizzarotti_Tassi_targa_Bocchi_6643.jpg

 

 

 

A partire da questo venerdì, i campi di San Pancrazio, faranno da cornice ad una tre giorni dedicata a baseball e softball a cui parteciperanno ben 25 squadre che arriveranno sui campi di Parma da tutta Italia.

Alla conferenza stampa hanno partecipato piccoli atleti della Crocetta Baseball e Marco Bosi,vice sindaco con delega allo Sport del Comune di Parma, Iacopo Zinelli, vice presidente Crocetta Baseball, Maurizio Carpana, responsabile Crocetta Softball, Paolo Bocci, presidente Avis San Pancrazio, Corrado Vecchi, presidente associazione Giocamico, Davide Battistini,segretario Fondazione Nazionale Carlo Collodi e Vania Sghia responsabile attività esterne Crocetta Baseball e Softball.

“Il torneo Crocetta è un appuntamento molto atteso ogni anno e richiama moltissimi appassionati e amici dello sport. Il baseball, ha radici molto solide nella nostra città, ma ogni anno si rinnova e si presenta con qualcosa di innovativo mantenendo viva questa tradizione” ha introdotto Marco Bosi.

Iacopo Zinelli ha illustrato il torneo: “Ospiteremo 25 squadre comprese le quatto del mini baseball, otto per U15, otto per U12 e cinque per U15. Undici squadre arriveranno da fuori Parma. Sarà un vero spettacolo sui campi dello Stuard che vedranno le compagini affrontarsi per accaparrarsi la vittoria del torneo. Diciotto le partite disputate ogni giorno. Avremo  ventuno arbitri federali a disposizione. Anche quest’anno avremo gli amici dell’Avis San Pancrazio che si occuperanno della serata dedicata alla torta fritta. Venerdì ad animare la serata ci sarà lo spettacolo di ‘Io Parlo Parmigiano’ che porterà sul palco il loro ultimo spettacolo”.

Non solo sport ma anche solidarietà, parte del ricavato verrà devoluto all’associazione Giocamico: “Il baseball è prima di tutto gioco ed è quello che anche noi facciamo in Ospedale con i bambini ricoverati. E’ un bellissimo messaggio quello che attraverso il Torneo riusciamo a dare come Associazione: creare sinergie tra i bambini, in qualunque condizione siano, è quanto di più sano ci sia”  ha sottolineato Corrado Vecchi.

Un premio speciale verrà dato alla squadra vincitrice del torneo di mini baseball grazie al sostegno di Fondazione Nazionale Carlo Collodi e Sinapsi Group: “Fondazione Nazionale Carlo Collodi tutela la figura di Pinocchio nel mondo e tra i bambini. Ha voluto così portare il proprio simbolo anche al torneo Crocetta. La squadra che si aggiudicherà il torneo avrà come trofeo un pinocchio intagliato a mano con indosso la divisa del Crocetta baseball. E’ un oggetto che racchiude un significato profondo per i valori che porta con sé. Siamo molto contenti che possa essere tra di voi”, ha detto Battistini segretario di Fondazione Nazionale Carlo Collodi.

Parteciperanno anche tante squadre anche di softball grazie all’impegno che la società ha messo nel diffondere questo sport.

Anche per questa edizione ci sarà la speciale lotteria nella giornata di domenica, che metterà in palio ricchissimi premi. I numeri vincenti saranno pubblicati successivamente anche sul sito del Crocetta Baseball.

 

Da oggi si potrà raggiungere il Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie di via del Taglio grazie al prolungamento della linea 6 
 
Parma, 1 luglio 2019
 
Ascoltare e accogliere richieste e proposte della comunità accademica per rendere Parma una città sempre più a misura di universitari: va in questa direzione la novità che riguarda la linea dell'autobus 6 che, da oggi, lunedì 1° luglio, prolungherà la sua corsa sino al Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie di via del Taglio, con fermata vicino alla sede della Polizia Municipale
 
Questa mattina rappresentanti del Comune, Tep, Università e S.M.T.P. hanno sperimentato la prima corsa della nuova linea 6.
 
