"Il nostro modo per essere vicini a territorio e popolazioni modenesi colpite dal sisma" -

Modena, 6 febbraio 2014 -

Tra poche ore, a Sochi in Russia a circa 4000 chilometri da Modena, Nicole della Monica e Matteo Guarise, coppia azzurra di pattinaggio artistico su ghiaccio, trasformeranno il loro sogno olimpico in realtà.

Ma prima di partire per la città russa che ospita le Olimpiadi invernali hanno pensato di farsi ritrarre con la tazzina di Caffè Molinari loves Emilia. "E' il nostro modo per manifestare solidarietà ad una terra meravigliosa, ma gravemente ferita: quella modenese", che li ha visti anche protagonisti in un esibizione diversi mesi fa al Palaghiaccio di Fanano.

Con la foto, hanno voluto esprimere il proprio apprezzamento e condivisione nei confronti dell'iniziativa lanciata dall'azienda modenese Caffè Molinari – pensata per raccogliere fondi da devolvere per la ricostruzione della Torre dei Modenesi di Finale Emilia, crollata durante il sisma dello scorso anno – così come la propria vicinanza a quanti colpiti dal terremoto del maggio 2012.

Il duo Della Monica-Guarise qualificatisi per le Olimpiadi di Sochi a seguito del brillante nono posto conquistato in occasione degli europei di Zagabria un anno fa, sono tra i primi atleti che scenderanno in pista. L'11 febbraio, saranno infatti impegnati, sulle note di "Sansone e Dalila" di Camille Saint-Saens, per il programma corto. Programma, o meglio prova che qualifica già per la finale olimpica prevista per il 13 febbraio prossimo.

(fonte: ufficio stampa Nevent)

 

Venerdì 7 febbraio all'Auditorium di via Cuneo la premiazione dei campioni 2013 e la presentazione della nuova stagione

Parma, 6 febbraio 2014 - 

Manca poco all'inaugurazione della nuova stagione del ciclismo Uisp Parma che dopo la pausa invernale è pronta a ripartire con un ricco programma di iniziative dedicate alle due ruote: oltre 70 appuntamenti tra gare Amatori, Cicloraduni e manifestazioni di Mtb che animeranno il 2014.
Il nuovo calendario sarà presentato in anteprima nella Festa del ciclismo Uisp in programma venerdì 7 febbraio alle 20.45 all'Auditorium Toscanini, in via Cuneo, alla presenza del presidente della Uisp Enrica Montanini, del presidente della Lega ciclismo Giovanni Dall'Ovo, dei volontari, sponsor, atleti, società sportive e amministratori locali che ogni anno contribuiscono al successo delle manifestazioni.

Anche quest'anno il calendario delle due ruote Uisp offre molte opportunità, pensate non solo per stimolare gli sportivi, ma anche per avvicinare famiglie e bambini al mondo del ciclismo. Il nuovo programma si presenta infatti ancora più ricco di suggestioni dedicate a un ampio pubblico, dagli amatori ai semplici appassionati di bicicletta, grazie a una serie di appuntamenti adatti a tutti, come il Bicincittà, manifestazione promossa a livello nazionale dalla Uisp.
La stagione, anticipata dalla Mtb con il Trofeo d'Inverno - attualmente in corso -, continuerà il 16 marzo con il Pinelli per amatori e cicloturisti, per proseguire con il Gp Primavera e il Tour dell'Appennino, fino al Gp d'Autunno, senza dimenticare le escursioni e i cicloraduni.
La grande festa sarà però anche l'occasione per premiare le stelle del ciclismo Uisp, i ciclisti e le società che si sono distinti nel corso della stagione da poco conclusa. Sul palco del Toscanini verranno infatti consegnati ben 234 premi, segno dell'interesse e del forte coinvolgimento dimostrato ogni anno verso lo sport delle due ruote.
La serata sarà infine allietata dall'allegria dei Fis'cen dl'Uisp, la nota compagnia dialettale di arbitri che divertirà il pubblico con brevi scheck comici.

