Visualizza articoli per tag: Eventi Modena

L'edizione autunnale, la nona, della maratona enogastronomica promossa da Modenamoremio si conferma come uno degli eventi più attesi e apprezzati sotto la Ghirlandina.

Di Manuela Fiorini – foto di Claudio Vincenzi

Modena, 3 ottobre 2016

Un successo annunciato quello dell'edizione autunnale di Stuzzicagente, la rassegna enogastronomica promossa da Modenamoremio, società di promozione del centro storico, che dal tardo pomeriggio di ieri fino a sera inoltrata, ha portato "a passeggio" per le strade di Modena, buongustai e curiosi, alla scoperta dei piatti e dei prodotti della tradizione, alcuni dei quali rivisitati dalla fantasia degli chef.
La formula vincente è quella dello Street Food, ma secondo la ricetta (anzi, sarebbe meglio dire, le ricette!) emiliana. Infatti, se la versione classica prevede di andare per locali per degustare assaggi e stuzzichini, la versione modenese si è pregiata di una formula di ben quattro diversi menù (viola, verde, giallo e azzurro), ognuno composto da nove portate, dall'antipasto al dolce, senza dimenticare vini, liquori e digestivi. Inoltre, erano per soddisfare anche le esigenze di vegetariani e vegani e di chi è intollerante al glutine, in Piazza XX Settembre e in Piazza Grande, erano presenti anche l'Angolo Vegetariano e Vegano con creepes bio dolci e salate e l'Angolo Gluten Free. A fare da sfondo alla kermesse, le strade, le piazze, le botteghe storiche, i ristoranti, le panetterie, le gelaterie del centro storico, da Piazza Grande fino a viale Martiri della Libertà.

tuzzicagente autunno modena streetfood 2016 eventi

tuzzicagente autunno modena streetfood 2016 eventi2

I ticket, in prevendita a 16 euro e a 18 se acquistati il giorno della manifestazione, sono andati subito a ruba. Tra chi aveva prenotato in anticipo, anche turisti provenienti da Ferrara, Mantova, Verona e Pavia. In Piazza Grande si è visto anche qualche straniero, attirato dalla fama "leggendaria" della cucina emiliana, recentemente eletta "la migliore del mondo" dalla prestigiosa rivista Forbes. Senza contare poi, che a Modena, si trova il miglior ristorante del mondo, l'Osteria Francescana di Massimo Bottura, che ha ospitato, recentemente, anche Robert De Niro e Mark Zuckerberg, il patron di Facebook.
Tra i "grandi classici", i gastronauti hanno potuto apprezzare lo gnocco fritto del Bar Penny di Via Montadora e quello del 1808 di Piazza Garibaldi. Non poteva mancare il Tigellone con la cumza de La Chersenta de l'Or-Ma di via Gallucci e la Piadina con Rucola e stracchino. Tra i primi piatti, presso la Trattoria Aldina di via Albinelli, si sono potute gustare le Penne al Lambrusco con crema di Parmigiano Reggiano, mentre l'Enogastronomia Saporiamo di Piazza XX settembre ha servito le Rosette cotto e formaggio. Tra i secondi del territorio, la Famiglia Bertani di via Albinelli, ha servito le Frittelle di Baccalà, mentre all'Osteria Stallo del Pomodoro di Largo Hannover è stato servito uno sfizioso Crostino di Zucca con cotechino, cipolla al balsamico e salsa verde. Un tocco etnico invece, con il Cous Cous alle verdure presso Zazie di via Selmi e un assaggio di cucina regionale abruzzese con gli Arrosticini abruzzesi, disponibili Da Sergio Prodotti Abruzzesi di via Albinelli. Tra le bevande, si sono potute gustare la Birra Artigianale del Labeerinto di via San Giacomo, un sorso di liquoroso Porto Bianco accompagnato da biscottini, presso la Storica Bottega dei Tintori, e il Nocino Tradizionale di Modena, presso lo stand de Il Matraccio, in Piazza Grande.
Anche quest'anno, i gastronauti sono stati chiamati a votare il piatto preferito della manifestazione. Quello che avrà ricevuto più voti sarà premiato prossimamente, mentre tra tutti i votanti, saranno estratti due ticket omaggio per l'edizione 2017 di Stuzzicagente.

