Visualizza articoli per tag: Emilia Ambiente

Martedì, 07 Maggio 2019 09:09

Sissa: verrà abbattuto il "fungo"

La dismissione del serbatoio pensile di viale Battei, ormai inattuale, avverrà nel 2020

Si avvia verso la demolizione il serbatoio pensile di viale Battei, a Sissa: EmiliAmbiente – gestore del Servizio Idrico Integrato del Comune di Sissa Trecasali - ha infatti avviato l'iter per l'abbattimento del "fungo", che avverrà nel del 2020.

Il serbatoio è rimasto in esercizio fino al 2010; questa consisteva, in particolare, nella possibilità di utilizzare l'acqua stoccata al suo interno per limitare al massimo le interruzioni del servizio nel centro abitato in caso di guasti o interventi di manutenzione sulla rete di adduzione (cioè il reticolo di grandi condotte che trasportano l'acqua dalle centrali di captazione alle reti di distribuzioni dei singoli Comuni).

Nel tempo, tuttavia, gli investimenti compiuti da EmiliAmbiente sul territorio servito lo hanno reso inattuale: ad oggi, infatti, la distribuzione dell'acqua a Sissa è garantita anche in caso di guasto sulla rete di adduzione, perché questa può essere "sezionata" isolando la parte su cui si deve fare manutenzione, senza interrompere il flusso idrico verso l'abitato.

Nel 2011 il Comune di Sissa ed EmiliAmbiente, verificate le buone condizioni della rete di adduzione a monte del serbatoio e le necessità di approvvigionamento della rete, hanno quindi deciso di isolare il manufatto dal circuito della distribuzione idrica, pur mantenendo intatta la struttura.

Nel 2015, inoltre, è stato realizzato in zona un nuovo punto di interconnessione tra la rete di grande adduzione e la rete di distribuzione: la posizione di questo nuovo nodo è un ulteriore garanzia del fatto che nel caso di manutenzione sulla rete di adduzione il servizio idrico a Sissa non venga interrotto.

EmiliAmbiente sta avviando in queste settimane la progettazione dell'intervento di demolizione e salvo imprevisti affiderà i lavori entro fine anno; il costo complessivo di tutta l'operazione, sostenuto interamente dalla SpA, è stimato in circa 330mila euro.

 

Fungo_acquedottopensile_sissa2_1.jpg

 

Ad oggi 18 dei 26 impianti di depurazione gestiti dalla SpA sono certificati UNI EN ISO 9001, tra questi anche quelli di Coltaro e Tabiano.

Adottare lo standard di qualità ISO 9001 significa implementare un Sistema di Gestione che consenta di erogare con continuità un servizio regolare ed uniforme sul territorio, adeguato ai requisiti richiesti dal cliente e a quelli prescritti dalla normativa cogente.
Negli ultimi giorni di giugno l'organismo di certificazione IMQ ha svolto la sua visita annuale agli uffici e agli impianti di EmiliAmbiente SpA per verificare la conformità del sistema di gestione dell'Azienda ai requisiti espressi dalla norma UNI EN ISO 9001.

L'esito della visita ispettiva è stato positivo: oltre alla conferma della certificazione per gli aspetti già implementati – tutti i servizi di EmiliAmbiente, dalla captazione, alle reti di distribuzione ed al servizio di fognatura e depurazione, ma anche le attività e i servizi comuni indispensabili alla gestione dell'azienda come approvvigionamento, risorse umane, sistemi informativi e assistenza clienti - la commissione IMQ ha infatti esteso il certificato UNI EN ISO 9001: 2015 ai depuratori di Coltaro (Comune di Sissa Trecasali) e Tabiano (Comune di Salsomaggiore Terme).

"Ad oggi - afferma a questo proposito Andrea Peschiuta, Direttore Generale di EmiliAmbiente SpA - 18 dei 26 impianti di depurazione gestiti dall'azienda sono certificati: si tratta di un'importante garanzia di trasparenza ed efficienza che è nostra intenzione estendere nei prossimi anni all'intero territorio servito".

 

Coltaro_1.jpg

 

Tabiano_1.jpg

 

 

 

Busseto e Soragna, cali di pressione sulla rete idrica tra il 21 e il 22/11. EmiliAmbiente comunica che dalle ore 22.00 di martedì 21 novembre 2017 alle ore 06.00 del giorno seguente nei Comuni di Soragna e Busseto si potranno verificare cali di pressione del servizio idrico, in particolare ai piani alti degli edifici, causati da opere necessarie per lavori di riparazione ad una condotta idrica. Per informazioni:

Pronto Intervento EmiliAmbiente SpA – Tel. 800 992739

Pubblicato in Ambiente Parma

Ingegnere civile, classe 1974, dal 2007 è Responsabile Progettazione Interventi della divisione Servizio Idrico di Veritas SpA, azienda di Servizi Pubblici di Venezia e Treviso

Fidenza, giovedì 16 novembre 2017 - È l'ingegnere Andrea Peschiuta – manager di Veritas SpA, azienda di Servizi Pubblici di Venezia e Treviso – il nuovo Direttore Generale di EmiliAmbiente SpA. Il Consiglio di Amministrazione dell'azienda ha approvato la graduatoria finale dell'iter di selezione - affidato a una società esterna specializzata nella ricerca del personale – lo scorso 6 novembre. Nella giornata di oggi (giovedì 16 novembre) il nuovo Direttore ha così potuto incontrare per un primo confronto il Presidente Giuseppe Cerri, i Consiglieri Gian Lorenzo Bernini e Katia Copelli, nonché il collegio dei Revisori dei Conti e il Presidente della Commissione di Controllo Nicola Bernardi, Sindaco di Sissa-Trecasali.

