Visualizza articoli per tag: moda e tendenze

Prosegue la carrellata dei reportage realizzati da FlashOn Mag nel corso della recente Fashion Week a Milano. Federica Fasoli nell'articolo odierno ci presenta le collezioni Fall-Winter 2017-18 Moda Donna di due innovativi brand insieme a Benedetta Mazza, testimonial d'eccezione. 

di Federica Fasoli

Una tavolozza di colori avvolgenti, che prende le fila dalle tinte neutre e spazia in tonalità inaspettate dal rosso acceso all'ocra gialla. Un ampio ventaglio di trame, dal geometrico optical al floreale più romantico. Versatile e poliedrica è la donna nell'autunno-inverno 2017/18 proposta da Maryling durante la scorsa settimana a Milano.

milano fashion week fw 2017- maryling  annakiki

Nel lussuoso sfarzo neoclassico di Palazzo Serbelloni in Corso Venezia, è andata in scena una donna femminile, eterea, che di sera si accende attraverso morbide lunghezze in seta e discrete trasparenze per poi trasformarsi, nelle ore diurne, ed acquisire un'immagine più decisa, forte, quasi androgina.

Cappotti in lana, giacche doppiopetto e sweaters rigorosi donano alla proposta moda firmata Maryling un'allure austera, quasi militare, ingentilita dai profondi scolli squadrati o a "V" e dai pants sagomati, atti a segnare il punto vita.

milano fashion week fw 2017- maryling  annakiki sfilata

"Ne ho apprezzato molto le linee semplici – ha commentato a fine sfilata la nostra testimonial Benedetta Mazza – soprattutto il fatto che la collezione riesca ad avere un carattere moderno pur essendo legata al tradizionale, alla sartoria del passato e al gusto artigianale. Splendidi i colori chiari ed i dettagli ben studiati, come ad esempio le maniche a sbuffo".

milano fashion week 2017- maryling  annakiki 

Nello stesso giorno, nel Teatro in Piazza Vetra, è stato possibile assistere ad una proposta moda diametralmente opposta che trae la sua ispirazione dal mondo alieno, extraterrestre, distante, metallico. È la nuova collezione di Annakiki, marchio di Anna Yang, designer cinese al suo debutto durante la settimana della moda milanese.

milano fashion week fw 2017 annakiki

Pelle lucida, tessuti riflessanti, eco-pellicce, lana, cashmire, velluto e tecniche di ricamo 3D hanno trionfato all'interno di uno show futuristico e dal sapore cybernetico che ha portato alla ribalta l'atmosfera di accostamenti extrastrong, utilizzando le tinte dell'argento brillante in contrasto al rosa acceso, all'arancio o al borgogna.

milano fashion week 2017 annakiki

Silhoutte dalle spalle imbottite, maniche esagerate, volumi oversize e stampe tipografiche completano la linea, conferendo alla proposta moda di Annakiki un carattere profondamente avanguardistico e di fortissimo impatto.

annakiki milano fashion week fw 2017

Photo Credits: FABRIZIO PISCOPO

Inserita nei giorni della Fashion Week di Milano, la magnifica sfilata di Italian Fur Fashion Night ha raccolto 8 grandi firme della moda della pellicceria. Davvero tante e sorprendenti le novità degli stilisti che hanno rivoluzionato le linee e le lavorazioni dei capi sempre fedeli all'alta qualità artigianale del "made in Italy". Federica Fasoli in una esclusiva per FlashOn Mag ci accompagna nel fashion show più luxury tra le collezioni A/I 17-18
A breve il video e le interiviste della sfilata....STAY TUNED! Enrico Zermani - Photographer.

di Federica Fasoli

Un nuovo spazio della moda milanese dedicato all'haut-à-porter e a collezioni di altissima qualità, realizzate attraverso la selezione di finissime e pregiate materie prime, celebrando l'arte manifatturiera ed il raffinato "saper fare". Tutto questo è TheOneMilano, salone che ha visto il suo debutto durante la Milano Fashion Week con la sfilata Italian Fur Fashion Night, realizzata in collaborazione con l'Associazione Italiana Pellicceria.

