Visualizza articoli per tag: Territorio Felino

Per sconfiggere il Coronavirus è indispensabile restare a casa. Le "gambe" del virus sono solo gli umani e la distribuzione avviene attraverso le loro parti umide.

Contatti sociali non protetti e non indispensabili aumentano il rischio di propagazione del contagio e portano a sofferenza ulteriore i nostri Ospedali e i sanitari che già sono al limite della disponibilità fisica e della sopportazione fisica e nervosa.

Molte amministrazioni pubbliche hanno adottato il vecchio ma sempre efficace sistema dei "megafoni" installati sulle vetture. L'altro ieri Sissa mentre ieri abbiamo intercettato a Felino attraverso la protezione civile.

Restate a casa per il vostro e il comune bene!

Pubblicato in Cronaca Parma

In piena emergenza Coronavirus, collaborare è una priorità. Rispettare le regole e limitare le uscite, sono fattori fondamentali per riuscire ad arrestare questa situazione problematica. Non serve solo dire che tutto andrà bene.

È necessario attenersi alle ordinanze imposte dal governo, ed osservare attentamente il giusto comportamento da seguire nella vita di tutti i giorni. Lavarsi le mani, mantenere un metro di distanza, evitare abbracci e strette di mano e indossare guanti e mascherine. Per facilitare il compito degli operatori sanitari impegnati ogni giorno in prima linea contro il Coronavirus, la Protezione Civile Gruppo Il Falco, con sede a Poggio di Sant'Ilario Baganza, ha destinato il materiale donato dal "Salumificio SIRI", situato Felino in provincia di Parma, alla pubblica assistenza di Collecchio, Sala Baganza e Felino.

Il commento di Ivo Strini Presidente della Protezione Civile Gruppo Il Falco:

"Il nostro non è soltanto un bel gesto. Era nostro dovere farlo. La pubblica assistenza di Collecchio, Sala Baganza e Felino svolge un ruolo fondamentale in questo periodo molto delicato. Mascherine, guanti e tute sono una necessità per gli operatori del settore. Hanno bisogno di tutto il materiale disponibile per continuare a svolgere il loro compito con la massima efficienza. É la situazione attuale che lo richiede. Ognuno di noi deve fare la sua parte. Solo così riusciremo a venirne a capo."

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma
Lunedì, 16 Marzo 2020 08:34

Coronavirus: Lo sfogo di una nostra lettrice

Di Nicola Comparato Felino 15 marzo 2020 - Dalla provincia di Parma riceviamo e pubblichiamo la lettera di una nostra lettrice in merito all’emergenza Coronavirus. Donna, madre di due ragazzi e moglie, la signora ci racconta la sua esperienza personale e il suo punto di vista sulla situazione attuale, evidenziando quanto il problema sia stato sottovalutato da molti, e sottolineando l’importanza di rispettare le regole in questo delicato momento. Un messaggio triste, a volte disperato, ma anche di grande speranza. Andrà tutto bene.

Il testo della lettera:

“Sono una mamma di 38 anni, ho un figlio di 16 anni e uno di 8, ho timore per il Coronavirus, e sono contenta che le scuole siano state chiuse “in tempo”, perché le statistiche sul Coronavirus sono a dir poco impressionanti. Purtroppo si è capito tardi, in generale, che era molto importante l’uso delle mascherine e perché no, anche dei guanti monouso, nel momento in cui ognuno di noi si recava al supermercato o in farmacia. Vedo nei ragazzi ventenni, che c’è poco interesse nel rispettare le regole, c’è molta ribellione, oltretutto, si notano ancora troppe persone in giro. E purtroppo non si è ancora capita la vera gravità della cosa, ed è per questo secondo me che la situazione andrà per le lunghe. In famiglia purtroppo abbiamo un caso di Coronovirus, la persona interessata ha avuto dei disturbi apparentemente neurologici in precedenza. Un giorno solo di febbre, e nei giorni consecutivi non ha più avuto la temperatura al di sopra dei 37 °. Purtroppo parlo di mio suocero, il quale ha funzionante un solo polmone, in seguito a un problema in parte risolto anni fa. È stato sottoposto a esami del sangue, ad una TAC e a tutti i controlli possibili e immaginabili, però purtroppo non avendo sintomi di quel maledetto virus, non è stato sottoposto allo specifico tampone. Adesso lui si trova in seguito a un viaggio che aveva prenotato mesi prima, in Argentina, con questo virus addosso in terapia intensiva. È triste, perché si trova dall’altra parte del mondo senza la sua famiglia e senza i suoi nipoti. La colpa è di aver sottovalutato e ignorato il tampone per la mancanza di sintomi, e ora ci troviamo in questa situazione.
Ma io sono fiduciosa e sono sicura che mio suocero tornerà a casa una volta ristabilito e guarito totalmente. Il mio messaggio è quello di non sottovalutare mai nessun tipo di situazione, bisogna rispettare le regole, credo che sia giusto per noi e per gli altri mettere l’arroganza e la voglia di strafare da parte, e credo che l’unica via d’uscita sia quella di abbassare la testa e obbedire a tutto quello che ci viene imposto dalla legge, per far sì che questo brutto incubo finisca al più presto. Andrà tutto bene."

