Il 24 agosto sarà la ricorrenza dello sciame sismico che ha colpito il centro Italia e Ekoclub di Rieti lancia un invito per la realizzazione di una biblioteca di libri usati a Torrita di Amatrice.
Torrita di Amatrice 26 luglio 2017 – Una ricorrenza da vivere nel rispetto della memoria, ma anche con la spinta a guardare al futuro e alla ricostruzione.

Sembra questo lo spirito con cui l'Ekoclub Rieti fa la proposta di far nascere una piccola biblioteca di libri usati proprio tra i Monti della Laga, e più precisamente nella nuova Base Ekoclub Rieti Onlus a Torrita. Lo slogan "Il mio corpo sulla terra. Il mio spirito tra le nuvole. E tutti e due dentro un libro" racconta di una biblioteca a disposizione di tutti, presso la quale chi vorrà possa prendere in prestito, leggere e riconsegnare i volumi «affinché possano restare sempre "vivi"».

La scelta dell'usato, va infatti interpretata come volontà di fare dei libri il veicolo della storia di chi dona e di chi riceve. Carta stampata letta da vivere nel ricordo di chi non c'è più e alla presenza di chi combatte ogni giorno.

L'invito dell'Ekoclub è dunque quello di prendere ciascuno un libro dalla propria collezione privata, non importa se romanzo, libro di ricette, testo sulla natura, volume per ragazzi o bambini, e inviarlo a Piccola Biblioteca Ekoclub 24 agosto, via Salaria 182, 02010 Torrita di Amatrice (Ri).

Sabato 24 settembre la "Giornata della cittadinanza solidale" istituita dalla Regione Emilia-Romagna per valorizzare le tante esperienze e le numerose forme di volontariato presenti sul territorio si traduce in "Campioni di Solidarietà" una gara di solidarietà a favore delle popolazione terremotate del centro Italia.

Reggio Emilia, 20 settembre 2016

Tre grandi campioni quali, Gregorio Paltrinieri e Cecilia Camellini rispettivamente oro e argento alle Olimpiadi e Paralimpiadi di Rio (che dal 2014 sono cittadini onorari di Novellara) e la tiratrice con l'arco Lucilla Boari, che proprio durante la giornata riceverà la cittadinanza onoraria, saranno i prestigiosi ospiti di NovellaraxAmatrice.

I tre olimpionici parteciperanno alla giornata per raccogliere fondi a favore di Amatrice - terribilmente colpita dal sisma, e con loro Mattia Mariani condurrà una conversazione a partire dalle ore 19.00. Decine di associazioni dalle ore 16.30 in Piazza Unità d'Italia si mobiliteranno con vendite di beneficienza e iniziative ricreative destinando i proventi al conto corrente creato dalla Provincia per poi attivare progetti concreti ad Amatrice e nei comuni limitrofi.

Dalle ore 20.00 sarà possibile partecipare alla cena di beneficenza "Novellara all'Amatriciana". Alla cifra simbolica di 10,00 euro si potrà scegliere tra menù a base di pasta all'amatriciana, salumi misti e acqua oppure menù vegano a base di riso alle verdure e samosa (prenotazione Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  – 0522-655457). Durante la giornata diversi momenti musicali arricchiranno l'evento: alle ore 17.30 si susseguiranno in centro le esibizioni della Banda dei Tamburi, del Coro Giaches De Wert, Cisco e Simone Copellini. Mentre alle ore 21.00 si prosegue alle ore 21.00 con Black Taste, Fabio Bidinelli e Follon Brown con i musicisti della Kayman Records.

Campioni di solidarieta novellara

La giornata della cittadinanza solidale è anche occasione per ricordare due cittadini che hanno lasciato un segno importantissimo nella storia del volontariato locale: William Folloni e Paolo Parmiggiani. Come ricorda il Sindaco Elena Carletti: "William ha fondato insieme ad altri cittadini la sezione Auser Novellara coronando così il suo sogno di essere d'aiuto a tutte le persone deboli di Novellara. A lui, alle ore 11.00 verrà intitolata la sede locale Auser collocata nei locali del Circolo aperto novellarese. Paolo è stato Presidente del comitato turistico CT9 fino alla sua scomparsa avvenuta nel luglio dell'anno scorso. Lui è stato la mente, il cuore e la forza di tanti eventi che rimarranno nella memoria di tutti: la Trebbiatura e il Nubilaria Celtic Festival tra tutti. Con grande volontà, dedizione e cuore ha sempre collaborato per rendere Novellara un centro vivace e curioso. A lui verrà dedicato un momento di ricordo insieme alla sua famiglia e amici poco prima delle ore 19.00 sul palco della piazza".

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

Il rinomato primo piatto per aiutare le imprese nelle zone colpite dal sisma. Tra il 12 e l'18 settembre chi ordina una amatriciana in un ristorante aderente contribuisce alla ricostruzione.

