Visualizza articoli per tag: quartiere san leonardo

La pagina Facebook IL BELLO DI ESSERE DEL SAN LEONARDO ha ideato e prodotto queste spille e messe a disposizione della cittadinanza previo una OFFERTA LIBERA senza nessun obbligo di cifra! 

Mercoledì, 30 Dicembre 2020 09:55

"Nuova pista ciclabile in quartiere: sogno o son desto"

Da "Manifesto San Leonardo" riceviamo e pubblichiamo quanto segnalato agli assessorati di competenza in merito alle piste ciclabili. 

Sabato, 10 Ottobre 2020 15:59

Parco Nord, per un quartiere degli abitanti

Parco Nord, le richieste degli abitanti, da "Manifesto san Leonardo".

Pubblicato in Ambiente Parma

L`associazione Culturale 3dproduction ha presentato il suo nuovo cortometraggio “La prossima notte”, girato a novembre 2019 nel quartiere San Leonardo e Ugozzolo che ben si prestano ad un contesto futuristico con le numerose tracce antropiche di attività dismesse e in alcuni casi desolanti.

Pubblicato in Cultura Parma

Servizio coordinato della compagnia carabinieri di Parma: circa 20 unità sono state impiegate ieri pomeriggio in zona San Leonardo, via Venezia e pertinenze stazione ferroviaria

In seguito alle operazioni sono stati deferiti in stato di libertà alla locale procura:
⁃ un cittadino filippino classe 80 residente a Parma in quanto cedeva ad altro connazionale alcuno grammo di shaboo
- un cittadino tunisino classe 93 residente a noceto in quanto trovato in possesso di 35 gr di marijuana e 11 gr di hashish già suddivisi in dosi
- un cittadino liberiano cl 80 residente a Parma in quanto trovato in possesso di 26 gr di marijuana suddivisa in dosi

Alla prefettura sono state segnalate,  per uso personale di sostanze stupefacenti:: 
⁃ un cittadino tunisino classe 75
⁃ Un cittadino Varese classe 76
⁃ Un cittadino bulgaro classe 96
⁃ Un cittadino parmigiano classe 76

⁃ In totale venivano identificate oltre 30persone ed effettuate 7 perquisizioni personali.

 

PR_carabinieri_droga_1.jpg

 

Pubblicato in Cronaca Parma

La Questura di Parma fa gioco di squadra. La Polizia arresta una borseggiatrice seriale, una rapinatrice e un noto pusher del quartiere San Leonardo.

Parma 20 febbraio 2020 – A seguito di un attento lavoro di analisi e di squadra, la Squadra Volanti e la Sezione Antidroga della Squadra Mobile, ciascuna negli ambiti di propria competenza, hanno tratto in arresto due soggetti noti alle forze dell’ordine in quanto atti a vivere di espedienti e dei proventi delle illecite attività che ponevano in essere.

In particolare, un equipaggio della Squadra Volante alle ore 12:30 indagava in stato di arresto una donna avente cittadinanza bulgara, classe 1971, per il reato di tentato furto aggravato ai danni di anziane Signore a bordo delle linea nr. 3 del pubblico trasporto. La donna, che voleva evidentemente approfittare delle circostanze di tempo e di luogo sicuramente favorevoli, considerato il sovraffollamento del mezzo, si muoveva con fare sospetto affiancandosi alle vittime selezionate, donne rigorosamente anziane, e con atteggiamento serafico, facendo passare la propria mano attraverso il proprio cappotto, la introduceva all’interno della borsa delle stesse. La donna veniva tuttavia colta in flagranza dal figlio di una delle vittime il quale ne seguiva i movimenti e la approcciava chiedendole spiegazioni circa le sue azioni. L’avveduto cittadino richiedeva quindi l’intervento delle forze dell’ordine le quali, dopo aver individuato e identificato la donna, la accompagnavano presso gli Uffici della Questura di Parma. Dagli accertamenti effettuati attraverso la banca dati interforze la cittadina moldava risultava avere a suo carico plurimi pregiudizi di polizia, circostanza che, unitamente alla condotta connotata da offensività e insidiosità, ha determinato l’arresto della donna. Il Pubblico Ministero ha disposto di trattenere la donna a sua disposizione nelle camere di sicurezza della Questura in attesa del giudizio per direttissima.