20171116-3 peschiuta 1Andrea Peschiuta - ingegnere civile, classe 1974, residente a Venezia – ha fatto il suo ingresso in Veritas SpA come Project Manager nel maggio 2003; dal 2007 occupa, nella stessa azienda, la posizione di Responsabile Progettazione Interventi della divisione Servizio Idrico Integrato. L'incarico di Direttore Generale in EmiliAmbiente prevede un contratto di assunzione a tempo pieno e determinato della durata di cinque anni.

L'ingegner Peschiuta, nel ringraziare il Consiglio di Amministrazione per la fiducia raccolta, ha affermato: "Assicuro disponibilità, collaborazione e trasparenza a tutti i livelli; il mio scopo sarà quello, assieme a tutti i nuovi colleghi, di migliorare la qualità del servizio, di ottimizzare i processi e di essere costantemente vicino ai cittadini".

"Da parte del Consiglio di Amministrazione non posso che augurare al nuovo Direttore buon lavoro - ha detto Giuseppe Cerri, Presidente di EmiliAmbiente SpA – e garantire la nostra disponibilità a collaborare per assicurare agli utenti la massima efficienza".

"Vorrei prima di tutto esprimere la mia soddisfazione per il lavoro compiuto in questi mesi dal personale dell'azienda e dal suo CdA, che ringrazio" ha sottolineato invece Nicola Bernardi, Sindaco di Sissa Trecasali e Presidente della Commissione di Controllo. "La giornata di oggi arriva a coronamento di un percorso condiviso da tutti i Soci e rappresenta un nuovo passo avanti della storia di EmiliAmbiente. Sono certo che il nuovo Direttore saprà incarnare al meglio lo spirito di questa azienda, una realtà fortemente radicata sul territorio, nata e cresciuta per essere a servizio delle Amministrazioni e dei cittadini da queste rappresentati. Ringrazio infine Emilio Guidetti per il tempo che ha dedicato a noi in questo periodo di emergenza".

I 16 Comuni del parmense che rappresentano la proprietà di EmiliAmbiente (Fidenza – socio di maggioranza - Salsomaggiore Terme, Parma, Busseto, Colorno, Fontanellato, Sissa-Trecasali, Sorbolo, Fontevivo, Soragna, Torrile, San Secondo P.se, Roccabianca, Mezzani, Polesine-Zibello, Noceto) incontreranno il nuovo Direttore nel corso di un'Assemblea dei Soci che verrà convocata entro la fine di dicembre.

1 cda-Emiliambiente 1

Fidenza, sabato 5 agosto 2017 - A fine giugno il Consiglio di Amministrazione di EmiliAmbiente SpA ha assunto due decisioni finalizzate alla massima tutela del buon operato dell'azienda, dei suoi dipendenti, dei suoi soci e dei cittadini che questi rappresentano: lo scioglimento del rapporto di lavoro con Dino Pietralunga e la conseguente pubblica selezione per la copertura del posto vacante di direttore generale dell'azienda.

Nella giornata di oggi, sabato 5 agosto, l'avviso di selezione è stato pubblicato sul sito www.emiliambiente.it  e nelle sedi opportune.

L'incarico prevede un contratto di assunzione a tempo pieno e determinato della durata di cinque anni; tra i requisiti per partecipare alle selezioni ci sono la laurea magistrale in ingegneria, economia o giurisprudenza e un'esperienza lavorativa di almeno 5 anni in ruolo di vertice presso realtà private o pubbliche strutturate con coordinamento di risorse e gestione dei processi.

Una commissione giudicatrice, formata da personale esterno incaricato dall'azienda, avrà il primo compito di valutare il curriculum vitae dei candidati, che dovranno presentare la propria domanda entro il 15 settembre.

In base alla valutazione dei curricula, i 20 candidati che risulteranno avere punteggio più alto saranno invitati a sostenere un colloquio tecnico-motivazionale secondo il calendario d'esame che sarà pubblicato sul sito dell'azienda. In caso di parità di punteggio, sarà data priorità al candidato che avrà ottenuto punteggio più elevato nelle esperienze di lavoro.
L'avviso e il modulo di ammissione alla selezione sono integralmente consultabili sul sito www.emiliambiente.it , sezione "Lavora con noi".

Pubblicato in Lavoro Emilia