Visualizza articoli per tag: Territorio Villa Minozzo

Installato nella scuola primaria di Minozzo, con sei kilowatt di potenza.

L’Istituto scolastico comprensivo tra i vincitori dell’iniziativa nazionale Facciamo Eco Scuola. Il  primo cittadino Elio Ivo Sassi: “Una grande soddisfazione. Benvenuta onorevole Spadoni”

C'è anche la provincia di Modena tra le tappe del Grand Tour Emil Banca che, giunto alla nona edizione, per la prima volta tocca il nostro territorio

Pubblicato in Cronaca Emilia

Domenica mattina il sindaco si recherà nell’aia dove, il 20 marzo 1944, furono uccise dai nazisti ventiquattro persone, rappresentando la gente che non potrà partecipare.

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

L’iniziativa formativa è rivolta a privati, aspiranti volontari, artigiani, commercianti e dipendenti. Covid-19: le procedure utili per salvaguardare sia chi aiuta che l’assistito.

Giovedì, 25 Giugno 2020 12:23

Villa, lavori per 1 milione contro le frane

Il presidente Giorgio Zanni ed il consigliere delegato alle Infrastrutture Nico Giberti hanno incontro sindaco Sassi e comunità per fare il punto sui cantieri. Visitati anche gli impianti di Febbio

Pubblicato in Ambiente Reggio Emilia

La viabilità, ma anche le potenzialità turistiche, dell'Appennino al centro della visita che il presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giorgio Zanni, ha effettuato l'altro giorno a Villa Minozzo. Accompagnato dal consigliere delegato e dal dirigente alle Infrastrutture, Nico Giberti e Valerio Bussei, il presidente Zanni ha incontrato il sindaco Elio Ivo Sassi, consiglieri e assessori comunali, i vertici locali di Carabinieri e Croce verde e i rappresentanti di varie associazioni.

Pubblicato in Ambiente Reggio Emilia
Mercoledì, 13 Maggio 2020 07:38

Villa, terminato il ripristino della Sp 9 a Lurana

Villa Minozzo - Intervento da 60.000 euro per rifare completamento un tratto di quasi 300 metri compromesso da una frana. Da ieri lavori in corso anche sulla Sp54 a Brenzana di Canossa

Lunedì, 30 Settembre 2019 14:48

Aperto definitivamente il ponte sul rio Sologno

Completata la nuova struttura (antisismica e percorribile senza limitazioni) realizzata grazie ad un finanziamento di 800.000 euro di Provincia e Regione. A fine ottobre l’inaugurazione.

Reggio Emilia -

Dopo che sono stati ultimati gli ultimi lavori di finitura, ed in particolare la posa dei guardrail, è ora percorribile senza più limitazioni di velocità o di circolazione il nuovo ponte della Sp 108 sul rio Sologno, a Villa Minozzo. Un’infrastruttura fondamentale per le comunità nel nostro Appennino, in grado di garantire collegamenti più rapidi e più sicuri con il resto del territorio, che è stata cofinanziata, in pari misura, dalla Provincia di Reggio Emilia e dalla Regione Emilia-Romagna.

L’intervento, costato complessivamente 800.000 euro, ha comportato la demolizione e la ricostruzione del ponte, realizzato a metà degli anni Sessanta, che presentava gli inevitabili segni del tempo che avevano comportato, via via, il divieto di transito per i mezzi pesanti e, dall’aprile 2017, la circolazione a senso unico alternato. La nuova struttura ha una luce complessiva dell’attraversamento di 72 metri e una larghezza della carreggiata di 7 metri. Sono state realizzate nuove spalle in cemento armato, consolidate le pile esistenti e sostituito il vecchio impalcato con uno in acciaio con soletta in calcestruzzo alleggerito armato. La relativa leggerezza della nuova struttura ed il sistema di isolamento sismico introdotto consentono al nuovo ponte di resistere alle azioni sismiche estreme previste dalla più aggiornata normativa, nonché di poter essere percorso da qualsiasi carico stradale, senza alcuna limitazione.

L’intero iter di progettazione, approvazione, gara d’appalto e realizzazione dell’opera – seguito dalla Provincia di Reggio Emilia - è stato completato nell’arco di 20 mesi. L’inaugurazione ufficiale dell’opera, da parte dei vertici di Regione Emilia-Romagna, Provincia di Reggio Emilia e Comune di Villa Minozzo è prevista a fine ottobre.

 

Fonte: Provincia di Reggio Emilia

Il rastrellamento nazista dell’estate del 1944 fece numerose vittime. Il programma della celebrazione, indetta dal Comune in collaborazione con le associazioni partigiane e Istoreco

(Minozzo di Villa Minozzo, 2 agosto 2019). “Alla prima occasione mi aggregherò ai partigiani”: così Jean Dabrainville, ventenne francese arruolato dai tedeschi come autista, aveva confidato al cugino. Fu mandato a combattere in montagna, nelle file della resistenza. E’ una delle vittime che sarà commemorata domani (domenica 4 agosto) assieme agli altri caduti di Minozzo nell’estate del 1944, durante un rastrellamento nazista in Appennino, che avvenne dal 30 luglio al 7 agosto.

