Visualizza articoli per tag: Prima Parma

Venerdì, 03 Giugno 2022 21:27

Presentati i candidati del Popolo della Famiglia

PRESENTATI I CANDIDATI DEL POPOLO DELLA FAMIGLIA A SOSTENGO DI PIETRO VIGNALI

Sono stati presentati i quattro candidati del Popolo della Famiglia, presenti nella lista di Forza Italia a sostegno di Pietro Vignali.

Pubblicato in Politica Parma

POLITICHE PER LE DONNE, VIGNALI HA FIRMATO IL PATTO “LA CITTÀ DELLE DONNE”


“Ho firmato il patto e mi impegnerò a realizzare i punti che contiene, perché credo fermamente nella centralità della donna nella vita sociale e lavorativa, non solo in quella familiare. Per questo il nostro programma già prevede diverse misure a riguardo”.

Pubblicato in Politica Parma

PIETRO VIGNALI PATTO CON I RESIDENTI DI SAN PROSPERO: “SUBITO BYPASS STRADALE DEL CENTRO ABITATO PER ELIMINARE TRAFFICO E INQUINAMENTO”

“In attesa della realizzazione della via Emilia bis, la priorità di San Prospero oggi è realizzare un tratto di strada locale, come chiesto ripetutamente dalla popolazione in questi anni, che

Pubblicato in Politica Parma

È stata presentata l’attesissima 32° edizione del Palio delle Contrade di San Secondo Parmense in programma per il 3-4-5 Giugno 2022 patrocinata dal Comune di San SecondoRegione Emilia RomagnaA.E.R.R.S. Associazione Emilia Romagna Rievocazioni Storiche e Lions Club Colorno la Reggia.

Alla conferenza stampa sono intervenuti: Laura Lofino, responsabile del museo Agorà, Giulia Zucchi sindaco di San Secondo Parmense, Sara Bini Presidente dell’Associazione del Palio delle Contrade, Francesco Ilardo vicesindaco di San Secondo (salute e benessere dei cavalli), Paolo Giuffredi presidente CNA Parma, Morgan Visioli Presidente regionale CNA Benessere e componente Pieghe Perfette, Cesare Pezzarossa storico responsabile del progetto “6 contrade e una corte per un paese” scuola elementare Giovannino Guareschi di San Secondo, Prof.ssa Elena Bini che ha introdotto il libro di Marcello Cavalli “Pier Maria Rossi il leone dei rubei” (che sarà presentato il 2 giugno), Tiziana Lenti e Maria Margherita Storci autrici Drappo, Giacomo Scalvenzi segretario associazione Emilia Romagna rievocazioni storiche e Sandro Capatti reporter ANSA.

Per 3 giorni ci si ritroverà catapultati in pieno Rinascimento a rivivere i fastosi festeggiamenti in occasione del matrimonio di Pier Maria Rossi e la nobile Camilla Gonzaga da Vescovado. Cerimonie sfarzose, Corteo storico con centinaia di figuranti accompagnati da musici e sbandieratori, cene a tema nelle taverne delle Contrade e infine la spettacolare “Giostra della Quintana” dove il migliore dei Cavalieri si aggiudicherà l’ambito “Drappo”

La manifestazione, ormai annoverata tra le principali di carattere storico/rievocativo in Italia giunge alla 32° edizione. Appuntamento importantissimo per San Secondo e tutta la provincia di Parma, è da considerarsi non solo un grande evento che attira migliaia di visitatori e appassionati da tutta Italia ma un progetto allargato agli ambiti sociali, culturali ed economici.  Infatti, oltre a tramandare e coltivare la memoria storica e la nostra cultura, l’ampia risonanza e il richiamo di turisti e appassionati da ogni parte d’Italia dona visibilità al territorio, diventa traino per il turismo e la promozione delle nostre eccellenze alimentari oltre che strumento di visibilità per le Aziende partners.