Otto i brand italiani messi in scena insieme a tre new talents internazionali, vincitori del Concorso Remix 2017, nominati nel corso della stessa serata e per la prima volta al loro incontro diretto con le aziende ed il mercato al quale desiderano rivolgersi.

sfilata pellicce milano 

La lunga rassegna di marchi Made in Italy è stata aperta da Gianfranco Ferré Furs con una collezione ispirata all'iconica ed inarrivabile Catherine Deneuve. Attraverso una tavolozza di colori inediti che si accende dal viola al corallo, dal grigio fumo all'avio, fodere in cachemire di maglia, taffetas ricamato e dettagli in nylon-seta impreziosiscono i cappotti, le cappe, i parka rifiniti da ricami couture e le pellicce.

milano fashion week fw 2017

Segue la collezione di Diego M che, per mezzo di morbidi piumini, punta sui toni del verde manila e dona nuova lucentezza alla nuance del pesca.

italian fur fashion night

Fabio Gavazzi, per la sua omonima linea, commenta: "Abbiamo voluto una collezione luminosa, pura ed essenziale, che seduce con garbo passando da un minimalismo raffinato ad una sensualità sussurrata". La sua proposta vede cappotti lunghissimi dalle linee fluide e rilassate, tailleur in swakara leggero, maxi trench e parka dai grandi volumi in marmotta, rappresentando la duplice anima di un guardaroba perfetto di sera e pratico di giorno.

milano fashion week fw 2017 cappotti-pellicce

Ispirazioni etno pop e rock chic animano la collezione Giorgio Magnani Luxury che sceglie colori importanti come il turchese, l'argento, il grigio ed il nero deciso. I materiali puntano alla dissonanza creativa: nappe e serpenti accanto a zibellini e visoni, metalliche accanto agli shearling. Tutto che si fonde in un connubio all'apparenza discordate ma dal risultato perfetto ed azzeccato.

milano fashion week fw 2017 sfilata pellicce

Anche Grandifur punta sui contrasti, attraverso asimmetrie e colori discordanti. I materiali diversi, dai visoni alle volpi, si mescolano insieme a dettagli a maglia rendendo i capi di abbigliamento più sportivi, disinvolti e spendibili.

Malamatì presenta una collezione particolare, femminile, che gioca sul colloquio di diversi materiali o in disegni a forma di fiore o farfalla. I colori passano dai toni profondi delle pellicce, del bordeaux o dell'arancio, ai toni freddi dei tessuti laminati, rosa o azzurri spesso declinati in tonalità pastello.

pellicce milano fashion week fw 2017 

"Abbiamo puntato sull'animalier e sull'evergreen del leopardato in chiave extra-lusso per abiti-pelliccia neri, con pizzi e fiori di visone – ha commentato Vinicio Pajaro in riferimento alla sua linea Pajaro – le linee sono lunghe ed avvolgenti, con un tocco di morbidezza d'Oriente".

Infine la proposta Rindi che osa con squisiti intarsi e colori fluo, con uno stile che richiama celebri "hit-girl" come Bianca Jagger e l'eclettica atmosfera dello studio 54.

2017- italian fur fashion night  

A concludere la sfilata vi è stato il Gran Finale firmato dalla casa d'aste NAFA che ha presentato una selezione di pelli nordamericane tutte contraddistinte da etichetta di qualità, per un tripudio scenico davvero mozzafiato.

italian fur fashion night -pellicce- sfilata 2017

Photo Credits – ENRICO ZIRMANI Photographer

Quasi giunta al termine anche questa edizione di Moda Donna dedicata alle collezioni che vedremo nella prossima stagione A/I 17-18, FLASHON MAG proporrà in esclusiva una lunga carrellata di presentazioni ed eventi tutta dedicata alla "Fashion Week" di Milano. FEDERICA FASOLI introduce le presentazioni di Sergio Rossi per le calzature e Borbonese per le borse, entrambi brand di alta artigianalità "made in Italy".

27 febbraio 2017

Una presentazione che ha il sapore di fashion show quella proposta nei giorni scorsi da Sergio Rossi durante la settimana della moda milanese. All'interno di Palazzo Barozzi, uno degli splendidi palazzi della città meneghina, tra soffitti a volta ed antichi affreschi, il gusto classico dell'architettura diventa l'inaspettato scenario di un futuristico tunnel di vetro all'interno del quale si prende parte ad una solenne marcia di gambe. Gambe fluttuanti, sospese come se fossero staccate dal corpo delle modelle, spogliate di ogni indumento eccezion fatta per le calzature: sfavillanti protagoniste dello spettacolo hi-tech, regine indiscusse della scena.

Milano Fashion Week 2017 

Milano Fashion Week ospiti

Per l'autunno/inverno 2017-18, Sergio Rossi ripropone una linea pulita, decisa e rigorosa attraverso sr1, il modello che rappresenta gli albori della storia del brand e ne caratterizza una riscoperta. Booties e stivali over the knee, realizzati in nappa stretch, si ricoprono di borchie argentate applicate a mano mentre pumps, mocassini, slippers e sabot subiscono il fascino dell'ispirazione dal sapore geometrico e del design d'interni, generando un tripudio di toni cangianti e colorazioni variopinte dal radiant green al glitter multicolor.

