Visualizza articoli per tag: bambini

Questo pomeriggio alle 16.30, in occasione di Halloween, il Barilla Center presenta il laboratorio gratuito Scacciamostri per bambini e bambine dai 6 anni in su.

Parma, 29 ottobre 2016

La festa più spaventosa dell'anno, Halloween, sta per arrivare e per l'occasione il Barilla Center di Parma organizza un laboratorio gratuito, nell'ambito della rassegna Circus Days.
Oggi, Sabato 29 ottobre alle ore 16.30 in piazzetta centrale l'appuntamento è con il Laboratorio Scacciamostri per bambini/e dai 6 anni in su, curato da Circolarmente, in collaborazione con MisterLino Officina Lana Caffè, che offrirà i gomitoli di lana. Un laboratorio sensoriale per diventare bambini e bambine "senza paura", in piazzetta centrale verranno allestite scatole sensoriali con apposite fessure per infilarvi le mani, così i bambini e le bambine saranno guidati in un percorso tattile alla ricerca del materiale per costruire uno scacciamostri.

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Legge regionale: per poter accedere ai nidi d'infanzia occorrerà essere in linea con quanto previsto dal calendario vaccinale. Bonaccini: "Le parole del presidente Mattarella sono importantissime, non possiamo lasciare la salute persone alla disinformazione. Il progetto di legge della Giunta sta per arrivare in Aula, andiamo verso l'approvazione di una legge regionale secondo cui per poter accedere ai nidi d'infanzia occorrerà essere in linea con quanto previsto dal calendario vaccinale per l'età da 0 a 3 anni".

Bologna, 25 ottobre 2016

"Le parole del presidente Mattarella sulle vaccinazioni sono importantissime, non possiamo infatti lasciare la salute delle persone alla disinformazione o, per usare le parole del Capo dello Stato, a sconsiderate affermazioni prive di fondamento. Per quanto ci riguarda, ribadisco che in Emilia-Romagna sarà obbligatorio vaccinare i bambini per la loro ammissione agli asili nido, una misura a tutela della salute pubblica, e quindi delle nostre comunità, e, soprattutto, dei bambini più deboli, quelli che per gravi motivi di salute non possono essere vaccinati e che quindi sono più esposti a contagi. Il progetto di legge della Giunta è stato approvato in commissione e sta per arrivare in Aula, andiamo verso l'approvazione di una legge regionale secondo cui per poter accedere ai nidi d'infanzia occorrerà essere in linea con quanto previsto dal calendario vaccinale per l'età da 0 a 3 anni".

Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, conferma la strada scelta dall'Emilia-Romagna, "e ci fa piacere- sottolinea- che altre Regioni siano intenzionate a seguirla. Anche se negli ultimi decennile malattie infettivesono diminuite, principalmente grazie alle vaccinazioni, è anche vero che la globalizzazione ha determinato l'emergere o il riemergere di malattie infettive importanti, che sembravano ormai sconfitte. Molte malattie, non più presenti nel nostro Paese, come ad esempio la poliomielite e la difterite, circolano ancora in altre parti del mondo. I confini nazionali non sono più una barriera per la diffusione delle malattie infettive e, pertanto, la battaglia deve continuare con impegno per non perdere quello che si è conquistato in questi decenni".

"L'atteggiamento dei genitori verso le vaccinazioni pediatriche è molto cambiato- prosegue il presidente della Regione- in particolare a causa delle informazioni non corrette e prive di basi scientifiche che vengono diffuse da alcuni anni a questa parte, in particolare on-line. Ciò ha portato ad un aumento considerevole dei rifiuti e, di conseguenza, ad un calo delle coperture vaccinali".

In Emilia-Romagna la percentuale di bambini vaccinati è notevolmente diminuita negli ultimi anni e dal 2014 è scesa al di sotto del livello di sicurezza del 95%, soglia che garantisce la miglior protezione a tutta la popolazione. Nel 2015 la copertura per le quattro vaccinazioni obbligatorie ha raggiunto il 93,4%. In alcune aree, poi, tali coperture sono al di sotto del 90%, rappresentando un potenziale rischio per la salute della collettività. Peraltro, hanno destato preoccupazione gli episodi di morbillo registrati dall'inizio dell'anno che nella nostra regione hanno registrato tassi di incidenza elevati e gravi complicazioni.

