Visualizza articoli per tag: territorio Salsomaggiore Terme

Sabato, 10 Settembre 2016 09:14

Salsomaggiore Street Food Festival

Dal 23 al 25 settembre nella storica città termale di Salsomaggiore fanno tappa i migliori Truck food: cibo italiano di strada, spettacolari cooking Show, laboratori, concerti, dj set, spazi bimbi, un raduno di auto d'epoca Fiat 500 ed artisti di strada. Da non perdere la Night Color organizzata da Radio Number One per la Notte Gialla.

Parma, 10 settembre 2016

Da venerdì 23 a domenica 25 aprile 2016, i 21 migliori truck food italiani fanno tappa a Salsomaggiore Terme, proprio nella piazza davanti allo storico palazzo termale. Un evento organizzato da Confesercenti Parma con il patrocinio del Comune di Salsomaggiore Terme e la collaborazione di alcuni imprenditori del territorio.
Per tre giorni dalle 10 alle 24 il piazzale sarà animata da originali e bizzarri camioncini, ape car e furgoncini d'epoca selezionati in tutta Italia, i quali porteranno la tradizione del cibo italiano di strada. Oltre ad un'occasione per degustare il migliore Street Food italiano, il Festival aprirà le porte a spettacolari cooking Show, laboratori, concerti, dj set, spazi bimbi, un raduno di auto d'epoca Fiat 500 ed artisti di strada. Da non perdere la Night Color organizzata da Radio Number One per la Notte Gialla di sabato 24 settembre.

Salsomaggiore Streetfood eventi

Attivo inoltre da oggi un particolare foto contest su Instagram: fino al 22 settembre chi posterà foto che rappresentano l'essenza e la tradizione della cucina parmigiana e dello street food usando l'hashtag #SALSOSTREETFOOD potrà vincere buoni omaggio da utilizzare al Salsomaggiore Street Food, e la foto più rappresentativa riceverà un bag di prodotti tipici. La premiazione si terrà domenica 25 settembre in piazza Berzieri a Salsomaggiore.
«Per tre giorni le eccellenze del territorio e dello stivale diventeranno social, portando anche a Salsomaggiore un trend Europeo che sta prendendo molto piede. Si tratta di un formato ben riuscito perché basato su prodotti di alta qualità con operatori selezionati dopo Expo 2015 e un modo per coinvolgere attivamente locali e commercianti della città termale» dichiara Antonio Vinci, vicedirettore Confesercenti Parma.

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Il tavolo istituzionale riunitosi in Provincia oggi pomeriggio ha fatto il punto della situazione: significativi passi avanti nel percorso delineato nell'accordo recentemente siglato.

Parma, 3 settembre 2016 - Giovedi pomeriggio in Piazza della Pace si è riunito il Tavolo di crisi istituzionale Simply – SMA, a cui hanno partecipato il Presidente della Provincia e Sindaco di Salsomaggiore Filippo Fritelli, il Sindaco di Fidenza e Delegato provinciale Andrea Massari, i parlamentari on. Patrizia Maestri e Giuseppe Romanini, il Responsabile delle relazioni industriali di Sma spa Dario Bresciani, Vincenzo Vassetta di Cgil Fidenza e Massimo Petrolini di Filcams-Cigl, Francesca Michelotti del Centro Impiego Fidenza e Vanni Salatti dell'Agenzia regionale Emilia Romagna Lavoro.

Si sono registrati significativi passi avanti rispetto alla situazione di due mesi fa, dopo l'accordo recentemente siglato tra le parti, che ha individuato un percorso per i 34 lavoratori coinvolti dalla chiusura dei due supermercati Simply – Sma di Salsomaggiore e Fidenza.
Tutti fruiranno del collocamento in mobilità per 12 mesi per i lavoratori under 50 anni e per 18 mesi per gli over 50; in alcuni casi riceveranno anche un incentivo aziendale.

Quattro lavoratori hanno accettato il trasferimento nel Milanese.

Tutti i lavoratori interessati sono stati o saranno a breve presi in carico dal Centro Impiego di Fidenza, ora diventato parte dell'Agenzia Regionale per il Lavoro Emilia – Romagna, per la definizione di un piano personalizzato di inserimento lavorativo.

Oltre a ciò, l'azienda si è impegnata a dare la precedenza alla ricollocazione di questi lavoratori in punti vendita del gruppo SMA nel Parmense, nel caso di eventuali uscite di personale. Inoltre si è impegnata a diffondere i loro curricula presso aziende con cui ha rapporti di collaborazione commerciale. Infine, l'azienda ha concesso un mese di stipendio pagato, a fronte dei tre mesi che erano stati richiesti dal sindacato.
Questi, in sintesi, i risultati ottenuti dopo due mesi di lavori del Tavolo Istituzionale, che sono stati puntualizzati oggi.