“Oggi concretizziamo una richiesta arrivata da parte degli studenti e del personale che lavora presso il Dipartimento di Scienze Veterinaria.
E' un’azione che rientra tra le attività di "Se studi viaggi!inserita nel programma Parma Città Universitaria che vede in campo Università e Comune unite nel costruire una città sempre più a misura di studente. Il prolungamento è stato possibile grazie alla sinergia con altri due partner Tep e S.M.T.P.”,  ha dichiarato il consigliere delegato ai Rapporti con le rappresentanze Studentesche e al Welfare dello Studente Universitario Leonardo Spadi.
 
Per l’Università di Parma presente Sara Ranieri, Pro Rettrice a Didattica e Servizi agli Studenti: “Come Università siamo molto contenti del risultato raggiunto. Per noi è fondamentale mettere al centro lo studente e questo non è uno slogan ma vuol dire creare servizi che possano agevolare la loro permanenza nella nostra città e nelle nostre facoltà” .
 
“E’ un esempio questo di come gli enti possono lavorare insieme per raggiungere obiettivi come quello di oggi, creando servizi per utenti in modo razionale ed efficiente”, ha commentato Luciano Spaggiari, Direttore Tecnico e d’Esercizio di Tep. Anche la vicepresidente di S.M.T.P. Eugenia Monegatti ha sottolineato l’importanza della rete creata tra enti e servizi che rende fattibile progetti che vanno incontro alle esigenze dell’utenza.
 
Con il prolungamento del tragitto della linea 6, che attualmente prevede la copertura fino a strada dei Mercati, si va incontro alle richieste di studenti, docenti e personale dell'Università di Parma, offrendo così un servizio più ampio e comodo, che rientra tra le attività di "Se studi viaggi!", messe in essere dalla collaborazione tra Comune, Università e Tep, nell'ambito del programma di “Parma Città Universitaria”, il progetto nato da un accordo tra Comune di Parma e Università per rendere Parma una città adeguata e rispondente alle esigenze degli studenti universitari.
 

Si comunica che il prossimo 30 giugno scadono i termini per il rinnovo dei permessi di sosta e transito per l’anno 2019. Il rinvio del termine, reso necessario per consentire di completare la complessa procedura di emissione dei nuovi PASS tecnologicamente avanzati, scadrà a fine mese, pertanto si ricorda a tutti coloro che non avessero ancora provveduto al rinnovo di procedere al più presto. In particolare si comunica a tutti coloro che non hanno ancora ricevuto a casa la lettera con le informazioni sul rinnovo per l’anno 2019 di attivarsi al più presto inviando una mail a http://www.parmaimobility.it/ oppure telefonando al numero 800.238.630. Fanno eccezione i Permessi AAA (Auto Amica Ambiente) che invece hanno una validità di 365 giorni dalla data di emissione.

Come effettuare il rinnovo: il versamento dell’importo di 15 euro (comprensivo della cifra una tantum di 5 euro solo per quest’anno e dei 10 euro per il rinnovo dell’anno 2019) potrà essere eseguito tramite pagamento on line con carta di credito sul sito www.parmaimobility.pr.it (alle ditte che desiderano ricevere la fattura si raccomanda di utilizzare esclusivamente questa modalità di pagamento), oppure tramite bonifico bancario sul conto corrente di Infomobility indicando nella causale il numero di permesso oppure utilizzando il bollettino postale precompilato allegato alla lettera (non è ammesso l’uso di bollettini diversi da quelli inviati a casa). In alternativa, solo se non è possibile procedere con le altre modalità, poiché potrebbero esserci tempi di attesa lunghi, è possibile recarsi direttamente agli sportelli Infomobility in viale Mentana 29A aperti dal Lunedì al Venerdì 8.30 - 13 / 14 – 17 oppure allo sportello Mobilità del DUC in largo torello de strada aperto Lunedì e Giovedì 8.15 - 17.30 - Martedì, Mercoledì, Venerdì e Sabato 8.15 - 13.30.

Si informano coloro che hanno già eseguito il pagamento
, ma che non hanno ancora ricevuto il nuovo PASS a casa, che non rischiano alcuna contravvenzione poiché il sistema di controllo dei varchi elettronici, così come gli ausiliari del traffico, sono a conoscenza dello status di validità dei permessi in tempo reale.