"Le vaccinazioni, oltre a proteggere le persone vaccinate- chiude Bonaccini- proteggono indirettamente anche quei bambini che per gravi motivi di salute non possono essere vaccinati (bambini immunodepressi, con gravi patologie croniche, ecc.), per i quali l'unica possibilità di frequentare l'asilo è che tutti gli altri siano vaccinati per evitare che le malattie circolino e possano contagiarli".

(Fonte: ufficio stampa Regioen Emilia Romagna)

L'iniziativa fa parte del ciclo "La Musica incontra", organizzata dall'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, Scuola in ospedale, Società dei concerti e Donatori di musica. Per avvicinare i bambini ricoverati a Giuseppe Verdi, con il coinvolgimento dei genitori, familiari, medici e operatori sanitari.

Parma, 24 ottobre 2016

Proseguono gli appuntamenti musicali all'Ospedale dei Bambini "Pietro Barilla". Questa mattina, grazie all'interpretazione coinvolgente e ironica di Bruno Stori e Maurizio Cardillo, voci recitanti, e quella di Simone Soldati al piano forte, i giovani pazienti dei reparti pediatrici del Maggiore sono stati trascinati in una girandola verdiana, un mix di racconti in musica tratte in modo originale dalle opere del compositore di Bussetto.
L'iniziativa, ha spiegato Marzia Fusi insegnante di Musica della scuola in ospedale, è stata pensata per avvicinare i bambini ricoverati all'importante compositore italiano, con il coinvolgimento dei genitori, familiari, medici e operatori sanitari. L'appuntamento fa parte del ciclo "La Musica incontra", organizzata dall'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, Scuola in ospedale, Società dei concerti e Donatori di musica.

24102016-VERDIOFF OSPEDALE BAMBINI2016 032

24102016-VERDIOFF OSPEDALE BAMBINI2016 042

24102016-VERDIOFF OSPEDALE BAMBINI2016 068

24102016-VERDIOFF OSPEDALE BAMBINI2016 043

Tutte le foto nella galleria in fondo alla pagina, ph Francesca Bocchia

 

 

Pubblicato in Cronaca Parma
Venerdì, 21 Ottobre 2016 17:15

Mezzacalzetta dove sei?

Prendiamoci un break con SUSANNA VOLIANI che propone una delicata lettura dedicata ai più piccini per riscoprire il tempo speciale a loro esclusivamente riservato. Queste letture aiutano anche i più grandi a riscoprire la tenerezza e la piacevolezza di riscoprire un mondo pieno di colori ed allegria.

Di Susanna Voliani

I nostri bimbi crescono, facciamocene una ragione, e arriva anche per loro il momento del distacco da qualcosa o da qualcuno.
In questo delizioso albo, scritto e illustrato da Benjamin Chaud (edito da Terre di Mezzo), un piccoletto dai capelli rossi e dal naso a patata decide di abbandonare nel bosco il suo amico di sempre, un dolcissimo e morbido coniglio bianco dalle lunghe orecchie: dato che ormai si sente grande, decide di aver bisogno di nuovi amici ed il pupazzo non risponde più alle sue ormai alte aspettative di gioco.

mezzacalzetta libro per infanzia lettura

Il bambino lega Mezzacalzetta a un albero con un filo del suo maglioncino e se ne va, per poi, a breve, maturare la consapevolezza dell'errore commesso, tornare sui propri passi e non trovarlo più.
Si sente lui, così, l'abbandonato, e parte alla ricerca, decisamente vantaggiosa visto che condurrà alla scoperta di una baita di legno, una bambina, un cane, il coniglio e pure una tazza di tè!

mezzacalzetta libro per infanzia bambini

Ed ecco che Mezzacalzetta, a dispetto del nome, torna ad essere il compagno di giochi perfetto!
Un libro divertente e tenero, dalle illustrazioni buffe e ironiche. Una lettura simpatica ma dai contenuti importanti su cui riflettere: cambiare idea e ammetterlo e saper affrontare i propri errori quando si capisce di aver sbagliato.
Dai 4 anni.

mezzacalzetta libro per infanzia illustrato

CREDITS: aliexpress.com – ansa.it – letteraturaperragazzi.it – atlantekids.com -

 

Pubblicato in Cultura Emilia

Inaugurata nei giorni scorsi una nuova pista a San Lazzaro, area verde, di proprietà del Comune di Piacenza. Il percorso downhill in terra offrirà presto corsi di mountain bike dedicati ai più piccoli.

