Visualizza articoli per tag: Comune di Reggio Emilia

Martedì, 04 Luglio 2017 10:29

La 36° edizione dei tornei di basket Gnaker

I tornei di basket Gnaker nel centro storico di Reggio Emilia, e per la precisione nella riqualificata piazza della Vittoria, loro sede storica: la 36°edizione sino al 28 luglio.

Gli Gnaker fanno sul serio: sport alla grande e beneficenza con slancio, da sempre il primo obiettivo del movimento. Quest'anno tutti i proventi delle 20 serate di gioco saranno devoluti al reparto di Chirurgia a indirizzo oncologico dell'Ospedale Santa Maria Nuova.

"Voglio dare il bentornato a casa ai Gnaker – dice il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi - Piazza della Vittoria è la sede nella quale ci siamo abituati a seguire queste appassionanti partite di basket e siamo molto felici che siano di nuovo in centro storico. Grazie al presidente della Fondazione dello Sport Leopoldo Melli che si è adoperato in tal senso, agli organizzatori e a tutti coloro i quali si sono mossi in questa direzione. Coi Gnaker, piazza della Vittoria tornerà a vivere e a respirare sport nelle sere d'estate, ma ci sarà anche l'occasione per alcuni appuntamenti di grande valore culturale e formativo, confrontandoci con alcuni protagonisti del grande basket professionistico".

Anche quest'anno i tornei offriranno alla città una manifestazione in grado di animare le serate di luglio in centro storico con un'ampia partecipazione delle diverse categorie di giocatori, all'insegna dell'amicizia e del divertimento in chiave agonistica.
Ci saranno i tornei Gnaker senior (7, 11, 13, 14, 18, 24 , 25, 28 luglio), con il meglio del basket amatoriale, la 27esima edizione del Memorial Cavalca (3,4, 5, 10 luglio), per atleti tesserati alle società partecipanti ai campionati nazionali B, C e D; il secondo Triangolare Interforze (6 luglio), che coinvolge le rappresentanze sportive di Carabinieri, Polizia municipale e Polizia di Stato. Ci saranno la decima Coppa under 14 (20 e 26 luglio), il 19esimo Gnaker Junior Under 18, con una selezione dei migliori giocatori della categoria (21, 24, 25 e 27 luglio), il 13esimo Grand Prix del Minibasket (22 luglio) e il Basket integrato (27 luglio), nuovo sport pensato per permettere a giovani normodotati e giovani disabili di giocare nella stessa squadra composta sia da ragazzi che da ragazze.
Saranno 400 i giocatori coinvolti, 24 gli allenatori e 30 gli arbitri e gli ufficiali di gara forniti dalla Federazione italiana Pallacanestro, per 34 partite di pallacanestro.

Il programma delle serate si concluderà venerdì 28 luglio con la finale del Gnaker senior e le premiazioni alla cena Gnaker, in programma ai Chiostri della Ghiara.
Tra gli eventi da segnalare, lunedì 17 luglio, nell'ambito del programma di Restate 2017, l'incontro intervista 'Riflessioni a tempo di sport. Basket, il coraggio di osare', a cura di Fondazione per lo sport del Comune di Reggio Emilia in collaborazione con la Fondazione Palazzo Magnani. Per l'occasione il giornalista sportivo Lorenzo Dallari intervisterà due figure di primo piano del basket: Dan Peterson (allenatore, giornalista, telecronista sportivo, membro dell'Italia Basket Hall of Fame da 40 anni testimonial ed emblema del Basket Italiano) e Nicolò Melli (31 presenze in nazionale, protagonista del campionato tedesco e campione di Germania con la formazione del Bamberg nei campionati 2016/ 2017). L'incontro avrà inizio alle ore 21.15 in piazza della Vittoria.
Il campo da gioco e le tribune per i tornei Gnaker sono messi a disposizione gratuitamente dalle aziende Waterproofing e It Sport.

(Fonte: Comune Reggio Emilia)

Tappa del Giro d'Italia a Reggio Emilia: importanti modifiche alla viabilità giovedì 18 maggio e partenza il giorno dopo, venerdì 19 maggio.

Reggio Emilia, 17 maggio 2017

In occasione del passaggio in città del Giro d'Italia - che farà tappa a Reggio con arrivo in volata in viale Piave-viale Isonzo giovedì 18 maggio e partenza il giorno dopo, venerdì 19 maggio, da piazza Prampolini-Vittoria - la mobilità cittadina subirà importanti modifiche alla viabilità.

Di seguito i provvedimenti che riguardano il territorio del comune di Reggio Emilia. Si consiglia di consultare anche i siti dei comuni limitrofi interessati dal tragitto del Giro - Bibbiano - Cavriago - Rubiera - Sant'Ilario.

Giovedì 18 maggio dalle ore 00.00

La corsa arriva da Rubiera percorrendo la via Emilia da via Bacone, via Pasteur, via Amendola, via Emilia Ospizio, Piazzale Tricolore, viale Piave, viale Isonzo fino all'arrivo (previsto tra le 17 e le 17.30) posto tra viale Regina Elena e via Trento Trieste.

In particolare saranno chiusi:

viale Isonzo dalle ore 5.00 alle ore 22.00 da via Makallè a piazza Duca D'Aosta (rotonda di Santo Stefano)
viale Piave dalle 14.30 alle 18.00
via Emilia (da Rubiera a piazza Tricolore) dalle ore 14.30 alle ore 18.00 - Durante questo periodo non sarà possibile attraversare la via neanche a piedi.
parcheggio ex-foro Boario
parcheggio Zucchi
Tangenziale: dalle ore 14.30 saranno chiusi gli svincoli di immissione 2 e 3 verso Modena. Per i veicoli provenienti da Parma con direzione Modena sarà obbligatoria l'uscita n. 2 (direzione Correggio, Campogalliano, Rubiera)

Come muoversi in città

Passare dalla zona nord alla zona sud della città e viceversa
Per passare dalla zona nord alla zona sud della città utilizzare le tangenziali, viale del Partigiano e via Inghilterra/via Hiroshima

Raggiungere Modena
Per raggiungere Modena si consiglia di utilizzare l'autostrada
Stazioni ferroviarie
- Alta Velocità: utilizzare gli assi via del Partigiano e via Inghilterra/via Hiroshima/tangenziale
- Stazione centrale: si consiglia di raggiungere la stazione da Piazzale Europa. L'arrivo da viale IV Novembre sarà bloccato dalle 14 alle 18.
Piscina e impianti di Via Melato
Gli impianti sono raggiungibili da via del Partigiano e via Terrachini
Ambulatori e ospedale
- Ambulatorio di via Monte San Michele: raggiungibile da via Matteotti.
- Ospedale Santa Maria Nuova e camera mortuaria: portarsi in zona sud della città utilizzando via del Partigiano o via Inghilterra/via Hiroshima poi via Benedetto Croce
- Via Amendola: raggiungibile fino alle 14 e dopo le 18. Dalle 14 alle 18 tutti gli accessi (passi carrai compresi) alla via Emilia sono bloccati
- Villa Salus: raggiungibile da viale Timavo
Scuole
- Polo di via Makallè: raggiungibile da via Cisalpina solo per accompagnamento studenti. Il transito di via Makallè sarà bloccato all'altezza del sottopasso e deviato su via Sforza e via Regina Margherita alla chiusura di viale Piave..
- Via Franchetti: raggiungibile in auto da via Emilia Santo Stefano.
- Cà Bianca: raggiungibile solo da via Gattalupa.