Sotto la lente di ingrandimento da parte degli addetti ai lavori e osservatori la Giostra dell’Anello di Domenica 5 Giugno quando scenderà in lizza una rosa di Cavalieri di altissimo livello che si sfiderà in quella che viene considerata tra le gare più difficoltose in Italia, dove occorre grande affiatamento tra cavallo e Cavaliere, preparazione, assoluta concentrazione e strategia. L’impiego degli animali presuppone una grande attenzione al loro benessere in ottemperanza alle normative regionali e nazionali. Sono infatti richiesti particolari adempimenti e la richiesta di documentazione che certifichi la salute degli animali senza la quale e senza avere superato positivamente le ultime visite veterinarie in loco, i nostri Cavalli non potrebbero “scendere in lizza”. È questo il momento più atteso dalle sei Contrade: Bureg di Minen, Dragonda, Castell’Aicardi, Grillo, Trinità e Prevostura.

Dopo il successo di visualizzazioni dello scorso anno ricordiamo che la “Giostra” sarà trasmesso in diretta streaming ancora con il commento tecnico di Roberto Parnetti da Arezzo, giornalista e referente monta storica pali e giostre oltre che grande amico e sostenitore della nostra manifestazione coadiuvato da Elena Bini storica speaker del Palio

Numerose quindi le prestigiose collaborazioni; attesissimo il back stage che vede coinvolto il gruppo “Pieghe Perfette” marchio di CNA Parma che non ha certo bisogno di presentazioni. Saranno i professionisti del gruppo, ormai protagonisti dei più importanti eventi di Parma e in Italia, a realizzare le complesse acconciature delle nostre splendide Dame a quindi, a conferire valore aggiunto alla nostra manifestazione. Il trucco sarà affidato ai professionisti di Revival Blog chiedilo a Saky.

Il Lions Club Colorno la Reggia premierà le vincitrici del bando di concorso per la realizzazione del “Drappo” Tiziana Lenti e Maria Margherita Storci che verrà svelato soltanto il 2 giugno quando si conoscerà anche l’ordine di carriera della Giostra ossia l’ordine di entrata al Campo. Precederà le cerimonie la presentazione del Libro “PIER MARIA ROSSI il Leone dei Rubei”. L’Autore Marcello Cavalli, insieme ad Elena Bini che, ci introdurranno alla lettura di questo straordinario romanzo ambientato tra l’appennino e il Po, percorso in lungo in largo da questo abile condottiero, figura determinante in uno dei periodi più fiorenti e complessi della storia d’Italia e protagonista della nostra Rievocazione

Ancora L.C. Colorno la Reggia insieme ad ANCOS Parma hanno sostenuto il progetto “Sei Contrade e una Corte per un Paese” che ha visto coinvolti ben 250 studenti della scuola primaria “Giovannino Guareschi” di San Secondo coordinati dall’insegnante Elisabetta Locatelli insieme alla prof.ssa Elena Bini esperta della dinastia dei Rossi e allo storico Cesare Pezzarossa custode della memoria storica locale e non solo.

Eventi nell’evento, saranno le iniziative delle sei Contrade, ognuna caratterizzata dai propri colori e che rappresentano la vera anima della festa. I volontari infatti sono i veri protagonisti dell’organizzazione, coordinati dall’associazione Palio delle Contrade per 360 giorni l’anno ma che, durante la 3 giorni paliesca si ritirano ognuna all’interno dei propri confini a propiziare quella vittoria che porterà immensa gioia a chi si aggiudicherà il Drappo.

L’edizione 2022 deve ancora iniziare ma già sono in cantiere progetti futuri. Possiamo annunciare che a fine anno riceveremo il testimone dalla Città di Faenza e ospiteremo nel 2023 il “Galà dei Cavalieri” durante il quale sarà consegnato il premio Miglior Cavaliere d’Italia inerente giostre e quintane storiche. Inoltre stiamo lavorando insieme a Sandro Capatti reporter ANSA ad un progetto fotografico unico nel suo genere.