Milano Fashion Week sergiorossi 

Il grafismo della collezione viene garantito dalla persistente presenza della linguetta e placca personalizzata, decoro posto sul collo di ogni calzatura e marchio distintivo della nuova serie firmata Sergio Rossi: una celebrazione di stile e maestria manifatturiera, mettendo in risalto l'alta artigianalità e raffinatezza del marchio.

Milano Fashion Week scarpe-moda

Nello showroom Borbonese, invece, l'ispirazione che c'è nell'aria prende un'allure romantica, con richiami al lusso aristocratico dell'elite russa di fine Ottocento reinterpretato in chiave moderna. Borse capienti, pratiche e versatili, si accostano a volumi extra small generando una collezione completa, accattivante e di ampia scelta che gioca su colori caldi ed avvolgenti, spesso declinati nella variante mat, come il burgundy, il cioccolato, il ginger o l'elephant, un particolare punto di grigio velato di toni blu che ricorda la spessa pelle del pachiderma dalle zanne d'avorio.

Milano Fashion Week borsette 2017 borbonese

Accanto alla proposta di edizioni inedite di modelli e materiali iconici Borbonese, come la celebre Luna Bag, vengono presentate sei nuove linee, tutte caratterizzate da evidenti novità nei dettagli e nelle personalizzazioni: viti e staffe gommate tono su tono, galvaniche rutenio e oro chiaro, stampe a motivo paisley, logo Borbonese in metallo a rilievo e nuove tracolle double face realizzate accoppiando materiali diversi come pelle, camoscio OP e Graffiti.

Milano Fashion Week borse 2017

A spiccare su tutte le serie proposte per la prossima stagione, vi è la Sexy Wall: una collezione di dodici nuove varianti in versione petite dell'iconica Sexy Bag, cavallo di battaglia del marchio. Piccoli "gioielli" riccamente ricamati o realizzati, in versioni uniche, attraverso l'insolito accostamento di lavorazioni e materiali, dal morbido velluto alla pelle dall'impuntura leggera.

Altrettanto interessante la linea Full Moon che prende le file dall'iconica "mezza luna" diventando una luna a tutto tondo in camoscio mono o tri-colore o nella variante Fur in cavallino con applicazione di morbida pelliccia di capra.

Milano Fashion Week borsette 2017

Una collezione, quella di Borbonese per l'autunno/inverno 2017-18, ricca di ispirazioni e particolarità, pensata per una donna femminile e pratica con un sofisticato gusto per colori e materiali ricercati, emblema del saper fare artigianale esclusivamente Made in Italy.

Milano Fashion Week borbonese

 

Photo Credits – ENRICO ZIRMANI Photographer
For Maria Carla Magni total look: LC DONNA- Parma; STEFANO SACCANI Parma

Mentre è in corso a Milano la Fashion Week con le collezioni Moda Donna A/I 2017-18, FlashOn Mag ha partecipato alla presentazione della prossima Fashion Week a Dubai che si terrà a maggio. Straordinario lo scenario che si presenta nella moda internazionale grazie all'inserimento di Dubai quale nuova capitale della moda che caratterizzerà il Ready-Couture e le pre.

Si è tenuta a Milano, a Palazzo Giureconsulti nei giorni precedenti l'apertura della Fashion Week Moda Donna, la presentazione dell'Arab Fashion Week che si terrà a Dubai dal 16 al 20 Maggio.

Arab Fashion Week

FlashOn Mag ha partecipato a questo importante incontro tenendo con particolare interesse a conoscere e svelare quali sono le peculiarità della moda svolte dall'Arab Fashion Council, la più grande autorità no-profit nel settore della moda al mondo che rappresenta ben 22 Paesi arabi e che è stata fondata a Londra nel 2006 per lo sviluppo della creatività e delle infrastrutture del settore moda nel mondo Arabo.

Presidente Onorario dell'Arab Fashion Council è il Cavaliere del Lavoro Mario Boselli, già Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana per molti anni e tuttora Presidente Onorario, quale a dare una sorta di legame simbolico tra Italia ed Emirati Arabi, per di più Dubai è stata inserita ufficialmente nel calendario internazionale della moda dopo New York, Londra, Milano e Parigi.

Arab Fashion Week-moda

Giunta alla quarta edizione, l'Arab Fashion Week, rilancia e consolida il suo ruolo di Capitale della Moda e Dubai diventa il polo nevralgico per le pre-collezioni e il ready-couture dove ospiterà stilisti da tutto il mondo davanti ad un pubblico di settore che si indirizza in modo privilegiato e diretto al consumatore del lusso del ready-couture.

