Visualizza articoli per tag: Territorio Castelnovo di Sotto

Summer School 2019: a Castelnovo il primo concerto della nuova edizione. Nella Chiesa della Risurrezione si esibiranno Julia Liubimova, soprano, e Renato Negri, organo.

Reggio Emilia, 21 agosto 2019 –

Prendono il via i concerti della 8° edizione della Summer School.Giovedì 22 agosto alle ore 21, nella Chiesa della Risurrezione di Castelnovo ne’ Monti, in via 1° maggio, inaugurerà il mese di concerti tra Reggio Emilia e l’Appennino Julia Liubimova, soprano, e Renato Negri, organo. Il duo eseguirà un ricco programma con musiche di Bohm, Puccini, Pergolesi, Cherubini, Vavilov, Frescobaldi, Bach, Bruhns, Haendel, Vivaldi e Giordani

Julia Liubimova, al Conservatorio Statale “Rimsky-Korsakov” di San Pietroburgo, sotto la guida della famosa mezzosoprano russa Irina Bogacheva, nel 2016 ha conseguito la laurea in Canto lirico e nel 2019 ha ottenuto il Dottorato in Canto lirico. Ha al suo attivo numerose partecipazioni sul palcoscenico del Teatro Accademico dell'opera e del balletto del Conservatorio statale Rimsky-Korsakov di San Pietroburgo, mentre recentemente ha debuttato nella Sala della Filarmonica di Novosibirsk accompagnata dall'omonima Orchestra Sinfonica diretta da Alim Shakh tenendo anche un concerto monografico dedicato al compositore vivente russo Boris Lisitsin interpretando in prima esecuzione assoluta il Poema sinfonico vocale "Marina" su testi della poetessa Marina Tsvetaeva.

Renato Negri è organista titolare nella chiesa di San Francesco da Paola di Reggio Emilia (organo inserito nell’Orgelführer Europa, prestigiosa guida agli organi più importanti del continente) e organista titolare del Teatro Municipale «Romolo Valli». È Direttore Artistico della rassegna Soli Deo Gloria. Organi, Suoni e Voci della Città. Diverse sue interpretazioni sono state presentate da Paolo Terni a Rai Radio Tre. A seguito della donazione da parte della famiglia Ovi Chicchi nel 2007 dell’organo meccanico Hillebrand, insegna Organo all’Istituto Superiore di studi musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti “Achille Peri – Claudio Merulo”.

Il prossimo concerto si terrà lunedì 26 agosto alle ore 21 nella Sala Concerti dell’Isituto “Claudio Merulo” di Castelnovo ne’ Monti con il concerto conclusivo della Master Class di Clarinetto tenuta da Fabrizio Meloni e Giovanni Picciati. L'ingresso al concerto è libero e limitato ai posti disponibili. L’intero calendario dei concerti è consultabile sul sito peri-merulo.it.

Anche quest’anno la Summer School si rivela un importante progetto formativo e praticamente unico nel suo genere che incrementa in modo significativo l'offerta del Peri-Merulo, completando un quadro di attività che abbraccia tutti i dodici mesi dell'anno. Uno sforzo reso possibile dalla scuola mettendo in campo risorse e competenze in uno sforzo corale, grazie anche al sostegno di amministrazioni locali e privati che si dimostrano capaci di una visione illuminata e progettuale della politica culturale, anche in tempi di grandi criticità come sono quelli odierni. A questo contribuiscono i numerosi sponsor del territorio che testimoniano un legame dell’Istituto radicato nella provincia di Reggio, dagli appennini alla pianura passando ovviamente per la città capoluogo: sono Coopservice, Industrial Packaging, Bper Banca, il Rotary Club di Reggio Emilia, il Castello di Sarzano e Reire le realtà imprenditoriali che credono nel valore della Summer School. A questi si aggiungono gli enti e le amministrazioni che da ormai 8 anni collaborano alla realizzazione di un grande appuntamento per le loro comunità: Comune di Reggio Emilia, Comune di Castelnovo ne’ Monti, Comune di Scandiano, Comune di Casina, Comune di Ventasso e la Fondazione Manodori

