Visualizza articoli per tag: Religione

Domenica, 18 Luglio 2021 06:19

I nostri Santi Angeli Custodi 

Di Alessia Bianchini 18 luglio 2021 - La parola Angelo nell’A.T. compare 200 volte, mentre nel N.T. è citata per 175 volte, (fonte 'I Santi angeli di Dio' di M. Stanzione e V. Crisci), ed è proprio nel nuovo testamento che Gesù parlando dei piccoli ammonisce cita gli angeli custodi: “Guardatevi dal disprezzare uno solo di questi piccoli, perché vi dico che i loro angeli nel cielo vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli “, (Matteo 18,10), ed anche il Salmo 90,11 afferma: "Egli darà ordine ai suoi angeli di custodirti in tutti i tuoi passi" .

Pubblicato in Religione Emilia
Giovedì, 01 Luglio 2021 07:49

La Fede del Cuore 

Di Alessia Bianchini 1 luglio 2021 - Questa settimana c’è stata la ricorrenza dei Santi Pietro e Paolo, nella liturgia il Vangelo secondo Matteo riporta che Gesù rivolgendosi ai suoi chiede “Ma voi, chi dice che io sia?”. Rispose Pietro “ Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente” . (Matteo 16, 15-16)

Pubblicato in Religione Emilia
Sabato, 26 Giugno 2021 08:05

Il "silenzio" di Dio parla 

Di Autori (*) Parma, 26 giugno 2021 - Donando la libertà all'uomo, Dio ha davvero rinunziato alla sua potenza come afferma il filosofo tedesco Hans Jonas (1903-1993)? La domanda dell'uomo di fronte alla morte, al dolore, alla sofferenza, allo stravolgimento della stessa natura umana rimane quella di Leibniz (1646-1716) nella Teodicea: "si Deus est, unde malum"? "Si Deus non est, unde bonum?" 

Pubblicato in Politica Emilia
Domenica, 30 Maggio 2021 16:07

Lettera aperta al Presidente della Repubblica 

Preg. mo Presidente, prof. Sergio Mattarella, nel nome della Santissima Trinità e come fratello in Cristo, mi permetto di rivolgermi a Lei con questo mio semplice scritto.

Ella è il garante della Costituzione repubblicana, dell'equilibrio tra i poteri dello Stato ed il rappresentante dell'unità nazionale.

Di Daniele Trabucco - Domenica 23 maggio 2021 la Chiesa ha celebrato la solennità (colore liturgico rosso) delle Pentecose, ossia la discesa dello Spirito Santo, la terza Persona della Santissima Trinità, su Maria e gli Apostoli nel cinquantesimo giorno dopo la Pasqua. Nel Credo niceno-costantinopolitano si recita che lo Spirito "procede dal Padre e dal Figlio". Che cosa significa questa espressione?   

Pubblicato in Religione Emilia

Di Daniele Trabucco Belluno 27 marzo 2021 - Nell'udienza generale di mercoledì  24 marzo 2021, il Santo Padre Francesco è intervenuto sulla figura della Vergine Santa escludendo il suo ruolo di Corredentrice, cioè Cooperatrice nella Redenzione di Cristo. 

Pubblicato in Religione Emilia
Sabato, 26 Dicembre 2020 08:34

I Vespri in San Francesco del Prato

I Vespri in  San Francesco del Prato celebrati in presenza del Vescovo di Parma Monsignor Enrico Solmi. (Foto di Francesca Bocchia)

Pubblicato in Religione Parma

Ripartiamo dalla “Pasqua d’Autunno” per fortificare le nostre menti, saldarci alle radici delle nostre origini e rinnovare la fede in noi e nella generosità di un popolo che ha sorpreso il mondo intero. Ognissanti, probabilmente è rimasta l’ultima festa religiosa non contaminata, quella più intimista perché ci ricorda da dove veniamo. Tocca a noi tracciare la linea di dove andare... 

Pubblicato in Politica Emilia

Il grazie dei Presidenti Mattarella e Conte alle Monache di Santa Rita. Apprezzato il dono della rosa benedetta il 22 maggio a Cascia

Il saluto del presidente Stefano Bonaccini al Patriarca e Arcivescovo di Costantinopoli, Bartolomeo I. L'autorità religiosa in visita a Bologna riceve dall'Assemblea legislativa la cittadinanza onoraria regionale con una lectio sul tema della salvaguardia dell'ambiente

Bologna 13 settembre 2017 – "Questa terra così vicina all'Oriente bizantino è felice di averla di nuovo qui, noi vediamo in lei una delle grandi voci che parlano a tutti. Amico di questa terra che proprio attraverso la via san Vitale che ha percorso unisce Bologna a Ravenna, scrigno della nostra storia bizantina, lei sa riconoscere le nostre ferite. E domani, con la visita a Monte Sole e alla tomba di Dossetti, dimostra di avere una conoscenza profonda di chi e cosa ci ha resi terra del sapere, del fare e del condividere".

Con queste parole il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha salutato il Patriarca ecumenico e Arcivescovo di Costantinopoli, Bartolomeo I, in visita a Bologna da oggi al 15 settembre, nel corso di un incontro che si è svolto nella sede della Fondazione per le scienze religiose di via San Vitale.

"Lei è uomo di pace e di dialogo- ha proseguito Bonaccini-. Insieme a papa Francesco ha dato da Lesbo una lezione solenne ai troppi che vogliono speculare sulle migrazioni per fini politici".