Parcheggi

Divieto di sosta con rimozione
Dalle ore 01.00 alle ore 22.00 del 18 maggio 2017 su :
- via f.lli Manfredi (parcheggio ex-foro Boario) ;
- via Cagni ;
- via Regina Elena, nel tratto da v.le Isonzo a via Toselli ;

Dalle ore 08.00 del 18/05/2017 alle ore 19.00 del 19/05/2017 su:
- via Spallanzani;
- piazza Vallisneri su 5 posti auto individuati da segnaletica in loco riservati al catering;
- nr. 2 stalli di sosta di via Fornaciari tra via Belfiore e via Del Cristo;

Dalle ore 00.00 alle ore 24.00 del 18/05/2017 su:
- controviale Timavo da piazza Duca D'Aosta a via del Portone;
- via Dei Servi e piazzetta dei Servi;
- via Guasco;

Dalle ore 00.00 alle ore 18.00 del 18 maggio 2017 su :
- via Pasteur , nel tratto tra via Pascarella e via Zolà ;
- via Emilia Ospizio, nel tratto dal civico 10 al civico 24;
- viale Piave, lato onda verde, da viale IV Novembre a via Makallè;

Parcheggio Zucchi
Il parcheggio sarà chiuso. dalle ore 19.00 del 17 maggio alle ore 16.00 del 19 maggio

Parcheggi aperti
Rimarranno aperti i parcheggi:
Polveriera - raggiungibile da viale Olimpia
via Cecati - raggiungibile da via Inghilterra
Parcheggio del Volo
piazzale Funakoshi - raggiungibile solo da via Gattalupa
parcheggio Conad Le Querce

Divieto di circolazione
Dalle ore 05.00 alle ore 22.00 del 18/05/2017 su:
- viale Isonzo da via Makallè a via Filzi escluse in onda verde;
- da p.zzale Duca D'Aosta a via Makallè escluse, in onda verde;

Dalle ore 14.30 alle ore 18.00 del 18/05/2017, e comunque fino al passaggio dell' autoveicolo della Polizia Stradale di fine corsa con bandiera rossa, che sancisce il termine della manifestazione su:
- via Bocconi da svincolo S.S.9 a via L. Pasteur ed accessi laterali;
- rotatoria di congiunzione di via Bocconi-via L.Pasteur – via Mons.Cocconcelli (sp114);
- via L.Pasteur;
- viale Amendola;
- rotatoria via Amendola-via Curie;
- via Emilia Ospizio;
- piazza del Tricolore con accesso consentito dall'onda verde in via Monte San Michele e V.le Montegrappa;
- viale Piave;
Inoltre:
- Saranno chiusi anche tutti i passi carrai e le uscite dai parcheggi che si adducono ai sopracitati tratti stradali
- Su tutte le strade laterali che si adducono ai sopracitati tratti stradali e via Emilia dal confine comunale con Rubiera a svincolo con tangenziale Nord (san Maurizio) come conseguenza delle chiusure verranno istituiti doppi sensi di circolazione.

Dalle ore 15.00 del 18/05/2017 alle ore 19.00 del 19/05/2017 su:
- piazza C. Prampolini;
- via Corridoni ;
- piazza Martiri del 7 luglio ;
- piazza San Prospero;

Dalle ore 05.00 del 18/05/2017 alle ore 13.00 del 19/05/2017: su via Teggi all'altezza di via A.Volta, in prossimità del "chilometro Zero" della tredicesima tappa, si potranno verificare brevi modifiche alla circolazione per un intervallo di trenta minuti , con restringimenti della sede stradale, possibili sensi unici alternati regolati con movieri, brevi interruzioni alla circolazione.

Trasporto pubblico

Per tutte le informazioni inerenti le modifiche alle linee urbane ed extraurbane consultare il sito web di SETA.
I servizi scuolabus, il trasporto anziani e quello disabili saranno soggetti a possibili ritardi dovuti alle interruzioni delle strade.
In considerazione del prevedibile aumento dei tempi di percorrenza, le tariffe forfettarie Taxi, nella giornata di giovedì 18 maggio, saranno sospese e, pertanto, la tariffazione avverrà solo mediante tassametro.

Venerdì 19 maggio fino alle ore 15 circa

Partenza del giro prevista alle ore 13.20.
La carovana del giro parte, con una lenta sfilata, da via Farini procedendo da piazzale Roversi, corso Garibaldi, via Emilia Santo Stefano, viale Timavo, via Magenta, via Gorizia.
La vera e propria partenza della gara (km 0) sarà all'inizio di via Teggi.

In particolare saranno chiusi:

Via Teggi dalla rotonda di via Fratelli Bandiera verso Cavriago dalle ore 11.30 alle 14.00
Parcheggio Zucchi

Come muoversi in città
Per raggiungere Reggio da Cavriago e viceversa, utilizzare la via Emilia (Cortetegge) o in alternativa Montecavolo/Rivalta
Per andare a Parma si consiglia di utilizzare l'autostrada

Parcheggi
Divieto di sosta con rimozione
Dalle ore 08.00 del 18/05/2017 alle ore 19.00 del 19/05/2017 su:
- via Spallanzani;
- piazza Vallisneri su 5 posti auto individuati da segnaletica in loco riservati al catering;
- nr. 2 stalli di sosta di via Fornaciari tra via Belfiore e via Del Cristo;

Dalle ore 01.00 alle ore 15.00 del 19/05/2017 su:
- via Emilia Santo Stefano da p.zza Duca d'Aosta a via Mazzini;
- corso Garibaldi;
- via L. Nobili;

Dalle ore 01.00 alle ore 15.30 del 19/05/2017 su:
- tutta piazza Vallisneri;

Parcheggio Zucchi
Il parcheggio sarà chiuso. dalle ore 19.00 del 17 maggio alle ore 16.00 del 19 maggio

Parcheggi aperti
Rimarranno aperti i parcheggi:
Polveriera - raggiungibile da viale Olimpia
via Cecati - raggiungibile da via Inghilterra
Parcheggio del Volo
piazzale Funakoshi - raggiungibile solo da via Gattalupa
parcheggio Conad Le Querce
In via Farini saranno rimosse le rastrelliere delle biciclette.