Così Dubai trova nello scenario internazionale della moda un suo specifico riferimento, mentre New York, Londra e Milano sono le capitali simbolo del pret-a-porter e Parigi è l'emblema dell'Haute-Couture, quale unica destinazione del Ready-Couture per ristabilire quella relazione privilegiata tra stilista e cliente finale, cosa che oggi manca nel ready-to-wear.
Questa particolarità per Dubai è resa ancora più strategica in virtù della sua posizione geografica, nel cuore del Medio Oriente e a crocevia degli scambi con i mercati asiatici, entrambi regioni che contano la più alta percentuale di lusso che acquistano prodotti sartoriali e personalizzati.

Arab Fashion Week-Dubai-moda

L'atmosfera esotica e le infrastrutture d'avanguardia rendono Dubai la Capitale della Moda più importante dove sfilare con le collezioni resort e ready couture. Anche la scelta di pianificare una data di pre-collezioni a maggio che esce dal calendario istituzionale delle altri capitali della moda significa incontrare gli interessi dell'industria di settore quasi a portare una rivoluzione nel calendario annuale delle fashion week.

In ultimo, l'Arab Fashion Week ha l'obiettivo di fornire una piattaforma unica per buyer, stampa e clienti di lusso da tutto il mondo
Jacob Adrian, CEO dell'Arab Fashion Council, ha anticipato che a maggio Dubai aprirà la Fashion Week con il gala dinner "Fashion Night Out" durante il quale molti stilisti mostreranno in preview le loro collezioni davanti agli invitati più influenti provenienti dalle varie regioni.

Arab Fashion Week - moda

Sono previsti oltre 20 sfilate, eventi collegati, show-room, seminari e after-party, Royal Gala Dinner, Red Carpet e Fashion Awards per tutte le cinque giornate di calendario.

Un altro importante legame dell'Italia con l'Arab Fashion Week è rappresentato dalla presenza del main sponsor Lavazza, per il secondo anno consecutivo, che svolge un ruolo di sostegno economico nello sviluppo accademico della moda grazie all'avvio del Master of Fashion System patrocinato dall'Arab Fashion Council, primo nel suo genere in tutto il mondo, presso l'American University in the Emirates che ha aperto un corso di laurea triennale in Fashion Design a Dubai.

 

Photo Credits – ENRICO ZIRMANI Photographer
For Maria Carla Magni outfit Special Thanks to : LC DONNA- Parma ; STEFANO SACCANI Parma
With the Courtesy of : arabfashionweek.org – wn.com – baroquelifestyle.com – modemonline.com – oasis-mag.blogspot.it -gargairlinks.com – fashionmagazine.it

 

 

 

 

 

Mercoledì, 22 Febbraio 2017 12:06

"The art of shoes", il genio creativo di Manolo Blahnik

In questa settimana Milano diventa la capitale della moda mondiale grazie alla Fashion Week-Moda Donna e in concomitanza è in corso una mostra che non può non essere visitata soprattutto dalle "Shoes Addicted". 

di Federica Fasoli

"Prenda la borsa, l'anello, l'orologio, ma mi lasci le mie Manolo Blahnik!" gridava Carrie Bradshaw ad un rapinatore nel celebre Sex And The City, telefilm che ha segnato la storia anni '90 di ogni fashion victim che si rispetti, celebrando il nome dello stilista spagnolo e collegandolo, nell'immaginario collettivo di milioni di donne, ad un oggetto del desiderio bramato, anelato, adorato e venerato: le scarpe. E se la protagonista della serie televisiva, interpretata da Sarah Jessica Parker, si disperava per avere così tante scarpe e solo due piedi per poterle indossare, "The Art Of Shoes", in esposizione a Milano, esorta a chiedersi perché ci siano così tante scarpe e solo due occhi per poterle ammirare.

manoloblahnik-scarpe-mostra-milano

Nella cornice d'eccezione che è Palazzo Morando, con i sontuosi saloni settecenteschi, gli splendidi lampadari, gli affreschi ed i dipinti, la personale mostra retrospettiva di Manolo Blahnik, aperta al pubblico sino al 9 Aprile 2017 non a caso nella città meneghina, da sempre "culla" del suo marchio, rappresenta un appuntamento imperdibile atto a celebrare i 45 anni di attività dell'iconico maestro e ricostruire il suo percorso storico ed artistico seguendo le forti influenze che lo hanno ispirato, e continuano tutt'oggi ad ispirarlo, nelle sue irripetibili creazioni. 

mostra-manoloblahnik-PalazzoMorando 

Più di duecento le scarpe esposte all'interno della mostra, insieme ad ottanta disegni originali dello stilista e le collezioni delle Raccolte Storiche del Museo, rimaste intatte per l'occasione. Eclettiche e disparate le correnti d'influenza che, attraverso le sale museali del Palazzo, si snodano e diramano tra ispirazioni da Brigitte Bardot al cinema di Visconti, da Emma Bovary ad Anna Karenina. E ancora il Gattopardo, Alessandro Magno, Paloma Picasso fino ad Anna Piaggi, celebre giornalista di Vogue: personalità romanzesche, storiche o contemporanee che hanno in qualche modo segnato la vita ed il processo artistico del couturier spagnolo.