E ancora, nella serata di ieri, sempre la Squadra Volante, poneva in arresto, per il reato di rapina impropria in concorso, una giovane donna di nazionalità bosniaca che all’interno del supermercato ALDI, unitamente ad un'altra donna poi datasi alla fuga, sottraeva della merce dagli scaffali e dopo averla riposta nel carrello faceva spingere lo stesso oltre una delle casse chiuse dal figlio minore con cui si accompagnava.
Il responsabile alla sicurezza, che aveva seguito l’intera azione delittuosa, avvicinatosi per chiedere spiegazioni veniva spinto contro la vetrata dell’attività commerciale. Frangente nel quale la donna perdeva la propria borsa e per il recupero della quale veniva fermata e bloccata dallo stesso addetto alla sicurezza. L’equipaggio giunto sul posto identificava la donna, pluripregiudicata per reati contro il patrimonio, e la poneva in arresto.

Quanto all’attività posta in essere dalla Sezione Antidroga della Squadra Mobile, nel pomeriggio di ieri è stato tratto in arresto un cittadino di origini nigeriane, classe 1996, in quanto intento a svolgere attività di spaccio nel lungo la via San Leonardo.

A seguito delle numerose segnalazioni da parte dei cittadini ivi residenti, gli uomini della Squadra Mobile ponevano in essere una meticolosa operazione attraverso servizi di appostamento e controllo che hanno determinato l’individuazione del soggetto segnalato in tipico atteggiamento da pusher. In particolare, lo stesso veniva colto nell’atto di cedere della sostanza stupefacente a un avventore sopraggiunto a bordo della propria autovettura. Monitorati gli spostamenti e seguiti, gli Agenti bloccavano l’avventore automunito e procedevano alla sua identificazione e perquisizione che dava esito positivo. L’uomo veniva trovato in possesso di sostanza stupefacente , nel dettaglio una dose di tipo cocaina, proprio quella che aveva appena acquistato dal pusher.

Nella medesima circostanza un altro equipaggio procedeva a identificare il noto pusher che nel frattempo si era allontanato raggiungendo il gruppo a cui si accompagnava. Il medesimo, dopo un primo tentativo di fuga e dopo aver esercitato violenta resistenza nei confronti degli Agenti, veniva posto in arresto e sottoposto a perquisizione, che permetteva di sequestrare il provento del delitto, ovvero una banconota da euro 50.
Accompagnato presso gli Uffici della Questura veniva posto a disposizione della competente Autorità Giudiziaria che in data odierna procederà nei suoi confronti con rito direttissimo.

Pubblicato in Cronaca Parma

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del "Manifesto San Leonardo" inviata nei giorni scorsi alla amministrazione comunale di Parma.

AL SINDACO
ALL’ASSESSORATO ALL’ URBANISTICA
ALL’ASSESSORATO ALLE POLITICHE DI SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE

DEL COMUNE DI PARMA

e p.c. Consiglieri Comunali
e p.c. CCV San Leonardo e Cortile San Martino
e p.c. Rete Parma Verde
e p.c. Associazioni Ambientaliste

 

Parma 2020 Capitale Italiana della Cultura.
La nostra città ha meritatamente raggiunto questo riconoscimento e con fervore di iniziative ne ha celebrato l’avvio.

In questo TEMPO che ci auguriamo fertile e ricco di eventi, vorremmo che scaturisse anche il TEMPO di un segnale forte e concreto per celebrare “ l’anno internazionale per la salute delle piante”…. e di conseguenza anche per la nostra salute.

Noi del San Leonardo abbiamo ripetutamente segnalato nel TEMPO come la dotazione di verde pubblico del Quartiere sia andata via via depauperandosi sempre più, causando un subdolo e progressivo deterioramento dell’ambiente di vita dei residenti da anni assediati da una molteplicità di inquinanti (chimico/fisici, elettromagnetici, acustici, termici)

Riscriviamo dunque quello che ci aspettiamo dalla nostra Amministrazione comunale nei primi mesi di questo anno 2020 per dimostrare visibilmente una rianimata attenzione verso il nostro Quartiere:

- sostituire tutti gli alberi morti per incuria o abbattuti perché ammalorati;

- ripristinare tutte le aiuole ove erano allocati alberi, comprese quelle asfaltate, approntando il terreno per accogliere nuove piante di medie dimensioni;

- piantumare nuovi alberi lungo tutta la tangenziale, come chiediamo da anni, lungo tutti gli assi di penetrazione in città, in tante vie del Quartiere che sembrano strade nel deserto, nei quartieri artigianali, nelle immediate vicinanze e nei parcheggi dei Centri Commerciali e Supermercati, magari privilegiando le specie che, più di altre, possano resistere ed assorbire gli inquinanti presenti ed in particolare le micropolveri.