Divieto di circolazione
Dalle ore 15.00 del 18/05/2017 alle ore 19.00 del 19/05/2017 su:
- piazza C. Prampolini;
- via Corridoni ;
- piazza Martiri del 7 luglio ;
- piazza San Prospero;

Dalle ore 11.00 alle ore 13.00 del 19/05/2017 su:
- via Emilia Santo Stefano da p.zza Del Monte a p.zza Duca D'Aosta;

Dalle ore 13.00 alle ore 14.00 del 19/05/2017, e comunque fino al passaggio dell'autoveicolo della Polizia Stradale con bandiera rossa, che sancisce il termine della manifestazione su:
- via Farini;
- Piazza Roversi;
- corso Garibaldi;
- via Emilia Santo Stefano da p.zza Duca d'Aosta a p.zza Gioberti;
- rotatoria viale Isonzo-via Emilia all'Angelo-viale Timavo-via Emilia Santo Stefano;
- viale Timavo , nel tratto tra via Emilia all'Angelo e viale Magenta;
- viale Magenta;
- via Gorizia;
- rotatorie tra le intersezione di viale Chopin-via Gorizia e via Inghilterra, nonchè il tratto stradale che congiunge le 2 rotatorie;
- via Teggi (tratto competenza comunale);
Inoltre:
- Saranno chiusi anche tutti i passi carrai e le uscite dai parcheggi che si adducono ai sopracitati tratti stradali
- Su tutte le strade laterali ai sopracitati tratti stradali e SP 28 da via A.Volta al confine comunale con Cavriago come conseguenza delle chiusure verranno istituiti doppi sensi di circolazione.

Dalle ore 05.00 del 18/05/2017 alle ore 13.00 del 19/05/2017: su via Teggi all'altezza di via A.Volta, in prossimità del "chilometro Zero" della tredicesima tappa, si potranno verificare brevi modifiche alla circolazione per un intervallo di trenta minuti, con restringimenti della sede stradale, possibili sensi unici alternati regolati con movieri, brevi interruzioni alla circolazione.

Trasporto pubblico
Per tutte le informazioni inerenti le modifiche alle linee urbane ed extraurbane consultare il sito web di SETA.

Altre Informazioni per le giornate 17/18/19

Parcheggio Zucchi: dalle ore 19.00 del 17 maggio alle ore 16.00 del 19 maggio il parcheggio sarà chiuso.
Mercati: tutti i mercati saranno chiusi giovedì 18 e venerdì 19 maggio
La Fondazione per lo sport ha disposto la chiusura dei seguenti impianti sportivi:
Palazzo dello sport Giulio Bigi (compresa la palestra seminterrata): chiuso perchè dedicato ad ospitare il Quartiertappa;
Palestra Fermi: chiusa in orario extrascolastico;
Palestra Leonardo Da Vinci: chiusa in orario extrascolastico;
Palestra Pascoli: chiusa in orario extrascolastico;
Palestra Pasubio: chiusa in orario extrascolastico;
Palestra San Maurizio: chiusa in orario extrascolastico fino alle ore 18;
In tutte le zone interessate dai provvedimenti verrà collocata la segnaletica necessaria compresa quella di preavviso delle interruzioni e divieti di sosta.
Polizia Municipale, Questura e Prefettura potrebbero adottare ulteriori provvedimenti qualora la situazione lo richieda

(Fonte: Comune di Reggio Emilia)

Ambiente – Lunedì 16 gennaio un convegno per presentare il progetto europeo 'Urbanproof' sul tema dei cambiamenti climatici. La partecipazione è gratuita, ma è gradita l'iscrizione all'indirizzo mail.

Reggio Emilia, 12 gennaio 2016

Lunedì 16 gennaio 2017, dalle ore 9.30 alle 13, nella Sala conferenze di palazzo Fonte (ex Tribunale, via Emilia San Pietro 12) si svolge l'evento di lancio del progetto europeo "UrbanProof", che affronta il tema dei cambiamenti climatici. Nel corso dell'iniziativa saranno presentati le linee guida, le azioni previste e i risultati attesi del progetto, che ha l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sul problema del cambiamento climatico. La giornata sarà aperta dall'assessore all'Ambiente del Comune di Reggio Emilia Mirko Tutino e dai tecnici del Comune di Reggio Emilia, e proseguirà con gli interventi di alcuni esperti nazionali tra cui Piero Pelizzaro di Climalia, Valentina Mereu del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti climatici, Francesco Musco dell'Università Iuav di Venezia e Carlo Cacciamani del Servizio Idro-Meteo-Clima di Arpa Emilia-Romagna, e di importanti stakeholder locali che contribuiranno alla realizzazione del progetto.

"Un impegno concreto, per affrontare mutamenti che toccano territorio, salute e stili di vita – dice l'assessore all'Ambiente Mirko Tutino - Grazie al progetto Urbanproof e alle azioni portate avanti in questo ultimo anno, come l'adesione votata in Consiglio comunale al Mayors Adapt sugli adattamenti climatici, il Comune di Reggio Emilia prosegue il suo impegno nel promuovere azioni concrete per affrontare questa importante sfida. Il tema dei cambiamenti climatici è spesso considerato come una questione per soli ambientalisti, con immagini evocative sulla desertificazione dell'Africa, il ritiro dei ghiacciai sulle Alpi o gli orsi polari costretti a nuotare per lo scioglimento della calotta di ghiaccio del Polo Nord. In realtà, se pensiamo alla
frequenza con la quale si allagano i sottopassi, ai quartieri della nostra città che non hanno mai avuto problemi di allagamento, alla tutela di bambini e anziani nei periodi di calore intenso o a sistemi di informazione della popolazione durante le calamità climatiche, ci rendiamo immediatamente conto di come invece il cambiamento del clima tocchi anche contesti come il nostro".