scarpe-mostra-manoloblahnik

Non mancano cenni all'arte pittorica, da Goya a Mondrian, ed influssi di stampo naturalistico, con un'intera sezione dedicata al mondo bucolico attraverso foglie, palme e rami di cactus accompagnati a riferimenti al mondo marino che vedono il loro trionfo nell'utilizzo degli splendidi coralli di Sicilia. Cruciali anche le ispirazioni dal sapore esotico: sono, infatti, diverse le sezioni che riportano a scenari geografici lontani come l'Africa, la Russia ed il Giappone, simboli della natura di per sé cosmopolita e multiculturale di Manolo Blahnik, abituato sin dall'infanzia a cambiare spesso Paese.

scarpe-manoloblahnik-mostramilano

Assolutamente sorprendente, infine, la sezione "Gala", dedicata ad una selezione di scarpe tra le più stravaganti e preziose oltre le ventidue paia realizzate per il film Marie Antoniette di Sofia Coppola, emblema di una fine eleganza e di un'intera vita spesa alla ricerca del bello e del sublime in ogni dettaglio.

manoloblahnik-mostra

 

 

Per il mese di marzo KIABI pensa a tre diversi look ispirati ai paesi d'oriente! Nello store KIABI di Parma collezioni limited edition disponibili in tutte le taglie (dalla xs alla xl) a meno di 50 euro.

Parma, 21 febbraio 2017

A marzo nello store KIABI di Parma sarà possibile immergersi in un'atmosfera dal sapore primaverile: tre nuovi look in edizione limitata, ispirati alle terre d'oriente, saranno disponibili in tutte le taglie (dalla xs alla xl) a meno di 50 euro.
Le delicate stampe floreali che richiamano i rami degli alberi di ciliegio diventano protagonisti del bomber plissettato e della camicia dal taglio pigiama. I colori mat del vestito e del bomber sottoveste in ciniglia si fondono a colori più decisi giocando così un ruolo di contrapposizione.

Tre look diversi e mixabili l'uno con l'altro per un total look primaverile super cool!
La "capsule collection" sarà disponibile anche sul canale e-commerce www.kiabi.it

moda-kiabi-parma-marzo

KIABI LA MODA A PICCOLI PREZZI!

KIABI nasce nel 1978 in Francia a Lille per iniziativa della famiglia Mulliez, dinastia francese che ha fondato Auchan, Decathlon, Leroy Merlin e Pimkie. Da più di 30 anni il brand francese propone ai suoi clienti una moda accessibile per tutta la famiglia (uomo, donna, bambino, bebè taglie comode, premaman) grazie alla sua ampia scelta di vestiti di qualità. L'obiettivo è quello di offrire una proposta fashion a prezzi contenuti raggiungendo in questo modo un eccellente rapporto qualità - prezzo.

Pubblicato in Costume e Società Parma

Un'azienda di eccellenza della moda italiana. Nell'ultima Fashion Week milanese di gennaio dedicata alla Moda Uomo, FlashOn Mag ha avuto occasione di visitare lo Show-Room di Eleventy scoprendo una collezione unica e ricercata per la raffinatezza dei tessuti e la scelta meticolosa della produzione nella manifattura di capi perfetti per ogni situazione dal casual al soft formal, dal leisure wear alla linea Platinum, formale, elegante e "naturally luxury"!

Di Maria Carla Magni 

All'ultima Fashion Week milanese di Gennaio dedicata alle collezioni moda-uomo per la prossima stagione autunnale 2017-18 un nuovo brand, ma già di grande esperienza, ha colpito per la sua linea fortemente incentrata sui valori di eccellenza per produttività, creatività e altissima qualità squisitamente e soltanto "made in Italy".

nuova-collezione-uomo-eleventy-moda2018 

Sempre più avvertiamo l'esigenza di scoprire realtà che possano esaltare requisiti unici e tipici della produttività italiana e Eleventy, marchio che unisce ricerca culturale di lavorazioni esclusive artigianali, le svela in una collezione dedicata alla moda uomo con un tocco speciale.
La collezione Eleventy FW 17-18 incontra le necessità dell'uomo cosmopolita contemporaneo e scandisce i momenti diversi della giornata, che diventano i temi della collezione.

