Visualizza articoli per tag: Territorio Tizzano VP

I lavori nel comune di Tizzano Val Parma: l’intervento ha previsto l’installazione di una barriera di sicurezza per risolvere il problema della scarsa sicurezza per il traffico veicolare

Parma, 25 ottobre 2019 – Un prezioso ed essenziale contributo per la messa in sicurezza del territorio montano dell’Alta Val Parma. Il Consorzio della Bonifica Parmense ha realizzato i lavori di sistemazione idrogeologica della strada di bonifica Fontanafredda-Treviglio, nel comune di Tizzano Val Parma. L’intervento, realizzato dai tecnici specializzati della Bonifica lungo la strada che si snoda dalla località Treviglio, in direzione di Tizzano, fino all’incrocio con la località Fontanafredda, ha permesso di risolvere il problema della scarsa sicurezza del tratto per il transito dei veicoli, dovuto alla mancanza di una adeguata barriera di protezione.

I lavori, per un importo di circa 10 mila euro, hanno previsto il consolidamento e l’allargamento della banchina stradale di valle attraverso la realizzazione di una palizzata in legname di sottoscarpa per consentire l’installazione di una barriera di sicurezza idonea. Al termine dell’intervento si è provveduto inoltre a regolare il deflusso delle acque superficiali, mediante la riapertura delle cunette laterali di scolo a cielo aperto.

PR-Bonifica_Tizzano-Foto-Lavori-conclusi_1.jpg

 

Di Valentina Carpin - Domenica 4 agosto a Schia, dalle 11 alle 18, nel cuore del Parco dei Cento Laghi, si è svolta la quinta edizione di Skia Sport Day, manifestazione organizzata dai Parchi del Ducato e l’Associazione Pro Schia – Monte Caio, con il patrocinio del Comune di Tizzano Val Parma, Comune di Parma e Provincia di Parma.

La giornata è stata interamente dedicata alla promozione di varie discipline sportive, ad esempio Karate, Tiro con l’arco e Rugby, ma anche Yoga, massaggi e minigolf, con dimostrazioni e prove dirette rivolte al pubblico coordinate da istruttori qualificati. Di seguito alcuni scatti che ritraggono i momenti più significativi della giornata.

Foto e gallery di Valentina Carpin

PR-SKIA-sport-4ago19-PHOTO-2019-08-05-08-32-47 2.jpg

 

 

Pubblicato in Sport Parma

Destinati alle strade provinciali di Tizzano e Corniglio colpite dagli eventi atmosferici della primavera 2013. Soddisfatti Fritelli e Serpagli. "E' il contributo più alto rispetto alle altre Province."

Parma, 14 febbraio 2017

La Giunta Regionale, su proposta dell'Agenzia regionale per la Protezione civile, ha deliberato di assegnare 830 mila euro alla Provincia di Parma per far fronte alle conseguenze degli eventi alluvionali e ai dissesti idraulici e idrogeologici della primavera 2013, per cui era stato dichiarato a suo tempo lo stato di emergenza.

Con la delibera 123/2017, è stata quindi approvata la rimodulazione degli interventi, che ha tenuto conto delle segnalazioni degli enti locali, e che comprende 25 interventi sul patrimonio pubblico per un totale di 1.782 mila euro complessivi sui territori delle Province di Piacenza, Parma, Reggio e Modena.
Soddisfatto il Presidente della Provincia di Parma Filippo Fritelli, che sottolinea: "E' il contributo di gran lunga più alto rispetto alle altre Province; infatti a Reggio sono andati 220 mila euro, a Modena 222 mila e a Piacenza 510 mila."
E il Delegato alla Viabilità Serpagli spiega: "Con questi finanziamenti potremo finalmente mettere in sicurezza una parte importante della viabilità della Val Parma. Anche la Provincia farà la sua parte, con un co - finanziamento di 110 mila euro. "

