Visualizza articoli per tag: cronaca

Ieri, nell'ambito del Controllo Integrato del Territorio, personale del Commissariato di P.S. di Carpi, unitamente al Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia e a uomini della locale Polizia Municipale, ha effettuato un mirato servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori, con particolare riferimento ai furti in abitazione.

Le verifiche hanno interessato l'intera città ove sono state disimpegnate diverse pattuglie, che hanno monitorato le varie zone residenziali ed industriali; durante il servizio sono stati predisposti anche posti di controllo lungo le principali arterie stradali.  

150 le persone complessivamente identificate e 70 gli autoveicoli controllati.

Nel corso della mattinata, inoltre, personale della Squadra Amministrativa del Commissariato di P.S., impegnato nell'ambito dell'attività di prevenzione e repressione del gioco illegale, ha controllato 4 sale giochi, all'interno delle quali sono state identificate 30 persone.

 

Pubblicato in Cronaca Modena
Giovedì, 12 Dicembre 2019 14:15

Bloccata borseggiatrice durante il mercato in Ghiaia

La vittima, molto meno disattenta di quel che sembrava, si è accorta però della manovra e ha afferrato la giovane ladra per un braccio bloccandola e recuperando il portafoglio. 
E' stata aiutata da un agente di Polizia Locale in servizio di sorveglianza nella zona Piazza Ghiaia che è intervenuto a supporto della derubata accertando i fatti e accompagnando la borseggiatrice presso il Comando di via Del Taglio
 
La donna B.S., una venticinquenne di origine bulgara, è stata denunciata a piede libero per tentato furto aggravato e il portafogli, che conteneva due carte di credito e contanti per circa 140 €, è stato restituito alla legittima proprietaria. 
In un periodo dove i borseggiatori, approfittando del maggior afflusso di gente in centro nei negozi e nei vari mercati hanno intensificato la loro attività, la Polizia Locale ha messo in campo energie e uomini a contrasto dei reati predatori presidiando le zone di maggior densità di utenza con la volontà di contrastare un fenomeno tanto più odioso se si considera che colpisce le persone più indifese vulnerabili, non di rado anziane.
 
“Il Corpo di Polizia Locale sta profondendo ogni sua energia - ha dichiarato il comandante Roberto Riva Cambrino - per garantire lo svolgimento delle iniziative natalizie. Il momento degli acquisti e dei mercati e per noi l’occasione di espletare la vigilanza sulla correttezza dello svolgimento dei mercati ma anche e soprattutto di vigilare sulle presenze indesiderate dei borseggiatori e truffatori che approfittano della calca per derubare i clienti di bancarelle e negozi.”
 
Il Comando di via Del Taglio raccomanda di prestare sempre grande attenzione, soprattutto nei luoghi a forte frequentazione e sugli autobus conservando soldi e portafogli in modalità di sicurezza per non attirare l'attenzione dei malintenzionati, e di segnalare alla polizia locale e alle forze di Polizia dello Stato ogni comportamento che desti allarme o sospetto.
L’assessore alla Sicurezza Cristiano Casa ha dichiarato:" La sicurezza nei luoghi tradizionali del commercio va garantita e questo episodio deve confortare la cittadinanza sul fatto che il lavoro quotidiano della Polizia Locale é orientato ad assicurare a tutti maggior tranquillità e poter godere delle realtà commerciali e culturali cittadine. Non dimentichiamo, infatti, che il mercato per sua natura é luogo tradizionale di aggregazione e l’attività della Polizia Locale é connaturata al luogo. Gli agenti  del nucleo specialistico vigileranno sui fenomeni delinquenziali costantemente. La loro presenza è un segnale tangibile per i residenti e i commercianti su cui poter contare per la loro attività di presidio, controllo e pattugliamento. Il mio ringraziamento a tutti gli Agenti ed al loro impegno quotidiano per la nostra città”.
Pubblicato in Cronaca Parma

Per avere una città pulita serve la collaborazione di tutti i cittadini, purtroppo una minoranza di persone poco civili continua a non rispettare le regole, sporcando la città. Il Comune di Parma pubblica un altro video che ritrae lo spiacevole fenomeno degli abbandoni abusivi di rifiuti, in questo caso le immagini si riferiscono alla Eco Station di Borgo Felino.
 