Filippo Fritelli, Sindaco di Salsomaggiore e Presidente della Provincia ha così commentato: "A nome di tutto il Tavolo esprimo soddisfazione per i risultati raggiunti, soprattutto ripensando al punto di partenza, quando la Simply – Sma aveva comunicato la chiusura improvvisa delle due sedi e il trasferimento dei dipendenti in sedi dell'hinterland milanese, che avrebbe comportato in pratica la perdita del lavoro per 34 persone tra Fidenza e Salsomaggiore. "

Fritelli e Massari ringraziano le parti presenti al tavolo, i parlamentari di Parma, i consiglieri regionali, l'azienda e i sindacati, anche in considerazione della ricaduta sociale della vicenda, in un territorio gravemente colpito dalla crisi.
Il Tavolo resta aperto per monitorare l'evoluzione della situazione.

Pubblicato in Lavoro Parma

La Gilda degli Insegnanti favorevole alla fusione tra il "Solari" di Fidenza ed il "Magnaghi" di Salsomaggiore, adesso non si dimentichi il tavolo di concertazione.

Parma, 18 luglio 2016

La Gilda degli Insegnanti di Parma e Piacenza è favorevole alla proposta di fondere l'Istituto Alberghiero di Salsomaggiore ed "Solari" di Fidenza, quest'ultima scuola, data la sua specificità, ha bisogno di un'adeguata valorizzazione: obiettivo che potrà essere raggiunto meglio solo con un'offerta formativa omogenea a livello territoriale. Il fatto che il "Solari" sia attualmente inglobato in un mega istituto tricefalo suddiviso in sedi distinte e distanti tra loro, come quelle del "Galilei-Bocchialini-Solari," non è una buona cosa. Un'aggregazione che a suo tempo fu forse decisa in maniera azzardata e che specialmente negli ultimi anni ha fatto evincere anche i limiti dell'Ufficio Scolastico Regionale, il quale sotto l'aspetto tecnico si mostra poco efficace nel poter esercitare la propria opera di controllo e monitoraggio di una realtà così complessa e disomogenea. Ricordiamo inoltre che la legge regionale dell'Emilia Romagna prevede che vi sia obbligatoriamente un tavolo di concertazione e della norma si evince chiaramente che devono essere invitate anche le organizzazioni rappresentative del corpo docente (art.45 comma 2 della legge regionale n. 12 del 30 giugno 2013), essa così recita: "I Comuni, avvalendosi delle analisi dei fabbisogni professionali e formativi svolte a livello nazionale e locale, in via prioritaria di quelle realizzate dagli enti bilaterali, individuano la domanda di formazione espressa dal territorio attraverso la concertazione con le parti sociali e la consultazione con l'associazionismo, con le famiglie e con gli altri soggetti interessati". A tal fine il coordinatore della Gilda di Parma e Piacenza, Salvatore Pizzo, richiederà formalmente ciò al Comune di Fidenza che è stato l'ente che per primo ha deliberato ed ha precisato "ci dispiace non lo abbiano previsto prima della delibera".

Gilda degli Insegnanti - Fed Gilda Unams
SEDE DI PARMA: Via Verdi 25 – 43121-Parma- presso Alpic Caf Italia
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  -tel.338/8103820 – tel.fax 0521/235547

Assegnati i riconoscimenti dell'undicesima edizione del Premio. Prima classificata la 4° G del Liceo Ulivi di Parma, al secondo posto la 4° I dell'Ulivi, terza la 2° A – AFM del Paciolo D'annunzio di Fidenza. Fritelli: "Combattere la violenza sulle donne, in tutte le forme, è una battaglia di civiltà doverosa per le istituzioni".

Parma, 30 maggio 2016 -

"Il corpo mediato: violenza contro le donne sui social media" è il titolo della XI edizione del Premio Colasanti Lopez, ideato dalla Provincia di Parma con l'obiettivo di sensibilizzare i giovani sul tema della violenza contro le donne e realizzato con il contributo dell'Azienda Sanitaria Locale di Parma, in collaborazione con le Associazioni Centro Antiviolenza e Gruppo Scuola.
Il Premio è intitolato a Donatella Colasanti e Rosaria Lopez vittime del "massacro del Circeo", avvenuto nel 1975, un fatto di violenza emblematico rimasto tristemente nella memoria collettiva del Paese.

