Visualizza articoli per tag: nuoto

Giulia Ghiretti chiude con successo la 42a edizione dei Campionati Assoluti Estivi di Nuoto Paralimpico. Tre i podi di categoria conquistati dalla nuotatrice parmigiana in forza a Ego Nuoto alla piscina Manara di Busto Arsizio.

“Gli italiani sono un appuntamento irrinunciabile perché qui ho avuto le mie prime soddisfazioni. Volevo esserci, anche per dare l'esempio ai più giovani, malgrado sapessi di non poter disputare le gare dei 100m rana e 50m farfalla perché in programma domenica, mio unico giorno di riposo dagli allenamenti in questa lunga marcia verso i Mondiali di Londra”.

Nonostante non abbia gareggiato nelle sue specialità Ghiretti ha ottenuto tre ottimi piazzamenti nelle giornate di venerdì e sabato. 53’34 il tempo che gli è valso il terzo gradino del podio nei 50m stile libero S5. Poi due secondi posti di categoria nei 100m stile libero S5 e nei nei 50m dorso S5 rispettivamente in 1’54”98 e in 49”96.

“Anche se non ho partecipato alle gare in cui sapevo di poter dare il massimo, ho tratto spunti importanti a livello cronometrico e di forma. Mi sento bene e posso continuare la mia preparazione verso Londra”.

I Campionati Italiani di Busto Arsizio hanno visto la partecipazione di 108 atleti e 67 atlete di 53 diverse società sportive e sono stati l’ultima gara nazionale valevole per la qualificazione ai prossimi Campionati del Mondo che si terranno a Londra dall’8 al 15 settembre.

 

Pubblicato in Sport Emilia

La parmigiana Giulia Ghiretti ai blocchi di partenza per la 42a edizione dei Campionati Italiani Assoluti Estivi di Nuoto Paralimpico. Teatro della competizione sarà dal 5 al 7 luglio la piscina “Manara” di Busto Arsizio.

La nuotatrice in forza a Ego Nuoto sarà in vasca venerdì 5 luglio alle 17:00 nei 50m stile libero S5, sabato 6 alle 9:30 nei 100m stile libero S5 e alle 17:00 nei 50m dorso S5.

“È sempre bello partecipare a questo tipo di competizione anche per dare l’esempio ai più piccoli e ricordare loro che tutto è possibile con l’impegno e la determinazione. Questi Italiani saranno un test per la preparazione in vista dei Mondiali di settembre, mancano solo due mesi e voglio arrivare più in forma possibile.” 

Gli Assoluti di Busto Arsizio, che vedranno la partecipazione di 176 atleti in rappresentanza di 53 diverse società sportive, consentiranno l’aggiudicazione degli ultimi preziosi punti di qualifica per i Campionati del Mondo che si disputeranno a Londra a settembre 2019.

 

Pubblicato in Sport Parma

Ritorna domani a Lignano Sabbiadoro l’appuntamento con le World Series di Nuoto Paralimpico e Giulia Ghiretti è pronta a dare il meglio di sé nell’unica tappa italiana del circuito.

“È una gara importante, a cui parteciperanno molte delle migliori atlete al mondo - ha dichiarato la nuotatrice parmigiana - Non posso lamentarmi dello stato di forma, mi sento bene e sono carica. Mi avvicino a queste World Series con molto interesse sotto tanti punti di vista, non ultimo gli effetti della nuova nuotata che sto provando in allenamento e dalla quale mi aspetto dei progressi”.

In una delle tappe più numerose di questa edizione delle World Series, teatro della competizione sarà la piscina del villaggio “Bella Italia” di Lignano Sabbiadoro, capace di ospitere oltre 400 atleti provenienti da 34 nazioni. 246 di loro lotteranno per aggiudicarsi il pass per i Mondiali di Londra in programma a settembre di quest’anno e per ottenere il tempo minimo per le Paralimpiadi di Tokyo 2020.

Giulia Ghiretti sarà impegnata giovedì 30 maggio nei 100m stile libero e nei 50m dorso S5; venerdì 31 nei 100m rana SB4; sabato nei 200m misti SM5 e nei 50m stile libero S5; infine domenica nei 50m delfino S5.

