Visualizza articoli per tag: cultura

Mercoledì, 03 Novembre 2021 14:34

Lanciano capitale dell'intercultura

A Lanciano il 30 ottobre scorso si sono svolti due interessanti eventi con importanti personaggi internazionali.

Sabato 30  ottobre Lanciano è diventa capitale dell'intercultura ospitando due importanti appuntamenti la cui partecipazione è stata libera e gratuita.

Pubblicato in Cronaca Emilia
Mercoledì, 03 Novembre 2021 06:12

Cabaret e beneficienza. "Ridere è già una cura"

Ridere è già una cura” vuole essere  un evento teatrale di cabaret con personaggi di prima grandezza improntato sulla ripartenza del teatro comico - cabarettistico . Si terrà Domenica 7 Novembre alle ore 17 al Teatro Magnani di Fidenza.

LA CITTÀ MORTA

da Gabriele D'Annunzio
adattamento e regia Leonardo Lidi
con Christian La Rosa, Mario Pirrello, Giuliana Vigogna
produzione Teatro Stabile dell'Umbria, La Corte Ospitale

Pubblicato in Cultura Parma
Lunedì, 01 Novembre 2021 14:40

Ridere è già una cura

Ridere è già una cura” vuole essere  un evento teatrale di cabaret con personaggi di prima grandezza improntato sulla ripartenza del teatro comico - cabarettistico . Si terrà Domenica 7 Novembre alle ore 17 al Teatro Magnani di Fidenza.

28esimo appuntamento con "In punta di penna: rubrica di libri". Uno spazio creato per condividere letture e storie, riflessioni e pensieri a voce alta. "In punta di penna": per dare inchiostro e carta alle parole.

Pubblicato in Cultura Emilia

Nuovo film per l'attore parmigiano Donatello Landi

 

L’attore Donatello Landi, nativo di Parma, già noto per lavorare da anni nel mondo dello spettacolo a livello nazionale, ha preso parte al progetto artistico ideato da Manuele Carenzi, sceneggiatore e regista di Roccabianca (PR) con la grande passione per la cinematografia. Il progetto è stato realizzato con l’ausilio del film-maker Mattia Ruggiero che ha sviluppato l’idea del Carenzi dal punto di vista tecnico collaborando anche alla sceneggiatura. Il film ha come titolo “La notte più lunga” e si occupa del fatto di cronaca noto all’opinione pubblica come “massacro del Circeo”, ovvero quanto avvenne nella notte tra il 29 e il 30 settembre 1975 presso Villa Moresca ubicata a San Felice Circeo (LT), ma trasposto nella finzione cinematografica al nord Italia nella pianura Padana.

Quella sera, quel luogo fu teatro di uno dei più efferati omicidi della storia della cronaca nera italiana passato alle cronache come il “delitto del Circeo”. Da quel momento si inizierà a parlare di tali accadimenti, sempre di più, con il termine di femminicidio. Il progetto vede la luce dalla ferma convinzione del Carenzi, appassionato oltre che di cinema anche di cronaca nera, che gli esecutori di tale efferato atto sono pienamente colpevoli e non può esser loro concesso alcun tipo di alibi. Il film è stato girato tra la provincia di Parma e quella di Cremona, precisamente nella bassa parmense e cremonese, nei comuni di SissaTrecasali, Roccabianca, San Secondo Parmense e San Daniele Po (CR). Manuele Carenzi ha conosciuto per la prima volta Donatello Landi nel 2014 sul set del film “Il Vincente”, per la regia dell’attore e regista anch’egli parmigiano Luca Magri, in una scena del film girata a Parma al palazzetto dello sport “Bruno Raschi”. L’intesa tra i due è stata praticamente immediata, causa la grande passione comune per la cinematografia.

Durante le riprese del film, Landi e Carenzi, hanno conversato quasi esclusivamente di cinematografia ricordando alcuni grandi Maestri del cinema d’autore e alcuni degli aneddoti più noti. Nel Carenzi si è poi consolidata sempre di più nel tempo la consapevolezza che nel suo progetto cinematografico d’esordio sarebbe dovuto essere presente Donatello Landi. Il quale pur preso da numerosi impegni professionali ha preso parte con grandissimo impegno al film per la co-regia di Ruggiero e Carenzi divenendone l’attore protagonista principale, interpretando l’ideatore, il leader nonché la mente del massacro nella finzione filmica. Le riprese del film sono state effettuate tra il 2020 e il 2021, portate avanti sempre con grande attenzione, passione e coraggio. Il film ha il patrocinio di diversi enti, tra cui solo per citarne alcuni: Provincia di Parma, Comune di Parma, Comune di Fidenza, Comune di San Daniele Po (CR), Comune di Roccabianca (PR), Comune di San Secondo Parmense (PR), Comune di Sissa-Trecasali (PR).

