Visualizza articoli per tag: Eventi Piacenza

Dal 6 all'8 Marzo il quartiere fieristico di Piacenza Expo si apre a tre eventi: in arrivo Seminat, Apimell e Buon Vivere -

Piacenza, 4 Marzo 2015 -

Con la Primavera alle porte arriva a Piacenza arriva anche la 34° edizione di Seminat, l'evento di forte richiamo che offre una ricca mostra mercato di piante ornamentali e da frutto, insieme a sementi ed attrezzature da giardino. Un appuntamento irrinunciabile per appassionati e curiosi che potranno trovare occasioni, novità sul mondo del verde e prendere spunto dai numerosi esempi di giardini appositamente creati da artigiani vivaisti, che ogni anno approfittano della manifestazione per esibire la loro maestria.

Tra le attività in programma vanno segnalati i laboratori di potatura, momenti utili per conoscere tecniche di coltivazione delle varie piante, oppure i percorsi legati ai frutti antichi, per riscoprirne caratteristiche, peculiarità e sapore. Il focus di quest'anno è orientato anche a proposte attente al risparmio in tempo di crisi, con soluzioni adatte a tutte le esigenze e tasche.

Sempre legato al mondo della natura, ma correlato all'ambito agroalimentare di qualità, è Buon Vivere, la rassegna che propone un vero itinerario del gusto in più tappe: dalla merenda all'aria, alle degustazioni, ai momenti di educazione alimentare per i più piccoli, fino allo spazio dedicato al pomodoro nell'anno di Expo 2015.

Infine ecco Apimell, la Mostra Mercato Internazionale di Apicoltura, dei Prodotti e delle Attrezzature Apistiche organizzata da Piacenza Expo, patrocinata quest'anno dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

Pubblicato in Dove andiamo? Piacenza
Venerdì, 12 Dicembre 2014 15:44

Piacenza - Festa di Natale al Quartiere Roma

Per tutta la giornata, domenica 14 dicembre, in Via Roma bancarelle, hobbisti e negozi aperti. Assaggio gratuito del panettone a lievito madre e dell'offella offerti da La Dolciaria -

Piacenza, 12 dicembre 2014 -

UrbanHub/Via Trebbiola
Mostra fotografica di Daria Viganò, audiovisivi e presentazione del progetto "Fette di salame", web serie di Piacenzashire, in collaborazione con Paolo Guglielmetti a Associazione Surus

Programma eventi
VIA ROMA
ore 10.10: Apertura della festa con l'esibizione della Banda A. Ponchielli di Piacenza
ore 10.30, Urban Hub di Via Alberoni angolo via Trebbiola: corso gratuito di ritratto fotografico a cura di Paolo Guglielmetti
ore 11.15, Basilica di San Savino: Santa Messa officiata da S.E. Mons. Gianni Ambrosio Vescovo della Diocesi di Piacenza e Bobbio
ore 14.30-16.30: Kids Corner c/o Associazione Concorto Cinematica Laboratori creativi per bambini a cura del Servizio Tagesmutter Piacenza
ore 15.00: sfilata a cura dei piccoli alunni piacentini della scuola di Arti Teatrali e Circensi di Milano
ore 16.00: angolo via Tibini: Esibizione della Banda di Gossolengo
ore 16.15: P.le Roma: Santa Lucia in ritardo ha perso il suo asinello e, a bordo di un'ape car, sfilerà per via Roma regalando caramelle ai più piccoli gentilmente offerte da Sigma di Borgo Faxhall
ore 18.00: c/o Concorto Cinematica presentazione del libro "L'antologia del Fiume Po. Una Spoon River piacentina", a cura di Giovanni Battista Menzani, con Patricia Ferro

KAPRASQUARE-VIA CAPRA
ore 15.00: Festa di Natale per ragazzi e ragazze

GIARDINI MERLUZZO
ore 15.00: danze country in collaborazione con il gruppo Clandestine Country
Ore 15.00: castagnata e vin brulè preparati dall'Oratorio Don Bosco di San Savino
ore 15.30: spettacolo a cura dei piccoli alunni piacentini della Scuola delle Arti Teatrali e Circensi di Milano
ore 16.30: Santa Lucia a disposizione dei bambini per foto ricordo
ore 17.30: Taglio del panettone da 10 kg. Merenda offerta da La Dolciaria. A tutti i bambini offella e panettone di alta qualità a lievito madre
ore 18.00: Canti di Natale tradizionali e in chiave rap a cura di TRIFO.

Termine ultimo per inviare i racconti del Concorso Letterario "Il mio altrove nei gardini Merluzzo" 31 dicembre 2014. Regolamento sulla pagina Facebook di Parole di Birra.

(Fonte: Comune di Piacenza)

Pubblicato in Dove andiamo? Piacenza
Venerdì, 21 Novembre 2014 09:27

Movember Piacenza, gli appuntamenti del weekend

Gli appuntamenti del fine settimana con Movember Piacenza, l'iniziativa benefica responsabile dello spuntare di simpatici baffi per sensibilizzare sulle tematiche della salute maschile -

Piacenza, 21 novembre 2014 –

Movember sbarca in piazza Cavalli e tra palle rotonde, ovali, reti e canestri i fan delle società sportive che hanno aderito a Movember potranno sfidare i loro beniamini sul selciato del "salotto bono della città" nell'ambito dell'iniziativa Gioca col campione (ore 14,30).
Movember Piacenza, l'iniziativa benefica responsabile dello spuntare di simpatici baffi sul viso di tanti sportivi e non per sensibilizzare sulle tematiche della salute maschile, questo fine settimana triplica gli sforzi in vista del Mo Gala e anche di altre collaborazioni (ultima quella con Eataly, che metterà in vendita la birra Movember prodotta da La Buttiga: una parte dei proventi verranno devoluti in beneficenza).

