Sottoscritta convenzione tra Consorzio ed Enaip con il coordinamento dell’Agenzia Regionale per il Lavoro per la formazione di due persone con disabilità secondo le indicazioni della Legge Regionale 17 del 2005


Parma, 10 Settembre 2019 – Dare un’opportunità di avvicinamento al lavoro a persone con disabilità, il cui diritto di accesso al mondo del lavoro è garantito dalla Legge Regionale 17 del 2005, e allo stesso tempo attivare energie preziose e strategiche per il Consorzio della Bonifica Parmense che, in quanto Ente pubblico, ha come mission anche quella di sviluppare percorsi a favore delle categorie più fragili della società.

Sono questi i punti centrali di una Convenzione, sottoscritta dal Direttore Generale del Consorzio di Bonifica Fabrizio Useri con l’Enaip, l’Ente di formazione professionale di Parma con il coordinamento dell’Agenzia Regionale per il Lavoro Emilia-Romagna che ha previsto l’inserimento di due persone, di 51 e 56 anni, all’interno degli uffici della Bonifica in via Emilio Lepido. I due lavoratori hanno intrapreso un percorso formativo e stanno svolgendo varie mansioni sotto il coordinamento di personale dell’Ente e con progetti specifici. I tirocini formativi, attivati secondo le indicazioni della Legge Regionale 17 del 2005, si concluderanno alla fine del 2019. Dopo un periodo formativo i due lavoratori in tirocinio sono stati inseriti all’interno di Aree specifiche del Consorzio, con un progetto individuale e sotto il coordinamento di un responsabile.

“Siamo molto contenti del lavoro portato avanti dalle due persone che stanno svolgendo il tirocinio formativo all’interno dei nostri uffici – dichiara Fabrizio Useri, Direttore Generale del Consorzio della Bonifica Parmense – . Abbiamo deciso di intraprendere questo percorso e di sottoscrivere la Convenzione per concretizzare la mission dell’Ente pubblico, ovvero sviluppare azioni di solidarietà, sempre legate alle esigenze strategiche del Consorzio di Bonifica Parmense. Per i due lavoratori in tirocinio abbiamo infatti stilato un progetto individuale e specifico: sono stati formati e poi affidati al coordinamento di un responsabile. La nostra idea è di continuare ad attivare, anche in futuro, percorsi formativi riservati alle fasce più deboli”.


“I tirocini in un ente come il Consorzio della Bonifica Parmense – sottolinea Andrea Panzavolta, Dirigente territoriale dell’Agenzia Regionale per il Lavoro – rappresentano, per la nostra esperienza, un’occasione molto valida per riattivazione le persone e per riportarle su un percorso di esperienze che possa sfociare in un’occupazione stabile”.


"L’opportunità che il Consorzio ha dato a queste persone – dichiara Marco Melegari, Responsabile Ufficio Collocamento mirato dell’ambito territoriale di Parma - ha avuto anche il merito di dare qualche opportunità in più a noi per risolvere, almeno parzialmente, il problema dell’assenza di opportunità di lavoro per le persone disabili che ne avrebbero diritto, secondo la Legge 68”.

(Foto_Melegari-Useri-Panzavolta)

Pubblicato in Ambiente Parma
Mercoledì, 23 Agosto 2017 09:29

Le nuove Linee Guida sui tirocini

La Conferenza Stato – Regioni dello scorso 25 maggio ha definito le nuove Linee Guida sui tirocini. Quali le novità introdotte? In primo luogo, viene ridefinita la durata dei tirocini.

Per i tirocini extracurriculari la durata massima è di 12 mesi, comprensiva di proroghe e rinnovi (precedentemente prevista solo per i tirocini di inserimento e reinserimento lavorativo). Solo in caso di soggetti disabili è possibile prorogare il tirocinio fino a 24 mesi. La durata minima non può essere inferiore a due mesi, con unica eccezione del tirocinio attivato nel periodo stagionale, per cui viene ridotta a un mese.

Ulteriore novità riguarda il meccanismo di premialità che si attiva nei casi in cui l'azienda assuma a tempo indeterminato o determinato un certo numero dei tirocinanti inseriti in precedenza.

Le aziende con più di 20 dipendenti, che possono ospitare tirocinanti nella misura massima del 10% dei dipendenti a tempo indeterminato, possono attivare 1 tirocinio extra se hanno assunto almeno il 20% dei tirocinanti avviati nei 24 mesi precedenti, 2 se ne hanno assunti almeno il 50%, 3 per assunzioni di almeno il 75% e 4 se tutti i tirocinanti sono stati assunti nei 24 mesi precedenti.

