Visualizza articoli per tag: Prima Pagina

Lo hanno dichiarato i Presidenti delle Province di Parma Massari e di Cremona Signoroni, intervenendo per conto dell’UPI ai lavori della Commissione Ambiente della Camera. Hanno espresso anche apprezzamento per l’impegno del Governo e del Ministro per la messa in sicurezza dei 30 mila ponti di gestione provinciale.

 

Le iniezioni di filler e il botulino sono due trattamenti anti-age di chirurgia e medicina estetica che hanno lo scopo di ringiovanire l’aspetto della pelle, principalmente appianando e riempiendo le rughe.

I due metodi utilizzano sostanze differenti così come sono diverse le indicazioni per ricorrervi ed è fondamentale rivolgersi a un chirurgo estetico per sottoporsi a un intervento di filler o di botox.

Chiediamo al dottor Naser Jabbarpour, medico chirurgo estetico, quali sono le differenze tra questi due trattamenti e come vengono impiegati in medicina estetica.

“La tossina botulinica attenua ed elimina le rughe di espressione che sono causate da un uso continuo dei muscoli mimici della fronte, dal corrugare le sopracciglia o arricciare il naso. Si va ad agire sui muscoli ipercontratti paralizzandoli temporaneamente, in questo modo si va a riequilibrare l’armonia estetica e a togliere l’espressione di stanchezza dal viso. Il tempo di applicazione è di circa 15 minuti e ci vogliono 2-3 giorni per poter apprezzare il risultato finale.”

E per quando riguarda i filler?

“Il filler riassorbibile più utilizzato attualmente è l’acido ialuronico che è naturalmente presente nel corpo umano, ma che con l’avanzare di età, per un’eccessiva esposizione solare o per tabagismo, si riduce progressivamente. Tale sostanza che idrata e dà volume alla pelle, invecchiando si riduce, creando rughe e segni sul viso.

Il trattamento medico estetico con acido ialuronico riempie le rughe e restituisce vitalità alla pelle, dona un aspetto giovanile, sano e gradevole. Un’operazione questa che non deve sconvolgere l’espressione personale o modificare le linee naturali del viso. Il tempo per il trattamento facciale è di circa 15 minuti mentre l’effetto apprezzabile si nota immediatamente dopo l’intervento.”

Viene utilizzato anche per le labbra?

“Si. Serve per correggere inestetismi e volumizzare le labbra per renderle esteticamente più belle e proporzionate.”

Quando dura l’effetto?

“Mediamente 6 mesi. Questo dipende da molteplici fattori come l’alimentazione, l’idratazione, l’esposizione ai raggi solari e al fumo. Va ricordato che se non si decide di ripetere il trattamento periodicamente si torna allo stadio iniziale della cura.”

Sono trattamenti dolorosi?

“Assolutamente no, con il botulino si ha una leggera sensazione di bruciore che scompare immediatamente dopo l’iniezione . I piccoli segni delle punture svaniscono rapidamente e ogni parte interessata si omogenea in pochi minuti.”

A chi consiglia questo tipo di trattamenti?

“Non ci sono controindicazioni, quindi li possono fare tutte le persone in età adulta. E tenendo conto che dai 25 anni si inizia ad invecchiare, prima si comincia e più a lungo ci si mantiene giovani.”

 

 

naser_jabbarpour.jpg

Il dott. Naser Jabbarpour è un medico chirurgo estetico di origine Iraniana, esperto in medicina estetica. Ha conseguito la laurea e la specializzazione in medicina e chirurgia presso l’Università di Parma, città dove risiede da più di 30 anni. Ha frequentato numerosi corsi di medicina e chirurgia estetica in Italia e all’estero ed è autore di diverse pubblicazioni. È iscritto all’ordine dei medici chirurghi di Parma n° 4925.

Nella giornata di ieri a Modena, in occasione della ricorrenza della festività di Sant’Antonio Abate, come deliberato in sede di Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, sono stati disposti servizi specifici di prevenzione e vigilanza nelle zone del centro storico, cui hanno concorso pattuglie appiedate di Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza, in coordinamento con il Piano di presidio e controllo della Polizia locale.

Pubblicato in Cronaca Parma
Martedì, 18 Gennaio 2022 18:11

Strigoi

18/1/2022 - Strigoi di Nicola Comparato

Pubblicato in Cultura Parma

Tra i primi enti con funzione pubblica a rendere prassi consolidata la misurazione delle emissioni generate dalle proprie attività a servizio del territorio la Bonifica ha registrato confortanti performances 2020 secondo l’indagine redata sulla base degli indicatori ISPRA e Special Report on Renewable Energy Sources and Climate Change Mitigation, Intergovernmental Panel on Climate Change 2012

Mercoledì 19 gennaio 2022, ore 18:00

Pubblicato in Arte Piacenza

PARMA – I Carabinieri della Comando Provinciale di Parma, nel corso delle ultime settimane, hanno effettuato una serie di controlli sulle linee di trasporto pubblico e agli esercizi commerciali della Provincia al fine di verificare il rispetto della normativa anti-COVID.

Pubblicato in Cronaca Parma

Tennis: nella prima giornata del Challenger Città di Forlì 3 Stefano Napolitano è il primo italiano a superare il turno: dopo una battaglia di 3 set battuto il croato Serdarusic.

Qualificazioni di alta qualità a Forlì: entrano in tabellone il Davis man giapponese Uchida, l'eroe e finalista di Coppa Davis con la Croazia Gojo; l'ex n.26 del mondo, il ceko Rosol; l'ex numero 55 del mondo, il romeno Copil. Fuori l'ultimo italiano in gara, Gianmarco Ferrari.

Pubblicato in Sport Emilia
Martedì, 18 Gennaio 2022 09:02

Le Langhe salvate dalle spose calabresi

Ieri www.gazzettadellemilia.it ha ospitato in esclusiva l'approfondito articolo "testimonianza" sull'emigrazione femminile dal sud al nord  <<https://www.gazzettadellemilia.it/cronaca/ costume-e-societa/item/35332-l-emigrazione-femminile-matrimoniale-da-sud-a-nord.html >> del collega giornalista calabro-molisano Domenico Lanciano, del quale nell’aprile 2016 varie testate web hanno pubblicato la seguente nota, particolarmente valida per chi intenda allargare o approfondire le tematiche evidenziate dalla miniserie televisiva di RAI UNO “La Sposa” che, nella sua prima puntata di domenica scorsa 16 gennaio, è stata seguita da quasi sei milioni di telespettatori (26,8% di share sulla prima serata). Regina di ascolti, quindi! Potrebbe apparire preistoria, ma è storia contemporanea di un'Italia straordinaria, fatta con i sacrifici di tantissime e tantissimi. Grazie a tutti e ai giovani rivolgo l'invito di fare ricerche, partendo dall'ascolto dei loro "anzianotti". 

Martedì, 18 Gennaio 2022 08:53

TEP. Sciopero nazionale del 14 gennaio 2022

PUBBLICAZIONE AI SENSI DELL’ART. 5 DELLA LEGGE 146/90

Pagina 1 di 2002