Alla serata parteciperanno:
Giovanni Dall'Ovo, presidente Lega Ciclismo Uisp Parma
Enrica Montanini, presidente Uisp Parma
Massimo Bertoldi, responsabile settore Cicloturismo Uisp Parma
Mirco Gandini, responsabile settore Cicloamatori Uisp Parma
Gianni Lunghi, responsabile settore Mountain bike Uisp Parma

(Fonte: ufficio stampa UISP Parma)
Martedì, 28 Gennaio 2014 15:43

Formula1 2014: pronta a stupirvi

Sono state presentate le prime monoposto del campionato 2014: "brutti musi", ritorno del turbo in Formula 1 e passaggio dal concetto di motore a quello di power-unit -

Parma, 28 gennaio 2014 -

Manca poco all'inizio del mondiale di Formula 1 che scatterà, infatti, il 16 marzo in Australia.
Per la gioia dei tifosi (e degli sponsor) sono state presentate le prime monoposto che prenderanno parte al campionato 2014. Le nuove vetture non saranno sicuramente belle: frutto di un regolamento che impone l'altezza del muso fino a 185 mm dal piano di riferimento, ben 36 cm e mezzo più in basso rispetto a quanto permesso dalle regole del 2013. Negli ultimi anni i progettisti avevano individuato nel muso alto un'opportunità per incanalare più aria possibile verso il diffusore delle monoposto in modo da poter generare del carico aerodinamico "pulito". Soluzione però pericolosa in caso di urto tra due vetture: un tamponamento ad alta velocità può generare il decollo della vettura che segue, come per altro già accaduto in passato, ad esempio, a Mark Webber a Valencia nel 2010 quando entrò in collisione con il doppiato Kovalainen.

Il compromesso fra la nuova regola e l'inventiva dei progettisti ha portato, e porterà, alle soluzioni esteticamente meno gradevoli. Tuttavia, questo non sarà l'anno dei brutti musi ma quello del ritorno del turbo in Formula 1 e del passaggio dal concetto di motore a quello di power-unit: le vetture di quest'anno monteranno oltre allo stesso motore (stavolta turbo e di 1600 cc) un complesso sistema che permette di recuperare l'energia cinetica in eccesso prodotta dalle ruote motrici e l'energia termica in eccesso portata dai gas di scarico alla girante della turbina. Tutto l'insieme fornirà circa 760 cv alle monoposto. Le vetture quindi oltre a bruciare benzina per muoversi saranno in grado di generare energia con il loro stesso movimento molto più di quanto solo marginalmente riuscivano a fare lo scorso anno con il solo kers. La Formula 1 torna quindi ad avere un ruolo importante nello sviluppo di tecnologie successivamente applicabili alle comuni auto da strada. In quest'ottica va visto anche il limite imposto dalle nuove regole di 100 kg di carburante per gara a disposizione per ogni vettura.

Sarà con ogni probabilità un campionato in cui primeggerà chi riuscirà a portare a termine più gare ottimizzando il materiale a disposizione. Considerando perciò le nuove problematiche la Ferrari cercherà di sfruttare l'esperienza dei suoi piloti per vincere un titolo che ormai le manca da anni. Fernando Alonso quest'anno avrà un compagno di squadra che già riuscì al suo primo anno con la rossa a centrare l'ambito obiettivo: il finlandese Kimi Raikkonen. Prepariamoci quindi a gustarci un campionato sicuramente avvincente ed interessante per i notevoli spunti tecnico-sportivi. Sullo sfondo la vicenda Schumacher: il campionissimo tedesco è tenuto ancora in coma farmacologico e sua moglie ha chiesto ed ottenuto quella riservatezza che tutte le famiglie in condizioni di difficoltà vorrebbero al di là del loro tenore di vita.