I limiti numerici per l'inserimento di tirocinanti sono rimasti invariati per le aziende con meno di 20 dipendenti in organico. In particolare: 1 tirocinio attivabile per aziende che hanno fino a 5 dipendenti a tempo indeterminato, 2 tirocini per aziende tra 6 e 20 dipendenti.

L'intervento riguarda solo i tirocini extracurriculari, ovvero quelli formativi e di orientamento e quelli di inserimento/reinserimento lavorativo. L'obiettivo è di qualificare lo strumento ed eliminarne gli abusi. Quindi, maggiori regole per l'utilizzo e il divieto di attivare i tirocini per sostituire i lavoratori con contratti a termine nei periodi di picco delle attività, oppure personale nei periodi di maternità, ferie, malattia o per ricoprire ruoli necessari all'organizzazione dello stesso.

archimede nuovo logo

 

Pubblicato in Lavoro Emilia

Tre ‎tirocini‬ formativi e di orientamento al lavoro riservati ai ‪giovani‬ tra i 18 e i 29 anni presso il Comune di Correggio. Presentazione delle domande fino a lunedì 3 ottobre.

Reggio Emilia, 21 settembre 2016

È aperto a Correggio il bando per l'attivazione di tre ‎tirocini‬ formativi e di orientamento al lavoro riservati ai ‪giovani‬ tra i 18 e i 29 anni da svolgersi in Comune.
Grazie a questo progetto, che si sviluppa nell'ambito del "Programma europeo Garanzia Giovani", il Comune di Correggio intende promuovere un'ulteriore azione a sostegno di giovani in difficoltà occupazionale, mettendo a disposizione occasioni di crescita formativa e professionale finalizzate ad aumentare le possibilità di inserimento o reintegro nel mondo del ‎lavoro‬‬. Il bando è aperto fino al prossimo 3 ottobre e i profili selezionati saranno inseriti nel settore "Qualità urbana", nel settore "Pianificazione territoriale" (Servizio Edilizia Privata) e nel settore "Commercio".

Possono presentare domanda di ammissione i cittadini residenti a Correggio, disoccupati o non occupati e che abbiano concluso il proprio percorso formativo da almeno 12 mesi o che, in alternativa, abbiano svolto un'attività lavorativa regolarmente registrata dal Centro per l'Impiego Territoriale.
I moduli per le domande di partecipazione, così come tutta la documentazione necessaria, sono a disposizione sul sito del Comune – www.comune.correggio.re.it  – e allo sportello URP (Corso Mazzini, 33). I candidati devono far pervenire entro e non oltre le ore 12 di lunedì 3 ottobre la domanda, tramite raccomandata R.R., consegnandola direttamente allo sportello URP o via mail, tramite un indirizzo di posta certificata (e in tal tale caso domanda e relativi allegati dovranno essere allegati in formato PDF), a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Le domande saranno valutate da una Commissione che formulerà una prima graduatoria, fondata sulla valutazione del curriculum vitae e sulla coerenza con uno o più profili tra quelli ricercati. A seguito, i candidati saranno convocati per sostenere un colloquio selettivo, individuale, finalizzato alla valutazione del possesso da parte dei candidati di capacità, competenze e motivazione coerenti con gli obiettivi del progetto di tirocinio.
La graduatoria finale avrà validità di 12 mesi, durante i quali il Comune di Correggio potrà verificare l'opportunità di procedere con l'attivazione di ulteriori tirocini formativi di questo tipo.

I tirocinanti avranno diritto a ricevere un'indennità di partecipazione di 450 euro mensili netti, per un monte ore settimanale di 30 ore.
"Dopo la positiva esperienza dell'anno scorso, continuiamo a promuovere opportunità formative per i giovani per agevolare e favorire la conoscenza e l'inserimento nel mondo del lavoro", commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. "Il programma di 'Garanzia Giovani' rappresenta una buona occasione tra le molte che in questi mesi abbiamo attivato – tirocini, stage, occasioni di viaggi di studio all'estero... – perché pensiamo che il futuro delle nuove generazioni si costruisca soprattutto sulla possibilità di formazione e sulla capacità di cogliere le varie opportunità che vengono offerte".

Per ulteriori informazioni: Comune di Correggio, "Ufficio progetti strategici e politiche europee", Corso Mazzini, 33, Dott.ssa Lorenza Manfredi, tel. 0522.630720 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

(fonte: Ufficio stampa Comune di Correggio)