Hanno vinto:
1° premio la classe 4° G del Liceo Scientifico "Giacomo Ulivi" di Parma,
2° premio la classe 4° I del Liceo Scientifico "Giacomo Ulivi" di Parma
3° premio la classe 2° A – AFM dell'Istituto Paciolo D'annunzio di Fidenza

Le premiazioni si sono svolte ieri mattina all'Auditorium del Centro Congressi Cariparma di Via Cavagnari, con la partecipazione del Presidente della Provincia Filippo Fritelli, di Paolo Volta, Direttore delle attività socio sanitarie dell'Azienda USL, Samuela Frigeri Presidente del Centro Antiviolenza di Parma e Andrea Corsini della Cooperativa Gruppo Scuola.
Erano presenti alla cerimonia gli studenti di tutte le 12 classi che hanno partecipato al concorso con propri lavori: la 1° D del Liceo Romagnosi, la 4° G, la 4° I e la 5° E del Liceo Ulivi di Parma, la 4° H, la 4° S e la 4° T del Liceo Marconi, la 2° P dell'Istituto Giordani di Parma, la 2° A Tecnico Turistico dell'Istituto Magnaghi di Salsomaggiore, la 4° B RIM SIA, la 4° C RIM e la 2° A AFM dell'Istituto Paciolo D'Annunzio di Fidenza.

"L'argomento scelto, ogni anno, per il Premio Colasanti Lopez vuole intercettare i cambiamenti intervenuti: ora siamo di fronte alla potenza, anche distruttiva, del nuovo linguaggio social molto utilizzato dai ragazzi e dalle ragazze - ha dichiarato il Presidente della Provincia Filippo Fritelli - La violenza sulle donne non accenna a diminuire, e anzi assume nuove connotazioni, su cui è necessario cominciare a riflettere: il coinvolgimento degli studenti è fondamentale, intanto perché sono i principali fruitori e utilizzatori dei nuovi media, e poi perché delle nuove tecnologie si può e si deve fare un utilizzo corretto. Le istituzioni pubbliche, consapevolmente, hanno il dovere di lavorare sulla prevenzione e sulla sensibilizzazione".

L'edizione 2016 era incentrata proprio sul ruolo dei social media e dei social network nell'informazione. Come si è modificato, con l'avvento delle nuove tecnologie, l'approccio al corpo femminile, alle immagini per raccontare e raccontarlo? Come è cambiata la percezione della libertà personale e dei propri limiti nell'agire online? Come influiscono sulla percezione del tema della violenza contro le donne i social media e il linguaggio e le immagini che in essi si utilizzano? Questi alcuni degli interrogativi proposti ai ragazzi e alle ragazze.

I prodotti presentati sono il frutto di un percorso complesso di informazione e di sensibilizzazione svolto nelle scuole, fatto di approfondimenti e riflessioni che hanno spaziato dalla storia delle donne agli aspetti giuridici e psicologici della violenza sulle donne, alla rappresentazione dei corpi femminili e maschili nelle strategie di marketing, allo scopo di fare acquisire una maggiore consapevolezza sul tema e a fare mettere in atto comportamenti conseguenti.
Tutti i lavori di quest'anno sono stati giudicati di grande interesse; la commissione ha valutato in particolare quanto i prodotti riuscissero a esprimere concetti, strumenti e modalità d'azione utili a promuovere e sostenere iniziative di sensibilizzazione contro la violenza alle donne; creatività, impegno, efficacia, correttezza e propositività del messaggio sono stati i criteri di valutazione nello stabilire i prodotti vincitori della IX edizione.

I VINCITORI E LE MOTIVAZIONI


Primo premio al video della classe 4° G del Liceo Scientifico "Giacomo Ulivi" di Parma - (referenti Prof. Stefania Mazzocchi e Giordana Mutti)
Motivazione: Il video mette efficacemente in luce quanto la violenza attraverso i social media sia dolorosa per chi la subisce e propone il messaggio positivo che i ragazzi e le ragazze non devono lasciarsi intrappolare nella logica perversa dei giudizi, degli sguardi e delle parole del "branco" che a volte si scatena in rete. Si è ritenuto di dover premiare inoltre la capacità tecnica di realizzazione del prodotto, la creatività della progettazione, la forza del messaggio e l'immediatezza con cui viene veicolato dalle immagini.