tuzzicagente autunno modena streetfood 2016 eventi 3

tuzzicagente autunno modena streetfood 2016 eventi 1

Tutte le foto continuano nella galleria in fondo alla pagina

 

Pubblicato in Cronaca Modena

Due giorni da "tutto esaurito" per la manifestazione dedicata a videogiochi, fumetti e cosplay, ma anche ai giochi tradizionali e ai gadget. Grande successo per i superospiti, da Cristina D'Avena al fenomeno Youtubers.

Di Manuela Fiorini – foto di Claudio Vincenzi e Modena Nerd

Modena, 19 settembre 2016

Un esercito di 14.127 visitatori ha letteralmente preso d'assalto il quartiere fieristico in occasione della prima edizione di Modena Nerd, la fiera dedicata ai fumetti, ai videogiochi, ai cartoni animati, ai gadget e a tutto l'universo "nerd". Un termine che, in origine, aveva una connotazione negativa e canzonatoria e indicava coloro che passavano le ore chiusi nella propria camera, privilegiando l'universo virtuale alla socialità. Oggi, invece, si scopre che un po' nerd lo siamo stati e lo siamo tutti. Basta una sigla di un cartone animato per riportare all'infanzia anche che ha superato gli "anta", la "visione" di un fumetto a cui siamo stati affezionati o di un videogioco sul quale abbiamo consumato gli occhi per fare emergere il nerd che si nasconde in ognuno di noi. C'è poi la generazione dei millennials, i ragazzi nati nel XXI secolo, cresciuti a social network, da Facebook a Instragram, da Youtube a Snapchat e WhatsApp, che seguono i loro beniamini o che amano vestirsi come i personaggi di videogiochi e manga (i fumetti giapponesi), sdoganando il fenomeno giapponese dei Cosplay.

Così, tra gli stand, si potevano incontrare generazioni diverse, pronte a sorprendersi e a sorprendere. Tra improbabili personaggi armati di spade e altre armi fantastiche, accorsi per sfidarsi alla gara di Cosplay, c'erano famiglie con bambini, adolescenti e nostalgici che l'adolescenza l'hanno salutata da un po' e che hanno ballato e cantato a squarciagola al concerto di Cristina D'Avena, evento conclusivo della giornata di domenica. La cantante bolognese ha proposto alcuni dei suoi più grandi successi, che tradotto significano le sigle dei cartoni animati che da 30 anni accompagnano bambini e ragazzi: dai Puffi a Pollon, da Sailor Moon a Lady Oscar.

modena nerd 2016

Per gli appassionati di manga giapponesi, oltre ai fumetti, hanno spopolato le action figures, cioè le riproduzioni dei personaggi più amati. Ancora forte il fenomeno Funko Pop, la versione stilizzata dei personaggi di cartoni animati, serie TV, film, ma anche idoli dello sport e della musica. E per capire anche i "gusti" del Sol Levante, ecco lo stand degli snack giapponesi, dai biscotti al tè verde ai ramen, i tagliolini take away da gustare aggiungendo acqua calda.

Come non sorprendersi davanti all'abilità di chi, con i celebri mattoncini Lego, con i quali hanno giocato generazioni di bambini, costruisce intere città a tema, dal villaggio medievale al castello di Dracula, e poi elicotteri, portaerei, i monumenti più famosi e persino la facciata del Duomo di Firenze. Presso l'Artist Alley, i visitatori hanno potuto incontrare e assistere dal vivo alla realizzazione dei disegni da parte di alcune tra le matite più famose, da Matteo Lolli a Mirka Andolfo, da Stefano Raffaele a Mario del Pennino e Matteo Bussola. Tantissimi i giovani accorsi per applaudire gli Youtuber iPantellas, Sodin, Awed, CiccioGamer89, Eleonora Olivieri e Shanti Lives e sperare di riuscire a scattare un selfie insieme ai loro idoli.