Nel Parmense, gli interventi finanziati riguardano: la Sp 74 Bosco – Berceto in località Sillara, la Sp 84 del Carobbio e la Sp 115 di Reno, nei territori dei Comuni di Corniglio e Tizzano, che vedranno la Provincia di Parma come soggetto attuatore e co- finanziatore; gli interventi sulla ex Sp di Marra (comune di Corniglio) la strada de Bocconi in località Casglavana e Capriglio, le strade dei Lavioni, di Pietta, di Borghetto in Reno, (Comune di Tizzano), oltre ad opere strutturali di consolidamento e manutenzione straordinaria di opere di drenaggio profondo dell'abitato di Tizzano capoluogo, che saranno attuate dall'Agenzia regionale di Protezione civile.

In allegato la tabella completa.


Provincia di Parma - Ufficio stampa
Tel. 0521 931 583 
www.provincia.parma.it  - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Martedì, 11 Agosto 2015 17:10

Skia Rock Fest

Domani, mercoledì 12 agosto, torna la grande Skia Rock Fest: musica e divertimento ad ingresso gratuito. -

Parma, 11 agosto 2015 -

Birra, salsicce e buona musica!!

Quest'anno saranno ben 3 i gruppi ad esibirsi in quello che sarà una edizione molto "Rock and Roll"!!

Dalle ore 19: PUNTO RISTORO attivo con panini, salsicce, arrosticini, patatine, torte e birra a fiumi!

LIVE MUSIC Line-Up

h 19.30 FROM LIFE TO LOVE
h 21 THE FIFTIES
h 23 PAUL MAD GANG

E a seguire se non siete ancora stanchi.... SUPER DJ SET presso il RIFUGIO di Schia

Evento organizzato da: Associazione Pro Schia - Monte Caio

Con il patrocinio di: Comune di Tizzano Val Parma

In collaborazione con: Rifugio di Bonfanti Franco - Chalet Pian della Giara - Camping Schia - Baita Pian delle Guide - Doriano Sport - Caio Riders Snowboard Club (official store @ Skia Rock Fest)
Grazie per la disponibilità a: CRI Comitato di Tizzano val Parma, AVIS Lagrimone, PD Tizzano.

www.schiamontecaio.it

SKIAROCKFEST2015 intera rid

Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Lunedì, 04 Maggio 2015 11:53

Aperta la pesca al Lago Ballano e ai Lagoni

Aperta la pesca nel Parco dei Cento Laghi (lago ballano e Gemini) nell' Appennino Parmense. Le modalità per ottenere il tesserino regionale o stagionale. -

Parma, 4 maggio 2015 -

Aperta ieri la pesca nei Laghi a Regolamentazione Speciale, Lago Ballano (Monchio delle Corti-PR) e Laghi Gemini (Lagoni, Corniglio-PR) (si ricorda che ai sensi dei regolamenti vigenti "E' vietata la pesca nei laghi ghiacciati o parzialmente ghiacciati").
La pesca nei Laghi Gemini e nel Lago Ballano è consentita ai pescatori muniti di licenza di pesca sportiva in corso di validità (art. 14 LR 11/2012) e del tesserino regionale di pesca controllata per la registrazione delle catture di salmonidi e timallidi di cui all'art. 15, comma 1 della L.R. 11/2012 ed è necessario anche un tesserino giornaliero e/o stagionale rilasciato dall'Ente Parco (o da altro soggetto cui il Parco abbia delegato tale servizio), a fronte di un contributo per il rimborso spese amministrative.