Bonaccini ha poi ringraziato monsignor Matteo Maria Zuppi, le autorità diplomatiche, gli ecclesiastici, il rabbino capo, oltre a Stefano Manservisi e Alberto Melloni che hanno presenziato, tra gli altri, all'incontro.

Bartolomeo I nel pomeriggio si è recato nella sede dell'Assemblea legislativa dove ha tenuto una lectio magistralis sul tema della salvaguardia dell'ambiente e ha ricevuto la cittadinanza onoraria regionale.

20170913 lectio-tavolo Patriarca 1

Lectio Magistralis in Assemblea Legislativa

I pesci rappresentano la vita del Creato, la colomba con il ramoscello d'ulivo la pace. Lo stemma della Regione Emilia-Romagna e la croce ortodossa sono vela e pennone della nave che unisce oriente e occidente nel nome della fratellanza. I tasselli del mosaico riportano alla mente la Ravenna bizantina.

La consegna del "Mosaico Concittadino dell'Emilia-Romagna" da parte della Presidente dell'Assemblea legislativa regionale Simonetta Saliera e dell'Arcivescovo di Bologna Matteo Maria Zuppi è stato il momento che sancito il valore della visita di Sua Santità Bartolomeo I, Arcivescovo di Costantinopoli e Patriarca Ecumenico, nei locali del Parlamento di viale Aldo Moro in occasione della sua Lectio Magistralis "Salvaguarda dell'ambiente, salvaguardia della vita".

"Grande emozione e grande soddisfazione per la collaborazione con la Curia di Bologna: la presenza di Sua Santità ha arricchito la vita dell'Assemblea e ci ricorda come il mondo non è una nostra proprietà che lasciamo in eredità ai nostri figli, ma un bene che abbiamo in prestito da loro e come che non potremo mai dirci sicuri fino a quando ci saranno ingiustizie sociali e diseguaglianze", spiega Saliera.

Sulla stessa linea l'Arcivescovo Zuppi che ricorda come "La vera laicità è interrogarsi insieme sul futuro, ognuno nei proprio ruoli: la collaborazione odierna con l'Assemblea legislativa regionale è sia il frutto, sia un'indicazione per il futuro di questo importante lavoro". Dal canto suo Andrea Segrè, docente dell'Università di Bologna da molti anni impegnato nel contrasto allo spreco alimentare, ha invitato a lavorare per creare "un'economia che sia basata sull'ecologia e sul dare ai beni non solo un valore economico".

Parole, quelle di Saliera, Segrè e Zuppi che han fatto da cornice alla Lectio Magistralis del Patriarca. "Dobbiamo contrastare ogni forma di razzismo, fanatismo e di fondamentalismo", ha ricordato nel suo intervento Sua Santità Bartolomeo I. "C'è un forte legame tra la giustizia ambientale e la giustizia sociale: l'abominio del genere umano verso la creazione ha portato alle più gravi crisi mondiali che hanno fatto sì che i poveri siano sempre più poveri", spiega l'autorevole ecclesiastico, che sottolinea come "a causa della crisi economica, frutto della speculazione finanziaria sfrenata, della concentrazione economica ingiusta, ci sono sempre più poveri: serve - ha ammonito l'ecclesiastico - più giustizia sociale. Bisogna pentirsi per il peccato dello sfruttamento delle risorse naturali del pianeta".

Dal Patriarca, riprendendo le parole della Presidente Saliera, è arrivato l'invito a agire come se fossimo solo custodi del mondo e un ringraziamento per il mosaico donato dal Parlamento di viale Aldo Moro: "Lo accettiamo con rispetto come riconoscimento a tutto il nostro Patriarcato ecumenico che da anni lavora per la salvaguardia dell'ambiente naturale e di tutto ciò che esso contiene".

Parole importanti, pronunciate davanti a un uditorio attento e numeroso: quasi 200 persone, infatti, hanno affollato la Sala Fanti dell'Assemblea legislativa regionale, tra cui i rappresentanti delle Chiese ortodosse, gli arcivescovi cattolici di Ravenna e Cesena, il rabbino capo di Bologna Alberto Sermoneta e il Presidente della Comunità Islamica di Bologna Yassime Lafram. Numerose anche le autorità civili: dal Prefetto di Bologna Matteo Piantedosi al giudice costituzionale Augusto Barbera passando, tra gli altri, per il Presidente della Corte d'Appello Giuseppe Colonna, il Generale Fischione e il Comandante Giardina dei Carabinieri, il Comandante Luca Cervi della Guardia di Finanza, il dottor Desiata della Questura di Bologna e il tenente colonello Lombrado dell'Esercito. Poi ancora: numerosi consiglieri regionali e sindaci, il Presidente della Carisbo Leone Sibani, Mirto Bassoli della Cgil, Patrizia Zini della Camera di Commercio, Stefano Bollettinari e Marco Pasi della Confesercenti e rappresentanti di Confcommercio, Confcooperative e associazioni degli agricolotori.

La visita di Bartolomeo I al Parlamento di viale Aldo Moro è stata anche l'occasione per ricordare il Cardinale Carlo Caffarra, arcivescovo emerito di Bologna scomparso la scorsa settimana e che per primo nel 2005 ospitò il Patriarca Ecumenico a Bologna.

20170913 lectio-pubblico 1

 

 

Pubblicato in Cronaca Emilia
Pagina 5 di 6