Visualizza articoli per tag: territorio Salsomaggiore Terme


Inaugurata ieri la mostra «100 Alberghi» ripensamento architettonico della città termale e dei suoi spazi alberghieri in disuso.

di Paola Tanzi Salsomaggiore Terme 19 luglio 2014 - Un progetto che prende spunto dall'omonimo workshop tenutosi ad aprile che mise in relazione il DICTeA, Comune di Salsomaggiore Terme ed il gruppo di ricerca APR- Architettura Paesaggio Reti, coordinato dal professor Aldo De Poli. E protagonisti sono proprio gli elaborati degli studenti del Laboratorio di Progettazione Architettonica di 1b, coordinati dai docenti responsabili Lucio Serpagli, Federica Armani e dal dottorando Alessandro Gattara. Tre settori espositivi: una catalogazione degli alberghi dismessi di salso in 44 tavole; l'elaborazione di 11 progetti in tre comparti urbani nel contesto di Salso e l'esposizione di due tesi una sui centri termali appenninici e una su un centro culturale a Salso. A spiccare alcuni progetti che rimettono in primo piano zone totalmente abbandonate e trascurate che nelle proposte architettoniche andrebbero a prendere non solo nuova vita, ma a ricoprire il ruolo di protagonista della città. Ecco così ripensato lo spazio dei gasometri, polo museale dedicato al cinema emiliano, il padiglione Emilia Romagna dedicato ad Expo, il Tommasini. Voglia di riscrivere il futuro? Senza dubbio. Per una città che ha fatto la storia delle ville d'eau europee questo potrebbe essere un punto di partenza: «Una seconda tappa di un percorso complesso» ha spiegato Marco Taccagni, consigliere comunale che cura, il progetto e la collaborazione del comune con Università di Parma. Certo è che la mappatura è un modo concreto per vedere la città che è ferma, ma che cerca spazi di azione. «Un ripensamento da cui ripartire per creare la Salsomaggiore del futuro» ha commentato il sindaco Filippo Fritelli in visita ieri all'allestimento auspicando che Salsomaggiore possa tornare ad essere fucina di idee globali.

La mostra prosegue alla Sala Mainardi del Palacongressi di Salsomaggiore sino al 24 luglio, sabato e domenica dalle 9 alle 12, poi dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.

Pubblicato in Cronaca Parma

Alla Sala Mainardi del Palacongressi di Salsomaggiore Terme, in mostra i lavori didattici del Laboratorio di Progettazione Architettonica 1b - 

Parma, 17 luglio 2014 - di Paola Tanzi - 

Si inaugura domani alle 14.30 alla Sala Mainardi del Palacongressi di Salsomaggiore Terme la mostra «100 Alberghi», in scena sino al 24 luglio. Un progetto che nasce dall'omonimo workshop di progettazione architettonica svoltosi nelle giornate dell'11, 12 e 13 aprile scorsi e segna l'avvio di un programma di studi triennale definito dalla convenzione tra il Dipartimento DICATeA, il Comune di Salsomaggiore Terme ed il gruppo di ricerca APR- Architettura Paesaggio Reti, coordinato dal prof. Aldo De Poli.

In mostra i lavori didattici del Laboratorio di Progettazione Architettonica 1b, coordinati dai docenti responsabili Lucio Serpagli, Federica Arman e dal dottorando Alessando Gattara, raccolgono le ricerche e le riflessioni progettuali elaborate ed esposte ora in tre settori espositivi: una catalogazione degli alberghi dismessi di salso in 44 tavole; l'elaborazione di 11 progetti in tre comparti urbani nel contesto di salso e l'esposizione di due tesi una sui centri termali appenninici e una su un centro culturale a salso.