Matteo Landi

 

Pubblicato in Sport Emilia

I tifosi di tutto il mondo posso esprimere la propria preferenza attraverso il sito ferrari.com e i canali Twitter e Facebook della Scuderia -

Parma, 16 gennaio 2014 -

Una gara fra tifosi, quella per aggiudicarsi il nome della rossa monoposto con cui Fernando Alonso e Kimi Raikkonen cercheranno di vincere il titolo iridato di Formula 1.
Per la prima volta infatti, gli appassionati di tutto il mondo possono votare il nome preferito attraverso il sito ferrari.com e i canali Twitter e Facebook della Scuderia, scegliendo fra i cinque proposti. F14 T, F14 Maranello, F14 Scuderia, F166 Turbo, F616 quale avrà la meglio? E' ancora presto per dirlo, il nome che avrà ottenuto più preferenze verrà reso noto il 24 gennaio. Intanto dal sito la scuderia fa sapere che a poche ore dall' apertura del sondaggio, avvenuta ieri, oltre 105.000 tifosi avevano già espresso la propria preferenza da tutto il mondo e i nomi che hanno riscontrato maggior successo sono F14 T e F166 Turbo.
Si legge sul sito "I tifosi non avranno soltanto la possibilità di lasciare il loro segno sull'avventura della Scuderia nel 2014 ma potranno, sempre attraverso il sito e i canali di social network, anche porre le loro domande al Team Principal Stefano Domenicali e ai due piloti ufficiali utilizzando gli hashtag #askStefano, #askAlo e #askKimi. Alle domande più interessanti e stimolanti risponderanno i protagonisti in un video che sarà pubblicato sempre nella giornata di sabato 25 gennaio."

 

Pubblicato in Sport Emilia
Giovedì, 16 Gennaio 2014 12:36

Parma, Circuito provinciale Trail Running 2014

Nove gare podistiche in ambiente dalla Pedemontana all'Appennino: 
l'inaugurazione domenica a Sala Baganza con il "Winter trail Golf Club La Rocca" -

Parma, 16 gennaio 2014

Correre immersi nella natura, tra paesaggi suggestivi e territori poco frequentati, scoprendo tradizioni e tipicità enogastronomiche. È questo l'obiettivo del Circuito provinciale Trail Running 2014, il calendario di gare podistiche di resistenza in ambiente, lungo percorsi alternativi di collina e montagna. Nove gare che da gennaio a settembre animeranno la nostra provincia, con appuntamenti in altrettanti luoghi del territorio.
Si parte domenica 19 gennaio a Sala Baganza con il tradizionale "Winter trail Golf Club La Rocca", per poi proseguire a Borgotaro, Scurano, Pellegrino Parmense, Ranzano, fino alla tappa fuori provincia di 125 km di Pontremoli-Bobbio, e concludere il calendario il 28 settembre a San Michele Tiorre con il "Trail del salame", come anticipato nella conferenza stampa di presentazione della manifestazione.
«Il calendario provinciale del Trail running nasce non solo come opportunità sportiva, ma anche come strumento di promozione territoriale e di diffusione di corretti stili di vita – ha spiegato Rocco Ghidini, responsabile area Atletica Uisp Parma -, senza dimenticare l'aspetto della sicurezza, caratteristica fondamentale nella definizione di ogni singolo percorso».
A molti trail sono inoltre abbinate camminate non competitive ed escursioni, adatte anche a un pubblico non abituato a gare sportive e percorsi pensati appositamente per i più piccoli, come i Baby trail. È il caso della "Strafuso Trail running" di Scurano, del "Trail Running Pan e Formai Alta Val Stirone" di Pellegrino, del "Trail della Valle dei Cavalieri" di Ranzano, del "Summer Trail del Prosciutto" di Sala Baganza e del "Trail del Salame" di San Michele Tiorre che prevedono, oltre alla gara podistica, itinerari alternativi di pochi chilometri per offrire a tutti la possibilità di partecipare alla manifestazione sportiva.
«Parma è una delle poche province in Italia che vanta una forte vocazione al trail – ha aggiunto Fabrizio Foglia dell'Atletica Casone Noceto e rappresentate delle società sportive organizzatrici dell'evento -. Con questa manifestazione vogliamo infatti promuovere lo sport in natura, cercando di attrarre atleti provenienti anche da altri territori». Solo lo scorso anno il circuito provinciale del Trail running ha coinvolto oltre 1800 podisti che hanno corso dalla collina all'Appennino, grazie a una serie di prove spettacolari a diretto contatto con la natura.
Il circuito provinciale Trail Running Parma 2014 presenta inoltre due importanti novità. Da quest'anno potranno partecipare tutti gli atleti maggiorenni con certificato medico agonistico per l'atletica leggera in corso di validità, senza l' obbligo di tesseramento ad enti, federazioni o società sportive. Inoltre, molte delle gare in programma rientrano anche nel "Primo calendario Trail Emilia Uisp", un campionato interprovinciale con classifica dedicata ai soli tesserati Uisp.
Per entrare nella classifica finale del nuovo circuito provinciale occorre terminare almeno 6 gare delle 9 in cartellone. Al completamento del calendario sarà stilata la classifica generale, tenendo in considerazione i punteggi dei migliori 7 trail e riconoscendo un bonus di 40 punti per ogni gara aggiuntiva conclusa.
«Siamo felici di fare parte, come sponsor tecnico, di questo importante evento sportivo – ha concluso Stefano Roncarati dell'Erreà – continuando la collaborazione da tempo avviata con Uisp e con altre società organizzatrici della manifestazione».

