Visualizza articoli per tag: spettacoli

Morgan Visioli con l'assistente al make up Giorgia Cassi del brand Morgan Visioli Make Up Professional

 

Nuovo appuntamento, questa volta televisivo, per lo stilista e hair stylist parmigiano Morgan Visioli che sta partecipando come curatore di immagine alla realizzazione del nuovo talent show per cantanti "Spazzola da Capelli".

Le prima puntate sono state già registrate a Palazzo Tommasini di Salsolmaggiore Terme (PR) nel mese di dicembre e il 22 e 23 di gennaio si terrà la seconda due giorni di audizioni live.

Il talent, prodotto dalla Stay Record con la direzione artistica di Vinn Camporeale e la collaborazione di Carmine Pelusi di Rete Tv Italia, punta alla ricerca di talenti musicali italiani e stranieri offrendo loro un trampolino di lancio nel mondo discografico.

L’idea di affiancarli a professionisti dell’immagine come Morgan Visioli è accattivante e permette ai protagonisti di vivere le emozioni di un vero back stage artistico.

 Il programma andrà in onda a partire da sabato 8 gennaio per un totale di nove puntate su Bom Channel (can.68 dgt), Sky (can.5068) Rete Tv Italia nazionale (can. 123 - 166 – 251), su smart tv Tim Vision, Amazon Fire TV, Google play movies & TV sul canale per gli italiani all'estero WBE Channel Italia.

Agli appuntamenti televisivi di gennaio 8-15-22-26, seguiranno le puntate del 6-12-19 e 26 febbraio sempre il sabato pomeriggio alle 14.10 e la finale in prima serata a marzo.

 
 

Egidio Tibaldi, direttore artistico del Theatro del Vicolo, risponde con una lettera alle ultime affermazioni dell'Assessore alla Cultura Guerra

 

 

Spett.le Redazione,

invio alcune riflessioni relative ad un articolo comparso nei giorni scorsi sulla Gazzetta di Parma.

La proposta di utilizzare il Theatro del Vicolo (l’ex usato dagli amministratori del Comune se lo tengano per loro e, tra qualche mese, sia l’assessore alla cultura che tutta la sua banda saranno gli ex! ) per realizzare una "generica" sala civica – ritengo, con lo scopo di impiegarla, per scopi personali e di influenza sociale sulla collettività (mica abbiamo l’anello al naso!) – anziché rivalutare la presenza del “Theatro del Vicolo” fa capire quanto siano irresponsabili ed incapaci chiacchierologi pericolosi!

Non solo ma, quando un assessore alla cultura non avendo alcuna cognizione di causa, dichiara che il Theatro del Vicolo (che ancora è vivo e vegeto nella propria struttura artistica e culturale, ospitato in aree di fortuna!) è stato chiuso perché aveva problemi di agibilità, sa di dichiarare il falso e diventa un soggetto perseguibile e inattendibile!

Infatti il Theatro del Vicolo, nei suoi 50 anni di attività per i giovani e la città, ha sempre risposto ad ogni controllo e soddisfatte tutte le norme di sicurezza, tra l’altro, controllate ogni anno dalle istituzioni: ciò non solo per la coscienza di chi ha gestito la struttura teatrale sempre con oculatezza, ma anche per il senso di responsabilità verso chi varcava la soglia del teatro stesso.

Quindi è arrivato il primo della classe che dopo 50 anni si è accorto che il Theatro del Vicolo non era agibile, dichiarando in modo indiretto che gli amministratori che lo hanno preceduto erano deficienti e corrotti …..o sbaglio?

Non solo ma, quando un assessore alla cultura dichiara (dopo aver defenestrato un teatro che garantiva l’accesso a tutti….) che i teatri, quindi i centri culturali di aggregazione, sono sufficienti vuol dire che non ha il polso della città e vive di fantasie cinematografiche!

Poi finiamo “sputtanati” su Rete 4 per le baby’s gang, per il ciclo della droga (che, ad esempio, parte da viale dei Mille per arrivare alla Pilotta – passando per il parco Ducale) e magari ci lamentiamo….

