Editoriale: Ma come pensano? - Lattiero caseario. Segnali di cedimento per il Grana Padano. - Cereali e dintorni. All'improvviso tutto si alza. - Salta la trattativa per protocollo sul prezzo del latte a Parma - Italian Sounding. Ritirati prodotti falsi "made in Italy" - Ministero Salute: presenza di Listeria nel tacchino al forno di Casa Modena - Gelato Ben & Jerry contaminato da erbicida, riunione UE -

SOMMARIO Anno 16 - n° 41 15 ottobre 2017
1.1 editoriale
Ma come pensano?
2.1 lattiero caseario Lattiero caseario. Segnali di cedimento per il Grana Padano.
3.1 cereali e dintorni Cereali e dintorni. All'improvviso tutto si alza.
4.1 Latte & Formaggio Salta la trattativa per protocollo sul prezzo del latte a Parma
4.2 made in italy Mulino Alimentare a Colonia.
5.1 made in italy Italian Sounding. Ritirati prodotti falsi "made in Italy"
6.1 sicurezza alimentare Ministero Salute: presenza di Listeria nel tacchino al forno di Casa Modena
6.2 sicurezza alimentare Gli "Spinaci Millefoglie Bonduelle" surgelati sono sicuri.
7.1 Culatello e "Verdi" Sua maestà il Culatello di Zibello Dop celebra il compleanno del Maestro Giuseppe Verdi
7.2 gelato con glifosato Gelato Ben & Jerry contaminato da erbicida, riunione UE
8.1 Rischio idraulico 13 ottobre: Giornata Internazionale per la Riduzione del rischio di disastri naturali
9.1 carne Bovini da carne, la ripresa dei prezzi.
10.1promozioni "vino" e partners
11.1 promozioni "birra" e partners

(per seguire gli argomenti correlati clicca QUI

(Scarica il PDF alla sezione allegati)

20171015-Cibus COP 

 

Tracce di erbicida nel gelato americano Ben & Jerry, marchio reperibile nelle gradi catene di supermercati europei.

10 ottobre 2017 - La denuncia è stata presentata dal partito dei Verdi e ha scatenato la bufera al parlamento europeo. Nello specifico il diserbante è il glifosato anche se le tracce riscontrate sono sotto la soglia minima per la sicurezza umana.

Questo è un erbicida controverso perché il prodotto sarebbe cancerogeno.

È l'ingrediente attivo del marchio Roundup della multinazionale americana Monsanto. Secondo gli scienziati, che hanno seguito il caso, la contaminazione potrebbe essere avvenuta attraverso l'alimentazione delle mucche oppure dagli ingredienti aggiunti, come ad esempio i biscotti e gli arachidi.

La notizia preoccupante arriva però da Gilles-Eric Seralini, un biologo francese spesso contestato, che ha dichiarato: "Sono abbastanza sicuro che in questi gelati oltre al glifosato ci siano residui di petrolio e livelli di arsenico che creano problemi di salute nei bambini e negli adulti che li consumano abitualmente".

Lo studio, condotto da un team scientifico in Francia, Paesi Bassi, Germania e Gran Bretagna, ha scoperto tracce di glifosato in 12 dei 14 prodotti analizzati con una quantità massima di 1,23 nanogrammi per millilitro.

I ricercatori hanno dato a topi per due anni una concentrazione di glifosato che era 25 volte inferiore a quello che è stato trovato nei gelati, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti". Dopo due anni, hanno mostrato danni ai reni, al fegato e alla tiroide. Il professor Jan Tytgat, tossicologo presso il KULeuven sottolinea che la ricerca di glifosato nella catena alimentare non è nuova. "Lo abbiamo trovato già in birra, soia e pane, e ora anche in ghiaccio", ha detto.

Questi valori devono essere aggiunti cumulativamente se il consumatore li consuma tutti. "Non sappiamo ancora quanto sia pericolosa questa esposizione a lungo termine", ha dichiarato il professor Tytgat.

Una nuova tegola per i paesi europei investiti dal problema delle uova contaminate con l'insetticida Fipronil.
Lecce, 10 ottobre 2017

Pubblicato in Agroalimentare Emilia

Il Gambero Rosso ha presentato la nuova Guida “Gelaterie d'Italia 2017”: una selezione delle migliori gelaterie valutate con un punteggio che va da zero a tre Coni. La Gelateria Bloom di Modena entra nella cerchia delle eccellenze con il riconoscimento più alto.