Le idee progettuali esposte sono state elaborate da undici gruppi di lavoro seguiti dai tutor Nicola Campri, Federico Fontana, Daniele Govi, Alessandro Nicoletti, Martina Pellacini, Camilla Porta, Thimsel Francesco Wermuth e Sebastiano Zaffarano. «Il workshop e la mostra sono il primo passo della ricerca sul nostro territorio che con l'Università di Parma si è deciso d'intraprendere. L'idea di indagare la questione degli alberghi dismessi come primo tema- ha spiegato il consigliere comunale Marco Taccagni che cura il progetto- nasce dal desiderio di affrontare i problemi urbanistici di Salso non solamente sulle sue eccezioni, ma su un piano più generale e diffuso. Personalmente penso che il lavoro svolto dai ragazzi, specialmente con il censimento degli alberghi dismessi, dia all'amministrazione una chiara visione sulla tipologia, la dimensione e la localizzazione sul territorio di questi alberghi. Tutte informazioni che potranno aiutarci nel costruire strategie per la loro valorizzazione». La mostra oltre ad essere il momento conclusivo del programma delle attività didattiche svolte in aula in seguito al Workshop, rappresenta, infatti, sia un punto di partenza per un'esaustiva definizione di un quadro conoscitivo delle strutture ricettive dismesse sia una verifica delle ipotesi progettuali che hanno riguardato la riqualificazione di tre distinti comparti urbani all'interno del contesto di Salsomaggiore Terme.

Pubblicato in Cultura Parma
Venerdì, 11 Luglio 2014 09:30

Salsomaggiore celebra i Beatles

"Salso meets the Beatles Festival": tre giorni di concerti, seminari, mostre, aperitivi a tema e tanti eventi per celebrare il mitico quartetto in occasione dei cinquant'anni dalla pubblicazione dell'album "A hard day's night" -

Parma, 11 giugno 2014 - di Paola Tanzi -

Riparte oggi «Salso meets the Beatles Festival», appuntamento musicale dedicato ai ragazzi di Liverpool giunto alla quinta edizione. In scena sino a domenica il festival organizzato dall'Associazione Culturale MUS.AR.TE in collaborazione con Beatlesiani d'Italia Associati e con il patrocinio del Comune di Salsomaggiore Terme, celebra la musica, l'arte e la cultura beatlesiana. In programma concerti, seminari, mostre, aperitivi a tema e tanti eventi che non mancheranno di cogliere l'interesse del pubblico. Un evento pensato come un incontro tra i fans e gli appassionati del celebre quartetto in occasione dei cinquant'anni dalla pubblicazione dell'album "A hard day's night" definendo la centralità del lavoro chitarristico di George Harrison.

Il lungo programma di eventi si aprirà oggi alle 18 in vicolo Loschi e via Pascoli con "A Beatles... Hard day's night", music & street food in collaborazione con i bar della zona. In scena alle 18 il Magic London Bus con le speciali birre inglesi; l'aperitivo beatlesiano; l'anteprima del Festival con la presentazione degli appuntamenti della quinta edizione del Festival; alle 18.45 Aspettando ... i Beatles, proiezione di documentari; alle 19.15 "A cena ... con i Beatles" e presentazione del concorso vetrine beatlesiane; alle 19.30 seminario "A Hard day's Night: i Beatles alla conquista dell'America" a cura del musicologo Paolo Marzolini; alle 20 Beatles Karaoke con "I bambini... cantano i Beatles" con il Beatles Rock Band e i "Little Beatles"; alle 21.30 concerto della Tribute band "The Ladders".

Si prosegue domani alle 18 in piazza Berzieri (in caso di maltempo al Teatro Nuovo) con la serata presentata dalla speaker radiofonica di Radio TV Parma Simonetta Collini con il Magic London Bus con le speciali birre inglesi e l'aperitivo beatlesiano; alle 18.30 "Aspettando ... i Beatles – proiezione di documentari"; alle 19 apertura del festival dove si susseguiranno alle 19.15 il seminario "Beatles: da Please Please me a A Hard Day's night" a cura di Rolando Giambelli, Presidente dei Beatlesiani d'Italia Associati; alle 19.45 "Beatles in Jazz", la musica dei Beatles interpretata in chiave jazzista da Fedo Federici & Fabio Frambati quintet; alle 21 "Ho sentito uno strano accordo ...", recital al pianoforte di Francesco Nigri, pianista e compositore; alle 21.45 concerto della tribute band "The Shout".