Il tesserino stagionale consente di praticare attività di pesca sportiva nei Laghi Gemini (Superiore e Inferiore) e Ballano per tutta la stagione di pesca 2015.
Il rilascio del tesserino stagionale comporta il versamento di un contributo a titolo di rimborso delle spese amministrative, secondo le seguenti modalità:
Euro 60,00 per i residenti nei Comuni del Parco (Monchio delle Corti, Corniglio e Tizzano Val Parma)
Euro 70,00 per i residenti fuori dai Comuni del Parco ma soci (anno 2014) delle SPS "Fario" o "I Cannisti Val Parma";
Euro 90,00 per tutti coloro che non risiedono nei comuni sopraccitati e che non sono soci delle SPS.
Sconto del 50% rispetto alla categoria di appartenenza di cui sopra, per i disabili ed invalidi (con patologie diverse dalla deambulazione limitata) previa presentazione di certificato medico;
Gratuito solo per i disabili a deambulazione limitata previa presentazione di certificato medico.

Per richiedere e ottenere il Tesserino Stagionale 2015 sarà sufficiente eseguire 3 semplici operazioni:
1. effettuare un versamento sul c/c bancario del Parco;
2. compilare e firmare un'autocertificazione (Modulo 1), disponibile presso gli uffici del Parco a Giarola, Monchio delle Corti e Corniglio (0521-802688) ed è scaricabile da internet al seguente link www.parchidelducato.it/page.asp?IDCategoria=273&IDSezione=1247&ID=501961

3. recapitare al Parco il "Modulo 1" compilato, insieme alla ricevuta del versamento postale.
Il tesserino giornaliero consente di praticare la pesca in uno dei due laghi a Regolamentazione Speciale a scelta del pescatore (Lago Ballano o Laghi Gemini).
Il rilascio del tesserino giornaliero comporta il versamento di un contributo a titolo di rimborso delle spese amministrative sostenute, secondo le seguenti modalità:
Euro 10,00, per chi intende trattenere il numero di capi giornalieri consentiti;
Euro 5,00 per chi pratica pesca No Kill, per i ragazzi di età inferiore ai 14 anni, per gli adulti di età superiore ai 65 anni (previa esibizione di un documento d'identità).
Sconto del 50% per i disabili ed invalidi (con patologie diverse dalla deambulazione limitata) previa presentazione di certificato medico;
Gratuito solo per i disabili a deambulazione limitata previa presentazione di certificato medico.

Il tesserino giornaliero potrà essere acquistato dal pescatore in qualsiasi data nei punti vendita di seguito indicati:

NEGOZI DI PESCA E SPORT
- Bonpensieri Tutto per la Pesca Sportiva (Parma) – Tel: 0521980875.
- Fishing & Adventure (Parma) – Tel: 0521986895.
– Ingropesca snc (Parma) – Tel. 05211710754.
– Armeria "Il Torrione" (Collecchio) – Tel. 331-8554232.
– Pesca Sport (San Polo d'Enza, RE) – Tel. 0522-241213

ESERCIZI COMMERCIALI
- Bar-paninoteca "Il Baretto" (Loc. Licciana Nardi – MS) – Tel: 0187475040.
- Bar Walter (Loc. Rigoso di Monchio delle Corti – PR) – Tel: 0521890143.
- Chiosco al Lago Ballano (Loc. Lago Ballano, Trefiumi di Monchio delle Corti – PR) – Tel: 0521-899015.
- Edicola tabaccheria di Bruno Stefano (Palanzano) – Tel. 0521897233
- Rifugio Lagoni (Loc. Lagoni di Corniglio – PR) – Tel: 0521889118.
- Alimentari Ablondi Mina (Loc. Beduzzo di Corniglio – PR) – Tel. 3335306342
- Alimentari Superchi Stefania (Corniglio – PR) – Tel. 0521881235
- Alimentari Pasquinelli (Loc. Bosco di Corniglio – PR) – Tel. 3939406771-3472996338

UFFICI DEL PARCO DEI CENTO LAGHI:
Monchio delle Corti - Tel: 0521896618, Corniglio – Tel: 0521880363 – Giarola (Collecchio) 0521/802688.