Modena 25 Gennaio 2017 -

Il Gambero Rosso ha presentato nei giorni scorsi durante il Sigep la sua nuova Guida "Gelaterie d'Italia 2017", una selezione delle migliori gelaterie valutate secondo criteri estremamente rigidi, con un punteggio che va da zero a tre Coni secondo il livello di eccellenza raggiunto. Delle oltre 37.000 realtà esistenti, soltanto 300 sono entrate nella prestigiosa Guida e solo 36 hanno raggiunto il riconoscimento dei tre coni

Tra queste c'è la Gelateria Bloom di Modena, regno del giovaneGianluca Degani, sperimentatore per vocazione e visionario del gusto. Passione, impegno, costante studio e rispetto per le materie prime sono le caratteristiche che hanno permesso al suo gelato di differenziarsi e raggiungere questo ambito riconoscimento. I tre Coni sono il risultato non solo di tanto lavoro, ma soprattutto di quella volontà espressa da chi desidera creare qualcosa di nuovo ed unico.

Quello che Bloom offre è un'esperienza gustativa che nasce da una ricerca fisica e chimica del gelato naturale, del gusto puro, ponendo particolare attenzione ai legami con il territorio ma anche all'incontro tra ingredienti selezionati e calibrati tra loro.

" Senza dubbio mi sento soddisfatto e felice per il risultato raggiunto che premia un duro lavoro portato avanti giorno dopo giorno da me e da tutti i miei collaboratori – spiega Gianluca Degani- Ora, tuttavia, arriva la parte più entusiasmante ma, nello stesso tempo, difficile: confermarsi ad alti livelli e continuare a crescere. Lo dobbiamo a noi stessi in primis, ai nostri clienti ed ai nostri stimatissimi fornitori, con i quali abbiamo un rapporto quasi simbiotico.

Penso che non siamo stati premiati per un prodotto o alcuni prodotti in particolare, quanto piuttosto per la filosofia che sta alla base del nostro lavoro e per l'attitudine a questo mestiere che mettiamo in campo quotidianamente."

L'importante riconoscimento non è quindi per Gianluca un punto di arrivo, ma uno stimolo per migliorare e crescere portando avanti progetti nuovi e ambiziosi. C'è la volontà di continuare a sperimentare, di espandere la propria rete commerciale e di creare un laboratorio attrezzato che possa fungere sia da centro produttivo, sia da punto di ricerca e sviluppo per le arti e le scienze legate al mondo del dolce.

Pubblicato in Cultura Modena

Presentata al Sigep la nuova guida del Gambero Rosso "Gelaterie d'Italia 2017". Sono 36 le gelaterie in tutta Italia che hanno ottenuto i "tre coni" ovvero il riconoscimento massimo: l'Emilia Romagna è al top per eccellenza.

Di Chiara Marando -

Martedì 24 Gennaio 2017

E' ufficiale, per la nuova guida "Gelaterie d'Italia 2017" pubblicata dal Gambero Rosso, l'Emilia Romagna è tra le migliori regioni che presentano un'eccellenza per il gelato di qualità. Sono 36 le gelaterie in tutta Italia che hanno ottenuto i "tre coni" ovvero il riconoscimento massimo assegnato dalla guida. Un elenco che è stato reso noto lunedì 23 gennaio durante il Sigep di Rimini.
I criteri di selezione utilizzati dal Gambero Rosso sono stati rigidissimi: materie prime, stagionalità, rispetto del territorio, altissima qualità. E non a caso i nomi presenti sono meno di 300 su un totale di 37.000 gelaterie, scelte e classificate, a seconda della bontà, da uno a tre coni.

Ed ora torniamo all'Emilia Romagna. I tre coni sono presenti a Bologna con la "Cremeria Santo Stefano", la "Cremeria Scirocco" e "Stefino"; a Modena c'è "Bloom"; a Reggio Emilia si premia la "Cremeria Capolinea"; Parma parla con "Ciacco" e Salsomaggiore Terme con lo storico "Sanelli".

Ecco quali sono le 36 gelaterie premiate con i tre coni:

Lombardia: La Pasqualina (Almenno San Bartolomeo), Paganelli, Pavè - Gelati & Granite (Milano), Chantilly (Moglia), L'Albero dei gelati (Monza). 