modena nerd lego

Affollatissimo anche lo spazio dedicato ai videogames con le ultime novità e i tornei dedicati ai titoli più noti. I più piccoli hanno invaso invece l'area retrogaming dedicata ai giochi "storici".
Soddisfatti Lucio Campani e Christian Borghi, direttori artistici della manifestazione: "Modena Nerd è stata per noi una nuova opportunità per far divertire le persone che amano il fumetto, i videogiochi, i cosplayer e gli Youtuber, ma anche l'occasione per organizzare incontri e conferenze di approfondimento per far comprendere che le letture di questi mondi possono essere davvero molte, dalle più leggere a quelle più serie. Le presenze sia alle conferenza sia negli spazi espositivi e ai tornei hanno confermato che i due approcci possono coesistere molto bene".

 

Pubblicato in Cronaca Modena
Sabato, 10 Settembre 2016 09:34

Nuova edizione di Modena in Fiore

A Modena tutti i colori dell'autunno. Oggi e domani la nuova edizione di Modena in Fiore: in corso Canalgrande fiori, piante di ogni tipo e centinaia di varietà di erbe aromatiche.

Modena, 10 settembre 2016

Chi non vorrebbe avere un giardino o un balcone fiorito anche di inverno? Niente di più facile, con Modena in Fiore, la coloratissima manifestazione in programma oggi, sabato 10 e domenica 11 settembre, in Corso Canalgrande. Organizzata da SGP en plein air, in collaborazione con il Comune di Modena, la kermesse florovivaistica è giunta alla quarta edizione autunnale. Un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati dal pollice verde e per i curiosi, che potranno contare su una offerta variegata e insolita: in autunno fioriscono tantissime piante ed è il periodo perfetto per le erbe aromatiche, presenti a Modena in Fiore in oltre 140 tipi. Anche quest'anno la manifestazione si arricchisce di espositori e proposte: non solo fiori, piante da frutto e grasse, piante da appartamento e da esterno, ma anche l'artigianato artistico a tema e il mercatino alimentare dei prodotti tipici.

Non una semplice replica dell'edizione primaverile dunque, che si svolge da oltre 15 anni, ma una vera e propria mostra mercato a cielo aperto con le varietà più interessanti e insolite che l'arrivo dell'autunno porta con sé. E che fioriscono per tutto l'inverno, come ad esempio il bellissimo ciclamino, una delle più diffuse piante da appartamento. Il ciclamino vive 4-5 anni e i suoi inconfondibili fiori sbocciano per tutto l'inverno, fino ad aprile. Da citare anche le Camelie, altra specie con fioriture autunnali e invernali e che sarà possibile acquistare a Modena in Fiore: dalla Camelia sasanqua originaria dell'isola giapponese di Okinawa alla Camelia oleifera, che in pieno inverno produce numerosissimi fiori bianchi. Non mancheranno le erbe aromatiche, negli ultimi anni una vera e propria scoperta per il grande pubblico. A Modena in Fiore sarà possibile trovare oltre 140 tipi: dalle 30 varietà di peperoncino alla salvia, dalle fiorite santoreggia alla menta della Val d'Aosta e quella marocchina, dalla piperita alla spicata, il raperonzolo, l'erba caccialepre, l'alchemilla, e tantissime altre, per avere sempre sul proprio balcone o giardino erbe aromatiche pronte da cogliere per dare un tocco in più alla propria cucina.

Quest'anno il programma della manifestazione si arricchisce di un evento collaterale, ovvero la lezione a cura del Maestro Carlo Pagani dal titolo "In estate prepariamo l'orto per l'inverno – I trucchi del mestiere del Maestro Giardiniere": l'appuntamento è per domenica 11 settembre alle ore 11 presso lo stand ColtiviaMo, all'angolo con via Università.
Grazie al successo consolidato nelle passate edizioni, la manifestazione si arricchisce ed è in continua espansione: gli espositori sono stati scelti attraverso un'accurata selezione, al fine di offrire la massima varietà; dall'appassionato con l'hobby del giardinaggio al meno esperto, tutti potranno trovare la pianta o il fiore adatto alle proprie esigenze.