Saranno eventi colmi di barzellette e risate, di giochi in piazza e di muscoli quelli in programma questo weekend. Si parte con "Si ride sotto i baffi" questa  sera (ore 20,00) a "L'altro Village", appuntamento organizzato dal Piacenza Calcio che vedrà la partecipazione del comico Giampaolo Cantoni da Zelig. Il programma prevede un aperitivo aperto a tutti al costo di 10 euro (il 50% verrà devoluto in beneficienza) con i giocatori e le giocatrici delle maggiori società sportive piacentine aderenti a Movember che, lo ricordiamo, sono: Lyons e Piacenza Rugby, Elephant Rugby Gossolengo; Copra Elior, Rebecchi Nordmeccanica Volley; Bakery Basket, Rebeldes calcio, Pro Piacenza e Piacenza calcio. Per la serata è prevista anche la cena a prezzo fisso a 30 euro, con parte del ricavato sempre in solidarietà. Alle 22.00 spazio aperto con ospite di eccezione il famoso comico barzellettiere Gianpaolo e a chiudere la serata, alle ore 23.00, lotteria con in premio le magliette e i gadget delle squadre Piacenza Calcio, Rugby Lyons Piacenza, Piacenza Rugby, Nordmeccanica.

Sabato 22 appuntamento in piazza Cavalli alle 14,30 e all'Irish pub nel tardo pomeriggio. Sul selciato della piazza cittadina si giocherà con i campioni. Gare di abilità con gli sportivi. Alle 17,30 a Palazzo Gotico è previsto un breve momento di incontro con la stampa (seguirà comunicazione) con l'urologo Stefano Fiordelise, direttore dell'unità di Andrologia dell'Asl di Piacenza. Confermata la presenza di Gabriele Rubini, alias "Chef Rubio" di Real Time, che parteciperà attivamente ai giochi. Alle 18,00 di sabato la carovana baffuta si sposterà all'Irish pub di via San Siro per l'iniziativa "Arm Vintage Wrestling".

(Fonte: Ufficio stampa Movember Piacenza)

Pubblicato in Dove andiamo? Piacenza

Appuntamento con le iniziative tese alla sensibilizzazione della salute maschile: questa sera presso la Luppoleria di via Alberoni con la "barbiera" Elena Meli che darà una sistemata ai baffi dei movemberini piacentini e domenica "terzo tempo" degli sportivi presso il Nessie Pub di strada Agazzana -

Piacenza, 7 novembre 2014 –

Dopo il successo della prima uscita, movember Piacenza raddoppia questo weekend. Le iniziative tese alla sensibilizzazione della salute maschile  sono appoggiate da un'ampia carovana di società sportive. Venerdì 7 presso la Luppoleria di via Alberoni è in programma l'appuntamento con la "barbiera" Elena Meli che darà una sistemata ai baffi dei movemberini piacentini, domenica invece è previsto il "terzo tempo" degli sportivi presso il Nessie Pub di strada Agazzana. L'appuntamento in entrambi i casi è a partire dalle ore 19,00.

Cos'è Movember? Si tratta di un progetto internazionale che si svolge da molti anni a novembre, come fa intendere il nome. Per tutto il mese l'uomo rinuncia al rasoio e si fa crescere i baffi per una causa molto importante. 

L'obiettivo della 'Movember Foundation Charity' è quello di raccogliere fondi per sensibilizzare l'opinione pubblica sui problemi legati alla salute dell'uomo. Il singolare nome Movember è un acronimo formato da 'Mo', un termine comunemente usato in Australia come diminutivo di moustache, che significa baffi, e 'November' il mese in cui si svolge la campagna. 

(Fonte: Ufficio stampa Movember Piacenza)

Pubblicato in Dove andiamo? Piacenza
Mercoledì, 05 Novembre 2014 11:49

Piacenza - "Musica al Lavoro" 11esima edizione

Musica al Lavoro 11esima edizione: 
si parte venerdì con Cisco, ex Modena City Ramblers. 
"Cultura e lavoro sono tasselli fondamentali della democrazia". Tutti gli eventi ad ingresso libero e gratuito -

Piacenza, 5 novembre 2014 -

Presentata l'undicesima edizione della rassegna "Musica al Lavoro"di Cgil e Arci Piacenza che si aprirà con un appuntamento speciale venerdì 7 al salone Nelson Mandela (via XXIV Maggio, 18 – Piacenza) quando Cisco Bellotti, storica voce dei Modena City Ramblers presenterà la prima nazionale di "Oh belli ciao! Ecco perché ho lasciato i Modena City Ramblers" con Carlo Albé voce narrante, Simone Corbellini alla tromba e lo stesso Cisco alla voce e alla chitarra. Tutti gli spettacoli presentati dal direttore artistico Luca Garlaschelli, dal segretario generale Cgil Piacenza Gianluca Zilocchi e da quello organizzativo Ivo Bussacchini sono ad ingresso gratuito.

"Musica al Lavoro investe sull'idea che i temi del lavoro si leghino in maniera molto stretta con il mondo della cultura e dello spettacolo – ha spiegato Zilocchi - anche il nuovo gruppo dirigente della Cgil di Piacenza ha deciso di investire su Musica al Lavoro in una fase nella quale la nostra organizzazione è impegnata in una forte mobilitazione per giustizia ed equità, questa è una delle mille sfaccettature che ci vede in campo".

"Nelle mille difficoltà quotidiane siamo in grado ancora una volta di aprirci alla società in un connubio tra arte, musica e cultura – ha aggiunto Bussacchini - Vogliamo parlare ai giovani e ai meno giovani per dire che nella società la cultura e la conoscenza sono tasselli fondamentali della democrazia".