Gema Magazzini Generali vince "Il logistico dell'anno 2018", il premio nazionale per l'innovazione nel settore immobiliare logistico

Il prestigioso riconoscimento di Assologistica alla società reggiana che ha realizzato il primo e unico magazzino per la stagionatura del Parmigiano Reggiano di Montagna

Il magazzino per la custodia e la stagionatura del "Parmigiano Reggiano di Montagna" realizzato nel Comune di Montese, in provincia di Modena, da Gema Magazzini Generali, società di Castelnovo Sotto (RE) partecipata dal Banco S. Geminiano e S. Prospero, Gruppo Banco BPM, ha vinto il premio "Il logistico dell'anno 2018" di Assologistica, l'associazione nazionale degli operatori di logistica in conto terzi.
Il premio per l'innovazione nel settore immobiliare logistico al primo e unico magazzino dedicato al Re dei formaggi prodotto nelle aree appenniniche è stato ritirato dal presidente Vittorio Corradi e dall'amministratore delegato Camillo Galaverni, nel corso di una cerimonia che si è tenuta nei giorni scorsi presso l'auditorium Giò Ponti in Assolombarda a Milano.
La struttura, inaugurata lo scorso giugno, ha comportato un investimento di oltre 12 milioni di euro per la gestione, in regime di magazzino generale, del Parmigiano Reggiano prodotto nelle zone montane delle province di Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna, unitamente ad altri formaggi a pasta dura e semidura.

Il fabbricato, realizzato su un'area di 25 mila metri quadrati, di cui 8.500 coperti, è posto a Montese, in via Padulle, a 846 metri di altitudine, e si inserisce armoniosamente nel territorio, in perfetto equilibrio con il paesaggio circostante.

Su 85 chilometri di scalere di abete rosso pregiatissimo, il magazzino accoglie fino a 170mila posti forma, che il personale specializzato, assunto in loco e debitamente formato, gestisce con strumentazioni, macchinari e tecnologie di ultima generazione per lo stoccaggio, la movimentazione e la cura delle forme, nell'assoluto rispetto della tradizione.
Costruita e dotata delle più evolute tecnologie antisismiche, impiantistiche per la sicurezza e l'efficienza energetica, la struttura è completamente informatizzata, garantisce il monitoraggio continuo della temperatura (16-18 gradi) e dell'umidità (75-85%) e un ricambio d'aria pari a 64 mila metri cubi nell'arco delle 24 ore, in grado di assicurare il miglior processo di stagionatura al prezioso formaggio.
Il nuovo magazzino di Gema a Montese si aggiunge al magazzino di Castelnovo di Sotto, primo a livello nazionale ad avere ottenuto la certificazione sulla "Sicurezza alimentare" UNI EN ISO 22000:2005, nel quale sono gestite per conto terzi 230mila posti forma per formaggi a pasta dura e principalmente il Parmigiano Reggiano.

Forte della sua esperienza trentennale, Gema spa, oltre a fornire servizi moderni, sicuri, qualificati, grazie alla solida collaborazione con Banco BPM, offre ai depositanti anche sostegno finanziario tramite l'emissione di fedi di deposito e note di pegno, ed è a disposizione, previo appuntamento, per concordare visite guidate al nuovo magazzino.

"Questo riconoscimento premia un lavoro di squadra – ha dichiarato a margine della premiazione il presidente di Gema Spa Vittorio Corradi – che ha messo in campo le migliori competenze tecniche e tecnologiche del nostro territorio in grado di realizzare e mettere in funzione il magazzino in poco più di un anno e mezzo, grazie anche alla piena collaborazione dell'Amministrazione comunale di Montese".
"Il nuovo magazzino porta a 400mila i posti forma gestiti da Gema – ha dichiarato l'Amministratore Delegato Camillo Galaverni – in risposta alle nuove esigenze dei consumatori che richiedono Parmigiano Reggiano stagionato anche 24, 36 mesi e anche oltre".