Domenica il punto di riferimento sarà Parco Corazza (Teatro Nuovo in caso di maltempo). Si parte alle 10 con le bancarelle di memorabilia, libri, cd/dvd, oggettistica Beatles, il Magic London Bus con le speciali birre inglesi, la mostra fotografica "Dal Rock n' roll ai Beatles" e la simpatia di "Attraversa anche tu ... Abbey Road"; alle 11.20 presentazione degli eventi della giornata cui seguiranno interviste, presentazioni di libri e novità; alle 12 "The Beatles and me", incontro musicale con Rolando Giambelli, presidente dei Beatlesiani d'Italia Associati; alle 12.30 Fish & Chips party in stile british; alle 15 contest musicale nazionale "Salso meet the Beatles" con votazione della giuria tecnica e del pubblico, concorso musicale con esibizioni di band ed artisti emergenti; alle 17 di scena la Gattorno's band; alle 17.30 Concerto della band "The Brothel Creepers" ed alle 19 premiazioni finali del vincitore del contest musicale e del vincitore concorso vetrine beatlesiane.

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Il turismo della cittadina termale passa anche dalla musica. Il sindaco Filippo Fritelli sulla tematica della zonizzazione acustica. Intanto su Facebook scambio di opinioni con circa un'ottantina di commenti -

Parma, 10 luglio 2014 - di Paola Tanzi -

A metà stagione per le città turistiche è tempo di bilanci: e quella salsese parte da quanto messo in atto per creare vitalità e movimento in una cittadina termale che vuole tornare a vivere. E la cui stagione passa anche sulla musica. «Per questo abbiamo dato in deroga cinquanta serate al T-Club di Tabiano, che è ripartito con una nuova gestione» ha spiegato il sindaco Filippo Fritelli, intervistato sul tema. «Ora sono in corso accertamenti da parte di Usl e Arpav per definire tutta la pratica, poiché la zona è limitrofa ad abitazioni» continua il primo cittadino.

Fritelli filippo sindaco Salsorid

Ed il ricordo alle numerose polemiche della città termale è naturale: negli anni a Salsomaggiore il tema della zonizzazione ha tenuto banco, dividendo la città in chi a favore della musica per animare la città turistica, chi a favore "del silenzio" della città del riposo. «Io sono favorevole ad offrire questo servizio aggiunto: fin dal nostro insediamento abbiamo avviato un prolungamento di un'ora della musica nei venerdì, adeguandoli al sabato. Certo questo ci ha portato anche a doverose mediazioni tra baristi (che propongono di caffè chantant) e gli albergatori. Ma per quest'anno non ci lamentiamo: per ora poche, anzi nessuna, polemica vera». Forse grazie anche al maltempo che è riuscito a rovinare la maggior parte dei week end salsesi, con annessi concerti e concertini. Certo è che la tematica è ancora dibattuta e presente e che la situazione è continuamente monitorata da tecnici, come Alessandro Capuccini, il professionista settantunenne di Collecchio, investito sulla provinciale proprio mentre era intento nella misurazione dei decibel emessi dal concerto del Festival Beat in scena al Parco delle Feste. In città o in periferia c'è sempre qualcuno che per ragioni diverse, per lo più legate al lavoro, desidera riposare di notte senza dover assistere a concerti e musiche.

Ed il dibattito divampa. Un esempio lo scambio di opinioni con circa un'ottantina di commenti, sul gruppo facebook "Non sei di Salso se...": «vogliamo un dormitorio? Poi non ci si deve lamentare se nn viene più nessuno ...chi è infastidito dalla musica e dalla gente, prenda in considerazione di andare a vivere nelle adiacenti colline di Cangelasio, Scipione, San Nicomede o altro...o tappi alle orecchie!» scrive una salsese.

«Sto rientrando ora dalla riviera romagnola...dove, in occasione della notte rosa, son 3 g che c'è festa da mattina a sera e per festa intendo che il festival di Salso a confronto sembra una festa nel salotto di casa mia! Anche lì certamente ci sarà qualcuno che si lamenta, ma le amministrazioni e le autorità se ne sbattono perché hanno capito che il beneficio di pochi non può essere a discapito di una comunità che vive di turismo e per pochi mesi l'anno. Amministratori, commercianti e albergatori dovrebbero farsi un bel giro in Romagna... varrebbe al pari di un Master in economia del turismo! Romagna docet!» scrive un'altra.

Insomma la stagione turistica salsese prosegue tra la voglia di ritornare agli antichi fasti e delle vecchie nomee di celebrità e vita mondana ed il richiamo della città della salute, quella del riposo e del silenzio. Che il giusto, come dicevano gli antichi, stia nel mezzo, magari puntando alla qualità dell'offerta?