Piacenza, 20 ottobre 2016

Un'area verde, di proprietà del Comune di Piacenza, pensata per i giovani appassionati delle due ruote che potranno divertirsi in poco meno di mille metri quadrati fra cunette, discese e montagnole. Un luogo ideale per grandi e bambini dove dare libero sfogo alla propria passione sette giorni su sette.

Inaugurato nei giorni scorsi in via Codagnello a San Lazzaro, alla presenza di circa ottanta bambini accompagnati dai genitori, il percorso downhill in terra offrirà presto corsi di mountain bike dedicati ai più piccoli.

Sponsor dell'iniziativa l'associazione sportiva dilettantistica "Spirito Libero", gruppo di amici a cui piace pedalare in collina e nella natura, la cui proposta rivolta all'Amministrazione comunale ha trovato positivo riscontro: "L'idea è nata dalla passione di noi bikers – afferma Luca Peveri, presidente di Spirito libero -, mancava un campetto, rivolto soprattutto ai bambini. Abbiamo bussato alla porta del Comune, il quale ha dato il via libera alla possibilità di utilizzare l'area per farne una pista di mountain bike aperta a tutti, bambini e adulti, sette giorni su sette. In questi giorni la pista è frequentata in media da una trentina di bikers, di tutte le età. A breve daremo il via a corsi di mountain bike dedicati ai bambini".

Mountain bike nuova pista piacenza 1

Così commenta l'assessore all'Urbanistica, Silvio Bisotti: "Abbiamo apprezzato questa iniziativa sponsorizzata dall'associazione Spirito libero, che ha effettuato gli interventi necessari e ha quindi messo a disposizione degli appassionati di mountain bike l'area. L'accordo con il Comune, della durata di sei anni, prevede che l'associazione, dopo aver costruito il percorso, si occupi della manutenzione ordinaria del fondo. L'apertura e la chiusura della struttura invece, come avviene per altri parchi della città, sarà in capo all'Ivri".

Aggiunge l'assessore all'Ambiente e allo Sport, Giorgio Cisini: "Con l'allestimento di questo bike park cerchiamo di garantire ai bambini un'opportunità per giocare, stare in compagnia all'aria aperta e frequentare un centro aggregativo alternativo agli sport forse più popolari come il calcio. Visto il successo dell'iniziativa, stiamo valutando la possibilità di ampliare l'area affinché diventi di maggiore attrazione anche per gli adulti".

Mountain bike nuova pista piacenza bambini

Pubblicato in Cronaca Piacenza

In Piazza Matteotti, Largo Porta Bologna e Largo San Francesco ci scalderemo con le tipiche caldarroste e con l'animazione dedicata ai più piccoli. Si comincia oggi, 7 ottobre con lo spettacolo "A SCUOLA DI MAGIA CON HARRY".

Modena, 7 ottobre 2016

Per il quarto anno consecutivo, Modenamoremio, società di promozione del centro storico, propone un programma ricco di eventi per riscaldare le passeggiate nel centro della nostra città.

Tutti i giorni fino a domenica 20 novembre si potranno gustare le tipiche caldarroste autunnali in Piazza Matteotti, in Largo Porta Bologna e in Largo San Francesco. Per i più golosi torna "L'Angolo della delizia", stand con dolci, piadine, ciambelle, crêpes e croccante, durante i seguenti weekend 30 sett-1-2 ottobre – 7-8-9 – 14-15-16 – 21-22-23 – 28-29-30 ottobre 4-5-6 – 11-12-13 – 18-19-20 novembre.