(Il disegno è stato realizzato dalla nostra lettrice insieme ai suoi due figli)

PR-mamma-figli-ANdrà-Tutto-Bene-disegno-IMG-20200315-WA0078.jpg

 

Pubblicato in Costume e Società Parma

La Sindaca di Felino, Elisa Leoni, tramite un post in Facebook, ha informato tempestivamente di un caso di coronavirus nel territorio amministrato. Elisa Leoni oltre a invitare  a seguire le prescrizioni emanate dal Ministero, chiede di non lasciarsi prendere da paura e allarmismo. Il soggetto, visitato dalla stessa prima cittadina, risulta in buone condizioni.

A seguire il testo del post.

Elisa Leoni

Un Caso Coronavirus a Felino
Come Sindaco, sentite le Autorità Sanitarie Competenti, vi comunico che è in attesa di conferma la presenza di un caso sospetto Coronavirus da accertare nel nostro Comune.
La persona residente a Felino, proveniente dal focolaio di Codogno, ed è attualmente assistita dai medici competenti, i quali stanno attuando tutte le procedure necessario al caso.
Ho avuto modo di parlargli e risulta essere in buone condizioni.
Come Amministrazione comunale di Felino, unitamente alla Protezione Civile e all’Azienda Pedemontana Sociale siamo pronti ad intervenire qualora ci fossero casi di emergenza, soprattutto persone in autoisolamento o persone anziane con ridotta mobilità, ma per ora non risulta adottare ulteriori provvedimenti.

Vi invitiamo a seguire le indicazioni emanate dal Ministero, che ricordiamo brevemente, ed invitiamo a NON recarsi al Pronto Soccorso o presso gli ambulatori dei medici di famiglia in caso di sintomi ma contattare il 118.

• Lavarsi spesso le mani, a tal proposito si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie, e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.
• Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
• Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani
• Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce
• Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico
• Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
• Usare la mascherina solo si sospetta di essere malato o si assiste persone malate
• I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
• Contattare il Numero Verde regionale 800462340 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni
• Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus

Vi segnalo inoltre che due nuovi numeri sono stati attivati dall’azienda USL di Parma per i cittadini, 0521 396436 per avere informazioni sul virus, i sintomi e le precauzioni per contrastare la diffusione, e 339 6862220 per segnalare al dipartimento di Sanità pubblica se negli ultimi 14 giorni si è transitati o sostato nelle zone del Basso Lodigiano o la provincia di Padova, ovvero in tutte quelle zone di contenimento della diffusione del coronavirus.

Vi chiedo di non lasciare prevalere la paura e l'allarmismo, ma a collaborare con le autorità proposte attenendosi alle indicazioni dei servizi sanitari e delle amministrazioni pubbliche.
In caso di nuovi aggiornamenti provvederemo a darvene tempestiva comunicazione.

post_elisa_leoni_felino_sindaco_26feb2020.png

 

Domenica, 16 Febbraio 2020 17:36

Felino: Il monumento al maiale 

Un punto di riferimento per il territorio felinese 

Di Nicola Comparato 16 febbraio 2020 - In un paese famoso per il caratteristico salame, non poteva certo mancare un monumento al Signor Maiale. L'opera è stata realizzata dallo scultore Giuseppe Bonatti su richiesta dell’Amministrazione Comunale di Felino e del Comitato Settimana Felinese. Il monumento al maiale, poco distante da Piazza Miodini a Felino, dal 6 settembre dell'anno 2003, è esposto liberamente al pubblico presso il parco Charlie Chaplin. Ad accompagnare la scultura posta su di un piedistallo, una significativa e semplice incisione che rende omaggio al nobile animale divenuto famoso in tutto il mondo: 

"La natura mi ha fatto un po' grasso, ma ho qualità che nessuno ha. Felinesi e Parmigiani mi hanno capito e siamo famosi nel mondo." 

