Visualizza articoli per tag: USL PR

I giovani pallanuotisti della Waterpolo Soul hanno fatto visita questa mattina ai pazienti della struttura di Pediatria e Oncoematologia dell'Ospedale dei Bambini di Parma "Pietro Barilla". 

Parma, 1 luglio 2016

I giovani pallanuotisti della Waterpolo Soul, associazione di volontariato che collabora con diverse società sportive, hanno fatto visita questa mattina ai pazienti della struttura di Pediatria e Oncoematologia dell'Ospedale dei Bambini di Parma "Pietro Barilla". Un momento di scambio tra gli atleti e i pazienti ha costituito il motivito dell'incontro. Gadget colorati come magliette, palloni autografati e calotte sono arrivati all'ospedale con gli atleti, mentre i pazienti del Day hospital hanno ricambiato con vetrofanie realizzate nei giorni precedenti. Una mattinata spensierata all'insegna dello sport e della condivisione dei valori che caratterizzano la pallanuoto, quali senso di squadra, costanza, dedizione e sacrificio, occasione di incontro tra bambini e ragazzi che praticano questo sport e i loro coetanei presenti nel reparto. L'appuntamento è stato organizzato grazie alla collaborazione di "Coloriamo Vivere di colori", associazione onlus che realizza le vertofanie assieme ai bambini dell'Ospedale.

IMG 5780 rid

(Fonte: ufficio stampa Usl Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma
Giovedì, 19 Maggio 2016 13:43

Sanità, sciopero del 24 maggio

Le Direzioni Generali di Azienda USL e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma informano i cittadini che, in occasione dello sciopero indetto dalle Segreterie regionali di FP-CGIL, CISL FP, UIL FPL e UIL PA nella giornata del 24 maggio si potrebbero verificare disagi nella consueta attività.

Saranno, comunque, garantiti i servizi sanitari urgenti.

Gli Uffici stampa
Azienda USL di Parma
Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

L'Azienda USL di Parma informa che da aprile cambiano gli orari del servizio di distribuzione presidi per pazienti diabetici, nella Casa della Salute di Traversetolo.

L'attività sarà garantita il mercoledì dalle 11 alle 14 (nella stanza n. 17) e il giovedì dalle 10.30 alle 14.30 (nella stanza n.18).

(Fonte: Ufficio stampa Usl Parma)
 

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Pienamente raggiunto l'obiettivo regionale di garantire almeno il 90% delle prestazioni specialistiche entro i 30 giorni dalla richiesta per le prime visite ed entro i 60 giorni per esami e accertamenti diagnostici. Da metà gennaio 2016 i dati, proposti anche per Azienda sanitaria, saranno consultabili nel sito web regionale dedicato ai tempi di attesa. -

Parma, 14 dicembre 2015 -

I tempi di attesa per le visite e gli esami del sistema sanitario provinciale continuano ad essere garantiti ampiamente entro i limiti massimi stabiliti.
La conferma arriva dall'ultima rilevazione effettuata dalla Regione Emilia-Romagna, che monitora costantemente i tempi di attesa di 45 prestazioni, tra visite specialistiche ed esami diagnostici. Anche nella prima settimana di dicembre è stato pienamente raggiunto l'obiettivo regionale di garantire almeno il 90% delle prestazioni specialistiche entro i 30 giorni dalla richiesta per le prime visite ed entro i 60 giorni per esami e accertamenti diagnostici.
Questi risultati sono stati raggiunti grazie alla realizzazione di una serie di interventi, previsti dal Piano straordinario per il contenimento dei tempi di attesa elaborato congiuntamente da Azienda Usl e Azienda Ospedaliero-Universitaria come richiesto dalla Regione Emilia-Romagna.
Con un investimento complessivo pari a tre milioni di euro per le azioni del Piano, tra gli interventi realizzati vi sono l'aumento del numero di prestazioni disponibili, l'apertura degli ambulatori sette giorni su sette, l'attivazione di numero verde gratuito unico provinciale 800629444 per prenotare o disdire visite ed esami nelle due Aziende sanitarie.
Il Piano inoltre ha previsto un insieme di azioni coordinate, già realizzate dalle due Aziende sanitarie parmensi durante quest'anno con la collaborazione dei centri privati accreditati e l'impegno degli specialistici ambulatoriali e dei medici delle Aziende, e grazie al coinvolgimento dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta nelle azioni sull'appropriatezza delle prescrizioni.
La verifica dei risultati passa anche attraverso lo sviluppo del sistema di monitoraggio dei tempi di attesa, che all'inizio di quest'anno era trimestrale e che da settembre è settimanale. Da metà gennaio 2016 i dati, proposti anche per Azienda sanitaria, saranno consultabili nel sito web regionale dedicato ai tempi di attesa.

