Visualizza articoli per tag: eventi

“Tutta Vita Niente Fumo”, l’iniziativa dell’Ausl Irccs in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia sabato 1 Giugno in piazza Martiri del 7 Luglio. Pneumologi, cardiologi, sportivi ed esperti di Luoghi di prevenzione uniti nella lotta al tabagismo. Stand con spirometrie gratuite, testimonianze e una camminata non competitiva dalle ore 9.

Reggio Emilia - 

Nella provincia di Reggio Emilia sono almeno 30mila i pazienti affetti da bronchite cronica altrimenti conosciuta come BPCO (Bronco Pneumopatia Cronico Ostruttiva). Il 60% di questi sono persone esposte al fumo da sigaretta. A snocciolare il dato che é in linea con la media nazionale (in Italia in base ai dati epidemiologici la BPCO incide per circa il 6%) è il direttore della Pneumologia dell’ospedale Santa Maria Nuova Nicola Facciolongo. “A questo – sottolinea il medico - occorre aggiungere che registriamo 250 nuovi pazienti all’anno colpiti da neoplasie polmonari di cui l’85% fumatori e 100 nuovi casi all’anno di neoplasia bocca, lingua e laringo faringe da esposizione a fumo di sigaretta”. Dati da cui consegue che mai come oggi la battaglia al fumo da sigaretta deve essere convinta, serrata e affrontata su più fronti.

Il fumo risulta uno dei primi fattori di rischio per lo sviluppo di vari tipi di neoplasie, non solo quello al polmone, ma anche quelle a carico di cavo orale e della gola, dell’esofago, del pancreas, del colon, della vescica, della prostata, del rene, del seno, delle ovaie e di alcune leucemie. Per questo motivo ogni anno il 31 maggio si festeggia lai Giornata Mondiale senza Tabacco istituita nel 1988 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità con lo scopo di incoraggiare le persone a spegnere la sigaretta per almeno 24 ore o magari per sempre. La scuola, la sanità e il mondo del lavoro sono impegnati da tempo in interventi condivisi volti all’obiettivo comune di prevenire l’abitudine al fumo e favorire il trattamento della dipendenza da nicotina (tabagismo). Numerose sono le iniziative organizzate anche quest’anno in tutta Italia.

Per l’occasione la Pneumologia dell'Arcispedale Santa Maria NuovaLilt Luoghi di Prevenzione Centro provinciale per il trattamento del tabagismo GRADE onlus organizzano con la collaborazione del Comune di Reggio Emilia, il patrocinio di Ordine dei Medici, Coni e Croce Rossa Italiana e il sostegno di diverse associazioni sportive, di pazienti e del volontariato, l'iniziativa di sensibilizzazione "Tutta vita niente fumo". L’evento si svolgerà Sabato 1 giugno 2019 dalle ore 9 alle ore 13 in Piazza Martiri del 7 luglio a Reggio Emilia.

Per tutta la mattina la giornalista Stefania Bondavalli intervisterà mediciex pazientiex fumatoriformatoripeer educator di "Luoghi di Prevenzione" e sportivi. Tra gli altri parteciperà Matteo Merli, imprenditore, presidente dell’ASD Atletico Castellazzo, serie A amatoriale calcio che racconterà l’iniziativa “NO SMOKE CHALLENGE_smettere di fumare”. Sarà presente in piazza uno stand informativo con gadget e video sui corretti stili di vita e ci sarà la possibilità di sottoporsi gratuitamente a spirometrie e altri test alla presenza di professionisti sanitari, pneumologi e cardiologi dell'AUSL-IRCCS di Reggio Emilia. Sarà presentato nell’arco della mattinata il nuovo regolamento antifumo da applicarsi nelle strutture sanitarie.

In concomitanza con le testimonianze è stata organizzata in collaborazione con UISP una camminata amatoriale che si snoderà per le vie del centro storico attraverso Viale Umberto I°, Corso Garibaldi (Via Ariosto), Piazza Fontanesi, Via Toschi, Piazza San Prospero, Piazza Prampolini. Ritrovo ore 9 all'ingresso dello Ex Spallanzani in Viale Umberto I° 50; Arrivo: ore 10 in Piazza Martiri del 7 luglio. Per informazioni:  tel. 0522 320655 (dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30).

 

Sarà Parma la prima tappa della nuova edizione 2019 di THE COLOR RUN che domenica 9 giugno ritornerà in grande stile per festeggiare l’arrivo dell’estate!
 
La 5Km non competitiva, organizzata in Italia da RCS Sports & Events – RCS Active Team, che unisce allo sport tanta musica, divertimento e colori, ideata nel 2011 negli Stati Uniti da Travis Snyder per promuovere il benessere psico-fisico delle persone, approderà il secondo week end di giugno, per la prima volta, nella città emiliana. Centro della manifestazione sarà il Parco della Cittadella.
 