Ingresso libero
Orario continuato dalle 9 alle 19.30
Per info: www.modenainfiore.it 

Pubblicato in Dove andiamo? Modena

Di fronte a una Piazza Grande gremita, si sono alternati sul palco artisti di fama internazionale, come Il Volo, Nek, Elio ed Edoardo Bennato accanto ai nuovi talenti. Grande emozione di fronte all'esibizione di Alaa Arsheed, violinista fuggito dalla Siria, e della struggente Summertime interpretata da Silvia Colombini e Danilo Rea.

Di Manuela Fiorini – foto di Claudio Vincenzi

Modena, 7 settembre 2016

Una serata come sarebbe piaciuta al Maestro Luciano Pavarotti, nel cuore della sua Modena, con i suoi amici "big", i nuovi talenti della lirica, la sua famiglia e gli amici più cari. E, soprattutto, la musica in tutte le sue declinazioni e contaminazioni, e la solidarietà per i più sfortunati, per chi cerca una speranza fuggendo dalla guerra.

piazza grande 2 rid

E' stato un crescendo di emozioni "Qui dove il mare luccica", il concerto tributo alla memoria del grande tenore, tenutosi ieri sera in Piazza Grande nel nono anniversario della sua scomparsa. Ma la presenza di Luciano è stata comunque tangibile, attraverso la musica, i ricordi, le parole di chi lo ha conosciuto, amato e condiviso con lui i tanti progetti di solidarietà. Tra questi la lunga collaborazione con UNHCR, l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, che ha caratterizzato quattro edizioni del Pavarotti & Friends, il grande evento benefico attraverso il quale sono stati raccolti fondi a sostegno dei rifugiati Kosovari, Afgani, Angolani e Iracheni.

Proprio ai rifugiati è stato dedicato il concerto evento di ieri sera. A partire dal titolo, quel "Qui dove il mare luccica", che da un lato cita la celebre Caruso di Lucio Dalla, che con Pavarotti ha duettato in più di un'occasione, dall'altro simboleggia quel mare in cui si riflettono la speranza e il futuro di chi lo attraversa fuggendo dalla guerra e dalla fame.

Fabio Volo

Mattatore della serata Fabio Volo, a cui è toccato il compito, con la consueta ironia, di presentare i numerosi ospiti, che sono stati accompagnati nelle loro esibizioni dall'Orchestra dell'Opera Italiana diretta dal Maestro Aldo Sisillo. Proprio l'Orchestra ha aperto la serata di musica con una ouverture del Barbiere di Siviglia. A seguire, l'esibizione al violino di Alaa Arsheed, musicista e rifugiato siriano, che ha eseguito la struggente Duduk, titolo che ricorda il tradizionale strumento armeno, per ricordarci "che la musica è un ponte e non ha confini o barriere".

orchestra memorial luciano pavarotti 2016

 

Alaa Arasheed 2

Ovazione per Il Volo, il trio di tenori formato da Piero Barone, Gianluca Ginoble e Ignazio Boschetto che ha esordito con due classici: Granada e Torna a Surriento per poi affiancare, nel corso della serata, i giovani talenti: i soprani Vittoriana De Amicis, Francesca Sartorato, Claudia Sasso e Laura Macrì e il tenore Ivan Ayon Rivas. Sorprende e diverte l'eclettico Elio, in completo rosso fiammante, che dietro all'ironia dei suoi testi, ai quali ci ha abituato, fa trasparire il suo talento di polistrumentista, compositore e cantante, esibendosi nella Chanson du bebé di Rossini con testo da lui adattato, e, nel finale, con un potente Largo al factotum dal Barbiere di Siviglia. Ecco, poi, Nek, Filippo Neviani da Sassuolo, che a Modena è letteralmente di casa, che allieta la platea con due dei suoi più grandi successi: E da qui e Fatti avanti amore, ma anche con un commovente Panis Angelicus, in duetto con il giovane soprano Laura Macrì. Vola sulle note del pianoforte il jazzista Danilo Rea, che accompagna l'intensa e struggente Summertime di Silvia Colombini, che da ninna nanna si trasforma nel dolore di una madre per il destino del suo bambino, che stringe tra le braccia. Forse dorme, forse è morto, come i milioni di bambini nel mondo vittime della guerra e della fame. Ancora un omaggio ai rifugiati con Pronti a salpare di Edoardo Bennato e Italiani accompagnato dal susseguirsi di fotografie di alcuni nostri celebri connazionali, tra cui Sandro Pertini, Anna Magnani, Federico Fellini, Falcone e Borsellino. Altro momento suggestivo, la proiezione del reportage di Massimo Cirri, conduttore di Caterpillar su Radio Due, che ha trasportato il pubblico nei campi profughi del Kurdistan Iracheno, dove bambini e ragazzi sognano il loro futuro anche attraverso la musica.