Dal 1° marzo 2016 paga il ticket chi non si presenta senza disdire

Per continuare a mantenere bassi i tempi di attesa, la Regione Emilia-Romagna ha ritenuto necessario intervenire sulle mancate disdette delle prenotazioni quando il cittadino non si presenta alla visita o all'esame: dal 1° marzo 2016 chi non disdice l'appuntamento pagherà il ticket previsto, legato alla prestazione (fino a un importo massimo per ricetta pari a 36,15 euro). Il provvedimento riguarda tutti i cittadini, comprese le persone che hanno diritto all'esenzione (per esempio, per reddito, patologia o invalidità). I cittadini trovano già nella prenotazione la data entro cui fare la disdetta, che deve essere effettuata chiamando il numero verde dedicato delle Aziende sanitarie, recandosi negli sportelli Cup, online attraverso il sito www.cupweb.it. A partire da marzo sarà inoltre attiva un'apposita app regionale che permetterà di effettuare la disdetta attraverso smartphone e tablet.

La campagna informativa regionale e un sito web dedicato

Entro dicembre partirà una campagna informativa regionale con particolare riferimento alla disdetta quando il cittadino non può usufruire della prestazione prenotata, con manifesti distribuiti nelle sedi delle strutture sanitarie e uno spot video che verrà diffuso nei siti web della Regione e delle Aziende sanitarie.

GLI INTERVENTI REALIZZATI DEL PIANO DELLE DUE AZIENDE SANITARIE

E' stato nominato un responsabile unitario dell'accesso alle prestazioni specialistiche ambulatoriali, al quale sarà affidata la gestione e modifica delle agende e il presidio dei tempi di attesa utilizzando un software dedicato che è già operativo.
Un investimento complessivo di tre milioni di euro per il 2015 da parte delle due Aziende per incrementare l'offerta di prestazioni grazie a un aumento della produzione interna in varie modalità o acquistandole dai centri privati accreditati. E' stato previsto un incremento ogni mese di oltre 3.000 prestazioni a livello provinciale. Tra gli interventi adottati da tempo vi sono inoltre le "agende di garanzia", vale a dire un sistema che attiva in automatico un aumento di prestazioni disponibili ai CUP ogni volta che la domanda da parte dei cittadini non è soddisfatta dall'offerta entro gli standard dei tempi di attesa (30 giorni per le visite e 60 per gli esami).
Le visite e gli esami anche nei fine settimana, dunque sette giorni su sette, grazie agli accordi di fornitura con il privato accreditato e all'impegno aggiuntivo dei medici delle due Aziende sanitarie, sono da tempo già possibili in tutti e quattro i Distretti, sia in strutture territoriali ed ospedaliere pubbliche sia nei centri privati accreditati e convenzionati.
Il sistema di prenotazioni è stato semplificato grazie all'attivazione di un numero verde unico provinciale 800629444 per prenotare visite ed esami nelle due Aziende. Il numero verde unico si aggiunge anche ai punti di prenotazione Ausl (16 sportelli unici - CUP), ai Punti di accoglienza (PDA) di Azienda Ospedaliera ( 13) e ai circa 130 punti esterni in tutta la provincia, quali farmacie, sedi comunali, medicine di gruppo nelle case della salute, patronati e associazioni di volontariato. Inoltre, è possibile effettuare le prenotazioni on line, grazie al sistema CupWeb accessibile via Internet, per oltre 100 tipologie di prestazioni, tra visite specialistiche ed esami strumentali.
Lo stesso numero verde unico provinciale 800629444 è attivo da tempo anche per disdire le prenotazioni sia nelle strutture Ausl che di Azienda ospedaliera. E' a disposizione dei cittadini che non possono presentarsi alla visita o all'esame già prenotato: disdire consente di liberare il posto per un altro utente. Per alcune tipologie di prestazioni (oculistica) è attivo un sistema di recall telefonico al cittadino con 10 giorni di anticipo sulla data prenotata, per confermare o disdire e dunque riprenotare in un altro giorno.
Le agende delle prestazioni di primo accesso sono state strutturate per specialità, e sono stati realizzati interventi di semplificazione affinché gli specialisti possano prescrivere direttamente esami e visite. Nel Distretto di Parma è inoltre già possibile l'accesso diretto ai prelievi di sangue.

(Fonte: Gli Uffici Stampa di Azienda Usl e di Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Le Direzioni Generali di Azienda USL e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma informano i cittadini che, in occasione dello sciopero indetto dalle Organizzazioni Sindacali ANAAO ASSOMED, CIMO, AAROI-EMAC, FP CGIL Medici, FVM, FASSID, CISL Medici, FESMED, ANPO-ASCOTI-FIALS Medici, UIL Medici, FIMMG, SNAMI, SMI, INTESA SINDACALE-CISL Medici-FP CGIL Medici-SIMET-SUMAI, SUMAI, FESPA, FIMP, CIPE, ANDI nella giornata del 16 dicembre si potrebbero verificare disagi nella consueta attività.