La partecipazione al convegno è gratuita, ma è gradita l'iscrizione all'indirizzo mailQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per maggiori informazioni: www.comune.re.it/cambiamenticlimatici 

(Fonte: Comune di Reggio Emilia)

Le celebrazioni del 7 gennaio per la festa nazionale della bandiera e 218° anniversario della nascita, a Reggio Emilia, del Tricolore con il ministro Gentiloni e il regista Giorgio Diritti. Gli appuntamenti culturali del pomeriggio e l'apertura del Museo del Tricolore -

Reggio Emilia, 5 gennaio 2015 -

Mercoledì 7 gennaio 2015, Festa nazionale della Bandiera, si celebrerà a Reggio Emilia il 218° anniversario della nascita del Primo Tricolore, che vide la luce proprio nella città emiliana il 7 gennaio 1797, quale bandiera della Repubblica Cispadana. Come ogni anno, la ricorrenza coinvolgerà istituzioni e cittadini nel riaffermare, attraverso il vessillo nazionale, i valori della Costituzione, della Repubblica, della Cittadinanza e dell'unità del Paese.
Ospite delle celebrazioni, in qualità di rappresentante delle istituzioni nazionali, sarà il ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale Paolo Gentiloni, mentre il regista e sceneggiatore Giorgio Diritti terrà una Lectio magistralis.

Ai tre principali momenti delle celebrazioni – l'Alzabandiera e gli onori militari in piazza Prampolini, l'incontro con gli studenti in Sala del Tricolore (a invito) e gli interventi istituzionali al teatro Ariosto (a invito) – parteciperanno inoltre il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, il presidente della Provincia Gianmaria Manghi, il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini.
Le celebrazioni istituzionali inizieranno alle ore 10.30 in piazza Prampolini, con la cerimonia alla presenza del ministro Gentiloni e delle autorità civili e militari: Onori militari, Alzabandiera ed esecuzione dell'Inno nazionale. Parteciperanno un reparto della storica Guardia civica e i rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d'arma e saranno presenti i gonfaloni della Città di Reggio, della Provincia e della Regione; della Bandiera del Reggimento artiglieria contraerei Ravenna; del Medagliere dell'Istituto del Nastro Azzurro, dei Medaglieri e Labari delle Associazioni combattentistiche e d'Arma.

Alla cerimonia, alla quale sarà presente il comandante regionale dell'Esercito, generale di divisione Antonio Li Gobbi, parteciperà un reparto di formazione interforze. Il reparto sarà composto, oltre che dal comandante di compagnia del 2° reggimento Genio pontieri di Piacenza, dal 2° reggimento Genio Pontieri, dalla Marina militare del comando marittimo nord di La Spezia, dall'Aeronautica militare della 1^ brigata aerea operazioni speciali di Cervia, dalla Guardia di Finanza del comando provinciale di Reggio Emilia. La fanfara della Brigata alpina Julia scandirà i diversi momenti della cerimonia. La presenza della Bandiera di Guerra del 2° reggimento Genio pontieri suggellerà la solennità della manifestazione. La bandiera, custodita da ciascuna unità militare, è l'insegna che racchiude e testimonia le tradizioni delle unità e l'essenza dell'amor di patria.
La manifestazione proseguirà, alle ore 11, nella storica Sala del Tricolore, con la consegna della Costituzione italiana a delegazioni di studenti (l'accesso alla Sala sarà possibile con tessera-pass rilasciata dal Comune di Reggio Emilia).
Alle 11.30, nel teatro Ariosto di piazza della Vittoria, si svolgerà l'incontro del ministro Gentiloni con le autorità civili e militari, i rappresentanti di istituzioni, associazioni e studenti. Qui interverranno il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, il presidente della Provincia Gianmaria Manghi, il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini. A seguire, l'intervento del ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale Paolo Gentiloni. Infine, si terrà la Lectio magistralis di Giorgio Diritti, regista e sceneggiatore, arricchita da materiali multimediali (ingresso a invito).

Altre iniziative promosse nell'ambito della Festa del Tricolore

Nel pomeriggio del 7 gennaio, il programma delle iniziative dedicate al 218° anniversario del Primo Tricolore prevede, alle 15.30, nella Sala del Tricolore, una cerimonia promossa dall'associazione nazionale 'Comitato Primo Tricolore', con una Lectio magistralis del Vescovo Massimo Camisasca sul tema "L'educazione al Tricolore", al quale verrà inoltre consegnato il Primo Tricolore. Seguirà la consegna dei premi "Primo Tricolore" e sarà possibile vedere l'esposizione "Domenica del Corriere: 1915-1918 – Centenario".
Alle 17.30, nell'Aula Magna 'Pietro Manodori' dell'Università di Modena e Reggio Emilia (viale Allegri 9), si terrà il convegno 'Antonio Panizzi, un letterato, un patriota, un reggiano ', con una Lectio magistralis di Denis Ready, direttore della British Library di Londra. L'iniziativa è promossa da Rotary Club Reggio Emilia e Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, con il patrocinio del Comune di Reggio Emilia.
Mercoledì 7 gennaio sarà possibile visitare il Museo del Tricolore, all'interno del palazzo municipale, che effettuerà un'apertura straordinaria dalle ore 12 alle 18.
In occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale, commemorato nel corso dell'anno appena trascorso, è stata realizzata la mostra "Dalla guerra alla pace: giornali originali dei paesi belligeranti (1914-1919)", che viene allestita e inaugurata a Palazzo Casotti (piazza Casotti 1), in occasione delle celebrazioni del Tricolore, mercoledì 7 gennaio alle ore 15. Questi i giorni e gli orari in cui sarà possibile visitare l'esposizione: mercoledì 7 gennaio dalle ore 15 alle 17.30, poi da giovedì 8 fino a domenica 11 gennaio dalle ore 10 alle 13 e nel pomeriggio dalle ore 16 alle 18.30. La mostra è a cura di: Comune di Comune di Reggio Emilia, Unuci di Reggio Emilia, Ingortp, La Squadriglia del Grifo del Museo Francesco Baracca di Lugo di Romagna, Centro di documentazione La Palazza di Budrio di Cotignola.

Giorgio Diritti – Note biografiche

Regista e sceneggiatore, si forma lavorando al fianco di vari autori italiani e in particolare Pupi Avati, con cui collabora in vari film. Come autore e regista dirige documentari, cortometraggi e programmi televisivi. E' autore del film 'Il vento fa il suo giro' (2005), che partecipa a oltre 60 Festival nazionali e internazionali, vincendo oltre 36 premi, tra cui numerose candidature ai David di Donatello 2008 (fra cui Miglior Film, Miglior Regista Esordiente, Miglior Produttore e Migliore Sceneggiatura) e ai Nastri d'Argento 2008.
Il secondo film, 'L'uomo che verrà' (2009), viene presentato nella selezione ufficiale del Festival Internazionale del Film di Roma 2009, dove vince il Gran Premio della Giuria Marc'Aurelio D'argento, il Premio Marc'Aurelio D'oro del Pubblico e il Premio "La Meglio Gioventù". 'L'uomo che verrà' partecipa a numerosi Festival italiani e internazionali ricevendo molti riconoscimenti importanti ai David di Donatello e il Nastro d'Argento 2010 come Miglior produttore, Migliore scenografia e Miglior sonoro in presa diretta.