La stretta sull’abbandono abusivo di rifiuti nel Comune di Parma arriva dall'occhio vigile delle telecamere. Tale attività coordinata dalla Polizia Locale prevede controlli continui attraverso il sistema di videosorveglianza e attraverso gli interventi sul campo degli operatori di Polizia Locale e degli ispettori IREN. Diversi soggetti che hanno abbandonato rifiuti sono stati identificati e sanzionati.

"Continueremo a pubblicare le immagini di coloro che sporcano la nostra città e a sanzionarli. Non smetteremo di intervenire su questi incivili con rigore e fermezza. Tutti noi siamo chiamati ad attivarci segnalando chi non rispetta Parma. La Polizia Locale è in ascolto e a disposizione. In tutte le zone della città purtroppo vengono segnalati abbandoni di rifiuti " ha sottolineato l'Assessore alla Sicurezza Cristiano Casa.

Oltre 400 eventi tra spettacoli mostre e incontri. L’assessore Guerra “Con Parma2020 abbiamo imparato che cosa vuole dire lavorare insieme, mettendo in relazione ambiti diversi, che potrebbero sembrare distanti dai temi culturali”

Articolo di Chiara Marando - 

Una presentazione in grande stile questa mattina a Milano per Parma 2020 Capitale Italiana della Cultura. Ad aprire gli interventi, l’iconico filmato rappresentativo della ragazza in giallo che visita le vie del centro storico cittadino, ammirandone le bellezze artistiche, architettoniche e soffermandosi ad assaporare le eccellenze del territorio. Un omaggio a Bertolucci, ripreso anche nel cortometraggio che ripercorre il territorio della provincia, con richiami evidenti ai film del regista, attraverso immagini, riprese e dialoghi originali.

Sul palco, il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti, il Presidente della Regione Emilia Romagna Bonaccini, Alessandro Chiesi, Presidente “Parma, io ci sto” e del Comitato per Parma 2020, il designer Erik Spiekermann, che ha ideato concept grafico e logo ufficiale Parma 2020.

“La parola chiave di Parma 2020 è “capacità di custodire” il nostro patrimonio preservandolo nel tempo – ha dichiarato il sindaco Pizzarottiquello che desideriamo mettere in evidenza e far risaltare è il valore culturale in termini di identità, ovvero quello che siamo e quello che potremmo essere.

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_62.jpg

“Per noi questo riconoscimento rappresenta una opportunità per iniziare un viaggio – ha aggiunto Alessandro Chiesi, Presidente “Parma, io ci sto” e del Comitato per Parma 2020 – una occasione sia sul piano strategico sia su quello culturale. Ci siamo poi fortemente impegnati per dare vita al Comitato Parma 2020 a sostegno del raggiungimento degli obiettivi e della realizzazione del programma, mobilitando tutte le energie della città e sperimentando così un nuovo modello di collaborazione pubblico-privato e un metodo di lavoro che auspichiamo prosegua ben oltre il 2020”.

“Parma è la prima provincia italiana con 44 prodotti IGP e DOP prosciutto e parmigiano da soli valgono 2 miliardi e 970 milioni ha industrie che l’hanno resa famosa nel mondo – ha voluto sottolineare il presidente della Regione Bonaccini È un bene per tutti che Parma abbia fatto squadra con le imprese, le istituzioni, i territori vicini di Piacenza e Reggio. Sono state superate differenze anche politiche e questo sarà un bene per tutto il territorio. L’idea è quella di una Emilia Romagna aperta al mondo. Ed ora quello che dobbiamo fare è investire nel sapere, questa è la nostra missione per il futuro”.