I teatri e i centri di aggregazione culturali ed artistici e quelli sportivi (controllati, ovviamente!) sono l’unica soluzione per favorire un avvicinamento ai nostri giovani ed ai loro problemi offrendo loro i mezzi per sentirsi importanti e confrontarsi per una crescita equilibrata e veramente moderna…….con progetti condivisi!

Quindi un assessore così miope e arrogante della sua posizione (tra l’altro non invidiabile perché è un insegnante di cinematografia non avendo mai calcato un set, un palcoscenico, imparato ed insegnato dizione, interpretazione per potersi ergere a “docente sociale” con decisioni fuori della sua portata, alla Di Maio, per capirci!)

Quindi un parolaio che si presenta con il viso d’angelo (ricordate la canzone dei Camaleonti?), pulito, educato apparentemente, con interventi forbiti, apparentemente pacato dotato di laurea in chiacchierologia……e il resto? Si perde in un bicchiere d’acqua nascondendo la propria incompetenza dietro una menzogna e dichiarazioni programmatiche su basi adolescenziali! Ma si sa, fa parte di quella famiglia politica e sociale! Non ne hanno fatta una buona!

Egidio Tibaldi

Pubblicato in Cronaca Parma

Morgan con il direttore artistico di Mangiamusica Gianluigi Negri - foto di Fabrizio Bertolini

Si è conclusa l'edizione 2021 di Mangiamusica al Teatro Magnani di Fidenza. La rassegna curata dal giornalista Gianluigi Negri è arrivata quest'anno alla sesta edizione e ieri sera ha avuto come protagonista Marco Castoldi in arte Morgan con lo spettacolo "Essere Morgan".

L'eclettico artista ha spaziato dall'esecuzione di canzoni proprie e reinterpretate con l'ukulele (strumento a corde hawaiano di origini portoghesi) e al pianoforte, alla lettura di testi che si sono snodati in monologhi legati a temi di attualità.

Una performance a tratti esilarante che ha coinvolto il caloroso pubblico presente al Magnani, anche questa volta tutto esaurito.

Ad aprire la serata i ringraziamenti del direttore artistico Gianluigi Negri e i saluti del sindaco di Fidenza Andrea Massari, che hanno anticipato lo show cooking di Dimitri Harding, chef del ristorante La Valle di Siccomonte vicino a Fidenza.

Sotto il video integrale realizzato da Gabriele Majo e pubblicato sul canale You Tube di Stadio Tardini:

https://youtu.be/3vbca-agRQ4

Pubblicato in Cultura Parma
Venerdì, 03 Dicembre 2021 16:39

Natale a Parma…un’altra storia!

Oltre un mese di iniziative culturali, dal 3 dicembre 2021 al 13 gennaio 2022, raccolte in un unico calendario con tutti gli appuntamenti in programma in città nel periodo delle festività natalizie fino a Sant’Ilario

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Martedì 7 dicembre al Teatro Magnani di Fidenza il recital al pianoforte "Essere Morgan". E a inizio serata uno speciale show cooking di Dimitri Harding, chef del ristorante La Valle


È Morgan l'attesissimo protagonista della sesta e ultima serata di Mangiamusica – Note pop, cibo rock 2021, rassegna ideata e diretta da Gianluigi Negri, giunta alla sesta edizione, che ha debuttato lo scorso 16 ottobre ed ha fatto registrare ogni volta il sold out nei suoi primi cinque appuntamenti.
Martedì 7 dicembre al Teatro Magnani di Fidenza (inizio alle 21, ingresso libero con prenotazione obbligatoria) il cantautore milanese sarà protagonista del recital al pianoforte "Essere Morgan". Nel suo concerto, oltre ai Bluvertigo, farà Fred Buscaglione? Sergio Endrigo? David Bowie? Bruno Martino? Nilla Pizzi? Fabrizio De André? Piano e voce, farà semplicemente Morgan: una delle tante cose che gli riescono bene. Anzi, meglio. Eclettico, imprevedibile, profondo conoscitore di tutta la musica e di tutti i generi, Morgan è un artista unico nel panorama italiano, capace di emozionare sia quando fa brani suoi (un esempio su tutti: “Altrove”) sia quando esegue canzoni altrui.