Parma, 10 settembre 2016

Un'importante iniziativa nazionale che vede coinvolti anche i ristornati di Parma per sostenere la ricostruzione di Amatrice, città natale del rinomato primo piatto: l'amatriciana.
I ristoratori si impegnano nella solidarietà: nella settimana tra il 12 ed il 18 settembre, in tutta Italia offriranno nel loro menu, in un giorno a loro discrezione, una amatriciana per la ricostruzione. Tutti i clienti che in quella giornata ordineranno il piatto, contribuiranno indirettamente a sostenere la ripartenza delle imprese delle zone colpite: l'importo pagato, infatti, verrà devoluto interamente dai ristoratori in un fondo (IBAN IT 23A 03127 03200 000000015000) finalizzato alla ricostruzione e al sostegno delle attività della ristorazione, del commercio e della ricettività dei comuni di Amatrice, Accumuli, Arquata del Tronto e Pescara del Tronto.

Da lunedì 12 a domenica 18 settembre sarà quindi possibile ordinare anche sulle tavole del nostro territorio "Un'Amatriciana per amatrice".
Il progetto di solidarietà messo in campo dagli imprenditori di Confesercenti in collaborazione con l'Associazione Nazionale Città del Vino, che riunisce i 450 comuni a vocazione enogastronomica del nostro Paese, per dare un contributo concreto alla ripartenza delle attività del territorio colpito dal sisma, dalle cui tradizioni è nato uno dei piatti più noti e rappresentativi della cultura e sapienza enogastronomica italiana. L'auspicio è di arrivare a servire oltre 100mila amatriciane. L'iniziativa è aperta a tutti i ristoratori, non solo italiani. Per aderire sarà sufficiente registrarsi online su www.unamatricianaperamatrice.it  per ottenere le locandine ed il materiale informativo relativo alla procedura da adottare, in italiano e presto anche inglese.

amatriciana ristornati parma terremoto

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Alle 13,45 una nuova scossa, magnitudo 4,9, è stata registrata nell'area colpita dal sisma di stanotte. Gli esperti indicano che lo sciame sismico potrà durare per diversi mesi. I numeri dell'emergenza e della solidarietà.

di Lgc Parma 24 agosto 2016 -
Alle 03.33 del 24 agosto, un sisma di magnitudo 6.0, con epicentro nel comune di Accumoli ha interessato la provincia di Rieti e i territori limitrofi. Molto ampia l'area interessata dal sisma provocando danni e vittime dal confine laziale all'Abruzzo e nelle Marche.
Interi paesi sono stati cancellati e trasformati in cumuli di macerie seppellendo i ricordi di centinaia di famiglie e, quel che è peggio, sopprimendo troppi bambini, donne e uomini colti nel pieno della notte nell'impossibilità di una difesa.

Per l'ennesima volta si torna a parlare di prevenzione e che se le costruzioni fossero state ben tenute oggi non si conterebbero vittime.
Invece la conta dei morti sale man mano che trascorrono le ore. Nel pomeriggio si contavano 73 morti e 100 feriti, ma il numero, purtroppo, è in costante aggiornamento.

Bellissimi Borghi antichi, quasi disabitati per la maggior parte dell'anno, erano colmi di turisti in questi giorni di fine estate. Famiglie che avrebbero voluto godere di scampoli d'estate nella tranquilla serenità dei villaggi medievali di cui la regione è ricca. In una frazione di secondo il sogno si è trasformato in incubo, nonostante la magnitudo non fosse di intensità catastrofica.

Il tempo delle polemiche è rimandato a più tardi, oggi, grazie ai Vigili del Fuoco, Protezione civile e uffici di coordinamento istituzionali è ancora il tempo dei soccorsi, del salvataggio e del conforto psicologico dei sopravvissuti.

Immediatamente, sin da stamattina, la macchina dei soccorsi si è messa in moto con efficienza e rapidità, così come rapido è stata la levata di solidarietà nazionale con migliaia di persone che hanno risposto all'appello di donare sangue.

Amatrice10

I numeri dell'emergenza e della solidarietà -
Attivi i numeri del contact center della Protezione Civile: 800840840 (per chi chiama dall'estero è attivo il numero +39 06 82888850)e della sala operativa della Protezione Civile Lazio: 803555.

Per donare numero solidale 45500
È attivo dalle ore 15, grazie al protocollo d'intesa esistente tra Dipartimento della Protezione Civile e operatori di telefonia fissa e mobile, il numero solidale 45500 a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto che ha interessato stanotte il Centro Italia. Lo comunica il Dipartimento della Protezione civile. Grazie agli operatori Tim, Vodafone, Tre, Fastweb, Coopvoce, Wind e Infostrada, è così possibile donare due euro inviando un sms solidale o effettuando una chiamata da rete fissa al 45500. I fondi raccolti saranno trasferiti dagli operatori, senza alcun ricarico, al Dipartimento della Protezione civile che provvederà a destinarle alle regioni colpite dal sisma.

(nella galleria immagini le foto dei Vigili del Fuoco testimoniano la gravità e le difficoltà di intervento)

Pubblicato in Cronaca Emilia