Se la “CULTURA BATTE IL TEMPO” è ormai il TEMPO di dimostrare la volontà di avere cura della “casa comune”, San Leonardo compreso, che siete stati chiamati ad “ad-ministrare”.

Restiamo in attesa di cortese riscontro ai sensi dell’art.58 comma 2 del vigente Statuto del Comune di Parma.

Nell'attesa porgiamo cordiali saluti.

MANIFESTO PER SAN LEONARDO

Nonostante i problemi che stentano e risolversi, i residenti di San Leonardo riescono a mantenere il sorriso e, in occasione del Natale, addobbano un "Albero di Natale" con le foto dei regali quotidiani accumulati nel corso dell'anno che sta volgendo a termine.

Anche questo è un esempio di elegante civiltà!

"San Leonardo" vuole riemergere con grande determinazione, ma serve un ... "aiutino"

 

PR_albero_natale_san_leonardo-20191206_094109_2.jpg

Pubblicato in Cronaca Parma

LETTERA APERTA AGLI ASSESSORI da Manifesto per San Leonardo.

//

Egregrio Assessore Alinovi

Egregio Assessore Casa

Egregio Assessore Benassi

....e così dopo anni di "blocco" sono ripresi i lavori relativi alla realizzazione del nuovo insediamento di Via Treves o, sarebbe meglio dire, di via Brodolini.

Sul tema ci siamo già espressi in modo critico fin dal 2011 e, recentemente, nel gennaio 2018 (vedi email a seguire).

Nonostante le precisazioni dell'Assessore Alinovi "Con la delibera adottata ora abbiamo semplicemente approvato alcune attività di vicinato a servizio del quartiere ed in particolare alle sue parti residenziali: esercizi di ristorazione, terziario di servizio alla persona, artigianato, ricettività e servizi sanitari professionali." e "non si tratta di un centro commerciale" (sito del Comune 17/1/2018 ) e "in questo modo si può togliere qualche elemento di periferizzazione e rendere più appetibile la zona dal punto di vista commerciale" (Gazzetta di Parma 22/12/2017) restiamo molto perplessi e continuiamo ad avere forti preoccupazioni per le conseguenze e l'impatto su un'area già molto caotica anche a causa della "strozzatura" tra l'imbocco di Via Silva da/verso il Centro Commerciale Eurotorri e Via Guerci e dell' incremento del traffico (anche autocarri carico/scarico).

Questa zona della città avrebbe avuto bisogno di tante nuove alberature per contrastare e compensare l'elevata presenza di fonti inquinanti e non certo di nuova cementificazione.

Ma vista la indisponibilità a rimette in gioco le carte chiediamo agli Assessori in indirizzo di farsi garanti ed impegnarsi affinché la realizzazione del suddetto insediamento, che avrà, come detto, pesanti ripercussioni sulla viabilità della zona e conseguentemente sulla sua vivibilità, non diventi per questa parte del Quartiere l'ennesimo fattore di disagio e di danni, ed in particolare di:

- salvaguardare la vivibilità locale facendo si che l'ingresso e l'uscita principali siano collocati su Via San Leonardo, evitando che si determini un flusso anche intenso di veicoli, diretti a questo comparto o in uscita da esso, per le piccole strade interne al quartiere (Via Brodolini, Guerci, Treves, Milano ecc.).
- ripensare gli accessi da/verso il Centro Commerciale Eurotorri
- allargare anche a questo nuovo comparto la "Zona 30" per una circolazione prettamente residenziale/locale
- di provvedere alla piantumazione di nuovi alberi seguendone la cura e la manutenzione, evitando quanto già avvenuto nella vicina via Silva – via Tebaldi
- diventi l'occasione anche per una "sistemazione" della confinante area ex-Stazione di Servizio Tangenziale
- diventi l'occasione del recupero del "giardinetto" di via Brodolini, nonché della creazione di una barriera verde lungo tutta la striscia della tangenziale

Ci pare evidente, lo ripetiamo, che questa soluzione si realizza in una zona già ampiamente servita dal punto di vista di Centri Commerciali (vedi anche nuovi insediamenti area Ex –Tarasconi) e ci chiediamo, come già espresso nella nostra lettera alla commissione Qualità Architettonica e Paesaggistica (28/10/2018), se "il futuro della città è quindi destinato solo ad una progettazione quantitativa espressione del massimo sfruttamento delle "cubature" ammesse? O è possibile una "rigenerazione paesaggistica" che diventi opportunità per uno sviluppo "ambientalmente" sostenibile, che valorizzi il territorio, in un equo bilanciamento fra le giuste esigenze di progresso e di business degli imprenditori e le legittime aspettative dei cittadini?