 

Corradi_e_Galaverni_con_i_collaboratori_di_Gema_Spa_1.jpg

 

 

Per le imprese agricole reggiane il nuovo hub in partnership con la multinazionale John Deere - dedicato alla vendita e all'assistenza dei mezzi - sarà un importante un valore aggiunto per il territorio e le sue produzioni: indispensabile per le tutte le attività svolte in campo.

Castelnuovo di Sotto (RE) 23 amggio 2017

E' stato inaugurato a Castelnuovo di Sotto di Reggio Emilia il nuovo centro polifunzionale del Consorzio Agrario dell'Emilia che in questo modo ha incrementato strategicamente l'offerta di servizi innovativi nell'intero comprensorio reggiano. Oltre ad aver potenziato ed ottimizzato le attività di consulenza e post vendita lo staff tecnico del CAE potrà garantire ai propri soci, clienti e portatori di interesse anche adeguata e qualificata assistenza grazie ad un moderno centro macchine tecnologicamente avanzato e di ottimo livello qualitativo; un vero e proprio hub dedicato alla meccanizzazione, a prodotti di comprava qualità, e a tutte le attività di ricambistica e cura dei mezzi messo in piedi in partnership con la multinazionale leader del settore John Deere.

ConsorzioAgrarioEmilia-CastelnuovodiSottodiReggio_Emilia.jpeg

 

Il nuovo centro macchine ha tutte le credenziali per rappresentare rapidamente un punto di riferimento per le imprese di un territorio a vocazione agricola particolarmente vasto e a tal proposito va evidenziato come, anche grazie alla presenza di Eurocap Petroli, la stessa sede di Castelnuovo di Sotto, in poco tempo, abbia addirittura triplicato i volumi di vendita dei carburanti portando da 10 a 30 i milioni di litri erogati. Con questa inaugurazione il Consorzio Agrario dell'Emilia ha così raggiunto un traguardo concreto con un ventaglio di servizi non certo di secondaria importanza rispondendo, in modo molto pragmatico, alle esigenze del territorio in cui opera. Nel corso dell'incontro di presentazione, davanti ad un nutrito pubblico, la John Deere Italia ha consegnato una targa di riconoscimento al Consorzio Agrario dell'Emilia testimoniando la professionalità dimostrata dal Consorzio e dal suo staff in tanti anni di collaborazione.

Ospite della rassegna sulla legalità organizzata da "NoveTeatro". Lunedì 27 Sabina Guzzanti presenta "La trattativa". Dopo la proiezione, l'attrice e regista incontrerà il pubblico. -

Novellara, 25 luglio 2015 –

Sabina Guzzanti sarà a Castelnovo di Sotto (RE) lunedì 27 luglio per presentare il proprio film "La trattativa": l'attrice e regista sarà ospite della rassegna "Teatro e legalità" organizzata da NoveTeatro, il centro di produzione teatrale con sede a Novellara.

L'appuntamento è alle 21 nel Parco della Rocca (piazza IV Novembre), l'ingresso è libero (in caso di maltempo l'iniziativa si terrà nel Palazzetto dello Sport, viale S. Andrea 15): dopo il film, la Guzzanti dialogherà con Gabriele Tesauri, direttore artistico di NoveTeatro, e risponderà alle domande del pubblico.

Il festival reggiano sulla legalità, giunto alla terza edizione, è promosso dalla Regione Emilia-Romagna e dal Comune di Novellara, insieme ai Comuni di Casalgrande, Castelnovo Sotto, Fabbrico, Guastalla, Luzzara, Montecchio, Reggio Emilia, San Martino in Rio e Scandiano, con il sostegno di Coop Consumatori Nordest: quest'anno ha proposto incontri con Salvatore Borsellino e Giovanni Impastato, lo spettacolo-concerto "Il silenzio è dolo" di Marco Ligabue, testi di Pippo Fava letti da Luigi Lo Cascio e appunto la proiezione di "La trattativa".