Non solo prelibatezze, ma anche tanto divertimento per i più piccoli

Tutti i venerdì, dalle 16.30 alle 17.30, animazione e divertenti spettacoli in Piazza Matteotti, si alterneranno pomeriggi con spettacoli di magia, laboratori, sculture di palloncini e tanto altro ancora, a cura dello Staff Oplà di Modena.

Si comincia oggi, 7 ottobre con lo spettacolo "A SCUOLA DI MAGIA CON HARRY", laboratorio creativo per la realizzazione di piccoli oggetti magici.

 

Pubblicato in Dove andiamo? Modena
Sabato, 01 Ottobre 2016 14:27

Primo Giocampus Day: un autentico successo

Allo stadio Tardini nasce la prima edizione di Giocampus Day: una festa aperta a tutti, con ospiti del mondo dello sport e dell'alimentazione, per rendere omaggio ad una comunità di grandi impegnata per il futuro dei più piccoli.

Di Pietro Razzini

Parma, 1 ottobre 2016

Una giornata per futuri campioni, non solo nello sport ma anche nella vita, perché cresciuti secondo principi corretti che portano a stili di vita in grado di influire positivamente sul loro presente. La prima edizione del Giocampus Day allo stadio Ennio Tardini è stato un autentico successo. Erano tantissimi i bambini protagonisti di questo evento che, in realtà, è stata una festa per tutta la famiglia. A partire dalle 9 del mattino, maestri del movimento e maestri del gusto hanno diretto le danze, portando i presenti alla scoperta della didattica di Giocampus.

AMICI DI GIOCAMPUS

Non solo divertimento e formazione durante la giornata organizzata allo stadio. Tempio dello sport per eccellenza nella città ducale, il Tardini ha accolto quattro pesi massimi nella propria disciplina, quattro atleti di fama internazionale capaci di fare emozionare i numerosi italiani che li hanno seguiti (e li stanno seguendo) nell'arco della loro brillante carriera. Filippo Magnini (elemento di spicco del nuoto azzurro da molti anni), Davide Cassani (attuale commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo), Giulia Ghiretti (recentemente vincitrice di due medaglie alle parolimpiadi in Brasile) e Ayomide Folorunso (a Rio 2016 con la staffetta italiana 4x400, specialista nei 400 metri ostacoli) hanno abbracciato i ragazzi, mandando messaggi positivi a giovani e meno giovani.

GIOCHI E PREMIAZIONI

Alla presenza di Elio Volta, coordinatore del progetto Giocampus, dell'Assessore Giovanni Marani, del responsabile relazioni scientifiche Barilla Group Roberto Ciati, i ragazzi hanno dimostrato talento e passione nelle varie discipline sportive proposte durante l'arco della mattinata: dal calcio al basket, dal rugby al baseball, passando anche dal golf e dal ping pong. E poi tante altre attività che hanno fatto divertire futuri ballerini e amanti delle arti circensi. Inoltre cinque rappresentanti del progetto sono stati premiati con una targa celebrativa per l'impegno quotidiano che hanno dedicato durante tutti questi anni di crescenti risultati positivi. La chiusura? Non poteva essere che un gustoso pasta party curato dalla cucina mobile della Protezione Civile in coordinamento con Barilla: un pranzo collettivo tra risate e chiacchiere. Il tutto all'insegna dello spirito di festa e della condivisione.

giocampus day tardini

giocampus 12

giocampus 14

giocampus 10

giocampus 9

giocampus day tardini 3

Le foto continuano nella galleria in fondo alla pagina

Pubblicato in Cronaca Parma
Mercoledì, 28 Settembre 2016 10:44

Giocampus Day: una festa aperta a tutta la città

Happy giocampus day! Sabato 1 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 14.30 Giocampus accende lo stadio Tardini con una festa aperta a tutti, con ospiti del mondo dello sport e dell'alimentazione.