IL BILANCIO DI MANGIAMUSICA 2021
"Quella di quest'anno - tira le somme il direttore artistico Gianluigi Negri - è stata un'edizione record di Mangiamusica, unica e irripetibile. E non solo per l'incredibile cast di cantautori, musicisti e artisti del gusto: anche per l'immenso calore del pubblico. Abbiamo esordito con lo straordinario spettacolo 'Amore, morte e rock'n'roll' (con Cristiano Godano, Andrea Mirò, Ezio Guaitamacchi, Brunella Boschetti), per arrivare a Roberto Vecchioni (in quella che è stata la sublimazione ed il ribaltamento di un inaspettato rapporto maestro-allievo, con il Professore 'interrogato' sul palco da un semplice 'studente'), siamo stati i primi a presentare in un teatro i nuovi album di Tiromancino (con Federico Zampaglione che ha anche ritirato il Premio Mangiacinema - Creatore di Sogni) e Davide Van De Sfroos, abbiamo celebrato i 60 anni di carriera di Eugenio Finardi (che è stato anche il primo artista italiano a condurre uno show cooking in un teatro, prima di un concerto-racconto indimenticabile nel quale ha mostrato al pubblico la sua anima). E ora la gran chiusura con Morgan".  


LO SHOW COOKING DI DIMITRI HARDING
Mangiamusica si raccontano le grandi storie della musica, ma anche del gusto: ogni serata prevede, infatti, la "scoperta" dei migliori prodotti del Made in Borgo. Lo spettacolo del gusto di martedì 7 dicembre vedrà protagonista, per uno speciale show cooking con ricetta a sorpresa, Dimitri Harding, chef del ristorante La Valle nella frazione fidentina Siccomonte.


MODALITÀ DI PRENOTAZIONE E ACCESSO
Tutte le serate di Mangiamusica si svolgono al Teatro Magnani di Fidenza ed iniziano alle 21. Sono a ingresso libero con prenotazione obbligatoria (quattro giorni prima di ogni evento, dalle 8 alle 20) fino a esaurimento posti disponibili. Prenotazioni: 345 9374728 (solo telefono, no whatsapp e no sms) oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Le prenotazioni per quest'ultima serata si apriranno venerdì 3 dicembre.

I PARTNER
Mangiamusica è un progetto fortemente voluto dall'amministrazione comunale di Fidenza e dal suo sindaco Andrea Massari, organizzato dall'associazione culturale Mangia come scrivi, con il supporto di Conad Centro Nord, Gas Sales Energia, Vittoria Assicurazioni, Ze.Ba., Gaibazzi Costruzioni, First Point, Italpast, PianoMania.
L’illustrazione di Mangiamusica è firmata da Victor Cavazzoni.
#mangiamusica   #cantachesimangia   #madeinborgo
Pubblicato in Dove andiamo? Emilia

Dopo il successo della première a Mezzani di lunedì 13 Settembre 2021,  lSpétnèda, l’ultima fatica cinematografica di Romeo Azzali per la Mezzani Film Production, con alcune scene che vedono protagonista Gabriele Majo negli inediti panni dell’ispettore Majo, arriva a Parma: per Giovedì 2 Dicembre 2021, con inizio alle ore 20.30, ingresso ad offerta libera con ricavato devoluto all’Ospedale dei Bambini di Parma, è infatti prevista una proiezione speciale al “The Space Parma Centro” (Barilla Center) del lungometraggio dedicato alla Scapigliata, dipinto a terra ombra, ambra inverdita e biacca, un pigmento pittorico, realizzato su tavola, misura circa 24 x 21 cm che si può ipotizzare, con ogni probabilità, appartenere alla maturità di Leonardo.

Il film, infatti, reinterpreta la storia di questo capolavoro – ad oggi conservato nel Complesso Monumentale della Pilotta a Parma (per gentile concessione alcune scene sono state girate proprio all’interno dello stesso) – e svela le avventure che l’hanno accompagnata fino ai giorni nostri, facendo capire perché viene affettuosamente chiamata La Spétnèda.