Piemonte: Canelin (Acqui Terme), Alberto Marchetti, Mara dei Boschi, Ottimo! Buono non basta (Torino), Soban (Valenza).

Veneto: Golosi di Natura (Gazzo), Zeno Gelato e Cioccolato (Verona).


Liguria: Cremeria Spinola (Chiavari), Profumo (Genova).


Emilia-Romagna: Cremeria Santo Stefano, Cremeria Scirocco, Stefino (Bologna), Bloom (Modena), Ciacco (Parma), Cremeria Capolinea (Reggio Emilia), Sanelli (Salsomaggiore).


Friuli-Venezia Giulia: Scian L'Insolito Gelato (Cordenons), Fiordilatte (Udine). 
Toscana: Carapina, Gelateria della Passera (Firenze), Chiccheria (Grosseto), Dè Coltelli (Pisa), Dondoli (San Gimignano).

Lazio: Gretel Factory (Formia), Gelateria dei Gracchi, Otaleg! (Roma). 
Marche: Gelateria Cioccolateria Paolo Brunelli (Senigallia). 
Campania: Di Matteo (Torchiara), Cremeria Gabriele (Vico Equense). 
Basilicata: Emilio (Maratea). 
Sardegna: Bar Centrale Gelateria Pizzeria (Marrubiu).

Durante la presentazione sono stati assegnati anche dei Premi Speciali:

Miglior gelato al cioccolato: Paolo Brunelli di Senigallia (Ancona).
Gelatiere emergente: Carmela Grotta di Ciocolat di Toscolano Maderno (Brescia).
Miglior gelato gastronomico: Greed Avidi di Gelato di Frascati (Roma) di Davide Rossi.
Premio Gusto e Salute a Candida Pelizzoli di Oasi American Bar di Fara Gera d'Adda (Bergamo).

Pubblicato in Cronaca Emilia

Sabato e domenica dolce appuntamento in piazza Cavalli. Occasione per sostenere il progetto L'ospedale cresce con noi. La festa inizierà già questa sera con l'intrattenimento di un dj, musica dal vivo, esibizione di una scuola di ballo e cocktail innovativi preparati da un barman professionista a base di gelato.

Piacenza, 21 maggio 2016

Una festa per promuovere il gelato come alimento sano, da consumare come merenda. Appuntamento nella splendida cornice di piazza Cavalli, a Piacenza, sabato 21 e domenica 22 maggio per la Terza Festa del Gelato Artigianale.
Promossa dall'Associazione Gelatieri Artigiani Piacentini, sarà un'occasione per sostenere il progetto "L'ospedale cresce con noi". Importante collaborazione che i gelatieri artigiani piacentini hanno instaurato con l'ospedale civile di Piacenza e con l'associazione Il Pellicano a cui verrà devoluto parte dell'incasso della festa. Il progetto prevede l'affresco di una stanza del reparto di pediatria. Per l'occasione è stato creato il gusto "nuvola" pensato proprio per i più piccoli come gusto novità dell'edizione 2016 della festa del gelato.
Coinvolte anche le scuole elementari cittadine grazie alla "gara" in cui gli alunni che consegneranno ai vari gelatieri il giorno della Festa un ticket a forma di cono personalizzato con il nome della scuola avranno la possibilità di vincere un computer che potrà essere utilizzato per le attività didattiche a scuola.

Il programma della giornata di domenica prevede alla mattina un torneo di calcetto con un campo gonfiabile messo a disposizione da Decathlon che metterà in palio palloni e casacche che rimarranno alla scuola vincitrice del torneo.
Ci saranno numerose attività di intrattenimento tra cui: distribuzione di gadget gratuiti, trucca bimbi, gonfiabili, trenino itinerante e laboratori di produzione del gelato in cui i bambini potranno partecipare attivamente, servendo poi a parenti e amici il gelato da loro prodotto.

La festa inizierà già questa sera con l'intrattenimento di un dj, musica dal vivo, esibizione di una scuola di ballo e cocktail innovativi preparati da un barman professionista a base di gelato.

gelato artigianale piacenza 2016

Pubblicato in Dove andiamo? Piacenza

Appuntamento sino a domenica. Per i più golosi è arrivato a Parma Gelato Festival: l'evento itinerante che tocca varie città d'Italia ed Europa premiando i migliori gelatieri, in gara con gusti originali creati per l'occasione.

