Visualizza articoli per tag: Territorio Poviglio RE

Un importante momento di comunità per celebrare il merito scolastico e la crescita personale di 3 giovani povigliesi -

Reggio Emilia, 19 maggio 2014 -

Sabato 17 maggio, presso l'Aula Magna delle Scuole Medie di Poviglio, si è svolta la cerimonia di consegna delle borse di studio in memoria di Savio Magnani.

Per il quinto anno consecutivo Marco Magnani, imprenditore povigliese, titolare dell'azienda Faber Com e membro dell'Associazione Hope, ha messo a disposizione 3 borse di studio da 516 euro l'una da destinare agli alunni delle classi terze della Scuola Secondaria di Primo Grado, che si sono distinti in particolare per la disponibilità ad aiutare il prossimo.

Sabato scorso il riconoscimento è stato consegnato a Gaia Ferretti della classe 3 A, a Mariarosa Sarnacchiaro della classe 3 B e a Monica Villani della classe 3C, in presenza dell'imprenditore Marco Magnani, del Sindaco Giammaria Manghi, della Dirigente Scolastica Elisabetta Mangi, di alunni e genitori.

Un importante momento per la comunità povigliese, che si è così riunita per valorizzare i giovani più meritevoli con il preciso obiettivo di premiare non solo i risultati scolastici ma anche e soprattutto la crescita personale.

(Fonte: ufficio stampa Kaiti expansion)

Presentato il Quaderno operativo sui disturbi specifici dell’apprendimento, per una didattica innovativa a supporto di bambini, insegnanti e famiglie -

 

Reggio Emilia, 13 maggio 2014 -

Grande successo per il convegno di presentazione di “Parole Amiche”, il Quaderno operativo sui disturbi specifici dell’apprendimento (DSA), che si è svolto giovedì 8 maggio all’Aula Magna dell’Università degli Studi di Modena e Reggio.

In una sala gremita di pubblico, sono intervenuti diversi ospiti, coordinati da Giammaria Manghi, tutti concordi nel riconoscere il significativo livello della proposta didattica presentata, inerente l’apprendimento della letto-scrittura, che consente un adeguato sviluppo delle competenze matafonologiche dei bambini, individuando in modo precoce i soggetti con problemi di dislessia. 

Tra i presenti al tavolo dei relatori, Elisabetta Mangi (Dirigente Scolastico dell’IC Poviglio-Brescello), Fausto Nicolini (Direttore generale Ausl Reggio Emilia), Giorgio Zanetti (Direttore della Facoltà di Scienze Umane e Sociali dell’Università di Modena e Reggio), Luciano Rondanini (Ispettore CSA Reggio Emilia) e le autrici Paola Artoni (insegnante Scuola Primaria, referente del progetto DSA IC Poviglio e Brescello), Elena Bacchiavini e Sandra Chinaglia (logopediste ASL del Distretto di Guastalla).

Il Quaderno “Parole Amiche”, edito da Edizioni Bertani&C, è scritto da Paola Artoni, Elena Bacchiavini, Sandra Chinaglia, Lorena Cottafavi, Cinzia Prati, ed è promosso dall’Istituto Comprensivo di Poviglio e Brescello, in collaborazione con Comune di Poviglio, Comune di Brescello, Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia, Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna.

Rappresenta un valido supporto per bambini, insegnanti e famiglie: propone, infatti, oltre 100 schede didattiche che rappresentano un importante passo avanti nello studio e nella didattica in presenza di disturbi specifici di apprendimento.

Durante il convegno sono state registrate circa un centinaio di prenotazioni del testo, a conferma del valore della proposta metodologico didattica realizzata.

 

(fonte: ufficio stampa Kaiti expansion)

 

Il percorso formativo integrato promosso da Amministrazione Comunale, Polizia Municipale e docenti si è concluso con la consegna ai bambini del "patentino del ciclista" e la premiazione di due alunni -

 

Reggio Emilia, 12 maggio 2014 -

 

Sabato 10 maggio presso l’Istituto Comprensivo di Poviglio si è svolta la fase conclusiva del progetto di educazione stradale rivolto alle classi quinte della Scuola Primaria che, come ogni anno, è stato condotto dagli agenti diPolizia Municipale e in collaborazione con i docenti.