finale8

Volo e Bennato

Gran finale con il ritorno de Il Volo, che si esibisce con due classici della canzone napoletana: O Sole mio e O surdato 'nnamorato. Tutti gli artisti sono poi saliti sul palco per l'esecuzione corale di Libiamo né lieti calici e Caruso. Ma i saluti finali sono del "padrone di casa", Luciano Pavarotti, che dallo schermo esegue una magistrale Ave Maria duettando con l'amico di sempre Bono Vox.

Pavarotti finale

Pubblicato in Cronaca Modena

“Uniti per Amatrice”: aperitivo e cena solidali che vedrà scendere in campo moltissime realtà di Modena. Il risultato sarà una serata di raccolta fondi piena di musica e buon cibo. Mercoledì 7 Settembre, dalle 18, in Piazza Roma.

Modena, 05 Settembre 2016 -

Insieme per dare un contributo alle zone colpite dal terremoto che ha distrutto il borgo di Amatrice e devastato le cittadine vicine. Insieme per aiutare in modo concreto.

Uniti per Amatrice” è l'evento che vedrà collaborare molteplici realtà di Modena, colleghi e amici tra loro, per dare vita ad una serata particolare di raccolta fondi.

Mercoledì 7 Settembre, dalle ore 18, la suggestiva cornice di Piazza Roma si animerà di musica, profumi e buon cibo, dall'aperitivo fino alla cena e al dopocena con un grandissimo djset. Al piatto principale ci penserà lo chef stellato Luca Marchini, del ristorante “L'erba del Re” che proporrà una pasta all'amatriciana alternativa: “Non proporremo il classico bucatino, bensì la nostra gramigna per un'ideale unione dei due territori attraverso le rispettive espressioni gastronomiche- ed aggiunge - useremo il guanciale proveniente da Amatrice, ma al posto del pecorino ci sarà il nostro parmigiano. La gente deve partecipare con lo spirito giusto che è quello di donare concretamente aiuti economici, quindi spero sia comprensiva se le porzioni non saranno abbondantissime e ci sarà un po' di fila da fare».

Il costo della serata è di €40 per la cena (comprensivo anche del buono lotteria delle 23.30) e di 15€ per l'aperitivo (2 calici di vino e 1 un piatto a buffet).Tutto il ricavato andrà al comune di Amatrice.

Uniti per Amatrice-copertina

Le prevendite per la cena saranno disponibili direttamente presso gli esercizi partecipanti oppure chiamando o scrivendo al 389 1875008 entro le ore 12 di martedì 6 Settembre

Ecco coloro che aderiranno all'iniziativa fornendo la propria opera:

- LUCA MARCHINI chef stellato del ristorante l'Erba Del Re che preparerà una perfetta Amatriciana.

- GIOVANNI MANDARA mastro pizzaiolo de la Piccola Piedigrotta di Reggio Emilia che sfornerà le sue pizze.

- MARCELLO PALMIERI patron del salumificio Palmieri con la Mortadella Favola.

- SALUMERIA SAMÒ con i carpacci di pesce.

- TIGELLINO DUCALE con le tigelle del centro storico di Modena.

- GNOCK & ROLL con gnocco fritto gourmet.

- FORNO LA BRISLA con bensone e gnocco al forno.

- PASTICCERIA PAMELA con biscotti e crostate.

- AZIENDA AGRICOLA PELLONI con la frutta a km 0.

- GELATERIA REMONDINI con le coppe gelato.