Pubblicato in Cronaca Parma
Martedì, 08 Luglio 2014 10:03

Incidente a Salsomaggiore

Parma, 8 luglio 2014 -

Riceviamo dall' Ufficio Stampa del Festival Beat di Salsomaggiore segnalazioni di imprecisioni sull'articolo pubblicato ieri con richiesta di rettifica che di seguito pubblichiamo -

"Tragedia al Festival Beat. La tragedia è successa, si tratta di un incidente sul lavoro, accaduto sulla statale non nell'area feste dove era in corso la manifestazione. Il titolo è ingannevole."

"La seconda imprecisione, che ci sconcerta, è contenuta in questa frase: Questa sua grande forza di coinvolgimento riesce a far sì che giungano appassionati delle beat generation da ogni dove proprio per i concerti live, che creerebbero disturbo ad alcuni residenti. Da qui la presenza dell'uomo, che stava monitorando la situazione acustica. Il dottor Cappucini, un professionista che da otto anni collaborava con noi, era lì per fare i rilevamenti richiesti dalla legge italiana. Non ci sono altre ragioni."

L' Ufficio Stampa del Festival Beat di Salsomaggiore segnala inoltre, che la polemica degli scorsi anni relativa all' inquinamento acustico "Sembra essersi risolta".

Pubblicato in Cronaca Parma

Alessandro Cappuccini, professionista che da anni collaborava con il festival, è stato travolto in via Parma. Le dinamiche sono, ancora al vaglio degli inquirenti -

Parma, 7 luglio 2014 - di Paola Tanzi -

Alessandro Cappucini, tecnico impegnato nella rilevazione del suono acustico, è stato investito da un auto, guidata da un salsese, noto e stimato in tutta la città termale, proprio mentre si trovava sulla carreggiata in direzione Fidenza Salsomaggiore. L'uomo, nonostante l'automobilista abbia tentato in tutti i modi di evitarlo, è stato caricato sul cofano dell'Audi e sbalzato a terra.
Cappuccini, professionista che da anni collaborava con il festival rilevando i dati del rumore dei concerti, è stato travolto in via Parma, poco lontano dal civico 93 bis, mentre nell'Area delle Feste, a tre chilometri dal centro di Salsomaggiore, si svolgeva il primo dei concerti live in programma.

2014-07-05 rid1

Secondo i commenti dei presenti al fatto l'uomo non avrebbe indossato il giubbottino di sicurezza: questo e la scarsa illuminazione del luogo sarebbe da individuare tra le causa del drammatico incidente. Le dinamiche sono, però, ancora al vaglio degli inquirenti: sul luogo dell'incidente, avvenuto attorno alle 23.30, sono subito intervenuti i militi del 118, i carabinieri e ed i vigili delle Terre Verdiane. E nonostante i primi interventi sul posto, l'uomo è spirato in ospedale. Sulla provinciale che collega Salsomaggiore a Fidenza si è quindi creato traffico veicolato, in un primo momento, verso la strada nota come "San Rocchino". Il Festival Beat, da anni appuntamento fisso dell'estate salsese, fa il pieno di partecipanti proprio il venerdì e sabato sera con i concertoni live che ospitano gruppi beat provenienti da tutto il mondo. Questa sua grande forza di coinvolgimento riesce a far sì che giungano appassionati delle beat generation da ogni dove proprio per i concerti live, che creerebbero disturbo ad alcuni residenti. Da qui la presenza dell'uomo, che stava monitorando la situazione acustica.

Pubblicato in Cronaca Parma

Ventiduesima edizione per il "Festival Beat-Battle of the Bands" di nuovo in scena a Salsomaggiore sino al 6 luglio. Un appuntamento imperdibile per gli amanti della musica anni '60, con persone provenienti da ogni parte del mondo.

Parma, 3 luglio 2014 -

Una rassegna dedicata agli anni d'oro del Beat, periodo che ancora adesso continua a coinvolgere sempre più appassionati, anche giovanissimi. E per questo il Festival Beat, meglio noto come il festival più caldo dell'estate salsese, torna di scena, portando un po' di vitalità in una città che vuole farsi sentire sul palcoscenico europeo. Un programma intenso è il biglietto da visita migliore per un evento che continua nella sua ascesa.