“Punto a fare bene nei 100 rana e nei 50 delfino e non mi dispiacerebbe raggiungere almeno un'altra finale in una delle altre gare” – ha concluso la nuotatrice in forza a Ego Nuoto.

Prossimo appuntamento in vasca per Ghiretti sarà ad inizio luglio per i Campionati Italiani di Busto Arsizio.

 

Pubblicato in Sport Parma

Si è appena conclusa la seconda tappa del circuito di World Series di Indianapolis. Una tre giorni di gare molto fitta che ha visto protagonista la nuotatrice paralimpica Giulia Ghiretti.

Tante le energie profuse per queste competizioni internazionali ma altrettante sono state le soddisfazioni. La prima giovedì 4 aprile, con il record personale di 1.50’13’’ messo a segno nella gara dei 100m stile libero in cui Giulia si è classificata terza nella categoria S5 battendo il suo tempo di 1.50.99 ottenuto nel 2015 a Stoccolma.

Altro traguardo raggiunto venerdì 5 nei 100m rana. La nuotatrice di Parma si è piazzata seconda nella sua categoria SB4 in 1:53.35.

E infine sabato 6 aprile, la giornata più intensa, in cui Giulia ha disputato 3 diverse gare. I 200m misti SM5 che ha concluso - prima della sua categoria - con un buon tempo personale di 3:47.90. I 50 dorso S5 (dei quali ha scelto di non disputare la finale) con un tempo di 51.28 e i 50m delfino S5 in cui ha chiuso al primo posto in categoria a 49.14.

“Considerando che siamo a metà stagione sono abbastanza sodisfatta di queste gare, soprattutto dei 100m stile ma anche dei 100 rana e dei 200m misti nei quali ho fatto i miei secondi o terzi miglior tempi di sempre. Mi è dispiaciuto non competere per la finale dei 50m dorso ma ho preferito preservare le energie. Il tempo del delfino non è stato dei migliori ma come primo posto davanti alla mia avversaria della Turchia arrivata terza all’europeo direi che va bene!”

Le competizioni si svolte all’IU Natatorium, la piscina coperta all’interno del campus dell’ IUPUI, l’Università dell’Indiana, nel centro di Indianapolis che, oltre a Giulia Ghiretti, ha visto primeggiare anche l’azzurro Simone Barlaam che ha firmato il nuovo record del mondo nei 50m stile libero nella categoria S9 con un tempo di 24''63. 

Dopo gli Stati Uniti per la plurimedagliata Ghiretti il prossimo appuntamento in Coppa del Mondo sarà a Lignano Sabbiadoro dal 30 maggio al 2 giugno.

 

Pubblicato in Sport Parma

La nuotatrice paralimpica parmigiana Giulia Ghiretti, impegnata nella seconda tappa del circuito di World Series in programma a Indianapolis (USA) dal 4 al 6 aprile.

Parma -

Per la giovane parmigiana - premiata Altleta dell'Anno 2018arriva quindi la seconda fatica di stagione, dopo l’oro conquistato nei 50 m farfalla ai Campionati italiani assoluti invernali.

“Sarà una bella occasione per capire il mio stato di forma e confrontarmi con alcune delle avversarie che affronterò ai Mondiali. Si tratta di un banco di prova importante, che intendo sfruttare al massimo”.

Giulia gareggia nei 100m stile libero (cat. S5) giovedì 4 aprile, nei 100m rana (cat. SB4) venerdì 5 e nei 200m misti, nei 50m delfino (cat. S5) e nei 50 dorso (cat. S5) sabato 6 aprile.

Le competizioni si svolgono all’IU Natatorium, la piscina coperta all’interno del campus dell’IUPUI, l’Università dell’Indiana, nel centro di Indianapolis. Proclamata una delle vasche “più veloci” del mondo perché ha ospitato 136 titoli americani e 18 record mondiali.