La famosa fortezza pentagonale realizzata da Alessandro Farnese sul finire del XVI secolo, è l’area selezionata dal Comune di Parma per lo svolgimento di Alè Parma Sport Festival (7 - 9 giugno), evento ideato e co-organizzato con la Fondazione Sport Parma per avvicinare le giovani generazioni al mondo sportivo, di cui The Color Run farà parte nella giornata di domenica.  
 
Il percorso dei color runner, in corrispondenza di ogni suo chilometro, sarà arricchito da cinque punti colore e da due coinvolgenti punti divertimento: uno bolle e uno schiuma, quest’ultimo posizionato poco prima del traguardo. Elementi che renderanno sempre più coinvolgente questa ineguagliabile corsa.
 
Ma in più a Parma, i partecipanti avranno anche la straordinaria possibilità di passare per alcune vie del centro.
In merito al tracciato, infatti, i color runner percorreranno il 1° km all’interno del Parco Cittadella dove sarà ubicato lo start. 
A seguire, gli altri 4 km si snoderanno tra le vie e i borghi del centro storico. Si correrà in via Italo Pizzi e poi in viale Solferino. Una volta arrivati in strada Farini si seguirà viale Toscanini, correndo di fianco al torrente Parma. All’altezza di ponte di Mezzo ci si inizierà a spostare verso il centro.
Si attraverserà strada Mazzini e subito dopo strada della Repubblica. Una volta giunti alla Rotonda della Fontana di Barriera Repubblica si svolterà in viale San Michele e poi in stradone Martiri della Libertà.
 
Arrivati in via Passo Buole, dopo essersi imbrattati di schiuma, i partecipanti raggiungeranno il traguardo posizionato nello stesso Parco.
La Regina delle Fun Race, oggetto negli ultimi anni di numerosi tentativi di imitazione, sarà tutta ispirata al tema LOVE. Il nuovo mood, lanciato a gennaio a livello internazionale, che ispirerà proprio i nuovi quattro appuntamenti del tour italiano.
Il divertimento legato a questa manifestazione, come di consueto, inizia prima della corsa, continua per tutto il suo percorso e prosegue dopo al Color Village, il centro pulsante della manifestazione.
All’interno del villaggio i vari Partner dell’evento coinvolgeranno i partecipanti di tutte le età, dando vita a una vera e propria festa all’insegna della musica, dell’animazione e dei divertentissimi color blast (il lancio delle polveri colorate dal palco verso tutto il pubblico).
Ospite del #LoveTour anche Chiara Giorgianni, la speaker ufficiale del 2019, ex concorrente del Grande Fratello 12.
 
THE COLOR RUN è la corsa dei record!
 
Oltre 400.000 sono state le persone coinvolte dal 2013 nelle sue sei edizioni italiane. Un consenso e una popolarità sottolineate non solo dai grandi numeri ma, dalla sua prima edizione, di numerosi tentativi d’imitazione. Il format rappresenta la più grande running series al mondo. Presente in oltre 50 paesi e in 200 città, il format ha coinvolto dal suo debutto oltre 6 milioni di persone. Nelle sei edizioni italiane: 39 sono state le tappe complessive di cui 13 le province coinvolte (Bari, Bologna, Firenze, Genova, Milano, Rimini, Reggio Emilia, Roma, Torino, Trento, Trieste, Venezia, Verona e Udine), 185.000 i km percorsi dai color runner, 35 mila i race kit consegnati.
Lo scorso anno il 21% dei partecipanti aveva un’età inferiore ai 13 anni mentre il 44% un’età compresa tra i 14 e i 30 anni.
 
Il CALENDARIO 2019 - Quattro le tappe del #LoveTour. Dopo Parma seguiranno: Lignano Sabbiadoro il 27 luglio con la sunset edition, unica tappa al mare, Torino l’8 settembre e Milano il 14 settembre per il gran finale al Parco Experience.
 
I PARTNER E LE ISTITUZIONI COINVOLTE - eBay // OPPO // Vitasnella // MISURA - Colussi il local Partner della tappa n°1. 
Comune di Parma // Città di Lignano Sabbiadoro // Comune di Milano e Arexpo // Comune di Torino.
Media Partner: La Gazzetta dello Sport e Radio Italia.
Charity Partner: Lega Italiana Fibrosi Cistica
 