Si entra nel vivo della rassegna oggi alle 14.30 con il Pool Party alla Piscina Leoni con il Festival Beat Dj Crew; alle 18 al Mad Cafè con Aperitivo con Festival Beat Djs Crew Fiat 500 Drive-in and
"Mad Beatle Boots Race"; alle 21.30 Area Solarium della Piscina Leoni "Go down records night", live con Gli Avvoltoi, leggenda del neo-beat di casa nostra, The Mutants dalla Finlandia; alle 23.45 all'Hotel Cantuccio "Cavern" gli Psych live con i The Vibravoid dalla Germania, per gli amanti della psichedelia. Seguirà Live Allnight Party con Special Guest Djs di La Società Psychedelica, Enrico "dj Henry" Lazzeri e Davide "mojomatics" Zolli.

Si prosegue venerdì con il Pool Party alla Piscina Leoni alle 14.30
con il Festival Beat Dj Crew ed alle 17.30 al Cafè Desireè aperitivo con Monogawa Dj Crew per la presentazione del libro "Surf Play" presentato da Franz A Fiorentino e Tommaso Lavizzari, moderati da Gino Delledonne; aperitivo con Festival Beat Djs Crew alle 18 al Mad Cafè , mentre alle 18 al Tennis Club Terrace Sur'f'roll Party with Surfer's Den. Segue alle 18 al Devil's Den Pub il live con i The Leeches, pesi massimi del punk rock, e i Los Illegales dal Messico.
E sempre venerdì al via gli appuntamenti all'Area Live di Ponte Ghiara, servita da bus navetta ogni 45 minuti dal centro salsese. Apertura alle 20 con entrata a 15 euro, vedrà un vero e proprio trionfo del beat in fatto di musica con concerti dal vivo che proseguiranno sino al mattino. Dagli Usa i Kepy Ghoulie, i The Jackets dalla Svizzera, i The Duke of Hamburg dalla Germania, i The Excitements dalla Spagna.

Sabato con Pool Party alla Piscina Leoni alle 14.30 con Festival Beat Dj Crew con Diaboliko Coupè, seguiti alle 17.30 dall'aperitivo with Monogawa Dj Crew al Cafè Desiree con la presentazione dei libri di Blue Bottazzi e della neonata casa editrice rock Ciclostile con Eleonora Bagarotti e Luca Frazzi. Aperitivo al Mad Cafè alle 18 con il Festival beat Crew, al Tennis Club Terrace con i The Fog Surfers Dj Crew ed al Devil's Den Pub con il live dei Kepi Ghoulie. Coinvolta anche Fidenza, con lo Scarlet Cafè, che ospiterà i Girl in Garage Dj Set dei Wild Tiger Lavi. Quindi l'Area Live (20 euro l'ingresso) con i live dei Dog Party dagli Usa, i The Peawees, i the New Piccadillys dalla Scozia, i The Standells dagli Usa e ancora Allnighter with Festival Beat Dj Crew, Kitchen Room-Beat Sounde Bar Room-Rock'n'Roll Sound.

Gran finale domenica, quando calerà il sipario su questa ventiduesima edizione.
I saluti iniziano domenica alle 12 al Tennis Club con il BBQ and Hot Grill Party Special Meal and Cheap Price, seguito alle 14.30 dal Pool Party alla Piscina Leoni con il Festival Beat Dj Crew. Alle 18 "Waiting for Vooodoo Fest", presentazione del Voodoo festival che si presenterà il 19 luglio a Castelnovo Bariano di Rovigo, con il Dj set di Lukino Ungawa. Quindi calo del sipario alle 22.30 all'Hotel Cantuccio "Cavern" con il Live di Morticia's Lovers, garage punk dirompenti che daranno appuntamento alla ventitreesima edizione, quella del 2015.

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Scatta l'odinanza del Sindaco: obbligo per i proprietari di ripristino, pulizia e corretta gestione dei fossati e il taglio di rami e siepi sporgenti su strade pubbliche -