 

Il Sindaco Giammaria Manghi, la Dirigente Scolastica Elisabetta Mangi e l’Ispettore di Polizia Municipale Luca Falcitano hanno consegnato ai bambini il “patentino del ciclista” e hanno premiato i due alunni che, durante il percorso formativo integrato, si sono distinti per meriti sia nelle prove teoriche sia in quelle pratiche: a Stella Zanichelli della classe 5 A e a Lorenzo Vezzani della classe 5 C sono infatti state consegnate due biciclette offerte dall’Amministrazione Comunale.

 

La consegna dei patentini e delle bici s’inserisce in un progetto ampio di educazione stradale, promosso da Comune di Poviglio, Polizia Municipale e Istituto Comprensivo, che si è concluso con proveteoriche e praticheper valutare il grado di conoscenza acquisita sulle regole stradali e la capacità della loro applicazione concreta.

Dopo lo svolgimento di quiz teorici, infatti, gli alunnidelle classi quinte hanno affrontato l’ultima prova pratica in materia stradale di guida della bicicletta.

 

Il progetto ha avuto esito positivo, raccogliendo l’entusiasmo dei bambini e la piena soddisfazione di tutte le parti coinvolte, riconoscendo l'intenso lavoro svolto sul tema della formazione inerente i comportamenti stradali e l'opera di prevenzione come elemento assai importante per le nuove generazioni.

 

(Fonte: ufficio stampa Kaiti)

 

Giovedì, 24 Aprile 2014 10:39

Poviglio - Programmazione del 25 aprile

Gli appuntamenti organizzati dall'Amministrazione comunale per le celebrazioni della Festa della Liberazione in collaborazione con l'Anpi e l'Istituto Comprensivo -

 

Poviglio, 24 aprile 2014 -

Una serie di iniziative per ricordare i valori della democrazia e della Resistenza, e festeggiare il sessantanovesimo anniversario della Liberazione dell’Italia dalle forze nazi-fasciste: a organizzarle per il 25 aprile il Comune di Poviglio in collaborazione con l’Anpi e l’Istituto Comprensivo.

Si comincia al mattino con la Santa Messa, alle ore 10.00, cui seguirà la visita ai monumenti commemorativi dei caduti delle due guerre mondiali. Il Corteo si concluderà in Piazza Umberto I con il discorso celebrativo del sindaco Giammaria Manghi alle ore 11.15. A seguire, sempre in Piazza Umberto I, si svolgerà “Appunti sulla Resistenza”, lo spettacolo con parole e musiche degli alunni, delle insegnanti e degli educatori delle classi quinte della Scuola Primaria. 

Nel pomeriggio, dalle ore 15, pedalata della Liberazione: da davanti al Municipio si partirà alla volta dei cippi commemorativi dei Caduti per la libertà nel territorio povigliese. A conclusione della pedalata, in piazza Umberto I, sarà offerto un rinfresco per i partecipanti, accompagnato da animazione musicale a cura dell’Associazione Culturale “I Centouno di Fabbrico”. In caso di maltempo le celebrazioni previste per la mattinata si svolgeranno presso la Sala Civica “Rosina Mazzieri” e la pedalata sarà rinviata a data successivamente comunicata.

I valori della Resistenza e della democrazia saranno anche l'oggetto, sabato 3 maggio 2104, dello spettacolo “Gli uomini per essere liberi. Sandro Pertini, il Presidente”, atto teatrale unico di Gianni Furlani con Mauro Bertozzi in programma presso il Centro del volontariato Kaleidos alle 21.00. Ad accompagnare i due attori musiche dal vivo eseguite da Tiziano Bellelli ed Emanuele Reverberi. Selezione iconografica a cura di Gualtiero Venturelli.

 

(Fonte: Comune di Poviglio)

 

 

 

L’iniziativa, in programma questa sera, rientra nell’ambito della Fiera di Primavera 2014 -

 

Reggio Emilia, 22 aprile 2014 -

Si svolgerà oggi, martedì 22 aprile, alle ore 21.00 presso la Sala Civica “Rosina Mazzieri” (via Parma 1), la presentazione del libro Tutto si muove, tutto si tiene. Vita e politica. Quasi un bilancio per la generazione che vienedi Albertina Soliani. L'iniziativa rientra nella programmazione della Fiera di Primavera" messa a punto dal Comune di Poviglio - Assessorati alla Cultura e alle Attività Produttive - in collaborazione con Poviglio Fiera, le associazioni, la Parrocchia, i commercianti e gli artigiani di Poviglio.