I ringraziamenti vanno all’Amministrazione Comunale e agli Sponsor che da sempre ci sostengono, ci incoraggiano, continuano a darci fiducia e senza i quali questo piccolo “miracolo” chiamato Palio delle Contrade promosso e organizzato in un paese della bassa parmense che conta più o meno 6.000 anime, non sarebbe realizzabile. Ora contiamo sulla partecipazione del pubblico e rinnoviamo l’appuntamento per il 2-3-4 e 5 Giugno 2022.

Le giornate del Palio ripropongono i festeggiamenti avvenuti nel 1523, in occasione del matrimonio tra il Marchese Pier Maria Rossi e Camilla, figlia del signore di Vescovado Giovanni Gonzaga. Tanti nobili signori furono invitati alla festa, tra i quali spiccava Giovanni Medici fratello della Marchesa Bianca e zio di Pier Maria e Pietro Aretino sempre al seguito dell’amico Giovanni. La corte dei Rossi e le sei contrade: Bureg di minen, Castell’Aicardi, Grillo, Dragonda, Prevostura e Trinità, animano il borgo con cortei, banchetti, cerimonie rinascimentali.

Di seguito il programma completo:

Giovedì 2 giugno 2022
Nel Cortiletto d’onore della Rocca dei Rossi svelatura del drappo e sorteggio delle carriere di partenza della 32° edizione del Palio delle Contrade

Venerdì 3 giugno 2022
Spettacolo itinerante con il fuoco, nella piazza della chiesa investitura dei signori di contrada e benedizione del drappo 2022, nel borgo cene aperte al pubblico nelle Contrade.

Sabato 4 giugno 2022
Bianca Riario con i figli e le figlie, Pietro Aretino e il Cardinale Giulio de’ Medici accolgono al Castello di San Secondo gli sposi arrivati da Mantova insieme a Giovanni delle Bande Nere; i signori delle Contrade rendono gli omaggi al Conte e alla sua famiglia. Presentazione delle Contrade, dei Cavalieri e dei Cavalli che disputeranno il Palio. Banchetti nelle Contrade e nelle Taverne del Borgo con spettacoli itineranti.

Domenica 5 giugno 2022
Dopo i riti religiosi del mattino, il Corteo storico con la Corte dei Rossi, gli ospiti e le sei Contrade Bureg di Minén, Castell’Aicardi, Dragonda, Grillo, Prevostura e Trinità precede la tenzone del Palio nell’Arena dello Stadio.

Tutte le info su: www.paliodellecontrade.com

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia

“Per amore di Parma”: bagno di folla in via Cavour.  Vignali: “Siamo l’unica alternativa al Pd e al candidato scelto da Bologna”