- DANIELE MALAGOLI con aceto balsamico, eccellenza modenese.

Non mancherà il bere con la presenza di grandi produttori quali:

- CANTINA DELLA VOLTA.

- CANTINA PALTRINIERI.

- CANTINA ALBERTO FIORINI.

- FRANCIACORTA FAN con le migliori etichette della Franciacorta.

- ROBBY MARTON con il suo nuovo italian mule cocktail.

- ICOCKTAIL serviranno fantastici drink.

- IL GOBLET con la birra del birrificio Emiliano.

- PREMIERÈ group con le sue migliori etichette.

 "DJS ON STAGE" che hanno già dato la loro conferma:

 PAOLINO PELLONI, FILIPPO VERNI, STEFANO FACCHINI, DAVIDE SGARBI, CHICCO BASTIGLIA, MAURICE, DIEGO FERRARI, CHRISTIAN LENA, RAY NERI, JAZZY P PELLEGRINO, FABIETTO DISCO INN, NICOLA ZUCCHI,ANDREA MAZZALI,GIUSY CONSOLI,

Inoltre, saranno presenti i giocatori del MODENA VOLLEY e del SASSUOLO CALCIO che metteranno in palio alcuni gadget per la LOTTERIA delle ore 23.30.

L'evento è organizzato da Via Taglio12, Modenamoremio, Pervenio, Fujiko Eventi, Pregnolato Eventi. Radio Stella è la radio Ufficiale dell'evento.

Pubblicato in Dove andiamo? Modena
Giovedì, 07 Luglio 2016 13:49

Stuzzicagente: premiati, con gusto!

Sono Omer Caiumi della Trattoria Omer, Francesco Figliomeni di Sano Italano e Gianluca Laritoda dell' Hosteria D'A...mare i più votati dal pubblico che lo scorso 29 maggio ha partecipato numeroso alla Maratona del Gusto nel centro storico di Modena.

Di Manuela Fiorini – foto di Claudio Vincenzi

Modena, 7 luglio 2016

Il primo ha conquistato le migliaia di partecipanti con le sue costine in umido al pomodoro, il secondo ha stregato i palati con lo sfizioso calzone tricolore ai cereali, il terzo ha convinto gli esigenti palati modenesi a votare il suo polpo con crema di patate, terra di taggiasche e datterini grigliati.

Sono, Omer Caiumi, titolare della Trattoria Omer, Francesco Figliomeni, titolare di Sano Italiano e Gianluca Laritonda, titolare di Hosteria D'A...Mare gli esercenti modenesi più votati lo scorso 29 maggio, nell'ambito dell'edizione primaverile di Stuzzicagente, la Maratona del Gusto che si conferma la più amata dai modenesi, a giudicare dalla corsa al biglietto scatenatasi nei giorni precedenti la manifestazione.

Organizzata da Modenamoremio, società di promozione del Centro Storico di Modena, insieme a bar, gastronomie, ristoranti e forni nelle vie del quartiere Pomposa, Taglio, Battisti e Borgo Sant'Eufemia e Novi Sad, Stuzzicagente ha visto in campo una ventina di esercenti, che hanno proposto le loro sfiziose specialità in tre differenti percorsi a tappe con soste gustose. Ai partecipanti era stato chiesto di "votare" quale piatto era stato di loro maggiore gradimento.

vincitori stuzzicagente 2016 modena

Ieri i titolari degli esercizi che avevano proposto le tre pietanze più votate sono stati premiati dal sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e dall'Assessore del Centro Storico Andrea Bosi nella Sala di Rappresentanza del Municipio. A ciascuno di loro è andata una cesta di prodotti della tradizione modenese offerti da Casa Modena, Consorzio del Parmigiano Reggiano e Consorzio di Tutela dell'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena.

Ma Stuzzicagente ha voluto anche premiare i votanti. Grazie al concorso "Vota il piatto più goloso" sono stati estratti Cinzia Mazzaretto, Elena Santi e Maurizio Malavolta, a ciascuno dei quali vanno due biglietti a testa per partecipare all'edizione autunnale di Stuzzicagente, in programma il prossimo 2 ottobre.