Due cantieri ultimati, quattro in corso d’opera. 260mila euro l’investimento. Nel comune di Tizzano finanziati e realizzati lavori per 1,7 mln di euro -

 

Parma, 28 marzo 2014 -

 

Nelle scorse settimane abbiamo presentato il censimento delle emergenze che si sono verificate nei primi due mesi dell’anno, un elenco che sfiora i 9 mln di euro. Ci siamo impegnati a reperire le risorse e cominciare a progettare interventi secondo le priorità definite. Oggi diamo una prima risposta ai cittadini”. Andrea Fellini non esita a dire che l’impegno della Provincia di Parma è quello di continuare a lavorare anche se la riforma votata al Senato non lo soddisfa per niente. Ne parlerà rispondendo alle domande dei giornalisti a margine della conferenza stampa tenuta questa mattina sui lavori realizzati e in corso. “Non mi sento un costo, ma una risorsa per la società e continueremo fino all’ultimo – dice presentando il primo pacchetto di interventi per complessivi 260mila euro.

Ne fanno parte i due interventi appena ultimati sulla sp 21 che collega Borgotaro a Bardi, e sulla sp 308R di fondovalle Taro quelli in dirittura finale sulla sp 87 a Anzola (40mila euro) e sulla s.p. 3 di Borgonovo, dove si sono verificati cedimenti di muri di sostegno e scarpate stradali. Altri due sono partiti nel Tizzanese, a Reno sulla sp 115 di Capoponte e sulla sp. 65 di Schia in località La Stalla.

“Con questi due interventi la somma investita dalla Provincia di Parma per lavori nel comune di Tizzano supera il 1 mln e 700 mila euro, al momento la cifra più consistente di quelle stanziate in un territorio comunale.– ha sottolineato FelliniQuesti primi lavori hanno importanza strategica perché in diversi casi si tratta di strade che garantiscono l’unico collegamento agevole verso centri abitati. I nostri interventi hanno la finalità di risolvere il problema in modo che non si ripresenti e anche insieme alla Regione continuiamo a ricercare i finanziamenti. Lo scorso hanno abbiamo realizzato lavori per più di 8mln di euro nonostante i profondi tagli ai bilanci”.

Sulla sp 21 si è messo in sicurezza il ponte sul rio Barzana ( ca 91mila euro) sul quale dopo un cedimento strutturate si viaggiava a senso unico alternato. Per evitarne il crollo, la Provincia ha rinforzato la struttura ad arco in pietra locale e eseguito drenaggi delle acque. Su un manufatto sulla sp 308R di fondovalle Taro si è invece dovuto demolire i giunti esistenti danneggiati a causa del maltempo per poi posarne di nuovi (33 mila euro). 

Si continua a lavorare nel comune di Bedonia sulla sp 87 a Anzola (40mila euro) e sulla s.p. 3 di Borgonovo, dove si sono verificati cedimenti di muri di sostegno e scarpate stradali che hanno provocato alcuni distacchi della carreggiata molto pericolosi per la viabilità anche a causa della caduta in alcuni tratti, dal versante di monte, di detriti di roccia sulla carreggiata.

Tale dissesti si sono recentemente accentuati rendendo difficile la transitabilità. Il progetto ( 100 mila euro su finanziamento regionale) prevede il ripristino di alcuni muri di sostegno, sistemazione delle scarpate con massi e posa di rete paramassi, drenaggi per scolo delle acque e ripristino dei cassonetti stradali con rifacimento della pavimentazione  Le lavorazioni hanno lo scopo di evitare ulteriori cedimenti che potrebbero determinare la chiusura totale della strada con aumento dei costi di ricostruzione. 

Nel tizzanese, l’intervento riguarda la sp115 di Capoponte al bivio sp84 per Carobbio, già messa a rischio dal maltempo nel 2013 e peggiorata nei primi mesi dell’anno in particolare a Reno (tratto sottostante il Cimitero frazionale) dove si è riattivata una frana. Poiché la strada costituisce una valida alternativa alla sp14, la Provincia ha predisposto un progetto di ripristino con la realizzazione di opere di regimazione delle acque e di consolidamento di versante. La durata dei lavori, consegnati l’11 marzo scorso, è di 60 giorni. L’intervento, ha un costo complessivo di 85mila euro ed è finanziato dalla Provincia di Parma, per 75mila euro dal comune per 5mila euro e 5mila dal consorzio di bonifica. 