Il Calendario provinciale Trail running 2014 è organizzato dalle società sportive: Asd 3T Valtaro, G.E.S. Gruppo Escursionistico Salese, Asd Lupi d'Appennino, Asd Appennino Freemind, Pro Loco di Pellegrino Parmense, Circolo Anspi di Ranzano, Asd Uassaganà, Circolo Sociale San Michele Tiorre con la collaborazione di Uisp Parma, il patrocinio di Provincia di Parma e il contributo di Erreà Sport.

In allegato la locandina scaricabile

Tutte le informazioni relative al circuito, il regolamento e la classifica sono disponibili sul sito www.uisp.it/parma

(Fonte: Ufficio stampa Uisp Parma)

 

 

FORMAZIONE E SPORT: ciclo di incontri sulla psicologia dello sport a Felino Dal 15 Gennaio al 25 Febbraio in Sala Civica Amoretti

 

Felino 13 Gennaio 2014 ----

 

Partirà il 15 Gennaio a Felino l’iniziativa “Formazione in gioco" , un ciclo di incontri promosso dalla società sportiva ASD Junior Val Baganza Felino in collaborazione dall'Assessorato allo Sport del Comune di Felino per introdurre all'interno dell'attività sportiva momenti formativi che prendono ispirazione dalla psicologia dello sport. 

L’iniziativa è stata presentata in mattinata presso il Municipio di Felino dal Sindaco Barbara Lori, che è anche assessore con delega allo Sport, e dagli organizzatori della società sportiva Junior Val Baganza di Felino.

<< L'idea di questo ciclo di incontri formativi che si rivolge ad genitori, ragazzi e allenatori nasce dalla consapevolezza che lo sport non ha solo una valenza competitiva ma soprattutto di crescita personale per i più giovani. Con il contributo di esperte di psicologia dello sport, negli appuntamenti in programma a Felino si approfondiranno dunque gli aspetti psicologici, sociali, pedagogici e psico-fisiologici dello sport per offrire a genitori e allenatori gli strumenti per capire i numerosi aspetti formativi ed emotivi legati allo sport. Per questo motivo, invitiamo tutte le persone e i professionisti attivi nel settore della formazione sportiva a partecipare a questi interessanti incontri>> ha spiegato Barbara Lori, presentando gli appuntamenti che si terranno in Sala Civica Amoretti a Felino  nel corso dei mesi di Gennaio e Febbraio 2014.