Garlaschelli, jazzista di fama internazionale che cura il cartellone della rassegna. Ha spiegato come la vita non sia fatta "solo di lavoro o solo di cultura". "Il movimento operaio ci ha dato una lezione e una strada da seguire – ha detto - e proprio questa strada cerchiamo di seguire da undici edizioni di una rassegna che ha portato a Piacenza, in un salone Nelson Mandela dall'acustica splendida, personaggi come Bruno Lauzi, Moni Ovadia, Ascanio Celestini e altri: tutti felici di essere ospitati qui a Piacenza dalla Cgil". Le date scelte per le iniziative non sono casuali: il giorno della scomparsa di Fabrizio De Andrè, la giornata internazionale della memoria dell'Olocausto, la Festa della Donna, la Festa della Liberazione.

Il programma completo:

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito ed avranno inizio alle ore 21,30 presso il Salone Nelson Mandela della Camera del Lavoro di Piacenza via 24 maggio N.18 -

07/11/2014

Stefano "Cisco" Bellotti e Carlo Albè presentano "Oh belli Ciao!" ( ecco perché ho lasciato i Modena City Ramblers" )

Cisco : voce e chitarra
Simone Correllini: tromba
Carlo Albè : voce recitante

Cisco Bellotti nato in quel di Carpi il 29 luglio del 1968, è un cantautore di musica folk rock. Il soprannome Cisco deriva dalla sua passione per il calcio. Infatti, tutte le volte che da ragazzo giocava a pallone con gli amici, indossava una maglietta con la scritta San Francisco, via via usuratasi fino a lasciare solo le ultime cinque lettere, per l'appunto Cisco. Ha militato nei Modena City Ramblers dal 1992 fino al 2005, pubblicando nove album di inediti e vendendo circa un milione di copie, collezionando più di 1200 concerti tra Italia, Europa e America Latina. Ora è un apprezzato cantautore solista con alle spalle tre lavori inediti e due raccolte live. "Oh belli ciao!", è un divertente romanzo-biografia che ripercorre la sua esperienza nei Modena City Ramblers.
Carlo Albè nato a Busto Arsizio nel febbraio del 1981, è un lavoratore precario, ma soprattutto scrittore indipendente e giornalista free lance,. Nel dicembre del 2011 ha dato alle stampe il suo primo romanzo, intitolato "L'importante è non restare", con postfazione dell'amico Stefano "Cisco" Bellotti. Nel febbraio del 2013 pubblica il fortunato "Stabile Precariato" che promuove con un tour di ben cinquanta reading in un anno. Carlo legge ovunque. Nei pub, bar, circoli, biblioteche, scantinati e balere. Scrive racconti e inchieste di cronaca per la Provincia di Varese e la Provincia di Como.

15/01/2015

Nel segno di Faber. Concerto in omaggio a Fabrizio De Andrè - Musicisti, cantanti, attori renderanno omaggio al celeberrimo cantautore genovese alternandosi sul palcoscenico.

25/01/2015

Giornata della memoria - Concerto del gruppo Muzikobando special guest Gabriele Coen

MUZIKOBANDO lavora come laboratorio attento alla riscoperta di una tradizione musicale molto vasta; unisce generi diversi ed apparentemente lontani, in un percorso organico articolato nella forma del viaggio. L'ensemble propone musica popolare ebraica, armena, brani strumentali e canzoni in lingua Yiddish. L'intero programma si basa sul dialogo degli strumenti ad arco (violino e viola) con voce e fisarmonica.
Nel 2013 è stato presentato il primo album: Babil.Una personale idea della musica klezmer; una Babele di suoni e di lingue che cerca la propria riunificazione attorno al piacere dell'ascolto. Melodie dolci e suadenti lasciano spazio a suoni taglienti e gutturali.
MUZIKOBANDO è un ensemble formato da musicisti che apportano al gruppo le personali esperienze artistiche, frutto di collaborazioni che spaziano dalla musica antica al folk, dal melodramma alla musica leggera, ma anche dalla televisione agli studi di registrazione. Il gruppo ha partecipato ad importanti Festival, tra cui: Mantova Chamber Music Festival, Festival Musica Diffusa di Pontenure (Pc), Festival Internazionale violinistico di Salò, Stagione Concertistica del Centro Culturale Italo-Tedesco 'Goethe Zentrum' di Piacenza, Festival Folk di Savignano Irpino (Av), BAF – Bibiena Art Festival di Piacenza, Estri d'Estate (Parma), Rovigo, Cremona, Camogli, Torino, Mondovì.

GABRIELE COEN sassofonista, clarinettista e compositore è tra i massimi divulgatori in Europa della tradizione popolare ebraica e punto di riferimento importante per il Jazz contemporaneo. Fondatore e leader dei Klezroym, la più nota formazione italiana di musica klezmer con la quale è tra i massimi divulgatori in Europa della tradizione musicale popolare ebraica reinterpetata in chiave jazzistica. Parallelamente, Gabriele amplia la sua intensa attività didattica e divulgativa che vede uno dei suoi momenti più importanti nella pubblicazione del saggio "Musica errante. Tra folk e jazz: klezmer e canzone yiddish" edito nel 2009 da Stampa Alternativa.

06/03/2014

Giornata Internazionale della Donna - "Sebben che siamo donne". Giovanna Zucconi voce recitante - Enerbia accompagnamento musicale

Giovanna Zucconi: Giornalista, autrice e conduttrice di trasmissioni televisive e radiofoniche. Scrive di cultura su Stampa ed Espresso. Da qualche anno parla di libri all'interno della trasmissione Che tempo che fa di Fabio Fazio. 

Sempre per RaiTre, è stata autrice e conduttrice di Pickwick con Alessandro Baricco, e Gargantua. 
Ha lavorato per Radio3 e per Radio2 al programma Sumo (chiuso qualche mese fa), e a Diritto di replica, condotto su RaiSat (primissima coproduzione con il canale culturale europeo Arte)nonché a molte ore di diretta da festival italiani e stranieri.
Ha ideato e diretto per Feltrinelli "Effe", la rivista di libri a più ampia diffusione in Italia.