ALÉ PARMA SPORT FESTIVAL vede il patrocinio della Regione Emilia Romagna, dell’Università degli Studi di Parma, del Comitato Paraolimpico, del CONI, di Giocampus, dell’Ufficio Scolastico Provinciale, dell’ AUSL di Parma con media partner Gazzetta di Parma. Main Sponsor Conad e con il sostegno di Farma Ascensori, Pan di Stelle, Parma Calcio e Unsocials che si occuperà anche della comunicazione dell’evento. Numerose sono le società sportive della città che hanno dato la disponibilità e offriranno ai ragazzi oltre 30 discipline sportive diverse da provare. All’interno della Cittadella ci saranno postazioni dedicate alle discipline più popolari e a quelle meno conosciute con istruttori ed educatori a disposizione, mentre le corsie della piscina di via Zarotto saranno la sede per le discipline legate al nuoto.
 
color_run.jpeg
 
Per iscriversi consultare il sito www.thecolorrun.it

 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Sabato 1 giugno più di 20 concerti e ben 8 ore di musica insieme a docenti e allievi della Scuola Reggiana.

Reggio Emilia -

Sabato 1 giugno torna per il secondo anno consecutivo la maratona musicale "C'è musica ai Chiostri", la lunga giornata di concerti con gli allievi e docenti dell'Istituto Superiore di Studi Musicali "Achille Peri - Claudio Merulo". Dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 20, ben 20 concerti, l’appuntamento con la rassegna de “L’Orecchio del Sabato” alle 17 in Auditorium, si alterneranno in cinque location diverse, quelle dove si fa musica all'interno dell'Istituto in via Dante 11, come omaggio ai 200 anni dalla nascita di Clara Schumann. Quasi 8 ore di musica accompagneranno i visitatori al Gran Concerto Finale delle 19 in Auditorium con Luca Franzetti, violoncello, Marco Bronzi, violino, e Cristiano Burato, pianoforte, questi ultimi due ospiti speciali della maratona. 

Si comincia alle 10 con i concerti si alterneranno nella Sala Morris e nel cortile interno dell’Istituto, anche conosciuto come Chiostro della Statua. Alle 15, invece, si continua nella Sala Stalloni per poi passare in Biblioteca, prima dell’ultimo appuntamento della rassegna de “L’Orecchio del Sabato” alle ore 17 nell’Auditorium “G. Masini”. 

A chiudere la serie di incontri dell’ottava edizione ispirata all’”Invito al Molteplice” di Gentilucci, ci penserà Franca Bacchelli, docente dell’Istituto, con “KammerKonzert. Quel giusto mezzo di K in K”, un riferimento scherzoso al catalogo delle opere di Mozart per un omaggio al concerto per pianoforte con le pianiste Nicole Costoli e Valentina Wang e alle opere del grande compositore che sfidano i secoli e che ancora ci attraggono come modelli di una logica potente e chiara.

Subito dopo, alle ore 19, Gran Concerto Finale con Luca Franzetti, violoncello, e gli ospiti Marco Bronzi, violino, e Cristiano Burato, pianoforte, che eseguiranno il Trio di Brahms per pianoforte, violino e violoncello n° 2 op. 87 in Do maggiore.

“Quest'anno abbiamo deciso di dedicare la giornata a Clara Schumann – spiega Simone Sgarbanti, allievo dell’Istituto e ideatore della maratona -, figura chiave nelle vite di Robert Schumann e Johannes Brahms, e che quest'anno festeggerebbe i 200 anni. Apriremo infatti la giornata alle 10 con un concerto dedicato a Brahms e Schumann. Durante la giornata si intervalleranno invece un po' tutti gli strumenti, quartetti d'archi, trii con pianoforte e fiati, e piccoli ensemble con organico meno comune”.

“Anche in questa occasione si conferma la mission principale dell’Istituto – aggiunge di direttore dell’Istituto M° Marco Fiorini -, non solo quella di formazione dei musicisti ma anche di divulgazione della cultura musicale. Questa volta, con una proposta importante come quantità, con ben 8 ore di musica, e di qualità grazie all’appuntamento dedicato a Mozart per l’Orecchio del Sabato e il concerto finale delle 19”. 

“L’evento conclusivo di questo Orecchio del Sabato 2019 si intreccia in modo armonioso con l’open day dedicato alla musica cameristica – conclude Monica Boni, direttrice della Biblioteca Gentilucci e curatrice della rassegna -  perché, come il suo inizio, sottolinea il ruolo fondamentale che svolgono i capolavori dei grandi maestri del passato nella nostra esperienza estetica: un’esperienza che si approfondisce nella gioia di fare musica insieme e di condividerla col pubblico”.  

Per info:

Biblioteca "Armando Gentilucci" 
Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne' Monti - Sede centrale "Achille Peri"
via Dante Alighieri, 11
42121 Reggio Emilia
tel. 0522/456772
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
sito: https://www.comune.re.it/peri_biblioteca

 

Ritorna sabato 1° giugno, dopo il successo dell’edizione 2018, la manifestazione “A spasso mano nella zampa”, organizzata dal Gruppo Cinofilo La Lupa con il patrocinio dell’Amministrazione comunale. 