 

Parma si candida a European Green Capital 2022 (Capitale Verde Europea 2022), sottoscritto il protocollo di intesa con Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.

Parma, 21 giugno 2019 – 

Una nuova sfida per Parma. “Un ulteriore rilancio per la città” ha detto il Sindaco Pizzarotti che dopo i riconoscimenti di Parma Città Creativa per la Gastronomia UNESCO e di Parma Capitale Italiana della Cultura per il 2020, candida Parma a diventare prima città italiana a conquistare il titolo di European Green Capital per il 2022 (Capitale Verde Europea 2022). Per raggiungere questo prestigioso obiettivo in mattinata, presso la Sala di Rappresentanza del Municipio è stato sottoscritto un protocollo d’intesa con la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.

Per raggiungere questo prestigioso obiettivo in mattinata, presso la Sala di Rappresentanza del Municipio è stato sottoscritto un protocollo d’intesa con la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. 

Il premio European Green Capital – EGCA - è riconosciuto ogni anno ad una città europea di almeno 100.000 abitanti che si sia distinta per il suo impegno a costruire un ambiente di vita urbano di elevata qualità ambientale che possa agire come modello e ispirare altre città. Esso viene assegnato dalla Commissione Europea e costituisce uno dei principali strumenti di policy per affrontare le sfide urbane green, riconoscendo e premiando le azioni e gli sforzi a livello locale per migliorare l’ambiente.  Sono state European Green Capital: Stoccolma nel 2010, Amburgo nel 2011, Vitoria Gasteiz nel 2012, Nantes nel 2013, Copenaghen nel 2014, Bristol nel 2015, Lubiana nel 2016, Essen  nel 2017, Nijmegen nel 2018, Oslo nel 2019 e Lisbona nel 2020. 

Il Comune di Parma intende presentare domanda di partecipazione al bando per il Premio Capitale Verde Europea 2022 per sostenere e valorizzare azioni e iniziative che promuovono la mobilità sostenibile, la resilienza e lo sviluppo sostenibile della città di Parma. Una città verde è caratterizzata da un approccio integrato e multi settoriale al benessere, all’inclusione sociale e allo sviluppo locale durevole, basato sulla elevata qualità ambientale, l’efficienza e la circolarità delle risorse, la mitigazione e l’adattamento al cambiamento climatico. 

“Parma inizia oggi un percorso che la vedrà affiancata dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e dalla squadra di Parma io ci sto! che ha concretizzato un “modello Parma” di partenariato pubblico-privato vincente” Ha detto Michele Alinovi, in Sala Rappresentanza presente anche Davide Bollati Presidente Davines, annunciando una call agli stakeholders il prossimo luglio e la presentazione del dossieril 14 ottobre 2019.

Le città candidate al Premio Capitale Verde Europea sono valutate in base a 12 indicatori: Cambiamenti climatici-mitigazione; Cambiamenti climatici-adattamento; Mobilità sostenibile urbana; Uso sostenibile del territorio; Natura e Biodiversità; Qualità dell’aria; Rumore; Rifiuti; Acqua; Crescita verde ed Eco innovazione; Prestazioni energetiche; GovernanceEd il il Comune di Parma ha definito obiettivi strategie, piani e azioni relativi a tutti i 12 indicatori oggetto di valutazione del Premio Capitale Verde Europea.

Rientra nel percorso di candidatura la sottoscrizione del protocollo con la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile che possiede le competenze e l’esperienza per affiancare il Comune di Parma nella preparazione del dossier di candidatura come per il Premio Capitale Europea Verde Europea.  

Edo Ronchi Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile ha commentato: “Questo premio crea dei testimonial, città simbolo di politiche e filosofie attente all’ambiente. Affianchiamo Parma in questo percorso dopo una serie di analisi che hanno guardato alle città del Paese. Parma può essere considerata la tipica città italiana. Né troppo grande, né troppo piccola. Riconosciuta nel mondo. Con una storia e una cultura eccellenti. Con un’amministrazione che ha dimostrato di tenere alta attenzione verso i valori green. Ha un tessuto territoriale davvero interessante e può concorrere per il primato di prima città italiana capitale europea” 

Diventare Capitale Verde Europea comporterebbe diversi vantaggi, tra cui una maggiore attenzione alle iniziative ambientali, incremento del turismo e degli investimenti esteri, maggiore visibilità a livello nazionale ed europeo, con ricadute positive per il rafforzamento dell'economia locale con la possibile creazione di posti di lavoro. Le città premiate ottengono inoltre l'accesso all'esclusiva rete europea di capitali verdi, che fornisce loro supporto e una piattaforma per condividere conoscenze e migliori pratiche. 