Il lavoro artistico si pone l’obiettivo, fin dagli albori del progetto, di porre l’attenzione sul fenomeno del femminicidio, ancora purtroppo di grande attualità. L’attore protagonista Donatello Landi ha dimostrato negli anni precedenti grande sensibilità rispetto al tema prestando la sua opera artistica professionale a lavori che avessero come obiettivo la sensibilizzazione sul tema della violenza sulle donne. In particolare si citano alcuni spettacoli teatrali che hanno visto Donatello Landi come interprete e protagonista come per esempio “Non per amore” diretto da Andreina Garella, “Come petali nel deserto” e “Tacco 12” diretti entrambi da Catia Valenti.

Il film, da pochissimo tempo, non è l’unico a parlare dei fatti avvenuti al Circeo, sia pur trasposti nella finzione filmica nella pianura Padana dell’Italia settentrionale, in quanto fuori concorso al festival di Venezia 2021, importantissimo festival cinematografico che vede come premio il prestigioso “Leone d’oro” simbolo della città lagunare, è stato presentato un film dal titolo “La scuola cattolica” che narra anche dei fatti avvenuti nell’anno 1975 a San Felice Circeo per la direzione registica di Stefano Mordini che ha visto l'uscita nelle sale cinematografiche italiane il 7 ottobre 2021 con, tra gli altri: Riccardo Scamarcio, Valeria Golino, Jasmine Trinca, Gianluca Guidi, Fabrizio Gifuni, Valentina Cervi.

Pubblicato in Cultura Emilia

Venerdì 5 novembre al Teatro Magnani di Fidenza. E a inizio serata presentazione delle farine biologiche dell'Azienda Agricola Pederzani con il mugnaio Fabio Pederzani


FIDENZA (Parma) – "Maader Folk" è il grande e attesissimo ritorno di Davide Van De Sfroos sulle scene, con un album registrato in studio, uscito lo scorso 17 settembre, a distanza di sei anni dal precedente lavoro del 2015 "Synfuniia". Il cantautore comasco lo presenterà venerdì 5 novembre al Teatro Magnani di Fidenza (inizio alle 21, ingresso libero con prenotazione obbligatoria) nella quarta serata di Mangiamusica – Note pop, cibo rock, rassegna ideata e diretta dal giornalista Gianluigi Negri.
Per Van De Sfroos, grande cantore di storie e personaggi di provincia che diventano autentici simboli, si tratta della seconda volta alla rassegna fidentina, dopo il sold out del 2018 con la serata "Künta e Kanta".

MAADER FOLK 
"Maader Folk" (BMG/MyNina) è il nuovo trascinante viaggio in 15 tracce che Van De Sfroos ha deciso di intraprendere per abbracciare ancora una volta un linguaggio che è di tutti, radicato nei valori della cultura italiana: un viaggio che lo riporta al folk e a certi sapori celtici degli esordi, e che lo avvicina a sonorità inedite, curiose e sperimentali, grazie anche alla collaborazione con il produttore Taketo Gohara. 
Lanciato dal singolo "Gli spaesati" e dalla preghiera gospel "Oh Lord, vaarda gio" (cantata con Zucchero Sugar Fornaciari e nel cui video è presente Mauro Corona come protagonista), l'album sarà a disposizione del pubblico, al termine della serata, per il firmacopie del cantautore.

LA PRESENTAZIONE DELLE FARINE BIO PEDERZANI
Mangiamusica si raccontano le grandi storie della musica, ma anche del gusto: ogni serata prevede, infatti, la "scoperta" dei migliori prodotti del Made in Borgo. Lo spettacolo del gusto di venerdì 5 novembre sarà firmato dal mugnaio Fabio Pederzani, che presenterà le straordinarie farine biologiche dell'omonima azienda di famiglia, con sede nella frazione fidentina di Pieve di Cusignano.

MODALITÀ DI PRENOTAZIONE E ACCESSO
Tutte le serate di Mangiamusica si svolgono al Teatro Magnani di Fidenza ed iniziano alle 21. Sono a ingresso libero con prenotazione obbligatoria (quattro giorni prima di ogni evento, dalle 8 alle 20) fino a esaurimento posti disponibili. Prenotazioni: 345 9374728 (solo telefono, no whatsapp) oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Le prenotazioni per questa serata si apriranno lunedì 1° novembre.

IL SUCCESSIVO APPUNTAMENTO DI MANGIAMUSICA
Venerdì 19 novembre a Mangiamusica arriverà Eugenio Finardi (accompagnato dalla chitarra di Giuvazza e dall'amico Ezio Guaitamacchi) per la serata "Voglio una stella che sia tutta mia".

CAMBIO DATA PER MORGAN
La serata "Essere Morgan", inizialmente prevista per sabato 6 novembre, slitta a martedì 7 dicembre per impegni televisivi dell'artista.

