Visualizza articoli per tag: Territorio Poviglio RE

I gruppi di lavoro riguarderanno quattro tematiche: giovani; ambiente e territorio; scuola, cultura e sport; sociale, lavoro e sicurezza -

Poviglio, 3 marzo 2014 -

Partiranno domani martedì 4 marzo i gruppi di lavoro del "Cantiere Poviglio 2020", promosso dalla lista civica "Ascoltare Poviglio" con il sostegno del Pd locale per le prossime elezioni amministrative. Quattro laboratori partecipati per costruire il progetto di governo locale del candidato sindaco Giammaria Manghi, relativo al mandato 2014/2019.
Quattro saranno gli ambiti prioritari sui quali Manghi e la sua squadra si concentreranno, che saranno al centro di altrettanti gruppi di lavoro e che riguarderanno: giovani; ambiente e territorio; scuola, cultura e sport; sociale, lavoro e sicurezza. «L'obiettivo di questi gruppi di lavoro – spiega Giammaria Manghi – è quello di costruire un programma partecipato dai cittadini e dagli attori sociali di Poviglio: l'auspicio è che in tanti partecipino, portando le loro idee e suggerimenti in un'ottica di piena collaborazione e sinergia».
Gli incontri, aperti a tutti, si svolgeranno presso l'atrio dell'ex Cinema teatro Verdi (via Verdi 1): si comincia martedì 4 marzo alle ore 18.30 con l'incontro del gruppo "Scuola, cultura e sport". A seguire, alle ore 21.00, si terrà invece la riunione del gruppo "Ambiente e territorio".
I lavori proseguiranno giovedì 6 marzo alle ore 21.00 con il gruppo relativo ai temi "Sociale, lavoro e sicurezza" e lunedì 10 marzo alle ore 21.00 con l'incontro del gruppo "Giovani", e nei giorni e nelle settimane successive.

(Fonte: Circolo PD Poviglio)

 

Scuola, giovani, lavoro, equità fiscale, ambiente alcuni dei temi portanti del programma -

Poviglio, 24 febbraio 2014 -

E' stata presentata ufficialmente giovedì 20 febbraio presso la Sala Civica Rosina Mazzieri del Centro Culturale, la candidatura a Sindaco di Giammaria Manghi per le prossime elezioni amministrative 2014. L'attuale Primo cittadino, che sarà candidato per la lista civica "Ascoltare Poviglio" con il sostegno del Pd locale, ha illustrato alcune linee guida del programma e ha presentato il percorso partecipato per la costruzione del progetto di governo locale "Cantiere Poviglio 2020" relativo al mandato 2014/2019.
Ampia la partecipazione del pubblico, e in particolare dei giovani, protagonisti attivi del programma e di uno dei quattro gruppi di lavoro che dai prossimi giorni si concentreranno sull'elaborazione del programma di mandato. Quattro saranno, infatti, gli ambiti sui quali Manghi e la sua squadra si concentreranno: oltre alle tematiche sul mondo giovanile, ambiente e territorio; scuola, cultura e sport; sociale, lavoro e sicurezza.

«Quattro sono le idee fondamentali che devono stare al centro della progettazione del "Cantiere Poviglio 2020", a cominciare dalla valorizzazione della comunità cittadina, e quindi della partecipazione e di un sempre più significativo coinvolgimento delle esperienze dei singoli e dei gruppi di associazioni, espressione del Paese, in un'ottica di collaborazione e sinergia con il pubblico» ha spiegato l'attuale Primo Cittadino. Tra gli altri temi in agenda, quello dell'innovazione: «è sempre più impellente la necessità di innovare la struttura dell'ente pubblico, in un'ottica di rafforzamento della collaborazione del Comune di Poviglio con e all'interno dell'Unione dei Comuni, in particolare con quelli della parte ovest, Boretto e Brescello: un fattore che non solo può consentire una gestione più razionale delle finanze pubbliche, ma anche una sostanziale qualificazione nell'erogazione dei servizi ai cittadini».