GREEN PASS OBBLIGATORIO –  L’EVENTO SI SVOLGERÀ NEL RISPETTO DELLE NORME ANTI COVID-19

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Venerdì 19 novembre al Teatro Magnani di Fidenza insieme al chitarrista Giuvazza e al critico Ezio Guaitamacchi.

E a inizio serata uno speciale show cooking di Cristina Cerbi, chef dell'Osteria di Fornio


FIDENZA (Parma) – Non tutti sanno che la prima incisione su vinile di Eugenio Finardi risale al 1961: aveva solamente nove anni e partecipò al disco per bambini "Palloncino rosso fuoco". Non è dunque sbagliato affermare che il grande cantautore milanese, nato nel 1952, festeggia 60 anni di "musica ribelle". E lo farà venerdì 19 novembre al Teatro Magnani di Fidenza, nella serata "Voglio una stella che sia tutta mia" (inizio alle 21, ingresso libero con prenotazione obbligatoria), nell’ambito della rassegna Mangiamusica – Note pop, cibo rock ideata e diretta dal giornalista Gianluigi Negri.
Finardi, con la sua chitarra, salirà sul palco del Magnani insieme al critico Ezio Guaitamacchi. Racconterà al pubblico una carriera unica e straordinaria, e sarà accompagnato da un'altra chitarra, quella di Giuvazza, eseguendo i suoi brani più importanti.
Tra i suoi grandi classici, "Extraterrestre""Dolce Italia""Musica ribelle""La radio". Il suo disco cult "Sugo", uscito nel 1976, è passato alla storia come uno dei 100 migliori dischi italiani di tutti i tempi. Proprio in questi giorni, in occasione del 40° anniversario, la Warner ha ristampato l'album del 1981 "Finardi"

LO SHOW COOKING DI CRISTINA CERBI
Mangiamusica si raccontano le grandi storie della musica, ma anche del gusto: ogni serata prevede, infatti, la "scoperta" dei migliori prodotti del Made in Borgo. Lo spettacolo del gusto di venerdì 19 novembre sarà firmato da Cristina Cerbi, chef dell'Osteria di Fornio, che farà uno show cooking con una ricetta a sorpresa dedicata ai 60 anni di carriera di Finardi.

MODALITÀ DI PRENOTAZIONE E ACCESSO
Tutte le serate di Mangiamusica si svolgono al Teatro Magnani di Fidenza ed iniziano alle 21. Sono a ingresso libero con prenotazione obbligatoria (quattro giorni prima di ogni evento, dalle 8 alle 20) fino a esaurimento posti disponibili. Prenotazioni: 345 9374728 (solo telefono, no whatsapp) oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Le prenotazioni per questa serata si apriranno lunedì 15 novembre.

IL SUCCESSIVO APPUNTAMENTO DI MANGIAMUSICA
Martedì 7 dicembre la sesta edizione di Mangiamusica si chiuderà con la serata "Essere Morgan", con il cantautore milanese protagonista di un imperdibile show piano e voce.

I PARTNER
Mangiamusica è un progetto fortemente voluto dall'amministrazione comunale di Fidenza e dal suo sindaco Andrea Massari, organizzato dall'associazione culturale Mangia come scrivi, con il supporto di Conad Centro Nord, Gas Sales Energia, Vittoria Assicurazioni, Ze.Ba., Gaibazzi Costruzioni, First Point, Italpast, PianoMania.
Pubblicato in Cultura Emilia

Nuovo film per l'attore parmigiano Donatello Landi

 

L’attore Donatello Landi, nativo di Parma, già noto per lavorare da anni nel mondo dello spettacolo a livello nazionale, ha preso parte al progetto artistico ideato da Manuele Carenzi, sceneggiatore e regista di Roccabianca (PR) con la grande passione per la cinematografia. Il progetto è stato realizzato con l’ausilio del film-maker Mattia Ruggiero che ha sviluppato l’idea del Carenzi dal punto di vista tecnico collaborando anche alla sceneggiatura. Il film ha come titolo “La notte più lunga” e si occupa del fatto di cronaca noto all’opinione pubblica come “massacro del Circeo”, ovvero quanto avvenne nella notte tra il 29 e il 30 settembre 1975 presso Villa Moresca ubicata a San Felice Circeo (LT), ma trasposto nella finzione cinematografica al nord Italia nella pianura Padana.