Obiettivo dell’iniziativa, che l’associazione di volontariato specializzata in soccorso cinofilo, in organico alla Protezione Civile, promuove quest’anno al Parco della Galleana di Piacenza – con ritrovo per tutti i partecipanti alle 15.30 di fronte all’area di sgambamento cani – è quello di far conoscere il mondo del volontariato, nonchè di valorizzare l’importanza del rapporto con gli animali domestici, nel rispetto delle regole di convivenza civile. 

Oltre alla camminata in compagnia dei propri amici a quattro zampe, che partirà alle 16 per concludersi intorno alle 17.30, la kermesse prevede una simulazione di ricerca dispersi a cura dei volontari del Gruppo Cinofilo La Lupa, nonchè l’intervento di esperti del settore che forniranno, ai presenti, nozioni fondamentali sulle attività da svolgere all’aria aperta, sul primo soccorso veterinario e su svariati argomenti di interesse per gli amanti degli animali. 

La passeggiata si snoderà lungo un percorso di circa 2 km, facilmente accessibile a tutti e a misura di passeggino. In caso di maltempo, la manifestazione sarà rinviata a domenica 16 giugno. Per ulteriori dettagli e aggiornamenti, è possibile consultare il sito www.gruppocinofilolalupa.it.

aspassomanonellazampa-passeggiata-cani.jpg 

 

Pubblicato in Dove andiamo? Piacenza

Saranno presenti gli oncologici dell’Ospedale Maggiore. Catering di Silvano Romani. Il ricavato in favore del Centro che sorgerà all’ingresso di via Volturno.

Parma -

Sabato 1 giugno la cena di beneficenza di via Montanara, organizzata dall’associazione Montanara Insieme, sarà dedicata al nuovo Centro Oncologico di Parma, la struttura per la cura dei tumori che sorgerà all’ingresso di via Volturno dell’Ospedale Maggiore (a fianco della Torre delle Medicine). All’evento saranno presenti gli oncologici del Maggiore per spiegare il progetto a cui Montanara Insieme ha deciso di destinare il ricavato della cena.

L’appuntamento è nel controviale di via Montanara che, per l’occasione, si trasformerà in un ristorante all’aperto con le proposte dello chef Silvano Romani. Menù a 30 euro. Le prenotazioni si accettano in tutti i negozi del Montanara o chiamando il n. 329 2817818. 

I volontari di “insieme CON te” saranno inoltre presenti alla festa del Montanara che continuerà domenica 2 giugno per raccogliere fondi in favore del Centro Oncologico di Parma.

 

Centro Oncologico: Una nuova casa per la cura dei tumori

Una nuova casa accogliente e funzionale che permetterà ai professionisti di lavorare fianco a fianco e offrirà ai pazienti ambienti più confortevoli e tecnologie avanzate. 9.000 mq in un unico Centro, con 6 piani per terapie oncologiche, radioterapia e degenza. 35 ambulatori e ampi spazi per l’accoglienza. Il piano seminterrato ospiterà 3 locali per gli acceleratori lineari.

Il nuovo Centro oncologico sorgerà a fianco della Torre delle Medicine di via Volturno e avrà un accesso carrabile da via Abbeveratoia, con 300 posti auto.

Il progetto proposto da Azienda Ospedaliero-Universitaria con il Comitato Consultivo Misto aziendale, Azienda Usl e Università degli Studi di Parma è stato approvato dalla Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria e ha ottenuto la disponibilità di Fondazione Cariparma a sostenerne la realizzazione e l’implementazione di tecnologie con un significativo contributo economico.

Per migliorare l’accoglienza ai pazienti e mettere a disposizione dei cittadini le tecnologie più avanzate in campo oncologico è attiva una raccolta fondi “insieme CON te”.

Il principio che ha ispirato la scelta risponde al desiderio di rafforzare il legame tra la cittadinanza e i luoghi di cura, di cui il Centro Oncologico rappresenterà un nodo di alta specialità all’interno di una rete diffusa sul territorio attraverso le Case della Salute e i servizi dedicati ai malati oncologici.

La raccolta fondi ha il sostegno delle Istituzioni cittadine, in primis i Promotori del progetto: Azienda Ospedaliero-Universitaria con il Comitato Consultivo Misto aziendale, Azienda Usl e Università degli Studi di Parma, Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria, Fondazione Cariparma, Unione Parmense degli Industriali e Munus Fondazione di Comunità di Parma onlus.