Enerbia:E' uno dei più importanti gruppi italiani attivi nel campo della musica tradizionale e antica e dedica il suo lavoro di ricerca principalmente alla valorizzazione del repertorio dell'Appennino nord-occidentale, tra i più interessanti di tutta la penisola italiana.
Il gruppo ha collaborato con personaggi come Ermanno Olmi nel film "I cento chiodi" con Giuseppe Bertolucci ed Edmondo Berselli nel documentario "Un paese chiamato Po" e con Paolo Rumitz nel libro "La leggenda dei monti naviganti".

27/04/2015

Ancora Bella Ciao - Lucilla Galeazzi voce e chitarra

Lucilla Galeazzi è una cantautrice italiana. Negli anni 70/80 comincia a cantare nell'ambito del folk revival con Giovanna Marini. A partire dagli anni novanta, si dedica con grande energia alla carriera di solista, realizzando sia dischi e progetti suoi, sia collaborazioni con musicisti di differente provenienza:esponenti importanti del jazz francese, come il chitarrista Claude Barthelemy, il violoncellista Vincent Courtois, il suonatore di basso tuba e serpentone Michel Godard e il compositore di musica e canzoni Philippe Eidel. Con i jazzisti italiani Gianluigi Trovesi, Eugenio Colombo, Giancarlo Schiaffini, Pino Minafra, Bruno Tommaso, Antonello Salis , Luigi Cinque ecc. ecc.. partecipa a numerosi progetti nazionali ed internazionali. Con Roberto De Simone a L'Opera di Napoli, collabora a 5 progetti di quest'ultimo e poi , nel 1989 fa una lunga tournée di 3 mesi nei grandi teatri francesi, con lo spettacolo "TANGO, MEMORIA DI BUENOS AIRES" insieme al Quarteto Cedron, Juan Josè Mosalini al bandoneon, Gustavo Beytelmann al pianoforte ed il grande violinista di tango Antonio Agri. Lucilla Galeazzi ha dedicato la sua vita alla musica tradizionale della sua terra, l'Umbria: Stornelli a saltarello, a malloppu, a recchia, canti epico-lirici, canti a mete, strambotti, canti a vatoccu ecc... Dal 1994 , da solista, ha creato i progetti: CUORE DI TERRA, LUNARIO, AMORE E ACCIAIO, STAGIONI, MAGGIO MAGGIO È CAPITANO,CORRETE SORELLE con il quartetto vocale Faraualla, CELESTE TESORO, ANCORA BELLA CIAO, IL NATALE DEI SEMPLICI , FESTA ITALIANA) e partecipato a progetti con altri musicisti popolari come Carlo Rizzo e Ambrogio Sparagna formando " IL TRILLO " ed anche con l'organettista Riccardo Tesi per uno spettacolo/CD omaggio alla grande ricercatrice/interprete toscana Caterina Bueno "Sopra i tetti di Firenze" . Ha inoltre interpretato brani di musica contemporanea come le Folk Songs di Luciano Berio e la Passio et Resurrexio di Sergio Rendine. Inoltre nel 2001 comincia la collaborazione con la tiorbista Christina Pluhar al progetto "LA TARANTELLA" con l' Ensemble "Arpeggiata" da lei creato e diretto.

(Fonte: Ufficio stampa CGIL Piacenza)

La mostra "Brain, il cervello. Istruzioni per l'uso" è stata pensata e realizzata dall'American Museum of Natural History di New York grazie a Ian Tattersall e Rob De Salle che hanno ripercorso il viaggio evolutivo del cervello e del sistema nervoso.

Piacenza, 4 novembre 2014 -

Da New York a Milano passando per Piacenza. Mercoledì 5 novembre a Vicolo del Pavone in via Giordano Bruno 6 sarà presentata la mostra "Brain, il cervello. Istruzioni per l'uso" da parte di Stefano Papi del Museo Civico di Storia Naturale di Milano. La mostra è stata pensata e realizzata dall'American Museum of Natural History di New York grazie a Ian Tattersall e Rob De Salle che hanno ripercorso il viaggio evolutivo del cervello e del sistema nervoso.

L'appuntamento aprirà il ciclo di lezioni "Idee per mantenersi in salute" del dottor Marco Pisani per l'Università dell'età libera "G. Malvermi". "Abbiamo pensato ad un doppio appuntamento- ha detto Pisani- il primo alle 15,30 destinato a tutti i docenti del territorio piacentino e un secondo alle 16,30 per il pubblico. Entrambi gli appuntamenti saranno ad ingresso gratuito".
Di cosa si parlerà nello specifico?
"La mostra illustra come funzionano il cervello, i sensi e il centro del linguaggio- ha detto Pisani- inoltre si parlerà dell'anatomia del cervello partendo dalle ultime acquisizioni scientifiche che sono state fatte in materia. Il cervello è oggi così costituito perché è il risultato di una evoluzione contorta e confusa che però conferisce all'uomo quella dose di creatività che lo contraddistingue dalle macchine".

Nel corso dell'incontro sarà data risposta ad alcuni quesiti di grande interesse sopratutto per i cittadini più anziani: come funziona il processo di invecchiamento del cervello? Come funziona la memoria di lungo periodo e quella di breve periodo?

Idee per mantenersi in salute proseguirà con altri 6 appuntamenti il mercoledì pomeriggio a Vicolo del Pavone dalle 16.30 alle 18,30 in cui si parlerà di malattie croniche, sessualità nella terza età, dipendenze, fragilità, controllo dello stress e nutrizione.

Ecco il calendario degli appuntamenti:
12 novembre: con il dottor Pietro Albini (psicologo-psicoterapeuta) si parlerà di "Fattori di rischio come causa delle malattie croniche".
19 novembre: con Patrizia Martinelli (psicologa-psicoterapeuta) si parlerà di "Sessualità: non è un paese per vecchi?"
26 novembre: con il dottor Antonio Mosti (direttore del Sert) si parlerà di "...Beh, da qualcosa bisognerà pure dipendere..."
3 dicembre: con il dottor Fabrizio Franchi (direttore di Geriatria e Lungodegenza) si parlerà di "La fragilità e l'aumento delle patologie croniche"
10 dicembre: con Gabriella Cerra (maestra di Yoga) e il dottor Pietro Albini si parlerà di "Tecniche di rilassamento e controllo dello stress"
17 dicembre: con il dottor Marco Pisani e il dottor Pietro Albini si parlerà di "La nutrizione nella prevenzione delle malattie croniche".

