Visualizza articoli per tag: pallavolo

Sarà proprio in casa che la squadra maschile Cedacrì Sitting Volley GiocoParma giocherà le prime due partite del Campionato Italiano.

Pubblicato in Sport Parma
Lunedì, 27 Febbraio 2017 09:10

Volley, Liu Jo batte la Pomí 3-1

La Liu Jo Nordmeccanica Modena stende la la Pomí Casalmaggiore. Assente Laura Heyrman, Bosetti junior, Valeriano, Garzaro, Caracuta e una scatenata Bianchini fanno la differenza.

Di Pietro Razzini

27 febbraio 2017

Vittoria in trasferta per la Liu Jo Nordmeccanica Modena: 3-1 il punteggio finale contro la Pomí Casalmaggiore, una delle squadre più accreditate per la vittoria del campionato. È la sfida di casa Bosetti: Caterina, inizialmente in panchina per scelta tecnica tra le ospiti, Lucia subito protagonista in campo tra le rosanere. L'assenza di Laura Heyrman, costretta a guardare le compagne per tutto il match, si fa sentire nelle prime battute di gara: Modena entra sul parquet quasi impaurita dalla carica del Pala Radi. Serve un set alle ragazze di coach Mazzanti per entrare realmente nel match. Fondamentale il contributo della panchina Liu Jo: Bosetti junior, Valeriano, Garzaro, Caracuta e una scatenata Bianchini fanno la differenza per atteggiamento, grinta e palloni messi a terra.

PRIMO SET - Partono forte le padrone di casa che mettono subito un distacco di quattro punti tra loro e le emiliane. Ai tentativi di Ilaria Garzaro di diminuire il gap, rispondono Jovana Stevanovic e Lauren Gibbemeyer. Le battute di Samanta Fabris sono una spina nel fianco della difesa modenese che faticano a restare in partita. Sul 20-14 coach Gaspari cerca di ridare energia alle sue ragazze ma gli spazi di reazione sono troppo stretti e la Pomí Casalmaggiore chiude il primo set con il punteggio di 25-15.

SECONDO SET - Si inverte il ritmo della gara: 5-1 per Modena e richiesta di sospensione dalla panchina di Casalmaggiore. Non diminuiscono gli errori gratuiti delle campionesse d'Europa in carica e le ospiti ne approfittano fuggendo via fino al 3-10. Modena non molla la presa e trova il punto del 16-9 con un'azione difensiva strepitosa della Ozsoy, conclusa in attacco dalla stessa schiacciatrice turca. Il tentativo di rimonta di Tirozzi e compagne viene respinto dalla Brakocevic, decisiva nella parte finale del set con due attacchi-punto devastanti: 25-18 e partita che ritorna in parità.

volley liujo-pomi2

TERZO SET - L'infortunio a Samanta Fabris porta sul parquet Carmen Turlea e toglie sicurezze alle padrone di casa che accusano il colpo e iniziano il set con il freno a mano tirato. Capitan Tirozzi, tuttavia, prende per mano le compagne e riesce a ricucire il distacco (7-8). Ma è Lucia Bosetti a trovare la palla del 10-10, riportando in totale equilibrio la gara. Si procede punto a punto con gli attacchi che hanno sempre la meglio sulle difese fino a quando Marika Bianchini regala il doppio vantaggio alle compagne di squadra (14-16). Sorpasso Pomí (21-20) con Gibbemeyer, nuovo pareggio della Liu Jo con Caterina Bosetti (22-22) e chiusura vincente di Ozsoy in un set interminabile (29-31).