Dona “un mattoncino di cuore” per il Centro Oncologico 

  •          online sul sito insiemeconteparma.it
  •          con bonifico bancario Iban IT47F 06230 12700 0000 38377020
  •          tramite una delle associazioni in ambito oncologico
  •          nei Punti di Raccolta accreditati che espongono il logo di “insieme CON te”
  •          destinando il 5x1000 della dichiarazione dei Redditi CF 92172800341 - Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale
Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Mercoledì, 29 Maggio 2019 10:04

Sabato 1 e domenica 2 giugno Festa sulla via Emilia

Tredicesima edizione della Festa sulla via Emilia. Sabato 1 e domenica 2 giugno torna la manifestazione che dal 2006 riunisce in un’unica comunità gli abitanti di Ponte Taro. 

 

Il primo fine settimana di giugno torna il tradizionale appuntamento annuale con la “Festa sulla via Emilia”, che anche quest’anno propone la formula, positivamente debuttata nel 2016, di abbracciare le giornate di sabato e domenica.

La manifestazione, sorta per la prima volta nel 2006 ed entrata ormai nelle tradizioni più care di Ponte Taro, sancisce quel percorso che in maniera congiunta le due amministrazioni comunali di Noceto e Fontevivo avevano intrapreso una quindicina di anni fa a favore della frazione, a seguito del declassamento della via Emilia avvenuto nel 2005, nell’intento di donarle una più fruibile unitarietà volta soprattutto a migliorare la qualità della vita dei residenti. 

Una festa quindi che, oltre a costituire un importante momento di aggregazione, ha il significato di ribadire la coesione degli abitanti e promuovere il territorio e le sue peculiarità. E proprio a confermare lo spirito che anima l’evento, la sua organizzazione vede la stretta sinergia fra le due amministrazioni comunali, che insieme hanno dato vita ad una programmazione particolarmente ricca e variegata , per suscitare l’interesse del maggior numero di persone.

 

QUESTO IL PROGRAMMA, COME DA LOCANDINA ALLEGATA

Sabato 1 giugno dalle ore 16 esibizioni dei cavalli Montawestern ed esposizione delle Dune Buggy,  alle ore 17 intitolazione di una strada a Bud Spencer alla presenza del figlio Giuseppe Pedersoli, dalle 19 proposte di cibo a tema, alle 20,30 proiezione di film per gli amanti di Bud Spencer e Terence Hill e alle 21 il grande show della Dune Buggy Band.

Domenica 2 giugno shopping straordinario e presso il centro sportivo Mori Zoppi la quarta edizione del Torneo di calcio Memorial “OTELLO PALADINI” , nel pomeriggio dalle ore 16,00 esibizione dei cavalli della Federazione Giubbe Verdi Parma e volo in mongolfiera, a seguire i canti parmigiani del coro Pezzani.

Eccezionale momento di chiusura alle 21 con il concerto con Nico di Palo e Gianni Belleno in Live 50 of NEW TROLLS.

E, per finire, sarà anche la solidarietà a dare una connotazione alla festa: è stata organizzata la pesca di beneficenza, il cui ricavato sarà devoluto a favore della scuola dell’infanzia Santa Teresa del Bambin Gesù.

1-2-giugno-2019-festa_sulla_via_emilia.jpg

 

 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Liberex.net incontra i commercianti, le imprese e i professionisti di Piacenza. Giovedì 30 maggio 2019  ore 18.30 – 20.00 presso il Best Western ParkHotel Piacenza, Strada Val Nure 7, Piacenza. L'evento è gratuito e aperto a tutte le imprese ai professionisti e commercianti interessati. A conclusione della serata un aperitivo di networking.

Piacenza -

Liberex.net è il Circuito di Credito Commerciale dell’Emilia Romagna, nato nel 2014 dall’entusiasmante esperienza di Sardex.net. 

Lo scopo di Liberex è quello di connettere le imprese del territorio Piacentino che potranno trovare, all’interno del circuito, beni e servizi strategici per lo sviluppo delle proprie imprese. 

Il fornire ai commercianti, imprese e  professionisti strumenti di pagamento e di credito paralleli e complementari a quelli tradizionali, sono ulteriori vantaggi che Liberex mette a disposizione a gli  appartenenti  al circuito.
Attualmente oltre 370 aderenti tra professionisti e imprese dell’Emilia-Romagna hanno, grazie alla scelta di entrare a far parte del circuito, incrementato fatturato e clienti, trovando nella rete un valido supporto al loro business. 

Negli ultimi mesi il progetto ha suscitato l’interesse di importanti partner locali, la cui collaborazione sarà di stimolo per un ulteriore la crescita del circuito.

www.circuitoliberex.net

Pubblicato in Lavoro Piacenza

Due mesi per amarla, due mesi per scoprirla: Parma bella d’estate. Giugno e luglio sono mesi ideali per lasciarsi conquistare dal suo fascino di edifici color pastello, borghi colorati, esaltati dalla luce della bella stagione. Arte, cultura e naturalmente gusto: molti appuntamenti in città per assaporare tutto il gusto della Food Valley. 