Il ritrovo è per le 10 a La Pioppa con un omaggio floreale alla croce che ricorda la fucilazione del “piccolo francese”, mentre, alle 11, i partecipanti si ritroveranno alla pieve di Minozzo, dove don Fernando Imovilli celebrerà una messa a suffragio. Seguiranno il saluto del sindaco di Villa Minozzo, Elio Ivo Sassi, e la benedizione e la deposizione di una corona al monumento ai caduti, nei pressi del cimitero. Jean Dabrainville - sottolinea il primo cittadino - fu ammazzato il 30 luglio 1944. Dopo un giorno fu barbaramente ucciso un altro giovane, il minozzese Osvaldo Caselli, 22 anni, studente in medicina, con cui il ragazzo d’oltralpe si era conosciuto ed aveva stretto amicizia”.


Oltre a lui e a Caselli “persero la vita, il 4 agosto, fucilati in prossimità del camposanto - continua Sassi - altri quattro abitanti di Minozzo, Luigi Milani, Davide Albertini, Riziero Albertini e Carlo Attolini, nonché Armando Dallari e Leonildo Dallari di Maro, in comune di Castelnovo Monti. Durante i giorni precedenti, sempre nella zona di Minozzo, erano stati trucidati altri minozzesi, Vittorio Martinelli, Giuseppe Razzoli, Antonio Marazzi, Pellegrino Antichi, Lealdo Croci e Telesforo Costi, oltre a Nello Cotti di Carniana e ad Italina Vacondio di Reggio Emilia”.

La lapide ricorda anche tre persone catturate nello stesso rastrellamento e poi decedute in luoghi di deportazione: Guido Tacchini, Pietro Farioli e Florindo Farioli.
“La celebrazione, indetta dal Comune in collaborazione con le associazioni partigiane Alpi-Apc (curatrice dell’organizzazione e del cerimoniale) ed Anpi, e con Istoreco, proseguirà - conclude Elio Ivo Sassi - con la lettura di alcuni brani storici a ricordo dei tragici eventi e avrà termine con un momento conviviale nella sede degli Usi civici di Minozzo, che aderiscono all’iniziativa assieme al Gruppo alpini villaminozzesi, alla locale Croce verde, alla Federazione italiana volontari della libertà, all’Arcipretura minozzese, all’Associazione carabinieri, al Museo della repubblica di Montefiorino e a Villacultura”. La manifestazione sarà infine accompagnata dalle note musicali del corpo bandistico di Villa Minozzo.

 

da destra-Osvaldo Caselli - JeanDebrainville.jpg

(da destra: Osvaldo Caselli - Jean Debrainville)

 

 

Chi gestisce bene i rifiuti risparmia - Martedì sera sarà presentato il nuovo sistema premiante, che è rivolto a un'ampia serie di materiali di scarto. Si aggiunge alla scontistica per coloro che riciclano gli organici

(Villa Minozzo, 1 giugno 2018). L'operazione sconto sulla tassa rifiuti, partita da pochi giorni, sarà ufficialmente presentata martedì sera (5 giugno) nella sala del consiglio comunale, alla presenza dei tecnici di Iren.

"In base alle quantità ed alle tipologie di materiali consegnati nel centro di raccolta di Calizzo - spiega Lucia Manicardi, assessore all'ambiente - ogni famiglia potrà accumulare un punteggio e beneficiare dei relativi sgravi, che verranno riconosciuti in fattura, l'anno successivo. Con il nuovo sistema premiante, che si avvale di uno strumento informatizzato che prevede l'utilizzo della tessera sanitaria dell'intestatario della bolletta, intendiamo proseguire, in collaborazione con Iren, la strada intrapresa per potenziare e ottimizzare il servizio sulla differenziata, che prevede una scontistica anche per chi ricicla gli scarti organici".

L'incontro pubblico, che avrà inizio alle 20.30, fa seguito a una lettera inviata, lo scorso aprile, a tutti i villaminozzesi che contiene, tra l'altro, l'elenco degli oggetti scontabili, con il valore di ciascuno, in punti e in euro, dagli elettrodomestici alle lampadine, dall'olio di frittura a quello dei motori, dalle padelle ai mobili, dagli pneumatici alle biciclette.

"Sarà pure l'occasione - conclude l'assessore Manicardi - per fare il punto della situazione sullo smaltimento dei rifiuti a livello complessivo, che necessita di una gestione sempre più corretta ed accorta per ottenere duraturi benefici ambientali ed economici nell'interesse di tutta la comunità. Ci troviamo infatti ad operare su un'area molto vasta ed eterogenea in cui sono ancora presenti alcune criticità e nella quale assume un'importanza fondamentale la collaborazione di tutti, al fine di diffondere capillarmente, a partire dai più giovani, pratiche di raccolta orientate alla sostenibilità e al rispetto del territorio in cui viviamo e di cui siamo responsabili".

 

Lucia_Manicardi_assessore_allambiente_2.jpg

 

 

Pagina 1 di 5