Secondo premio allo spot della classe 4° I del Liceo Scientifico "Giacomo Ulivi" di Parma (referenti Prof. Antonella Paolillo e Stefania Mazzocchi)
Motivazione: lo spot supera la visione della violenza verbale sulle donne in rete come bullismo, ma la qualifica correttamente come violenza tout court. Si è ritenuto di dover premiare anche la creatività dell'ideazione e l'efficacia comunicativa della realizzazione, che riesce a condensare il messaggio in un tempo breve, in particolare attraverso il passaggio dalle parole ai segni che questi lasciano visivamente sulla persona.

Terzo premio al video della classe 2° A – AFM dell'Istituto Paciolo D'annunzio di Fidenza (referenti Prof. Elisa Marchinetti e Maura Rossetti )
Motivazione: il video evidenzia come lo stereotipo, diffuso sia tra le ragazze sia tra i ragazzi, porti a considerare il corpo della donna come qualcosa da mostrare, senza comprendere la violenza che è insita in questa azione. Si è ritenuto di premiare l'efficacia, il buon ritmo comunicativo del video e la scelta della colonna sonora.

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Parma)

"Audax Salsomaggiore – Rimini, Rievocazione storica internazionale": la manifestazione si svolgerà sabato 21 e domenica 22 maggio, e rievocherà una famosa gara di regolarità svoltasi negli anni '50. Presentata stamattina in Provincia dal Presidente Fritelli, da Galvani e Cagni dei Vespa Club di Parma e Montecchio gli organizzatori, con il vespista Ormisde Artoni che vi partecipò nel 1958.

Parma, 18 maggio 2016

Sono una novantina le Vespe di tutte le cilindrate e i modelli, anche d'epoca, provenienti da tutta Italia e dall'estero, che parteciperanno nel prossimo week end alla "Audax Salsomaggiore – Rimini, Rievocazione storica internazionale".

La manifestazione sportiva, che ripercorrerà la strada di una famosa gara di regolarità internazionale sulle due ruote svoltasi negli anni '50, è inserita nel calendario storico sportivo del Vespa Club Italia, prevede tre controlli orario e tre controlli timbro lungo il percorso di 320 Km, con una sosta ristoro a circa metà percorso a Castelfranco Emilia, in provincia di Modena. La partenza è per sabato 21 maggio, alle 7, da Salsomaggiore.

A organizzarla i Vespa Club di Parma e Montecchio (Reggio Emilia) e il Registro Storico Vespa, in collaborazione con i Club di Collecchio, Reggio, Correggio, Castelfranco Emilia, Maranello, San Giovanni in Persiceto, e con il patrocinio della Provincia di Parma, dei Comuni di Salsomaggiore, Rimini e San Polo d'Enza.

L'evento è stato presentato stamattina in Piazza della Pace dal Presidente della Provincia e Sindaco di Salsomaggiore Filippo Fritelli, e dai Presidenti dei Vespa Club di Parma Daniele Galvani e di Montecchio Gabriele Cagni. Era presente anche Ormisde Artoni vespista che nel 1958 di classificò 24° alla Salsomaggiore - Rimini di allora e che parteciperà anche alla partenza della manifestazione sabato mattina, a testimonianza di una passione che il tempo non ha scalfito.

"Ben volentieri patrociniamo questa iniziativa, che collega due punti di eccellenza turistica del territorio emiliano – romagnolo, Salsomaggiore e Rimini. E lo fa con un mezzo di trasporto che è diventato ormai mitico: la Vespa, lo scooter più famoso al mondo, che ha fatto sognare e viaggiare intere generazioni, è diventato in settant'anni un simbolo stesso dell' Italia, della sua creatività e del suo ingegno." ha sottolineato Fritelli, che ha ricordato con nostalgia la Vespa dei suoi sedici anni.

"L'intramontabile scooter della Piaggio, progettato dell'ingegnere aeronautico Corradino D'Ascanio, prodotto in 18 milioni di esemplari dal 1946 ad oggi, è ancora protagonista sulle strade di tutto il mondo, immortale nonostante lo scorrere degli anni – ha affermato Galvani - e anzi la Vespa è amata oggi più di ieri, al punto da essere per i suoi cultori un oggetto da collezionare, restaurare e curare nei minimi dettagli."

"Anche nell'organizzare questa rievocazione storica abbiamo messo lo stesso entusiasmo e la stessa cura, a partire dalle tute bianche che indosseranno i partecipanti, simili a quelle dei Vespisti degli anni '50 – ha spiegato Cagni – E la nostra passione si è dimostrata contagiosa: abbiamo iscrizioni da ogni parte d'Italia, veneti, marchigiani, lombardi, dalla Val Camonica a Torino a Napoli, ma anche dalla Germania e dal Belgio, folta la rappresentanza emiliano – romagnola."