 

DOMENICA - LIVE IN PARMA CON IL SOLE 24 ORE 

Cultura ed impresa. Sono questi i temi della seconda edizione di Domenica - Live in Parma che, grazie alla collaborazione con La Domenica de Il Sole 24 ore, porterà, dal 31 maggio al 2 giugno, in Piazza Garibaldi un ricco dibattito culturale. I protagonisti del mondo della comunicazione, dell’impresa, della musica e dell’economia si alterneranno nel salotto della città. Ad aprire la rassegna venerdì 31 maggio sarà il giornalista e scrittore Furio Colombo che, a partire dal libro Il tempo di Adriano Olivetti (Edizioni di Comunità), ricorderà con Maria Pace Ottieri i suoi anni da dirigente all’Olivetti di Ivrea e quelli trascorsi in viaggio nell’America degli anni Sessanta, tra le manifestazioni per i diritti civili, la musica di Bob Dylan e i discorsi di Martin Luther King e di Bob Kennedy.  Sabato 1 giugno Paolo Barilla a colloquio con Annalisa Sassi, presidente dell’Unione Parmense degli Industriali. 

 

L’ARTE CECOSLOVACCA IN MOSTRA

Palazzo del Governatorefino al 28 luglio, è ancora tempo di grandi mostre. Parma ospita, infatti, la più completa esposizione italiana dedicata all’arte cecoslovacca, con oltre 200 opere, fra dipinti, disegni e design, fotografie, acquerelli e lavori di grafica, cinema e stampa. Promossa da Fondazione Eleutheria, Collezione Ferrarini-Nicoli e Comune di Parma, in collaborazione con il  Museo di Arte Decorative di Praga, la mostra La forma dell’ideologia. Praga: 1948 – 1989, è curata da  Gloria Bianchino, Francesco Augusto e Ottaviano Maria Razetto.

Si tratta di un prezioso gemellaggio fra le due città nel nome della storia e dell’arte. Il percorso di visita parte dagli anni Venti del Novecento e si conclude negli anni Ottanta, abbracciando la produzione artistica di Josef Stolovsky, Josef Broz, Sauro Ballardini e Alena Cermakova, fra gli altri. 

 

ANTEPRIMA PARMA 2020

Dal 20 al 23 giugno a Parma non scatta solo l’estate, ma anche il conto alla rovescia per il 2020, quando la città ducale sarà incoronata Capitale Italiana della Cultura. La grande anteprima regalerà alla città quattro giorni di festa e cultura e, sabato 22 giugno, una grande notte bianca in tutti i musei. 

Tutta la città si trasformerà in un salotto di arti a cielo aperto: spettacoli, concerti, performance e visite guidate ai luoghi e ai monumenti più raffinati della petite capitale accompagnano la presentazione ufficiale del programma di Parma Capitale italiana della Cultura 2020 che si aprirà giovedì 20 con “Il tempo dell’amore”, la lezione-conversazione con Massimo Recalcati all’Arena Shakespeare.

Non c’è miglior fine settimana di questo per decidere di essere a Parma: fra gli eventi musicali, chi ama la classica segni in agenda il concerto di venerdì 21 alle 18 nella chiesa di San Rocco: Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi, a cura di Par.M.A. Parma Musica Antica - Ensemble del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Parma

Venerdì 21 saranno, invece, gli Avion Travel, ospiti del Festival Verso Contamina, ad infiammare dalle 21,30 Piazza Garibaldi, mentre sabato 22 alle 23 Sasha Torrisi dedicherà un omaggio a Lucio Battisti. 

Eventi diffusi toccheranno ogni angolo della città, con appuntamenti anche in provincia: sabato al 22 al Labirinto della Masone di Fontanellato il biglietto d’ingresso al Labirinto includerà anche la visita guidata gratuita alla mostra La maniera emiliana. Bertoja, Mirola, da Parma alle corti d’Europa

 

SAN GIOVANNI, I TORTELLI E LA RUGIADA

Dopo la full immersion nelle arti e nell’anteprima del grande anno che verrà, fra 23 e 24 giugno a Parma si festeggiano San Giovanni e il solstizio d’estate. Succede in tutta Europa con le prime feste all’aperto o grandi spettacoli pirotecnici, ma a Parma la tradizione è un’altra. Più dolce e gustosa, mette insieme usanze antiche ed un rito che si rinnova sempre. Parola d’ordine: rozäda äd San Zvan, la prima rugiada d’estate, quella che cade nella notte di San Giovanni e che, bagnando erbe e campi, garantirà, come una laica benedizione, salute e felicità, migliorando le doti curative di quei prodotti che poi la Food Valley porta in tavola da secoli. È così che il fresco della prima rugiada d’estate si coniuga al sapore del piatto più simbolico della cucina parmigiana: il tortello d’erbetta, quella pasta ripiena che le rezdore parmigiane, vere signore della cucina casalinga, ancora fanno in casa, tirando la sfoglia e farcendola con un ripieno di coste o bietole, ricotta, burro, formaggio e un pizzico di noce moscata. Il tortello di San Giovanni va gustato all’aperto, affinché la rugiada possa condirlo con ulteriore sapore, quello del gusto di un’estate che arriva con notti calde e profumate dal vento delle colline. E allora la tradizione a Parma è quella di grandi o piccole tavolate nei borghi e nelle piazze o fra i colli in provincia dove “catturare” la rugiada e rinnovare l’incanto della bella stagione. La tradizione è un ottimo driver per regalarsi qualche giorno in città e a spasso per la Food Valley. 