(Fonte: Ufficio Stampa Comune di Reggio Emilia)


Gli assessori all'ambiente di Piacenza, Parma e Reggio Emilia insieme per condividere esperienze e sviluppare azioni comuni
Piacenza, 23 agosto 2014 --
L'assessore all'Ambiente Luigi Rabuffi ha incontrato ieri mattina, presso il Municipio di Parma, i colleghi Gabriele Folli e Mirko Tutino, assessori all'Ambiente di Parma e Reggio Emilia, per discutere dei programmi realizzati riguardo la raccolta differenziata, per condividere le esperienze attuate e sviluppare collaborazioni su progetti futuri, anche in relazione alla condivisione, da parte dei tre Comuni, dello stesso gestore per la raccolta dei rifiuti.

- foto del Comune di Parma da sinistra: Tutino, Folli e Rabuffi -

(Comune di Piacenza)

 

La galleria I Petali propone un concorso ad hoc: gli scatti vanno inviati entro il 27 aprile. I migliori saranno messi in mostra -

 

Reggio Emilia, 23 aprile 2014 -

La parola dell’anno, per l’autorevole Oxford Dictionary, è "selfie" e anche Fotografia Europea le dedica particolare attenzione. Con questo termine si indica la pratica dell’autoscatto tramite webcam o smartphone. Ormai è una moda che ha contagiato tutti: i teenager di tutto il mondo così pure gli adulti, i personaggi famosi.

Pubblicano i loro selfie su social network, come Facebook e Instagram, nomi noti come Rihanna e Belen Rodriguez, fino alle star di Hollywood.

Ecco perché la Galleria I Petali ha pensato di proporre un concorso ad hoc, dal nome 'My Petali Selfie', che premierà le fotografie migliori realizzate in questo modo.
Fino al 27 aprile chiunque potrà partecipare ritraendosi solo oppure in compagnia all’interno o all’esterno della galleria commerciale, o in qualunque situazione che richiami il “mondo Petali”. Chi realizzerà i tre scatti migliori vincerà un buono da 500 euro spendibile nei negozi della galleria.

Per partecipare basta condividere le immagini su Facebook o Instagram con l’hashtag #mypetaliselfie, oppure inviarle alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Al termine del concorso tutte le foto saranno raccolte in una mostra multimediale in Galleria e le dieci migliori saranno esposte in una mostra del circuito Off di Fotografia Europea 2014, presso i Chiostri di San Pietro, sede di diverse mostre istituzionali.

Inoltre i “Petali” ospiteranno anche il risultato del progetto 'Speciale diciottoventicinque', ovvero le foto realizzate da un gruppo di ragazzi, tra i 18 e i 25 anni, guidato da fotografi professionisti nell’interpretare il tema di Fotografia Europea 2014, ovvero 'Vedere. Uno sguardo infinito'.

Per maggiori informazioni: www.fotografiaeuropea.it 

 

(Fonte: Comune di Reggio Emilia)

 

Domani, Giovedì 24 aprile, nella Sala del Tricolore di Reggio Emilia, Salvatore Borsellino e l'Agenda rossa del fratello Paolo -

 

Reggio Emilia, 23 aprile 2014



In prossimità della Festa del Liberazione, si rinnovano nella sala civica della città gli incontri con le maggiori personalità italiane della "resistenza antimafia", proposti da Comune, Regione, Cortocircuito e sostenuti dalla Provincia, nell'ambito del progetto "Reggio contro le mafie.it".
Giovedì 24 aprile, alle ore 20.45, nella Sala del Tricolore di Reggio Emilia (piazza Prampolini 1), sarà infatti ospite di un incontro aperto alla cittadinanza Salvatore Borsellino, fratello di Paolo, il magistrato ucciso il 19 luglio 1992 nella strage di via D'Amelio.
Salvatore Borsellino è tra l'altro autore del libro autobiografico 'Fino all'ultimo giorno della mia vita', dedicato al rapporto con Paolo e a due percorsi di vita diversi e paralleli, che dopo la morte del magistrato tornano a intrecciarsi strettamente.
L'iniziativa, promossa all'insegna di due diverse forme di resistenza, quella antimafia e quella antifascista, sarà coordinata da Elia Minari, che intervisterà Borsellino insieme a Francesca Montanari, Alice Portal, Andrea Franzoni e Riccardo Pelli, della redazione di Cortocircuito, web-tv e giornale studentesco indipendente di Reggio Emilia.
Parteciperà l'assessore comunale alla Cura della comunità Natalia Maramotti.
Salvatore Borsellino è leader del "Movimento delle Agende rosse", che fa riferimento al taccuino misteriosamente scomparso nel quale Paolo Borsellino scriveva appunti personali, ipotesi, dichiarazioni di collaboratori di giustizia. Dalla morte del fratello, Salvatore Borsellino si è distinto per l'impegno nella ricerca della verità sui mandanti delle stragi di mafia del 1992.

 

'Fino all'ultimo giorno della mia vita', Aliberti editore, 2012


Salvatore Borsellino racconta i ricordi di una vita al giornalista Benny Calasanzio, con il quale condivide il dolore di avere congiunti vittime di mafia. Una vita iniziata sotto le bombe, nella Palermo del 1942, poi sconvolta dall'autobomba che causò la strage di via D'Amelio. Il racconto ha inizio con l'infanzia felice trascorsa alla Kalsa, un quartiere di cui queste pagine restituiscono un affresco animato di colori, voci, abitudini oggi dimenticate. Prosegue con gli anni dell'università e il trasferimento nel Nord Italia, in "un altro Paese", lontano dalla famiglia e da quel fratello che già mostrava le sue doti eccezionali e la sua forte personalità. Mentre Paolo diventa un personaggio pubblico per il suo coraggioso impegno contro la mafia, Salvatore fa carriera come ingegnere elettronico. I due fratelli percorrono per decenni strade diverse, che torneranno a unirsi con il più tragico degli eventi, dopo il quale Salvatore si fa carico della memoria del fratello, che diffonde in ogni angolo d'Italia. Fino alla nascita, nel 2009, del Movimento delle Agende rosse.

 

(Fonte: Comune di Reggio Emilia)

Incontri, conferenze, commemorazioni, sfilate, visite ai luoghi della Resistenza, spettacoli e proiezioni di film.