Altri temi prioritari in agenda saranno la ricerca costante dell'equità sul piano fiscale e la scuola e i giovani: «Tra le azioni su cui sarà necessario concentrarsi ci saranno un approfondimento dell'azione della lotta all'evasione fiscale e, visto il periodo così difficile che stiamo vivendo, la ricerca di una tassazione che punti alla progressività dell'imposizione tributaria in base alle effettive proprietà, che consenta quindi di diminuire almeno in parte il prelievo nelle tasche dei cittadini. Infine, ma non certo in tema di importanza, l'intento è quello di continuare ad occuparsi di formazione e scuola: quest'ultima, in particolare, resta uno dei temi da porre al centro delle linee di mandato, anche in un'ottica di innovazione 2.0, di promozione e diffusione del linguaggio digitale e delle nuove tecnologie. Ampio spazio, in ultima battuta, anche per le tematiche dell'ambiente e della sicurezza».

(Fonte: Circolo PD Poviglio)

 

Una ricerca scatta una foto ai mutamenti demografici nei comuni di Cadelbosco, Campegine, Castelnovo di Sotto, Gattatico, Poviglio e Sant'Ilario. In 10 anni un terzo dei residenti sono cambiati -

 

Reggio Emilia, 21 febbraio 2014 -

Una fotografia all'evoluzione demografica negli ultimi 10 anni. Questo è quanto emerge dal progetto "L'identità, l'evoluzione, la coesione della nostra comunità", promosso dai comuni di Cadelbosco di Sopra, Campegine, Castelnovo di Sotto, Gattatico, Poviglio, S. Ilario d'Enza e dalla Fondazione Coopsette, che sarà presentato lunedì prossimo 24 febbraio, alle 18.30 nel corso di un incontro al museo Cervi a cui parteciperanno i sindaci dei 6 comuni coinvolti, la fondazione Coopsette, la presidente della Provincia Sonia Masini e i consiglieri regionali Roberta Mori e Beppe Pagani. Lo studio è stato presentato questa mattina in Provincia dai sindaci dei comuni interessati, Silvana Cavalchi, sindaco di Cadelbosco di Sopra; Paolo Cervi, sindaco di Campegine; Maurizio Bottazzi, sindaco di Castelnovo di Sotto; Gianni Maiola, sindaco di Gattatico; Gianmaria Manghi, sindaco di Poviglio; Marcello Moretti, sindaco di Sant'Ilario d'Enza; dalla presidente della Provincia Sonia Masini e da Carlo Alzati della Fondazione Coopsette.
La ricerca ha "scattato una foto" alla evoluzione socio-demografica del territorio nel decennio che va dal 2003 al 2013, partendo dalla consapevolezza che l'evoluzione antropologica dell'ultimo decennio ha prodotto mutamenti profondi nelle Comunità, modificandone l'identità e la cultura e mettendone a rischio la coesione, uno dei valori su cui si fonda il benessere nei nostri territori.
"L'obiettivo di questo progetto – ha spiegato il sindaco di Poviglio Gianmaria Manghi - è quello di aprire un confronto con i diversi soggetti che operano sul territorio per programmare e governare lo sviluppo delle comunità".
"Altrettanto chiara è la convinzione che per governare questo cambiamento e rispondere alle sfide che esso propone, è necessario comprendere la natura e le dimensioni dei cambiamenti in atto – ha proseguito - elaborare strategie che coinvolgano tutti i soggetti che operano sul territorio, promuovere iniziative concrete attraverso cui realizzare una nuova coesione".
Un primo risultato del progetto è un'analisi sugli andamenti demografici in quest'area, consultabile sui siti web dei Comuni o della Fondazione, dalla quale emerge come le Comunità negli ultimi dieci anni abbiano conosciuto una crescita, ma soprattutto una variazione tale per cui oggi solo il 60% dei residenti è qui da più di dieci anni.
"Il senso di questa indagine – ha aggiunto la presidente della Provincia Sonia Masini – è quello di comprendere i cambiamenti, per riuscire a governarli e non subirli, come invece è accaduto negli ultimi anni. Dobbiamo anche cercare di mettere a sistema tutte le indagini fatte sul nostro territorio, proprio per salvaguardare quel sistema che fino ad oggi ha retto e che ha fatto di noi una terra accogliente".
Un altro dato da valutare è quello legato alla presenza degli stranieri, cresciuta nel decennio fino ad arrivare al 12% della popolazione residente (con una concentrazione che nelle fasce più giovani tocca punte sopra il 25%). "La sfida che attende le Comunità – aggiungono gli amministratori – è quella di creare le condizioni perché questi insiemi non siano isolati tra loro, ma collaborino a mantenere e sviluppare quella rete di relazioni e condivisione di risorse che ha costituito finora uno degli elementi decisivi per la qualità della vita in quest'area, determinandone anche l'attrattività rispetto ai flussi migratori".
L'appuntamento di lunedì sera rappresenta quindi un'occasione perché dalla presentazione del progetto e dagli stimoli offerti da Mario Viviani e Gino Mazzoli, si apra un confronto con coloro che a diverso titolo e in ambiti complementari operano sul territorio e che per questo possono concorrere alla definizione di strategie generali.