QUARTO SET - Bianchini show a inizio parziale: è lei a portare la Liu Jo Nordmeccanica sul 4-7, costringendo Caprara a chiamare il primo time out. Il turno in battuta di Valentina Tirozzi si rivela proficuo per Casalmaggiore che rientra in partita (11-12). Lauren Gibbemeyer riporta in vantaggio il suo team (17-16). Nuova parità a 21 con muro di Garzaro sul tentativo di seconda della Lloyd. Poi Bianchini regala il match point a Modena. Ci pensa proprio Caterina Bosetti a consegnare un successo di prestigio alle ospiti: 22-25.

volley liujo-pomi1

Pubblicato in Sport Modena

"Siamo venuti qui per vincere". Antonio Cerciello, presidente onorario della Liu Jo Nordmeccanica, non usa mezze misure. La nuova realtà, nata dalla fusione di Piacenza e Modena, ha come obiettivo quello di ottenere successi in campo nazionale ed europeo.

di Pietro Razzini Modena 26 agosto 2016 - Il messaggio mandato dalla proprietà nella giornata che ha decretato l'inizio ufficiale della stagione, è stato chiaro: "Nei nostri progetti, Modena deve diventare la realtà numero uno della pallavolo femminile. Vogliamo ripetere o migliorare quello che abbiamo fatto a Piacenza". Lorenzo Micelli, allenatore della squadra, evita invece proclami e si concentra sul campo: "Da lunedì si comincia il lavoro tecnico in palestra. Siamo all'alba della nostra avventura. Vogliamo costruire una squadra che giochi una bella pallavolo. Il materiale umano è di ottima qualità. Abbiamo scelto le migliori atlete di Piacenza e di Modena per poter competere ad alto livello anche in Europa".

PRESENTI E ASSENTI - Due giorni di test fisici già completati. Ora Il gruppo è atteso dalle prime fatiche sul parquet del PalaPanini. Agli ordini di coach Micelli, sono già presenti Marika Bianchini, Francesca Ferretti, Ilaria Garzaro, Giulia Leonardi, Francesca Marcon, Giulia Pascucci, Neriman Ozsoy e Federica Valeriano. Laura Heyrman e Caterina Bosetti, impegnate con le rispettive nazionali, saranno a disposizione del tecnico alla fine degli Europei mentre Jovana Brakočević e Yvon Belien stanno trascorrendo i primi giorni di vacanza dopo l'impegno olimpico.

LE ATLETE- Bella, abbronzata e carica come non mai. Francesca Marcon, nonostante l'innata timidezza davanti alle telecamere, dimostra tutta la sua felicità per il nuovo progetto di cui farà parte: "Modena è una città che vive di pallavolo. Qui si è fatta la storia di questo sport. La cosa più importante, nella prima parte di stagione, sarà trovare la forma migliore e, soprattutto, creare un gruppo positivo. La compatibilità con una nuova palleggiatrice? Francesca (Ferretti ndr) è una regista di valore assoluto. Ha vinto tanto nella sua carriera: troveremo facilmente l'intesa in campo, ne sono convinta".

Con lei, anche il libero Giulia Leonardi, energia allo stato puro, in campo e fuori: "A Modena ho vinto il mio primo trofeo: la Coppa Italia nel 2012. Ogni volta che entro in questo palazzetto è una grande emozione. Ammetto che mi è dispiaciuto lasciare Piacenza: mi piaceva la città, stavo bene. Buona parte delle compagne, però, sono le stesse. Con Francesca Ferretti ho giocato in nazionale: si era creato un feeling speciale. Quelle che non conosco, sono davvero poche".

Chiusura proprio con la Ferretti, "padrona di casa" e regista di una squadra che, sicuramente, avrà molta pressione sulle spalle: "Non sarà una stagione semplice. Già lo scorso anno il campionato italiano era di alto livello. Sono convinta che nel 2016/17 ci sarà un ulteriore salto di qualità. Tante squadre hanno migliorato il proprio roster: mi aspetto di vedere Conegliano nuovamente competitiva per lo scudetto. Scandicci, passo dopo passo, ha costruito un' ottima squadra. Credo che anche Bergamo possa competere per le zone alte della classifica. Ovviamente ci saremo anche noi".

 

volley modena 2 di 2

Pubblicato in Sport Emilia