In una contaminazione tra generi, Eleventy rivoluziona i codici del formale proponendo, a chi si reca a lavoro, il nuovo stile casual office dove il rigore della cravatta lascia il passo a maglie a collo alto, da indossare con giacche formali ma pantaloni sportivi in cotone; le camicie, anche in denim, sono da portare fuori dei pantaloni; e i personali accostamenti tra microfantasie e cromie diventano quasi di rigore.
I cappotti, più lunghi e dai volumi morbidi, sono anche in doppiopetto due bottoni e collo sciallato, interpretati da lane cotte o lana/cashmere in microfantasie o tinta unita.

nuova-collezione-uomo-eleventy-moda

Per l'uomo d'affari che viaggia, il soft formal nel segno di una moderna praticità: le giacche sono destrutturate, da piegare come fossero maglie nei loro pesi piuma; gli abiti, declinati in tonalità chiare, hanno interventi che provengono dalla sartoria napoletana e mostrano una linea più morbida nei pantaloni nei tessuti dai pesi leggeri ma preziosi.
Nella ricerca della leggerezza, il cappotto in cachemire ha un peso piuma che riscalda senza sentirlo addosso.

uomo-nuova-collezione-eleventy-moda2018

Nascono dalla contaminazione tra sportivo e militare, i capi new urban style proposti per il tempo libero con capospalla in fantasia camouflage o in tinta unita, bomber, nei tessuti tecnici dai colori effetto metallizzato e fodere a contrasto, da abbinare a una camicia over dai volumi più ampi, un pantalone baggy e sneakers o anfibio.

tempolibero-uomo-nuova-collezione-eleventy-moda2018

Per il weekend lo stile diventa leisure wear, nel confort di felpe vissute in tinto capo e t-shirt over con scritte che invitano al relax; di trench in lana cotta e piumini da sovrapporre a giacca-camicia in camoscio, gilet imbottiti in tessuto con cappuccio, cardigan bicolori, e pantaloni dalla linea morbida alla coscia.

collezione-moda-eleventy2018

Infine la linea Platinum presenta due capsule con proposte uniche perché realizzate a mano.

Nascono cosi i cardigan chiusi da zip a rombi e le maglie a collo alto in cachemire, mai uguali l'una dall'altra, lavorate con i ferri da esperte magliaie toscane; e la linea di scarpe su misura dove il lusso si raggiunge nell'utilizzo della pelle culatta di cavallo presso artigiani marchigiani e toscani. E nel tema del rispetto per l'ambiente, la scarpa viene tratta naturalmente in botte con grassi vegetali per un effetto raggrinzito-used.

scarpe-uomo-nuova-collezione-eleventy-moda2018

Completano la collezione zaini, borse da lavoro, pochette con doppia zip e piccola pelletteria, realizzate da un artigiano veneto.

L'universo Eleventy non si limita alla collezione uomo, a breve verrà presentata anche la collezione donna altrettanto speciale e unica, ma include anche la linea Home Collection con elementi per la casa come i plaid, i profumatori per ambiente rigorosamente biologici e le candele che, attraverso una miccia esclusiva, riproducono lo scoppiettio della legna che arde.

nuova-collezione-eleventy-moda2018

Photo Credits – CLAUDIA BEVINI Photographer
For Maria Carla Magni outfit Special Thanks to: LC DONNA Parma; STEFANO SACCANI Parma

Pubblicato in Cultura Emilia

Pitti Uomo 2017: spicca su tutte le novità la capsule collection nata dall'incontro tra due storiche realtà di Firenze: Roy Roger's e Liverano & Liverano. Nasce il primo jeans in stile sartoriale interamente realizzato a mano. 

di Federica Fasoli

La 91esima edizione diPitti Immagine Uomo, consolidata fiera toscana ormai punta di diamante tra le manifestazioni interamente dedicate alla moda maschile, si è aperta il 10 Gennaio scorso all'insegna di progetti stimolanti ed innovativi, rientri di importanti brand e lanci di accattivanti collaborazioni. Spicca su tutte la capsule collection nata dall'incontro tra due storiche realtà di Firenze: Roy Roger's, azienda pioniera nella produzione del denim dal 1952 ad oggi, e Liverano & Liverano, bottega sartoriale sita in Via de' Fossi riconosciuta in tutto il mondo come uno dei più prestigiosi ed esclusivi atelier di moda artigianale maschile.

jeans sartoriale pitti uomo 2017

Frutto di questo insolito ma azzeccato incontro è il primo jeans in stile sartoriale interamente realizzato a mano secondo i dettami di Antonio Liverano: altezza più bassa della cintura e del cavallo seguendo le linee dei pantaloni dal taglio classico, tasche posteriori stondate, passanti della cintura inseriti nel taglio vita, impuntura verde a contrasto e fodere interne in cotone fantasia riprese dai motivi storici dell'archivio Liverano&Liverano.