Quello proposto in occasione di Parma2020 è un calendario con oltre 400 eventi tra spettacoli, mostre, incontri, ma anche aziende aperte e restauri che riporteranno alla città alcuni importanti monumenti, come l’Ospedale Vecchio, la chiesa di San Francesco e l'ex monastero di San Paolo.

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_134.jpg

Con Parma2020 abbiamo imparato che cosa vuole dire lavorare veramente insieme, mettendo in relazione ambiti diversi, che potrebbero sembrare distanti dai temi culturali – ha concluso l’Assessore alla Cultura Michele Guerra - Oggi abbiamo un programma che lega il tessuto culturale della città, fatto di una visione condivisa e sguardi che sapranno aiutare Parma a sentirsi fulcro di esperienze e azioni internazionali”.

IL PROGRAMMA

Il programma generale di Parma 2020 ha come nucleo fondante il Dossier di candidatura, dal quale si sono poi sviluppate una serie di azioni da parte di città e territorio, sotto il comune denominatore "La cultura batte il tempo".

Il Programma generale della Capitale della Cultura è composto da: Il Dossier di candidatura e gli eventi speciali; L’energia del territorio; Il programma dell’Università di Parma; Emilia 2020.

QUI IL CALENDARIO COMPLETO DEGLI EVENTI: https://parma2020.it/it-IT/Il-calendario-di-Parma-2020.aspx 

Galleria foto Francesca Bocchia

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_143.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_140.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_129.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_112.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_99.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_96.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_93.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_84.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_82.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_80.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_66.jpg

 

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_58.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_57.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_48.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_43.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_41.jpg

CONFERENZA_STAMPA_NAZIONALE_PARMA_2020_MILANO_2019_34.jpg

 

Pubblicato in Cronaca Parma

Domenica 1 dicembre si celebra la Giornata Mondiale contro l’Aids. In Emilia-Romagna in 10 anni quasi dimezzati i nuovi casi di Hiv tra i residenti, scesi a 220 nel 2018. Fondamentali la prevenzione e la diagnosi precoce. Diverse iniziative in città e provincia.

In Emilia-Romagna sono sempre meno le persone che contraggono l’infezione da Hiv: dal 2009 al 2018, le nuove diagnosi tra i cittadini residenti sono quasi dimezzate, passando da 418 a 220 e mettendo a segno, quindi, un -47%. Calo che si è fatto ancor più rilevante negli ultimi anni, considerando che nel 2015 i nuovi casi erano 291, scesi a 285 nel 2016 e arrivati, appunto, a 220 (171 uomini e 49 donne) nel 2018, con un’incidenza del 4,9% ogni 100mila abitanti. Fondamentali sempre la prevenzione e la diagnosi precoce. Le nuove diagnosi di Hiv nel 2018 sono state: 31 a Reggio Emilia (incidenza 5,8 ogni centomila abitanti); 40 a Bologna (incidenza 3,9); 17 a Ferrara (incidenza 4,9); 17 a Forlì-Cesena (incidenza 4,3); 34 a Modena (incidenza 4,8); 27 a Parma (incidenza 6,0); 6 a Piacenza (incidenza 2,1), 18 a Ravenna (incidenza 4,6); 30 a Rimini (incidenza 8,9).