Mentre la tradizionale tortellata in strada sarà allestita a Borgo del Correggio, fra gli indirizzi dove gustare la tortellata di San Giovanni, si può spaziare dalle proposte stellate a quelle più robuste e casalinghe della tradizione emiliana: in città, tortelli a volontà al sapore della cucina casalinga 

Per ulteriori informazioni:in città, tortelli a volontà al sapore della cucina casalinga dell'Hostaria Tre Ville. In provincia, tortelli d'erbetta stellati immersi nell'atmosfera da corte di castello dell'Antica Corte Pallavicina, mentre a Noceto si degusta un tris di tortelli nel terrazzo attorniato da giardino e piscina di Bertinelli. A Berceto lungo la via Francigena, a due passi dall'autostrada, Bacher propone ingredienti selezionatissimi per i suoi tortelli, da assaporare nel casolare in pietra immerso nel castagneto secolare. Al Mulino di Torrechiara, incastonato nel verde dei vigneti ai piedi del Castello di Torrechiara, la notte si declina sull'intera tradizione parmigiana.

Per ulteriori informazioni:

www.parmacityofgastronomy.it/tortellate-di-san-giovanni

 

LIEVITO MADRE: LA NOTTE DEI MAESTRI

Parma è sinonimo di buon gusto, sapore e buona tavola, e il menù della Food Valley non si ferma a prosciutto e salumi, parmigiano reggiano, torta fritta, pomodoro e pasta ripiena. Il catalogo del buon cibo arriva anche al dolce e, proprio all’ultimo signore del menù, la città ducale dedica un evento ed una grande notte. Bianca, come il lievito madre che sta alla base di tanti dolci e di buona parte della tradizione parmigiana. La sera di lunedì 22 luglio, Piazza Garibaldi si trasforma in un laboratorio di idee e di pasticceria con degustazioni, cooking showe laboratori en plein airLa Notte dei Maestri del lievito madre è giunta alla quinta edizione, grazie all’intuizione dei Maestri del lievito madre, associazione di maitre patissier nata per ribadire l’eccellenza della pasticceria artigianale italiana. 

Parma è diventata Unesco Creative City of Gastronomy anche per il dessert. In principio fu Maria Luigia- la contessa che donò alla città raffinatezza e stile anche in cucina - a portare alcune chicche della tradizione dolciaria mitteleuropea in città, al punto che, da decenni, la petite capitale le ha dedicato una delle sue torte più golose, la Duchessa di Parma. Dall’Ottocento ad oggi tecnica e sapere, oltre a consapevolezza e ricerca, hanno sempre riletto la tradizione con l’occhio attento dell’innovazione. Come fa oggi Claudio Gatti della pasticceria di Tabiano Terme: la sua celebre Focaccia ha valicato i confini nazionali del gusto. Sarà lui uno degli ospiti della serata, insieme a Rolando Morandin, punto di riferimento nel mondo dei lievitati. 

 

LEONARDO IN MOSTRA

C’è poi tempo fino al 12 agosto per ammirare la più bella di Leonardo, la Scapiliata,il dipinto di Da Vinci, star della collezione del Complesso monumentale della Pilotta e della Galleria Nazionale. La mostra La fortuna della Scapiliata di Leonardo da Vinci, a cura di Pietro Cesare Marani, fra i più noti studiosi di Leonardo, e di Simone Verde, direttore del Complesso Monumentale della Pilotta, propone una sequenza strepitosa di capolavori, a partire da ben quattro opere di Leonardo. Il pubblico vi potrà ammirare lavori di Gherardo Starnina, Bernardino Luini, Hans Holbein, Tintoretto e Giovanni Lanfranco, tutti riuniti intorno alla più affascinante fanciulla del Rinascimento. Disegni e dipinti sono giunti da Firenze, Milano e Windsor e per l’occasione la Scapiliata è esposta con una nuova, ricca, cornice realizzata ad hoc per l’evento. 