Il film, molto applaudito allo scorso festival di Venezia, è una narrazione «lucida, graffiante, puntuale » della discussa, e da qualcuno negata, trattativa fra Stato e mafia: « La sfida più grande – dice la Guzzanti – è stata proprio questa: riuscire a trasformare un mucchio di libri, articoli, verbali, registrazioni processuali, in una storia. » Un lavoro durato quattro anni e portato sullo schermo a modo suo, con una miscela di documentario, finzione e satira: « Racconto fatti realmente accaduti, verificati più di mille volte. Ho pensato che la chiarezza che ottenevo fosse merito della umanizzazione del racconto e ho privilegiato questa strada. »

Danni ingenti all'agricoltura. Il 9 luglio si chiuderà la ricognizione avviata dalla Provincia. Il presidente Manghi e il consigliere all'Agricoltura Mammi hanno incontrato le associazioni agricole -

Reggio Emilia, 30 giugno 2015 -

Danni ingenti quelli provocati nella Bassa reggiana a causa della grandinata del 19 giugno, che si stimano in almeno un paio di milioni per le aziende agricole.
Questo è quanto emerso ieri sera, nel corso dell'incontro convocato in Provincia dal presidente Giammaria Manghi e dal consigliere delegato all'Agricoltura, Alessio Mammi, con le associazioni agricole (Confagricoltura, Confederazione italiana agricoltori, Federazione provinciale Coltivatori diretti, Unione generale Coltivatori-Cisl), le centrali cooperative e i sindacati.

Il 9 luglio si chiuderà la ricognizione avviata dalla stessa Provincia. La sola Cia ha finora contato più di 30 aziende danneggiate stimando almeno 420.000 euro di danni nel comprensorio di Gualtieri, Guastalla, Boretto e Brescello ed altri 160.000 nella più ristretta fascia comprendente Poviglio, Meletole e Castelnovo Sotto.
Per Confagricoltura è stata proprio questa la zona più flagellata, con danni già accertati per alcune centinaia di migliaia di euro in particolare alle produzioni di cocomeri, meloni, pomodori, ma anche erba medica, orzo e lo stesso grano, che ha comunque perso gran parte dei chicchi.
Per la Coldiretti – che al momento ha riscontrato danni per 550.000 euro, con il comparto del pomodoro maggiormente colpito – è indispensabile pensare anche a una mappatura delle zone della nostra provincia che purtroppo, a causa dei mutamenti climatici, vengono sempre più spesso danneggiate da eventi atmosferici estremi.

"Anche per questo alla Regione ed in particolare all'assessore all'Agricoltura Simona Caselli, che si è dimostrata molto sensibile, abbiamo chiesto di valutare l'individuazione di appositi strumenti normativi e finanziari che in tempi rapidi consentano di sostenere le aziende agricole nel caso di eventi atmosferici che ormai purtroppo, per la loro frequenza, non hanno più i connotati della straordinarietà, magari non sono così violenti da giustificare la dichiarazione dello stato di calamità maturale, ma sono comunque in grado di danneggiare pesantemente le coltivazioni", hanno detto il presidente Manghi e il consigliere provinciale Mammi. Per la Provincia, tali fondi regionali 'straordinari' ad hoc potrebbero anche aiutare gli agricoltori a meglio fronteggiare un altro problema emerso questa sera, quello dei rapporti con le assicurazioni, "migliorando le caratteristiche di quanto previsto dalle polizze".

Nel corso dell'incontro si è discusso anche dei Piani di contenimento delle nutrie, recentemente oggetto di un accordo tra la stessa Provincia e le associazioni agricole (oltre a Comuni e Consorzi di bonifica, ai quali si è recentemente aggiunta anche Aipo) finalizzato ad una attività di controllo della specie per limitare i pesanti danni che questi animali provocano tanto alle coltivazioni, quanto alla tenuta idraulica degli argini.

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Reggio Emilia)

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

L'operazione è stata realizzata a Poviglio in via Romana, nel tratto che collega Poviglio a Castelnovo Sotto e in località Sant'Anna. La sicurezza è bipartisan: pedoni e automobilisti -

Reggio Emilia, 10 febbraio 2015 – di Federico Bonati -

Automobilisti molto più cauti a Poviglio, in particolar modo coloro che percorrono via Romana. Il motivo? I nuovi pannelli che misurano la velocità delle macchine in transito. I guidatori quindi, temendo di trovarsi davanti a degli autovelox, hanno regolato e moderato la velocità di crociera. I quattro rilevatori di velocità sono stati recentemente situati in via Romana, nel tratto che collega Poviglio a Castelnovo Sotto e in località Sant'Anna.