Da qui la determinazione dell'Amministrazione per raggiungere questo significativo obiettivo. 

Un nuovo potenziale primato italiano. Questa volta che guarda all’ambiente e allarga il raggio all’Europa. E’ finito il tempo in cui le città si misuravano in ambito campanilistico. Abbiamo alle nostre spalle una serie di azioni coerenti e di risultati positivi frutto di un gioco di squadra che ha portato Parma a vincere in occasioni importanti. Ora la squadra scende in campo mostrando i suoi assi nel campo della sostenibilità”. Ha detto Federico Pizzarotti.

Un fine settimana dedicato alla cultura e alla musica grazie ai tanti appuntamenti culturali e musicali di “Anteprima Parma 2020” per avere un assaggio dell’atmosfera che avvolgerà Parma nell'anno in cui la città ducale sarà Capitale Italiana della Cultura: giornata conclusiva della rassegna sarà domenica 23 giugno, di seguito il programma della giornata.

 

Guardiola del Parco Ducale - ingresso di Ponte Verdi, ore 11 e 17

Visite guidate dell’Oltretorrente

Un percorso che va dal Parco Ducale all’Ospedale Vecchio, sino alla Chiesa di Santa Croce, fra arte e

storia.

 

Chiesa di San Vitale, ore 17

L’organo: i grandi autori e i grandi solisti

Concerto d’organo di Alessandro Bianchi. Musiche di Joseph Jongen, Cesar Franck, Marco Enrico

Bossi, George Thalben Bal, Herbert Howells, Derek Bourgeois, Hans Uwe Hielscher. A cura di Mario

Verdicchio

 

Spiaggia in città - Giardino di lettura

Serre Storiche del Giardino Ducale - spazio esterno della Biblioteca di Alice

Lo spazio esterno della Biblioteca di Alice, accanto alle Serre Storiche del Giardino Ducale, si trasforma per due giorni, sabato 22 e domenica 23 giugno, in un luogo di relax pensato per le famiglie, dove si potrà leggere o prendere il sole rilassati su una sedia a sdraio nel Giardino di lettura, giocare in libertà con palette e secchielli o fare un picnic sull’erba.

La Guardiola di Ponte Verdi ospiterà un omaggio a Jean Baptiste Boudard con le illustrazioni

di Gioia Marchegiani.

La Spiaggia in città sarà animata da spettacoli teatrali, laboratori e letture per i più piccoli e

per le loro famiglie.

 

dalle 10 alle 19: visite guidate ai gruppi marmorei di Jean Baptiste Boudard con partenza dalla

Guardiola di Ponte Verdi

ore 10: Spiazza la piazza animazione-laboratorio di giocoleria con l’Associazione Circolarmente. A

cura di Cooperativa Le Pagine

ore 16: Acchiappasogni: magica sentinella della notte Lettura e laboratorio di costruzione con

materiale di riuso per bambini dai 5 ai 12 anni con Franco Tanzi - Teatro dell’Orsa. Max 20

partecipanti. Evento a prenotazione obbligatoria*

A cura di Cooperativa Le Pagine.

 

Spazio Picnic

Nello Spazio Picnic, grazie alla collaborazione di Forma Futuro e di Parma Quality Restaurants si potrà acquistare al costo di 10 € l’esclusiva borsa “Sapori e Profumi di Parma” e pranzare o fare merenda gustando i prodotti del territorio, con una proposta anche per i vegetariani. Sarà possibile prenotare la borsa picnic - disponibile sino ad esaurimento scorte – da venerdì 14 giugno attraverso la web app del Comune di Parma. A chi prenoterà in anticipo la borsa picnic verrà regalato un gadget a sorpresa di Parma 2020.