Pubblicato in Cronaca Modena
Giovedì, 30 Giugno 2016 12:27

"L'estate di Modenamoremio" arriva in Piazza Roma

Domani sera, dalle 21.15, sul palco saliranno i musicisti della Big Band Castello. Dalle 21.15 l'orchestra, diretta dal maestro Virgilio Ottaviani, presenta uno spettacolo dal titolo "Classiks. My favourite things".

Modena 30 giugno 2016

Dopo i primi quattro emozionanti e divertenti appuntamenti in Piazza XX Settembre, la rassegna di eventi creata da Modenamoremio, società di promozione del centro storico, si sposta nella splendida cornice di Piazza Roma.

Il primo spettacolo in programma è previsto per domani, Venerdì 1 luglio con l'esibizione dei musicisti della Big Band Castello. Dalle 21.15 l'orchestra, diretta dal maestro Virgilio Ottaviani, presenta uno spettacolo dal titolo "Classiks. My favourite things". Questo nuovo show, che integra il corposo sound di un'orchestra sempre in crescita con immagini e recitazione, vuole raccontare attraverso i classici del swing internazionale le proprie "cose preferite". Due ore di spettacolo con un cast di 20 elementi di cui 17 orchestrali, due cantanti e un direttore/narratore.

Prossimi appuntamenti in programma:

Lunedì 4 luglio si terrà il mini show "Zingari liberi di volare" tratto dallo spettacolo presentato al teatro Storchi, lo scorso 5 giugno, a cura della scuola di danza Equilibra

Martedì 5 luglio è la volta di "Appassionante" un fascinoso e passionale concerto di tre artiste del sud Italia che daranno voce a uno spettacolo che spazierà tra la musica lirica e la musica pop.

Tutti gli eventi in programma sono a ingresso libero e gratuito.

 

Pubblicato in Dove andiamo? Modena

Da venerdì 24 fino a domenica 26 giugno Modena ospiterà lo Street Festival Tour con oltre trenta food truck che proporranno specialità del cibo da strada provenienti da ll'Italia e dall'estero

Modena, 23 Giugno 2016 -

E' street food mania! Da venerdì 24 fino a domenica 26 giugno Modena ospiterà lo Street Festival Tour con oltre trenta food truck che proporranno specialità del cibo da strada provenienti da ll'Italia e dall'estero, per un'esperienza multisensoriale unica: sarà appagato non solo il gusto, ma anche la vista, grazie alla scenografia creata dai truck e alla presentazione dei piatti, l'olfatto, inebriato dai profumi che si sprigioneranno dalle cucine itineranti, e l'udito, deliziato dalla musica dei dj set che allieteranno le serate.

Il 41121 Modena Street Festival, porta al Parco Novi Sad l'evoluzione moderna dello street food: i truck. Nati in America dall'esigenza di consumare un pasto veloce per strada nella pausa lavorativa, i food truck si sono diffusi nell'Europa del Nord, per poi diventare una moda seguita da tutto il mondo. Camioncini personalizzati nascondono all'interno vere e proprie cucine attrezzate, capaci di creare capolavori gourmet di alta cucina. Il concetto di cibo da strada infatti viene portato all'estremo, con l'uso di prodotti di elevata qualità, a km 0 o di grande pregio.

Orari: venerdì dalle 18 alle 24; sabato e domenica dalle 12 alle 24

Ingresso gratuito

Pubblicato in Dove andiamo? Modena

Oggi, martedì 21 giugno, dalle 21.15 andrà in scena il terzo appuntamento dell'Estate di Modenamoremio. In scena il concerto de "La mia banda suona il cinema" a cura della Banda "G.Verdi" di Spilamberto con la collaborazione dell'Associazione "Bop Area"

Modena, 20 giugno 2016

Dopo l'emozionante danza aerea a cura di Equilibra e il coinvolgente spettacolo musicale diretto da Guido De Maria, il terzo appuntamento della rassegna L'Estate di Modenamoremio vedrà andare in scena il concerto de "La mia banda suona il cinema" a cura della Banda "G.Verdi" di Spilamberto con la collaborazione dell'Associazione "Bop Area", che intervallerà note e immagini per un suggestivo spettacolo musicale.
In caso di maltempo, l'evento verrà posticipato a lunedì 27 giugno. Tutti gli eventi in programma sono a ingresso libero e gratuito.