L'incontro si aprirà alle 18.30 per proseguire in serata dopo un breve ristoro.

Per informazioni
Fondazione Coopsette
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

(fonte: ufficio stampa Provincia di Reggio Emilia)

 

L'appuntamento è per giovedì 20 febbraio alle ore 20.45 presso la Sala civica Rosina Mazzieri -

Poviglio, 19 febbraio 2014 -

Si svolgerà domani, giovedì 20 febbraio alle ore 20.45 presso la Sala Civica Rosina Mazzieri del Centro Culturale (via Parma 1) la presentazione della candidatura a Sindaco di Giammaria Manghi. L'attuale Primo cittadino, che sarà candidato per la lista civica "Ascoltare Poviglio" con il sostegno del Pd locale, illustrerà le linee alcune guida del programma per le prossime elezioni amministrative e presenterà il percorso partecipato per la costruzione del progetto di governo locale relativo al mandato 2014/2019.

Introdurrà la serata Andrea Cantoni, segretario del Circolo PD di Poviglio. La cittadinanza è invitata a partecipare.

(Fonte: ufficio stampa Circolo PD Poviglio)

 

L’appuntamento si inserisce nella programmazione per il Giorno della memoria e sarà presentato venerdì 21 febbraio

Reggio Emilia, 18 febbraio 2014

Uno spettacolo per la memoria, per non dimenticare quello che successe durante la seconda guerra mondiale nei campi di concentramento e fare in modo che una simile barbarie si verifichi mai più. Ruota intorno a questo tema "Un viaggio dentro Le staffette della memoria" per la regia di Mariangela Dosi e la partecipazione degli studenti del Liceo d'Arte Paolo Toschi di Parma, promosso dal Comune di Poviglio - Assessorato alla Cultura e dal Circolo Anpi "Eugenio Curiel" in collaborazione con i circoli ANPI di Boretto, Campegine, Castelnovo Sotto e Gattatico, venerdì 21 febbraio 2014 presso il Centro del Volontariato Kaleidos.

Un appuntamento sull'importanza del ricordo e della conoscenza della storia, inserito nel programma delle Iniziative organizzate dal Comune per il Giorno della Memoria, come spiega l'autrice stessa: «I deportati nei campi di concentramento hanno scritto memorie, diari, lettere; hanno cercato, alcuni, di comunicare il più possibile, di raccontare il lager affinché non si dimentichi quello che l'uomo può fare, quello che uomini, donne, bambini hanno subito. Da anni cerchiamo di capire, di non perdere la memoria, di stare vigili e di riflettere su ciò che è accaduto. Molti dei sopravvissuti non ci sono più, molti sono troppo anziani per continuare a testimoniare. I giovani non hanno memoria e la scuola non basta a far conoscere» afferma Mariangela Dosi.