Per l’occasione Ciacco sarà presente con il nuovo gusto “Parma2020”, ovviamente di colore

giallo, ed ingredienti ancora top secret.

 

ore 11: Km 0, spreco 0 e rifiuto 0 Show cooking a cura di Forma Futuro e Parma Quality Restaurants.

ore 15: Giocando con l’azoto Show cooking a cura di Ciacco, preparazione estemporanea digelato

con l’azoto, giocando con i più piccoli. Riservato a famiglie con bambini, max 40 partecipanti.

 

… e fuori città

Labirinto della Masone – dalle 10.30 alle 19

La Maniera Emiliana. Bertoja, Mirola, da Parma alle corti d’Europa

Visite guidate gratuite alla mostra incluse nel prezzo del biglietto d’ingresso del Labirinto

 

Museo Ettore Guatelli - Ozzano Taro

ore 16 Alla scoperta dei giochi di una volta speciale visita guidata gratuita al Museo e laboratorio

dedicato ai bambini dai 4 anni

Consigliata la prenotazione.

ore 20: La tortellata al Museo Guatelli. Prenotazioni entro lunedì 17 giugno.

A cura di Circolo Rondine di Ozzano Taro. Per informazioni e prenotazioni: tel. 0521.333601,

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

CSAC – Centro Studi Archivio della Comunicazione

San Giovanni allo CSAC – La notte del fuoco

ore 17: Cartolina dal 68 laboratorio per famiglie. È gradita la prenotazione allo 0521.607791

dalle ore 18: Aperitivo in abbazia a cura della Locanda Abbazia

dalle ore 19: Cena di San Giovanni nella corte delle sculture, a cura di Dal Parmigiano - Gourmet

Street Food

ore 21: accensione del falò fra le sculture di Pinuccio Scola

dalle ore 20 alle ore 24: DJ set con Marco Pipitone

  

Infopoint piazza Garibaldi

Fino a domenica 23 giugno sotto i Portici del Grano di Piazza Garibaldi sarà presente un Infopoint aperto tutto il giorno, dove si potranno ricevere tutte le informazioni aggiornate per partecipare al meglio agli appuntamenti dell’Anteprima Parma 2020 e dove saranno distribuiti i premi e gadget della Caccia al Tesoro “Scopri Parma 2020”.

Il progetto "Anteprima Parma 2020" è realizzato dall'assessorato alla Cultura del Comune di Parma, con il sostegno del MIBAC - Ministero per i beni e le attività culturali, dellaRegione Emilia-Romagna, di Destinazione Emilia, di Fondazione Cariparma e di Parma, io ci sto!, con il patrocinio dell'Università di Parma e la collaborazione delle principali istituzioni e realtà culturali del territorio.

GLI APPUNTAMENTI DI SABATO

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Modifiche alla viabilità in piazzale Paer, via Emilio Casa e strada del ConsorzioIn piazzale Paer, per lavori di restauro ed adeguamento normativo del Teatro Regio, è istituito il divieto di sosta con rimozione forzata ed il divieto di transito pedonale, nella parte del piazzale adiacente il “Palazzo della ex Provincia”, in prossimità di via Carducci, a decorrere da lunedì 24 giugno al 24 gennaio del 2020. 

In via Emilio Casa, dal civico 12 al civico 14, per lavori di ripristino di allaccio fognario, dalle 9 di lunedì 24 giungo a martedì 25, per l'intera giornata, è istituito il divieto di circolazione, con la destituzione di n. 4 stalli di sosta a pagamento (righe blu) e contestuale istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata antistante civ. 11. E' inoltre prevista l'istituzione del divieto di transito pedonale: i pedoni saranno deviati su percorsi alternativi posti in sicurezza, sul lato ovest. Inoltre è programmata l'istituzione del senso unico alternato nei rimanenti tratti

In strada del Consorzio, per interventi di stuccatura del fondo stradale in porfido, è prevista l'istituzione del divieto di circolazione dalle ore 09:00 del 24/06/2019 al 10/07/2019, dalle 00:00 alle 24:00.

 

 

 

E' attivo da ieri il nuovo presidio di Polizia Locale in piazza Garibaldi, sotto i Portici del Grano di Parma, dove un tempo si trovavano gli uffici dell'ex Casa Comunale. 