(fonte: ufficio stampa Provincia di Parma)

Pubblicato in Comunicati Turismo Parma

I dati resi noti dalla Provincia. Le presenze degli stranieri crescono del 14,8% e rappresentano circa il 30% del totale. Nel Capoluogo le presenze aumentano del 7,1%, mentre nelle località Termali del 2,5%. Il Presidente della Provincia Fritelli: "Grande interesse per il nostro territorio, per il terzo anno di seguito."

Parma, 16 febbraio 2015

Sono buoni i dati del turismo per il 2015 nella provincia di Parma: 687.490 arrivi (con un +10,7% rispetto al 2014) e 1.675.342 presenze (+3,9%).
Sia gli arrivi che le presenze sono al livello più alto registrato dal 2008; in particolare, le presenze straniere sono cresciute del 14,8%, arrivando a 518.168 (il 30,95%) del totale, mentre la permanenza media passa dalle 2,6 alle 2,4 notti per cliente.
Il flusso dei turisti italiani, che fino al 2012 aveva subito delle rilevanti diminuzioni, presenta una sostanziale stabilità delle presenze rispetto al 2014 (-0,3%).

I turisti Cinesi si attestano al primo posto della graduatoria degli stranieri, superando le presenze dei Francesi e dei Tedeschi, che sono i mercati esteri tradizionalmente più interessati al nostro territorio; in particolare i Francesi fanno registrare una diminuzione del 13,3%.
Variazioni positive,invece, del 3,7% per gli USA e del 14% per il Regno Unito.

Esaminando le performance delle varie aree, il Capoluogo fa rilevare un buon aumento delle presenze (+7,1% rispetto al 2014), mentre si conferma il dato già registrato nel 2014 della ripresa delle località Termali, che nel 2015 incrementano le presenze del 2,5%.
Buona, con un +4,2%, la crescita delle presenze nell'area delle Città d'arte (Busseto, Colorno, Fidenza, Fontanellato, Fontevivo, Roccabianca, San Secondo, Soragna, Zibello). La Montagna mostra invece una certa sofferenza nelle presenze, con un calo del 4% rispetto al 2014.

"Si conferma per il terzo anno consecutivo un buon risultato per il turismo parmense, e questa continuità ci indica che il nostro territorio si è agganciato in modo stabile a dei flussi turistici importanti – sottolinea il Presidente della Provincia Filippo Fritelli - I numeri positivi, in particolare del Capoluogo e del comparto Termale, testimoniano come ci sia da parte di diversi operatori turistici italiani e stranieri un interesse per Parma e il suo territorio, anche se non sempre le aumentate presenze generano ricadute importanti per tutti gli operatori economici."

Come l'anno scorso, e a differenza del periodo precedente, per il 2015 è il comparto alberghiero che evidenzia le migliori performance percentuali rispetto al 2014, +12,4% di arrivi, +6,2% di presenze.
L'extra-alberghiero registra, dopo vari anni di incremento, una diminuzione delle presenze di circa il 2%.

"I flussi turistici a livello mondiale stanno crescendo, e quindi il settore presenta notevoli opportunità per i nostri imprenditori – spiega il Delegato provinciale alla Statistica Maurizio Vescovi - La strategicità di questo comparto si conferma a maggior ragione in un periodo di crisi economica, perché nel turismo si può generare valore aggiunto mettendo a valore idee e progetti che, in vari casi, non necessitano di investimenti inarrivabili in un periodo difficile come questo."

I dati di dettaglio su www.statistica.parma.it 

(Fonte: Ufficio stampa Provincia di Parma)

Pubblicato in Comunicati Turismo Parma

Giocampus in provincia: inizia l'allargamento verso i comuni del Parmense per un progetto sempre più in espansione. Presentate le novità durante una conferenza stampa presso il Comune di Parma. I prossimi appuntamenti si terranno il 13 febbraio a Parma, il 20 febbraio a Busseto e il 27 febbraio a Salsomaggiore Terme.

Parma, 11 Febbraio 2016 -

L'idea Giocampus non si ferma alla città di Parma e si estende in provincia tra Salsomaggiore Terme, Busseto e Sorbolo. L'obiettivo: il benessere delle generazioni future.
Queste novità sono state comunicate durante una conferenza stampa tenutasi presso il Comune di Parma. Un modello educativo sempre più replicabile in Italia e reso possibile proprio grazie al recente allargamento dell'Alleanza Educativa.
Presenti durante l'incontro di presentazione L'Assessore allo sport e alle politiche Giovanili del Comune di Parma Giovanni Marani, Rossana Mordacci (Ufficio Scolastico Regionale), Luca Concari (Vicesindaco di Busseto), Filippo Fritelli (Sindaco di Salsomaggiore Terme) Nicola Cesari (Sindaco di Sorbolo) Roberto Ciati (Relazioni Scientifiche e Sostenibilità – Barilla) e il Coordinatore di Giocampus Elio Volta.