Parma, 28 settembre 2016

Il progetto dedicato agli stili di vita delle future generazioni festeggia con tutta la città i protagonisti di Giocampus. Allo stadio Tardini nasce la prima edizione di Giocampus Day: una festa aperta a tutti, con ospiti del mondo dello sport e dell'alimentazione, per rendere omaggio ad una comunità di grandi impegnata per il futuro dei più piccoli.
In continua evoluzione e senza mai tradire lo scopo condiviso dal giorno della costituzione dell'Alleanza Educativa, Giocampus è da anni impegnato nella promozione di corretti stili di vita che possano influire positivamente sul futuro delle nuove generazioni coinvolgendo a cascata le loro famiglie, il contesto in cui vivono e di conseguenza l'intera comunità.
Sabato 1 ottobre a partire dalle ore 9.00 anche chi non ha mai avuto modo di sperimentare Giocampus potrà confrontarsi con i molteplici contenuti di un modello vincente da un punto di vista didattico e scientifico per il benessere dei bambini. I Maestri del Movimento e i Maestri del Gusto condurranno tutti i partecipanti alla scoperta della didattica di Giocampus. Durante la giornata, inoltre, cinque rappresentanti del progetto saranno infine premiati con una targa celebrativa per l'impegno quotidiano che hanno dedicato durante tutti questi anni.

Il programma
9.00 - 12.00 Giocampus per tutti: attività e percorsi di educazione motoria ed alimentare;
12.15 Premiazioni;
12.45 Pasta Party, curato dalla Cucina Mobile della Protezione Civile in coordinamento con Barilla: un pranzo collettivo all'insegna dello spirito di festa e condivisione.

La mattinata con Giocampus sarà aperta al pubblico e a ingresso libero. Grandi e piccini avranno anche modo di incontrare alcuni volti noti del mondo sportivo e non solo, amici da tempo del progetto e testimoni di valori condivisi.
Per maggiori informazioni www.giocampus.it 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Consegnati all'Associazione Giocamico 7.000 euro, grazie all'iniziativa benefica "Ciga Day. Un sorriso che non si dimentica". La somma raccolta contribuirà a realizzare un impianto multimediale per la proiezione in tutte le stanze di film e cartoni animati.

Parma, 13 settembre 2016

Arrivano da un bellissimo evento di solidarietà organizzato per ricordare Andrea Cigala, il sedicenne fidentino, appassionato di calcio, scomparso nel 2014, i 7.000 euro a favore dell'Associazione Giocamico.
I fondi, raccolti grazie al "Ciga Day. Un sorriso che non si dimentica" una due giorni di sport e divertimento organizzata a Fidenza nel maggio scorso, dall'Associazione "Amici di Andrea", andranno a sostenere insieme ad altre donazioni la realizzazione di un sistema multimediale per la visione di cartoni animati e film in tutte le stanze di degenza dell'ospedale dei Bambini "Pietro Barilla". I bimbi dal televisore potranno quindi selezionare attraverso una lista di film e cartoni animati la loro proiezione preferita e gustarsela insieme nelle loro camere.

GIOCAMICO OSPEDALE DEI BAMBINI PARMA SETTEMBRE 2016 029

La donazione si è concretizzata grazie al sostegno delle tantissime realtà del territorio e alle tante persone che hanno partecipato con entusiasmo alle iniziative in ricordo di Andrea ed è stata consegnata oggi dal papà e dalla zia di Andrea, Alessandro e Fiorenza Cigala, a Corrado Vecchi, presidente dell'Associazione Giocamico. Presenti al momento della donazione Massimo Fabi, direttore generale Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, Gian Luigi de'Angelis, direttore dipartimento Materno- Infantile, Patrizia Bertolini, direttore facente funzione unità operativa Pediatria e Oncoematologia.