A seguire la galleria fotografica del Monumento al Maiale:

Il Comune di Felino cerca scrutatori per il Referendum del 29 Marzo: la disponibilità va comunicata entro il 28 febbraio

In vista delle Consultazioni Referendarie del 29 marzo 2020, il Comune di Felino ha attivato la ricerca di scrutatori da impiegare nei seggi elettorali durante le operazioni di voto e scrutinio.
Chi fosse interessato, può lasciare la propria disponibilità a ricoprire tale ruolo, compilando il modello allegato. E’ necessario essere elettori del Comune di Felino ed essere già iscritti all’albo degli scrutatori.

La Commissione Elettorale Comunale si riunirà tra il 4 ed il 9 marzo 2020 e procederà alla nomina dei componenti dei seggi, scegliendo anche tra coloro che abbiano dato la propria disponibilità da lunedì 10 febbraio e non oltre venerdì 28 febbraio 2020.

Il modulo, scaricabile dal sito o ritirabile direttamente all’Ufficio Elettorale, dovrà essere consegnato direttamente all'Ufficio Protocollo durante il normale orario di apertura dell'ufficio (dal lunedì al sabato 8.30 -13.00), o inviato per posta o per PEC all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., accompagnato dalla fotocopia di un documento di riconoscimento. Successivamente alla seduta della Commissione elettorale si provvederà a dare tempestiva comunicazione delle nomine effettuate ai diretti interessati.

L’Ufficio Elettorale è aperto al pubblico il mercoledì ed il venerdì dalle 8,30 alle 13,00.

 

 

Pubblicato in Cronaca Parma
Sabato, 15 Febbraio 2020 07:59

Un giro per Felino

Il comune autonomo di Felino risale al 1806, e risulta essere stato parte del Dipartimento del Taro fino al 1814. Tra le varie ipotesi si pensa che il nome sia derivato da "Filinum", in riferimento a chi ottenne la propria parte di agro durante l'assegnazione delle terre tolte ai Liguri da parte dei Romani tra il 190 e il 183 A.C.

Di Nicola Comparato 14 febbraio 2020 - Felino è un comune di poco più di 9.000 abitanti situato nella Val Baganza in provincia di Parma, toccato dal torrente Baganza, con un territorio che si divide tra zone collinari e pianeggianti e che comprende le frazioni di Ca' Cotti, Ca' Gialla, San Michele Tiorre, Barbiano, Casale, Monticello, Parigi, Poggio di Sant'Ilario Baganza, Cevola, San Michele Gatti, Soragnola e Sant'Ilario Baganza.

In campo agro-alimentare, Felino è sede di numerose aziende di piccola e media grandezza, e uno dei prodotti che lo caratterizzano e che lo hanno reso famoso è l'omonimo salame.

Tra i monumenti e i luoghi più visitati e conosciuti del territorio felinese troviamo il Castello e il museo del Salame di Felino, Villa Branchi, Villa Caumont Caimi, Villa Brian, la Chiesa della Purificazione della Beata Vergine Maria, la Pieve di Sant'Antonino nella frazione di Barbiano, l'oratorio di San Rocco nella frazione di Casale, la Chiesa di San Michele a San Michele Tiorre, la Chiesa di San Michele Gatti, la Chiesa di Sant'Ilario Baganza nell'omonima frazione, Villa Ceci, Villa Gambara, Villa Monguidi e la Ponticella che collega Poggio e San Vitale. In piazza Miodini è situato il municipio e poco distante è presente il Cinema Teatro Comunale, sede di importanti spettacoli ed eventi di vario genere. Felino è gemellato con il comune francese di Cumiéres dal 1998, e nel 2012 ha stretto un Patto di Solidarietà con il comune di Camposanto in provincia di Modena, in occasione dell'iniziativa promossa dall'ANCI denominata "adotta un comune" istituita a favore dei luoghi colpiti dal sisma in Emilia. Nello stesso anno Felino ha firmato un "Patto Istituzionale di Solidarietà " con i comuni di Concordia sulla Secchia e San Possidonio.

Come spazi civici il comune presenta la biblioteca comunale "C. Pavese", la "Sala Civica Amoretti", l'Archivio Storico Comunale e l'ex InfoGiovani ora "Spazio Civico Giovanile e Comunitario". Inoltre Felino fa parte dell'Unione Pedemontana Parmense insieme ai comuni di Sala Baganza, Collecchio, Montechiarugolo e Traversetolo.

A seguire la galleria fotografica:

Per saperne di più visitate il sito del Comune di Felino a questo link

http://www.comune.felino.pr.it/servizi/notizie/notizie_homepage.aspx

PR_Felino-79a77534088c7185698093bff4c89883_XL_2.jpg

 

 

Lunedì, 10 Febbraio 2020 08:14

La Chiesa di Sant'Ilario Baganza 

La Chiesa di Sant'Ilario Baganza o Pieve di Sant'Ilario Baganza, si trova nell'omonima frazione del comune di Felino in provincia di Parma. 