Parma, 29 Aprile 2016 -

Piazzale della Pilotta invasa dalla dolcezza del "Gelato Festival".

Un evento itinerante che tocca varie città l'Italia ed Europa, premiando i migliori gelatieri italiani e stranieri in gara con gusti unici, creati appositamente per l'occasione. A voltarli sarà direttamente il pubblico che avrà potuto degustarli, utilizzando la speciale Gelato Card, insieme ad una giuria di esperti.

La vera particolarità distintiva è rappresentata da tre truck realizzati per il festival: un laboratorio, uno spazio eventi, un luogo degustazione. A completare le giornate dedicate al gelato anche tanti eventi che vedranno protagonisti chef stellati, maestri gelatieri, nonché le più importanti e prestigiose imprese del settore, tutti insieme per raccontare il fantastico mondo del gelato all'italiana, le sue tradizioni ed i suoi segreti.

Foto di Francesca Bocchia

29042016-GELATOFESTIVAL2016 025 rid

29042016-GELATOFESTIVAL2016 029 rid

29042016-GELATOFESTIVAL2016 039 rid

Tutte le foto nella galleria in fondo alla pagina

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Dopo la Festa della Pizza e quella del Pane, un altro successo per Piazzetta Piacenza durante la Festa del Gelato che si è tenuta a Expo Milano 2015 nella giornata di Ferragosto. Con la straordinaria collaborazione dell'Associazione dei Gelatieri Artigiani Piacentini e grazie alla partecipazione di Melania Laveni, chef dimostratore e tecnico di pasticceria, Piazzetta Piacenza ha distribuito più di un quintale di gelato rivisitato secondo i gusti dei prodotti tipici piacentini.

Durante la mattinata i gelatai hanno offerto un assaggio rinfrescante ai tanti visitatori di Expo in fila a Palazzo Italia: un gesto gradito e molto apprezzato considerato il caldo e la lunga attesa!

Nel primo pomeriggio la delegazione piacentina accompagnata dai due carretti delle gelatiere Lory e Mil Sabores ha partecipato al momento istituzionale in Piazza Italia, sul cardo, durante il quale il commissario unico Giuseppe Sala ha inaugurato la Festa svelando la scritta – realizzata con angurie e meloni da Coldiretti – e assaggiando alcuni dei gusti realizzati appositamente per Expo. Apprezzatissimo il gelato piacentino al gutturnio, immortalato anche dai fotografi ufficiali di Expo.

gelato cookingshow1

Nel corso della giornata sono stati due i momenti che hanno dato la possibilità ai visitatori di Expo di scoprire Piacenza anche, ma non solo, dal punto di vista gastronomico: rinfrescarsi con un ottimo gelato artigianale, realizzato con i prodotti locali, rivolgendo uno sguardo alle bellezze del territorio piacentino presentate in piazzetta. Il primo appuntamento nel pomeriggio, dedicato ai bambini e ai golosi tradizionali, ha previsto la distribuzione gratuita di due specialità: il gelato al Fiordilatte accompagnato da una torta da credenza al cioccolato (la famosa Torta di Vigolo) e il gelato allo Yogurt accompagnato da un croccante di miele, noci e nocciole. Tutti gli ingredienti sono provenienti da aziende del territorio piacentino e realizzate secondo la tradizione locale: dal latte, allo yogurt Bionova, alla frutta secca, al miele. La sera ha invece visto come protagonista il gelato gastronomico, a base di prodotti tipici piacentini preparato dalla Pasticcera e Gelatiera Melania Laveni, che dalla postazione cucina Qbetto, messa a disposizione dall'azienda Steellart di Piacenza ha mostrato come realizzare un gustoso aperitivo per stupire i propri ospiti utilizzando ingredienti come Grana Padano, Gutturnio, pomodoro e basilico per creare insoliti gusti ed abbinamenti, naturalmente piacentini doc.

Ogni cono o coppetta è stato "brandizzato" con il logo di Piazzetta Terra di Valori e i riferimenti al sito di promozione turistica Experience Piacenza, grazie a divertenti bandierine colorate realizzate per l'occasione.