 

La storia di vita e politica di Albertina Soliani è racchiusa tra due abbracci. Quello della gente del suo paese natale nella bassa reggiana e oggi anche quello della gente birmana, attraverso gli incontri con Aung San Suu Kyi. Tra Boretto, suo paese di nascita, e Rangoon si snoda il racconto di questo libro, più di una biografia personale alla fine del mandato parlamentare. È la ricostruzione di quel tessuto di relazioni di amicizia, costellazioni didee, che con ostinazione e misteriosi collegamenti hanno contribuito al rinnovamento della Chiesa, della scuola e della politica in Italia. Un percorso non privo di delusioni, come per gli ostacoli al progetto dellUlivo e le tre cadute politiche di Prodi, raccontate senza reticenze nel giudizio sulle responsabilità personali e dei partiti. Sempre con la speranza delle sentinelle che guardano oltre la notte, per affidare lalba alle nuove generazioni.

 

La serata avrà inizio alle ore 21.00: introduce Giammaria Manghi, Sindaco di Poviglio, e conduce Roberto Fontanili, giornalista della Gazzetta di Reggio.

 

(Fonte: ufficio stampa Comune di Poviglio)

 

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia

 

Le opere del pittore saranno esposte nella Sala del Consiglio del Municipio da domenica 20 aprile. L'iniziativa fa parte degli eventi della Fiera di Primavera 2014 che entra nel vivo questo fine settimana con le tante iniziative in programma  -

 

Reggio Emilia, 19 aprile 2014 -

 

Una mostra per festeggiare la creatività povigliese: si svolgerà domenica 20 aprile, alle 11.45 presso la Sala del Consiglio del Municipio di Poviglio, il vernissage dell'esposizione "Linee d’orizzonte (opere della serie “Città del mondo”)" del pittore Mario Paterlini. L’iniziativa fa parte degli eventi della Fiera di Primavera 2014, organizzata dal Comune di Poviglio - Assessorati alla Cultura e alle Attività Produttive - in collaborazione con Poviglio Fiera, le associazioni, la Parrocchia, i commercianti e gli artigiani di Poviglio.

 

Un omaggio all’estro dell’artista, nato a Sant’Ilario ma povigliese da sempre e alla sua produzione raffinata e discreta, che nasce nel 1999. La pittura di Paterlini, sviluppata da autodidatta, si ispira soprattutto agli astrattisti Russi, da cui riprende la scelta cromatica, luminosa e calda, la purezza del tratto, la vitalità e l'energia delle linee. A questa fonte di ispirazione aggiunge un bioformismo sanguigno e vivace, in cui la purezza e la semplicità delle linee contrastano con il cerebralismo delle forme naturalistiche, troppo ovvie. 

Della sua arte afferma il critico Carla Mori: “Come tanti è partito dal figurativo, corpi umani separati dallo spazio con poche linee di contorno, per approdare all'astrattismo e poi ad un vitale bioformismo pieno di energia. Come? Non ha importanza. Sono forme scaturite dal profondo come una sorgente dalla roccia: è un fenomeno misterioso,ma naturale per l'artista. Perché? Dice che dipingere è felicità, armonia, guardarsi dentro, ritrovarsi, l'approdo ad un equilibrio tra lui e il mondo. E quando i suoi paesaggi dell'anima sono compiuti, poco importa la percezione e la valutazione degli altri. Perché? Perché esistono, hanno preso forma, e lo scopo è raggiunto”.       

 

La mostra è a ingresso gratuito e sarà visitabile fino al 1 maggio.