jeans sartoriale pitti uomo

"Il lavoro è stato di squadra ma è emersa in maniera preponderante l'impronta del maestro Liverano – ha affermato durante la conferenza stampa Guido Biondi, direttore creativo Roy Roger's – il fit del denim è stato ripreso più volte nei millimetri, magistrale il taglio a mano con le forbici delle tasche posteriori. Abbiamo condiviso i nostri codici creativi per realizzare un jeans diverso che rompe gli schemi tradizionali sul significato di pantalone sportivo e sartoriale".

primi jeans sartoriale pitti uomo  

Declinata in quattro esclusive tonalità di blue, la collaborazione Roy Roger's + Liverano & Liverano è una proposta denim che si trasforma in un capo elegante, con dettagli fatti a mano che diventano contemporanei e portano l'alta sartoria nella vita di tutti i giorni: "Non si tratta di due mondi così separati – ha spiegato Antonio Liverano – il denim è un capo che fa parte dell'abbigliamento dell'uomo elegante, da indossare nel tempo libero abbinato ad un bel blazer o ad una bella maglia. Esso rappresenta l'idea di freschezza, di rilassatezza e di comodità: le stesse sensazioni che ogni nostro abito deve trasmettere a chi lo indossa".

jeans sartoriale pitti uomo 2017 moda

La collaborazione, destinata a proseguire nei prossimi mesi, vede già in cantiere nuove proposte moda da presentare nel corso della prossima primavera ed una possibile nuova produzione di jeans interamente realizzati su misura, emblema della sempre maggiore riduzione dello spazio che separa il mondo del menswear casual da quello squisitamente sartoriale e manifatturiero.

 

Martedì, 17 Gennaio 2017 16:56

Pitti Uomo 2017 - l'eccellenza del Menswear

Grazie alla nostra inviata speciale FEDERICA FASOLI in quel di Firenze durante i giorni dedicati a Pitti Immagine Uomo potrete trovare in una esclusiva di FlashOn Mag le ultime novità e tendenze per le collezioni "Menswear". Oltre 1.200 espositori di cui 700 in rappresentanza dell'eccellenza sartoriale "made in Italy", Pitti si conferma una vetrina internazionale puntando ancora una volta sull'alta artigianalità della moda maschile italiana.

di Federica Fasoli

Baffi architettonici, aria da new dandy, cilindri, cappelli a tesa larga e ancora mocassini stringati, completi sartoriali dal sapore retrò, occhiali scuri e fantasie ricercatissime. Ogni singolo dettaglio è alla ricerca del flash dei fotografi e nulla viene lasciato al caso negli outfits maschili durante Pitti Immagine Uomo, nota kermesse fiorentina di menswear giunta alla sua novantunesima edizione e conclusasi il 13 Gennaio 2017. Se da un lato Pitti Uomo ha sempre meno l'immagine di fiera della moda e sempre più quella di fashion week, presentandosi come una terza via oltre il tradizionale sistema di presentazione delle collezioni, l'importante rassegna di moda racchiusa nel suggestivo scenario di Fortezza da Basso riconferma la sua egemonia commerciale nel mondo del fashion business maschile con un fatturato in aumento ed un numero sempre maggiore di espositori e visitatori.

PITTI 2017 Moda uomo0

Unendo la concretezza economica della più importante piattaforma internazionale per il lancio di progetti moda uomo allo spettacolo e alla portata comunicativa degli special events, Pitti Uomo è una rassegna a trecentosessanta gradi di fashion e glamour, una vera e propria storytelling sulla moda maschile e sugli stili di vita del nostro tempo, come ha precisato Lapo Cianchi, direttore comunicazione ed eventi speciali di Pitti Immagine. La selezione di marchi in esposizione è stata sempre più attenta fornendo una panoramica precisa e puntuale di tutte le maggiori aziende del settore con 1220 brand in esposizione, di cui circa 700 italiani, ed una serie di eventi speciali ad alto tasso di internazionalità. Non sono mancate presenze di grande spessore come Zegna, Tommy Hilfiger, Paul Smith e Stefano Ricci che ha riaperto alle sfilate le porte della Sala Bianca di Palazzo Pitti a Firenze, luogo simbolo del fashion made in Italy fin dal 1952.

PITTI 2017 Moda uomo1

Moltissimi i bloggers, influencers e buyers accorsi alla manifestazione da ogni parte del globo per prendere accordi, farsi fotografare, realizzare shooting in "street style" o, semplicemente, esserci. Esserci, sì, perché il fulcro della moda maschile che conta è a Firenze, a Pitti Uomo, ed è importante presenziare, passare al vaglia le proposte delle maisons di moda e poter, quindi, decretare quali saranno i must have ed i capi out per la stagione successiva.