La diagnosi precoce consente di attivare tempestivamente cure efficaci, invece il 60% delle persone che scoprono per la prima volta di essere sieropositive lo fa nella fase avanzata dell’infezione, o quando è già in Aids conclamato. Per questo la Regione continua a insistere sulla necessità di informare e sensibilizzare i cittadini e lo fa con la campagna “Proteggersi sempre, discriminare mai”: comunicazione social, manifesti, video per coniugare l’attenzione alla prevenzione con l’impegno a contrastare il pregiudizio nei confronti delle persone sieropositive o malate di Aids. Al suo fianco ci sono le Aziende sanitarie e leassociazioni di volontariato, che per la giornata del 1 dicembre hanno programmato iniziative e incontri su tutto il territorio: in molte piazze medici e infermieri del Servizio sanitario regionale saranno a disposizione per eseguire gratuitamente il testattraverso un tampone salivare o con una semplice puntura sul dito, naturalmente in forma anonima. 

I dati, elaborati dal Servizio Prevenzione collettiva e Sanità pubblica della Regione Emilia-Romagna, fotografano la situazione dello scorso anno e dell’arco temporale 2006-2018. Esaminando l’intero periodo di sorveglianza sanitaria, tra le persone sieropositive il 74% è maschio, il 32% ha dai 30 ai 39 anni, il 69% è italiano. La classe di età più colpita è quella tra i 20 e i 49 anni (78%), i casi di sieropositività sono invece modesti tra i più giovani e negli ultracinquantenni. L’incidenza tra i maschi è 11,8 casi ogni centomila abitanti, tra le femmine è 4,0. Le persone straniere con Hiv sono poco meno di un terzo del totale (31%), sensibilmente più giovani rispetto agli italiani e prevalentemente di sesso femminile. La modalità di trasmissione principale (90% nel 2018) è quella sessuale. Il 50% di tutti i casi è dovuto a trasmissione eterosessuale e purtroppo la percezione del rischio tra gli eterosessuali è molto bassa: solo il 14% dei sieropositivi l’ha dichiarata come motivazione del test di diagnosi. Le persone giuntetardi alla diagnosi lo scorso anno sono state 132: il 60% dei nuovi casi; in particolare, al momento della diagnosi il 37% delle persone era già in Aids o in una fase molto avanzata dell’infezione. I residenti in Emilia-Romagna che hanno sviluppato la malattia conclamata, quindi l’Aids, sono stati 47 nel 2018 (61 nell’anno precedente).

Ecco le iniziative in programma domani, sabato 30 novembre in città e in provincia.

A REGGIO EMILIA

-test rapido al dito per hiv dalle ore 10 alle ore 18 all’Urp (Punto Arcobaleno) in via Farini 2/1;

-test rapido salivare per hiv dalle ore 9 alle ore 11.30 presso il Serdp padiglione Tanzi, via Amendola 2;

-test rapido salivare per hiv dalle ore 9 alle ore 11.30 presso il Sertdp Bassa Soglia via Bocconi 2/4;

-test completo per hiv, sifilide, epatite c dalle ore 9 alle ore 13 presso l’ambulatorio delle malattie infettive, Padiglione di Malattie infettive, ospedale Santa Maria Nuova; 

-test completo per hiv, sifilide, epatite c dalle ore 9 alle ore 12 presso i Poliambulatori Ausl viale Monte San Michele 8/a.

IN PROVINCIA

offerta del test hiv, distribuzione dei volantini relativi all’iniziativa e di materiale informativo e couselling presso i Sertdp della provincia: Guastalla, via Circonvallazione,29; Correggio via Campagnola,2; Montecchio, via Giuseppe Saragat, 11; Castelnovo Ne’ Monti, via Roma, 125/b orari: 9-11.30.

Per il test rapido: risposta in 20 minuti, per il test completo: prelievo di sangue con risposta da ritirare dopo 7 giorni. Per maggiori informazioni: www.helpaids.it portale ER Salute http://salute.regione.emilia-romagna.it/aids

Locandina_AIDS.jpg

 

 

L’appuntamento di oggi, all'Auditorium Paganini di Parma per l'inaugurazione dell'anno accademico 2019-2020 dell'Università di Parma, si è aperto alle 11 con l’ingresso del corteo accademico e con gli interventi musicali del Coro Universitario “Ildebrando Pizzetti”, diretto da Ilaria Poldi. 