Auspichiamo invece che l'annunciato piano di interventi a supporto del "commercio" di quartiere (Gazzetta di Parma 24/4/2019) consenta di realizzare interventi di rivalorizzazione e ricollegamento di via San Leonardo/Via Trento con il centro (Stazione/Via Garibaldi) assolutamente necessario a generare un mix funzionale che generi vitalità, e che venga rivisto il PIANO COMMERCIALE COMUNALE quanto meno nella nostra zona.

Di fronte a pensieri a lungo termine (vedi Kilometro Verde, grande viabilità cittadina soprattutto sull'arco Nord della città....) noi restiamo in attesa di interventi a breve: ....., un grande investimento in alberature lungo la tangenziale, lungo gli assi di penetrazione, nei quartieri artigianali, presso i Centri Commerciali.......il blocco della costruzione di supermercati.............insomma ci auguriamo che si possa concretizzare quel PATTO PER SAN LEONARDO che non sembra "decollare"......

Speriamo infine che i nuovi marciapiedi dell'erigendo insediamento di via Brodolini non diventino ulteriore "sede" per lo "spaccio libero".............

Distinti saluti.

MANIFESTO PER SAN LEONARDO

Attraverso una lettera aperta agli organi di informazione e ai responsabili delle Istituzioni interessate, il "Manifesto per San Leonardo" avanza una idea di riqualificazione del quartiere cogliendo l'occasione della costruzione di un nuovo edificio scolastico.

A seguire la lettera aperta:

NUOVO EDIFICIO SCOLASTICO IN SAN LEONARDO

Al

Presidente della Provincia di Parma

Dr. Diego Rossi

Al Comune di Parma

- Assessore alle Politiche di pianificazione e sviluppo del territorio e delle opere pubbliche.

Arch. Alinovi Michele

- Assessore alla Cultura

Prof. Guerra Michele

- Assessore ad Educazione e Inclusione

Dssa Seletti Ines

All'UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE - PARMA

Apprendiamo della importante notizia pubblicata in data 26/2/2019 ( https://parma.repubblica.it/cronaca/2019/02/26/news/scuole_parma_sanvitale_palestra_oltretorrente_provincia-220179376/  ) riguardante la previsione, prospettata fra le nuove linee di mandato della Provincia, della ricerca di nuovi spazi per l'Edilizia Scolastica, del progetto di ampliamento del liceo Sanvitale e della realizzazione di due nuove strutture sportive in Oltretorrente e via Toscana.

Circa la realizzazione di un nuovo Edificio Scolastico a Parma, ci permettiamo di sottoporre alla Vostra attenzione la proposta di realizzarlo nel Quartiere San Leonardo: localizzazione ben servita da mezzi pubblici sia su strada che su ferro.

Avevamo già proposto al Comune di Parma di collocare in S.Leonardo una facoltà Universitaria nella zona STU STAZIONE; questa nostra nuova proposta suggerisce la realizzazione del nuovo edificio scolastico nel comparto Ex-Bormioli, nell'area attualmente interamente destinata ad Edilizia Privata Residenziale.

Tale realizzazione non solo contribuirebbe in modo significativo alla rigenerazione urbana dei Quartieri San Leonardo e Cortile San Martino, ma, probabilmente, incontrerebbe anche l'interesse del soggetto attuatore, visto il difficile momento del mercato immobiliare, consentendo un'accelerazione della ricostruzione.

Inoltre anche la ventilata ed auspicata collocazione nel comparto Ex-Bormioli a destinazione pubblica, non solo del Museo del Vetro, ma anche di una Biblioteca Comunale, troverebbe ancor più motivazione e ne accrescerebbe l'appetibilità immobiliare.

Sperando in una positiva valutazione della proposta, rimaniamo a disposizione e porgiamo cordiali saluti.

MANIFESTO PER SAN LEONARDO

Pagina 1 di 2