Sono comunque garantite le prestazioni improrogabili e i servizi sanitari urgenti, secondo le modalità organizzative previste dalla vigente normativa.

Gli Uffici stampa
Azienda USL di Parma
Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Edizione natalizia de "Il tè del giovedì". Il 17 dicembre alle ore 17 la cittadinanza è invitata ad esprimersi su come vorrebbe che fosse la Casa della Salute. Un'occasione per uno scambio di idee, per capire da chi frequenta la struttura cosa vorrebbe trovare nel luogo preposto alla tutela e alla salvaguardia della propria salute. -

Parma, 12 dicembre 2015 -

"Il tè del giovedì", l'incontro mensile di educazione sanitaria organizzato dall'AUSL alla Casa della Salute di San Secondo propone un appuntamento natalizio.

Il 17 dicembre, alle 17, la cittadinanza è invitata ad esprimersi su come vorrebbe che fosse la Casa della Salute. Desideri e progetti saranno presentati all'équipe de "Il tè del giovedì". Un'occasione per uno scambio di idee, per capire da chi frequenta la struttura cosa vorrebbe trovare nel luogo preposto alla tutela e alla salvaguardia della propria salute.

L'ingresso è gratuito, la cittadinanza è invitata a partecipare.

Come d'abitudine, sarà offerto il tè.

Per informazioni: tel. 0521.371790, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

(Fonte: Ufficio stampa USL Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

La somma di 500 euro che il Cral ha raccolto è donata ad ARIM, per sostenere il progetto "La nuova endoscopia". Oggi la cerimonia di ringraziamento. Grazie anche a questo gesto di generosità è prossimo il completo rinnovo delle strumentazioni endoscopiche digestive della Casa della Salute di San Secondo, con apparecchiature di ultimissima generazione in grado di migliorare la diagnosi precoce delle malattie dell'apparato digerente. -

Parma, 10 dicembre 2015 -

Il Cral dell'AUSL, fin dalla sua costituzione, è impegnato nel sociale con l'organizzazione di eventi per la raccolta di fondi da destinare ad associazioni locali, in particolare, quelle "vicine" all'Ospedale di Vaio.

Anche la donazione di oggi ha la stessa finalità: la somma di 500 euro che il Cral ha raccolto è donata ad ARIM, per sostenere il progetto "La nuova endoscopia".

Grazie anche a quest'ultimo (in ordine di tempo) gesto di generosità è ormai prossimo il completo rinnovo delle strumentazioni endoscopiche digestive della Casa della Salute di San Secondo, con apparecchiature di ultimissima generazione in grado di migliorare la diagnosi precoce delle malattie dell'apparato digerente.

L'èquipe dell'Ospedale di Vaio, guidata da Paolo Orsi, è presente alla Casa della Salute il mercoledì e il venerdì ed effettua oltre 1000 esami endoscopici all'anno, più di 300 visite gastroenterologiche ed oltre 250 test del respiro.

Oggi la cerimonia di ringraziamento, alla presenza di Elena Saccenti, direttore generale dell'AUSL, Antonio Negri, presidente del Cral aziendale con la vice Federica Cupola, Lamberto Cervi, presidente di ARIM e Paolo Orsi, direttore dell'U.O. di Endoscopia digestiva e Gastroenterologia dell'Ospedale di Vaio, oltre a professionisti dell'Ospedale e rappresentanti del volontariato locale.

(Fonte: Ufficio stampa Azienda USL di Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

La Direzione Generale dell'AUSL e dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma informano sulle variazioni ai consueti orari di lunedì 7 dicembre, ponte dell'Immacolata. Chiusi gli uffici amministrativi e gli Uffici relazioni con il pubblico.Assicurate le prestazioni già prenotate. -

Parma, 4 dicembre 2015 -

La Direzione Generale dell'AUSL e dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma informano i cittadini che lunedì 7 dicembre gli uffici amministrativi e gli Uffici relazioni con il pubblico resteranno chiusi.

Sono assicurate tutte le prestazioni già prenotate e sono aperti gli Sportelli unici – CUP dell'AUSL ad eccezione dei CUP di Busseto, Noceto e Traversetolo. Sempre all'AUSL, nel distretto di Fidenza sono chiusi l'ufficio cartelle cliniche dell'Ospedale di Vaio e il punto di accoglienza dei poliambulatori del distretto. Nel distretto Sud-Est, chiusi i consultori familiari di Langhirano, Collecchio, Traversetolo e Felino, il servizio di distribuzione farmaci di Traversetolo, mentre quello di Collecchio chiude alle 11. Chiusura alle 13 per il servizio distribuzione presidi per diabetici di Collecchio.