Di Nicola Comparato 9 febbraio 2020 - La Chiesa di Sant'Ilario Baganza, che in origine aveva la funzione di cappella per il ricovero dei pellegrini, fu edificata tra l' XI e il XII secolo, periodo in cui si fanno risalire i due capitelli scolpiti con immagini umane e animali, e che oggi vengono riutilizzati nelle paraste delle cappelle laterali. Al 1230 risale la prima testimonianza della sua esistenza, documentata dalla dipendenza della "Cappella Sancti Ylarii del Bagancia" verso la vicina Pieve di Sant'Antonino Martire a Barbiano. Nel 1322 ci fu l'ampliamento della piccola cappella romana, con l'edificazione della nuova abside a pianta rettangolare e con la sopraelevazione della navata.

La Torre Campanaria in pietra fu edificata nel 1472. La Chiesa fu nuovamente ingrandita tra il XVI e il XVII secolo, con la costruzione di due cappelle laterali in aggetto e di due nuove campate. In sostituzione delle capriate, nel 1686, furono realizzate le volte a crociera di copertura, e nello stesso anno fu innalzata anche la nuova facciata. La Chiesa fu restaurata a partire dal 1970 e gli ultimi lavori di restauro furono avviati nel 2005, per sistemare le murature e le coperture degradate. In seguito i lavori interessarono il ripristino delle opere d'arte, del campanile, della facciata e dei pavimenti. La chiesa di Sant'Ilario Baganza fa parte delle "Pievi Parmensi", termine comparso nell'877 derivato dal latino "Plebs", che sta ad indicare il popolo riunito in comunità, ma anche il luogo dove la comunità si riunisce.

Tra i vari compiti svolti nelle Pievi, come ad esempio imporre le penitenze, impartire il battesimo e somministrare l'olio Santo, oltre alle funzioni religiose, le Pievi erano spesso utilizzate per dare rifugio ai pellegrini e ai viaggiatori, ad eccezione degli edifici sottoposti alla Pieve, le cappelle, che avevano solo la funzione di luoghi di preghiera. 
A seguire la galleria fotografica della Chiesa di Sant'Ilario Baganza:

Pubblicato in Cronaca Parma

Vergognoso atto vandalico in provincia di Parma.

Di Nicola Comparato Felino 4 febbraio 2020 - A Felino, all'inizio di via Galilei, il muro della Madonnina, è stato imbrattato con alcune scritte inneggianti al gruppo terroristico denominato Isis. Grande la rabbia dei cittadini residenti nel vedere questo atto vandalico ma anche sacrilego effettuato con l'utilizzo di una bomboletta spray.

Nel territorio parmense, come del resto in tutta Italia, non è la prima volta che ci si imbatte in questo genere di situazioni, ma in questo caso, che si tratti di veri simpatizzanti dell'Isis o semplicemente di qualche stupido vandalo, il gesto è del tutto insensato e inaccettabile.

I residenti, secondo alcuni post pubblicati sui social network, si sentono abbandonati e chiedono maggior controllo e sicurezza a chi di dovere, nella speranza che un fatto simile non si ripeta, augurandosi che il colpevole venga trovato dalle autorità e punito in modo esemplare. Lo stesso fatto è accaduto anche a Stradella di Collecchio con le medesime modalità.

 

FB_IMG_1580819364975.jpg

Pubblicato in Cronaca Parma

Di Protezione Civile Gruppo Il Falco - Riceviamo e pubblichiamo il comunicato della Protezione Civile Gruppo Il Falco, associazione che opera nel territorio felinese con sede nella frazione di Poggio di Sant'Ilario Baganza. La Protezione Civile, un'opera per i cittadini fatta dai cittadini.

"Ricordiamo ai cittadini di Felino e dei paesi limitrofi che desiderano iscriversi alla nostra associazione, che il nuovo corso base di Protezione Civile avrà inizio a marzo 2020. Per partecipare e per avere maggiori informazioni, potete scrivere un messaggio privato alla nostra pagina Facebook. Sarete ricontattati in brevissimo tempo. Il corso prevede la formazione di nuovi volontari su temi importanti come l'ambiente e la sicurezza.
Grazie per l'attenzione."

Protezione Civile Gruppo Il Falco

Per maggiori informazioni visitate la pagina Facebook a questo link:

https://m.facebook.com/Protezione-Civile-Gruppo-Il-Falco-102040774644872/?ref=bookmarks 

Oppure contattate telefonicamente il Presidente Ivo Strini al numero 348 412 0230

 

FB_IMG_1580755059941.jpg

Pubblicato in Volontariato Parma