“Siamo tanti. Chi avrebbe detto solo qualche mese fa che sulla strada dell’accordo di potere voluto dal PD di Bologna per governare Parma, ci sarebbe stata tutta questa gente e tutta la gente che nei quartieri, nei mercati, per strada che ogni giorno mi ferma per dirmi che vuole di nuovo la Parma modello di un tempo”.
Questo l’esordio di Pietro Vignali ieri sera davanti a centinaia sostenitori che hanno invaso l’ultimo tratto di via Cavour durante l’evento “Per amore di Parma”. Una folla colorata di giallo e di blu
giunta davanti alla sede del comitato elettorale del candidato sindaco civico.
L’intervento del candidato sindaco è stato introdotto da Fabio Fecci, responsabile del movimento civico che ha sottolineato la “capacità di ascolto, la competenza e l’esperienza” di Vignali.
“Dobbiamo crederci – ha detto il candidato sindaco infiammando centinaia di sostenitori -. È una sfida decisiva per la città che possiamo e dobbiamo vincere”.
Vignali ha proseguito spiegando come ha maturato la decisione di candidarsi a sindaco: “Dopo che si sono chiarite le mie vicende personali, ho iniziato a ricevere migliaia di lettere di parmigiani, che mi parlavano dei problemi quotidiani di una città trascurata da anni e mi invitavano a tornare in campo. Lo stimolo per ripartire è arrivato da questa spinta. Poi ci sono stati gli incontri nei quartieri, nei mercati, tra la gente in cui è emersa la preoccupazione per lo stato di degrado in cui si trova la città e la delusione per la mancanza di ascolto di questa amministrazione che sia nelle grandi che nelle piccole cose ha lasciato la gente sola”.
“La città deve rimettersi in moto e superare una stagione di immobilismo che è molto simile all’immobilismo della sinistra che trovammo decenni fa, prima che il nostro laboratorio civico cambiasse volto alla città. Dobbiamo ripartire dalla competenza e dall’esperienza: Parma deve cambiare passo ed essere amministrata nell’esclusivo interesse dei parmigiani, non da alleanze imposte da Bologna”.
“La Parma del futuro deve tornare a essere esemplare per qualità della vita, sicura, viva, ricca di spettacoli e cultura, aperta e solidale che non lascia indietro nessuno, una città che guarda in alto senza perdere di vista i problemi quotidiani: esattamente quello che oggi non è più, ma che ha il diritto di essere di nuovo”.

Pubblicato in Politica Parma

Il 3 giugno dalle 18.30 torna ‘Quadrilegio’: la rassegna di arte contemporanea (e molto altro) che da 11 anni dialoga con la città negli spazi privati del centro storico

Quadrilegio ‘22 quest’anno apre le sue storiche sedi nella serata di venerdì 3 giugno dalle ore 18.30 con un nuovo percorso all’insegna dell’arte contemporanea affiancata da due performance inedite di musica e danza.

I Quattro spazi storici più uno propongono per questa undicesima edizione una selezione di affermati artisti internazionali affiancati dalla continua e proficua ricerca di alcuni dei più interessanti artisti parmigiani contemporanei.

L’inaugurazione di tutti gli spazi Quadrilegio in contemporanea della sera di venerdì 3 giugno aprirà di fatto un week-end all’insegna della bellezza che nella giornata di sabato proseguirà con gli eventi diffusi in spazi inediti offerti da Davines nell’ambito di WWHT.

 

Da BLL di Giulio Belletti in piazzale Borrì protagonista Vitaliano Marchetto

“Le sculture e i quadri di Vitaliano Marchetto hanno un peso visivo importante dato dalla materia stessa che le compone; al cemento, materiale poroso che assorbe la luce senza rifletterla si aggiunge il ferro che lega, conserva e mantiene quello che potrebbe distruggersi” (Laura Orlandi)

In Piazzale Borri alle ore 21.30 "DISCHI PARLANTI" Performance artistica ideata e realizzata da Elisa Bertuccioli (scrittura e voce narrante) e Luca Adorni (selezione vinili e musica)

Da ALPHACENTAURI di Marina Burani in B.go Felino protagonisti Arek Marcinkowski e Andreas Guskos.

 

Arkadiusz Marcinkowski, di origine polacca, si occupa di grafica digitale, videoarte, grafica, pittura e attività spaziali.

Andreas Guskos nella sua attività artistica e progettuale si riferisce alla filosofia naturale, alla ricerca di modi per visualizzare fenomeni che non sono direttamente disponibili alla nostra percezione.

 

Da SPAZIO MANFREDI di Simona Manfredi in B.go Riccio un grande omaggio alle donne in sintonia con protagoniste Carolina Cairo e Catherine Leo

Carolina Cairo nello spazio immersivo di Catherine Leo, porta VENUS, il trittico di opere che trae origine dagli approfondimenti sui temi della sacralità della vita, della identità femminile, della centralità della donna e del suo sentire; WHITE amore e serenità, BLACK paura e delusione, RED passione e creatività.