«Questo importante momento si è sviluppato in piccoli passi» racconta l'Assessore Marani «l'ampliamento dell'Alleanza Educativa è stato una vera e propria rivoluzione per il nostro progetto, con le risorse che si sono aggiunte grazie ai nuovi partner abbiamo oggi la possibilità di sperimentare il modello Giocampus anche a Salsomaggiore Terme, Busseto e Sorbolo. È particolarmente significativo che i valori di Giocampus siano stati condivisi e approvati dal mondo delle istituzioni».

«Siamo arrivati ad un traguardo importante» conferma Rossana Mordacci «estendere Giocampus ad altri bambini della nostra comunità scolastica è un obiettivo che ci eravamo posti fin dall'inizio, ringrazio i sindaci che vogliono sperimentare questo progetto perché condividono la sfida educativa che è quella della formazione dei nostri bambini».

«Volevo comunicarvi la soddisfazione e l'entusiasmo con cui la nostra amministrazione ha aderito a questo progetto.» continua Luca Concari «Giocampus va a colmare un vuoto che oggi manca nella scuola e lo fa a 360° con un progetto alimentare e motorio di altissimo livello. Penso che questo sia un bellissimo esempio di sinergia tra enti locali pubblici e privati».

«Abbiamo aderito in maniera entusiasta al progetto, penso che la parte formativa ed educativa sia un tassello fondamentale.» continua Filippo Fritelli «Sono sicuro che per questo tipo di progetto territoriale ci sarà la possibilità, nei prossimi anni, di diffondersi ancora di più».

«Il progetto Giocampus è da anni il fiore all'occhiello del Comune di Parma ed è per noi un onere poterlo ospitare a Sorbolo.» racconta Nicola Cesari «Eccellenze di questo tipo rappresentano un ulteriore tassello che aggiungiamo a quello che per noi deve essere un modo innovativo e all'avanguardia finalizzato al cambiamento del paese e del nostro territorio. Trasmettere alle future generazioni la filosofia dei corretti stili di vita è un nostro obiettivo di mandato e questa opportunità, che ci è stata concessa grazie a Giocampus, dimostra un primo importante passo avanti: crediamo che sia questo il modo migliore per attuarla all'interno delle nostre scuole».

«L'allargamento e la diffusione dei contenuti di un modello di educazione alimentare e motoria di assoluta eccellenza, in cui Barilla è da sempre presente e ha creduto, ad un numero ancora più ampio di bambini e famiglie è un passo molto importante che rafforzerà il progetto con nuove esperienze e contributi originali» queste le parole di Roberto Ciati.

«È davvero un momento storico per noi.» racconta Elio Volta «Da oggi altri mille bambini avranno la possibilità, quotidianamente, di svolgere educazione fisica con gli insegnanti laureati in scienze motorie e di fare attività di educazione alimentare con i Maestri del Gusto che danno un valore aggiunto ad un progetto rivolto al benessere della persona».

Presente anche alla conferenza stampa Daniela Isetti, Assessore allo sport di Salsomaggiore Terme che ha ribadito l'importanza della formazione del personale Giocampus: «La scorsa settimana c'è stato il primo corso di formazione di educazione fisica per gli insegnanti di scienze motorie impegnati nel progetto ed è stato un grande successo, tutto questo ci da una grandissima soddisfazione». I prossimi appuntamenti si terranno il 13 febbraio a Parma, il 20 febbraio a Busseto e il 27 febbraio a Salsomaggiore Terme.

I tre comuni aderiranno a Giocampus con 5 scuole elementari differenti (2 a Salsomaggiore Terme, 2 a Busseto ed una a Sorbolo) per un totale di 43 classi e quasi 900 bambini.
Ogni scuola seguirà il modello di Giocampus Scuola, uno specifico percorso educativo inserito all'interno del programma scolastico e mirato all'insegnamento di un corretto ed equilibrato stile di vita.

Pubblicato in Scuola Parma
Sabato, 06 Febbraio 2016 10:35

Cibo e Corsa insieme nella Verdi Marathon

Il 28 febbraio 2016 prenderà il via la 19ª edizione della Verdi Marathon, per una domenica all'insegna di podismo e buon cibo. Partenza dalle colline della città termale di Salsomaggiore, per poi passare attraverso i paesaggi suggestivi che caratterizzano la provincia di Parma: Soragna, Fontanellato, Busseto. 

