Visualizza articoli per tag: Luca Fusaro

Le retribuzioni annuali medie sono scese dal 1990 al 2020 a causa della mancata crescita

Di Luca Fusaro (*) 23 maggio 2022 - Dal 1990 al 2020, in Italia, le retribuzioni annuali medie hanno registrato una riduzione del 2,9%, unico caso in Europa. Si pensi che questa percentuale non tiene conto degli effetti della pandemia e della guerra in Ucraina. Il dato è stato calcolato dall’Ocse.

La situazione è diversa da Paese a Paese: in Ungheria e Slovacchia il salario medio annuale è raddoppiato negli ultimi 25 anni, mentre in Estonia, Lettonia e Lituania è più che triplicato. Tutti i paesi dell’Eurozona hanno registrato un andamento positivo: la Grecia, tra il 1990 e il 2020, ha messo a segno un +30,5%, mentre la Spagna è cresciuta del 6,2%.

In Italia, a un periodo di crescita andato dal 1994 al 2010 è seguita una fase di declino, fino agli ultimi dati del 2020. La stagnazione salariale si affianca a quella del PIL come dimostra il grafico in basso. L'Italia, infatti, è il paese europeo con il maggior numero di regioni che tra il 2001 e il 2019 hanno registrato una crescita negativa del prodotto interno lordo.

Salari_e_PIL.jpeg

(*) Autore analisi-

Dott. Luca Fusaro, nato il 20/12/1982 a Cosenza, ha conseguito una laurea triennale in Economia e una laurea magistrale in Economia Applicata presso l'Università della Calabria. Dottore commercialista e Analista di dati, da inizio pandemia collabora con varie redazioni giornalistiche in merito al Covid-19 attraverso l'elaborazione di dati e l'analisi grafica.
per eventuali contatti diretti: mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).
 
Autore_analisi.png

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Economia Emilia

Ispra stima in aumento la popolazione dei lupi: 950 nelle regioni alpine, quasi 2.400 nel resto della penisola

Pubblicato in Agroalimentare Emilia

Tutto finisce. Auguriamoci che termini anche la pandemia e la Guerra in Ucraina. Nel frattempo ringraziamo il dottor Luca Fusaro per la preziosa collaborazione che ci ha fornito in questo difficile e confuso  periodo. ULTIMO Monitoraggio settimanale dell’epidemia da Covid-19 in Emilia-Romagna a cura del Dott. Luca Fusaro: dati aggiornati al 30 marzo 2022 ore 17:00 (dati monitoraggio epidemia) e al 30 marzo 2022 ore 04:18 (dati vaccini).

Monitoraggio settimanale dell’epidemia da Covid-19 in Emilia-Romagna a cura del Dott. Luca Fusaro: dati aggiornati al 23 marzo 2022 ore 17:00 (dati monitoraggio epidemia) e al 23 marzo 2022 ore 06:18 (dati vaccini).

Monitoraggio settimanale dell’epidemia da Covid-19 in Emilia-Romagna a cura del Dott. Luca Fusaro: dati aggiornati al 16 marzo 2022 ore 17:00 (dati monitoraggio epidemia) e al 16 marzo 2022 ore 06:19 (dati vaccini). 

Monitoraggio settimanale dell’epidemia da Covid-19 in Emilia-Romagna a cura del Dott. Luca Fusaro: dati aggiornati al 9 marzo 2022 ore 17:00 (dati monitoraggio epidemia) e al 9 marzo 2022 ore 06:17 (dati vaccini).

Monitoraggio settimanale dell’epidemia da Covid-19 in Emilia-Romagna a cura del Dott. Luca Fusaro: dati aggiornati al 2 marzo 2022 ore 17:00 (dati monitoraggio epidemia) e al 1° marzo 2022 ore 19:15 (dati vaccini).

Monitoraggio settimanale dell’epidemia da Covid-19 in Emilia-Romagna a cura del Dott. Luca Fusaro: dati aggiornati al 23 febbraio 2022 ore 17:00 (dati monitoraggio epidemia) e al 23 febbraio 2022 ore 06:17 (dati vaccini).

Martedì, 22 Febbraio 2022 16:07

Decessi: l'incomprensibile grafico di confronto

Di Lamberto Colla Parma, 22 febbraio 2022 - Non intendo commentare un grafico (Elaborazione del dottor Luca Fusaro) che sembra assurdo e poi qualcuno troverà certamente una risposta del tipo "ovvio che ci siano più decessi tra i vaccinati posto che è la popolazione di gran lunga più ampia".

Monitoraggio settimanale dell’epidemia da Covid-19 in Emilia-Romagna a cura del Dott. Luca Fusaro: dati aggiornati al 16 febbraio 2022 ore 17:00 (dati monitoraggio epidemia) e al 16 febbraio 2022 ore 06:25 (dati vaccini).

Pagina 1 di 4