Un'installazione la cui cifra ammonta a ventiquattromila euro, sostenuti in egual misura dal comune di Poviglio e dalla provincia. Lo scopo dei dissuasori è quello di indurre gli automobilisti a ridurre la velocità di marcia, rispettando i limiti imposti; lo dimostra il fatto che tali installazioni avvengono in strade nella quali la velocità di marcia dei veicoli può causare incidenti o situazioni potenzialmente rischiose. Si tratta, in sostanza, di una seria attività preventiva rispetto agli incidenti stradali. Ma come funzionano esattamente questi dissuasori? Attraverso la visualizzazione tramite un display a led della velocità del veicolo che sopraggiunge, il computer interno elabora un messaggio di compiacimento o disapprovazione tramite un semplice smile, o attraverso l'esposizione di possibili sanzioni amministrative in cui l'automobilista può incorrere, come ad esempio i punti che possono essere tolti dalla patente.

Una scelta affine rispetto alla politica dell'amministrazione comunale, volonterosa di garantire la sicurezza stradale, sia per le autovetture che per i pedoni. Un'installazione, come spiega Giammaria Manghi, sindaco di Poviglio e presidente della provincia, che rientra in un progetto di vari interventi riguardanti la viabilità, ai quali si aggiungono la realizzazione di rotonde e la creazione di ciclopedonali. I quattro rilevatori posti su via Romana sono il frutto di un impegno preso nei confronti della cittadinanza durante le assemblee pubbliche che si svolgono lungo tutto il territorio povigliese.

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

Castelnovo sotto (RE) - L'associazione "Centro Culturale Islamico" di Castelnovo di Sotto (RE), per il tramite del proprio presidente sig. Tassa Hassan, condanna fermamente gli attentati e gli atti di violenza accaduti nella giornata del 7 gennaio 2015 a Parigi, presso la sede della rivista Charlie Hebdo nonché contro le forze dell'ordine e le vittime dei successivi sequestri.

Il Centro Culturale Islamico di Castelnovo di Sotto esprime le proprie condoglianze ai familiari di tutte le vittime, alle forze dell'ordine ed a tutta la Francia. Eventi tragici come quelli occorsi in Parigi ricordano a tutti come sia sempre più necessario restare uniti contro ogni forma di violenza, lavorando insieme per difendere valori universali come la libertà di stampa, di opinione, in una parola la democrazia. Oggi è sempre più doveroso portare avanti un dialogo tra le religioni e le culture, per la promozione del pluralismo democratico.

(Ufficio Stampa Centro Culturale Islamico di Castelnovo Sotto)

Erano completamente ubriachi i due cittadini marocchini che ieri pomeriggio hanno creato non pochi problemi nel centro di Castelnovo Sotto. Uno di loro era steso in mezzo alla strada, e quando i Carabinieri hanno provato a farlo desistere, lui ha provato a tagliarsi le vene con un coccio di bottiglia.

Reggio Emilia, 5 agosto 2014 – di Ivan Rocchi

Il centralino dei Carabinieri è stato letteralmente preso d'assalto ieri pomeriggio, con decine di telefonate che segnalavano due ubriachi molesti a spasso per Castelnovo Sotto, in pieno centro. Quando i militari li hanno raggiunti in piazza degli Alberi, uno dei due era sdraiato in strada, nel mezzo della carreggiata, in apparente coma etilico.

Il personale del 118, intervenuto sul posto, stava provando a farli riprendere, ma inutilmente. Alla vista dei militari, però, quello che giaceva per terra ha prima rotto la bottiglia di superalcolico che teneva in mano, poi con un coccio preso dall'asfalto si è ferito ai polsi, lasciando zampillare il sangue davanti alle decine di curiosi che nel frattempo si erano fermati per vedere la scena.