«Le persone dimenticano, confondono le date, non sanno le motivazioni profonde che stanno alla base dell'orrore. È quasi incredibile che, in un contesto di inconsapevolezza dilagante, ci siano alcuni studenti di liceo che abbiano voluto aderire alla mia richiesta: chi vuole salire sul palcoscenico per la giornata della memoria? Un sopravvissuto ha raccontato a me, io ho raccontato a loro ed essi, questi giovani, raccontano a voi il viaggio fatto a Mauthausen con il treno della memoria, che è anche un viaggio interiore, un viaggio dentro».

«L'Anpi e l'Amministrazione comunale sono ancora una volta promotrici di un progetto culturale che supera la logica della celebrazione per attualizzare il passato, luce imprescindibile per il nostro presente. Gli studenti dell'Istituto "Toschi" permette di dar voce alle staffette della memoria, che vivificheranno gli avvenimenti del passato attraverso il loro vissuto» dichiara Filippo Ferrari, Assessore alla Cultura del Comune di Poviglio.

Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21.00 presso la Sala "Sergio Tagliavini" del Centro del Volontariato "Kaleidos" (via Bologna 1). L'ingresso è gratuito.

Per info:

Biblioteca comunale di Poviglio, 0522/960426 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

(Fonte: ufficio stampa comune di Poviglio)

 

Martedì, 11 Febbraio 2014 10:33

Poviglio, incontro sui giovani e i social network

Due le serate organizzate dall'Oratorio San Filippo Neri di Poviglio per giovedì 13 e 20 febbraio -

Poviglio, 11 febbraio 2014 -

Un duplice incontro per parlare di social network, giovani ed educazione. Si intitola "Social generation" l'iniziativa organizzata dall'Oratorio San Filippo Neri di Poviglio con il patrocinio dell'Amministrazione comunale per promuovere un uso responsabile dei nuovi mezzi di comunicazione su internet.
L'uso dei social network, soprattutto facebook, è oggi sempre più diffuso tra le nuove generazioni: gli adulti, genitori e insegnanti, non sempre sono in grado di comprendere questa dimensione comunicativa e relazionale. Obiettivo delle due serate, in programma per giovedì 13 e 20 febbraio, è proprio quello di indagare questa dimensione e fornire gli strumenti necessari per accompagnare i giovani a un uso consapevole della rete.
Titolo del primo incontro di giovedì 13 febbraio è "Social network e autostima in età evolutiva": "Essere tecnologici equivale ad essere connessi? Le sfide educative" sarà invece il tema portante del secondo appuntamento di giovedì 20 febbraio.
Le due serate si svolgeranno presso i locali dell'Oratorio San Filippo Neri, in Piazza Umberto I, e avranno inizio alle ore 20.45.

 

(Fonte: ufficio stampa kaiti expanzion)

L'attuale Sindaco si ripresenterà a capo della lista civica "Ascoltare Poviglio" sostenuta dal Partito Democratico -

Poviglio, 5 febbraio 2014 -

Sarà Giammaria Manghi il candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative di Poviglio per la lista civica "Ascoltare Poviglio" con il sostegno del Pd locale.
La ricandidatura arriva in vista della chiusura del primo mandato da sindaco di Manghi, ed è frutto delle considerazioni espresse sui cinque anni di mandato da parte degli appartenenti al circolo Pd locale e dei sostenitori della lista civica "Ascoltare Poviglio". A spiegare le ragioni del sostegno è lo stesso segretario della sezione povigliese Andrea Cantoni: "Abbiamo scelto di confermare il sostegno al sindaco in carica perchè in questi cinque anni l'amministrazione comunale da lui presieduta ha saputo riscuotere un importante consenso dalla cittadinanza, portando avanti un percorso di dialogo con i cittadini, sia del centro storico che delle frazioni. A questo si aggiunge una politica di gestione dei servizi sociali improntata a rendere i medesimi ancor più efficienti ed economicamente sostenibili, sempre garantendo elevati standard di qualità ed equità. A queste considerazioni si somma" conclude infine Cantoni "il saper agire di quest'amministrazione, che ha saputo coordinare le esigenze produttive ed ambientali del territorio nonché della società civile, avviando collaborazioni e progetti con le istituzioni e le associazioni, laiche e religiose, presenti sul territorio". Tutti elementi che hanno portato a un giudizio positivo sull'operato dell'odierna Amministrazione, anche in merito alle concrete misure adottate per fronteggiare situazioni sempre più diffuse di disagio economico e sociale.
«Ringrazio tutti coloro che hanno scelto di sostenere la mia candidatura, che nasce come risposta alle tante richieste avanzate sia dal partito, sia da numerosi cittadini» è il commento del Primo Cittadino. «L'intento è quello di proseguire il lavoro avviato durante l'ultimo quinquennio di valorizzazione del paese e di superamento della difficile fase storica che stiamo vivendo a causa della crisi economica che in questi anni ha colpito il territorio. L'impegno è quello di lavorare con motivazione rinnovata e con la volontà di proseguire la relazione fattiva e concreta stabilita in questi anni con tutte le diverse realtà del paese».