Claudio Tanzi, Vice Presidente Junior Val Baganza, ha evidenziato l’importanza di proporre sempre nuove opportunità e occasioni per continuare a fare formazione sportiva per i ragazzi e per gli allenatori non solo sul campo da calcio ma anche in altri contesti. Come ha spiegato il Vice Presidente, << gli incontri verteranno su diversi temi che spaziano dal ruolo che i genitori svolgono a livello motivazionale nei confronti dei figli, alle emozioni che adolescenti e bambini provano grazie alla pratica sportiva, al lavoro di gruppo per la costruzione di un equilibrato spirito agonistico e di squadra e, infine, alla prevenzione dei traumi nella pratica sportiva giovanile>>. 

Gli incontri saranno curati dalle psicologhe-psicoterapeute D.ssa Tanzi Francesca, D.ssa Bettinelli Roberta e D.ssa Alfieri Emanuela.

Come ha spiegato la Dott.ssa Tanzi in occasione della presentazione dell’iniziativa, << la psicologia dello sport sta dando un enorme contributo alla comprensione del ruolo dello sport nello sviluppo dei bambini, evidenziando come esso debba rappresentare un'esperienza divertente, di crescita e consapevolezza del proprio corpo, dello stare bene con se stessi e gli altri, con i compagni di squadra e con l’allenatore>>. 

In quest’ottica, gli incontri in programma si pongono alcuni specifici obiettivi sull’intero sistema sportivo educativo, obiettivi che, come sottolinea la dott. Tanzi, intendono coprire diversi ambiti e aspetti: << allenare a gestire le emozioni, migliorare l'autostima dell’atleta, offrire consulenza sulla gestione della grinta e dell'aggressività in relazione allo sport, intervenire sull'infortunio sportivo e sul processo riabilitativo, seguire i passaggi di categoria e i cambiamenti nella vita dello sportivo, favorire la gestione della coesione di squadra, analizzare e sviluppare la leadership di atleti ed allenatori, sviluppare le competenze relazionali dell'allenatore, sviluppare la sportività nei ragazzi e offrire consulenze di parent training ai genitori>>.

Il 15 Gennaio 2014 avrà luogo il primo appuntamento intitolato  "Genitori nel pallone" dalle ore 20.30 alle ore 22.30 in Sala Civica Amoretti. Il 22 Gennaio, l’incontro "Emozioni in gioco I", rivolto ai ragazzi preadolescenti e adolescenti (anni 2000-2003) e il 5 Febbraio 2014 "Emozioni in gioco II" rivolto ai bambini più piccoli  (anni 2004-2007), dalle ore 17.30 alle ore 19.30. Il 19 Febbraio 2014 la serata sarà dedicata al tema  "Gruppo di lavoro o lavoro di gruppo?" con un incontro rivolto in modo particolare agli allenatori, che si terrà dalle ore 20.30 alle ore 22.30. Il 25 Febbraio 2014, invece, avrà luogo l’ultimo incontro su “La prevenzione dei traumi nella pratica sportiva giovanile"  dalle ore 20.30 alle ore 22.30 che sarà curato dal dott. Rodolfo Brianti dell’Unità Operativa di Medicina Riabilitativa dell’Azienda Ospedaliera di Parma.

Gli appuntamenti sono a ingresso libero.