 

Reggio Emilia, 23 aprile 2014 -


Come ogni anno, a Reggio Emilia e in provincia sono numerosi e di ogni genere gli appuntamenti proposti da istituzioni e associazioni per ricordare l'anniversario della Liberazione dal nazifascismo e la fine della guerra.
Un appuntamento ancora oggi molto partecipato nella terra dei fratelli Cervi e delle centinaia di partigiani che, insieme agli Alleati, opposero una strenua resistenza alle truppe d'occupazione.
A Reggio Emilia, il momento centrale del 69° anniversario della Liberazione sarà la giornata di venerdì 25 aprile, che verrà aperta alle ore 8.45 dalla Messa celebrata nella chiesa di San Pietro in suffragio dei caduti. In seguito, un corteo partirà da via Emilia San Pietro in direzione di piazza Martiri del 7 Luglio, dove verrà deposta una corona ai monumenti dei Caduti della Resistenza.
Alle ore 10, in piazza Martiri del 7 Luglio, dopo i discorsi d'apertura del sindaco vicario Ugo Ferrari, della presidente della Provincia Sonia Masini, di Ireo Lusuardi, in rappresentanza delle associazioni partigiane, è previsto l'intervento del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Giuliano Poletti.
Insieme ai momenti istituzionali, il Comitato per le celebrazioni reggiane del 25 Aprile proporrà anche quest'anno un'iniziativa suggestiva, che farà rivivere quanto accaduto in quei giorni anche a Reggio Emilia, quando le truppe alleate e i partigiani entrarono in città, accolti e festeggiati dalla popolazione. Il corteo istituzionale sarà infatti accompagnato dalla rievocazione della 'Colonna storica della Liberazione', realizzata dalle associazioni Arma di Cavalleria e Alpini, dall'associazione veicoli militari d'epoca 34Redbull, dal Gruppo rievocazione storica partigiani 'Brigata Ribelli' e 'Obiettivo Storia'. Venticinque mezzi dell'epoca, guidati e accompagnati da alcune decine di "rievocatori" in uniforme, partiranno alle ore 9.30 da via Emilia San Pietro e, dopo avere attraversato la via Emilia sino a Santo Stefano, viale Isonzo e via Nobili, raggiungeranno piazza Martiri del 7 Luglio, dove si svolgeranno le orazioni ufficiali. Da qui, alle 12.30, i mezzi si dirigeranno verso i Chiostri di San Pietro dove, dalle 14 alle 18.30 saranno esposti all'interno del cortile.
Il programma delle celebrazioni è promosso e organizzato da Comune e Provincia di Reggio Emilia, associazioni partigiane Anpi, Alpi, Apc, Organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Comitato democratico costituzionale, Ufficio scolastico provinciale, Associazioni combattentistiche e d'arma, Istoreco e Istituto Cervi.
Nell'ambito delle manifestazioni promosse per la Festa della Liberazione, nel pomeriggio sarà il Museo Cervi di Gattatico, come tradizione, il luogo dove proseguiranno dibatti e spettacoli dedicati alla Resistenza.


Inoltre, saranno ovunque numerosi, dal 23 aprile all'11 maggio, gli eventi dedicati alla Liberazione, con iniziative nelle scuole, spettacoli e incontri dedicati alla memoria e al significato della Resistenza oggi.


Di seguito, il programma completo.


23 aprile
ore 10.30 - Casa protetta Villa Margherita (via Cella all'Oldo 2/a) Incontro con Innocente Casarini, ex mondina
Promosso da Anpi, Rete e Istoreco


24 aprile
ore 9.30 - Casa protetta I Girasoli (via Zambonini 61) Incontro con Michele Bellelli, storico di Istoreco Promosso da Anpi, Rete e Istoreco
24 aprile
ore 10 - Scuola Ghiarda (via Ghiarda 28)
Commemorazione caduti Ghiarda
Corteo dalla scuola Ghiarda al cippo dei caduti
Promossa da Circoscrizione Sud e Associazioni Partigiane
24 aprile
ore 15 - Saletta riunioni Istoreco (via Dante Alighieri 11)
Musica e Memoria - Le musiche della totalità emozionale umana Conferenza di Salvatore Trapani - Promosso da Istoreco
24 aprile
ore 20.30 - Circolo Arci Pigal (via Petrella 2)
Spettacolo teatrale: "Il violino ritrovato di Casoni di Luzzara"
Promosso da Circoscrizione Nordest, Cooperativa Case Popolari di Mancasale e Coviolo Associazione Eutopia - Rigenerazioni Territoriali, Anpi, Circolo Arci Pigal


25 aprile
ore 9.30 - Ritrovo dal Circolo Arci 'Giacomo Iotti' (via Spagni 28/a)
Commemorazione tomba dei caduti del cimitero di Gavassa
Promossa da Circoscrizione Nordest, Circolo Arci Giacomo Iotti
25 aprile
ore 9.30 - Ritrovo piazzale Circolo Gramsci (via Emilia Ospizio 102) e chiesa parrocchiale di San Francesco da Paola
Commemorazione monumento Caduti di Villa Ospizio
Promossa da Circoscrizione Nordest, Associazioni Partigiane, Spi-Cgil, Parrocchia S. Francesco da Paola
ore 10 - Chiesa parrocchiale di Villa Cella
Santa Messa
ore 11.30 - Cella, piazzale tra via Cella all'Oldo e via Croci
Commemorazione con corteo al monumento ai caduti di via Cella all'Oldo
Promossa da Comitato per le celebrazioni del 25 Aprile Cella e Circoscrizione Ovest
25 aprile
Gattatico, Museo Alcide Cervi
Festa della Liberazione a Casa Cervi
ore 12 - Visita di Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e delle Politiche sociali
ore 15 - Apertura festa con saluti di Loris Mazzetti, giornalista e autore televisivo
'Me, Pek E Barba' in concerto
ore 16 - I Testimoni e la memoria
'Las Karnemurta' in concerto
ore 17.20 - Legalità e valori antimafia
ore 18 - 'Le Luci della Centrale Elettrica' in concerto
Promosso da Istituto Alcide Cervi, Anpi, Arci Parma, Arci Reggio Emilia, Cgil, Libera, Flai Cgil, Ibc, Coop Nordest, Provincia di Reggio Emilia, Comune di Campegine, Comune di Gattatico


26 aprile
ore 10 - Scuola primaria Mons. Canossini (via Ferri 14 - Villa Sesso)
Rappresentazione della storia dei Martiri di Villa Sesso
Promosso da Anpi


27 aprile
ore 11 - Centro sociale Rosta Nuova (via Medaglie d'Oro della Resistenza 6)
20° anniversario del monumento della Colonna della Libertà
Alla presenza dello scultore Vasco Montecchi
Promosso da Centro sociale Rosta Nuova, Associazioni partigiane, Circoscrizione Sud