(Fonte: ufficio stampa Auser Piacenza)

Pubblicato in Dove andiamo? Piacenza

Anche quest'anno tornano gli appuntamenti con la programmazione cinematografica presentata gratuitamente ai pensionati, con le pellicole di maggior successo della stagione precedente -

Piacenza, 1 novembre 2014 -

Ogni anno, tra fine novembre e marzo, il Comune di Piacenza propone ai cittadini anziani una rassegna cinematografica con ingresso gratuito. Vengono proiettate, in genere ogni mercoledì pomeriggio per dodici settimane, le pellicole di maggior successo della stagione precedente, selezionate in base all'interesse che le tematiche affrontate possono suscitare in un pubblico maturo, ma consapevole e interessato.

La rassegna si tiene presso la Multisala Politeama di Piacenza che dispone di una sala con 700 posti a sedere nel centro di Piacenza. La facilità di accesso per chiunque, la gratuità delle proiezioni e, non ultima, la validità della scelta delle opere permettono ormai da anni un grande successo dell'iniziativa con sala costantemente esaurita.

La rassegna ha una notevole ricaduta di ordine sociale, riuscendo a raggiungere persone che avevano ormai perso l'abitudine al grande schermo e spesso colpite dall'isolamento. Oltre a essere un interessante momento ricreativo e culturale, questa iniziativa si configura quindi come una vera e propria attività di contrasto e prevenzione del senso di disagio e solitudine, particolarmente diffusi tra le persone anziane.

Si conferma in questo modo, la volontà di consolidare un indirizzo già ampiamente tracciato negli anni scorsi e che vede nel cittadino anziano un protagonista dell'offerta di intrattenimento e formazione promossa dal Comune di Piacenza.

Nell'ambito di una offerta multiforme di occasioni che desiderano rimettere l'anziano nella condizione centrale di piena cittadinanza e di possibilità di fruizione di intrattenimenti ai quali si è forse disabituato, mi pare giusto ricordare, dal punto di vista delle opportunità culturali e ricreative, insieme al consueto appuntamento annuale con una programmazione cinematografica presentata gratuitamente ai pensionati con una attenta ricerca di pellicole recenti o meno recenti, ma sempre significative, anche le numerose offerte turistiche estive ed invernali a prezzi accessibili, i frequentati corsi di attività motoria, iniziative mai svincolate dall'obiettivo di fondo che è sempre quello di mantenere il più possibile le persone anziane ad di fuori del circuito dell'assistenza, la cosiddetta prevenzione primaria.

Questa finalità deve essere sempre chiara a chi notasse un aspetto leggero, ludico di queste iniziative, temendo che vadano a scapito delle situazioni ben più gravi, certamente esistenti e ben presenti all'Amministrazione.

E' infatti convinzione del Comune di Piacenza che l'offerta di iniziative promozionali come questa, abbia la capacità di aprire a molte persone un mondo di conoscenze ed interessi da cui spesso si sono autoescluse.

In allegato scaricabile la locandina con la programmazione

(Fonte: Comune di Piacenza)

Le associazioni sportive ai uniscono per raccogliere fondi e sensibilizzare su malattie come il cancro alla prostata e la depressione. Una campagna che si preannuncia ricca di sorprese e di eventi. I capitani del rugby Rossi e Franchi: "A novembre tutti 
con i baffi, seguiteci e chiedeteci perché" -

Piacenza, 30 ottobre 2014 –

Lyons Rugby e Piacenza Rugby, Piacenza calcio e Pro Piacenza, Copra Elior e Rebecchi Nordmeccanica volley. Mettere da parte le rivalità nello sport vi sembra cosa da poco? Movember Piacenza è anche questo. "E adesso tutti coi baffi. E chiedeteci perché li portiamo". E' un appello alla partecipazione quello affidato dagli sportivi ai capitani del Piacenza rugby e del rugby Lions Giovanni Franchi e Matteo Rossi. A margine della conferenza stampa nella sala del Consiglio Comunale di Piacenza per la presentazione del museo internazionale del Rugby che aprirà i battenti oggi, giovedì 30 alle 11 presso il salone di palazzo Gotico, alcune delle realtà che hanno portato a Piacenza "Movember" hanno presentato il fitto cartellone di iniziative.

"Movember – è stato spiegato - è un'organizzazione di beneficenza indipendente e globale che si prefigge di lasciare un segno sul volto della salute maschile. Ogni anno diventa responsabile dello spuntare di simpatici baffi sulla faccia di milioni di uomini in tutto il mondo. Con i loro "mo" (dall'inglese moustache, baffi appunto) queste persone si impegnano nella raccolta fondi e nella sensibilizzazione delle tematiche legate al cancro alla prostata, ai testicoli senza dimenticare la depressione: argomenti purtroppo spesso trascurati dalla popolazione maschile".