Orari

Tutte le mattine dalle 9 alle 13; Giovedì pomeriggio dalle 15 alle 17.30; Venerdì 25 aprile / Giovedì 1 maggio su appuntamento

 

Per info:

Biblioteca Comunale / O522.960426 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mario Paterlini / 340.2708767 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

(Fonte: ufficio stampa Comune di Poviglio)

 

 

Pubblicato in Comunicati Arte Emilia

 

Costata 1 milione, coperti in gran parte dalla Provincia di Reggio, elimina due incroci pericolosi allo snodo per Boretto e Brescello e prevede anche una pista ciclopedonale -

 

Reggio Emilia, 14 aprile 2014 -

È stata inaugurata sabato mattina, dagli alunni delle prime classi della scuola media, la nuova rotatoria realizzata dalla Provincia di Reggio Emilia a Sant’Anna di Poviglio, nella parte nord dell’Asse viario strategico Val d’Enza, a crocevia tra le strade provinciali che collegano Poviglio, Boretto e Brescello.  Si tratta di una infrastruttura particolarmente complessa, con un sistema che prevede ben cinque accessi, che raggiunge allo stesso tempo l’obiettivo di razionalizzare un nodo importante sulla viabilità Nord-Sud, tra un capo e l’altro della nostra provincia, e di migliorare la sicurezza per gli automobilisti agevolando anche la circolazione del traffico pesante. La nuova rotatoria, che ha un diametro esterno di 50 metri, permette, infatti, di eliminare ben due incroci stradali pericolosi.

Assieme alla rotatoria è stata realizzata anche una pista ciclopedonale per una lunghezza complessiva di 500 metri che si lega con quella già esistente, che arriva dal centro abitato di Poviglio alla frazione di Sant’Anna, e costeggia via Romana (Sp 358R) fino alla rotatoria, dove consente il passaggio in sicurezza con l’attraversamento dell’asse stradale Val d’Enza (Sp 111). La pista ciclopedonale, che ha una larghezza di 2,5 metri, consente il passaggio delle biciclette in doppio senso di percorrenza ed è affiancata da una aiuola.

“Si tratta di un’opera attesa da anni, perché via Romana, specialmente la curva allo snodo tra Boretto e Brescello, rappresenta da tempo la strada più pericolosa del nostro territorio, purtroppo teatro di numerosi incidenti; inoltre grazie al lavoro attento della Provincia si è realizzata anche una pista ciclopedonale potenziando i percorsi di mobilità sostenibile”,   ha detto il sindaco di Poviglio, Giammaria Manghi  sottolineando anche come “un intervento da un milione di euro rappresenti una notizia positiva, in questo tempo di crisi, mettendo al centro le persone e la sicurezza”.

“Oggi è un giorno di allegria e di ottimismo, come sempre  quando si inaugura un’opera pubblica – ha  detto la presidente della Provincia di Reggio Emilia, Sonia Masini - In dieci anni abbiamo rivoluzionato le strade della provincia, in particolare nella Val d’Enza ma non solo, rendendole più scorrevoli e sicure, liberando decine di  centri abitati dal traffico e dunque riducendo i pericoli in particolare per voi ragazzi. Perché lo Stato ha enti che funzionano e altri no e la Provincia di Reggio Emilia, grazie anche a  tecnici e dirigenti molto seri e preparati, ha fatto delle cose, non le ha annunciate soltanto, anche se non so se questo conti ancora in un Paese nel quale non si è più in grado di distinguere tra fatti e promesse… Noi abbiamo speso 420 milioni di euro per realizzare 140 chilometri di nuove strade, e questo è un fatto”. 

Prima del tradizionale taglio del nastro, che le autorità hanno affidato a una alunna delle scuole medie di Poviglio, l’assessore provinciale alle Infrastrutture, Alfredo Gennari, ha ringraziato a sua volta “i tecnici della Provincia, che hanno in questi anni messo in campo soluzioni anche innovative per migliorare la viabilità, ma anche le imprese che si sono succedute in questa opera davvero complessa, che ha richiesto un grande sforzo alla Provincia non solo dal punto di vista tecnico, ma anche, in un periodo così prolungato di tagli di finanziamenti agli enti locali , per il reperimento delle risorse”. “Con questa nuova rotatoria, oltre ad incrementare la sicurezza degli automobilisti, abbiamo anche voluto rivolgerci alla mobilità sostenibile con la realizzazione della pista ciclopedonale che consente di spostarsi a piedi o in bicicletta”, ha concluso.

I lavori della rotatoria di sono stati realizzati in due tranche: il primo da maggio all’autunno 2012, il secondo da settembre 2013 allo scorso mese di marzo.