PITTI 2017 Moda uomo2

Proprio come Marco Parrino, fashion blogger e brand ambassador da 220k followers, che, in esclusiva per Flashon Mag, ci ha svelato in anteprima le tendenze moda uomo per la prossima stagione: "All'interno del nostro guardaroba tornerà il camouflage su accessori o capi con fantasie più o meno sagomate, colori che variano dal blu al verdone e accostamenti con outfits sportivi o al contrario molto eleganti. Ampio spazio all'utilizzo di calze ironiche e dai colori stravaganti. Gli zaini e gli accessori quali portafoglio, porta pc/tablet diventano basic e sempre più alla ricerca dell'efficienza funzionale. Lo stivaletto monocromo diventa un must have della stagione insieme alle catene per pantaloni o jeans ma la vera novità del 2017 è il consolidamento del genderless: la moda a 'sesso unico' capace di rendere un capo perfetto sia per lui che per lei.".

PITTI 2017 Moda uomo3

Thanks to: Marco Parrino www.marcoparrino.com 
CREDITS : pittimmagine.com

Venerdì, 30 Dicembre 2016 10:01

Capodanno 2017: consigli di stile

Una piccola guida di ispirazioni e "must have" per essere perfette ed impeccabili in attesa dell'anno nuovo. A Capodanno la parola d'ordine è splendere senza dimenticare i dettagli.

di Federica Fasoli

Il dilemma, si sa, torna puntuale ogni volta. Dopo gli addobbi natalizi, la corsa ai regali dell'ultimo momento, i mirabolanti pranzi con i parenti ecco arrivare lei, la fatidica e drammatica domanda in vista della serata più scintillante dell'anno: cosa indossare per la notte di San Silvestro?
 Niente panico! A togliervi ogni dubbio ci saremo noi di FlashOn Mag con questa piccola guida di ispirazioni e "must have" per essere perfette ed impeccabili in attesa dell'anno nuovo.

PAROLA D'ORDINE: SPLENDERE!

La tendenza per antonomasia della notte di Capodanno è quella di essere brillanti, di risplendere di luce propria. I colori dominanti sono l'oro, il bronzo, il rame e l'argento sapientemente giocati su tessuti laminati, tecnici, damascati o con cascate di cangianti paillettes. Per le meno temerarie che non se la sentono di optare per il total look, questi preziosi colori si possono declinare solo negli accessori attraverso scintillanti decolletees o raffinatissime clutch, a mano o a tracolla.

look capodanno moda consigli0

look capodanno moda consigli1

STILI E MONOCROMIE

Eccezion fatta per qualche innovazione, come ad esempio il ritorno in pompa magna del velluto e delle gonne plissettate, l'inverno 2016-2017 ci ha regalato un'ampia continuità con gli stili degli anni precedenti, confermando anche l'importante presenza dei dettagli in ecopelliccia o piume di struzzo. Che l'abito sia lungo o corto, nel caso in cui si preferisca un colore monocromatico alle lucenti tonalità sopra enunciante, si può optare per il classico rosso, senza dimenticare le sfumature sui toni del borgogna, o per il verde, in particolare nella sua variante "lush meadow", un punto intenso di smeraldo indicato da Pantone come uno dei colori più di tendenza della stagione.

look capodanno moda consigli3
Tuttavia, per andare sempre sul sicuro e non sbagliare mai un colpo, il colore passe par-tout è sempre lui, Sua Maestà il nero. La raccomandazione è quella di alternarlo ad accessori a contrasto, come si è detto, in oro o in argento, o in tonalità accese molto in voga al momento.

look capodanno moda consigli2

IMPORTANTI DETTAGLI

Per completare il look, attenzione nella scelta dei gioielli: anche nelle notti più scatenate bisogna prestare la giusta accortezza alle componenti del proprio outfit, bilanciando le parti ed evitando eccessi che potrebbero risultare ridondanti e assolutamente kitsch. Qualora nella mise ci sia almeno un dettaglio con un tessuto cangiante, brillante o colmo di paillettes, è bandita la selezione di gioielli importanti: meglio optare per delle discrete perle o piccoli punti luce come orecchini, mantenendo un'elegante sobrietà anche negli eventuali anelli o bracciali. Al contrario, nel caso in cui si sia scelto un outfit monocromatico e di per sé poco vistoso, via libera a preziosi e scintillanti collier, sfavillanti bracciali e lunghissimi orecchini ricordando sempre di abbinarli in maniera alternata: orecchini pendenti in assenza di girocollo, anelli importanti in assenza di bracciali. Buon anno nuovo a tutte!

look capodanno moda consigli4

look capodanno moda consigli5

CREDITS : elle.it - cityrumors.it - harpersbazaar.com - stylosophy.it - yoox.it - zalando.it
amando.it – tatilovespearl.com – donnaedintorni.com – blog.meraevents.com – cambridge-news.co.uk – eventbrite.com -

Pagina 4 di 12