Parma, 6 Febbraio 2016 -

Cibo e corsa, un'accoppiata vincete, un binomio che coniuga il piacere dello stare in forma con la corsa, con quello per la tavola.
Nella Bassa parmense questo salutare e gustoso binomio prenderà forma in occasione della 19ª edizione della Verdi Marathon, la Maratona delle Terre Verdiane, in programma per il 28 febbraio 2016.
La manifestazione, che richiama ogni anno centinaia di sportivi e appassionati, parte dalle colline della città termale di Salsomaggiore, per poi passare attraverso i paesaggi suggestivi che caratterizzano la provincia di Parma: Soragna, Fontanellato, Busseto, ovvero i luoghi simbolo della storia, della musica e della tradizione culinaria di un territorio appena riconosciuto dall'Unesco come luogo d'eccellenza per la creatività gastronomica.
Quattro le distanze previste: i 10 km della "Salso-Fidenza", i 21,097 km della "Mezza Maratona di Fontanellato" (con arrivo al fianco dell'omonima Rocca), i 30 km della "Corsa del Principe" (resa unica dallo spettacolare passaggio all'interno della Rocca Meli Lupi di Soragna) e i 42,194 km della "Sojasun Verdi Marathon", che passa proprio accanto alla Casa Natale del Maestro di Busseto.
Ovviamente, dopo le fatiche della corsa, non può esserci nulla si meglio di un buon pasto ristoratore. Proprio per questo sarà un vero piacere scegliere tra i tanti menù tipici proposti da osterie e ristoranti.
Per l'occasione verranno proposte particolari offerte rivolte a tutti coloro che parteciperanno all'evento. INC Hotels Group, ad esempio, offre condizioni speciali per i podisti, ed i loro accompagnatori, all'interno di tutte le strutture del gruppo: Best Western Hotel Farnese, Holiday Inn Express, Hotel San Marco. Prezzi a partire da 30 euro a persona, al giorno e in camera doppia, con pernottamento e prima colazione.

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Una realtà postale, quella del Parmense, più digitale ma anche più moderna e facile per i cittadini, le imprese e la Pubblica Amministrazione. Attivato il WiFi negli uffici postali di Via Zani e Piazzale Giustizia. I cittadini possono accedere alla rete internet con pc, smartphone o tablet. -

Parma, 11 gennaio 2016

Una realtà postale, quella del Parmense, più digitale ma anche più moderna e facile per i cittadini, le imprese e la Pubblica Amministrazione: è l'obiettivo principale di Poste Italiane con il lancio del nuovo servizio WiFi gratuito, facile e sicuro negli uffici postali.
«Nella nostra provincia - afferma il direttore della Filiale di Parma Biagio Ximenes - oltre ai cinque del capoluogo e a quello di Collecchio, è stato ultimamente attivato il collegamento alla rete internet anche all'interno degli uffici postali di Fidenza in via Zani e Piazzale Giustizia a Salsomaggiore. E' a disposizione della clientela un hot spot gratuito che ha il vantaggio di migliorare la Customer Experience e dà la possibilità di svolgere alcune attività propedeutiche ai servizi richiesti. E' stato inoltre già pianificato il progressivo ampliamento del numero degli uffici abilitati nel nostro territorio».
In Emilia Romagna gli uffici postali con il servizio WiFi sono attualmente 57. Accedere alla rete all'interno degli uffici postali è semplice e a portata di click: basta infatti registrarsi comunicando il proprio numero di telefono mobile al quale verrà inviato un messaggio con le credenziali per l'accesso al WiFi. A quel punto, attraverso smartphone, tablet o pc sarà possibile navigare su internet, dialogare sui social network o lavorare in attesa del proprio turno allo sportello.
«Il progetto WiFi - sottolinea l'Ad di Poste Italiane Francesco Caio - rientra nella missione che ci siamo dati per i prossimi anni con il Piano Strategico Poste 2020: vogliamo essere gli architetti di un'Italia digitale e stiamo lavorando per rendere migliore la vita delle persone, includendo tutti, e con particolare attenzione alle fasce più deboli della popolazione. Durante il 2015 sono stati oltre 900 gli uffici postali coperti dal servizio, con la previsione di estenderlo a tutti entro i prossimi tre anni, realizzando la rete gratuita di hot spot WiFi più estesa in Italia. E' un altro passo nello sviluppo di prodotti e servizi semplici e sicuri che, con investimenti per oltre 3 miliardi di euro, punta a fare di Poste Italiane l'azienda leader del processo di cambiamento e di avanzamento economico e sociale del Paese, permettendo a tutti di cogliere le opportunità di sviluppo offerte dal digitale».