Letture di Francesca Chiara Parisi in racconto delle opere di Carolina Cairo e live performance di Camilla Grandolfo, danzatrice di danza contemporanea. 

Orari: 19.30, 20.30, 21.30

 

Da MAURA FERRARI interior designer in B.go Giacomo Tommasini protagonista Alessandrà Calò

Un’artista che utilizza differenti mezzi per approfondire temi legati all’identità e alla memoria. Pratica dominante nel suo lavoro è il recupero e la reinterpretazione di materiali d’archivio attraverso i quali propone una nuova visione della realtà.

 

Da STUDIO GIOVANNA SCAPINELLI in B.go Felino protagonisti Brunivo Buttarelli, Danilo Cassano, Claudio Barabaschi, Gaetano Barbone e Stefano Polastri

Un collettivo di artisti emiliani con le loro opere artistiche di pittura e scultura.

 

QUADRILEGIO

Inaugurazione VENERDÌ 3 giugno dalle ORE 18.30

 

SABATO 4 giugno nell’ambito di WWHT Off APERTI DALLE 15 alle 21

 

Per eventuali prenotazioni:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

O al numero: 0521-235152

Pagina Facebook

Instagram

-Spazio Manfredi-Giardino Manfredi- b.go Riccio da Parma 19

-BLL di Giulio Belletti- Piazzale Borri

-Galleria Alphacentauri di Marina Burani- b.go Felino 46

-Studio di Giovanna Scapinelli- b.go Felino 31

-Maura Ferrari interior designer -Palazzo Pallavicino- b.go G.Tommasini 37

Pubblicato in Cultura Parma

Sabato 4 giugno alla Casa della Musica

XXI^ edizione di CONTROTEMPI – Itinerari Sonori 2022 inizia con Cantares

 

Sabato 4 giugno alle ore 21.00 alla Casa della Musica - in p.le San Francesco,1 a Parma – prende il via la XXI^ edizione di CONTROTEMPI – Itinerari Sonori - con un primo appuntamento dedicato alla musica e alla poesia, ispirato alla tradizione classica dell’antica Grecia, in cui i suonatori di lira cantavano frammenti dell’Iliade.

Questo genere pareva destinato a morire insieme a moltissime espressioni artistiche del mondo classico, ma verso gli anni ’60-‘70 del secolo scorso, soprattutto in Grecia e in Spagna, le parole dei poeti ricominciano a diventare motivo d’ispirazione per musicisti della portata di Miki Theodorakis, Manos Hatzidakis, Manuel Serrat, Paco Ibañez e Luis LLach. Ed è grazie a loro che Federico García Lorca, Kostantinos Kavafis, Antonio Machado, Ghiannis Ritsos e altri divengono popolari.

Cantares – la musica incontra i poeti - vuole rievocare questo clima, aggiornandolo con il lavoro del noto compositore parmense Adolfo Tanzi - a cui è dedicato il concerto - autore di una musica per coro a quattro voci su due liriche di García Lorca: Memento e Cada Canción.

Si susseguiranno sul palco il trio formato da Livia Farnese – canto - Rocco Rosignoli – canto, chitarra, violino, bouzouki, mandolino e fisarmonica - Alessandro Roveri – pianoforte – per dare poi spazio alle letture con musica della pianista Fiorella Petronici (che ha collaborato con Dacia Maraini e Ursula Wagner e lavorato sia sul testo di Ghiannis Ritsos -  Lettera a Joliot Curie - sia sulla lirica Circe del poeta parmigiano Paolo Consigli) e le voci recitanti di Resi Alberici e Luigi Monfredini, a cui seguirà il Coro Polifonico Dellapina diretto dal Maestro Leonardo Morini.

La qualità dei protagonisti insieme all’orecchiabilità di queste creazioni ha spinto l’ideatrice Alda Tacca, a costruire un evento che probabilmente ai più giovani sembrerà molto vintage, ma che, almeno per una sera, riconcilierà l’armonia astrale con gli andamenti melodici dei brani eseguiti.