Così, dopo i successi delle campagne 2011, 2012 e quella dell'anno scorso a Piacenza, quando si superò il muro dei 7.000 euro di fondi raccolti, ecco "Movember 2014. Tante le novità in programma per una campagna che si preannuncia ricca di sorprese e ancor più interattiva ed itinerante sul territorio, grazie al coinvolgimento dei più importanti locali cittadini che ospiteranno vari eventi ed iniziative benefiche. La "carovana Movember Piacenza" sarà presente in tutti i luoghi di sport delle società che hanno aderito: gli sportivi indosseranno le magliette pre-gara per sensibilizzare al problema. Il tumore della prostata, infatti, è uno dei tumori più diffusi nella popolazione maschile e rappresenta circa il 15 per cento di tutti i tumori diagnosticati nell'uomo: le stime, relative all'anno 2012, parlano di 36.300 nuovi casi l'anno in Italia, ma si può intervenire in tempo. Lo dimostrano i dati relativi al numero di persone ancora vive dopo cinque anni dalla diagnosi - in media oltre il 70% - una percentuale tra le più elevate tra i tumori.

http:mobro.co/movemberpiacenza

https://www.facebook.com/piacenzamovember

CALENDARIO EVENTI Movember 2014 Piacenza

Domenica 2 novembre "Terzo Tempo" @Baciccia (via Dionigi Carli, Piacenza)
Dalle ore 19,00 il primo "MO" party con un gran torneo di tiro alla fune baffuto. Rocksteady e reggae mood spinti dalle lacche di sunwise.

Venerdì 7 novembre "Barber Shop" @Luppoleria (giardini Merluzzo-viaAlberoni, Piacenza)
Dalle ore 21,30 In collaborazione con "la barbiera" Elena Meli, per darsi una sistemata al baffo and drink and moore.

Venerdì 14 novembre – Sweet Mo Cupcakes @Akumal café (via Sidoli, Piacenza)
Dalle ore 19,00 Cupcakes con baffi saranno i protagonisti di una dolce serata. Dalle 23.00 direttamente da Radio Inn Dj Alession Mazzari

Sabato 15 novembre - Man Vs Food @Caffé Italia (Piazza Rivergaro)
Dalle ore 21,00 dimostra che sei un vero uomo partecipando alla battaglia piccante più pericolosa della Val Trebbia.

Venerdì 21 novembre Ridi sotto i baffi @L'Altro Village (SS45, Quarto)
Dalle ore 20,00 apericena a base dei migliori vini piacentini del Poggiarello, cantine Romagnoli e Perini con prelibatezze da gustare. Nel corso della serata la comicità salirà in cattedra con un ospite a sorpresa tutto da scoprire. Gadget e abbigliamento sportivo saranno estratti a sorte tra i più generosi, perché movember è solidarietà.

EVENTO SPECIALE - Sabato 22 novembre – Gioca col campione @piazza Cavalli
Alle opre 16,00 è il momento di scendere in campo, gli sportivi piacentini ci mettono la faccia e sono pronti a competere in una grande gara di solidarietà. Anche tu potrai partecipare alla competizione con un'offerta a movember per sfidare i tuoi beniamini in gare di abilità che coinvolgono tutti gli sport: palle tonde, ovali, reti e canestri. Tutti convocati!

Sabato 22 novembre Arm Vintage Wrestling @Irish Pub (via San Siro)
Dalle ore 18,30 Irish Pub si trasforma in una taverna anni '30. Gara di braccio di ferro con pseudonimi da wrestler, iscrizione anticipata, stampa magliette in diretta con la partecipazione di "wild skateboards". Alla consolle il sempre verde Don Franco con le sue hit.

EVENTO SPECIALE Sabato 29 novembre – Mo Galà @Temple Pub (via X Giugno)
Dopo aver passato il mese di novembre a pettinare e coltivare i propri mustacchi, a diffondere il verbo di movember e a contribuire attivamente alla campagna attraverso la donazione è giunto il momento di celebrare il principe del mese, il baffo, dall'Australia al Regno Unito, il famigerato "Movember Galà Party" è giunto anche a Piacenza. Scegli un abbigliamento estroso, adatto al look dei baffi e competi nelle categorie più bizzarre.

(Fonte: Ufficio stampa Movember Piacenza)

Pubblicato in Dove andiamo? Piacenza

Grandi manovre in preparazione dell'Expo 2015. L'eccellenza gastronomica piacentina si organizza per accogliere al meglio gli ospiti di Expo 2015. Lunedi si poserà la prima pietra del Museo Nazionale dell'Agricoltura.

di Lamberto Colla - Piacenza 11 Ottobre 2014 --
Prove generali per Expo 2015. Piacenza fa sistema e si prepara a dare il meglio per ospitare e lasciare un "buon ricordo" a coloro i quali che da EXPO 2015 saranno calamitati verso la seconda città, dopo Torino e prima di Cremona, toccata direttamente dal Grande Fiume nel suo percorso di 652 km che dal Piemonte scende verso l'adriatico.

Parenti Palombi Giorgi rid rid Gde

Il Po, come peraltro la maggior parte dei fiumi, é stato culla di civiltà importanti dalle quali è nata la cultura gastronomica italiana capace di affermarsi localmente e, sin dal medioevo, di essere esportata oltre i confini cittadini come ha ben spiegato Massimo Montanari docente di Storia medievale dell'Università di Bologna. "La storia della cucina italiana è la storia di città che si scambiano i prodotti - sottolinea il professor Montanari". E' da quella enorme famiglia di prodotti fermentati che si è sviluppata la cultura gastronomica mediterranea. Quella capacità, come osserva lo storico, delle popolazioni italiche di riuscire a governare le fermentazioni e trasformare gli elementi semplici in pane, vino, formaggi e salumi, aggiungendo due valori come il "sapore" e la "conservabilità". Due elementi che hanno consentito di esportare il "piacere", sin dall'epoca medievale, a vantaggio delle economie locali.

massimo montanari2 rid rid

"La storia della cucina italiana è la storia di città che si scambiano prodotti tra i territori, sottolinea Montanari, anche con fenomeni di marketing politico. Ci sono testimonianze che ricordano come il Cardinale Alberoni facesse marketing politico portando con sé le coppe Piacentine". Il fatto che i "signori" portassero i prodotti di eccellenza fuori dalle mura non solo faceva bene agli aristocratici ma anche ai prodotti e conseguentemente al territorio. "Faceva bene anche all'economia del territorio. In questo meccanismo di circolazione dei prodotti, conclude il professore, il prodotto locale non era più locale" e da questa tradizione nacque la necessità di identificare la provenienza di ogni singolo prodotto.