Complessivamente l’opera è costata 849.400 euro a cui vanno aggiunti i costi del percorso ciclopedonale pari a 184.000 euro, per un totale che supera il milione di euro, coperti con 300mila euro di fondi della Provincia, 487 mila reperiti da Palazzo Allende su linee di finanziamento regionali o nazionali, 100.000 euro dal Comune di Poviglio e i rimanenti, in base a un precedente accordo, da altri Comuni della Val d’Enza.

La progettazione e la direzione dei lavori è stata curata dal servizio infrastrutture della Provincia di Reggio Emilia.

 


(Fonte: ufficio stampa Provincia di Reggio Emilia)

 

 

Da domani le strade del centro storico “invase” da mostre, spettacoli e iniziative sul tema “Creatività del nostro tempo e dintorni” -

 

Poviglio, 11 aprile 2014 -

Arte, cultura, spettacolo e molto altro ancora: a Poviglio per la Fiera di Primavera, che si svolgerà da sabato 12 aprile a domenica 11 maggio. “Creatività del nostro tempo e dintorni” sarà anche quest'anno il filo conduttore della kermesse messa a punto dal Comune di Poviglio - Assessorati alla Cultura e alle Attività Produttive - in collaborazione con Poviglio Fiera, le associazioni, la Parrocchia, i commercianti e gli artigiani di Poviglio.

Una festa di comunità, pensata per pubblici di diverse età che animerà le vie del centro storico con iniziative, mostre, eventi, spettacoli che offriranno uno sguardo a tutto tondo sulla creatività.

Ad aprire ufficialmente la programmazione degli eventi saranno domani, sabato 12 aprile, alle ore 10.00, l'inaugurazione e il taglio del nastro della Rotatoria di Sant’Anna sull'Asse viario Val d’Enza – Poviglio, con interventi del sindaco Giammaria Manghi, del Presidente della Provincia di Reggio Emilia Sonia Masini e dell'Assessore alle Infrastrutture della Provincia di Reggio Emilia Alfredo Gennari.

Il pomeriggio sarà ricco di appuntamenti, a cominciare dall'iniziativa “Piazzedinfanzia”, che dalle 15.30 animerà Piazza Umberto I con giochi e laboratori dedicati a bambini e famiglie: l'appuntamento è organizzato dall’Azienda Servizi Bassa Reggiana e dal Comune di Poviglio, in collaborazione con il Nido d’infanzia “Rodari”, la Scuola d’infanzia Comunale “La Ginestra”, la Scuola materna Parrocchiale “S.Stefano”, la Biblioteca Comunale e lo Sportello Sociale. Sempre alle 15.30 si terrà l'inaugurazione della mostra storico-documentaria “I problemi del fascismo. Numeri come strumento di propaganda" presso la Scuola Secondaria di 1° grado. All'appuntamento interverranno il sindaco Manghi, la Dirigente dell'Istituto Comprensivo di Poviglio e Brescello Elisabetta Mangi e Sidraco Codeluppi, Presidente Circolo ANPI “Eugenio Curiel”. Alla presentazione sarà presente il curatore della mostra, il ricercatore Gianluca Gabrielli, che proporrà una visita guidata all'esposizione.

La fiera di primavera entrerà nel vivo il fine settimana del 19 e 20 aprile con le tante iniziative in programma, a cominciare dalla comicità travolgente di Agide Cervi e della Casa del clown che, dalle 20.30 presso la Sala Civica “Rosina Mazzieri”, daranno il via al “1° Festival della magia per giovani prestigiatori” in occasione della 5° giornata mondiale del circo.

L'indomani mattina i festeggiamenti riprenderanno alle 11.15 con l'inaugurazione del percorso ciclopedonale di Via Grande (tratto incrocio con Via Pessina/Via Romana). L'arte e la ricerca storica sul territorio saranno invece le protagoniste della proiezione dell’audiovisivo “I colori della fatica”, la seconda parte della ricerca sulle architetture storiche povigliesi cura di Adriano Artoni, con foto di Matteo Colla (Ore 11.00, Sala della Giunta, Municipio). A seguire, alle 11.45, sempre in Municipio, presso la Sala del Consiglio si terrà il vernissage dell'esposizione "Linee d’orizzonte (opere della serie “Città del mondo”)" del pittore  Mario Paterlini

Il pomeriggio sarà aperto dai festeggiamenti per una realtà storica del territorio, il negozio Fedella, che domenica 20 aprile celebrerà i suoi primi 100 anni: dalle 15.30 Flash moda, intrattenimento musicale, truccabimbi e rinfresco con taglio della torta. Domenica sarà anche la giornata dello svolgimento della Fiera vera e propria: dalle 10.00 alle 18:30, in piazza Umberto I e in tutto il centro storico, mostra di moto e auto d’epoca, mercato, bancarelle, stand degli Hobbysti e degli artisti dell'ingegno, luna park. Per tutto il fine settimana, inoltre, sarà possibile partecipare alle visite guidate a Villa Corazza alla riscoperta delle bellezze del territorio a cura del dott. Adriano Artoni e Filippo Ferrari.