I PARTNER
Mangiamusica è un progetto fortemente voluto dall'amministrazione comunale di Fidenza e dal suo sindaco Andrea Massari, organizzato dall'associazione culturale Mangia come scrivi, con il supporto di Conad Centro Nord, Gas Sales Energia, Vittoria Assicurazioni, Ze.Ba., Gaibazzi Costruzioni, First Point, Italpast, PianoMania.
L’illustrazione di Mangiamusica è firmata da Victor Cavazzoni.
Pubblicato in Dove andiamo? Emilia

Primo appuntamento di presentazione della scuola media San Paolo venerdì 29 ottobre alle 19.15 in via Grenoble, 9 a Parma.

La scuola, non paritaria, è diretta da don Francesco Rossolini e si pone tra gli obiettivi formativi quello di far crescere i giovani ispirandosi ai valori cristiani ed educativi già propri di Don Bosco.

L'istituto, oltre alla scolastica, propone attività pomeridiane come il doposcuola fino alle 18.00 e attività extracurriculari sportive, ricreative e musicali.

Ulteriori informazioni sul sito www.scuolamediasanpaolo.it e telefonicamente ai numeri 0521 633843 e 391 7576167.

Pubblicato in Cronaca Parma
Mercoledì, 27 Ottobre 2021 15:03

Vincitori II Edizione Premio Letterario Scaramuzza

 Miglior romanzo Io Non Ti Lascio Solo di Gianluca Antoni. Menzione D’onore a Lontano Da Casa di Enrico Pandiani

Sissa, 27 ottobre 2021 - Si è svolta sabato 23 ottobre 2021 alla Sala Cavanna di Sissa (Pr) la premiazione della seconda edizione del Premio letterario Scaramuzza dedicato alla letteratura per l’adolescenza.

Dopo la presentazione istituzionale dell’assessore alla cultura Tiziana Tridente e un incipit musicale con la giovane compositrice arpista Agatha Bocedi hanno avuto inizio le premiazioni.

Eddy Lovaglio dell’associazione Parma Operart, organizzatrice del concorso, e lo storico dell’arte Marzio Dall’Acqua in rappresentanza della giuria, hanno spiegato che oltre ai premi per le quattro categorie in gara (letteratura, libri illustrati, racconto inedito, poesia) si sono volute dare diverse menzioni ai finalisti degli oltre 150 lavori pervenuti per premiare l’altissima qualità degli elaborati.

Il premio per il miglior romanzo è andato a Io non ti lascio solo di Gianluca Antoni, il miglior libro illustrato Atlante dei luoghi immaginati di Anselmo Roveda – illustrazioni di Marco Paci. Un amore infinito di Concetta Martellone, miglior racconto inedito e Ode alla colpevole di Silvia Favaretto miglior poesia. Si segnalano le menzioni d’onore a Enrico Pandiani per il romanzo Lontano da casa,  Moreno Giannattasio per il romanzo storico Chi vuol essere lieto sia e il racconto inedito Questa terra canta la sua anima di Nene Ferrandi.

Tutti gli autori presenti in sala hanno confermato che la scrittura per ragazzi è un terreno fertile per esprimere prospettive, umanità e valori di costruzione per il futuro.

ENRICO_PANDIANI_EDDY_LOVAGLIO.jpeg

 

TIZIANA_TRIDENTE_GIANLUCA_ANTONI_EDDY_LOVAGLIO.jpeg

Tutti i premi

Miglior romanzo edito:

Gianluca Antoni Io non ti lascio solo, Salani editore

Miglior libro illustrato:

Anselmo Roveda – illustrazioni di Marco Paci. Atlante dei luoghi immaginati, EDT Edizioni (libri illustrati)

Miglior racconto inedito:

Concetta Martellone – Un amore infinito

Miglior poesia:

Silvia Favaretto – Ode alla Colpevole

PERGAMENE PER MENZIONE D'ONORE

Enrico Pandiani – Lontano da casa Salani editore 

Moreno Giannattasio Chi vuol essere lieto sia La Spiga editore

Nene Ferrandi – Questa terra canta la sua anima  (racconto inedito)

PERGAMENE MENZIONE SPECIALE  

Laura Vaioli, Giacomo Guccinelli, Mirko Volpi - I mostri di Dante, Salani editore
Giuseppe Festa - I lucci della via Lago, Salani editore 
Nadia Cerchi – A mio nonno piace il rock  (racconto inedito)

PERGAMENE MENZIONE DI MERITO

Valentina Sagnibene – Con o senza di noi  DeaPlanet Edizioni

Roberto Franchini – Illustrazioni di Pietro Puccio - Il duetto dei gatti e altre musiche animali, Gulliver EDB edizioni

Elisa Malvoni - C’è un sacco di spazio là in fondo   (poesia)

Diego Baldassarre – Memorie di un tabagista, Il Babi editore  (poesia)

 



Pubblicato in Cultura Emilia

27esimo appuntamento con "In punta di penna: rubrica di libri". Uno spazio creato per condividere letture e storie, riflessioni e pensieri a voce alta. "In punta di penna": per dare inchiostro e carta alle parole.

Pubblicato in Cultura Emilia
Pagina 3 di 173