Dopo gli Stati Uniti, la prossima tappa di World Series a cui parteciperà la pluripremiata Giulia Ghiretti sarà quella in casa, a Lignano Sabbiadoro, dal 30 maggio al 2 giugno.

 

Pubblicato in Sport Parma

Le felicitazioni del sindaco Barbieri e dell'assessore Polledri ad Andrea Vergani, medaglia di bronzo agli Europei di nuoto di Glasgow

Anche dal sindaco Patrizia Barbieri e dall'assessore allo Sport Massimo Polledri arrivano le felicitazioni per Andrea Vergani, che si è aggiudicato la medaglia di bronzo nella finale dei 50 stile libero ai Campionati europei di nuoto, conclusisi ieri pomeriggio a Glasgow. "

La bellissima impresa compiuta da Andrea – sottolineano gli amministratori comunali – con la conquista della medaglia di bronzo agli Europei di Glasgow, è molto importante. Rappresenta il riconoscimento allo sforzo suo personale e della società Vittorino da Feltre, che in questi anni sta portando avanti un lavoro molto serio, il cui valore è evidente nei risultati degli atleti. Anche a nome dell'Amministrazione comunale – concludono Barbieri e Polledri – vogliamo quindi esprimere le nostre più sentite felicitazioni ad Andrea per questo prestigioso risultato".

(Foto frame di Rai Sport)

Il carpigiano Gregorio Paltrinieri conquista l'oro. Detti vince l'argento. I gemelli diversi trionfano a Londra, entrando di diritto nella storia. Greg fa tris facendo il record europeo in 14'34"04, Gabriele lotta con l'ucraino Romanchuk e lo piega nel finale...

di Alexa Kuhne

Parma, 19 maggio 2016

Gregorio non delude mai! La medaglia d'oro nei 1500 è sua. Agli Europei, ieri, a Londra, ha battuto il suo compagno azzurro, il livornese Gabriele Detti. Una doppietta italiana che entra nella storia.
Fino ad ora il primato era di Brembilla e Rosolino che, nei 400 stile libero, erano riusciti a sbaragliare in una finale europea. Gregorio fa tripletta d'oro agli Europei con super crono battendo, in 14'34"04, Grant Hackett, timbrando il secondo tempo all-time dietro Sun Yang. Un record europeo che si lega a Kazan dove è stato campione del mondo nel 2015.
Paltrinieri e Detti erano i più attesi, essendo arrivati alla finale coi due migliori crono vantando il secondo e terzo miglior crono al mondo nel 2016.

Gregorio fa subito sognare: ai 500 metri è già sotto il passaggio del record europeo di Kazan (6'47"54), agli 800 metri passa in 7'46"24 (il mondiale del cinese Sun Yang è 7'45"45) e comincia ad attaccare il record mondiale (10'4"09 contro 10'41"73) con un margine di 10" su Detti.
Una evoluzione clamorosa in vista di Rio. L'argento di Gabriele Detti è a 14'48"75, il bronzo è dell'ucraino Romanchuk in 14'50"33, dopo una battaglia con Detti finita nelle ultime due vasche, quando Detti ha chiuso la pratica... E pensare che Paltrinieri ha ceduto qualcosa per il primato mondiale solo negli ultimi 200 metri, ma va detto, per chi non lo sapesse, che al mattino si era allenato nuotando quattro chilometri...

Greg dice ai giornalisti che non avrebbe immaginato di fare un tempo del genere: "E' venuto fuori un garone. Volevo vincere, volevo farlo bene. E' venuta una gara fantastica. Mi sto allenando bene, mi sto allenando duramente. Ho staccato la spina solo il martedì dopo la batteria, per il resto ho fatto tutti giorni serie a limite. Allenarsi tanto, duramente funziona. Rio? Beh: spero di fare bene anche lì... Questa era una tappa di passaggio per vedere come sarebbe andata con carichi di lavoro così alti. Anche vedendo che a Riccione, scaricando un po', mi sentivo 10 volte peggio. Sono cose che però in una stagione possono succedere. Devo arrivare a Rio mettendo in atto tutto quello che serve".

Pubblicato in Sport Emilia