(fonte: ufficio stampa Circolo PD Poviglio)

 

La seduta è stata l'occasione per presentare il bilancio dell'attività dell'organismo consultivo e illustrare gli investimenti fatti sul territorio -

Poviglio, 31 gennaio 2014 -

Si è conclusa positivamente l'assemblea di Frazione di Fodico convocata dalla Consulta di Frazione e dall'Amministrazione Comunale per la serata di giovedì 30 gennaio.
L'importante momento di partecipazione, svoltosi presso il Circolo ANSPI, è servito per fare il punto sull'attività dell'organismo consultivo e presentare gli interventi realizzati nel corso degli ultimi anni sul territorio della frazione.
Numerose le persone presenti, rappresentanti delle Istituzioni e semplici cittadini che nel corso della serata hanno dato una dimostrazione tangibile dell'importanza dell'organismo di rappresentanza nel dare voce ai bisogni della comunità. Istituita a maggio 2011, la Consulta di frazione è costituita da tre componenti eletti dai residenti del territorio: l'assemblea di ieri sera è stata l'occasione per presentare il bilancio di questo primo mandato amministrativo, in vista del termine fissato con le prossime elezioni comunali di maggio. Nel corso di questi tre anni di attività, sono stati in tutto nove gli incontri organizzati dalla Consulta con l'Amministrazione Comunale e sette quelli con i cittadini della frazione: quattro di natura generale e tre di natura specifica, legati ai temi del territorio.
Soddisfazione, a tale proposito, è stata espressa dal Primo Cittadino di Poviglio, Giammaria Manghi, presente all'incontro insieme all'Assessore ai Lavori Pubblici e all'Ambiente Domenico Donelli e all'Assessore al Bilancio Anselmo Gualdi: «La partecipazione di questa serata è un'ulteriore conferma della positività della scelta fatta a inizio mandato, quando abbiamo proposto l'attivazione di questo importante organismo di consultazione che amplia la base di partecipazione democratica dei cittadini e ci permette di conoscere in maniera più approfondita le problematiche specifiche del territorio di Fodico, avvicinando ulteriormente la frazione al capoluogo e al cuore della vita amministrativa di Poviglio».
Altro punto all'ordine del giorno è stata la presentazione del bilancio degli interventi eseguiti nel frazione di Fodico nel periodo di legislatura, che hanno portato sul territorio un investimento complessivo di 315 mila euro. Tra le opere realizzate, la manutenzione delle strade bianche e la risoluzione di alcuni problemi specifici legati all'illuminazione pubblica e al sistema delle acque. In modo particolare, poi, è stato illustrato il progetto di collegamento in sicurezza tra la frazione di Fodico e il capoluogo attraverso una pista ciclopedonale che la congiungerà al centro di Poviglio, di cui è in corso di realizzazione il primo segmento costituito dal ciclopedonale relativo al tratto di via Grande o tra l'incrocio con via Pessina e via Romana.
«Grazie all'operato della Consulta di Frazione siamo stati in grado di rispondere in maniera più puntuale alle esigenze del territorio, esigenze che difficilmente avremmo conosciuto in maniera così approfondita senza questo organismo di consultazione. Un ringraziamento particolare, a questo proposito, va ai membri della Consulta per l'impegno e la serietà con cui stanno svolgendo il loro ruolo di rappresentanti delle necessità dei cittadini».