29 aprile
ore 10 - Centro diurno Il Melograno (via Gran Sasso d'Italia 14)
Incontro con Ireo Lusuardi, partigiano di Anpi
Promosso da Anpi, Rete e Istoreco
29 aprile
ore 15 - Centro diurno Tagliavini Ferrari (via Gattalupa 5/1)
Incontro con Giacomo Notari, Presidente di Anpi
Promosso da Anpi, Rete e Istoreco


30 aprile
ore 15 - Biblioteca Panizzi (via Farini 3)
Incontro su 'La crisi della resistenza'
con Marcello Rossi (Il Ponte), Andrea Panaccione (Università di Modena) Massimo Jasonni (università di Modena) e Claudio Silingardi (Insmli) - Promosso da Il Ponte e Istoreco


(Fonte: Comune di Reggio Emilia)

A Guastalla (RE)  sabato 3 e domenica 4 maggio 2014 mostra mercato di varietà tradizionali di frutti, fiori, ortaggi e sementi, di prodotti eno-gastronomici biologici tipici e dimenticati e di prodotti a km zero. Festival di arte ambientale, fiera dei pellegrinaggi, delle transumanze e delle navigazioni di uomini festa delle “singolarità territoriali” del Po e di altre vie d’acqua -

 

Reggio Emilia, 8 aprile 2014 -

Sabato 3 e domenica 4 maggio, sulle rive del Po, a Guastalla, la cittadina emiliana, antica capitale del Ducato dei Gonzaga, posta sul grande fiume nel crocevia tra Reggio Emilia, Parma e Mantova, si svolge la seconda edizione di “Georgica di Emilia”, festa della terra, delle acque e del lavoro nei campi. (Ingresso 3 euro Info www.georgiaca.it  UIT Informazione e Accoglienza Turistica, strada Gonzaga 37/e, Guastalla (RE), tel. 0522 839763 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

La manifestazione si richiama idealmente al poema le “Georgiche” di Virgilio, (nato da queste parti vicino a Mantova, nel villaggio di Andes il 15 ottobre del 70 a.C.), contrassegnato dal rapporto incessante tra terra, lavoro umano ed eterna forza creatrice della natura. 

 

rid FOTO DI EMILIO MAESTRI Via alzaia

 

Realizzata a cura di Vitaliano Biondi con Associazione Paese in Festa e il patrocinio del Comune di Guastalla, della Provincia di Reggio Emilia e della Regione Emilia-Romagna, “Georgica di Emilia” si snoda lungo le sponde del Po - sviluppandosi dal lido fino a Gualtieri, il paese del grande pittore Antonio Ligabue - per celebrare ancor più la vita all’aria aperta e le pratiche di lavoro dei campi, per richiamare quel “mondo piccolo” modellato dal corso del fiume e dalla pianura circostante, (come definiva il territorio del Po Giovannino Guareschi), dentro il quale si cela un universo infinito fatto di luci e atmosfere, genti dai modi schietti e generosi, tradizioni e riti che ancora sopravvivono, sapori decisi ed inimitabili.

La manifestazione, che anticipa la consolidata rassegna di fine estate “Piante e Animali Perduti” con cui condivide l’impegno nella difesa della biodiversità e della diversità enogastronomica, sarà una autentica festa. Una “due giorni” di  mostra-mercato di piante da fiore e  piante da frutto antichi e rari, ma anche di ortaggi e sementi nel corso del quale i vivaisti  più qualificati presenteranno il meglio della loro produzione. Ad  esempio Rose Barni di Pistoia,  fondata da Vittorio Tommaso Barni nel 1882,  proporrà alcune rose di grande bellezza dedicate a  couturier  come Micol Fontana Ottavio Missoni o all’attrice Mariangela Melato, mentre i  Vivai Belfiore di Lastra a Signa (FI), fondata e guidata dalla famiglia Fiorini, presenteranno alcune autentiche eccellenze tra varietà di piante da frutto antiche o avvolte nell’oblio come viti, susine e fichi. Tra questi va ricordato il famoso “Fico dall’Osso” dalla forma a pera e il frutto bicolore, descritto nella Pomona del Gallesio, e il suregio, ibrido naturale tra susino e ciliegio. Ma ci saranno anche antiche razze di animali domestici e da allevamento come le pecore cornelle bianche

Per bambini di ogni età e famiglie un ricco programma propone passeggiate a dorso d’asino, laboratori creativi con materiali di recupero, esperienze di teatro-lettura, percorsi sensoriali dedicati alle voci del fiume, laboratori di panificazione con farina di grani antichi, dimostrazioni dell’antica arte della falconeria con Denis Vettorazzo.

Ampio spazio verrà dedicato ai prodotti eno-gastronomici biologici tipici e dimenticati, ma non mancheranno le degustazioni di specialità del territorio come il Parmigiano Reggiano delle vacche rosse, una varietà speciale del formaggio italiano numero uno al mondo che nasce solo dal latte delle bovine dal mantello rosso di razza reggiana. 

All’evento parteciperanno piccoli produttori, ma anche “collezionisti” dell’eccellenza alimentare italiana e troverà spazio un laboratorio di panificazione con cereali antichi

Si potranno poi degustare menù che spaziano dalla tradizione della terra a quella del fiume con il tipico pesce gatto presso l’osteria “Nell’Occhio delle Correnti” sulle rive del fiume o sulla motonave Stradivari, la più grande imbarcazione per acque interne d’Italia. Guidata da Giuliano Landini, campione di motonautica, l’imbarcazione proporrà una suggestiva esperienza di navigazione sul fiume Po dove  (sabato 3 maggio) si potrà assistere alla fiaccolata sull’acqua a cura della società Canottieri Eridano.

A rendere più articolato il programma della manifestazione moltissime iniziative collaterali: un calendario fitto di incontri con esperti che affronteranno le tematiche più curiose e interessanti relative alla cura degli animali domestici e d’allevamento, al lavoro dei campi, dei frutti della terra, all’orto, alla cucina, all’apicoltura, all’arte della vimineria, abbinate a lezioni pratiche di vangatura e semina dell’orto. Da segnalare anche (domenica 4 maggio) interessanti dimostrazioni di Ikebana, l'arte giapponese della composizione dei fiori e di Karate.

Sulle sponde del Po tra i vari esperti ci saranno anche quelli che sanno vita, morte e miracoli delle bicicletta. In un periodo in cui questo mezzo di trasporto ecologico è tornato di gran moda e sta conoscendo un vero e proprio boom di utenti, ben pochi sono coloro che sono in grado di intervenire su una foratura della camera d’aria o sulla catena che non vuol stare al proprio posto. A Georgica i “maestri riparatori” insegneranno con esempi pratici come ovviare a questi inconvenienti  anche ai più piccoli. Per gli appassionati di particolare interesse anche l’esposizione di biciclette da lavoro collezionate da Omar Maselli.