Per maggiori informazioni, visitare il sito del Comune di Felino: www.comune.felino.pr.it

(Fonte Comune di Felino)

Lunedì, 06 Gennaio 2014 14:56

Un altro "gran premio" per Schumacher

L' augurio di un tifoso all' ex campione ferrarista Michael Schumacher, rimasto vittima di un incidente mentre sciava in Francia e ora in gravissime condizioni all 'ospedale di Grenoble -

Parma, 6 gennaio 2014 -

Quella mattina la sveglia suonò presto. Io e mio padre ci sedemmo assonnati davanti la televisione: finalmente, dopo 21 anni, la Ferrari aveva la concreta possibilità di vincere il mondiale di Formula 1. La squadra di Maranello era riuscita a conquistare l'anno precedente, il 1999, il titolo riservato ai costruttori ma non il prestigioso e più importante per i fans titolo piloti. Perchè la Formula 1, più che di meccanica, è una storia di uomini e quel giorno un uomo, tale Michael Schumacher, riportò l'iride a Maranello e tante emozioni quasi dimenticate, o mai vissute, nel cuore degli appassionati. Un uomo di Kerpen, Germania, padre di famiglia, testardo, coraggioso, a volte spregiudicato e prevaricatore ma al tempo stesso antipersonaggio e totalmente devoto al suo lavoro. Un esempio di vita. Era arrivato in Formula 1 per caso sebbene già conosciuto nell'ambiente delle corse per la sua velocità istintiva, mostrata in F3, e per la sua capacità di conservare la meccanica, dote messa in evidenza durante le gare di durata condotte con un potente prototipo Sauber Mercedes. Eppure non si sarebbe forse mai affacciato sul dorato mondo della Formula 1 se un pilota della Jordan, squadra non di primissima fascia in Formula 1, non fosse venuto alle mani con un tassista londinese. La Jordan si ritrovò con la necessità di sostituire un pilota finito in galera. La gara in programma era quella di Spa, Belgio. Eddie Jordan, proprietario della squadra, voleva un pilota con una buona conoscenza del tracciato. Schumacher mentì. Nella vita certi treni vanno presi al volo. Un balbettio, un qualsiasi tentennamento e la vita prende una piega diversa o continua su binari che già si conosce. Il suo coraggio e la sua determinazione lo premiarono: si qualificò 7° con una vettura non di primo piano e ben davanti all'esperto compagno di squadra, Andrea De Cesaris. Con una fandonia, perchè non aveva mai corso su quel tracciato, e tanta determinazione aveva posto le basi della sua leggenda. Una storia ricca di vittorie: due campionati del mondo vinti con l'italo-inglese Benetton, e quella mattina italiana seduto sul mio divano assistetti alla vittoria del primo dei suoi cinque titoli da Ferrarista. Un cammino così lungo e appassionante che entrò nella vita stessa dei tifosi Ferrari e degli appassionati di Formula 1. Una casualità adesso costringe, lui alla sofferenza ed alla lotta per la vita in un ospedale francese, noi suoi grandi fans all'ansia. Abbiamo corso con te Michael per vent'anni. Te ci mettevi il piede e la testa; a noi piace pensare un pò di forza nel tuo coraggioso cuore. Adesso è arrivato il momento di vincere ancora, magari prendendosi gioco del destino come tu stesso facesti in quel lontano 1991. Coraggio, forza, cuore e un grande in bocca al lupo, campione di mille battaglie.


Matteo Landi

Pubblicato in Sport Emilia

Scade domani, martedì 31, il termine per compilare il modulo di adesione per la partitissima di Sabato 4 gennaio -

Parma, 30 dicembre 2013 -

Il Presidente delle Zebre Luigi Bernabò vuole farne una occasione per dimostrare a tutto il movimento rugbistico il contributo che il nostro territorio intende dare ad una competizione nella quale sono impegnati la maggior parte dei giocatori della nostra Nazionale.

"Mi piace immaginare – scrive Bernabò ai presidenti di tutte le società sportive di Parma - che quel giorno tutti gli sportivi praticanti di Parma e provincia insieme alle loro famiglie, siano presenti ad una festa di inizio anno: un'occasione nella quale andremo a sostenere i nostri ragazzi, che oltre a dimostrare impegno e professionalità, ci hanno fatto assistere in più occasioni ad un rugby spettacolare e di alto livello.