(Fonte: ufficio stampa Comune di Poviglio)

 

Poviglio, 30 gennaio 2014 -  A partire dal prossimo sabato 1 febbraio 2014 sarà possibile presentare le domande di iscrizione per il Nido d'Infanzia "Gianni Rodari" per i bimbi nati negli anni 2012, 2013 e dal 01.01.2014 al 30.04.2014, e per la Scuola dell'Infanzia "La Ginestra" per quelli nati negli anni 2009, 2010 e 2011.

In occasione dell'avvio delle iscrizioni, i genitori interessati potranno visitare il Nido d'Infanzia (via Ceci) giovedì 13 febbraio dalle ore 16,30 alle ore 18,30, e la Scuola dell'Infanzia (via Repubblica) giovedì 20 febbraio dalle ore 16,30 alle ore 18,30. Due pomeriggi durante i quali le mamme e i papà interessati potranno scoprire, in compagnia delle educatrici, le peculiarità delle due strutture e porre eventuali domande di approfondimento. Un'occasione unica per conoscere gli spazi delle due scuole e scoprire le innumerevoli possibilità che offrono, nonché per incontrare luoghi educativi che si propongono di sostenere e stimolare l'apprendimento e i processi di crescita delle bambine e dei bambini.

La modulistica e il bando sono disponibili sul sito del comune di Poviglio (www.comune.poviglio.re.it) e sul sito dell'Azienda Servizi Bassa Reggiana (www.asbr.it).
Per informazioni rivolgersi all'Ufficio Scolastico Territoriale presso il comune di Poviglio nelle giornate di martedì, giovedì e sabato dalle ore 8,30 alle ore 12,30 – tel. 0522/966808.

 

(Fonte: ufficio stampa Comune di Poviglio)

S'intitola "Viaggio ad Auschwitz a/r" lo spettacolo che si svolgerà domani mercoledì 22 gennaio 2014 presso il Teatro del Fiume -

Boretto, 21 gennaio 2014 -

Uno spettacolo per ricordare il dramma dei campi di concentramento e non dimenticare. Si svolgerà mercoledì 22 gennaio 2014 alle ore 10.00, presso il Teatro del Fiume, la rappresentazione "Viaggio ad Auschwitz a/r" patrocinato dalle Amministrazioni Comunali di Boretto, Brescello, Gualtieri e Poviglio.
Lo spettacolo, dedicato alle classi terze delle Scuole Secondarie di Primo Grado del territorio ma aperto alla cittadinanza intera, rientra nel programma delle celebrazioni per il Giorno della Memoria, ed è scritto e interpretato da Gimmi Basilotta per la regia di Luciano Nattino e la collaborazione di Lino Lantermino, con le musiche del Kohelet 3.
Al centro della rappresentazione, la storia del lungo cammino di deportazione di ventisei ebrei cuneesi catturati nel 1944, da Borgo San Dalmazzo ad Auschwitz, dal Piemonte alla Polonia. Un modo per ragionare e per parlare di memoria, scoprendo e toccando con mano quanto essa sia ora una necessità e un dovere, non solo per il rispetto della Storia, di chi l'ha vissuta, l'ha subita, ne ha sofferto e ne è stato sopraffatto, ma per poter vivere il presente in modo consapevole .

Lo spettacolo fa parte del progetto Passodopopasso, che rientra nell'ambito della programmazione del "Teatro ragazzi" ed è promosso dall'associazione culturale Mirart, che opera nei comuni dell'Unione della Bassa Reggiana e che da sempre è impegnata nella selezione accurata e competente dei contenuti legati all'infanzia e all'adolescenza.

Il costo dell'ingresso allo spettacolo è di € 4,50. Per informazioni e adesioni Biblioteca Comunale di Boretto 0522-963759, oppure Associazione Culturale Mirart 338-6690117 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.30.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Boretto)

 

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Pagina 5 di 9