Dopo i saluti del Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, del Sindaco di Parma Federico Pizzarotti e del Presidente della Provincia di Parma Diego Rossi, sono intervenuti il Rettore Paolo Andrei, il Presidente del Consiglio degli Studenti Yuri Ferrari e la Presidente del Consiglio del Personale tecnico amministrativo Rita Ollà.

Ospite d'eccezione il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, accolto al suo arrivo con entusiasmo. 

La prolusione è stata dedicata al tema dello sviluppo sostenibile. A tenerla Enrico Giovannini, Professore ordinario di Statistica economica e portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), intervenuto sul tema Salvare il pianeta e salvare l’umanità. Utopia o dovere morale? Anche il capo dello Stato è intervenuto sul tema del cambiamento climatico e della sostenibilità ambientale. 

 

Foto a cura di Francesca Bocchia 

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_178.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_170.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_167.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_165.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_155.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_153.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_132.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_125.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_112.jpg

 

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_101.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_98.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_89.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_81.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_72.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_59.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_41.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_28.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_13.jpg

INAUGURAZIONE_ANNO_ACCADEMICO_19_20_UNIPR_PRES_REPUBBLICA_MATTARELLA_PARMA_2019_7.jpg

Pubblicato in Cronaca Parma

Giornate intense per gli Operatori della Questura di Parma, coadiuvati da personale dell’unità Cinofila di Bologna, Reparto prevenzione Crimine di Reggio Emilia, operatori della Polizia Municipale durante i controlli straordinari del territorio svolti negli ultimi giorni al fine di contrastare il fenomeno di spaccio di sostanze stupefacenti nei Parchi Pubblici della città Parma, nel centro cittadino, e per il contrasto dell’immigrazione clandestina. 

Sono stati effettuati controlli nel Parco Ducale e nel Parco Nord, nonché nel centro cittadino, nelle zone di piazza Ghiaia e del Battistero che hanno portato al rinvenimento di diverse quantità di sostanze stupefacenti nascoste tra le siepi ed in alcuni viali dell’Oltretorrente

Nel Parco Nord sono state rinvenute gr. 103.,7 di sostanza stupefacente tipo Hashish e gr. 268,2 di sostanza tipo Marijuana., nell’oltretorrente circa 55 grammi di Marijuana.

I controlli effettuati portavano all’identificazione di 72 persone e 48 veicoli.

Contestualmente sono stati controllati due cittadini stranieri irregolari e particolarmente pericolosi.

Uno di origini Marocchine 98’, pluripregiudicato, già gravato da diverse condanne per reati contro la persona e il patrimonio. Nel dettaglio aveva compiuto in passato gravi rapine nel centro cittadino di Parma. Per tutti questi motivi è stato sottoposto all’Ufficio Immigrazione che gli ha notificato l’espulsione dal territorio nazionale, con accompagnamento al cpr di Potenza pericolosità sociale. Il tutto in attesa del suo effettivo allontanamento dall’Italia.

Espulsione per pericolosità sociale anche nei confronti di un Senegalese classe 93’, sempre rintracciato da equipaggi delle volanti in questo centro cittadino, gravato da numerose condanne per rapine ed altri reati contro il patrimonio.  Quest’ultimo è stato sottoposto all’espulsione dal t.n. per pericolosità sociale, con accompagnamento al cpr di Bari.

Pubblicato in Cronaca Parma

Gli introiti del tradizionale appuntamento che si svolge tutti gli anni a Montecavolo consentiranno di acquistare un monitor e un ecografo utili per la cura dei pazienti in Dialisi.