(Fonte: ufficio stampa Poste Italiane)

VIP PARMA è l’associazione Onlus che si ispira alla “Terapia del sorriso” del medico Patch Adams: volontari vestiti da clown che si impegnano per offrire supporto, sostegno, ma anche trasmettere allegria e positività a chi soffre per malattie, disabilità o è costretto a lunghi periodi di degenza

Di Chiara Marando -

Parma, 27 Dicembre 2015 – (Foto della gallery by Francesca Bocchia)

Più o meno tutti conoscono la storia di Patch Adams, il medico diventato noto per il suo costante impegno nei confronti degli ammalati. Un impegno volto ad organizzare  gruppi di volontari che, travestiti da clown, passano di ospedale in ospedale con l'obiettivo di regalare il buonumore a chi soffre: la cosiddetta “terapia del sorriso”, anche nota come “clownterapia”.  

Ed è proprio a questa filosofia che si ispira l’attività quotidiana di VIP PARMA ONLUS, associazione di volontariato che dal 2006 opera gratuitamente all’interno dell’Ospedale Maggiore di Parma, presso la Geriatria e la Lungodegenza geriatrica del padiglione Barbieri, ma anche tra le corsie  della Lungodegenza all’interno della Casa della Salute di San Secondo Parmense.

Si tratta di una realtà composta attualmente da 83 soci volontari, che fa parte della Federazione VIP ViviamoInPositivo Italia Onlus, struttura che collega e coordina un totale di 55 associazioni VIP dislocate su tutto il territorio nazionale.

20122015-VIPCLOWNSALSOMAGGIORE1 035

Ciò che contraddistingue le associazioni VIP Italia sono alcuni principi fondamentali sui quali si fonda il lavoro di tutti i giorni:

-          fornire e garantire una formazione costante ai circa 3800 volontari clown che prestano regolarmente servizio nelle oltre 150 strutture ospedaliere e sanitarie in tutta Italia;

-          promuovere il Vivere in Positivo e il volontariato Clown in ogni situazione di disagio fisico e sociale, in Italia e nei paese del Terzo Mondo;

-          sensibilizzare al Vivere in Positivo attraverso eventi, pubblicazioni, testimonianze.

VIP PARMA rappresenta la volontà di offrire momenti di svago e divertimento, ma anche di ascolto, supporto a tutte quelle persone, adulti e bambini, che vivono il disagio di una malattia, della disabilità, ma anche a coloro che sono costretti a vivere periodi più o meno lunghi di degenza in ospedale oppure in strutture istituzionalizzate permanenti. Il desiderio è quello di incoraggiare e stimolare la parte più creativa che è nascosta in ognuno di noi, allontanare la sofferenza ed incoraggiare l’integrazione.

Riconoscere il volontari è semplicissimo: la loro carta di identità sono un camice conformato e colorato, il tesserino di riconoscimenti, l’immancabile naso rosso e l’insostituibile sorriso contagioso.

19122015-VIPCLOWNSANSECONDO1 069

L’obiettivo di trasmettere allegria e positività ha portato l’associazione oltre i confini della provincia di Parma in momenti di grande necessità, come ad esempio  in seguito al terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna, oppure durante missioni nazionali in Paesi quali Romania, Argentina, Sierra Leone, Cambogia,  Tanzania e Camerun. Il tutto dando vita al “Progetto Gornja Bistra - All’amore si arriva con una sguardo”, che vede i volontari clown di VIP PARMA, e di tutta Italia,  impegnati all’interno del campo permanente della Fondazione Internazionale "Il giardino delle Rose Blu Onlus", con lo scopo di ideare attività ludiche rivolte a bambini, ragazzi ed adulti con disabilità gravi dal punto di vista intellettivo e motorio.

19122015-VIPCLOWNSANSECONDO1 049

19122015-VIPCLOWNSANSECONDO1 035

19122015-VIPCLOWNSANSECONDO1 008

20122015-VIPCLOWNSALSOMAGGIORE1 100

20122015-VIPCLOWNSALSOMAGGIORE1 094

20122015-VIPCLOWNSALSOMAGGIORE1 045

20122015-VIPCLOWNSALSOMAGGIORE1 048

20122015-VIPCLOWNSALSOMAGGIORE1 041

Pubblicato in Cultura Parma
Pagina 4 di 15