 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Capire, conoscere e curare le malattie ipofisarie e tiroidee: sabato 1 giugno un incontro tra cittadini, associazioni e professionisti. Promossa da ANIPI e AIBAT in collaborazione con Ausl Reggio Emilia, l’iniziativa rientra nel programma della Settimana della Tiroide.

Reggio Emilia- 

Un appuntamento pubblico quale opportunità di formazione e confronto nell’ambito della Settimana della Tiroide si terrà al Core di Reggio Emilia sabato 1 giugno a partire dalle ore 9:00.

“Malattie Ipofisarie e Tiroidee: capire, conoscere, curare” vedrà gli interventi di specialisti del Santa Maria Nuova e la partecipazione di medici, infermieri cittadini e associazioni di pazienti e familiari con momenti dedicati allo storytelling.

L’appuntamento, patrocinato da Regione Emilia Romagna e Comune di Reggio Emilia, si inserisce nel programma di educazione continua in medicina (ECM) con l’intento di sensibilizzare cittadini, pazienti, clinici e istituzioni che si riconoscano nei temi di promozione della salute. A promuoverlo sono le associazioni di pazienti ANIPI ER Onlus (Ass.ne Naz.le Italiana Patologie Ipofisarie – sez. Emilia Romagna) e AIBAT Onlus (Ass.ne Italiana Basedowiani e Tiroidei) in collaborazione con i professionisti del Reparto di Endocrinologia dell’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia diretto da Andrea Frasoldati.

L’esperienza mostra come la conoscenza dei diversi aspetti della malattia, ancor più se di tipo cronico e con forte impatto sulla qualità di vita di chi ne soffre, sia fondamentale per migliorare l’assistenza. Nella riuscita del percorso, sottolineano professionisti e associazioni, è decisiva la consapevolezza da parte del paziente stesso che, grazie al possesso di informazioni corrette e precise, rafforza la collaborazione con l’équipe di cura.

La partecipazione è libera e gratuita.

MalattieIpofisarie.jpg

Per informazioni consultare i siti www.anipier.itwww.aibat.it;https://www.facebook.com/tiroideaibat/ oppure contattare i numeri 3287506576 e 3249961606. Programma dell’appuntamento al link:https://www.ausl.re.it/sites/default/files/MalattieIpofisarie2019.pdf

Da giovedì 30 maggio per ogni giovedì sera alle 21 fino alla fino al 25 luglio, i piazzali Inzani e Bertozzi saranno animati dalla 4° edizione del Festival dell'Oltretorrente "Sotta la lon'na dedlà da l'acua". La rassegna è promossa dall’Associazione Viviamo Oltretorrente e Associazione La Luna Nuova con il Contributo del Comune di Parma, Amici di Piazzale Inzani, Bastian Contrario, Riva Mancina, Hub cafè, Osteria Virgilio, Borgo Fiore e Opera Viva. 

L’“altra parte” intende “De d’la da l’acqua”, al di là del torrente, come si dice qui, nel quartiere dove le osterie hanno le insegne d’epoca e Parma trova la sua memoria. L’Oltretorrente scenderà ancora in piazza nelle sere d’estate per stare insieme.

In Piazzale Bertozzi si inizia il 23 con un tributo a Lucio Battisti, in Piazzale Inzani si comincerà giovedì 30 Maggio con una grande orchestra Jazz composta di 18 elementi che faranno musica di qualità per proseguire con un programma che andrà dalle danze popolari alla musica dei ruggenti anni ’60 fino alle sorprese che porteranno concerti lirici e classici in queste sedi inedite.  

I piazzali dell’Oltretorrente, appena dopo i Borghi ritornano a vivere. Dal degrado a luoghi dove la gente ha voglia di incontrarsi e socializzare. Piano piano torna ad essere quello che sono: tra i luoghi più belli di Parma. 

programmaeventioltretorrente-parma-estate2019.jpeg

 

 

PROGRAMMA:

Giovedi d’estate alle ore 21

23 Maggio – Piazzale Bertozzi – Tributo a Lucio Battisti

30 Maggio – Piazzale Inzani – Big Band Jazz Lab

6 Giugno – Piazzale Inzani – The Vam Society and Dj Panino

13 Giugno – Piazzale Bertozzi – Wasabi Open Air Indie Event

20 Giugno – Piazzale Inzani – Tributo a Fabrizio De Andrè

 

Sabato 22 Giugno- Piazzale Inzani – Balliamo sul mondo

 

27 Giugno – Piazzale Inzani – Musica dal cuore – Pianoforte e voce

4 Luglio – Piazzale Inzani – Kick – Live elettro pop

11 Luglio – Piazzale Inzani – The SNAKES in concerto

18 Luglio – Piazzale Bertozzi – Tributo a Luciano Ligabue

25 Luglio – Controtempi Off.

 

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero. 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma