Visualizza articoli per tag: comune di Novellara

L'associazione Jaima Sahrawi di Reggio Emilia, desidera estendere il progetto Accoglienza "Jaima – Tenda 2014", giunto alla quindicesima edizione, nel Comune di Novellara ed invita tutte le famiglie ad aderire ed ospitare nel periodo estivo una bambina o un bambino proveniente dal Sahrawi.

Novellara, 11 marzo 2014 -

Le disponibilità debbono pervenire entro il mese di marzo all'associazione reggiana, chiamando il numero 333.4450028 o 333.6165604 oppure prendendo contato con l'ufficio scuola presso il Millefiori in via Costituzione, 10 a Novellara.

L'obbiettivo del soggiorno è far trascorrere a questi bambini alcune settimane lontano dal cado torrido del deserto, svolgere gli opportuni screening sanitari offerti dalla Regione Emilia Romagna e fare scambi interculturali attraverso i campi estivi svolti sul territorio.
"Si tratta di un'esperienza bellissima e ricca di significato, sia per chi ospita sia per i bambini che vengono ospitati" e continua l'assessore Roberto Gelosini "Invito tutte le famiglie interessate a partecipare all'incontro ed a contattare l'associazione Jaima Sahrawi di Reggio Emilia". Novellara si candida quindi ad ospitare per la prima volta questi piccoli ambasciatori di pace, dopo le esperienze già avviate con grande soddisfazione nei comuni di Albinea, Fabbrico, Reggiolo, Guastalla, Gualtieri e Reggio Emilia.

Nel contempo si pone la dovuta attenzione sul dramma che il popolo Sahrawi sta vivendo da oltre 40 anni, esiliato nel deserto dell'Hammada nel sud dell'Algeria, in attesa di veder riconosciuto il proprio diritto all'autodeterminazione sancito dall' Onu. Tutt'ora la popolazione vive divisa tra i campi profughi e i territori del Sahara Occidentale occupato illegalmente dall'esercito Marocchino. Già ribadita e segnalata più volte la preoccupante situazione nei territori occupati dove quotidianamente la gente civile è costretta a subire gravi violazioni dei diritti umani testimoniate anche dai rapporti di Amnesty International, Human Rights Watch e dalla Fondazione R. Kennedy.

 

(Fonte: Ufficio comunicazione Comune di Novellara (RE))

 

Mercoledì, 05 Marzo 2014 12:20

Residenza sociale a Novellara: 10 nuovi alloggi

E' possibile partecipare entro il 31 marzo al bando per l'assegnazione di uno dei dieci alloggi di edilizia sociale realizzati all'interno del nuovo quartiere Armonia di Novellara -

Novellara (RE) 5 marzo 2014 -

E' possibile partecipare entro il 31 marzo al bando per l'assegnazione di uno dei dieci alloggi di edilizia sociale realizzati all'interno del nuovo quartiere Armonia di Novellara.
Il progetto si è concretizzato attraverso la partecipazione da parte della cooperativa Andria al Programma di Edilizia residenziale sociale 2010 della Regine Emilia Romagna e alla successiva convenzione sottoscritta con il Comune di Novellara che ha permesso di diminuire mediamente di un ulteriore 30 – 35 % i normali prezzi dei canoni d'affitto concordati (da 390 euro per gli appartamenti più grandi a 330/350 euro per quelli più piccoli).
L'amministrazione comunale plaude questo tipo di intervento, capace di intercettare quelle categorie più deboli (giovani coppie, famiglie con disabili, anziani o monoparentali) che, affacciandosi al mercato immobiliare fanno fatica a trovare affitti alla propria portata. Intervenire con progetti di social housing, infatti, non solo garantisce a famiglie che faticano ad affrontare l'acquisto di una casa o il pagamento di un affitto a condizioni di mercato di reperire alloggi a condizioni accessibili, ma promuove la realizzazione di interventi tesi alla coesione tra i cittadini e l'integrazione tra servizi pubblici e privati.


La palazzina, in via Matilde Serao, a cui il bando fa riferimento, è stata progettata e realizzata secondo le recenti norme antisismiche e per ottenere elevate prestazioni dal punto di vista del risparmio energetico e del comfort interno. La cooperativa Andria ha calcolato che i consumi siano meno della metà di un alloggio di tipo tradizionale. Inoltre la qualità dei materiali, il cappotto esterno e altre condizioni assicurano anche un ragguardevole comfort nel periodo estivo.


Condizioni necessarie per poter accedere alla graduatoria sono:
• avere la cittadinanza italiano di uno Stato appartenente all'Unione Europea
• avere la residenza o attività lavorativa o di studio nel Comune di Novellara o in un Comune ad esso contermine;
• non essere titolare di un'abitazione o alloggio
• avere un valore Isee del nucleo famigliare non superiore a 40.680 euro
• essere Socio della cooperativa Andria e, una volta tale, sottoscrivere il modulo di richiesta di partecipazione al bando d'assegnazione.
Il bando, pubblicato anche sul sito www.comunedinovellara.gov.it avrà come regola principale dell'assegnazione, quella del punteggio in base all'anzianità d'iscrizione a Socio della cooperativa Andria.
Per maggiori informazioni contattare la Cooperativa Andria presso la loro sede a Correggio – Via Sante Mussini, 9 o mettersi in contatto telefonico: 0522 – 694640 / 693292 (www.andria.it).

 

(Fonte: ufficio stampa Comune di Novellara)

 

Quattro le frazioni collegate al centro di Novellara: Bernolda, Santa Maria, San Bernardino e San Giovanni. In ogni frazione sono state individuate delle fermate, dove l'autobus passerà agli orari che gli utenti troveranno indicati alle fermate -

Novellara, 4 marzo 2014 -

Dal 6 marzo sarà più facile arrivare al mercato di Novellara: per gli abitanti delle frazioni, infatti, il Comune ha organizzato, in collaborazione con TIL, un servizio di minibus che li farà arrivare direttamente in piazza Mazzini.
Sono quattro le frazioni collegate al centro di Novellara: Bernolda, Santa Maria, San Bernardino e San Giovanni. In ogni frazione sono state individuate delle fermate, dove l'autobus passerà agli orari che gli utenti troveranno indicati alle fermate.
Il bus funziona dalla metà del mese di settembre alla prima settimana di giugno, nelle giornate di giovedì dalle ore 08.30 alle ore 12.00.
Il servizio è a chiamata: per usare il bus è necessario prenotare telefonando al Call Center di TIL 0522 927654 entro le ore 17.00 del giorno lavorativo precedente. Si possono prenotare solo il viaggio di andata, solo il viaggio di ritorno o entrambi. Il Call Center è aperto dal lunedì al sabato, festivi esclusi, dalle ore 07.00 alle ore 19.00.
Il biglietto costa 2 euro per il viaggio di andata, 2 euro per il viaggio di ritorno e 3 euro per andata e ritorno in giornata, mentre i bambini sotto il metro viaggiano gratuitamente. Il biglietto si compra a bordo, direttamente dall'autista. Non sono validi altri tipi di biglietti o abbonamenti in vigore per altri servizi di trasporto.
Il minibus utilizzato è un autoveicolo sperimentale ibrido attrezzato anche per il trasporto di persone in carrozzina. In centro a Novellara viaggerà con motore elettrico, fuori dal centro con motore diesel e sarà guidato dagli autisti del servizio di trasporto scolastico, ottimizzando così risorse già esistenti sul territorio.
"Sono molto soddisfatto dell'avvio di questo nuovo servizio - ha affermato l'Assessore Youssef Salmi – che è stato fortemente voluto dall'Amministrazione comunale, per consentire agli abitanti delle frazioni, soprattutto agli anziani, di poter raggiungere comodamente il centro del paese nella giornata del mercato, che rappresenta per Novellara un momento non solo per fare spesa, ma per incontrarsi e socializzare.
Il minibus – ha concluso l'Assessore – è uno dei progetti nati attraverso un confronto con i cittadini, agendo attraverso il Progetto Pro Comunità, un importante strumento che ho usato per onorare il mio impegno politico e che è servito per rendere i cittadini partecipi delle scelte, come successo nel caso del Parco Primavera, dello skate park, della sala Prove, e dei progetti realizzati insieme agli abitanti delle frazioni. Aggiungo che il progetto è affidato a Prodigio."

 

(Fonte: Ufficio comunicazione Comune di Novellara (RE))

 

Presso l'archivio storico di Novellara sono custoditi, una rara riproduzione dei Codici Forster di Leonardo (in tre volumi) e del Libro di Pittura, donazioni di fatte all'amministrazione comunale da parte di un generoso privato -

Novellara (RE) 26 febbraio 2014 –

Ancora pochi novellaresi sanno che presso l'archivio storico di Novellara sono custoditi, una rara riproduzione dei Codici Forster di Leonardo (in tre volumi) e del Libro di Pittura, donazioni di fatte all'amministrazione comunale da parte di un generoso privato.
Tali copie, che riproducono le opere originali sotto ogni punto di vista: materiali, stampa e confezione, fanno parte dell'Edizione Nazionale dei Manoscritti e dei Disegni di Leonardo da Vinci edita dalla Giunti in tiratura limitata (998 esemplari numerati a mano).
Gli originali dei Codici Forster sono conservati a Londra, presso il Victoria and Albert Museum. Sono tre manoscritti cartacei, rilegati in pergamena, e denominati Forster I (14.5x10 cm), Forster II (19.5x7 cm), Forster III (9x6 cm). Raccolgono studi di geometria, pesi e macchine idrauliche elaborati da Leonardo in diversi periodi tra il 1493 e il 1505.
Il libro di pittura è l'opera più significativa di Leonardo, si tratta di migliaia di fogli relativi all'arte che vennero raccolti nei secoli scorsi da alcuni studiosi.

Fino al 5 marzo i quattro libri saranno esposti presso la Biblioteca comunale, mentre sabato 22 febbraio sarà realizzato, dalle ore 16.00 presso la Sala del fico, il Laboratorio "Copiamo Leonardo".
Tale laboratorio, svolto dalla Dott.ssa Olga Guerra della Coop.va Charta è rivolto a bambini dai 6 ai 11 anni ed è su prenotazione (max 12 bambini) Tel. 0522655419.

Una volta conclusa l'esposizione, i facsimili saranno consultabili facendo apposita richiesta alle operatrici dell'Archivio Storico (apertura al pubblico lunedì 9.30-13.00 e 15.00 – 19.00 e mercoledì 15.00 – 19.00) tel. 0522-655450 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Novellara)

 

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia

Sabato 22 febbraio, alle ore 11.00 ed in replica alle 20.30 il Centro Etoile di Reggio Emilia presenta sul palcoscenico del Teatro della Rocca Franco Tagliavini "Freedom Project" -

Novellara (RE) 21 febbraio 2014 –

Sabato 22 febbraio, alle ore 11.00 (per le scuole – ingresso euro 3,50) ed in replica alle 20.30 (aperto a tutti, euro 7,00), il Centro Etoile di Reggio Emilia presenta sul palcoscenico del Teatro della Rocca Franco Tagliavini "Freedom Project" anteprima alla nuova edizione del festival internazionale Teatro Lab.
Si scaldano i motori della quinta edizione del festival internazionale diretto da Daniele Franci di Etolie Centro teatrale europeo che - dal 15 al 28 marzo - porterà in scena spettacoli teatrali realizzati dagli studenti di istituti scolastici italiani ed europei, al Teatro della Rocca Franco Tagliavini di Novellara.

"Freedom project" è una coproduzione internazionale che vede la partecipazione di allievi degli istituti Galvani Iodi di Reggio Emilia, del Silvio D'Arzo di Montecchio, di Utrecht-Olanda e di Etoile di Reggio Emilia, diretti da Marie Noelle Bouvier, Marco Martini, Marten van der Weele.

Protagonisti dello spettacolo tre registi intenti a progettare la loro prossima pièce. Mentre danno libero sfogo alla loro fantasia, sul palcoscenico iniziano a prendere vita le loro idee. Gli attori, le luci, gli effetti speciali prendono corpo e sottostanno al giogo dei tre registi: paradossalmente uno spettacolo incentrato sul rapporto tra libertà e schiavitù tanto i registi quanto gli attori non si rendano conto che il gioco teatrale si basa sempre su questa dicotomia. I registi scelgono di far parlare in prima persona le grandi personalità della storia che hanno dovuto affrontare questi problemi in maniera attiva, senza però tralasciare la sfera delle esperienze private, ma piuttosto riportando testimonianze di chi quella condizione l'ha vissuta sulla propria pelle.

Una regia diversa dalle scorse edizioni che ha investito tanto sulla creatività dei ragazzi esercitando la capacità di realizzare coreografie, effetti speciali e addirittura di scrivere i testi. La tematica affrontata ha fortemente coinvolto tutti i ragazzi che diventano così primi portatori di esperienze e di competenze che la scuola, attraverso il teatro e a progetti come questo, offre loro con il lusinghiero obiettivo di farli crescere in una società di persone quantomeno consapevoli.

Lo spettacolo verrà replicato nel mese di Aprile 2014 a Bordeaux, dove gli studenti provenienti dai tre stati si ritroveranno per l'ultima fase del progetto.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Novellara)

 

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia

Domani, venerdì 21 febbraio, alle ore 20.30 in Sala del Consiglio comunale a Novellara si terrà la prima serata di "Diritto di scuola", l'iniziativa organizzata dal Comune di Novellara, con il patrocinio dell'Ufficio scolastico regionale per l'Emilia Romagna, per riflettere sul mondo della scuola e fare un bilancio sui progetti realizzati in questi anni -

Novellara, 20 febbraio 2013 -

La prima serata, intitolata "Vita da adolescente", offrirà a docenti e genitori un focus sulle abitudini e stili di vita degli adolescenti italiani. Nei mesi scorsi, gli studenti delle classi terze dell'Istituto Comprensivo di Novellara hanno risposto ad un questionario realizzato dall'associazione "Laboratorio adolescenza".
Questi dati saranno illustrati e commentati dal Sindaco Raul Daoli, da Maurizio Tucci, responsabile dell'indagine e da Francesca Fontanesi, psicologa dell'Istituto Comprensivo novellarese. Interessanti e significativi i dati che risultano dall'indagine: il 38% dei ragazzi dice di avere un computer, mentre il 52% si collega quotidianamente ad Internet. Quest'ultimo, insieme alla televisione, risulta essere uno dei modi preferiti per trascorrere il tempo libero, mentre allo studio i ragazzi dedicano due - tre ore al girono. Il 43,5% dei ragazzi intervistati, infine, dice di non avere mai letto un quotidiano non sportivo, mentre il 59,7 % ritiene che sarà difficile trovare un lavoro.
"In questi anni - ha affermato il Sindaco di Novellara, Raul Daoli - il Comune di Novellara ha collaborato attivamente con tutte le scuole del paese per realizzare progetti innovativi, capaci di rispondere al mutare delle esigenze degli abitanti più giovani del paese, mantenendo inalterati i valori fondanti dei servizi educativi e la loro qualità. I risultati dell'indagine sugli stili di vita degli adolescenti – ha proseguito Daoli – sono uno strumento molto utile per conoscere bisogni, sogni, paure dei giovani e capire come agire e lavorare per dare loro risposte concrete. Queste tre serate – ha concluso il Sindaco - sono l'occasione per riflettere su quanto è stato realizzato, coinvolgendo tutti gli attori che hanno contribuito a rendere Novellara un esempio studiato e seguito in tutta Europa."

 

In allegato scaricabile la cartolina col programma

(Fonte: ufficio stampa Comune di Novellara)

 

Saranno inaugurati sabato 15 febbraio alle ore 10:00 i nuovi spazi della scuola dell'infanzia statale "Il Girasole" di Novellara alla presenza di insegnati, autorità e bambini -

Novellara (RE) 12 febbraio 2014 –

Gli interventi di manutenzione ed ampliamento, per un importo complessivo di 400.000 Euro, hanno riguardato la rimozione e lo smaltimento della vecchia pavimentazione, la posa di nuovi pavimenti con sistema di riscaldamento a pannelli radianti, la redistribuzione degli spazi interni e l'ampliamento per dotare la scuola di nuova sezione.
Questi lavori, realizzati in tre stralci, durante i periodi di chiusura estiva 2011, 2012 e 2013, hanno comportato un deciso miglioramento del comfort e dell'efficienza energetica: ora ogni sezione ha il proprio ingresso, i propri servizi igienici, oltre che ambienti più ampi e agevoli per tutti.
In particolare i lavori eseguiti nel 2011 hanno riguardato due sezioni ed il salone centrale, dove sono stati posati i nuovi pavimenti ed installato il nuovo impianto di riscaldamento a pannelli radianti. Il bagno per disabili è stato riposizionato razionalizzandone le dimensioni e totalmente rifatto con posa di nuovi rivestimenti e sanitari.
La realizzazione del nuovo ampliamento ha permesso di ricavare per l'anno scolastico 2013/2014 una nuova sezione comprensiva di atelier, servizi igienici e ripostiglio, per una superficie complessiva di circa 150mq. La nuova struttura, progettata secondo i dettami delle più recenti normative antisismiche, è dotata di copertura in legno e impianto di riscaldamento a pannelli radianti a pavimento.
Durante l'estate del 2013, infine si è intervenuti sulla completa riorganizzare dei rimanenti spazi interni, con il ripristino di un'unica aula più ampia delle precedenti e completa di atelier, servizi igienici e ripostiglio.
L'Amministrazione ha anche acquistato alcuni arredi e materiali, sia in sostituzione che in aggiunta di quelli esistenti, per un importo di 12mila euro.
Particolarmente soddisfatto degli interventi, il Sindaco Raul Daoli che afferma: "L'intervento non solo ha creato maggior vivibilità e fruibilità degli spazi, ma ha anche consentito di aumentare la capacità ricettiva della scuola: infatti la sezione che prima ospitava 18/20 bambini ora ne può accoglierne 27, con lo stesso numero di insegnanti in dotazione organica".
In corso di progettazione un intervento analogo al nido d'infanzia comunale L'Aquilone: l'intento dell'Amministrazione è quello di dotare il territorio di un complesso materna/nido finalmente adeguato ai più recenti dettami in termini di sicurezza, comfort, efficienza energetica e distribuzione degli spazi.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Novellara)

 

Una cerimonia di scopertura della targa in sua memoria, realizzata dall'artista Mario Pavesi, domenica 16 febbraio alle ore 11.00 -

Novellara (RE) 11 gennaio 2014 –

Il 17 febbraio 2014 ricorre il quinto anniversario del tragico fatto che ha colpito il messo comunale Raul Becchi e la sua famiglia. Un evento doloroso che ha segnato tutta la comunità novellarese e che l'amministrazione comunale vuole ricordare, proprio nel quinto anniversario, con una cerimonia di scopertura della targa in sua memoria, realizzata dall'artista Mario Pavesi, domenica 16 febbraio alle ore 11.00.
Alla cerimonia, che avverrà sotto i portici di Piazza Unità d'Italia, all'incrocio con vicolo del Mille, in pieno centro cittadino, sono stati invitati i famigliari, gli amici d'infanzia di Raul Becchi, i colleghi che sono intervenuti subito dopo l'agguato ed i rappresentanti della Fondazione per le vittime dei reati della Regione Emilia Romagna che si sono resi disponibili subito dopo l'omicidio di Becchi ad aiutare la famiglia.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Novellara)

 

Questa sera, alle ore 21 presso la sala civica in Rocca proiezione del documentario "Esodo, la Memoria Negata" Regia di Nicolò Bongiorno -

Novellara, 10 febbraio 2014 -

La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale
 "Giorno del ricordo" al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle
loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale, con la Legge 92 del 30 marzo 2004.
Questa sera, lunedì 10 febbraio alle ore 21 presso la sala civica in Rocca proiezione del documentario "Esodo, la Memoria Negata" Regia di Nicolò Bongiorno, presentato l'anno scorso in occasione del "Giorno del Ricordo" presso la Regione Emilia Romagna Biblioteca G.Malagoli Piazzale Marconi, 1 Novellara (RE) 0522655419.