Ed è sempre su una frana anche l’altro intervento in corso nel comune di Tizzano sulla sp. 65 di Schia in località La Stalla, uno smottamento che rischia di coinvolgere anche tutta la sede stradale con la conseguente totale interruzione del transito verso le frazioni di Musiara Inferiore e Superiore, e Schia. La Provincia di Parma ha attivato con verbale di somma urgenza un intervento con opere di ripristino e consolidamento della scarpata, di ricostruzione del corpo stradale, di raccolta e allontanamento delle acque dal corpo di frana. L’obiettivo è scongiurare il rischio di interruzione totale del transito e ripristinare la viabilità in sicurezza del tratto interessato. Il costo complessivo di 40mila euro. 

E’ anche in corso d’appalto a Bore, sulla sp 359R, l’intervento di consolidamento ( 90 mila euro) del versante con terre armate, drenaggio delle acque superficiali e ripristino struttura stradale. E’ già stato eseguito un primo intervento in autunno per drenare le acque a monte e non peggiorare la situazione.

 

 

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Parma )

 

 

Maltempo, lo stato di attenzione attivato dall'Agenzia regionale di Protezione civile terminerà domani alle 15. Interessata tutta l'Emilia-Romagna. In corso un sopralluogo a Pianaccio, sull'Appennino bolognese, colpito questa mattina da un movimento franoso -

Bologna, 4 marzo 2014 -

Terminerà domani, mercoledì 5 marzo, alle ore 15 la fase di attenzione che l'Agenzia regionale di Protezione civile ha attivato questa mattina su tutte le province dell'Emilia-Romagna per vento, pioggia, temporali, stato del mare, criticità idrogeologica e idraulica.
Secondo i dati forniti da Arpa (Agenzia regionale prevenzione e ambiente) sono previste precipitazioni intense e nevicate moderate a quote superiori ai 1.000 metri. I venti potrebbero raggiungere i 70 chilometri orari in Appennino e i 46 km/h sulla costa, con onde alte tra i 2,5-4 metri che potrebbero causare mareggiate, fenomeni di erosione costiera e difficoltà nella navigazione. L'intensità delle piogge, previste in attenuazione da domani mattina, potrebbe determinare situazioni di criticità idraulica per l'innalzamento dei livelli dei fiumi, locali smottamenti, riattivazione di fenomeni franosi e interruzioni alla circolazione stradale.
Dalla Protezione civile, che sta monitorando costantemente la situazione in accordo con Arpa, i servizi tecnici e gli enti locali, giunge la raccomandazione a tutti gli enti interessati di adottare le misure necessarie per la messa in sicurezza di persone e cose, come prevedono i protocolli e i piani d'emergenza definiti a livello provinciale e comunale.
Ai cittadini si consiglia di non sostare su moli, ponti e in prossimità di movimenti franosi e di prestare attenzione agli avvisi e alle indicazioni fornite dalle autorità locali.

 