La programmazione della Fiera di Primavera proseguirà martedì 22 aprile alle 21.00, con la presentazione del libro “Tutto si muove, tutto si tiene. Vita e politica. Quasi un bilancio per la generazione che viene” di Albertina Soliani presso la Sala Civica “Rosina Mazzieri”. Spazio allo spettacolo, sabato 3 maggio, presso il Centro del volontariato Kaleidos alle 21.00 con “Gli uomini per essere liberi. Sandro Pertini, il Presidente”, atto teatrale unico di Gianni Furlani con Mauro Bertozzi.

Altra presentazione letteraria martedì 6 maggio per il libro “Maschile tenerezza” di Catia Prati (ore 21.00 presso la Sala Civica “Rosina Mazzieri”).

Venerdì 9 e sabato 10 maggio appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati di storia: presso il Centro del volontariato Kaleidos si terrà il convegno “Ambiente, terra e civiltà nella Pianura Padana dell’età del bronzo” in occasione dei trent’anni di ricerche nella Terramara Santa Rosa di Poviglio. L'appuntamento è a cura del Comune di Poviglio, della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna e dell'Università degli Studi di Milano. Per l'occasione il Museo della Terramara sarà aperto al pubblico durante l’intera durata del convegno: saranno organizzate visite guidate su richiesta alla fine delle sessioni.

A chiudere la Fiera di Primavera sarà, domenica 11 maggio dalle ore 14.00 alle ore 19.30 presso l'area esterna del Centro del volontariato Kaleidos, “Fitness for life”, un'iniziativa sportiva di beneficenza a cura di A.s.d. Avis Sport Poviglio e A.s.d. Marconi Punto Fitness di Castelnovo di Sotto. L'ingresso è a offerta libera.

 

 

(fonte: ufficio stampa Kaiti expansion srl)

 

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Mercoledì, 09 Aprile 2014 15:22

Poviglio - Positivo il bilancio di fine mandato

 

Partecipazione, sicurezza stradale, ambiente, scuola e sociale le priorità sulle quali si è investito -

 

Poviglio, 9 aprile 2014 -

Tempo di bilanci per l'Amministrazione Comunale in vista della fine della legislatura 2009/2014. «Il consuntivo del mandato che sta per chiudersi è senza dubbio positivo e coerente agli impegni assunti in fase di programmazione, nonostante si sia trattato di un quinquennio certamente non facile, caratterizzato da una forte crisi economica e da importanti tagli alle risorse» spiega il sindaco Giammaria Manghi: «a dispetto delle difficoltà, abbiamo comunque  lavorato nella quotidianità con impegno e serietà per valorizzare la comunità povigliese nella sua interezza, per mantenere un livello alto di servizi per tutti i cittadini e le famiglie residenti. Soprattutto abbiamo cercato di operare in un'ottica d’inclusione e partecipazione, confrontandoci con le realtà del territorio attraverso incontri costanti con gli abitanti del centro storico e delle frazioni e concedendo spazio pieno a tutti coloro che, a qualsiasi titolo, hanno voluto arrecare il proprio contributo alla causa pubblica». Nei cinque anni sono state ben 25 le assemblee Pubbliche promosse, 18 gli incontri con le due consulte di frazione e 80 i laboratori partecipati per discutere della nuova viabilità e del futuro assetto del centro storico e per la valorizzazione del territorio (Poviglio Lab).

Partecipazione ma anche attenzione alle tematiche ambientali: il quinquennio ha infatti visto l’introduzione di un'importante novità, quella della raccolta Porta a Porta dei rifiuti, che nel giro di appena un anno e mezzo ha toccato la significativa percentuale del 90% con il dato relativo ai rifiuti ingombranti: «una percentuale rilevante, che fa di Poviglio il Comune con il tasso più alto di differenziazione in tutta la provincia di Reggio Emilia, e che ha superato di gran lunga le nostre aspettative» prosegue il Primo Cittadino.  