Il Commissario Giuseppe Sala e i gelatai piacentini

Entusiasta Melania Laveni, chef dimostratore e tecnico di pasticceria con una grande esperienza, che oltre alle attività di consulenza e di formazione si occupa di cucina naturale con un ampio utilizzo di fiori ed erbe spontanee: "Mai vista una rete di gelatai così affiatata come quella piacentina: professionisti organizzati, attenti ai prodotti del territorio e consapevoli dell'importanza della tipicità."

Le preparazioni dei gelati sono state svolte grazie al lavoro, alla passione ed all'esperienza di Gentian Ashiku della Gelateria Mil Sabores di Pontenure (PC), Oriana Civardi della Gelateria La Golosa (PC), Lorena Gandolfi della Gelateria Lory (PC) e di Melania Laveni. Oltre ai Gelatieri, per illustrare l'iniziativa erano presenti in Piazzetta Piacenza anche Stella Dafne Ciardelli, presidente dell'Associazione e socia dell'azienda piacentina Ciardelli che distribuisce materie prime per gelaterie e Vincenzo Nipani.

I gelatai sono stati i veri protagonisti, e sono stati intervistati nel corso della giornata da numerose testate nazionali presenti in Expo, tra cui la RAI. Grande risalto a Piacenza anche sui canali ufficiali di Expo Milano 2015, che hanno seguito la diretta social e hanno dedicato numerosi articoli ai curiosi gusti piacentini. Il gelato al gutturnio viene descritto in questo modo su Expo Magazine: "Il gelato al gutturnio proposto da Piazzetta Piacenza è sorprendente: al primo assaggio restituisce assolutamente lo schiocco del vino, reso soave dal fresco e dalla dolcezza del gelato. Delizioso."

Gelato azoto 1

Associazione Gelatieri Artigiani Piacentini
L'Associazione Gelatieri Artigiani Piacentini, nata nel gennaio 2015, vede attualmente l'adesione di 19 associati, tra cui 15 gelaterie del territorio piacentino.
L'idea di costituire un'associazione è nata in seguito al grande successo della Festa del gelato artigianale, svoltasi a maggio in Piazza Cavalli a Piacenza, in cui era allestito un laboratorio di produzione artigianale, grazie a cui il pubblico ha potuto fare un viaggio alla scoperta dei processi di produzione del gelato.
Lo scopo dell'Associazione è di diffondere e promuovere la cultura del gelato artigianale, sensibilizzando i consumatori a comprendere l'importanza della selezione delle materie prime utilizzate, dell'impegno e della passione che accompagnano un vero artigiano gelatiere.

La Festa del Gelato a Expo Milano 2015
Il 15 agosto tra i Padiglioni e il Decumano è stata la Festa del gelato, specialità nata in italia da scoprire con mille variazioni, sapori da tutto il mondo, tantissimi gusti speciali e iniziative benefiche. Gelati, nuovi gusti e dolci offerte tra Padiglioni di Paesi, Cluster e nuove offerte dei Partner Diversi Padiglioni hanno colto l'occasione per inaugurare nuovi gusti o celebrare, con degustazioni di un solo giorno, il desiderio di ampliare la conoscenza delle possibilità gastronomiche offerte da questa preparazione. Il Padiglione Bahrain propone il nuovo gusto di gelato ai fichi. Monaco ha offerto una deliziosa granita allo Champagne Riviera e pompelmo rosa. Israele una degustazione gratuita di quattro nuovi gusti. Rigoletto e Birrificio Poretti gelati basati su quattro birre speciali a Palazzo Italia e un nuovo gusto, anguria alla menta. Il Messico due gusti tipici e inaspettatamente fragranti: avocado e mais, con dentro i pezzetti di chicchi cotti e sbriciolati. A Piazzetta Piacenza un intero pomeriggio di degustazioni di gelati a base di ingredienti locali come zucca, birre artigianali della zona, pomodori bio, asparagi e uno squillante gusto al vino rosso Gutturnio. Una festa della bontà non solo gastronomica. Da segnalare l'iniziativa di Algida, che per tutta la giornata ha proposto il cornetto Share the love a un euro, con parte del ricavato destinato a finanziare progetti di Save the Children, e di Gelateria Rigoletto che ha legato il lancio del gusto anguria e menta a sostegno di iniziative sociali.

PC bandierine Terra di Valori1

(Fonte Piacenza Terra di Valori)

Pubblicato in Agroalimentare Piacenza