Quella sera, quel luogo fu teatro di uno dei più efferati omicidi della storia della cronaca nera italiana passato alle cronache come il “delitto del Circeo”. Da quel momento si inizierà a parlare di tali accadimenti, sempre di più, con il termine di femminicidio. Il progetto vede la luce dalla ferma convinzione del Carenzi, appassionato oltre che di cinema anche di cronaca nera, che gli esecutori di tale efferato atto sono pienamente colpevoli e non può esser loro concesso alcun tipo di alibi. Il film è stato girato tra la provincia di Parma e quella di Cremona, precisamente nella bassa parmense e cremonese, nei comuni di SissaTrecasali, Roccabianca, San Secondo Parmense e San Daniele Po (CR). Manuele Carenzi ha conosciuto per la prima volta Donatello Landi nel 2014 sul set del film “Il Vincente”, per la regia dell’attore e regista anch’egli parmigiano Luca Magri, in una scena del film girata a Parma al palazzetto dello sport “Bruno Raschi”. L’intesa tra i due è stata praticamente immediata, causa la grande passione comune per la cinematografia.

Durante le riprese del film, Landi e Carenzi, hanno conversato quasi esclusivamente di cinematografia ricordando alcuni grandi Maestri del cinema d’autore e alcuni degli aneddoti più noti. Nel Carenzi si è poi consolidata sempre di più nel tempo la consapevolezza che nel suo progetto cinematografico d’esordio sarebbe dovuto essere presente Donatello Landi. Il quale pur preso da numerosi impegni professionali ha preso parte con grandissimo impegno al film per la co-regia di Ruggiero e Carenzi divenendone l’attore protagonista principale, interpretando l’ideatore, il leader nonché la mente del massacro nella finzione filmica. Le riprese del film sono state effettuate tra il 2020 e il 2021, portate avanti sempre con grande attenzione, passione e coraggio. Il film ha il patrocinio di diversi enti, tra cui solo per citarne alcuni: Provincia di Parma, Comune di Parma, Comune di Fidenza, Comune di San Daniele Po (CR), Comune di Roccabianca (PR), Comune di San Secondo Parmense (PR), Comune di Sissa-Trecasali (PR).

Il lavoro artistico si pone l’obiettivo, fin dagli albori del progetto, di porre l’attenzione sul fenomeno del femminicidio, ancora purtroppo di grande attualità. L’attore protagonista Donatello Landi ha dimostrato negli anni precedenti grande sensibilità rispetto al tema prestando la sua opera artistica professionale a lavori che avessero come obiettivo la sensibilizzazione sul tema della violenza sulle donne. In particolare si citano alcuni spettacoli teatrali che hanno visto Donatello Landi come interprete e protagonista come per esempio “Non per amore” diretto da Andreina Garella, “Come petali nel deserto” e “Tacco 12” diretti entrambi da Catia Valenti.

Il film, da pochissimo tempo, non è l’unico a parlare dei fatti avvenuti al Circeo, sia pur trasposti nella finzione filmica nella pianura Padana dell’Italia settentrionale, in quanto fuori concorso al festival di Venezia 2021, importantissimo festival cinematografico che vede come premio il prestigioso “Leone d’oro” simbolo della città lagunare, è stato presentato un film dal titolo “La scuola cattolica” che narra anche dei fatti avvenuti nell’anno 1975 a San Felice Circeo per la direzione registica di Stefano Mordini che ha visto l'uscita nelle sale cinematografiche italiane il 7 ottobre 2021 con, tra gli altri: Riccardo Scamarcio, Valeria Golino, Jasmine Trinca, Gianluca Guidi, Fabrizio Gifuni, Valentina Cervi.