Nel complesso degli oltre 6,8 milioni investiti nell'intero mandato in opere pubbliche, una parte importante e stata destinata a interventi sul tema della sicurezza stradale e delle opere per migliorare la viabilità urbana. Un percorso che ha interessato sia il centro storico che le zone periferiche, con la realizzazione di nuove asfaltature e rotonde, l'installazione di semafori e la creazione di percorsi pedonali. Rientra in questo ambito anche una delle ultime opere realizzate, la rotonda di Sant'Anna, che sarà inaugurata sabato 12 aprile: un progetto importante che si aggiunge a quelli realizzati nel quinquennio, come le due rotonde su via Romana o il parcheggio in via Dante Alighieri, dedicato all’Unità d’Italia e inaugurato nel 2010, che si pone a servizio delle scuole di tutto il centro del paese.

Forte attenzione anche alla viabilità alternativa al fine di promuovere forme di mobilità sostenibile, favorendo gli spostamenti a piedi o in bicicletta in tutta sicurezza: nel corso dei cinque anni sono state realizzate dieci piste ciclopedonali, per un investimento  totale di 942.300.

La scuola è, tra i vari settori su cui l'Amministrazione comunale ha voluto puntare, un ambito che ha rivestito un'importanza particolare. «In questi cinque anni abbiamo inteso la scuola come un impegno prioritario da sostenere, a riconoscimento del suo ruolo fondamentale in una prospettiva di crescita dei giovani povigliesi» spiega il Sindaco. In quest'ottica rientrano gli importanti investimenti a fianco delle realtà scolastiche del territorio, tra i quali i 452.250 euro a favore delle attività delle Scuole Primaria e secondaria di Primo Grado, la promozione di progetti d’inclusione scolastica e il mantenimento della qualità delle strutture educative. Attenzione ai giovani, ma più in generale all'aspetto sociale, con l'erogazione di misure di sostegno come le borse lavoro o il rafforzamento dei servizi socio-assistenziali per la terza età a supporto della domiciliarità. 

«Scuola, formazione e sociale rappresentano elementi fondanti al centro della crescita dei giovani e della vita della comunità in generale. Priorità sulle quali abbiamo voluto impegnarci nonostante le difficoltà dovute alla generale crisi economica e al taglio dei finanziamenti statali, portando avanti con coerenza e impegno un lavoro di qualificazione continua dell'offerta formativa e dei servizi» conclude il sindaco Manghi.

 

(Fonte: ufficio stampa Comune di Poviglio)

 

150 le prime persone che hanno deciso di dare il loro appoggio firmando per la candidatura -

 

 Poviglio, 28 marzo 2014 -

Sono 150 le prime firme raccolte dai sostenitori alla lista civica "Ascoltare Poviglio" che per le prossime elezioni amministrative candida il sindaco uscente Giammaria Manghi con il sostegno del Pd locale.
Un gruppo numeroso di persone, ampiamente rappresentative della comunità povigliese e plurale per età, formazione e professione, che si aggiunge ai numeri importanti raggiunti in queste due settimane di campagna. Una campagna basata sulla partecipazione e l'ascolto, come dimostra l'incontro di mercoledì sera quando il candidato Manghi ha incontrato 40 agricoltori del territorio, per ascoltare le tematiche poste da quest'ultimi nel modo specifico e per individuare modalità costanti di rapporto tra istituzione e mondo dell'agricoltura.
Un appuntamento che si è aggiunto a una serie di iniziative che hanno ottenuto un ottimo riscontro, quali la cena di autofinanziamento di giovedì 27 marzo, cui hanno partecipato ben 120 persone, e ai circa 100 partecipanti, dei quattro gruppi di lavoro attivati per costruire il progetto di governo locale del prossimo mandato.
Una testimonianza di un forte sostegno al candidato sindaco Manghi, nonché della volontà di costruire una politica dell'incontro e dell'ascolto, che connota la proposta di governo della lista civica "Ascoltare Poviglio".

 

(Fonte: ufficio stampa PD Poviglio)

 

Pagina 4 di 9