Un monitor in grado di misurare molteplici parametri vitali, la pressione arteriosa, la frequenza cardiaca e la saturazione di ossigeno del sangue per i pazienti dializzati e un ecografo a infrarossi per visualizzare meglio le vene, utile agli infermieri di Dialisi per effettuare la venipuntura con maggiore precisione. Questi sono gli strumenti che saranno acquistati dall’Ausl IRCCS di Reggio Emilia per il reparto di Nefrologia e Dialisi del Santa Maria Nuova grazie agli 11mila 850 euro raccolti in occasione della “Sagra dal Scarpasoun” e donati dall’azienda reggiana “Nonna Lea-Nonno Pepi” che organizza il tradizionale appuntamento.

Ad accogliere e ringraziare i titolari dell’azienda, la signora Adriana Giberti e i figli Eleonora e Patrick Benassi, sono stati il direttore generale dell’Ausl Fausto Nicolini e l’équipe medica e infermieristica della struttura complessa di Nefrologia e Dialisi con il direttore Mariacristina Gregorini.

Il direttore Nicolini ha ringraziato sottolineando la sensibilità che questa famiglia ha da anni nei confronti dell’attività dell’Ausl e il grande valore che hanno iniziative come questa a testimonianza della vicinanza della comunità reggiana al Servizio di Sanità pubblica.

Nella nostra Provincia le persone che hanno bisogno di dialisi sono attualmente 353: di queste, 144 la effettuano al Santa Maria Nuova, 161 presso i cinque Centri Dialisi presenti sul territorio, uno in ciascun Ospedale della Provincia (cosiddetti CAL o “Centri Dialisi ad Assistenza Limitata”), tutti afferenti alla Struttura Complessa di Nefrologia e Dialisi del Santa Maria Nuova; altri 48 pazienti effettuano la dialisi peritoneale, una metodica dialitica che permette il trattamento a domicilio. I pazienti dializzati sono avviati al percorso di Trapianto renaletutte le volte che le condizioni cliniche lo consentono; nel 2019 hanno ricevuto il trapianto renale 21 cittadini residenti nella nostra Provincia e 175 sono le persone già portatrici di trapianto renale seguite nel Centro.

La Nefrologia e Dialisi è dotata inoltre di 14 posti letto di degenza per la cura delle malattie renali ed effettua una intensa attività ambulatoriale sia al Santa Maria Nuova che in tutto il territorio provinciale per la prevenzione e la cura delle nefropatie.

Pubblicato in Cronaca Parma

I volontari impegnati in questi giorni in via del Taglio nella realizzazione degli anolini solidali. 

E’ la città più bella quella che in questi giorni si sta alternando ai taglieri nella sede della Protezione Civile per produrre gli anolini solidali che contribuiranno a migliorare le condizioni di cura dei pazienti del Nuovo Centro Oncologico. Fra Parma e provincia più di 1600 volontari di ogni età e provenienza, impastano nuove amicizie e le materie prime, tutte donate da Conad Centro Nord. 
Gli anolini si potranno comprare sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre: a Parma sotto i Portici del Grano, sabato dalle 16 alle 20, domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20; a Fidenza in piazza Garibaldi sabato 10-13, 15-18 e domenica 10-13; a Noceto nella piazza principale sabato dalle 17 e domenica dalle 10 per tutta la giornata; nei punti vendita Conad di Parma, Fidenza e Noceto. Sempre fino ad esaurimento.

Di carne o formaggio, gli anolini di Parma Facciamo Squadra saranno in vendita in pacchi da un chilo, surgelati e in borsa termica. 

Chi comprerà un pacco da un chilo al costo di 30 euro, in realtà ne donerà 120 perché Barilla, Chiesi Farmaceutici e Fondazione Cariparma aggiungono un euro ciascuno, quadruplicando l’importo donato.

volontari_parma_anolinisolidali00021.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00020.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00019.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00018.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00017.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00016.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00015.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00014.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00013.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00012.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00011.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00009.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00008.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00007.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00006.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00005.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00004.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00003.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00002.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00001.jpg

volontari_parma_anolinisolidali00000.jpg


Forum Solidarietà – Centro Servizi per il Volontariato in Parma 
www.forumsolidarieta.it  0521.228330

 

Pubblicato in Cronaca Parma
Giovedì, 28 Novembre 2019 15:15

Si illumina il centro storico di Modena

Modenamoremio, società di promozione del centro storico di Modena, dà il via a un ricco programma di attività per scoprire le meravigliose atmosfere del centro durante il periodo delle festività natalizie.