Parma, 2 luglio 2014 - di Paola Tanzi -

Dopo il disastro del 14 giugno scorso arriva l'ordinanza 168 del 30 giugno 2014 del sindaco che obbliga i frontisti in città e nel forese alla pulizia ed al mantenimento dei fossati e del taglio di rami secchi e sporgenti e siepi sporgenti su strade pubbliche. Un intervento atteso e richiesto da molti all'indomani del nubifragio che vide l'acqua straripare da tombini e canali di scolo otturati da foglie e rami secchi spezzarsi creando non solo il disastro di cui ancora molti salsesi stanno pagando le conseguenze ma anche situazioni di pericolo. L'obbligo che deve essere eseguito entro il 15 aprile ed il 15 ottobre di ogni anno coinvolge accessi e diramazioni che dovranno essere mantenuti, piantagioni e siepi non potranno invadere o restringere strade pubbliche comunali e vicinali, manutenzione delle ripe onde evitare franamenti, pulizia e manutenzione dei fossi per la condotta delle acque. Inoltre provvedere alla derattizzazione e disinfestazione per combattere la proliferazione di insetti e ratti, divieto di scaricare materiali di qualsiasi genere, anche vegetale, negli alvei e lungo le sponde di corsi d'acqua onde evitare ostruzioni e inquinamento. L'ordinanza, attiva da subito, prevede controlli da parte della polizia stradale su tutto il territorio comunale e che, in caso, di mancata ottemperanza da parte dei proprietari sarà il Comune, senza ulteriori avvisi ad eseguire la pulizia, anche con l'uso delle forze dell'ordine, a spesa degli inadempienti.

Pubblicato in Cronaca Parma

Ascom di Salsomaggiore Terme in collaborazione con New Awareness Meetings and Events presenta "Salus Maggiore" -

Parma, 28 giugno 2014 -

Domani, 29 Giugno 2014 presso il Parco Mazzini di Salsomaggiore Terme si svolgerà SALUS MAGGIORE dalle 10.00 alle 23.00. Oltre 60 stand saranno presenti nel parco Mazzini e saranno a disposizione dei visitatori che verranno a provare e scoprire tutte le novità nel campo del benessere a tutto tondo: dai massaggi shiatzu, alla numerologia, dalle sessioni di coaching con gli angeli, agli esperti di nutrizione naturale... passando per la meditazione e i bagni di Gong fino ad arrivare alla scoperta di prodotti cosmetici prodotti al momento e ai prodotti alimentari bio-dinamici... (per dirvene solo alcuni). Una giornata/evento nella città del benessere per sperimentare tutte le novità nel campo della salute fisica energetica, mentale e spirituale: trattamenti, massaggi, sessioni e tecniche bio-energetiche, prodotti naturali, alimentazione sana, attività fisiche e sport.

A disposizione anche uno spazio conferenze e uno dedicato alle dimostrazioni pratiche/sessioni di gruppo. In serata, dalle 21.30, meditazione collettiva con gli speaker della manifestazione e lancio delle lanterne giapponesi. Per info contattare: Serena Sirini Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Tel. 3889485788 - 0524293045

(Fonte: N.A.M.E. - New Awareness Meetings and Events)

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Nel nubifragio salsese in azione sin da subito la Protezione Civile che già da venerdì aveva diffuso il bollettino di allarme meteo.

Salsomaggiore Terme 15 giugno 2014 -

La squadra della "Favalesi" ha agito per tutta la durata del maltempo mettendo in sicurezza strade ed abitati. In particolare liberando le vie di passaggio da alberi e rami caduti: le situazioni più critiche in via Porro, in via Cavour, in via Gramsci, nella zona adibita a sosta camper, proprio davanti al magazzino della Protezione Civile, ed a Marzano Volta, dove però la squadra ha dovuto rinunciare data l'enormità del tronco riversato sulla strada. Quindi la squadra idraulica ha lavorato per riportare alla normalità le zone colpite da allagamenti di cantine e garage sotterranei ed ai piani terra.
A coordinare le operazioni di soccorso Giorgio Cenci che ha diretto la squadra di una dozzina di volontari salsesi accorsi alla chiamata di emergenza. «Terminata la tempesta abbiamo trovato una città allagata e il nostro verde pubblico martoriato». Così è iniziato il lavoro in via Torino, dove più di un metro di acqua ha invaso scantinati e garage arrecando danni notevoli ad opere murarie e autovetture in sosta. In aiuto agli "angeli del soccorso" salsese anche la squadra di "Volontari per il Po" di Zibello, mandata in nostro supporto dal Coordinamento della Protezione Civile di Parma.
E benché al momento il maltempo pare essersi placato, resta alta l'allerta soprattutto nelle frazioni, colpite da smottamenti e frane di varie dimensioni. (PT)

Pubblicato in Cronaca Parma