La mappa dei dissesti


Rimarrà in vigore fino all'11 marzo l'allerta per criticità idrogeologica su tutto il territorio regionale attivata il 20 febbraio, a causa delle situazioni di dissesto ancora in atto. In queste ore funzionari dell'Agenzia regionale di Protezione civile, del Servizio tecnico di bacino Reno e del 118 stanno effettuando un sopralluogo a Pianaccio, frazione di Lizzano in Belvedere (BO), dove in mattinata un movimento franoso ha provocato l'isolamento di 24 persone.
Nel complesso sono 43 i cittadini evacuati dalle proprie abitazioni a seguito di recenti frane e dissesti nelle seguenti località: San Leo nel riminese; in provincia di Parma a Boceta di Borgo Val di Taro, Torre Chiastre (tra i comuni di Berceto e Calestano) e Tizzano, in località Pietta; Montevecchio nel comune di Cesena; Frascanera, comune di Carpineti, in provincia di Reggio Emilia.
Si registrano ancora interruzioni alla viabilità stradale, con conseguenti disagi per la popolazione, oltre a San Leo e Pianaccio, a Carpaneto piacentino (località Poiesa) e Pianello val Tidone, sempre nel Piacentino; a San Benedetto Val di Sambro, località Golfenara, provincia di Bologna; a Fanano in provincia di Modena, Carpineti in località Macchia di Colombaia, provincia di Reggio Emilia e a Neviano degli Arduini in provincia di Parma.

(Fonte: Ufficio stampa Regione Emilia Romagna)

 

Rinnovata la convenzione, Saliera: "Uno strumento eccellente per aiutare le persone". Nel 2013 il sostegno a 87 vittime o loro familiari -

Bologna, 29 gennaio 2014 -

La Regione Emilia-Romagna ha rinnovato la convenzione triennale con la Fondazione per le vittime dei reati, l'istituzione creata dalla Regione, dalle Province e dai Comuni capoluogo per dare un sostegno immediato alle vittime dei crimini dolosi di maggiore gravità.
"E' uno strumento eccellente per aiutare le persone e siamo molto grati al senatore Sergio Zavoli che svolge, fin dalla nascita della Fondazione, con passione e impegno il ruolo di presidente", spiega Simonetta Saliera, vicepresidente e assessore alle Politiche per la sicurezza della Regione Emilia-Romagna.
La Fondazione nel 2013 ha aiutato 87 persone con 34 interventi pari a 237.271 euro. "Si conferma - sottolinea Saliera - che la Regione è al fianco di chi subisce un torto e opera concretamente con risposte efficaci e tempestive".
Nello specifico, 37 delle 87 persone aiutate sono minorenni (17 ragazze e 20 ragazzi) e 50 adulti (38 donne e 12 uomini). Tenendo conto dei reati, la fattispecie maggiore di intervento ha riguardato vittime di femminicidio con 8 casi, segue quella di casi di violenza domestica (cioè maltrattamenti avvenuti all'interno della sfera familiare e affettiva) con 7 casi. Sono stati 6 sia gli interventi per sostenere familiari di vittime di omicidi sia gli aiuti a chi ha subìto una violenza sessuale, 3 i casi di sostegno a vittime di tentato omicidio, 2 di tentato femminicidio e 2 di aggressione.
Venendo, invece, alla ripartizione territoriale, 11 interventi sono stati realizzati nella provincia di Bologna per un importo complessivo di 77 mila euro (6 dal Comune di Bologna, 1 da Casalecchio di Reno, 1 da Pianoro, 1 da Monghidoro, 1 da Budrio e 1 da San Lazzaro di Savena); 7 nella provincia di Modena per 42.770 euro (3 dal Comune di Modena, 2 da Novi di Modena e 2 da Sassuolo); 3 nella provincia di Parma per un importo complessivo di 22 mila euro (1 dal Comune di Parma, 1 da Sorbolo e 1 da Tizzano Val Parma); 6 nella provincia di Reggio Emilia per 32.500 euro (2 dal Comune di Reggio Emilia e 1 rispettivamente da Rubiera, Guastalla, Castelnovo di Sotto e Rio Saliceto); 2 nella provincia di Ravenna per 15 mila euro (1 dal Comune di Ravenna e 1 dal Comune di Faenza); 2 nella provincia di Piacenza per 25 mila euro (1 dal Comune di Fiorenzuola d'Arda e 1 da Alseno); 2 nella provincia di Ferrara per un importo complessivo di 20.500 euro (1 dal Comune di Argenta e 1 da Comacchio);1 nella provincia di Forlì-Cesena per un importo complessivo di 2.500 euro (dal Comune di Civitella di Romagna).