Il Premio "Coppa d'Oro", giunto all'ottava edizione, istituito e promosso dalla Camera di Commercio di Piacenza, in collaborazione con il Consorzio Salumi Tipici Piacentini, per sostenere i concetti di qualità e di eccellenza piacentina in tutto il mondo, dà il via a una tre giorni che dallo scorso anno riunisce il premio Coppa d'Oro e il Gutturnio Festival, nel cuore della città e sotto l'insegna "Mi Piace Tipico".

Patron e ideatore del premio sin dalle origini è il presidente della Camera di commercio, Giuseppe Parenti, il quale introducendo i lavori del convegno, moderato dalla splendida e brava giornalista RAI Camilla Natta, ha anticipato il progetto di creazione del Museo Nazionale dell'Agricoltura, che verrà probabilmente posto nei locali di Stradone Farnese. "Lunedi prossimo alle 15,00, comunica l'ingegner Parenti, faremo il sopralluogo per visitare i locali che ospiteranno il Museo Nazionale dell'Agricoltura. Probabilmente non saremo pronti per l'Expo ma sarà disponibile per i prossimi secoli".

Natta Camilla rid 7x4

Al convegno "La scelta della qualità", moderato da Camilla Natta, hanno dato il loro contributo, oltre al professor Massimo Montanari, Oscar Farinetti imprenditore illuminato e presidente di Eataly, Nicola Levoni vice-presidente dell'ISVI Istituto Valorizzazione Salumi Italiani, Andrea Sinigaglia direttore generale di ALMA la Scuola internazionale di cucina italiana e Andrea Grignaffini enogastronomo e giornalista allievo di Luigi Veronelli.
Per Nicola Levoni, già presidente dell'ISVI dal 2006 al 2012, la qualità si deve fare e mantenere ma deve anche essere tutelata e vigilata anche, all'estero.
Il direttore di ALMA, Andrea Sinigaglia, si sofferma sui disciplinari di qualità le cui norme non devono essere intese come vincoli bensì come piano di regole entro le quali operare. Sono lo spazio entro cui muoversi, gli fa eco Massimo Montanari, "senza regole c'è solo il caos".
A Andrea Grignaffini il compito di informare come poter illustrare la qualità di pietanze e prodotti stando dall'altra parte del tubo catodico. "E' il dettaglio che illustro e che rende distintivo quel particolare prodotto". L'occasione di una platea così autorevole spinge Grignaffini, allievo di Luigi Veronelli a ricordarlo, nel decimo della sua scomparsa il prossimo 29 novembre, invitando a commemorare una delle figure centrali nella valorizzazione e nella diffusione del patrimonio eno-gastronomico italiano o a Vinitaly o ancor meglio al prossimo Expo 2015.

parenti farinetti3 rid rid

Presentato dal professor Daniele Fornari, docente dell'Università Cattolica di Piacenza, come "imprenditore positivo" poiché ha continuato a investire anche in tempo di crisi creando lavoro per molti giovani, Oscar Farinetti punta l'accento invece sull'ottimismo. "Ottimismo, vuol dire essere al di là di ogni situazione politica, sociale e economica. Se pensi da ottimista pensi alle soluzioni dei problemi, se pensi da pessimista credi che le cose non si possono risolvere e passi il tempo a lamentarti che è uno sport nazionale molto diffuso. Ripeto ottimismo non vuol dire pensare che tutto vada bene, però si sà che le cose si possono risolvere".

Come tradizione vuole, ogni anno, viene assegnato il "Premio Coppa d'Oro" a personaggi che si sono distinti per aver ben rappresentato Piacenza e nell'ottava edizione, questo prestigioso riconoscimento, è stato assegnato a Domenico Giorgi, piacentino e Ambasciatore d'Italia in Giappone, a Oscar Farinetti, unico non piacentino premiato, patron di Eataly, reduce dalla recentissima inaugurazione dello store alla Cavallerizza che si è dimostrato sempre entusiasta dei salumi e delle eccellenze eno-gastronomiche piacentine.
Infine il premio ad un' altra eccellenza di casa, la pallavolo sia maschile che femminile, con un riconoscimento alle due squadre cittadine, Nordmeccanica Rebecchi Volley e Copra Ardelia Volley, due testimoni dello sport locale, ad alti livelli, che hanno riportato agli onori della cronaca italiana e mondiale la pallavolo piacentina.
A consegnare i premi oltre ai relatori del convegno ha partecipato anche la Prefetta di Piacenza Anna Palombi, Il sindaco Paolo Dosi e il Presidente della Provincia Massimo Trespidi che ha colto l'occasione per ringraziare tutti per il sostegno ricevuto durante il suo mandato da amministratore. Presenti anche i comandanti dell'Arma e della Finanza e ovviamente i presidenti dei Consorzi dei Vini e dei Salumi e molte personalità del sistema economico locale.

Volley maschile1 rid rid

Sponsor volley femminile
______________________________________
Ed ora campo libero alla manifestazione già a a partire da oggi 11 ottobre, con Matteo Anselmi e Sonia Castellani che assieme agli studenti della Scuola Alberghiera proporranno i Tortelli con la coda rivisitati con Coppa Piacentina DOP e Gutturnio.
Alle 18 ci sarà Claudio Cesena del Relais Cascina Scottina, con la Coppa leggermente affumicata con funghi finferli composta di pere e riduzione al Gutturnio.
Domenica 11 ottobre alle 12,30 sarà la volta di Filippo Chiappini Dattilo de l'Antica Osteria del Teatro con il Piatto segreto dello Chef. Per concludere, sempre domenica 12 ottobre, alle 18, Ettore Ferri de La Colonna proporrà i suoi Panzerotti di coppa gratinati con cialda di Coppa piacentina DOP.
Gli chef realizzeranno ed illustreranno i loro piatti che sarà possibile degustare, insieme ad una selezione di salumi piacentini DOP e un vino abbinato dal sommelier, acquistando il biglietto al costo di 12 euro.
I posti sono limitati e per questo è necessario prenotarsi visitando il sito www.gutturniofestival.it e seguendo le istruzioni presenti nella sezione showcooking.