Pubblicato in Cultura Emilia

Sabato 23 ottobre al Teatro Magnani di Fidenza la presentazione del nuovo album "Ho cambiato tante case" e la consegna del Premio Mangiacinema - Creatore di Sogni al cantautore e regista romano. A inizio serata presentazione del gusto "Mangiamusica - Domenica" con il gelatiere Gian Luca Cavi di Magritte - Gelati al Cubo

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

A Mangiamusica arriva Roberto Vecchioni

Venerdì 22 ottobre al Teatro Magnani di Fidenza il Professore più amato d'Italia. E, a inizio serata, presentazione del Parmigiano Reggiano del Caseificio Sociale Coduro. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria: prenotazioni a partire dalle ore 8,00 di lunedì 18 ottobre


FIDENZA (Parma) – Il Professore più amato d’Italia è il grande protagonista della seconda serata di Mangiamusica – Note pop, cibo rock, rassegna ideata e diretta dal giornalista Gianluigi Negri, giunta alla sesta edizione.
Roberto Vecchioni venerdì 22 ottobre (con inizio alle 21) presenterà al Teatro Magnani di Fidenza il suo nuovo libro, uscito per Einaudi, "Lezioni di volo e di atterraggio". E, come è lecito aspettarsi da lui, non sarà certo una presentazione qualunque. Il cantautore milanese parlerà, infatti, delle lezioni che tutti avremmo voluto ascoltare: a scuola e nella vita. "Un gioco, una sfida, una provocazione. Porte che si aprono su altre porte, senza mai fermarsi alla prima": con queste premesse Vecchioni si presenterà sul palco del teatro fidentino.
Il cantautore di "Luci a San Siro" e vincitore a Sanremo nel 2011 con "Chiamami ancora amore" parlerà di Socrate o di Ulisse, viaggiando leggero nel tempo, dalla Guerra di secessione a Fabrizio De André, dal Vangelo a Spoon River, da Saffo ad Alda Merini.
 
La sesta edizione di Mangiamusica si inaugura domani sera (sabato 16 ottobre) con lo spettacolo "Amore, morte & rock'n'roll", con Cristiano Godano, Andrea Mirò, Ezio Guaitamacchi e Brunella Boschetti.

LA PRESENTAZIONE DEL PARMIGIANO FIRMATO CASEIFICIO SOCIALE CODURO
Mangiamusica si raccontano le grandi storie della musica, ma anche del gusto: ogni serata prevede, infatti, la "scoperta" dei migliori prodotti del Made in Borgo. Lo spettacolo del gusto di venerdì 22 ottobre sarà firmato dal Caseificio Sociale Coduro, con il casaro Fabio Serventi che presenterà quello che per "Gambero Rosso" è il miglior Parmigiano Reggiano d'Italia.

MODALITÀ DI PRENOTAZIONE E ACCESSO
Tutte le serate di Mangiamusica si svolgono al Teatro Magnani di Fidenza ed iniziano alle 21. Sono a ingresso libero con prenotazione obbligatoria (quattro giorni prima di ogni evento, dalle 8 alle 20) fino a esaurimento posti disponibili. Prenotazioni: 345 9374728 (solo telefono, no whatsapp) oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Le prenotazioni per questa serata si apriranno lunedì 18 ottobre.

LA SERA SUCCESSIVA A MANGIAMUSICA
Sabato 23 ottobre appuntamento con Federico Zampaglione (Tiromancino), che ritirerà il Premio Mangiacinema - Creatore di Sogni e presenterà il nuovo album "Ho cambiato tante case". Prenotazioni da martedì 19 ottobre.

CAMBIO DATA PER MORGAN
La serata "Essere Morgan", inizialmente prevista per sabato 6 novembre, slitta a martedì 7 dicembre per impegni televisivi dell'artista.

I PARTNER
Mangiamusica è un progetto fortemente voluto dall'amministrazione comunale di Fidenza e dal suo sindaco Andrea Massari, organizzato dall'associazione culturale Mangia come scrivi, con il supporto di Conad Centro Nord, Gas Sales Energia, Vittoria Assicurazioni, Ze.Ba., Gaibazzi Costruzioni, First Point, Italpast, PianoMania.
L’illustrazione di Mangiamusica è firmata da Victor Cavazzoni.
Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Pagina 1 di 7