(Fonte: ufficio stampa Regione Emilia Romagna)

 

Aveva ucciso un connazionale in una stalla ad Albazzano, nei pressi di Tizzano -

Parma, 13 dicembre 2013 -

Lo scorso 4 aprile ha ucciso un connazionale in una stalla ad Albazzano, nei pressi di Tizzano, oggi l'omicida Jaspreet Singh, 27enne cittadino indiano,
è stato condannato a 30 anni di carcere. L'assassino fu arrestato quasi subito dai carabinieri, le cause non sono mai state chiarite e forse nemmeno esistono, è stato accertato che l'omicida era completamente ubriaco al momento del gesto criminale, e forse è stato l'alcool il vero movente.
Teatro della tragedia un'azienda agricola dove i due lavoravano. La vittima Rajeev Walia, aveva 45 anni, fu stroncato da due coltellate.
L'imputato ha chiesto il rito abbreviato nel corso dell'udienza preliminare davanti al giudice Alessandro Conti, che lo ha condannato ad una pena praticamente doppia, rispetto a quella richiesta dal rappresentante dell'accusa, che ha concluso la sua requisitoria chiedendo 16 anni. Il verdetto è stato 30 anni.

Pubblicato in Cronaca Emilia
Sei gare tra la Provincia di Parma, Reggio Emilia e Modena -
 
Parma, 9 novembre 2013 -
 
Il fascino della nostra montagna, per chi non vuole praticare il più comune sci ma un modo diverso più a stretto contatto con la natura.
 
La Coppa dell'Appennino è un circuito di gare di sci alpinismo organizzato da un gruppo di volontari, appassionati della montagna e dello sci alpinismo e di alcune Associazioni Sportive a scopo dilettantistico, per promuovere sia l'attività dello sci alpinismo, sia le montagne dell' Appennino Emiliano.

Per la quarta edizione del 2014 sono state individuate un totale di 6 gare in località diverse lungo l'Appennino tosco – emiliano, che comprendono nella Provincia di Parma le località di Pratospilla, di Schia e del Lago Santo, nella Provincia di Reggio Emilia le località di Ventasso e di Febbio, e nella provincia di Modena la località di Piane di Mocogno. L'intero circuito ed ogni singola gara hanno come obiettivo principale di coinvolgere tutti gli appassionati dello sci-alpinismo, ma soprattutto tutti coloro che vogliono avvicinarsi allo scialpinismo.

Per questo motivo le caratteristiche tecniche di ogni singola gara sono diverse e variano dallo sprint in notturna alla tecnica classica individuale con passaggi alpinistici. Proprio per garantire ad un pubblico ampio la possibilità di partecipare, il circuito è aperto anche agli snowboarder. Durante ogni singola gara saranno organizzati eventi collaterali di carattere sia puramente ludico sia tecnico informativo su attrezzature e sicurezza in montagna.

Ad aprire il circuito sarà la gara di Pratospilla il 6 gennaio, con un tracciato classico di scialpinismo che comprende anche tratti alpinistici a piedi con l'obbligo di usare i ramponi. Il percorso avrà uno sviluppo di circa 15km e un dislivello positivo di circa 1300 metri e saranno previsti diversi cambi di assetto. La gara sarà individuale ed aperta a scialpinisti e snowboarder.

La Coppa dell'Appennino è organizzato da KINOMANA ASD Sezione SkiAlp di Parma, REGGIO EVENTS di Reggio Emilia, dalla SCUOLA DI ALPINISMO/SCIALPINISMO "Bismantova" delle sezioni CLUB ALPINO ITALIANO di Reggio, Sassuolo e Castelnovo Monti, dallo SCI BOLOGNA dalla SCUOLA DI SCIALPINISMO Enrico Mutti e dal CAI Parma.
Pubblicato in Sport Emilia
Pagina 1 di 2