La rassegna CONTROTEMPI – Itinerari Sonori è organizzata da Esplora Aps con il contributo di Comune di Parma, Fondazione Cariparma, Chiesi, Cold Point, Koppel e Coop Alleanza 3.0

Ingresso libero fino ad esaurimento posti, è gradita la prenotazione a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

SAN LEONARDO, VIGNALI: IL QUARTIERE È L’EMBLEMA DI COME
L’AMMINISTRAZIONE PIZZAROTTI ABBIA ABBANDONATO I CITTADINI


San Leonardo è l’emblema di quanto sia stato carente il contrasto alla microcriminalità e allo spaccio da parte della giunta Pizzarotti. Il livello di insicurezza in cui vivono i cittadini –
che si sentono abbandonati dall’attuale amministrazione - è sotto gli occhi di tutti. La priorità per il quartiere è aumentare in modo esponenziale il livello di sicurezza e qualità della vita”. Così PietroVignali, candidato sindaco civico, all’incontro con i cittadini del San Leonardo, promossa dall’APS “Impegno sociale per il San Leonardo e Cortile San Martino”.
“Reintrodurremo i vigili di quartiere in via Trento, via San Leonardo, via Venezia, via Trieste, via Milano e via Palermo, rafforzeremo il sistema di sorveglianza con nuove telecamere e potenzieremo l’illuminazione pubblica. E non ultimo il controllo incrociato degli affitti per prevenire il sovraffollamento delle abitazioni e
l’insediamento di attività illecite”.
“Pensando al decoro urbano, in questo quartiere sono tanti i luoghi che versano in uno stato di abbandono e che devono essere riqualificati e valorizzati. Mi riferisco all’area ex Boschi, ex Manzini, servono nuovi parcheggi per viale Europa e per l’area ex Bormioli, oltre che uno scambiatore in via San Leonardo”.
“Dal punto di vista sociale, dobbiamo lavorare seriamente per contrastare il disagio giovanile e creare spazi di aggregazione che possano ospitare eventi culturali: pensiamo a una Casa della Cultura, recuperando l’area ex CSAC, un centro socioculturale con biblioteca pubblica e museo del vetro nell’area ex Bormioli. Vogliamo inoltre realizzare una Casa della Salute e del Volontariato per il quartiere. Anche il centro sportivo nell’area ex Cral Bormioli deve essere sistemato, così come l’ex Cinema Trento”.
“Il Parco Nord e il Parco dei Vecchi Mulini hanno bisogno di manutenzione straordinaria, ma in generale tutte le aree verdi ne hanno e servono nuovi spazi gioco per i bambini. Realizzeremo inoltre un percorso ciclabile di collegamento tra via Europa, via Trento e via San Leonardo che oggi non c’è”.

 
Pubblicato in Politica Parma

Conto alla rovescia per il Festival più pop d'Italia, in programma dal 9 al 19 giugno a San Secondo Parmense

 

A Mangiacinema si servono anche assaggi di Mangiamusica: in anteprima nazionale lo spettacolo "She's a WOMAN"

Domenica 19 giugno gran chiusura del Festival con il nuovo show di Ezio Guaitamacchi, Andrea Mirò e Brunella Boschetti 

SAN SECONDO PARMENSE (Parma) – Anche quest’anno le emozioni di Mangiamusica approdano dentro Mangiacinema, per quella che sarà una Mangiamusica - Mangiacinema Edition, come già avvenuto nel 2020. Nella splendida Agorà del Museo Coppini di San Secondo Parmense, domenica 19 giugno (con inizio alle 21) andrà in scena in anteprima nazionale "She’s a WOMAN – Un secolo di musica al femminile", nuovo spettacolo di e con Ezio Guaitamacchi, con Andrea Mirò e Brunella Boschetti. Si chiuderà in musica, dunque, questa nona edizione del Festival ideato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri, in programma a San Secondo Parmense dal 9 al 19 giugno e dedicato quest'anno a Giovannino Guareschi.