“Georgica” propone poi  mostre di animali di bassa corte e di grani antichi, ma anche esposizioni di diversi tipi di letame in base alla provenienza animale. 

E c’è anche la musica con concerti di brani tratti dal repertorio verdiano della Filarmonica “Bonafini” e del Coro civico Città di Guastalla, oltre all’esibizione dei Tamburi del Crostolo (sabato 3 maggio). Verdi diventa anche un lasciapassare. Le donne e gli uomini  che portano un nome verdiano  non di uso comune  come Giselda, Aida o  Barbarigo, Ernani, Manrico avranno l’ingresso gratuito  alla manifestazione. In programma inoltre presentazioni di libri, racconti e narrazioni su luoghi, culti e memorie dell’acqua, mostre di libri di viaggio e turismo flaneur.

La riflessione sull’ambiente, la natura e la sostenibilità non si esaurisce nei numerosi appuntamenti  in programma, ma vede la presentazione della prima edizione del Festival di Arte Ambientale - Zat Zona Di Arte Temporanea a cura di Antonella De Nisco e Giorgio Teggi. Zat  propone “Esercizi di Arte Fluviale”, azioni sul paesaggio di riviera ed esposizioni temporanee di opere d’arte effimere, transitorie in materiali naturali  (sassi, foglie, fiori o tronchi) che vivono finché il tempo lo vorrà. Sono opere ecologiche e volutamente provvisorie perché il materiale con cui sono create tornerà gradualmente alla natura e diventerà di nuovo parte dell'ambiente. Sono opere vive e biologiche  fin in fondo: per questo invecchiano  e muoiono. Ed è proprio la sensazione di imminente scomparsa che le rende preziose e cariche di poesia e che può suggerire un atteggiamento rispettoso verso la terra.

Inoltre sono in programma approfondimenti e conversazioni sulla casa a risparmio energetico e nelle due giornate un laboratorio teorico pratico per la realizzazione di intonaci in terra cruda da scavo.

Non finisce qui. Un altro appuntamento da segnare in agenda per la giornata di sabato 3 maggio è la tavola rotonda “Coltivare la città”. Metà della popolazione mondiale ormai vive in centri urbani e si stima che entro la metà del secolo più dei due terzi dell'umanità vivrà in un continuum urbano rurale, luoghi ibridi che non sono più urbani ma neppure rurali. L’intero pianeta si sta trasformando in un’immensa meta città che si fa mondo. Risulta per questo di grande interesse lo studio degli effetti prodotti dalle dinamiche di trasformazione degli spazi periurbani o le sue potenzialità ecologiche inespresse. 

 

ridCILIEGIA MOISCATELLA VIVAI BELFIORE A GEORGICA

 

Per promuovere lo sviluppo dell'agricoltura naturale come scelta di vita, non mancherà poi un incontro domenica 4 maggio con i rappresentanti di WWOOF Italia, rappresentanza nazionale di un movimento mondiale che mette in relazione volontari e progetti rurali naturali promuovendo esperienze educative e culturali basate su uno scambio di fiducia senza scopo di lucro, per contribuire a costruire una comunità globale sostenibile. 

Un curioso appuntamento è infine domenica alle ore 17 il Raduno Internazionale dei Papillon e dei nodi da collo. Quando portare la cravatta e quando invece indossare il papillon? La questione è annosa. E il mondo si divide. Tutti gli amanti del papillon sono invitati a “Georgica” per una sfilata fuori dal tempo.

 

 

Ingresso 3 euro. INFORMAZIONI  www.georgica.it

 

UIT Informazione e Accoglienza Turistica, strada Gonzaga 37/e, Guastalla (RE), tel. 0522 839763 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

(Fonte: ufficio stampa Municipio Re)

 

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia

 

 

“Piena trasparenza e nessun coinvolgimento dell'allora sindaco Graziano Delrio”: il Comune potrebbe querelare Il Fatto Quotidiano per l'articolo sull'appalto vinto nel 2009 dal cugino del braccio destro di Renzi

Reggio Emilia 01 Marzo 2014 -- - -

“Graziano Delrio, allora sindaco di Reggio Emilia, non ha avuto alcun ruolo nell’assegnazione di un appalto per lavori di ampliamento e ristrutturazione della scuola d’infanzia Allende di Reggio Emilia alla ditta Del Rio Bonfiglio & Figli sas”. Con queste parole il Comune di Reggio ha risposto oggi all’inchiesta pubblicata in prima pagina su Il Fatto Quotidiano. L’inchiesta del giornalista Marco Lillo verte su un appalto pubblico per oltre 140mila euro, affidato nel 2009 all'azienda del cugino di Delrio, Paolo Del Rio.

La ditta Del Rio Bonfiglio & Figli sas - oggi in liquidazione - era riuscita ad aggiudicarsi l'intervento in seguito a una gara con il criterio del massimo ribasso. “Il sindaco di un Comune – spiega un comunicato stampa inviato dal Municipio - non si occupa e non ha alcuna competenza in materia d'appalti. La gara per i lavori alla Allende è stata bandita dall'Istituzione Scuole e Nidi d'infanzia del Comune di Reggio Emilia per un importo pari a 152.583,42 euro, oltre IVA. La migliore offerta è stata quella presentata dalla ditta Del Rio Bonfiglio & Figli e tale scelta è avvenuta a giudizio della commissione deputata a valutare le offerte”.

Ma sotto la lente del giornalista de Il Fatto Quotidiano c’è anche la modalità di ingresso alla gara, ovvero dietro invito da parte dell’amministrazione cittadina. “Per l’aggiudicazione della gara – rispondono ancora dal Comune - è stata svolta una procedura negoziata, una modalità prevista dalla legge che comporta l’invito di società. In quella occasione le imprese edili invitate furono 20, cioè un numero oltremodo congruo, in quanto per legge ne basterebbero cinque”.

Il quotidiano diretto da Antonio Padellaro sottolinea anche che l’1% della società di Paolo Del Rio è riconducibile alla moglie Rita Enrica Montanari, funzionaria del Servizio appalti e contratti del Comune di Reggio. “La dottoressa Montanari ha avuto un ruolo d’ufficio minimale – conclude il comunicato -, non si è occupata dell’invito alle ditte e non ha partecipato ai lavori della commissione. Il Comune ha incaricato i propri legali di valutare se i contenuti dell’articolo siano tali da ledere l’immagine e l’onorabilità dell’Amministrazione stessa”.

Ivan Rocchi

Pubblicato in Cronaca Emilia
Pagina 1 di 3