Per il calendario completo visita il sito www.modenamoremio.it o la facebook/Modenamoremio.

La rassegna L'ESTATE DI MODENAMOREMIO è patrocinata dal Comune di Modena e sostenuta dal contributo di Banca San Geminiano e San Prospero, per gli eventi di Piazza xx settembre, e Trenkwalder, per gli eventi di Piazza Roma.

Pubblicato in Dove andiamo? Modena
Venerdì, 17 Giugno 2016 17:40

Gran finale per Rosso Rubino

Si conclude con un gran successo di pubblico il Lambrusco Wine Festival che ha coinvolto le cantine della zona di produzione del celebre Lambrusco di Sorbara. Gli ultimi due appuntamenti il 23 e il 28 giugno presso la Cantina Divinja e la Cantina Bellei.

Di Manuela Fiorini  - foto di Claudio Vincenzi

BOMPORTO (MO) – Metti una serata in compagnia, un po' di musica, una ricca offerta di assaggi e degustazioni dei piatti e dei prodotti tipici della tradizione modenese, un buon bicchiere di Lambrusco e il successo è assicurato. E' questa, infatti, la formula vincente di Rosso Rubino – Lambrusco Wine Festival, la grande kermesse, giunta alla sua XI edizione, che per un mese ha animato le cantine della Bassa modenese, zona di produzione del celebre Lambrusco di Sorbara. Ogni evento si è svolto in una cantina, dando così modo al numeroso pubblico di conoscere anche i luoghi dove le uve per la produzione di Lambrusco vengono coltivate e lavorate per dare vita alle celebri "bollicine". A fare da location suggestiva alla rassegna sono state la Cantina di Carpi e Sorbara, la Cantina Aurelio Bellei, la Cantina della Volta, la Cantina Garuti, la Cantina Divinja, la Cantina Paltrinieri e la Cantina Righi e Francesco Bellei alla Foresteria Cavicchioli.

brindisi


Due sono gli appuntamenti che mancano all'appello. Il primo si svolge giovedì 23 giugno, dalle 21, presso la Cantina Divinja di via Verdeta 1, a Sorbara di Bomporto (MO) va in scena Bolle danzanti, una serata di balli e musica latino americana proposta dalla scuola J-Latino's di Modena con coreografia finale di "50 sfumature di Salsa". L'inizio è alle ore 21, ma, fin dalle 19, adulti e bambini potranno prendere parte a passeggiate a cavallo nel vigneto insieme a cavalli e istruttori de "Il Ranch le 2 Z". Come di consueto è prevista la degustazione di prodotti tipici della Consorteria del maiale, un rinfresco offerto dalla Pasticceria Cometa di Sorbara e i deliziosi borlenghi di Lele n.v.a. La degustazione di Lambrusco e prodotti tipici ha un costo di 10 euro a persona. Il ticket si può acquistare direttamente in loco.

Garuti bottiglie


Gran finale, martedì 28 giugno, sempre alle 21, presso la Cantina Bellei Aurelio di via Ravarino Carpi 103, a Sorbara, con l'appuntamento che prevede, alle 21, l'esibizione della band musicale Per un pugno di tigelle e il saggio di ginnastica artistica del Gruppo Immagine sport Center di Nonantola. Per tutta la serata sarà possibile visitare l'esposizione di acquerelli curata da Tiziana Malagoli. Non mancherò ovviamente la degustazione di prodotti tipici accompagnati da Lambrusco, al costo di 10 euro a persona, con ticket acquistabile in loco. Infine, mercoledì 29 giugno, l'istituto di bellezza T-Care di via Togliatti 5/F di Bomporto ospita il Red Carpet Rosso Rubino che vede protagonista la moda, lo stile e la bellezza. E'prevista la partecipazione di un noto personaggio della TV e un brindisi a base di bollicine.

INFO: www.lambruscowinefestival.it

 

Pubblicato in Dove andiamo? Modena