Piccole variazioni sui consueti orari anche per l'Ospedale Maggiore con l'anticipo della chiusura alle ore 15 del Centro servizi, del call center per la libera professione 0521.702807 e dei punti di accoglienza segreteria della radiologia, segreteria di scienze radiologiche e neuroradiologia. Anticipa la chiusura alle ore 12 l'Ufficio cartelle cliniche.

Il numero verde unico di prenotazione 800.629.444 è aperto con il consueto orario, dalle 7.30 alle ore 18, così come il numero verde regionale 800.033.033, dalle ore 8.30 alle 17.30.

Gli Uffici stampa
Azienda USL di Parma
Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Nuovo appuntamento con "Il tè del giovedì", l'incontro di educazione sanitaria organizzato dall'Azienda USL alla Casa della Salute. Anna Tedeschi e Alessandra Ricardi, professioniste dell'hospice di Fidenza, spiegano ciò che è possibile fare per lenire le sofferenze e migliorare la qualità della vita di una persona che soffre di una malattia incurabile. -

Parma, 21 novembre 2015 -

Prendersi cura dei malati, con le cure palliative è il tema del nuovo appuntamento con "Il tè del giovedì", la rassegna d'incontri di educazione sanitaria organizzata dall'AUSL alla Casa della Salute di San Secondo.
Dalle 17, Anna Tedeschi e Alessandra Ricardi, professioniste dell'hospice di Fidenza, spiegano ciò che è possibile fare per lenire le sofferenze e migliorare la qualità della vita di una persona che soffre di una malattia incurabile e cosa offre l'hospice di Fidenza, centro d'eccellenza del territorio per le cure palliative.

L'ingresso è gratuito, la cittadinanza è invitata a partecipare.
Come d'abitudine, sarà offerto il tè.
Per informazioni: tel. 0521.371790, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

(Fonte: Ufficio stampa Usl Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

"Non lasciamole sole. Aspetti socio-sanitari della violenza di genere", convegno organizzato dalle due Aziende sanitarie, il 23 novembre nell'aula congressi del Maggiore, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza alle donne, per riflettere e presentare progetti ed iniziative di prevenzione e contrasto alla violenza. -

Parma, 20 novembre 2015 -

Un convegno per riflettere e presentare progetti ed iniziative di prevenzione e contrasto alla violenza: è questo l'obiettivo dell'iniziativa "Non lasciamole sole. Aspetti socio-sanitari della violenza di genere", organizzata dalle due Aziende Sanitarie di Parma, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza alle donne.
L'appuntamento è per il 23 novembre, dalle 8.30 alle 17.30, nell'Aula Congressi dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria.
In apertura è prevista una azione teatrale tratta dallo spettacolo "Non per amore" di Festina Lente Teatro e Vagamonde, con la regia di Andreina Garella.
I lavori della giornata si sviluppano su quattro temi principali.
Il primo, la violenza domestica: donne, bambini, uomini, è affrontato da Samuela Frigeri, presidente del Centro antiviolenza di Parma, Antonella Monti e Emanuela Sani, rispettivamente responsabile del servizio sociale del Comune di Torrile e neuropsichiatra infantile dell'Ausl di Parma e da Jody Libanti, psicologo dell'Ausl di Parma.
Il secondo tema, le conseguenze fisiche e psicologiche della violenza, è trattato da Roberto Fiorini, medico del pronto soccorso dell'Ospedale di Vaio, Antonella Vezzani, presidente CUG (Comitato Unico di Garanzia) del Maggiore di Parma, dalla psichiatra Maria Grazia Mazzali e da Graziano Tonelli, direttore Archivio Storico di Parma.
Conclude la mattinata il video: "Se gli uomini si innamorassero delle donne" vincitore del premio Colasanti Lopez 2015.
Nel pomeriggio, dalle 14.20, è trattato il tema delle violenze in gravidanza, con le relazioni di Daniela Viviani, responsabile Percorso Nascita di Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma e Monica Dotti, coordinatrice Centro LDV dell'Ausl di Modena. Ultimo tema, la tratta e le mutilazioni genitali, è affrontato da Marco Deriu, sociologo dell'Università di Parma, Carla Verrotti, responsabile Salute Donna Ausl di Parma, Tiziana Frusca e Raffaele Faioli, rispettivamente direttore dell'ostetricia e ginecologia del Maggiore e medico in formazione specialistica, Rosanna Pippa, coordinatrice progetti sociali Forum Solidarietà e Giorgia Morini, psicologa dell'Ausl di Parma.
L'evento è stato patrocinato da Comune, Provincia e Prefettura di Parma, Ordine dei medici, Consigliere di parità delle due Aziende sanitarie, Centro antiviolenza, Associazione donne medico, Soroptimist e FIDAPA.

convegno violenza locandina

(Fonte: Gli Uffici stampa Azienda USL e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma
Pagina 3 di 13