Il 39enne di Anzola Emilia e il 37enne di Bologna, entrambi cittadini marocchini, alla fine sono stati soccorsi dai medici del 118, sotto la vigilanza dei Carabinieri, per abuso etilico. Il 37enne è stato curato anche per la ferita al polso destro, poi suturata. I due sono stati rilasciati dai Carabinieri, che però hanno ora avviato l'iter per l'emissione del foglio di via obbligatorio per tre anni dall'intero comune di Castelnovo Sotto.

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

Importante riconoscimento del sistema CNA nazionale all'Associazione reggiana. L'imprenditore di Poviglio nominato al vertice della rappresentanza delle PMI industriali -

Reggio Emilia, 30 maggio 2014 -

Alfeo Carretti, imprenditore di Poviglio titolare dell'azienda Atlantic Man Srl di Castelnovo Sotto e Presidente provinciale di CNA Servizio Estero, è stato nominato Presidente Nazionale di CNA Industria, il raggruppamento d'interesse che rappresenta solo a Reggio oltre un migliaio di imprese industriali.

"L'elezione di Carretti è il riconoscimento al lavoro svolto in questi anni da CNA Reggio Emilia per la rappresentanza delle piccole e medie imprese industriali – sottolinea il presidente provinciale di CNA, Nunzio Dallari - una realtà importante sul territorio reggiano, la prima ad essere attivata nel sistema CNA dieci anni fa, che l'Associazione sostiene sviluppando azioni volte ad aumentare la cultura e la competitività d'impresa in ambito nazionale e internazionale".

Da neo presidente nazionale del Raggruppamento, Carretti si è detto: "Onorato della fiducia dimostrata e soddisfatto per la concretizzazione di un impegno teso a valorizzare le pmi industriali attraverso servizi e consulenze ad hoc. A questo proposito ritengo sia fondamentale l'implementazione di progetti di internazionalizzazione, formazione manageriale, innovazione di processi e prodotti e il maggior ricorso a bandi nazionali e europei per finanziare lo sviluppo. Mi metterò subito al lavoro: l'impegno mio personale e del sistema di CNA è di divenire sempre più punto di riferimento anche per questo segmento di imprese che rappresentano la vera forza del paese ma che va stimolato e sostenuto a costruire una nuova stagione di crescita".

Chi è Alfeo Carretti. Nato a Poviglio (RE) nel 1956, è Vicepresidente e Amministratore Delegato della Atlantic Man S.r.l. di Castelnovo Sotto, azienda che produce macchinari ed attrezzature per il settore Orto Floro Vivaismo, leader nei sistemi industriali di serraggio. In passato ha ricoperto diversi incarichi per la Confederazione Nazionale delle Piccole e Medie Imprese, CONFAPI. Dal 2008 al 2011 è stato Presidente Unionapi Emilia-Romagna. Attualmente è Vicepresidente di CNA Emilia Romagna e Presidente provinciale di CNA Servizio Estero.

(Fonte: ufficio stampa CNA Reggio Emilia)

Lunedì, 14 Aprile 2014 16:56

Parma - Ponte Vetto: chiusa al transito la Sp17

Il provvedimento della Provincia a causa di una frana con caduta massi -

 

Parma, 14 aprile 2014 – 
 
La Provincia per motivi di sicurezza ha vietato il transito a mezzi e persone in località Ponte Vetto sulla Sp 17 “Di Traversetolo”, nel tratto compreso tra il Km 42 e il km 43+150. La disposizione, che entra in vigore da subito, è stata resa necessaria a causa di un movimento franoso con caduta di massi, piante e terriccio dalla scarpata a monte strada. 
Il collegamento con la sponda reggiana dell'Enza può avvenire imboccando a Sella di Lodrignano la strada comunale per Cedogno e da lì il ponte sul fiume Enza. I mezzi pesanti possono raggiungere Traversetolo, Vignale, San Polo d’Enza, Ciano d’Enza, Vetto e Castelnovo percorrendo la provinciale 513R “Della Val d’enza”.
La chiusura resterà in vigore fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.
 
 
(Fonte: ufficio stampa Provincia di Parma)

 

Pagina 1 di 3