Il nuovo presidio si aggiunge a quello già presente nel quartiere San Leonardo dal 2017 e precede l'attivazione di nuovi presidi di Polizia Locale in Ghiaia e in via Bixio, in Oltretorrente.  

“Il nuovo presidio – ha precisato il Comandante della Polizia Locale, Roberto Riva Cambrino – costituisce un punto di riferimento per le pattuglie della Polizia Locale che operano in Centro Storico. Gli agenti già operativi saranno, quindi, di supporto alle pattuglie stesse per la redazione di atti, e svolgeranno anche una funzione di front office e di ascolto delle persone. Il nuovo presidio sarà inoltre la sede di riferimento per la pattuglia di agenti della Polizia Locale in bici che potranno, così, attivarsi anche in zone come barriera Bixio, zona Ghiaia e San Leonardo, partendo proprio da piazza Garibaldi”.

Soddisfazione è stata espressa dall'Assessore alla Sicurezza, Cristiano Casa. “Il nuovo presidio – ha sottolineato – rende concreto il rapporto di vicinanza con i cittadini ed i commercianti, in linea con quanto fatto nelle scorse settimane, attraverso l'attivazione della pattuglia in servizio in Piazza Garibaldi e con la pattuglia antidegrado attiva in Centro Storico”.

Creare un’identità che aumenti il senso di appartenenza per tutti gli operatori della bellezza e del benessere del territorio e promuovere il concetto di know how parmigiano, quale garanzia di qualità e professionalità, sono i principali obiettivi di Pieghe Perfette, un marchio di CNA Parma, nato nel 2014 per sensibilizzare le persone alla ricerca della qualità e per valorizzare il lavoro imprenditoriale che c’è dietro, cercando di combattere l’abusivismo.

"Parma ha bisogno di qualità, di standard alti. Creare un punto di riferimento, una piattaforma che consenta maggior visibilità e vantaggi comuni, ma che stabilisca anche, criteri di accesso in questo ambito vuol dire alzare l'asticella. L'abbiamo già visto nel campo della ristorazione. Questo progetto rappresenta un buon esempio e l'amministrazione è doverosamente al fianco del vostro percorso che sta lavorando per la città".  Ha detto Cristiano Casa.

I protagonisti di questo progetto sono dei veri professionisti della bellezza: acconciatori, barbieri, estetiste, make up artist e operatori olistici che hanno dato vita ad un gruppo unito da un’energia comune, dove la collaborazione è il requisito primario per farne parte. Come afferma Giulia Ghiretti, Responsabile di CNA Benessere e Sanità di Parma, durante la conferenza stampa che si è svolta oggi nella sala stampa del Municipio: "Pieghe Perfette è un gruppo aperto a tutte le aziende del settore acconciatura ed estetica che condividono i valori e la mission del progetto e che pongono al centro di tutto la valorizzazione della qualità e della professionalità".

"Unire le forze imprenditoriali per far emergere competenze di alto livello e per affrontare nuove sfide e opportunità di crescita insieme, questa è l’essenza che caratterizza lo spirito del gruppo – afferma il Presidente di CNA Benessere e Sanità, Gianluca Avanzini – i cui valori, oltre a quelli imprenditoriali, rispecchiano la propria filosofia anche nella sostenibilità del territorio, nella trasmissione di concetti positivi per la comunità e nell’impegno in ambito sociale, come l’iniziativa intrapresa con l’Ospedale Psichiatrico REMS di Mezzani, dove diversi acconciatori a rotazione hanno prestato servizio in modo volontario agli ospiti della struttura o presso il reparto Oncologico dell’Ospedale Maggiore di Parma, dove acconciatrici ed estetiste offrono periodicamente i propri servizi alle persone in cura, attraverso la collaborazione con l’Associazione Verso il Sereno".

Un ringraziamento particolare va agli sponsor tecnici che hanno fermamente creduto nell’importanza di questo progetto e che contribuiscono alla realizzazione delle attività di Pieghe Perfette con il proprio lavoro, i propri prodotti e le proprie attrezzature: Pietranera Srl, CPR- Centro Parmense Riabilitativo, Z.one Concept, Costelmec e La Moda nel lavoro.