 

Gli studenti dell'Istituto Mario Carrara di Novellara e Guastalla hanno partecipato ieri mattina all'incontro con Giovanni Impastato, fratello di Peppino Impastato, giornalista e attivista vittima della mafia, inserito nella rassegna "Teatro e Legalità" organizzato dall'associazione NoveTeatro e sostenuto dall'amministrazione comunale di Novellara e dalla Provincia di Reggio Emilia.

 

- Novellara 9 febbraio 2014 - 

Con alcune letture tratte dal libro "Resistere a Mafiopoli. La storia di mio fratello Peppino impastato", scritto da Giovanni Impastato e Franco Vassia, gli attori di NoveTeatro hanno raccontato la vita e l'impegno civile di Giuseppe nella lotta alla mafia: la sua intuizione di organizzare Radio Aut da dove sferrava i gli attacchi ai mafiosi e politici corrotti, le provocazioni lanciate sui giornali, con i comizi, cineforum e con i volantini. Qualcosa di così dirompente che lo portò ad essere ucciso per mano mafiosa il 9 maggio 1978.

In conclusione le domande degli studenti sulla paura, la rassegnazione, il rapporto con la famiglia, l'evoluzione della mafia. In particolare Giovanni ha voluto sottolineare che l'esecuzione del fratello non ha mai suscitato in lui e nella sua famiglia odio o vendetta: "La mia era una rabbia diversa. Con molta razionalità ho capito che quei mafiosi potevano essere sconfitti con l'impegno quotidiano, con la costante ricerca della verità, seguendo giorno dopo giorno le vicende giudiziarie" ed ha invitato tutti i giovani a leggere, informarsi, conoscere per contrastare i soprusi e le ingiustizie. Infine Giovanni Impastato ha ricordato la straordinaria potenza del film "I cento passi" di Marco Tullio Giordana che in 48 ore ha fatto quanto non erano riusciti a realizzare lui ed i suoi collaboratori in ventidue anni di sensibilizzazione e informazione dalla morte di Peppino.

Proseguono in questo modo gli incontri di Teatro e Legalità lo afferma l'assessore Salmi Youssef che ricorda: "I cento passi è stato il primo film proiettato al cineforum e da allora sono seguiti dibattiti, le edizioni di Teatro Legalità e tanti progetti con i più giovani che hanno fatto nascere nuove iniziative e gruppi. Desidero ringraziare ed incoraggiare che mi ha aiutato a realizzare tutto questo, in particolare l'associazione NoveTeatro e l'associazione la Fi-Umana".

Infine Giovanni Impastato è stato portato sulla nuova strada provinciale SP3 che collega Novellara a Bagnolo in Piano dove il Prefetto di Reggio Emilia Antonella De Miro ha recentemente autorizzato l'intitolazione dei due tratti della nuova strada provinciale 3 a Giuseppe Impastato e al film "I Cento Passi". La proposta della Giunta Comunale di Novellara è stata ampiamente condivisa dal Prefetto De Miro per "l'altissimo valore morale della figura di Giuseppe (Peppino) Impastato, barbaramente ucciso dalla mafia e divenuto incontrovertibile simbolo della lotta contro cosa nostra, in difesa della legalità e dei valori etici e morali della convivenza civile; ed anche al bellissimo fil di Marco Tullio Giordana "I cento passi" che ha portato all'attenzione del grande pubblico, fissandone la memoria, l'appassionato eroico impegno civile di Peppino Impastato".

(fonte Comune di Novellara)

Pagina 10 di 12