Da qui l'idea di riempire, per la partitissima del 4 gennaio, lo stadio "25 Aprile" di Moletolo con una proposta promozionale inedita, rivolta a tutto il mondo sportivo: ingresso gratuito per gli atleti under 16, ingresso in curva a 1,5 euro e in tribuna a 5 euro per tutti gli atleti iscritti a società sportive.

Il modulo di adesione deve essere inviato compilato via mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro domani martedì 31 dicembre.

(Fonte: Comune di Parma)

 

Novellara (RE) 18 dicembre 2013 –

E' uscito il nuovo bando a sostegno dello sport novellarese. I progetti elaborati dalle associazioni sportive novellaresi dovranno pervenire in Municipio entro il 31 gennaio 2014 e potranno puntare sui molteplici aspetti che valorizzino e sostengano lo sport per i più giovani. I fondi a disposizione sono 10.000 euro e verranno suddivisi in base ai criteri/punteggi specificati nel testo del bando alle migliori progettazioni nel campo delle politiche tariffarie, nel coinvolgimento delle famiglie, nell'organizzazione dei servizi che facilitino la fruizione degli impianti sportivi ecc..

Si chiude, con la pubblicazione di questo bando, un anno intenso per lo sport novellarese, in particolare quello giovanile.

L'amministrazione comunale ha approvato il regolamento per l'uso degli impianti sportivi, esentando dal pagamento le società sportive che si dedicano alla formazione ed allenamento dei giovani under 16.
Con il convegno sullo sport dello scorso ottobre genitori, amministratori, sportivi, agenzie educative e sportive hanno messo a punto una proposta di Carta Erica dello sport novellarese che ora è in attesa degli ultimi contributi da parte delle bambine e dei bambini dell'Istituto Comprensivo novellarese.

Consapevoli di questo momento di crisi economica, dove sport e cultura sono i primi settori ad essere minacciati dai tagli sulla spesa, l'amministrazione si è fatta carico di fare proprie le spese per l'acquisto dei defibrillatori nei luoghi sportivi e con questo bando conclude l'annata mettendo a disposizione un contributo per complessivi 10.000 euro.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Novellara)

 

Un legame anche con la provincia di Modena: a febbraio si erano allenati al Palaghiaccio di Fanano e avevano fatto visita al reparto di pediatria dell'Ospedale di Sassuolo -

Modena, 16 dicembre 2013 -

A febbraio avevano incantato gli appassionati di pattinaggio artistico su ghiaccio allenandosi al Palaghiaccio di Fanano, venerdì scorso Nicole della Monica e Matteo Guarise si sono tolti una bellissima soddisfazione regalando all'Italia la medaglia di bronzo alle Universiadi invernali di Trento alle quali preso parte per l'Università di Brescia.
In questo straordinario risultato c'è anche qualcosa di modenese: la coppia della nazionale italiana è infatti sostenuta anche dalla società di comunicazione e relazioni pubbliche Nevent che già in più di un'occasione, nel 2013, ha portato i due atleti a Modena. Due in particolare le occasioni, la prima fu una visita al reparto di pediatria dell'Ospedale di Sassuolo, quando accompagnati dal direttore del reparto dottor Zanacca, regalarono ai bambini ricoverati diversi giocattoli.

Visita pediatria-Sassuolo rid

Il secondo quando decisero di tenere un allenamento a porte aperte presso il Palazzo del Ghiaccio di Fanano, struttura che sia Nicole che Matteo definirono di ottimo livello, in grado di ospitare anche gare importanti.
Dopo l'exploit delle Universiadi di Trento, i due pattinatori azzurri guardano dritti alle Olimpiadi, passando attraverso due importanti tappe intermedie, gli Italiani di Merano e gli Europei di Budapest, dando però sin da ora appuntamento agli amici universitari in quel di Granada 2015.

(Fonte: ufficio stampa Nevent Comunicazione)