Pubblicato in Agroalimentare Piacenza

Dal 14 al 19 Ottobre, Piacenza viaggia e ti fa viaggiare. Musica, dibattiti, sfilate di moda, cibo, immagini e racconti per scoprire gli intrecci con il resto del mondo -

Piacenza, 11 ottobre 2014 -

Dopo l'anteprima di Luglio, il Festival Radici si presenta con un programma ricco, tra atmosfere sognanti, musiche popolari e le culture del Sud del mondo. Spazio a musica, spettacoli, racconti di viaggio e degustazioni di cucina etnica: dalla performance del cantautore Lorenzo Monguzzi, reduce dalla turnè nei teatri italiani al fianco di Marco Paolini e pronto a presentare il suo ultimo lavoro "Portavèrta", all'attualissimo spettacolo teatrale POP ECONOMIX incentrato sulle origini e sui retroscena della crisi economica, passando attraverso le testimonianze dei 15 piacentini del progetto "In Viaggio con Erodoto/Kamlalaf" che con foto e racconti ci accompagneranno nei loro viaggi in Guatemala, Senegal ed Uganda, introdotti dal giornalista di Radio Popolare, Raffaele Masto. E ancora cene e cibo dal mondo a cura dell'assortito gruppo di cuochi del collettivo "Il Mulo", la sfilata di moda con le produzioni della stilista burkinabè e la sua collezione "Ara Couture", e le proposte di viaggi solidali e scambio culturale in Armenia, nate dall'esperto ed amante di culture mediorientali Federico Alpi.

RADICI, FESTIVAL SUD DEL MONDO, nasce dall'iniziativa di un nutrito gruppo di giovani che in questi anni ha viaggiato e vissuto all'estero, con l'obiettivo di portare a Piacenza la cultura, l'arte ed il pensiero di Paesi e popoli del Sud del mondo, troppo spesso raccontati solo in occasioni di catastrofi naturali ed emergenze umanitarie.

Di seguito il programma giorno per giorno:

MARTEDI' 14/10. Ore 21. Auditorium "Il Samaritano" (via Giordani 12, PC): 
POP ECONOMIX.
Uno spettacolo teatrale che racconta in modo ironico e divertente la crisi globale che ci ha investito, le prospettive, le (anche nostre) responsabilità 
www.popeconomix.org  ingresso libero

. MERCOLEDI' 15/10. Ore 20. Cucina della Coop. La Magnana (strada Magnana 20, PC)
 CENA MULTICULTURALE a cura di collettivo "Il Mulo"
. Materie prime biologiche e a km 0 si trasformano in specialità di Iran, Senegal ed Asia centrale. Cucinati da cuochi internazionali. (prenotazioni a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure cell. 3494563456) www.progettoilmulo.blogspot.it/p/il-progetto.html 



VENERDI' 17/10. Ore 21. Auditorium Sant'Ilario (via Garibaldi 17, PC)
IL BELLO DELLE DONNE. Sfilata di moda africana con le creazioni di Ara couture, accompagnata dalla voce della cantante mozambicana DYVA, e ristorata dalla pasticceria mediterranea della nostra amica K. e delle donne senegalesi dell'associazione Associazione Diaspora Yoff Di Piacenza
ingresso libero

.

SABATO 18/10. Ore 15.30. Sala dei Teatini (via Scalabrini 9, PC) 
IN VIAGGIO CON ERODOTO/KAMLALF
i racconti, le testimonianze, le foto dei giovani che hanno partecipato all'omonimo progetto ed hanno conosciuto da vicino le realtà sociali di GUATEMALA, SENEGAL ed UGANDA.
 Introduce RAFFAELE MASTO, inviato di RadioPopolare per il continente africano, e autore del blog BUONGIORNO AFRICA
 www.buongiornoafrica.it. 

Ore 21.

LORENZO MONGUZZI in concerto. 
Accompagnato dal violoncello di Daniela Savoldi, il cantautore lombardo presenta il suo album solista Portavèrta. 
www.lorenzomonguzzi.it 
ingresso libero.

DOMENICA 19/10. Ore 15. Auditorium Sant'Ilario (via Garibaldi 17, PC) 
UN MONDO DI TRADIZIONI.
 Laboratorio di cosmesi naturale con prodotti dal mondo;
angolo dedicato allo scambio di sapere:
artigianato dal mondo, con le opere raccolte dal viaggiatore Carlo Noci

VIAGGI di CONOSCENZA in ARMENIA.
 Federico Alpi viaggiatore e studioso di lingua e cultura armena, ci porta in viaggio verso quelle terre sconosciute: 
con racconti, foto, e con una proposta concreta per un viaggio di conoscenza e scambio culturale da svolgersi nell'estate 2015.

Nel corso del Festival sarà lanciato e promosso un concorso di video e reportage di viaggio rivolto a tutto il territorio nazionale, che vedrà coinvolti nella giuria anche studenti delle scuole superiori di Piacenza. In primavera 2015 le migliori proiezioni e la consegna dei premi.
E ancora: una mappatura di tutte le associazioni della provincia di Piacenza che operano all'estero, per far emergere i rapporti tra la nostra città ed il Mondo.

"La vera cultura è mettere radici e sradicarsi. Mettere radici nel più profondo della terra natia. Nella sua eredità spirituale. Ma è anche sradicarsi e cioè aprirsi alla pioggia e al sole, ai fecondi rapporti delle civiltà straniere... ". (Leopold Sedar Senghor, poeta e primo presidente della repubblica del Senegal)

Il festival è sostenuto da Regione Emilia Romagna, con la collaborazione di Comune di Piacenza e Svep.

(Fonte: Comune di Piacenza)

Pagina 9 di 10