Domani, venerdì 29 novembre, alle ore 17.30 si accenderanno le tradizionali luminarie con partenza da Piazza xx settembre. Scortati dalla marching band Bandessa ci si dirigerà verso Piazza Grande, Piazzetta delle Ova, Piazza Roma e si concluderà presso la rotonda di Piazzale Natale Bruni. Gli abeti luminosi posizionati in ciascuna Piazza sono sostenuti rispettivamente daBanco BPM, BPER Banca, Ing. Ferrari spa, Usco e Marchio Tradizione e Sapori di Modena. Come negli ultimi due anni, anche grazie al prezioso contributo del Gruppo HERA, le luci del centro città rimarranno accese fino al 31 gennaio 2020 in occasione delle fiere di Sant’Antonio e di San Geminiano. Un ringraziamento particolare va all’Amministrazione Comunale e ai commercianti del centro storico che sono riusciti a prolungare l’allegro clima di festa così da rendere più sicura e accogliente la città nel mese di Gennaio.

Sempre domani verranno inaugurate due installazioni firmate Lunati Manufacturing. La prima “Il Natale vien da sotto” sarà allestita al centro di Piazza xx settembre mentre la seconda #teniamocipermano comparirà nella rinnovata Piazza Mazzini. Saranno due allestimenti creativi che attireranno la curiosità di tanti modenesi e non solo. Invitiamo tutti i visitatori a condividere i propri scatti sulla pagina Facebook e Instagram di @modenamoremio.

Sabato 30 novembre, invece, per il tredicesimo anno consecutivo, torna a grande richiesta il Trenino di Natale. L’inaugurazione ufficiale avverrà alle ore 17 alla presenza di autorità e sponsor. Quest’anno il capolinea è in Piazza Grande. Il trenino sarà attivo tutti i giorni fino al 6 gennaio, escluso il 25 dicembre e il 1 gennaio (orario: 9.30 - 12.30 e 15.30 - 19.30).

Durante le mattine dei giorni feriali, fino al 20 dicembre, il mezzo sarà a disposizione delle scuole. Come lo scorso anno, i bambini fino a 12 anni pagheranno 1 euro e gli adulti 2 euro. Parte dei fondi raccolti saranno donati ad AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla)

Novità: Domenica 1 e 8 dicembre Massimo Olivieri Fotografo scatterà il vostro ricordo di Natale che grandi e piccini potranno ritirare gratuitamente presso il suo negozio in via Albinelli 52!

Ringraziamo per il sostegno Marchio Tradizione e Sapori di ModenaGruppo Cremonini,Roadhouse, GB Ricambi Group e Banco BPM.

A seguire, verso le ore 18, sarà inaugurata anche l’Accademia del ghiaccio in Piazza Roma: 400mq da pattinare per un’emozionante e imperdibile esperienza dedicata a tutta la famiglia. La pista sarà aperta tutti i giorni fino al 2 febbraio 2020 (orari e costi su www.modenamoremio.it).

Obbligatoria la prenotazione per le scuole e i gruppi superiori alle 10 persone (Clarissa 3332396770) così come per le lezioni di pattinaggio (Catia 3382342204).

Il programma e l’elenco completo dei negozi associati a Modenamoremio, che contribuiscono ad arricchire il centro della nostra città, sono consultabili anche su www.modenamoremio.it

Si ringrazia per il sostegno e il patrocinio il Comune di Modena.

Pubblicato in Cronaca Modena
Pagina 1 di 243