Ospedale dei bambini Parma GIOCAMICO SETTEMBRE 2016 010

"Il 20 e 21 maggio scorso - spiega Alessandro Cigala - abbiamo organizzato uno spettacolo serale di Paolo Cevoli e una giornata di sport giovanile, a Fidenza. Abbiamo quindi pensato di devolvere il ricavato della manifestazione all'associazione Giocamico per aiutarla e sostenerla nelle loro iniziative e nella loro quotidianità, perché nei quattro anni in cui Andrea ha ricevuto le cure presso l'Ospedale di Parma abbiamo conosciuto l'Associazione apprezzandone l'operato e scoprendo quanto importante e vitale sia regalare un sorriso ai piccoli pazienti che quotidianamente frequentano l'ospedale".
"Sapere – aggiunge Corrado Vecchi- di essere stati di sostegno ad Andrea e ai suoi genitori nel periodo trascorso insieme ci riempie di gioia e come volontari ci spinge a migliorarci ogni giorno". "Voglio ringraziare di cuore – conclude Massimo Fabi - l'Associazione Amici di Andrea, Giocamico e tutte le persone che hanno sostenuto l'iniziativa, per contribuire al miglioramento continuo dell'accoglienza nelle strutture ospedaliere. Una donazione che dimostra ancora una volta l'attaccamento di tutta una comunità all'Ospedale dei Bambini "Pietro Barilla".

assegno donazione GIOCAMICO SETTEMBRE 2016 022

Tutte le foto proseguono nella galleria in fondo alla pagina

Pubblicato in Cronaca Parma

"Piazze in gioco": divertimento, animazione e arti di strada in piazzali e zone verdi della città hanno coinvolto bambini e genitori. L'ultimo appuntamento, tenutosi in piazza Garibaldi, ha visto anche la presenza della vicesindaco Nicoletta Paci. 

Giovedì 9 settembre 2016 

Foto ph. Francesca Bocchia

L'allegria dei bambini ha riempito Piazza Garibaldi per l'ultimo appuntamento di "Piazze in gioco". Il progetto realizzato dal Comune di Parma in collaborazione con l'Associazione Culturale Circolarmente è giunto alla sua terza edizione portando allegria in città, estendendosi quest'anno anche alle zone periferiche. Gioco, animazione e arti di strada in diversi piazzali e zone verdi della città hanno coinvolto bambini e genitori per stimolare fantasia e socievolezza.

08092016-CIRCOLARMENTE PIAZZA ULTIMO 040

Presente ieri la vicesindaco Nicoletta Paci, che ha espresso la sua soddisfazione per la riuscita dell'iniziativa: "È bellissimo vedere la piazza piena di bambini e genitori che giocano insieme. È stato un successo, sia per la grande partecipazione delle famiglie, sia, soprattutto in questa edizione, per l'estensione dell'iniziativa alle zone periferiche della città. È stata portata tanta allegria in tutti i quartieri, vivacizzati da colori e sorrisi – ha proseguito la vicesindaco – e di questo ringrazio i Servizi Educativi del Comune e la professionalità di Circolarmente, che offre sempre spettacoli molto belli per tutte le età".

08092016-CIRCOLARMENTE PIAZZA ULTIMO 046

Rossana Allegri, del settore Servizi Educativi del Comune, ha sottolineato l'intento principale che ha portato a rinnovare anche quest'anno l'iniziativa: "L'Amministrazione ha voluto creare degli spazi di aggregazione per fare incontrare le diverse generazioni, come bambini, genitori, zii e nonni".

Quest'anno la manifestazione è stata dislocata anche nelle aree più periferiche della città, per favorire una maggiore diffusione territoriale. L'iniziativa ha avuto come obiettivo quello di creare momenti di autentica aggregazione sociale nelle piazze e negli spazi cittadini in un'ottica di sostenibilità ambientale, divulgando un messaggio fortemente ecologista: valorizzare spazi cittadini poco conosciuti e ri-significarli nella loro componente comunitaria e sociale, sostenere l'autentica partecipazione di bambini, bambine e famiglie, favorendo processi sociali di inclusione.

08092016-CIRCOLARMENTE PIAZZA ULTIMO 100

Inoltre, è stata messa al centro la socializzazione fra bambini di diversa età, genere, appartenenza culturale e sociale, abbattendo stereotipi e pregiudizi sociali. Nelle attività ludiche è stata valorizzata la componente espressiva, creativa e immaginativa, per valorizzare il corpo e le sue innumerevoli forme di espressività e dare spazio alle emozioni, sostenendo il diritto al divertimento, alla gioia, alla curiosità.

CIRCOLARMENTE PIAZZA GARIBALDI BAMBINI 033

08092016-CIRCOLARMENTE PIAZZA ULTIMO 055

Pubblicato in Cronaca Parma
Pagina 5 di 10