UNA NOTTE DA RE? NO, DA REGINE
"She’s a WOMAN – Un secolo di musica al femminile" vedrà in scena Guaitamacchi (in veste di musicista e narratore), la strepitosa Andrea Mirò (polistrumentista, cantante e direttore musicale) e la formidabile vocalist Brunella Boschetti. Lo spettacolo musical-teatrale è dedicato alle regine del blues, del jazz, del rock: da Aretha Franklin a Janis Joplin, da Amy Winehouse a Joni Mitchell, da Joan Baez a Patti Smith, senza dimenticare Bessie Smith e Billie Holiday. Racconti, suoni e visioni: e, soprattutto, dodici grandi classici della musica al femminile, arrangiati in modo originalissimo.
"Siamo strafelici di debuttare con questa nostra nuova produzione nel bellissimo Festival dell'amico Gianluigi Negri", afferma Guaitamacchi. "Da lui siamo di casa, e ogni anno chiudiamo Mangiacinema con un nostro spettacolo, diverso in ogni occasione. Continua così una bella tradizione che si è sempre trasformata in festa, con tantissima partecipazione, affetto e calore del pubblico". 

ALTRI ASSAGGI DI MANGIAMUSICA
Mangiamusica - Mangiacinema Edition proporrà inoltre, nel primo giorno di Festival, il concerto "Favola umida" dei Mé, Pék e Barba, in programma giovedì 9 giugno nella serata dedicata al compianto imprenditore Paolo Coppini. Poi l'arpista Carla They, con un repertorio di arie verdiane, nella serata d'onore con Ivano Marescotti sabato 11 giugno. Senza dimenticare "Mostri e prodigi", nuovo spettacolo di Vincenzo Zitello, primo divulgatore dell’arpa celtica in Italia e artista di fama internazionale, che andrà in scena domenica 12 giugno (alle 17.30) nella speciale giornata dedicata a Franco Battiato. Con Zitello ci saranno Elisabetta Motta (voce narrante e autrice del libro da cui è tratto lo spettacolo), la performer e poetessa Paola Turroni, l’attore e poeta Davide Ferrari.

LE LOCATION, LE MANGIASTORIE E LE DEGUSTAZIONI GRATUITE
Il Festival si svolgerà nello splendido Museo Agorà Orsi Coppini e negli spazi comunali della straordinaria e quattrocentesca Rocca dei Rossi. Tutti gli eventi saranno a ingresso libero e si terranno anche in caso di maltempo (in questo caso in spazi protetti).
Da quest'anno Mangiacinema inaugura la sezione Le Mangiastorie, curata da Sandro Piovani, giornalista della Gazzetta di Parma e responsabile dell'inserto "Gusto". Ogni Mangiastoria si chiuderà con una degustazione gratuita.

SFOGLIA il programma completo
SCARICA il programma completo in pdf o word
Andrea Mirò, Cristiano Godano, Brunella Boschetti ed Ezio Guaitamacchi al termine di "Amore, morte e rock'n'roll", spettacolo sold out lo scorso anno a Mangiamusica al Teatro Magnani di Fidenza - Foto di Fabrizio Bertolini 
Brunella Boschetti, Ezio Guaitamacchi e Andrea Mirò con il direttore artistico Gianluigi Negri a Mangiacinema lo scorso anno - Foto di Fabrizio Bertolini 
PARTNER 2022
Oltre al sostegno del Comune di San Secondo Parmense e di Coppini Arte Olearia, per il nono anno della kermesse che porta nella provincia di Parma turisti, visitatori e nomi dello spettacolo e del mondo del gusto, il main partner storico rimane Gas Sales Energia.
Special partner è Infinite Statue del gruppo Cosmic Group di Salsomaggiore.
media partner sono Radio 24 (con il programma "La rosa purpurea" di Franco Dassisti, da sempre al fianco di Mangiacinema fin dalla prima edizione del 2014), il settimanale Film Tv, l'agenzia di stampa Italpress, l'emittente Teleambiente, le testate GustoH24Italia a TavolaGazzetta dell'Emilia & dintorni e Stadiotardini.it.

I PREMI MANGIACINEMA 2022
Sette i premi che verranno assegnati in questa edizione: Premio Mangiacinema - Creatore di Sogni a Ivano Marescotti e a Luc Merenda, Premio Mangiacinema - Creatrice di Sogni a Giada Colagrande, Premio Mangiacinema Pop a Enrico Beruschi, Tullio SolenghiPatrizio RoversiValerio Varesi
Premi Mangiacinema 2022 sono firmati e realizzati dall'artista Lucio Nocentini.

I PREMI MANGIACINEMA DELLE PRECEDENTI EDIZIONI
Il Premio Mangiacinema – Creatore di Sogni è stato consegnato a Enrico Vanzina, Elio Pandolfi, Milena Vukotic, Maurizio Nichetti, Paola Pitagora, Pupi e Antonio Avati, Maria Grazia Cucinotta, Francesco Barilli, Carlo Delle Piane, allo scenografo Lorenzo Baraldi e alla costumista Gianna Gissi, Laura Morante, Renato Pozzetto, Sergio Martino, Lucrezia Lante della Rovere, Federico Zampaglione, alla famiglia Pedersoli (i tre figli di Bud Spencer: Cristiana, Diamante e Giuseppe).
Il Premio Mangiacinema alla carriera è stato assegnato a Wilma De Angelis, mentre uno speciale Premio Mangiacinema – Creatore di Sogni è andato allo chef stellato Massimo Spigaroli.
Il Premio Mangiacinema Pop è stato consegnato ai registi Marco Melluso e Diego Schiavo, Gabriel Garko, Gemelli Ruggeri (Luciano Manzalini e Eraldo Turra), Stefano Disegni, Syusy Blady, Vito, Lodo Guenzi, Alberto Patrucco, Flavio Oreglio, Mauro Coruzzi (Platinette), Daniele Persegani, Sandro Piovani, Andrea Grignaffini.
Il Premio Mangiacinema – Creatore di Incubi è stato ritirato da Pupi Avati, Lamberto Bava, Claudio Simonetti.
 
 
 
Pubblicato in Cultura Emilia

Domani mercoledì 1 giugno alle 21, il Fuori Orario di Taneto (RE) chiude la rassegna “Fuori Stand Up” per questa stagione con Francesco De Carlo con la tournée “Pensieri stupendi”, il suo ultimo spettacolo comico composto negli anni dell’isolamento, solo in parte dovuti alla pandemia.

De Carlo, oltre a essere tra i primi comici sbarcati su Netflix con lo spettacolo “Cose di questo mondo”, è anche il comico italiano più internazionale, essendosi esibito in sedici paesi diversi in lingua inglese.

Con questo spettacolo racconta gli effetti degli ultimi due anni di reclusione, riflettendo sulla condizione dell’essere umano e sulla sua inevitabile, ma talvolta ironica, solitudine. Il ruolo del comico è anche quello di trovare i tratti paradossali e divertenti in una situazione difficile come quella che abbiamo vissuto e stiamo vivendo, con un testo sulla solitudine, scritto in solitudine, che ogni tanto fa pure ridere. Spaziando tra messaggi vocali troppo lunghi, temi di statura filosofica, coppie tradizionali e politicamente corretto, coscienza critica e pilates e mascherine e squat, De Carlo condividerà i suoi "pensieri stupendi su cose terribili", descrivendo scene, personaggi e situazioni con il suo tipico approccio spiazzante, spontaneo e surreale.

Ingresso a pagamento con tessera Arci. Per prenotazioni 375/5606552 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Prevendite online su www.eventbride.it.

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Pagina 6 di 39